logo

dysbacteriosis

La disbacteriosi è un cambiamento qualitativo e quantitativo nella normale microflora intestinale nella direzione di aumentare il numero di microrganismi simbiotici che non sono presenti nelle persone sane o che si trovano in piccole quantità.

La disbacteriosi è abbastanza comune e si verifica nel 90% degli adulti. Va tenuto presente che la disbiosi intestinale non è una malattia indipendente, è solo una sindrome da laboratorio clinica che si sviluppa sullo sfondo della malattia sottostante.

Nell'intestino umano è presente un numero enorme di batteri:

  • bifidobatteri;
  • lattobacilli;
  • enterobatteri;
  • flora condizionatamente patogena (batterioidi, stafilococchi, streptococchi, peptokokki e altri).

I microrganismi condizionatamente patogeni si trovano in piccole quantità e coesistono pacificamente con il "contingente principale" dell'intestino. Ma se si verificano dei fattori, iniziano a proliferare attivamente, il che porta allo sviluppo di dysbacteriosis.

La microflora intestinale normale svolge una serie di importanti funzioni. Il ruolo principale è protettivo (impediscono la crescita e la riproduzione di microrganismi patogeni e condizionatamente patogeni). Gli acidi lattico, succinico e altri che producono bifidobatteri ed E. coli inibiscono la crescita di microbi putrefattivi e piogeni. Inoltre, la normale microflora intestinale favorisce la digestione e produce vitamine. Inoltre, la normale microflora contribuisce alla produzione di anticorpi, cioè ha una proprietà immunizzante.

Esistono diverse forme cliniche di disbiosi intestinale:

  • tipico (enteritico, enterocolite, colite);
  • atipico.
  • acuto (fino a 30 giorni);
  • protratto (fino a 4 mesi): con manifestazioni cliniche (continue o ricorrenti) e senza manifestazioni cliniche;
  • cronica (più di 4 mesi): con manifestazioni cliniche (continue o ricorrenti) e senza manifestazioni cliniche.

motivi

Lo sviluppo della disbiosi porta a vari fattori avversi:

  • terapia antibiotica intensiva, chemioterapia, terapia ormonale;
  • infezioni intestinali acute e croniche;
  • chirurgia addominale;
  • malattie del tubo digerente;
  • riduzione delle difese dell'organismo sotto l'influenza di fattori avversi (malattie da radiazioni, ustioni);
  • scarsa nutrizione, digiuno, eccesso di cibo;
  • beri-beri;
  • un brusco cambiamento nel solito modo di vivere;
  • l'effetto di vari allergeni sul corpo;
  • elmintiasi (ascariasis, enterobiosi e altri).

Sintomi di disbiosi

Le manifestazioni cliniche della disbiosi intestinale possono essere molto diverse. Essi dipendono sia dalla natura dei cambiamenti patologici che hanno causato la disbatteriosi e dalla sensibilità individuale, sia dal grado di sensibilizzazione specifica e non specifica dell'organismo. Gioca anche il ruolo dell'età del paziente, la natura e la durata dei farmaci utilizzati, che hanno portato a questo stato, il tipo di microbi e così via.

Il quadro clinico della disbiosi intestinale è caratterizzato dalla presenza di segni comuni e locali.

Manifestazioni comuni includono:

  • perdita di appetito
  • affaticamento,
  • perdita di peso
  • segni di ipolivitaminosi,
  • anemia.

Se c'è un aumento nell'attività di flora condizionatamente patogena, allora i sintomi di intossicazione infettiva si uniscono:

  • alta temperatura
  • mancanza di respiro
  • palpitazioni cardiache
  • leucocitosi e accelerazione della VES nel sangue.

I sintomi locali della disbiosi intestinale includono:

  • abbondanti feci acquose senza impurità patologiche (enterite),
  • sgabelli sciolti con additivi (enterocolite),
  • quando pus, muco e sangue appaiono nelle feci, parlano di colite.

Lo spasmo dell'intestino crasso a causa della sua infiammazione porta a stitichezza e aumento della formazione di gas (flatulenza).

Il dolore addominale è caratteristico di tutti i tipi di disbiosi intestinale. L'intensità della sindrome del dolore varia e dipende dalla posizione e dalla profondità del processo patologico.

Inoltre, la disbiosi intestinale è caratterizzata da una sindrome allergica, che si manifesta con prurito della pelle e delle mucose e un'eruzione allergica.

Forma semplice

L'enterite lieve, l'enterocolite e la colite dysbacteriosis includono quei casi in cui le feci non sono più di 5 volte al giorno, non vi sono febbre e alterazioni infiammatorie nel sangue. C'è anche una diminuzione dell'appetito.

Forma moderata di disbiosi

In caso di aumento delle feci fino a 6-10 volte al giorno, mancanza di appetito, perdita di peso continuata, sviluppo della sindrome da intossicazione e manifestazione di allergia, parlano di una forma moderata.

Anche i sintomi di ipovitaminosi e anemia aumentano. In caso di febbre, i cambiamenti infiammatori nel sangue indicano un aumento dell'attività della flora condizionatamente patogena.

Forma pesante

Con una frequenza delle feci fino a 10 volte al giorno o più, la febbre, la paresi intestinale (si rifiuta di peristaltico), l'anemia, la significativa perdita di peso, i cambiamenti emodinamici fino allo shock tossico devono essere diagnosticati con una grave forma di dysbacteriosis.

diagnostica

La diagnosi differenziale della disbiosi deve essere effettuata con infezioni intestinali.

Dai metodi diagnostici di laboratorio, l'esame microbiologico delle feci fornisce un aiuto reale, che consente di identificare non solo la violazione qualitativa e quantitativa della microflora intestinale, ma anche di determinare la sensibilità di microrganismi patogeni e condizionatamente patogeni in antibiotici e batteriofagi.

Per lo studio, 1 grammo di feci, diluito in nat. la soluzione viene seminata su terreno nutriente. Una violazione della biocenosi intestinale è evidenziata dall'assenza di crescita dei bifidobatteri e da una forte diminuzione di E. coli. Inoltre, un indicatore di disbiosi è la rilevazione di batteri come proteo, stafilococco, funghi simili a lieviti e altri.

Trattamento della disbiosi intestinale

Il gastroenterologo, o, in sua assenza, il medico di famiglia, è impegnato nel trattamento della dysbacteriosis intestinale.

Il trattamento dovrebbe iniziare con l'eliminazione della causa della condizione (se possibile) e la nomina di una dieta.

Dieta per dysbacteriosis

Innanzitutto, la disbatteriosi impone il divieto di cibi alcolici, grassi, fritti, piccanti e salati, dolci e prodotti da forno, nonché prodotti che migliorano la formazione di gas e i processi di putrefazione.

