logo

Analisi di decodifica per la disbiosi negli adulti e nei bambini

Quando si esamina il foglio generale delle analisi di dysbacteriosis, è possibile vedere una lunga lista di microflora. Le persone non mediche possono fare conclusioni e ipotesi sbagliate. Esempio di analisi per dysbacteriosis

Va notato che la forma del foglio di prova può variare a seconda dell'istituto medico. All'inizio, i batteri benefici possono andare, quindi opportunisti e patogeni. O in un altro ordine. Presentiamo diverse forme di analisi in modo da conoscerla e non temere che la forma dei risultati sia diversa dalla tua! Quindi trova una riga nel tuo foglio dei risultati e confronta il valore con la norma, che viene mostrato qui nella foto.

  1. Bifidobatteri. Rappresentanti di bifidobatteri possono essere giustamente considerati utili abitanti della microflora. La percentuale ottimale del loro numero non dovrebbe scendere al di sotto di 95, ed è meglio essere tutto il 99%:
  • i microrganismi dei bifidobatteri sono impegnati nella scissione, nella digestione e nell'assorbimento di elementi alimentari. Sono responsabili dell'assorbimento di vitamine,
  • a causa dell'attività dei bifidobatteri, l'intestino riceve una quantità adeguata di ferro e calcio;
  • ruolo considerevole dei bifidobatteri nella stimolazione dell'intestino, in particolare delle sue pareti (responsabile dell'eliminazione delle tossine).
  • Digestione, assorbimento, assimilazione di tutti gli elementi benefici del cibo
  • Puoi parlare a lungo dei benefici dei bifidobatteri, ma questi sono i batteri più utili nel nostro intestino, più sono e meglio è!

L'indicatore quantitativo di bifidobatteri sotto forma di analisi - da 10 * 7 gradi a 10 * 9 gradi. La riduzione dei numeri mostra chiaramente la presenza di un problema, nel nostro caso, la disbiosi.

  1. Lattobacilli. Il secondo posto tra gli abitanti dell'intestino è occupato dai lattobacilli. La loro percentuale nel corpo è del 5%. Anche i lattobacilli appartengono al gruppo positivo di microflora. Ingredienti: lattobacilli, molecole di latte fermentato, rappresentanti di streptococchi. Sulla base del nome, si può capire che i lactobacilli (virus dell'acido lattico) sono responsabili della produzione di acido lattico. Lei, a sua volta, normalizza l'attività vitale dell'intestino. I batteri Lacto aiutano l'organismo a evitare gli attacchi allergenici. I microrganismi stimolano la funzione di liberarsi delle tossine.

L'analisi della coperta suggerisce una quantità rigorosa di batteri lacto - da 10 * 6 gradi a 10 * 7 gradi. Riducendo questi microrganismi, il corpo subirà reazioni da parte di allergeni, la costipazione diventerà frequente e si verificherà una carenza di lattosio.

  1. STICK INTESTINALE o E. coli (Escherichia coli, Escherichia coli), fermentazione del lattosio - un altro abitante dello spazio intestinale. Appartengono agli enterobatteri. Nonostante il fatto che solo l'1% della microflora sia assegnato ad esso, E. coli è molto necessario per il corpo:

E. coli

  • non consente ai microrganismi condizionatamente patogeni di riprodursi nell'intestino, li combatte giorno e notte;
  • E. coli assorbe ossigeno, risparmiando così la morte di bifidobatteri e lattobacilli.
  • con la sua partecipazione diretta, la produzione di vitamine del gruppo B e l'assorbimento di ferro e calcio!
  • se c'è una diminuzione di E. coli al di sotto o al di sopra della norma (cioè sotto il 10 al 7 ° grado e più di 10 al 8 ° grado) - questo può indicare la presenza di intestinale, in primo luogo la disbatteriosi, in secondo luogo, la presenza di vermi. Norma: 107-108 cfu / g

E. coli LATTOSONEGATIVO - batteri opportunisti. Il loro tasso è compreso tra 10 e 4 gradi. Aumentare questo valore porta a uno squilibrio della flora intestinale. In particolare, è costipazione, bruciore di stomaco, eruttazione, nello stomaco, preme e si sfrega. Rappresentanti di spicco di questi batteri sono PROTES e KLEBSIELLS.

PROTEY - anaerobi facoltativi, batteri a forma di bastoncello, risperadone, mobili, gram-negativi. Il brillante rappresentante dei batteri opportunisti.

Condizionalmente patogeno - significa che il loro numero all'interno del range normale non causa una violazione a livello intestinale. Non appena la velocità viene superata, e questi batteri si moltiplicano - si manifestano patogene, dannose, si verifica una disbatteriosi.

KLEBSIELLY - microrganismo condizionatamente patogeno, che è un membro della famiglia delle Enterobacteriaceae. Il nome ricevuto dal nome dello scienziato tedesco, batteriologo e patologo che lo scoprì - Edwin Klebs.

E. coli EMOLITICO - E. coli è presente nel colon, è un concorrente di bifidobatteri e lattobacilli. Norm - 0 (zero). La sua presenza nell'intestino parla chiaramente della violazione della microflora. Porta a problemi di pelle, reazioni allergiche. In generale, niente di buono la presenza di questo bastone non ti porterà. Esempio di analisi per dysbacteriosis

  1. Bacteroides. Risultati di test separati possono includere un elenco di batteri. È un errore attribuirli a batteri nocivi. In realtà, tutto è abbastanza semplice - il loro indicatore quantitativo non è correlato alle prestazioni del corpo. Nei neonati, sono quasi assenti, quindi gradualmente colonizzano l'intestino. Fino alla fine, il loro ruolo nel corpo non è stato studiato, ma senza di loro la normale digestione è impossibile.
  2. Enterococchi: questi microrganismi sono presenti anche nell'intestino sano. Nel modo ottimale di funzionamento dell'organismo, il rapporto percentuale tra gli enterococchi non supera il 25% (10 7). Enterococcus

Altrimenti, possiamo accertare la violazione della microflora. Tuttavia, sono gli agenti causali delle infezioni della sfera genitourinaria. Si ritiene che non eccedere il loro valore rispetto alla norma sia un buon indicatore e non sia necessario preoccuparsi.

