logo

pancreas

Il pancreas umano è un organo di secrezione endocrina ed esocrina, è coinvolto nella digestione. Nella dimensione è il secondo più grande ferro nel corpo umano dopo il fegato. Ha una struttura alveolare-tubulare, supporta lo sfondo ormonale del corpo ed è responsabile delle fasi importanti della digestione.

La maggior parte del pancreas produce il suo segreto (enzimi), che entrano nel duodeno. Le restanti cellule del suo parenchima producono l'insulina ormonale, che supporta il normale metabolismo dei carboidrati. Questa parte della ghiandola è chiamata le isole di Langerhans o cellule beta.

La ghiandola consiste di tre parti: il corpo, la testa e la coda. Il corpo ha la forma di un prisma, la sua superficie frontale è adiacente alla parete posteriore dello stomaco. La coda della ghiandola si trova vicino alla milza e alla curva sinistra del colon. La testa del pancreas si trova a destra della colonna vertebrale, curva, forma un processo uncinato. Il suo ferro di cavallo piega il duodeno, forma con questa curva. Parte della testa è ricoperta da un foglio di peritoneo.

La dimensione del pancreas è normalmente da 16 a 22 cm. Esternamente, assomiglia alla lettera latina S.

Posizione anatomica

Il pancreas si trova nello spazio dietro il peritoneo, quindi è l'organo più fisso della cavità addominale. Se una persona è in posizione sdraiata, allora sarà davvero sotto lo stomaco. In realtà, si trova più vicino alla schiena, dietro lo stomaco.

La proiezione del pancreas:

  • corpo a livello della prima vertebra lombare;
  • dirigersi a livello della prima e della terza vertebra lombare;
  • la coda è una vertebra superiore al corpo del pancreas.

Anatomia organi vicini: la parte posteriore della sua testa è inferiore cava di Vienna, inizia cancello Vienna, Vienna e l'arteria renale destra, il dotto biliare comune. La parte addominale dell'aorta, i linfonodi, il plesso celiaco si trova dietro il corpo della ghiandola. Lungo il corpo della ghiandola c'è la vena splenica. Parte del rene sinistro, l'arteria renale e la vena, la ghiandola surrenale sinistra si trova dietro la coda. Di fronte al pancreas c'è lo stomaco, è separato da esso dalla sacca omentale.

Rifornimento di sangue

Dai rami comuni dell'arteria epatica partono - arteria pancreaticoduodenale (anteriore e posteriore), portano sangue alla testa del pancreas. Inoltre, è fornito da un ramo dell'arteria mesenterica superiore (arteria pancreatico -ododenale inferiore).
Dall'arteria splenica, ci sono rami per il corpo e la coda della ghiandola (pancreatico).

sangue venoso scorre via dall'organo di milza, mesenterica superiore ed inferiore, sinistra vena pancreatico (affluenti vena porta).
La linfa passa ai linfonodi pancreatoduodenali, pancreatici, pilorici e lombari.

pancreas innervati da nervi dovute splenica, celiachia, epatica, plesso mesenterico e rami superiori del nervo vago.

struttura

Il pancreas ha una struttura lobulare. I lobuli, a loro volta, sono composti da cellule che producono enzimi e ormoni. Le fette o acini sono costituiti da singole cellule (da 8 a 12 pezzi), chiamate cellule pancreatiche esocrine. La loro struttura è caratteristica di tutte le cellule che producono la secrezione proteica. Acini sono circondati da un sottile strato di tessuto connettivo lasso in cui sono vasi sanguigni (capillari), piccoli gangli e fibre nervose. Dai segmenti del pancreas fuori piccoli condotti. Il succo pancreatico attraverso di loro entra nel dotto pancreatico principale, che sfocia nel duodeno.

Il dotto pancreatico è anche chiamato dotto pancreatico o virsungo. Ha un diametro diverso nello spessore del parenchima della ghiandola: nella coda fino a 2 mm., Nel corpo 2-3 mm., Nella testa 3-4 mm. Il condotto entra nel muro del duodeno nel lume della papilla maggiore e ha uno sfintere muscolare alla fine. A volte c'è un secondo piccolo condotto, si apre sulla piccola papilla del pancreas.