Si consiglia inoltre di non utilizzare fibre grosse. Nel cibo dovrebbero essere prodotti lattiero-caseari e frutta, bacche e verdure che sono ben assorbiti nell'intestino e inibiscono la decomposizione e la fermentazione (albicocche, pomodori senza pelle, mirtilli, zucca, melanzane e altri).

Trattamento farmacologico

La terapia antibatterica è prescritta per le forme di disbiosi moderatamente gravi e gravi.

Gli antibiotici sono selezionati tenendo conto della sensibilità ad essi dei microrganismi patogeni seminati.

Ad esempio, nella disbatteriosi da stafilococco, la preferenza è data agli antibiotici macrolidi (azitromicina, eritromicina), aminoglicosidi (gentamicina), fluorochinoloni (ciprolet) e cefalosporine (cefazolina).

Nella dysbacteriosis causata da Klebsiella e citrobacter, è indicata la gentamicina.

Il trattamento della disbatteriosi candidata richiede la prescrizione di farmaci antifungini (flucostat).

È possibile sostituire gli antibiotici con derivati ​​del nitrofurano (furazolidone, furadonina) o batteriofagi (con una malattia lieve): batteriofago da stafilococco, batteriofagi proteici, pyobacteriophage e altri.

Il corso del trattamento con antibiotici e nitrofurani dura 7-10 giorni. I batteriofagi prescritti corsi per 5-7 giorni, ad intervalli di 3 giorni. Il numero di corsi dipende dall'efficacia del trattamento.

La seconda fase del trattamento della disbiosi è il ripristino della normale microflora intestinale.

I farmaci batterici (probiotici) comprendono: bifikol, lactobacterin, colibacterin, bifidumbacterin, baktsibutil e altri. La durata del ciclo di trattamento con preparazioni biologiche varia da 3 settimane a 1,5-2 mesi, a seconda della gravità della malattia.

Il trattamento della dysbacteriosis è complesso e dovrebbe includere, oltre a quanto sopra, preparati enzimatici (festal, pancreatina, abomin), complessi vitaminici e immunostimolanti.

Conseguenze e prognosi

La disbacteriosi porta a un'immunodeficienza secondaria, a seguito della quale possono svilupparsi le seguenti malattie (se esiste una predisposizione e fattori provocatori):

La prognosi per la disbatteriosi dipende dall'adeguatezza della terapia e dalla gravità del processo.

Nella maggior parte dei casi, la prognosi è favorevole.

Diagnosi dei sintomi

Scopri le tue possibili malattie e quale dottore dovresti visitare.

I test di valore e prestazioni per la disbiosi intestinale

La disbacteriosi si riferisce alle malattie che affliggono chiunque: dai neonati agli anziani. Per diagnosticare sicuramente la patologia, i medici prescrivono di sottoporsi a test per la disbiosi intestinale.

sintomi

Il dottore non prescriverà mai nessuno studio senza una ragione. I test delle feci sono prescritti ed eseguiti solo quando il medico ha ragionevolmente sospettato una malattia dell'apparato digerente, sulla base di alcuni reclami dei pazienti. Queste funzionalità includono:

  • reazioni allergiche visibili sulla pelle;
  • distensione addominale e dolore in esso;
  • sgabello instabile - stitichezza o diarrea;
  • rifiuto di determinati prodotti da parte dell'organismo;
  • terapia ormonale;
  • richiesta del paziente di controllare la sua microflora intestinale.

I neonati vengono sottoposti a esami delle feci in caso di:

  • quando la vaginite batterica si trova nella madre;
  • se una donna in allattamento è malata di mastite;
  • con la permanenza a lungo termine di neonati nell'ospedale;
  • alimentazione artificiale.

Come raccogliere i test

Un test delle feci degli adulti è prescritto da un medico generico, un gastroenterologo o uno specialista in malattie infettive. Quando una tale analisi deve essere presentata, è necessario conoscere alcune sfumature:

  • alcuni giorni prima della raccolta, è necessario interrompere l'assunzione di qualsiasi farmaco che possa influire sul funzionamento dell'intestino o non influire sulla sua microflora (le uniche eccezioni sono i farmaci salvavita);
  • le feci devono essere raccolte prima dell'uso di antibiotici o un giorno dopo la loro cancellazione;
  • i probiotici e gli eubiotici dovrebbero essere sospesi un mese prima dell'analisi;
  • almeno tre giorni prima di raccogliere le feci, è necessario astenersi dall'installare supposte rettali;
  • immediatamente prima di raccogliere le feci non si può usare il clistere.

Devi anche sapere come raccogliere correttamente i test:

  1. La raccolta deve essere effettuata solo in un contenitore sterile. Per prima cosa è necessario preparare un'anatra, una ciotola o una pentola - e ogni vaso deve essere trattato con un disinfettante (alcool medico), sciacquato accuratamente senza detergenti e quindi sciacquato con acqua bollente.
  2. Per raccogliere l'analisi, qualsiasi oggetto sarà adatto - una partita, uno stuzzicadenti, un tampone di cotone (è necessario rimuovere il cotone idrofilo da esso).
  3. Le feci raccolte devono essere piegate in piatti cotti, che devono essere anche sterilizzati, così come la nave per la raccolta delle feci.
  4. Il contenuto del contenitore deve essere trasferito al laboratorio immediatamente dopo la raccolta - un massimo di 3 ore dopo. Non dovrebbe mai essere lasciata l'analisi durante la notte - anche all'interno del frigorifero.
  5. Per ottenere il risultato più affidabile, è consigliabile fare una doccia prima di raccogliere le feci.
  6. L'urina non dovrebbe essere autorizzata a entrare nell'analisi, perché l'interpretazione dell'analisi sarà distorta a causa di ciò.

Significato dei batteri

Avendo ricevuto il risultato dell'analisi delle feci, è improbabile che la persona riesca a capire in modo indipendente quali informazioni vengono visualizzate al suo interno. La tabella mostra gli oggetti ricercati in laboratorio e il loro ruolo nel corpo.

Come fare tutto?

Il requisito principale per la raccolta delle feci è l'incompatibilità tra analisi e antibiotici. È necessario resistere almeno per mezza giornata dopo la cessazione del loro uso e solo successivamente preparare i test. È necessario effettuare la raccolta delle feci in modo naturale, senza applicare alcuna stimolazione aggiuntiva. I clamori sono vietati, l'assunzione di bario - dopo queste azioni il materiale diventa inadeguato per la ricerca. Svuota la vescica prima di raccogliere le feci. Il processo di defecazione deve essere eseguito in un vaso o in una nave speciale. Devono prima essere trattati con qualsiasi disinfettante e poi lavati accuratamente con acqua bollente.

In ospedale per la raccolta delle feci dare un contenitore speciale, dotato di un cucchiaio, dove è necessario posizionare il materiale diagnosticato. Dopo aver raccolto le feci, è necessario consegnarlo immediatamente al laboratorio.