  • MICROBI PATOGENICI DELLE FAMIGLIE INTESTINALI (enterobatteri patogeni) sono batteri estremamente dannosi. Qui e Salmonella (lat Salmonella), e Shigella (lat Shigella). Sono gli agenti causali delle malattie infettive di salmonella, dissenteria, febbre tifoide e altri. Norma: l'assenza di questi microbi in generale. Se lo sono, allora ci può essere un'infezione infettiva pigra o manifestata. Questi microbi sono spesso i primi nella lista dei risultati delle analisi per la disbatteriosi.
  • Batteri non fermentanti - regolatori dell'intero processo digestivo. Le fibre alimentari sono fermentate, preparate per assimilare tutte le sostanze benefiche (acidi, proteine, amminoacidi, ecc.). L'assenza di questi batteri suggerisce che i vostri intestini hanno qualcosa per cui lottare. Il cibo non è completamente digerito. Consiglia di mangiare germe di grano e crusca.
  • STAPHYLOCOCC EPIDERMAL (SAPROFITIC) - si riferisce anche all'ambiente condizionatamente patogeno. Ma per analogia con gli enterococchi, questi microrganismi possono tranquillamente coesistere in un organismo sano. Il loro punto percentuale ottimale è del 25% o 10 al 4 ° grado.
  • CLOSTRIDIA (Clostridium) - batteri, in una piccola quantità presente anche nel nostro intestino. Con l'aiuto di questi processi si verificano associati alla formazione di alcoli e acidi. innocuo da soli, può solo integrare la flora patogena quando cresce al di sopra della norma.
  • STAPHYLOCOCK DORATO Questi batteri non sono altro che microbi dell'ambiente. Ad esempio, possono essere trovati sulla pelle o sulle mucose del nostro corpo. Anche la più piccola parte di stafilococchi può portare a esacerbazioni nell'intestino. Non sorprende che la medicina abbia sviluppato a lungo uno standard: non ci dovrebbe essere alcun stafilococco nella forma con analisi. Anche una piccola quantità di essi può causare diarrea, vomito e dolore addominale. Staphylococcus aureus

    Una caratteristica importante dell'intestino è che lo Staphylococcus aureus non si manifesterà mai da solo. Dipende interamente dal numero di microrganismi positivi e dai rappresentanti dei bifidobatteri. La microflora benefica (bifidobatteri e lattobacilli) è in grado di sopprimere l'aggressività da stafilococco. Ma se entra ancora nell'intestino, il corpo subirà reazioni allergiche, lacrimazione e prurito della pelle. Una persona può avere seri problemi con il tratto gastrointestinale. In questo caso, è meglio consultare immediatamente un medico.

  • FUNGHI CANDIDA DI LIEVITO (Candida) Candida albicans Funghi

    Funghi Candida - vivono nell'intestino degli esseri umani, nella quantità di meno di 10 al 4 ° grado. Il numero può aumentare se il paziente sta prendendo attivamente antibiotici. Un aumento dei funghi con una diminuzione generale della normale microflora porta allo sviluppo del mughetto, di solito nelle donne o nella stomatite (nei bambini). La malattia colpisce le mucose del corpo umano: la bocca e il sistema urogenitale. La candidosi è un nome comune per le malattie associate alla crescita attiva e all'attività di questi funghi (mughetto, stomatite, ecc.).

    Ci sono casi in cui le analisi non rivelano una diminuzione della microflora, mentre si osserva un aumento dei microrganismi fungini. Questa pratica suggerisce che la concentrazione di funghi non appare all'interno del corpo, ma nell'ambiente esterno. Prima di tutto, stiamo parlando della pelle, per esempio, vicino all'ano (ano). Il trattamento è prescritto, durante il quale le aree problematiche della pelle sono trattate con un unguento contro i funghi.

  • I microrganismi rimanenti vengono analizzati solo in casi estremamente rari. L'agente patogeno più importante di questo gruppo è considerato Pseudomonas aeruginosa (Pseudomonas aerugenosa).

    A volte sotto forma di analisi puoi incontrare un termine curioso: abs. Ma non significa niente di terribile. Con l'aiuto di tale scrittura, gli operatori sanitari notano l'assenza di qualsiasi elemento microflora. Anche nel modulo di analisi puoi trovare la frase "non rilevata" che è comprensibile per tutti noi.

    Come dimostra la pratica, la diagnostica consiste nel decifrare informazioni da 15 a 20 varietà di batteri. Questo non è tanto quando si considera che il nostro corpo è costituito da 400 tipi di microbi. Passato per l'analisi delle feci umane è attentamente esaminato per la presenza di bifidobatteri e patogeni di varie malattie (stafilococchi, Proteus, ecc.).

    La disbacteriosi è una diminuzione dell'indicatore quantitativo dei bifidobatteri e un simultaneo aumento dei microrganismi patogeni dell'intestino.

    Norme per microflora intestinale

    Esempio 2 - Composizione della microflora intestinale in normale Esempio 3 - Composizione della microflora intestinale normale nei bambini

    Analisi delle feci per la disbiosi. Come fare tutto?

    1. La prima cosa da ricordare è l'incompatibilità degli antibiotici con la raccolta di feci per la semina. Si raccomanda di resistere per almeno 12 ore dopo aver completato il ciclo di terapia e solo dopo aver preparato i test. La raccolta delle feci viene effettuata naturalmente, senza ulteriore stimolazione del tratto intestinale. Non dovresti inserire clisteri, usare il bario: il materiale per lo studio risulterà inadatto. Prima di raccogliere le feci per l'analisi, è necessario svuotare la vescica. La defecazione dovrebbe avvenire naturalmente, preferibilmente non nel bagno, ma in una nave o in una pentola. Nelle feci non dovrebbe cadere l'urina. Il luogo per la raccolta delle feci viene trattato con disinfettanti e lavato con acqua bollita.
    1. Nell'ospedale, di solito distribuiscono un contenitore con un cucchiaio. È necessario posizionare il materiale per la diagnosi di disbiosi. Dopo aver raccolto le feci nel serbatoio, è necessario consegnarlo immediatamente al laboratorio. Il tempo massimo consentito per questo è di 3 ore. Se non si ha tempo, posizionare il contenitore con le feci in un ambiente freddo (ma non nel frigorifero).
    1. Condizioni obbligatorie per la raccolta e la conservazione delle feci per l'analisi:
    • non conservare le analisi per più di 5 ore;
    • il contenitore deve essere chiuso ermeticamente;
    • un movimento intestinale dovrebbe essere fatto il giorno delle feci, non il giorno prima.

    In caso di inosservanza delle condizioni, si possono verificare dati di ricerca di laboratorio distorti. In questo caso, l'immagine della malattia sarà incompleta e le ipotesi del medico non saranno confermate. Dovremo prendere le feci per la semina la seconda volta.

    Video "Studio delle feci per disbiosi"

    Analisi per dysbacteriosis: lati negativi

    Se ti rivolgi alla letteratura medica, puoi trovare opinioni polari sull'analisi della dysbacteriosis. E per avere un'idea non solo dei vantaggi, ma anche delle carenze di questo metodo, considera il lato negativo. In ogni caso, il medico è responsabile per il trattamento, spetta a lui decidere come eseguire i test.