Tra i segmenti ci sono cellule separate che non hanno dotti escretori, sono chiamate le isole di Langerhans. Queste aree della ghiandola secernono insulina e glucagone, vale a dire sono la parte endocrina. Le isole pancreatiche sono arrotondate, con un diametro fino a 0,3 mm. Il numero di isolette di Langerhan aumenta dalla testa alla coda. Le isole sono composte da cinque tipi di celle:

  • Il 10-30% sono cellule alfa che producono glucagone.
  • 60-80% delle cellule beta che producono insulina.
  • delta e delta 1 cellule responsabili della produzione di somatostatina, un peptide vasointestinale.
  • 2-5% delle cellule PP che producono polipeptide pancreatico.

Il pancreas ha altri tipi di cellule, di transizione o miste. Sono anche chiamati acinostrovkovymi. Producono uno zimogeno e un ormone allo stesso tempo.

Il loro numero può variare da 1 a 2 milioni, che corrisponde all'1% della massa totale della ghiandola.

Esternamente, il corpo assomiglia a una corda, gradualmente appiattendosi alla coda. Anatomicamente, è diviso in tre parti: il corpo, la coda e la testa. La testa si trova a destra della colonna vertebrale, nella curva del duodeno. La sua larghezza può essere da 3 a 7,5 centimetri. Il corpo del pancreas si trova un po 'a sinistra della colonna vertebrale, di fronte a lui. Il suo spessore è 2-5 cm, ha tre lati: anteriore, posteriore e inferiore. Quindi il corpo continua nella coda, largo 0,3-3,4 cm. Raggiunge la milza. Nel parenchima della prostata dalla coda alla testa è dotto pancreatico, che nella maggior parte dei casi prima dell'entrata nel duodeno è collegato al condotto biliare comune, flussi raramente indipendente.

funzioni

  1. Funzione della ghiandola esocrina (escretoria). Il pancreas produce succo che entra nel duodeno e partecipa alla disgregazione di tutti i gruppi di polimeri alimentari. I principali enzimi pancreatici sono la chimotripsina, l'alfa-amilasi, la tripsina e la lipasi. Tripsina e chimotripsina sono formati sotto l'azione di enterokinase in una cavità del duodeno, dove sono stati depositati in forma inattiva (tripsinogeno e chimotripsinogeno). Il volume del succo pancreatico si forma principalmente a causa della produzione della parte liquida e degli ioni delle cellule dei condotti. Il succo stesso degli acini è di piccolo volume. Durante il periodo di digiuno, meno succo viene rilasciato, la concentrazione di enzimi viene ridotta. Quando si verifica un pasto, il processo inverso.
  2. Funzione endocrina (endocrina). Viene effettuato a causa del lavoro delle cellule delle isole pancreatiche, che producono ormoni polipeptidici nel sangue. Queste sono due funzioni ormonali opposte: insulina e glucagone. L'insulina è responsabile del mantenimento dei normali livelli di glucosio nel siero ed è coinvolta nel metabolismo dei carboidrati. Funzioni del glucagone: la regolazione della glicemia mantenendo la sua costante concentrazione, è coinvolta nel metabolismo. Un altro ormone - somatostatina - inibisce acido cloridrico selezione, ormoni (insulina, gastrina, glucagone), separazione di ioni nelle isolotti di cellule di Langerhans.

Il lavoro del pancreas dipende in gran parte da altri organi. Le sue funzioni sono influenzate dagli ormoni del tratto digestivo. Questa è la secretina, la gastrina, il pancreas. Gli ormoni della tiroide e le ghiandole paratiroidi, le ghiandole surrenali influenzano anche il funzionamento della ghiandola. Grazie al meccanismo ben coordinato di tale lavoro, questo piccolo organo può produrre da 1 a 4 litri di succo per il processo digestivo al giorno. Il succo viene secreto nel corpo umano dopo 1-3 minuti dall'inizio del pasto, e finisce in 6-10 ore. Solo il 2% del succo cade sugli enzimi digestivi, il restante 98% è acqua.