Requisiti obbligatori per la conservazione delle feci:

  • non conservare le feci nel serbatoio per più di 5 ore;
  • certamente bisogno di chiudere saldamente il contenitore;
  • la defecazione deve essere eseguita prima dello studio e non in anticipo.

Quando le condizioni elencate non sono soddisfatte, il paziente può ricevere informazioni distorte sul risultato di test di laboratorio. Quindi l'immagine della malattia non sarà chiara, le ipotesi del medico non saranno confermate e dovrai prendere le feci in un modo nuovo.

Punti negativi

Quando si calcola la letteratura medica, è possibile trovare i giudizi opposti riguardo l'analisi della dysbacteriosis. Per avere un'idea sia dei pregi che degli aspetti negativi di questa tecnica, è necessario studiare tutte le parti in modo più dettagliato. È il medico responsabile del trattamento, quindi spetta a lui decidere come eseguire i test.

Gli svantaggi di questo metodo sono:

  • l'ambiguità nell'interpretazione del risultato ottenuto è un resoconto troppo complicato dei batteri rilevati, quindi sono probabili casi di inadeguata conferma della patologia;
  • durante la diagnosi, obbligano anaerobi e batteri non presi in considerazione - questi microrganismi formano la base della flora intestinale, ma le feci replicano solo la condizione della mucosa intestinale, non sempre riflettendo l'immagine reale della malattia;
  • Sebbene i batteri patogeni siano una categoria speciale, la microflora ordinaria può anche causare una situazione patologica a causa dell'eccessiva saturazione dei batteri o della loro carenza;
  • viene analizzata solo la microflora del colon, e i microorganismi nel piccolo intestino non vengono affatto presi in considerazione - e infatti molti di essi dipendono dal sistema digestivo.

I momenti negativi enfatizzano l'ambiguità dell'interpretazione dei risultati dell'analisi. Le contraddizioni si applicano anche al costo elevato di tale ricerca. Tra i fattori avversi va notato e la probabilità di risultati errati. Tuttavia, i medici professionisti distinguono facilmente il materiale scadente. Dopo aver ricevuto una diagnosi di laboratorio, uno specialista esamina il contenuto clinico e quindi assegna una terapia adeguata.

Alimenti e analisi per bambini

Quando, secondo i risultati dell'analisi delle feci, il bambino mostrava indici sovrastimati o sottostimati, dovrebbe anche essere compreso che gli indicatori finali dipendono in larga misura da cosa era la nutrizione del bambino prima della consegna di materiale biologico al laboratorio.

Gli alimenti per l'infanzia possono includere solo latte materno o una sola miscela, e spesso il bambino viene alimentato sia con quello che con l'altro. Pertanto, la dispersione degli indicatori nei risultati dell'analisi è possibile perché il bambino si è nutrito della miscela "inappropriata" per lui. Forse il corpo di un bambino rifiuta un determinato componente o ci sono troppi batteri lattici nella formula.

Sì, e con la composizione del latte nel seno di sua madre dipende interamente dalla nutrizione del genitore, poiché l'assorbimento di "nuove" sostanze nel latte materno inizia due terzi di un'ora dopo il pasto. Pertanto, è probabile che un determinato componente venga rifiutato dal corpo del bambino. È anche probabile che alla madre siano stati prescritti alcuni farmaci contenenti molti degli stessi bifidus o lattobacilli. Ci sono molte ragioni per le deviazioni dalla norma, ma è comunque necessario osservare la velocità di alimentazione.

conclusione

Va ricordato che la disbiosi intestinale viola la struttura della microflora intestinale, mentre aumenta la concentrazione di batteri condizionatamente patogeni e veramente patogeni. Questa situazione può provocare malattie pericolose, tra cui dissenteria o stafilococco. Pertanto, è necessario eseguire un'analisi annuale delle feci per determinare la disbatteriosi e monitorare costantemente la microflora intestinale.

In conclusione, va sottolineato che la disbiosi si riferisce ai fenomeni causati da problemi intestinali. Pertanto, i corsi sull'assunzione di batteri vivi dopo aver consumato antibiotici sono tutt'altro che sempre in grado di porre rimedio alla situazione. È necessario trattare non la microflora intestinale, ma l'intestino.

Analisi per dysbacteriosis

La disbacteriosi non è una malattia indipendente: segnala solo le violazioni delle funzioni del corpo. Inoltre, la ragione per lo squilibrio della flora intestinale dannosa e benefica può essere un lungo corso (più di 7 giorni) di trattamento con antibiotici.

La disbacteriosi è accompagnata da nausea, bruciore di stomaco, stitichezza o diarrea, eruttazione, sapore e odore sgradevoli dalla bocca. Occasionalmente, "mazzi" possono apparire agli angoli della bocca. Come si vede, il quadro clinico è sfocato, e per una buona ragione. Gli stessi sintomi si verificano nelle malattie del tratto gastrointestinale, fegato, elmintiasi, ecc. Pertanto, prima di sospettare la disbatteriosi in se stessi, è necessario superare i test principali:

  • coprogramma - analisi fecale, mediante il quale si può giudicare la funzione enzimatica dell'intestino, del pancreas, dello stomaco, del fegato, nonché diagnosticare i processi infiammatori del tratto gastrointestinale e della colite;
  • analisi delle feci per vermi e enterobiasi - consente di rilevare le uova di elminti e ossiuri;
  • analisi delle feci per batteri patogeni - rivela shigella, salmonella, sierotipi patogeni di Escherichia coli.

Questi studi sono semplici e indolore, realizzati nei laboratori di tutte le cliniche. Sono importanti da eseguire prima di fare un'analisi della disbiosi intestinale per eliminare le cause principali dei sintomi di cui sopra.

Quali test per la disbatteriosi?

La diagnostica moderna offre due metodi:

1. Esame batteriologico - un modo semplice classico per identificare i microrganismi nelle feci del paziente. Il risultato dell'analisi per dysbacteriosis rende possibile giudicare la microflora. Tuttavia, il metodo presenta diversi svantaggi:

  • non fornisce un quadro completo della microflora intestinale;
  • viene indagata solo la flora della cavità e gli abitanti della mucosa intestinale (flora delle mucose) rimangono "dietro le quinte";
  • una parte significativa della flora è rappresentata da microrganismi anaerobici che muoiono nell'aria - il risultato dell'analisi per la dysbacteriosis è quindi distorto;
  • mentre il biomateriale sale sul vetro dell'assistente di laboratorio, la maggior parte della flora muore sotto l'influenza dell'ambiente "insolito" per esso.

2. L'analisi biochimica della disbiosi intestinale è un metodo per lo studio dei metaboliti (acidi grassi volatili) secreti dai microbi nel corso della vita. L'analisi è semplice e consente di ottenere un risultato entro poche ore e anche di diagnosticare non solo la disbiosi, ma anche le malattie gastrointestinali.