    Svantaggi dell'analisi per dysbacteriosis:

    1. ambiguità nell'interpretazione del risultato - un complesso registro di batteri che si trovano nell'analisi di una persona malata e sana, casi di conferma insufficiente di dysbacteriosis, valutazione di analisi;
    2. durante la diagnosi, non si tiene conto dei batteri e degli anaerobi obbligatori - i microrganismi sono il nucleo principale della flora intestinale e le feci copiano solo lo stato della parete intestinale e non sempre forniscono un quadro completo della malattia o della sua assenza;
    3. nonostante il fatto che i batteri patogeni siano allocati in un gruppo speciale, la microflora ordinaria può anche causare una situazione dolorosa (sovrasaturazione con batteri o la loro mancanza);
    4. la contabilità viene condotta dalla microflora dell'intestino crasso e i microrganismi dell'intestino tenue non vengono analizzati - questo o quel difetto del tratto gastrointestinale dipende dagli ultimi batteri.

    I punti negativi, tra l'altro, menzionati dai medici stessi, mostrano l'ambiguità dell'interpretazione dell'analisi per la disbatteriosi. Le contraddizioni riguardano, in primo luogo, l'alto costo della ricerca. Tra i fattori avversi figura anche la probabilità di analisi errate. Ma i medici professionisti possono facilmente distinguere il materiale di bassa qualità da informazioni affidabili. Dopo aver ricevuto una diagnosi microbiologica, lo specialista si occupa del contenuto clinico. La sua competenza consiste nel prescrivere un corso di trattamento per un paziente.

    In conclusione, vorrei sottolineare un altro punto importante: la disbatteriosi è un fenomeno basato su problemi intestinali. Secondo e terzo, il caso riguarda la microflora stessa. Pertanto, i corsi di antibiotici e batteri viventi, che sono lodati ai nostri giorni, non possono sempre correggere la situazione. Non è la microflora intestinale che deve essere trattata, ma l'intestino stesso. La base saranno i numerosi sintomi della malattia. In definitiva, eliminando il disturbo dell'ambiente intestinale, è possibile ottenere la normalizzazione della microflora.

    Autore: gastroenterologo Gennady Andreyevich Solovyov, Mosca

    Semina le feci per la disbiosi

    La disbacteriosi si sviluppa a seguito di processi patologici che si verificano nel corpo. A causa della mancanza di alcuni sintomi caratteristici di questa particolare malattia, può essere riconosciuto solo mediante analisi. Segni di disturbi della microflora del tratto gastrointestinale ricordano altre malattie. In alcuni pazienti, la dysbacteriosis è presente nascosta, senza mostrare sintomi. La ricerca di laboratorio aiuterà a identificare lo squilibrio dell'intestino.

    Il compito del paziente, che semina le feci per la disbiosi, è la preparazione corretta per l'analisi. I risultati del lavoro degli assistenti di laboratorio dipendono da questo, quindi la procedura deve essere affrontata in modo responsabile.

    Semina le feci per la disbiosi

    Descrizione della dysbacteriosis

    L'intestino tenue assorbe i nutrienti, svolge la digestione addominale e parietale. Un altro organo importante è l'intestino crasso, il cui segno distintivo è che tutti i tipi di microrganismi lo abitano.

    Una persona sana non ha cambiamenti patologici: la sua microflora intestinale si trova in uno stato stabile e funziona in modo calmo. Se si verifica una malattia intestinale, la microflora perde il suo equilibrio e provoca la disbatteriosi.

    I batteri che abitano il corpo sono in simbiosi con gli umani. Ricevono cibo da esso per il funzionamento e al proprietario vengono somministrate vitamine sintetizzate a causa della flora patogena condizionatamente. Inoltre, i batteri sono coinvolti nella lavorazione di alimenti per i quali viene utilizzato il processo di fermentazione.

    Cos'è la dysbacteriosis

    Aiuto! La microflora quantitativa è un elemento significativo del funzionamento dello stomaco e dell'intestino. Circa il 90% della composizione della flora è un lacto e bifidobatteri. Il resto è batterioidi, funghi, stafilococco e altri microrganismi.

    Segni di disbiosi

    Le principali manifestazioni della malattia sono flatulenza, gonfiore, feci molli, nausea e vomito. Se la malattia non viene curata, i processi metabolici sono disturbati. Quindi ai sintomi si aggiungono fragilità di capelli e unghie, pelle secca, crampi, debolezza nei muscoli.

    Nelle fasi iniziali, il paziente non può determinare autonomamente il disturbo della microflora, dal momento che la sua poltrona rimane invariata. Mentre la malattia progredisce nelle feci, appaiono strisce di sangue, diarrea, muco. L'odore durante la defecazione diventa sgradevole, putrido.

    I principali sintomi della disbiosi

    Spesso i neonati sono affetti da disbiosi. Nei neonati, la microflora è disturbata dal fatto che il processo di formazione di colonie di batteri benefici non ha avuto il tempo di completarsi. Entro l'anno il più spesso dysbacteriosis in bambini passa senza trattamento.

    Suggerimento: Il colore delle feci in una persona sana è marrone. Un cambiamento nell'ombra è considerato una patologia. Molto spesso, un aumento della flora patogena porta ad un cambiamento di colore.

    Tipi di analisi

    Se si sospetta una disbatteriosi, un gastroenterologo prescrive un'analisi generale o biochimica delle feci. Entrambi i metodi forniranno una visione dettagliata dello stato della microflora intestinale. Il materiale raccolto viene esaminato in un laboratorio attrezzato.

    Dopo il periodo richiesto, i tecnici di laboratorio contano le colonie di batteri che si sono sviluppate in un ambiente favorevole. Il controllo delle feci consente di valutare la sensibilità dei microrganismi ai batteriofagi e agli antibiotici. La verifica viene effettuata in due modi.

    Se si sospetta una disbatteriosi, un gastroenterologo prescrive un'analisi generale o biochimica delle feci

    Analisi batteriologiche

    Il controllo dello sgabello per la microflora in modo standard è l'osservazione degli escrementi per diversi giorni. Nel processo di test i tecnici determinano il rapporto tra microrganismi.

    Il metodo standard consente di ottenere risultati in 7-10 giorni dopo la consegna dell'analisi al laboratorio. Questo tempo è necessario affinché i batteri crescano e il loro numero può essere visto al microscopio.

    Semina materiale fecale su un mezzo nutritivo

    L'analisi di verifica batteriologica delle informazioni non è sempre accurata a causa dell'influenza dei seguenti fattori:

    1. Quando si verifica la raccolta delle feci, il contatto con l'aria avviene, il che porta alla morte di microrganismi anaerobici. Di conseguenza, la quantità di flora dannosa e benefica è calcolata in modo errato.
    2. La composizione della microflora totale dovrebbe includere i batteri della mucosa che abitano la mucosa intestinale. Questo elemento non è incluso nell'analisi batteriologica delle feci.
    3. L'accuratezza della diagnosi riduce il tempo necessario per trasportare le feci in laboratorio. Parte della flora microbica muore durante il trasporto.

    Attenzione! Non è consentito raccogliere materiale per analisi se la defecazione è stata commessa a seguito dell'assunzione di lassativi.

    Video - Feci per dysbacteriosis

    Analisi biochimiche

    Questo metodo di ricerca è più accurato e fornisce informazioni complete sullo stato della flora intestinale. A causa della velocità dei test, al paziente viene somministrato il trattamento appropriato più rapidamente, senza perdere tempo o aggravando la situazione. Le informazioni possono essere ottenute entro un paio d'ore dal trasferimento del materiale ai tecnici. Le feci destinate ai test biochimici possono congelare e consegnare in qualsiasi momento.

    Il principio dell'analisi biochimica è il seguente: tutti i batteri producono acidi grassi nel corso della loro vita. Molti di loro possono essere formati da un solo tipo di microrganismo. Avendo determinato il tipo di acidi, possiamo concludere sulla presenza di microrganismi nel tratto gastrointestinale, nonché su quale dipartimento è popolato da flora patogena.

    Analisi biochimica delle feci per disbiosi

    Un ulteriore vantaggio del metodo, oltre alla velocità di ottenimento dei risultati, è l'identificazione completa di tutti i tipi di microrganismi, compresi quelli basati sulle pareti dell'organo.

    Quali informazioni sono ottenute dall'analisi?

    In condizioni di laboratorio, la composizione delle feci è valutata dal contenuto di organismi benefici, patogeni e condizionatamente patogeni. A causa di vari fattori, la flora perde i batteri necessari, aumenta la quantità di flora patogena.

    L'analisi è necessaria per i seguenti sintomi:

    • diarrea, stitichezza;
    • flatulenza;
    • disagio o dolore addominale;
    • intolleranza ad alcuni prodotti;
    • infezione intestinale;
    • le allergie;
    • eruzione cutanea;
    • violazione della biocenosi intestinale;
    • lunga terapia anti-infiammatoria.

    Cosa mostra l'analisi delle feci per la dysbacteriosis?

    La semina di feci viene spesso prescritta ai neonati a rischio e gli adolescenti che soffrono di allergie regolari e ARVI.

    Oltre alla presenza di sintomi, il medico può riferire il paziente per l'analisi per diversi motivi:

    • rachitismo, anemia nei bambini;
    • gli effetti dell'infezione intestinale, che è stata accompagnata da diarrea con sangue;
    • terapia ormonale;
    • debole sistema immunitario;
    • antibiotici.

    Inoltre, i neonati, la cui madre ha mastiti o vaginiti e bambini, la cui permanenza nella maternità ha superato determinate norme, vengono inviati per l'analisi.

    Mastite mammaria

    Un rinvio ad uno studio è rilasciato da un gastroenterologo, uno specialista in malattie infettive o un terapista. Al paziente è richiesto di raccogliere il materiale correttamente per ottenere risultati affidabili.

    Come prepararsi per lo studio

    Per l'analisi, hai bisogno di nuove feci raccolte prima di assumere agenti chemioterapici o antibatterici. Per alcuni giorni, sarà necessario rimuovere la pillola con un effetto lassativo, così come vaselina e olio di ricino, smettere di inserire le candele. Il materiale ottenuto dopo il bario o il clistere non è adatto per la verifica.

    Per raccogliere l'analisi, devi prima urinare e poi defecare. Allo stesso tempo è necessario assicurarsi che l'urina non entri nella massa fecale. Il serbatoio, nel quale verrà effettuata la defecazione, deve essere trattato con un disinfettante o sciacquato con acqua bollente.

    Come raccogliere le feci per l'analisi

    Il materiale viene inserito in un nuovo contenitore monouso, con un coperchio aderente. Per raccogliere il cucchiaio usato, che viene fornito nel kit. È necessario riempire il contenitore con non più di un terzo del suo volume (circa 10 ml).

    Attenzione! È vietato raccogliere le feci dal gabinetto. In questo modo è possibile ottenere microrganismi estranei dall'ambiente.

    Dal momento della presa delle feci al trasferimento in laboratorio non dovrebbero essere necessarie più di tre ore. Per tutto questo tempo, il materiale deve essere tenuto al freddo. Fallo usando il ghiaccio o un pacchetto speciale.

    Assicurati di rispettare le regole:

    • non è consentito un deposito prolungato di feci (più di 5 ore);
    • il congelamento non è permesso;
    • il contenitore pieno deve essere chiuso ermeticamente;
    • non può essere controllato alla vigilia delle feci raccolte

    Capacità di raccogliere materiale per l'analisi

    Nota: la decodifica dei risultati viene eseguita da un gastroenterologo tenendo conto degli standard esistenti, della storia della malattia, dell'età del paziente, dei sintomi e dei fattori di smaltimento.

    Risultati dell'analisi

    Per decifrare gli indicatori dell'analisi dovrebbe essere uno specialista. L'analisi per la disbatteriosi con valori normali è la seguente:

    Tabella 1. Indicatori materiali normali per dysbacteriosis

    Analisi delle feci per la disbiosi

    Analisi delle feci per disbiosi: la norma negli adulti e nei bambini

    Milioni di batteri vivono nell'intestino umano. Formano un ecosistema dinamico che svolge molte funzioni utili. Ognuno di noi mangia giornalmente fino a 1 miliardo di microrganismi.

    Alcuni di loro muoiono, alcuni si distinguono con le feci, alcuni "mettono radici" e diventano "loro". Se questo equilibrio è disturbato, può svilupparsi un'ampia varietà di malattie. Per lo studio della microflora intestinale, esiste un metodo di analisi delle feci per la disbatteriosi.

    Microflora del colon normale

    L'intestino fetale è inizialmente sterile. Durante il periodo neonatale, è attivamente colonizzato da vari microrganismi. La loro fonte è la microflora della madre e l'ambiente esterno.

    Tale processo avviene continuamente nei bambini e solo in età avanzata la composizione batterica si stabilizza relativamente.

    Questo è necessariamente preso in considerazione quando si decifrano le analisi delle feci per la disbiosi intestinale. Diamo i valori normali nella tabella.

    I numeri nell'analisi della disbiosi intestinale possono variare leggermente a seconda del laboratorio. Di solito, i moduli per i risultati di decodifica contengono i limiti dei valori normali.

    Qualsiasi studio sulle feci inizia con una valutazione delle sue proprietà fisiche e chimiche (coprogramma). Anche in apparenza, si può giudicare la presenza di patologia.

    Diamo indicatori normali del coprogramma:

    La maggior parte delle caratteristiche fisiche elencate dipende dall'attività vitale della normale microflora dell'intestino crasso e cambia durante la disbatteriosi.

    Quali batteri sono presenti nell'analisi

    Nello studio della dysbacteriosis determinano la concentrazione di diversi tipi di microrganismi. Diamo loro una breve descrizione:

    1. bifidobatteri: il tipo più comune di batteri negli adulti, aiuta ad abbattere molte sostanze alimentari, stimola l'assorbimento di ferro e calcio, neutralizza le tossine;
    2. Lattobacilli: producono acido lattico, che è responsabile del processo di fermentazione e stimola il lavoro di tutte le parti del tubo digerente;
    3. E. coli (E. coli): il principale antagonista dei microbi patogeni, crea un ambiente privo di ossigeno necessario per la vita dei bifidobatteri e dei lattobacilli, partecipa alla sintesi delle vitamine del gruppo B, all'assorbimento di ferro e calcio;
    4. microrganismi opportunistici: quelli che sono considerati utili solo in determinate concentrazioni (Proteus, Klebsiella, E. coli emolitico e lattosio-negativo, batterioidi, stafilococco epidermico, un piccolo numero di funghi simili a lieviti).