Come passare l'analisi?

Il risultato dell'analisi sulla dysbacteriosis influisce sulla preparazione. È importante osservare rigorosamente i seguenti requisiti:

  • le feci devono essere involontarie (senza lassativi e clisteri);
  • il serbatoio per la raccolta delle feci deve essere sterile (venduto in farmacia);
  • prima che le feci abbiano bisogno di urinare;
  • È necessario raccogliere il materiale immediatamente dopo la defecazione e consegnarlo al laboratorio entro 2 ore;
  • mantenere il biomateriale in frigorifero può essere non più di 4 ore, il congelamento non è permesso;
  • Prima dell'analisi, è necessario attendere la cancellazione dell'azione di antibiotici o probiotici (se presenti).

Cosa mostra l'analisi della disbacteriosi?

Dopo l'esame batteriologico, i microrganismi che abitano l'intestino saranno rilevati nel biomateriale. Il tasso di analisi per la disbatteriosi in questo caso è il seguente:

  • lactobacilli - 106-109;
  • bifidobatteri - 108-1010;
  • peptococchi e peptostreptokokki - 105 - 106;
  • bacteroidi - 107-109;
  • Escherichia - 106-108;
  • Staphylococcus (epidermico, non-emolitico, coagulasi-negativo) - 104-105;
  • funghi tipo lievito -

Analisi della disbiosi intestinale - cosa mostra?

Vengono eseguiti test di dysbacteriosis intestinale per esaminare la microflora intestinale. Dopotutto, può essere non solo nocivo, ma anche utile microrganismi, e la violazione del rapporto tra loro contribuisce all'emergere di un gran numero di diverse malattie. Considerare quando è necessario passare tali analisi, che mostrano come prepararsi per loro, in modo che mostrino il risultato più accurato.

Indicazioni per l'analisi

Per la disbatteriosi e altre patologie intestinali, il medico prescrive un esame delle feci in presenza di tali sintomi:

  • stitichezza o diarrea;
  • gonfiore;
  • dolore nella regione addominale e la presenza di disagio in esso;
  • intolleranza ai singoli alimenti;
  • eruzione cutanea sulla pelle (soprattutto se ce ne sono molti);
  • tutti i tipi di reazioni allergiche;
  • trattamento con antibiotici e farmaci ormonali che influenzano negativamente lo stato della microflora intestinale.

Per passare tale analisi è necessario determinare la causa della violazione della normale microflora intestinale. In questo caso, il medico può scegliere in modo più efficace il metodo di trattamento appropriato. È necessario passare l'analisi a un neonato, soprattutto se è a rischio di malattie intestinali. Inoltre, l'analisi è prescritta agli adolescenti, spesso malati di infezioni respiratorie acute.

Regole di preparazione

Prima di condurre uno studio di questo tipo, il paziente deve soddisfare determinati requisiti. Prima dell'esame, sono esclusi tutti i farmaci che possono influire negativamente sulla microflora intestinale (antibiotici, farmaci ormonali, ecc.). La chemioterapia è anche una controindicazione diretta a questo tipo di esame. In casi estremi, puoi prelevare il materiale in mezza giornata dopo la cancellazione dei fondi precedentemente designati.

Per 3 giorni, è necessario eliminare dalla dieta tutti i mezzi che causano e attivano i processi di fermentazione nell'intestino. È necessario astenersi da batteri lattici, cambiano anche il quadro batterico dell'intestino. Anche l'alcol è vietato - può cambiare drasticamente la quantità di tutta la microflora nell'intestino.

L'assunzione di alcuni farmaci e l'utilizzo di determinati alimenti distorcono il colore delle feci. Questo dovrebbe essere segnalato al medico. I pazienti sono interessati a come passare un'analisi della dysbacteriosis, in modo che i risultati siano i più accurati. Ci sono alcune regole per questo:

  1. Una delle regole più importanti di un tale studio è che un movimento intestinale dovrebbe avvenire arbitrariamente, senza ulteriori stimoli con lassativi e clisteri. Ciò distorce in modo significativo la diagnosi.
  2. Deve essere garantito che il contenitore in cui verrà posizionato il materiale sia sterile. Deve essere chiuso con un cappuccio sterile. Tipicamente, la clinica offre ai suoi pazienti il ​​contenitore necessario e correttamente processato, dove il paziente depone le feci da solo.
  3. La vescica deve essere svuotata prima del movimento intestinale. Questo dovrebbe essere fatto in modo che l'urina non entri nelle feci e non cambi la sua composizione chimica. L'assegnazione delle feci deve essere effettuata in un vaso, non in un WC (deve prima essere trattato con acqua bollente).
  4. Il biomateriale deve essere posto in un contenitore dal vaso immediatamente dopo che l'intestino è stato svuotato. Per questo usa un cucchiaio. Le feci devono essere prese da luoghi diversi. Se le impurità del sangue sono visibili in essa, devono anche essere nel contenitore per l'analisi. Capacità dopo che tali azioni sono state chiuse.
  5. Le feci vengono consegnate alla clinica entro 2 ore. Un'ulteriore conservazione del materiale non è pratica: la semina per dysbacteriosis intestinale avrà risultati errati e il trattamento potrebbe essere assegnato a tale paziente in modo errato. È consentito lo stoccaggio a breve termine del contenitore con feci nel frigorifero, ma anche in questo caso non può essere conservato per più di 4 ore.
  6. Il congelamento del materiale del contenitore non è consentito.
  7. Se il paziente assume antibiotici e altri farmaci che possono modificare la microflora intestinale, l'analisi deve essere posticipata. Lo stesso dovrebbe essere fatto se il paziente consuma droghe di lattobacilli, bifidobatteri, ecc. Per condurre un esame delle feci dovrebbe essere 2 settimane dopo la fine della terapia.

Cosa influenza i risultati del sondaggio?

Quando si esegue questo studio, è necessario tenere conto del fatto che alcuni fattori possono modificare in modo significativo gli indicatori della microflora intestinale e i risultati dell'analisi. Quindi il medico non vedrà tutti i processi che possono verificarsi nell'intestino. Ecco perché gli esperti dovrebbero tener conto di tali fattori:

  1. Nell'intestino è costantemente microflora della mucosa. Questi sono microrganismi che sono fissati sulle pareti intestinali. I batteri della cavità entrano nel contenitore per l'analisi, mentre i batteri della mucosa rimangono sulle pareti intestinali. E il dottore, naturalmente, non vedrà tale flora mentre studia la composizione della microflora intestinale. Quindi, tale analisi fornisce solo un quadro incompleto di tutte le catene di processi biologici che si verificano nell'intestino. E alcuni microbi che vivono nell'intestino non vengono presi affatto in considerazione in questo studio.
  2. Se le feci sono a contatto con l'aria per lungo tempo, questo distorce i risultati dello studio. E se i microorganismi anaerobici sono in contatto con l'ossigeno, moriranno. Quindi il dottore non vedrà tutti gli anaerobi completamente. Ecco perché è necessario che il paziente abbia un minimo contatto delle feci con l'aria per ottenere i risultati più precisi e rappresentativi.
  3. Più tempo passano dopo lo svuotamento e la consegna delle feci in laboratorio, meno accurati saranno i risultati.