    La presenza di altri batteri (Shigella, Salmonella, Staphylococcus aureus e altri) parla della malattia e richiede un trattamento.

    Funzioni di microflora

    Abbiamo già detto che lo squilibrio dei batteri nel tubo digerente porta a cambiamenti patologici in molti organi. Cosa fa accadere questo?

    I microrganismi intestinali svolgono molte funzioni:

    1. Protettivo. Microbi patogeni, vermi, protozoi penetrano costantemente con cibo e acqua per gli esseri umani. Se la composizione della microflora intestinale è bilanciata, per questi agenti "alieni" viene creato un ambiente di vita sfavorevole e muoiono. Inoltre, la normale microflora può neutralizzare le tossine e i prodotti di scarto dei microbi patogeni.
    2. Enzimatica. Parte delle proteine ​​e dei carboidrati, che non hanno avuto il tempo di digerire nell'intestino tenue, subiscono un processo di decomposizione, che dipende dalla normale microflora. Di conseguenza, vengono generati gas che stimolano la peristalsi.
    3. Vitamina generatrice. Nel cieco sotto l'azione della normale microflora sono sintetizzate vitamine del gruppo B, acido nicotinico e molti altri.
    4. Partecipazione al metabolismo I principali microrganismi intestinali dei bifidobatteri stimolano l'assorbimento di calcio, ferro, vitamina D. Molti microrganismi sono in grado di catalizzare la sintesi di aminoacidi e proteine, soprattutto quando sono carenti nel cibo.
    5. Il sistema immunitario. La funzione più importante, soprattutto durante l'infanzia. Senza i normali microrganismi, la formazione di immunità in un bambino è molto più lenta. In un adulto, la flora intestinale favorisce la formazione di anticorpi e complemento.

    Le funzioni della normale microflora riguardano in realtà l'attività vitale di tutti gli organi e sistemi umani. Pertanto, l'analisi delle feci per la disbatteriosi è necessariamente prescritta per confermare molte diagnosi e non solo in gastroenterologia.

    Indicazioni per lo studio

    Molti pazienti sono interessati alla questione di quando è necessario l'esame batteriologico delle feci. Oltre ai tipici segni di "cattiva salute" nel tratto gastrointestinale (diarrea, nausea, vomito), ci sono altri segni di disbiosi:

    1. Consistenza delle feci modificata per un lungo periodo. Inoltre, è importante non solo la sua diluizione, ma la stipsi persistente, che spesso si verifica quando l'equilibrio della microflora intestinale è disturbato.
    2. Formazione di gas disturbato (flatulenza), che è responsabile per il dolore e il "brontolio" nello stomaco. Questo problema si verifica spesso nei bambini dei primi tre mesi di vita ed è chiamato "colica intestinale" di un bambino. Quando gli intestini del bambino si sistemano con la microflora "necessaria", questi sintomi scompaiono da soli.
    3. Reazioni allergiche ed eruzioni cutanee. La violazione della microflora dà un "fallimento" nella risposta immunitaria del corpo, quindi la disbatteriosi e le reazioni allergiche sono sempre adiacenti l'una all'altra.
    4. Rifiuto di determinati alimenti che causano sintomi dispeptici (eruttazione, nausea e talvolta vomito).
    5. Dopo aver sofferto di infezioni intestinali. I microrganismi patogeni stessi portano alla morte della microflora "benefica", più la terapia antibiotica "completa" i restanti microrganismi benefici.
    6. Dopo l'uso a lungo termine di alcuni farmaci: antibiotici, ormoni glucocorticoidi, farmaci anti-infiammatori non steroidei.

    L'analisi delle feci per la disbatteriosi è più spesso prescritta nella pratica pediatrica. Oltre ai casi sopra elencati, è necessario nei neonati per controllare la normale colonizzazione batterica dell'intestino e nei bambini spesso malati per identificare una delle possibili cause di diminuzione dell'immunità.

    Termini di analisi

    Poiché i microrganismi intestinali sono sensibili all'azione di molti fattori sfavorevoli, per ottenere risultati oggettivi dell'analisi per la disbatteriosi, è importante osservare diverse regole:

    1. Necessità di raccogliere le feci, ottenute naturalmente. Se si usano lassativi o clisteri, il risultato sarà inaffidabile. Anche le feci dopo l'uso di farmaci rettali o radiografie con agenti di contrasto non sono adatte per l'analisi.
    2. Ci dovrebbero essere almeno 12 ore tra l'ultima assunzione di antibiotici e la raccolta di materiale, per singoli farmaci antibatterici - al giorno.
    3. Le feci vengono raccolte in un contenitore sterile. È importante che sia privo di impurità, la presenza di urina è particolarmente inaccettabile. È necessario conoscere le mamme dei bambini piccoli, che a volte donano le feci per la ricerca da un vaso con entrambi i tipi di feci.
    4. Per l'analisi di dysbacteriosis abbastanza 10-15 mg di materiale. Prima di essere inviato in laboratorio, può essere conservato a freddo (ma non nel congelatore) per non più di tre ore.

    Ulteriori consigli sul modo migliore per raccogliere le feci per l'analisi possono sempre essere ottenuti dal medico o dal pediatra. Soprattutto un sacco di domande sorgono da genitori di bambini piccoli.

    Dopo tutto, è abbastanza difficile preparare adeguatamente un bambino per la ricerca. Spesso la prima volta che si raccolgono le feci fallisce.

    I pediatri competenti tengono sempre conto di questo fattore e quando ricevono risultati patologici li riprendono prima di iniziare la terapia con la disbatteriosi.

    Interpretazione dei risultati

    Il punto chiave nel valutare i risultati dell'analisi è il rapporto tra microrganismi benefici, condizionatamente patogeni e patogeni.

    In una persona sana predominano i bifidobatteri. Dovrebbero essere almeno il 95% di tutti i microrganismi (meglio se questa cifra è del 99%).

    Quando c'è una diminuzione della bifidoflora, il quadro clinico della disbatteriosi si manifesta più chiaramente (violazione della sedia, flatulenza, ridotta immunità, manifestazioni allergiche e altri).

    La quota di lattobacilli nel corpo dovrebbe essere di circa il 5%. Questi sono batteri dell'acido lattico responsabili della reazione di fermentazione nell'intestino e della produzione di acido lattico.

    Quando sono carenti, i processi di putrefazione, i disturbi dispeptici e la stitichezza cominciano a prevalere. Insieme ai bifidobatteri, costituiscono la maggior parte della normale microflora intestinale.

    Da batteri "benefici" può essere attribuito, e E. coli, ma solo un certo tipo di esso - fermentando il lattosio. La sua quota è dell'1%.

    Se la quantità di E. coli diminuisce, allora altri tipi di batteri iniziano a moltiplicarsi nell'intestino, che non sempre sono utili. Un'altra ragione è l'infestazione da worm. Pertanto, l'analisi delle feci per la dysbacteriosis conferma indirettamente la presenza di vermi nei bambini.

    Se l'escherichia coli lattosio-negativo (che non fa fermentare il lattosio) viene rilevato nell'analisi delle feci, allora questo è un sintomo allarmante di uno squilibrio iniziale.

    Ciò è particolarmente importante nei bambini piccoli, dal momento che piccole deviazioni dalla norma portano alla rapida crescita di microbi patogeni e allo sviluppo di manifestazioni intestinali.

    Il ruolo speciale svolto dall'individuazione di Escherichia coli emofilico. A differenza di laktozopozitivnoy, che crea favorevoli Sereda per bifidobatteri e lactoflora, Haemophilus influenzae è il loro antagonista.

    Normalmente, non dovrebbe essere presente nell'analisi delle feci per la disbatteriosi. Il rilevamento di E. coli emofilico richiede un trattamento.

    Bacteroides costituiscono quasi la metà della microflora dell'intestino crasso, ma il loro ruolo non è completamente conosciuto. Izvetstno solo quando una significativa quantità in eccesso possono causare gravi processi Pyo-infiammatori nel corpo (peritonite, ascesso, sepsi).

    Questo di solito accade sullo sfondo di stati di immunodeficienza severa. La difficoltà nel trattare un'infezione batterica è che sono anaerobici, cioè microbi che vivono in un ambiente privo di ossigeno. Trattare queste infezioni ha bisogno di antibiotici speciali.

    Altri microrganismi patogeni condizionale (Clostridium, Klebsiella, Staphylococcus saprofiti, enterobatteri e altri) devono contenere una certa quantità.

    Di solito il confine della norma 10 4. A questa concentrazione, non causano sintomi patologici. Ma se questo valore aumenta, qualsiasi manifestazione di dysbacteriosis può svilupparsi, dai sintomi intestinali alle reazioni allergiche.

    I batteri patogeni intestinali occupano una linea speciale nell'analisi della dysbacteriosis. I più famosi sono shigella (agente causale della dissenteria) e salmonella (agente causale della salmonellosi).

    La loro presenza parla di un'infezione intestinale. Inoltre, negli adulti, i segni clinici luminosi possono essere assenti, la malattia procede in forma cancellata (lieve alterazione delle feci, dispepsia).

    Il trasporto è pericoloso per gli altri ed è spesso diagnosticato per caso, con l'aiuto di analisi come l'esame delle feci per la disbatteriosi.

    Spesso i pazienti sono spaventati dal rilascio di stafilococchi dalle feci durante l'analisi della dysbacteriosis. Questo non è sempre negativo, in quanto vi è un ampio gruppo di stafilococchi saprofiti che appartengono a microbi condizionatamente patogeni.

    Solo lo Staphylococcus aureus, che è un abitante dell'ambiente esterno, dovrebbe essere completamente assente nel corpo. Altrimenti, provoca violente manifestazioni cliniche (nausea, vomito, diarrea).

    I funghi simili al lievito del genere Candida possono essere presenti nell'intestino, ma non sopra determinati valori. Se iniziano a moltiplicarsi rapidamente, il paziente appare altri segni di "latte", quindi si sviluppa un'infezione micotica generalizzata che richiede una terapia specifica.

    Limiti dell'analisi di dysbacteriosis

    Qualunque studio sul corpo ha le sue inesattezze e aspetti negativi. L'analisi della dysbacteriosis non fa eccezione. Ecco i principali svantaggi:

    1. Precisione insufficiente Il numero di batteri a seguito dell'analisi spesso non corrisponde al loro contenuto reale nell'intestino. Spesso c'è una situazione in cui il paziente manifesta manifestazioni cliniche di dysbacteriosis, e il risultato dello studio non si discosta dalla norma, o viceversa. La ragione di ciò - le carenze del metodo di conteggio dei batteri.
    2. Considerando la microflora solo dell'intestino crasso, anche se i batteri nelle sezioni terminali dell'intestino tenue non hanno effetti minori sul corpo.
    3. Basso contenuto di informazioni sulla composizione di batteri e altri microrganismi parietali, poiché le feci non riflettono completamente il loro numero.
    4. Conoscenza insufficiente della flora condizionatamente patogena e delle condizioni in cui può causare reazioni dolorose nel corpo.

    I lati negativi descritti dell'analisi per la disbatteriosi sono aggravati dal suo alto costo. Ma oggi non c'è altro modo per esplorare quest'area della nostra salute.

    Un gastroenterologo esperto è sempre in grado di distinguere un risultato affidabile da un errore errato. Assegna e valuta sempre diversi test per la disbatteriosi nel tempo. Il trattamento è prescritto tenendo conto delle manifestazioni cliniche dello squilibrio della microflora.

    Come dovrei superare i test delle feci per la disbatteriosi?

    Come fare un test delle feci per la disbatteriosi? Questa domanda sorge prima che la maggior parte dei pazienti che hanno ricevuto il rinvio conduca questo tipo di studio. La raccolta di materiale biologico per l'analisi è caratterizzata da diverse caratteristiche e regole, la cui osservanza dipende dalla precisione dei risultati, inoltre, la correttezza della diagnosi.

    Cos'è la dysbacteriosis?

    Sotto dysbacteriosis è comunemente inteso come una violazione del rapporto tra vari batteri nel corpo umano e contribuendo al mantenimento di processi immunitari, metabolici e biochimici. I disordini quantitativi e qualitativi della microflora intestinale sono fenomeni estremamente comuni.

    Secondo le statistiche, fino al 95% della popolazione affronta questo problema. Inoltre, sia gli adulti che i bambini sono soggetti a disbiosi. Ci sono molte ragioni per la violazione dell'equilibrio biologico della microflora. Tra di loro emettono una dieta scorretta, mancanza di vitamine, trattamento con alcuni farmaci.

    Sebbene la medicina moderna non riconosca la disbatteriosi come una malattia, tuttavia, questa condizione è patologica, distruttiva e minaccia la salute umana. Le conseguenze più comuni della disbatteriosi sono considerate disturbi nel funzionamento del sistema immunitario, il metabolismo, le malattie del tratto gastrointestinale, le interruzioni nel sistema digestivo e così via.

    Spesso la disbiosi si sviluppa sullo sfondo di gravi infezioni fungine dell'intestino, malattie del sangue, malattie del sistema broncopolmonare di natura cronica.

    Cosa mostra l'analisi delle feci per la dysbacteriosis?