Quali test per la disbatteriosi? Prima di tutto, è l'analisi più basilare delle feci. Inoltre, le cliniche conducono un esame dettagliato della biochimica di questo materiale, e non solo l'analisi per le uova di vermi. Inoltre, tale paziente deve necessariamente superare un esame del sangue (generale e biochimico), l'analisi delle urine. Di norma, questi sono test clinici standard e quasi tutte le cliniche li fanno.

Quanto è stato fatto questo esame? Per esplorare a fondo tutti gli aspetti dell'intestino, potrebbero essere necessari diversi giorni (settimana massima). Semina le feci, mettendo i batteri in un ambiente speciale di sostanze nutritive, dove vengono coltivati ​​per diversi giorni.

Successivamente, viene eseguito il conteggio delle colonie di microrganismi. Secondo un metodo speciale, viene calcolato il numero di batteri in 1 g di feci. Decifrare i dati è il lavoro di uno specialista esperto.

Quali risultati indicano la norma e la patologia?

Esistono indicatori rigorosi studiati dai medici e i risultati di questo lavoro stabiliscono direttamente la diagnosi stessa. Il tasso di analisi delle feci è leggermente diverso per i neonati e tutti gli altri pazienti che hanno più di un anno. I bambini hanno quasi gli stessi indicatori di feci degli adulti. Quindi, la normale analisi delle prestazioni delle feci è la seguente:

  1. La microflora patogena non dovrebbe essere presente nei frammenti di feci.
  2. E. coli dovrebbe essere da 300 a 400 milioni di batteri in 1 g di materiale. Nei neonati, questa cifra varia da 100 a 700 milioni.
  3. Non più del 10% di tutti i bastoncini intestinali ha proprietà enzimatiche indebolite.
  4. Normalmente l'emolisi di E. coli non dovrebbe essere.
  5. Non più del 5% dei batteri dovrebbe essere un microrganismo negativo al lattosio.
  6. Non più del 5% di tutti gli organismi - forme coccaliche. Nei neonati, questa cifra non può essere superiore al 25%.
  7. Bifidobatteri - più di 100 milioni in 1 g nei neonati - più di 10 * 9 grammi.
  8. Enterococchi - 10 * 6 in 1 g nei neonati - fino a 30 milioni di questi batteri.
  9. Lactobacilli - da 1 a 10 milioni in grammi. Nei neonati questa cifra è leggermente diversa: da 10 a 100 milioni in 1 g.
  10. Proteo e funghi non dovrebbero essere.

Tabella completa dei valori normali delle analisi:

Il medico fa un confronto del campione ottenuto con la norma ottenuta, e già sulla base di ciò trae alcune conclusioni.

Qual è il metodo espresso?

Dall'inizio di questo secolo, le cliniche leader hanno iniziato a utilizzare sempre più il cosiddetto metodo rapido nella diagnosi di disbiosi. In un altro modo, questo metodo è chiamato cromatografia gas-liquido. Puoi farlo in cliniche specializzate.

Questo studio è molto più veloce, in quanto si distingue per semplicità. Il medico può determinare non solo lo squilibrio intestinale, ma anche esaminare altre parti del tratto gastrointestinale. I vantaggi del metodo espresso sono:

  • puoi ottenere i suoi risultati in quasi un'ora;
  • il metodo consente di vedere la presenza dell'intera microflora e non solo dell'addome;
  • la sensibilità di questo metodo è molto più alta;
  • Non ci sono requisiti rigidi per la consegna al laboratorio, dal momento che il biomateriale può essere congelato nel congelatore e consegnato al laboratorio in qualsiasi momento opportuno.

Quindi, lo studio delle feci per la disbatteriosi consente di determinare lo stato della microflora intestinale e la salute umana. Questo esame è piuttosto informativo e quindi viene utilizzato per diagnosticare varie patologie. Certo, è necessario essere esaminati utilizzando tutte le regole, l'unico modo per ottenere i risultati più accurati.

Esame del sangue per dysbacteriosis

In caso di dysbacteriosis, è prescritto un esame del sangue generale e biochimico. Vale la pena notare che tali esami non saranno nominati sempre, ma prendendo in considerazione le cause profonde della disbiosi e il suo decorso, in generale.

Con un'indagine generale, è possibile avere un'idea del rapporto tra elementi cellulari e componente liquida del sangue, nonché apprendere il contenuto delle singole cellule del sangue, la concentrazione di emoglobina e le principali caratteristiche dei globuli rossi. Tale analisi per dysbacteriosis si riferisce a test clinici di base.

Nel caso di dysbacteriosis nel sangue, si osserva un aumento del livello di emoglobina, poiché queste sostanze sono responsabili del trasporto di ossigeno e anidride carbonica. Inoltre, c'è un cambiamento negli eritrociti, nei leucociti e nelle piastrine, come nel caso di una violazione della microflora intestinale, tutto cambia quando si verificano processi patologici.

Esame del sangue biochimico per dysbacteriosis

È un esame di laboratorio completo che determina l'attività degli organi vitali. Inoltre, fornisce l'opportunità di ottenere preziose informazioni sui processi metabolici in atto e sul metabolismo, l'attuale concentrazione di oligoelementi nel sangue e così via.

Questo esame per dysbacteriosis viene utilizzato per una chiara presentazione dello stato attuale del corpo, in particolare, non solo le attività degli organi, ma anche il controllo su tutti i processi.

L'analisi biochimica del sangue per la dysbacteriosis intestinale è prescritta se la malattia è stata causata da un'infezione, una disfunzione dell'intestino e un monitoraggio regolare della salute del paziente.

Il processo di conduzione di un esame biochimico è convenzionalmente suddiviso in più fasi:

  1. Per cominciare, sono necessarie attività preliminari. Per mezza giornata prima dell'analisi, è necessario abbandonare completamente il pasto, il tè, il succo, il caffè, le bevande alcoliche. È permesso usare solo acqua pura. Nel caso in cui queste condizioni non siano soddisfatte, molto probabilmente gli indicatori saranno errati.
  2. I campioni di sangue per la disbiosi vengono assunti in posizione sdraiata o seduta. In questo caso, è necessario un imbracatura sopra il gomito e il sito di puntura deve essere prima trattato con un antisettico. Un ago sarà inserito nella vena al gomito e lo specialista prenderà il sangue nella quantità richiesta. Il materiale raccolto verrà trasferito in una provetta e quindi inviato al laboratorio biochimico. I dati del risultato primario sono forniti è possibile ottenere un giorno dopo la consegna.

In caso di disbiosi, i seguenti parametri saranno modificati: emoglobina - diminuisce; aumenti della bilirubina totale; glucosio - diminuisce; aumenti totali di proteine; albumina - aumenta.

Qual è l'analisi delle feci per la disbatteriosi?

L'analisi delle feci per la disbatteriosi è uno studio popolare che richiede il rispetto di alcune regole per la raccolta e il trasporto di materiale. È lui che è la ragione per iniziare a curare una malattia, la cui esistenza non è riconosciuta dalla medicina mondiale.
Cosa mostra questa analisi?

Cos'è questo?

L'analisi della dysbacteriosis è uno studio di laboratorio con il quale è possibile determinare approssimativamente la composizione della microflora intestinale. Poiché i problemi con la digestione del cibo e l'assorbimento di sostanze utili da esso possono servire come motivo per la comparsa di varie deviazioni, è possibile assegnare le feci di semina per la dysbacteriosis se si dispone di:

  • disturbi delle feci;
  • sospetto di infezioni intestinali;
  • sentimenti di disagio addominale;
  • distensione addominale;
  • reazioni allergiche;
  • intolleranza a determinati alimenti;
  • eruzioni cutanee.

Abbastanza spesso, un'analisi della dysbacteriosis intestinale viene effettuata dopo l'implementazione di una potente terapia antibatterica o ormonale, poiché in questi casi non solo i funghi patogeni ma anche quelli vitali della microflora. Con esso, è possibile valutare la composizione della microflora intestinale e determinare il rapporto tra i suoi rappresentanti, così come rilevare agenti patogeni che non dovrebbero essere nell'intestino in nessuna circostanza. Su quali gruppi di batteri dovrebbero essere normalmente presenti nell'intestino e in quale quantità, si può imparare dall'articolo: I motivi principali per lo sviluppo della disbiosi intestinale in un adulto.

Feci per la disbiosi sono prese per determinare la natura delle violazioni della biocenosi intestinale dalla presenza e dalla quantità di:

  • bifidobatteri;
  • E. coli;
  • lattobacilli;
  • stafilococchi;
  • funghi;
  • Enterobacteriaceae;
  • clostridi;
  • Salmonella;
  • Shigella;
  • bacilli dissenterici e altri agenti patogeni.

L'analisi per dysbacteriosis può essere effettuata in laboratori specializzati batteriologico o multi-campo con due metodi:

  1. Classico batteriologico. Questo metodo è economico, semplice da eseguire, ma consente solo di contare il numero di diversi tipi di microrganismi e di determinare il loro rapporto reciproco. Inoltre, vi è una massa di fattori esterni che hanno un impatto significativo sull'affidabilità dei risultati ottenuti. Per informazioni sulla composizione della microflora, una piccola quantità del campione sarà posizionata su un mezzo nutriente speciale. Dopo 4 giorni o più, viene stimato il numero e la composizione delle specie delle colonie microbiche. Questi dati dopo semplici ricalcoli vengono inseriti nella tabella dei risultati.

Importante: durante l'esame batteriologico è possibile rilevare microrganismi patogeni e determinare la loro sensibilità agli antibiotici esistenti. Quindi puoi scegliere il trattamento più efficace.

Oltre agli studi sulle feci per la composizione microbiologica, a tutti i pazienti, senza eccezioni, con sospetta disbatteriosi viene prescritta la croscopia. Nel corso della sua valutazione dell'aspetto delle masse fecali, il colore delle feci con disbiosi di solito cambia e diventa un po 'verdastro. Ma lo scopo principale di questa analisi è di rilevare nelle feci:

  • impurità di cibo non digerito
  • amido,
  • grasso,
  • sangue
  • parassiti e le loro uova,
  • muco, ecc.

Decodifica risultati

L'analisi decodifica delle feci per la disbiosi è compito del medico curante. Per ogni categoria di età dei pazienti esistono standard diversi per l'analisi della disbatteriosi. Sono ampiamente disponibili, quindi tutti possono valutare in anticipo i loro risultati in anticipo.

Quando si diagnostica la disbiosi intestinale, si deve tenere presente che fattori quali:

  • Contatto con l'aria I microrganismi anaerobici sono sempre presenti nella composizione della microflora intestinale, cioè quelli per cui l'attività vitale non richiede ossigeno, e il contatto con l'aria può persino essere dannoso per loro. Poiché non è possibile raccogliere le feci in modo da impedire completamente il contatto con l'aria, è necessario capire che il numero effettivo di diversi tipi di anaerobi nell'intestino è maggiore rispetto ai test, e la differenza dipende dalla velocità di raccolta del materiale e dalla composizione delle specie di microflora.
  • Il tempo tra la raccolta e l'analisi. Il contenuto informativo dello studio è ridotto in proporzione diretta alla quantità di tempo trascorso tra la raccolta del materiale e l'analisi, in quanto parte dei microrganismi contenuti in esso muoiono.
  • Lo studio delle feci per la disbatteriosi dà un'idea solo della composizione della microflora nel lume intestinale, ma praticamente non fornisce informazioni sui microrganismi che vivono sulle sue pareti. Anche se sono i batteri vicini al muro che sono oggetto di interesse dei gastroenterologi, perché sono responsabili della qualità della digestione e dell'assorbimento delle sostanze dal cibo.

Pertanto, l'analisi delle feci fornisce solo informazioni approssimative sulla composizione della microflora intestinale.

Come superare un test delle feci?

Per ottenere i risultati dei test più affidabili, è necessario sapere come raccogliere le feci per la disbiosi. Diamo i requisiti di base per il metodo di campionamento del materiale e sono gli stessi per tutti i tipi di ricerca.

  1. Per raccogliere il materiale non è possibile utilizzare alcun mezzo ausiliario, cioè la sedia deve essere spontanea.
  2. È necessario utilizzare un contenitore sterile per feci con un coperchio aderente. Di norma, i contenitori speciali vengono acquistati nei laboratori in cui vengono testati per la disbatteriosi.
  3. È molto importante che l'urina non penetri nelle feci studiate. Pertanto, prima di raccogliere il materiale, è necessario svuotare la vescica, lavare accuratamente e pulire i genitali e il perineo (soprattutto per le donne), solo dopo che iniziano a defecare.

Attenzione! Non usare la toilette, ma pulire, lavare con acqua bollente e recipiente o vaso asciutto asciugato.

  • Il materiale viene prelevato il più presto possibile da diverse zone delle feci escrete con un cucchiaio speciale. Di conseguenza, è necessario ottenere un minimo di 2 g di campione, che corrisponde a circa 6-8 cucchiai.