    L'analisi delle feci per la disbatteriosi è un esame di laboratorio delle masse fecali, che consente di stabilire indicatori qualitativi e quantitativi della microflora intestinale del paziente, per rivelare la presenza nel suo corpo di varie malattie e processi patologici.

    Lo studio offre l'opportunità di determinare la presenza e il numero di tali rappresentanti della microflora:

    1. Lattobacilli.
    2. Salmonella.
    3. Bifidobatteri.
    4. Clostridi.
    5. Funghi.
    6. Shigella.
    7. Enterobacteriaceae.
    8. Stafilococchi.
    9. E. coli
    10. Bacchetta disventerica

    Grazie ai risultati dell'analisi delle feci, lo specialista sarà in grado di diagnosticare alcune malattie, identificare le patologie presenti nel corpo, determinare i metodi terapeutici e la selezione dei farmaci per il trattamento più efficace. Gli studi sulle feci possono stabilire il grado di sensibilità dei patogeni agli effetti di alcuni antibiotici e batteriofagi. Inoltre, questa analisi è raccomandata annualmente come misura preventiva per monitorare la condizione della microflora intestinale.

    Indicazioni per l'analisi

    1. Sospette infezioni intestinali.
    2. La comparsa di reazioni allergiche.
    3. Flatulenza.
    4. La comparsa di eruzioni cutanee.
    5. Disturbi della sedia.
    6. Intolleranza ad alcuni prodotti.
    7. Trattamento antibatterico o ormonale trasferito, a seguito del quale muore la microflora sia patogenica che vitale.
    8. Dolore e disagio che si verificano nell'addome.
    9. Problemi con la sedia.
    10. La diarrea.
    11. Costipazione.
    12. La necessità di determinare la natura della biocenosi intestinale.
    13. Malattie respiratorie frequenti
    14. Un ciclo posticipato di chemioterapia.
    15. Disordini nel funzionamento del sistema immunitario.
    16. Malattie infettive intestinali trasferite.
    17. La presenza nelle masse fecali di sanguinolenta impurità del carattere mucoso.

    Le indicazioni per l'analisi delle feci per la disbiosi nei bambini sono i seguenti fattori:

    1. La presenza di mastite o vaginite nelle madri (per i neonati).
    2. Rachitismo.
    3. Alimentazione artificiale
    4. Alta suscettibilità alle malattie respiratorie, virali e catarrali.
    5. Anemia.
    6. Rimani nel maternity nel tempo.
    7. Tendenza a reazioni allergiche.

    L'esame di laboratorio di materiale fecale è una procedura diagnostica importante che consente allo specialista di identificare la presenza di alcune patologie nel corpo del paziente e di sviluppare un regime di trattamento. Medici come uno specialista di malattie infettive, gastroenterologo o terapeuta possono prescrivere questo tipo di analisi. Dove prendere l'analisi? Ecco un'altra domanda che disturba i pazienti che devono sottoporsi a questo studio. L'analisi delle feci per la disbatteriosi è fornita in centri medici non statali, pale private, istituzioni mediche statali dotate di laboratori versatili e batteriologici.

    Come prepararsi per l'analisi?

    Per ottenere risultati estremamente accurati dell'analisi, si consiglia di iniziare a prepararsi per questo due settimane prima della procedura. Per fare ciò, segui queste regole:

    1. 2-3 settimane prima del test, interrompere l'assunzione di eubiotici e probiotici.
    2. Prendi lo sgabello per l'analisi prima di sottoporti a terapia antibiotica o dopo un giorno dopo che è stato cancellato.
    3. Non utilizzare supposte per via rettale per almeno tre giorni prima del test.
    4. Per due o tre giorni prima dell'analisi, astenersi dall'uso di bevande alcoliche, preparati batterici.
    5. Alcuni giorni prima dello studio, i cibi piccanti e aspri dovrebbero essere eliminati dalla dieta.
    6. Non usare il clistere prima dell'analisi.

    La conformità con le regole di cui sopra è necessaria per consentire al sondaggio di fornire i risultati più accurati!

    Come raccogliere materiale per l'analisi?

    Per l'affidabilità e l'efficacia del sondaggio è estremamente importante seguire le regole per la raccolta di materiale biologico per l'analisi:

    1. Per l'analisi è necessario utilizzare feci fresche mattutine. Fare una doccia prima di raccogliere.
    2. In nessun caso non consentire l'ingresso di urina nel biomateriale, poiché ciò può alterare in modo significativo i risultati dell'analisi.
    3. Non usare lassativi per prendere feci. È necessario che la sedia fosse naturale e arbitraria.
    4. Le feci per analisi devono essere raccolte in un contenitore sterile, pretrattate con disinfettante e lavate in acqua bollente.
    5. Prendi un fiammifero, uno stuzzicadenti o un bastone di legno tra le mani e raccogli con cura il materiale fecale, quindi mettilo in un piccolo contenitore sterile. Quanta feci hanno bisogno di analisi? Secondo gli assistenti di laboratorio, questa ricerca richiede almeno 2 e non più di 10 grammi di biomateriale.
    6. Il contenitore con il materiale raccolto deve essere consegnato al laboratorio entro tre ore dalla sua raccolta. Fino a questo punto, si consiglia di conservare i piatti nel frigorifero, ma in nessun caso si dovrebbe congelare il contenuto del contenitore. La temperatura dovrebbe essere di circa 5-8 ° C sopra lo zero. Minore è il tempo che intercorre tra la raccolta del materiale e il momento in cui viene presentato al laboratorio, più la ricerca può essere considerata informativa.

    L'analisi del materiale fecale richiede circa 4-5 giorni, dopo i quali il paziente riceve uno spazio vuoto con i risultati.

    Decrittografia delle analisi

    I risultati dell'analisi delle feci per la disbatteriosi sono informazioni sugli indicatori quantitativi e qualitativi della microflora intestinale del paziente. Lo studio è effettuato da batteriologico o biochimico in vitro. Quali indicatori sono considerati normali? Dipende dalla categoria di età del paziente.

    L'interpretazione dei risultati viene eseguita da specialisti qualificati e può indicare la presenza di disbatteriosi di primo, secondo, terzo o quarto grado.

    L'analisi delle feci per la disbatteriosi è necessaria per l'individuazione di batteri patogeni e patogeni che contribuiscono allo sviluppo di una serie di malattie pericolose, come dissenteria, stafilococco e altri. Il rispetto di semplici regole per la raccolta di materiale per l'analisi fornirà risultati estremamente accurati dello studio e offrirà allo specialista l'opportunità di creare un quadro clinico completo della microflora intestinale del paziente.

    Qual è l'analisi delle feci per la disbatteriosi?

    L'analisi delle feci per la disbatteriosi è uno studio popolare che richiede il rispetto di alcune regole per la raccolta e il trasporto di materiale. È lui che è la ragione per iniziare a curare una malattia, la cui esistenza non è riconosciuta dalla medicina mondiale.
    Cosa mostra questa analisi?

    Cos'è questo?