    Importante: se nelle feci sono presenti muco o tracce di sangue, devono essere collocati in un contenitore per l'esame.

  • Il materiale raccolto deve essere consegnato al laboratorio entro 2 ore dalla raccolta.

  • Per diversi giorni prima dei test per la disbatteriosi, non usare:

    • lassativi;
    • antibiotici;
    • farmaci antidiarroici;
    • agenti antielmintici;
    • probiotici;
    • eventuali supposte rettali;
    • preparazioni di bario e bismuto;
    • FANS;
    • olio di ricino;
    • clistere;
    • olio di vaselina.

    Attenzione! È necessario interrompere l'assunzione di agenti antibatterici almeno 12 giorni prima del test.

    Ma forse è più corretto trattare non l'effetto, ma la causa?

    Raccomandiamo di leggere la storia di Olga Kirovtseva, come ha guarito il suo stomaco. Leggi l'articolo >>

    Studio delle feci per la disbiosi

    La disbacteriosi è una violazione non solo del contenuto quantitativo di microrganismi nell'intestino, ma anche di un rapporto proporzionale. Il giusto equilibrio fornisce il necessario processo di digestione, aiuta i sistemi enzimatici.

    Le caratteristiche di età della nutrizione sono accompagnate da cambiamenti nei requisiti per la microflora intestinale. Pertanto, ciò che è ottimale per un bambino è considerato una violazione per un adulto e viceversa.

    Feci per dysbacteriosis - un'analisi complessa. Richiede la conformità con:

    • preparazione preliminare;
    • regole per la raccolta delle feci;
    • isolamento di ciascun gruppo di microrganismi;
    • differenziazione con flora patologica.

    Parte della ricerca richiede metodi biochimici, inoltre, se necessario, effettuare una semina batteriologica per la disbatteriosi su speciali terreni nutrienti. Pertanto, lo studio delle feci per la dysbacteriosis è condotto da tecnici esperti con un addestramento speciale.

    Poco sui microrganismi intestinali

    Più di 500 specie di microrganismi abitano l'intestino umano. I loro compiti:

    • assistere alla scissione di sostanze ingerite con alimenti in uno stato che consente il libero passaggio attraverso il muro nel sangue;
    • rimuovere scorie e gas durante il processo di digestione, prevenire la decomposizione;
    • accelerare l'eliminazione di sostanze nocive non necessarie;
    • sviluppare il corpo privo di enzimi per l'attività vitale;
    • sintetizzare le vitamine necessarie;
    • garantendo la partecipazione alla sintesi di componenti per l'immunità.

    Tutti i microrganismi sono divisi:

    • utile - eseguire le funzioni di cui sopra, mantenere la salute (bifidobatteri - 95% della composizione totale, lattobacilli fino al 5%, escherichia);
    • condizionatamente patogeno - diventare patogeno in presenza delle condizioni necessarie (cambiamento nell'equilibrio acido-base dell'ambiente, diminuzione dell'immunità dovuta a una malattia lunga o grave), stafilococco, enterococchi, clostridi, funghi candida possono diventare batteri "traditori";
    • dannosi o patogeni - entrando nel corpo, causano malattie intestinali (Salmonella, Shigella).

    Helicobacter pylori sono localizzati nell'area del piloro. Sono una delle cause importanti di gastrite, ulcera peptica e cancro. Il loro scarico dalla saliva e dalle feci di una persona infetta è possibile. Trovato in 2/3 della popolazione.

    L'analisi decodifica delle feci per la disbatteriosi fornisce informazioni sulla composizione quantitativa e qualitativa della microflora, mette in guardia contro pericolose deviazioni. Secondo il metodo di ottenere energia, i microrganismi si dividono:

    • aerobico - vitale solo in presenza di ossigeno (enterobatteri, lattobacilli, streptococchi, stafilococchi, funghi);
    • anaerobico - si sviluppa senza ossigeno, è resistente (bifidobatteri, enterococchi, clostridi).

    Normalmente, il corpo umano è protetto dalla diffusione della flora batterica e dei funghi dall'intestino allo stomaco e ad altre parti del tubo digerente. Gli ostacoli sono:

    • acido cloridrico del succo gastrico, distruggendo alcuni tipi di microrganismi;
    • la presenza di valvola ileocecale sul confine tra l'ileo (l'ultimo nell'intestino tenue) e il cieco (la parte iniziale dell'intestino crasso);
    • sistema muscolare liscio che regola i movimenti ondulatori peristaltici per spingere il contenuto in una direzione - dal sottile all'intestino crasso.

    Questo succede in una persona sana. L'analisi delle feci per la disbatteriosi può mostrare la violazione dei meccanismi di difesa.

    Quando è necessario un test delle feci per la disbatteriosi?

    La disbacteriosi non è una malattia, ma una conseguenza di una malattia. Di solito lo portano:

    • patologia cronica dell'apparato digerente;
    • il risultato di processi infiammatori nell'intestino con enterocolite di varie eziologie;
    • uso di alte dosi e lunghi cicli di antibiotici.

    I cambiamenti dello stato di salute possono essere causati da una diminuzione della proporzione di microrganismi benefici e da un aumento della moltiplicazione di agenti patogeni e parassiti condizionatamente. Non ci sono sintomi specifici. Ma, dato il fallimento nel funzionamento dell'intestino in un paziente, dovremmo aspettarci:

    • disturbi delle feci (alternanza di diarrea e stitichezza);
    • gonfiore (flatulenza) dovuto all'aumento dei processi di fermentazione nell'intestino;
    • attacchi di coliche;
    • la comparsa di residui non digeriti di fibre alimentari, muco, sangue nelle feci;
    • perdita di appetito, insufficiente aumento di peso nei bambini;
    • reazioni allergiche comuni;
    • placca persistente sulla lingua, i denti, l'odore del respiro;
    • gengive sanguinanti;
    • aumento della caduta dei capelli, unghie fragili;
    • chiazze di secchezza e desquamazione sulla pelle;
    • segni di ridotta immunità, che può essere giudicata da frequenti raffreddori, difficoltà nel trattamento.

    Ai pazienti viene prescritto l'esame necessario per la diagnosi. Per scoprire il ruolo della flora intestinale disturbata, il medico prescriverà un'analisi per la disbiosi intestinale. Lo studio è stato mostrato a pazienti con chemioterapia e radioterapia per la selezione del trattamento di supporto.

    Come testare la disbiosi intestinale?

    Per ottenere risultati affidabili, non è sufficiente avere un numero di specialisti qualificati e un laboratorio ben attrezzato. È necessario rispettare i requisiti per la preparazione all'analisi e raccogliere correttamente le feci.