    L'analisi della dysbacteriosis è uno studio di laboratorio con il quale è possibile determinare approssimativamente la composizione della microflora intestinale. Poiché i problemi con la digestione del cibo e l'assorbimento di sostanze utili da esso possono servire come motivo per la comparsa di varie deviazioni, è possibile assegnare le feci di semina per la dysbacteriosis se si dispone di:

    • disturbi delle feci;
    • sospetto di infezioni intestinali;
    • sentimenti di disagio addominale;
    • distensione addominale;
    • reazioni allergiche;
    • intolleranza a determinati alimenti;
    • eruzioni cutanee.

    Abbastanza spesso, un'analisi della dysbacteriosis intestinale viene effettuata dopo l'implementazione di una potente terapia antibatterica o ormonale, poiché in questi casi non solo i funghi patogeni ma anche quelli vitali della microflora. Con esso, è possibile valutare la composizione della microflora intestinale e determinare il rapporto tra i suoi rappresentanti, così come rilevare agenti patogeni che non dovrebbero essere nell'intestino in nessuna circostanza. Su quali gruppi di batteri dovrebbero essere normalmente presenti nell'intestino e in quale quantità, si può imparare dall'articolo: I motivi principali per lo sviluppo della disbiosi intestinale in un adulto.

    Feci per la disbiosi sono prese per determinare la natura delle violazioni della biocenosi intestinale dalla presenza e dalla quantità di:

    • bifidobatteri;
    • E. coli;
    • lattobacilli;
    • stafilococchi;
    • funghi;
    • Enterobacteriaceae;
    • clostridi;
    • Salmonella;
    • Shigella;
    • bacilli dissenterici e altri agenti patogeni.

    L'analisi per dysbacteriosis può essere effettuata in laboratori specializzati batteriologico o multi-campo con due metodi:

    1. Classico batteriologico. Questo metodo è economico, semplice da eseguire, ma consente solo di contare il numero di diversi tipi di microrganismi e di determinare il loro rapporto reciproco. Inoltre, vi è una massa di fattori esterni che hanno un impatto significativo sull'affidabilità dei risultati ottenuti. Per informazioni sulla composizione della microflora, una piccola quantità del campione sarà posizionata su un mezzo nutriente speciale. Dopo 4 giorni o più, viene stimato il numero e la composizione delle specie delle colonie microbiche. Questi dati dopo semplici ricalcoli vengono inseriti nella tabella dei risultati.

    Importante: durante l'esame batteriologico è possibile rilevare microrganismi patogeni e determinare la loro sensibilità agli antibiotici esistenti. Quindi puoi scegliere il trattamento più efficace.

    Oltre agli studi sulle feci per la composizione microbiologica, a tutti i pazienti, senza eccezioni, con sospetta disbatteriosi viene prescritta la croscopia. Nel corso della sua valutazione dell'aspetto delle masse fecali, il colore delle feci con disbiosi di solito cambia e diventa un po 'verdastro. Ma lo scopo principale di questa analisi è di rilevare nelle feci:

    • impurità di cibo non digerito
    • amido,
    • grasso,
    • sangue
    • parassiti e le loro uova,
    • muco, ecc.

    Decodifica risultati

    L'analisi decodifica delle feci per la disbiosi è compito del medico curante. Per ogni categoria di età dei pazienti esistono standard diversi per l'analisi della disbatteriosi. Sono ampiamente disponibili, quindi tutti possono valutare in anticipo i loro risultati in anticipo.

    Quando si diagnostica la disbiosi intestinale, si deve tenere presente che fattori quali:

    • Contatto con l'aria I microrganismi anaerobici sono sempre presenti nella composizione della microflora intestinale, cioè quelli per cui l'attività vitale non richiede ossigeno, e il contatto con l'aria può persino essere dannoso per loro. Poiché non è possibile raccogliere le feci in modo da impedire completamente il contatto con l'aria, è necessario capire che il numero effettivo di diversi tipi di anaerobi nell'intestino è maggiore rispetto ai test, e la differenza dipende dalla velocità di raccolta del materiale e dalla composizione delle specie di microflora.
    • Il tempo tra la raccolta e l'analisi. Il contenuto informativo dello studio è ridotto in proporzione diretta alla quantità di tempo trascorso tra la raccolta del materiale e l'analisi, in quanto parte dei microrganismi contenuti in esso muoiono.
    • Lo studio delle feci per la disbatteriosi dà un'idea solo della composizione della microflora nel lume intestinale, ma praticamente non fornisce informazioni sui microrganismi che vivono sulle sue pareti. Anche se sono i batteri vicini al muro che sono oggetto di interesse dei gastroenterologi, perché sono responsabili della qualità della digestione e dell'assorbimento delle sostanze dal cibo.

    Pertanto, l'analisi delle feci fornisce solo informazioni approssimative sulla composizione della microflora intestinale.

    Come superare un test delle feci?

    Per ottenere i risultati dei test più affidabili, è necessario sapere come raccogliere le feci per la disbiosi. Diamo i requisiti di base per il metodo di campionamento del materiale e sono gli stessi per tutti i tipi di ricerca.

    1. Per raccogliere il materiale non è possibile utilizzare alcun mezzo ausiliario, cioè la sedia deve essere spontanea.
    2. È necessario utilizzare un contenitore sterile per feci con un coperchio aderente. Di norma, i contenitori speciali vengono acquistati nei laboratori in cui vengono testati per la disbatteriosi.
    3. È molto importante che l'urina non penetri nelle feci studiate. Pertanto, prima di raccogliere il materiale, è necessario svuotare la vescica, lavare accuratamente e pulire i genitali e il perineo (soprattutto per le donne), solo dopo che iniziano a defecare.

    Attenzione! Non usare la toilette, ma pulire, lavare con acqua bollente e recipiente o vaso asciutto asciugato.

  • Il materiale viene prelevato il più presto possibile da diverse zone delle feci escrete con un cucchiaio speciale. Di conseguenza, è necessario ottenere un minimo di 2 g di campione, che corrisponde a circa 6-8 cucchiai.

    Importante: se nelle feci sono presenti muco o tracce di sangue, devono essere collocati in un contenitore per l'esame.

  • Il materiale raccolto deve essere consegnato al laboratorio entro 2 ore dalla raccolta.

  • Per diversi giorni prima dei test per la disbatteriosi, non usare:

    • lassativi;
    • antibiotici;
    • farmaci antidiarroici;
    • agenti antielmintici;
    • probiotici;
    • eventuali supposte rettali;
    • preparazioni di bario e bismuto;
    • FANS;
    • olio di ricino;
    • clistere;
    • olio di vaselina.

    Attenzione! È necessario interrompere l'assunzione di agenti antibatterici almeno 12 giorni prima del test.

    Ma forse è più corretto trattare non l'effetto, ma la causa?

    Raccomandiamo di leggere la storia di Olga Kirovtseva, come ha guarito il suo stomaco. Leggi l'articolo >>