    L'analisi per dysbacteriosis può essere valutata come affidabile se, durante i tre giorni precedenti, tutti i prodotti che contribuiscono al processo di fermentazione sono stati esclusi dalla dieta. Questi includono:

    • alcol;
    • barbabietole;
    • Piatti a base di carne e pesce

    Tre giorni prima del test, interrompere l'uso di farmaci come:

    • antibiotici;
    • lassativi di qualsiasi tipo (comprese supposte rettali, ruote e olio di vaselina).

    Lavare bene con sapone e zona del cavallo prima di sgabello. Attendere la defecazione spontanea per raccogliere materiale, non usare lassativi. Questo requisito è difficile per le persone con stitichezza persistente. Raccogli le feci in un contenitore sterile, senza urina. Il campione chiude strettamente il coperchio.

    In presenza di secrezioni sanguinolente o impurità di muco, devono essere inclusi nel materiale raccolto. Il bambino dovrebbe essere seduto in una pentola, precedentemente lavato e sciacquato con acqua bollente.

    Per la ricerca, sono sufficienti circa 10 g di feci, in volume è uguale a un cucchiaino. Le iniziali e il cognome del paziente devono essere indicati sul coperchio della nave, per il bambino, la data di nascita, l'ora e la data di presentazione dell'analisi.

    Ideale per completare le condizioni per il test di dysbacteriosis è la consegna veloce del serbatoio al laboratorio (non più tardi di 40 minuti). Supponiamo un periodo di due ore. Consentito di conservare in frigorifero per un massimo di quattro ore, ma non nel congelatore. Più lungo è il ritardo, più i microrganismi anaerobici moriranno a causa del contatto con l'aria. E distorce i risultati.

    Quali metodi vengono rilevati dysbacteriosis?

    Il medico propone di passare le feci, prima su un'analisi generale, che si chiama koproskopii o scatologia. Viene eseguita mediante microscopia di una goccia di feci di acqua distillata diluita.

    • muco;
    • elementi di infiammazione;
    • fibra alimentare non digerita;
    • globuli rossi;
    • inclusioni grasse;
    • uova di elminto;
    • forma cistica di parassiti.

    Il conteggio accurato del numero di batteri non viene effettuato. Nei risultati, la registrazione di una violazione del processo digestivo è importante per il medico. Al fine di chiarire le ragioni, viene nominata la ricerca aggiuntiva biochimica o batteriologica.

    Metodo biochimico

    L'analisi biochimica delle feci per la disbiosi consente di ottenere risultati in un'ora. Il metodo si basa sulla capacità dei batteri di secernere acidi grassi. Analizzando il tipo di contenuto acido, si distinguono i microrganismi e si determina la localizzazione nell'intestino.

    I vantaggi del metodo sono:

    • velocità comparativa;
    • possibilità di estendere il tempo di consegna al laboratorio fino a un giorno;
    • la sicurezza del materiale in condizioni di congelamento nel frigorifero;
    • accuratezza delle informazioni.

    Per una corretta raccolta, in contrasto con lo schema già mostrato, è necessario:

    • prevedere un periodo di almeno due settimane dopo la terapia antibiotica;
    • le donne si astengono dal prendere le analisi, se non completamente chiuse mensilmente;
    • raccogliere pezzi di feci da parti diverse.

    Il contenuto di acido è determinato in mg per g di masse fecali. Gli indicatori validi sono:

    • acido acetico 5.35-6.41;
    • propilene 1.63-1.95;
    • olio 1.6-1.9.

    In base alla concentrazione di acidi grassi, si può trarre una conclusione sulla possibile composizione di microrganismi nell'intestino.

    Metodo di semina batteriologico

    La coltura batteriologica delle feci per la disbatteriosi è un metodo di ricerca che richiede più tempo. L'analisi deve essere eseguita il prima possibile dopo un movimento intestinale.

    I batteri si moltiplicano in 4-5 giorni. Quanta analisi viene fatta sulla disbatteriosi determina il tempo impiegato per il processo di crescita. Sono molto più che nella ricerca biochimica, perché è necessario non solo per contare un indicatore quantitativo, ma anche per identificare i microrganismi in base alle loro proprietà. I risultati sono contati in CFU / g (unità formanti colonia).

    La normale distribuzione di microrganismi dovrebbe essere conforme al seguente schema:

    • bifidobatteri 10 8 -10 10;
    • lactobacilli ed Escherichia 10 6 -10 9;
    • streptococchi 10 5 -10 7;
    • stafilococco non emolitico 10 4 -10 5;
    • Clostridium 10 3 -10 5;
    • enterobatteri condizionatamente patogeni 10 3 -10 4;
    • stafilococchi emolitici inferiori a 10 3 CFU / g.

    Il numero di batteri nei bambini fino a un anno quando l'allattamento al seno differisce dagli adulti:

    • i bifidobatteri costituiscono 10 10 -10 11;
    • lactobacilli 10 6 -10 7.

    Gli svantaggi del metodo sono:

    • significativa distorsione dei risultati a seconda del ritardo nella consegna del materiale;
    • mancanza di contabilità per i batteri della mucosa nel colon;
    • morte di microrganismi anaerobici dal contatto con l'ossigeno.

    Cosa mostra l'analisi delle feci per la dysbacteriosis?

    In base ai risultati di tutti gli studi, viene eseguita l'analisi della dysbacteriosis negli adulti. Prende in considerazione i microrganismi selezionati e il loro numero:

    1. Gli enterobatteri patogeni indicano chiaramente la fonte della malattia. Normalmente, non dovrebbero essere né quantitativamente superiori a 10 4 CFU / g (salmonella, protea, enterobatteri, bacillo della peste). La presenza nell'analisi indica il pericolo per la salute del paziente.
    2. La crescita degli enterobatteri negativi al lattosio (ad esempio, Klebsiella, dentatura) accompagna i casi di una diminuzione dell'immunità nel periodo postoperatorio, con terapia antibiotica prolungata.
    3. L'aumento del contenuto di microbi condizionatamente patogeni (Escherichia coli, clostridi, stafilococchi) è possibile con sintomi dispeptici, stitichezza, nausea, malattie della pelle. Lo stafilococco è particolarmente pericoloso per i neonati e i bambini fino a un anno. Non solo causano una violazione dell'assimilazione del cibo, ma provocano grave polmonite, meningite, endocardite. La sepsi è fatale. Il rilevamento di un'infezione da stafilococco nel reparto maternità richiede la completa chiusura e sanificazione.
    4. L'eccesso di contenuto nell'analisi di Escherichia coli può essere associato a infezione da parassiti, vermi.
    5. I funghi del genere Candida sono contenuti in una piccola quantità in ogni persona. La crescita è possibile in risposta all'uso di antibiotici. Ma in altri casi, indica focolai di lesioni fungine nella bocca, sui genitali, nella zona dell'ano.

    I risultati dell'analisi dovrebbero essere trattati con attenzione sia in termini di prevenzione dello sviluppo della malattia in futuro, sia nella scelta del trattamento ottimale.