Il pancreas è in grado per qualche tempo di adattarsi alla natura dell'assunzione di cibo. C'è uno sviluppo degli enzimi necessari al momento. Ad esempio, l'uso di grandi quantità di cibi grassi saranno prodotti a più alto lipasi proteine ​​nella dieta - clivaggio tripsina di carboidrati aumentare il livello degli enzimi corrispondenti. Ma non abusare della capacità del corpo, perché spesso un segnale di malessere proveniente dal pancreas arriva quando la malattia è già in pieno svolgimento. L'anatomia della ghiandola provoca la sua reazione in caso di una malattia di un altro organo digestivo. In questo caso, il medico segnerà "pancreatite reattiva" nella diagnosi. Ci sono casi opposti, perché è vicino agli organi importanti (milza, stomaco, reni, ghiandole surrenali). È pericoloso danneggiare la ghiandola in modo che si verifichino cambiamenti patologici nel giro di poche ore.

Struttura del pancreas: anatomia

Il pancreas, il suo scopo nel corpo umano, quali caratteristiche della struttura, anatomia e funzioni del pancreas consideriamo in dettaglio nella nostra recensione.

Quando il dolore nel pancreas, non è sempre necessario cadere immediatamente sull'operazione, a volte puoi semplicemente.

Il pancreas è un organo nella cavità addominale, la più grande ghiandola del corpo. Si riferisce alle ghiandole della secrezione mista. La domanda è: cosa produce il pancreas? Il corpo secerne il succo pancreatico, ricco di enzimi e ormoni responsabili del metabolismo delle proteine ​​carboidrati.

Anatomia del pancreas umano.

La struttura del pancreas umano è rappresentata da un organo lobato a forma di virgola, grigio-rosa. Si trova dietro e leggermente a sinistra dello stomaco. Se una persona viene messa sulla schiena, questo organo sarà sotto lo stomaco, sulla base di questo, il nome "pancreas" è apparso. Assegna il corpo, la testa e la coda del pancreas.

La testa del pancreas è la parte di un organo che si unisce direttamente al duodeno. Sul bordo del corpo e della testa c'è una tacca in cui giace la vena porta. Il corpo del pancreas ha la forma di un prisma triangolare. La parte anteriore è diretta verso la parete posteriore dello stomaco e leggermente verso l'alto. Indietro - alla colonna vertebrale, è in contatto con la vena cava inferiore, l'aorta addominale, il plesso celiaco. La superficie inferiore è diretta verso il basso e leggermente in avanti, situata leggermente al di sotto del mesentere del colon.

La coda della ghiandola ha una forma a pera, corre verso il cancello della milza.

In tutta la ghiandola scorre il condotto Virunga, che sfocia nel duodeno.

Caratteristiche della struttura del pancreas.

La pancreatite non è una frase. Dalla mia lunga esperienza, posso dire che aiuta molto.

Il pancreas è ben fornito di sangue, è nutrito allo stesso tempo da diverse fonti. I rami delle arterie pancreatoduodenali superiori e inferiori sono adatti per la testa, il corpo e la coda sono alimentati dai rami dell'arteria splenica.

L'uscita del sangue avviene attraverso la vena pancreatoduodenale, che fa parte del sistema delle vene portale.

Innervazione del pancreas.

Da parte del sistema nervoso parasimpatico, la ghiandola innerva il nervo vago, il plesso nervoso simpatico.

Struttura istologica del pancreas umano.

Nella sua struttura, il pancreas è un organo alveolare-tubulare piuttosto complesso. La sostanza principale che compone la ghiandola è divisa in piccoli lobuli. Tra i lobuli ci sono vasi, nervi e piccoli dotti che raccolgono il segreto e lo consegnano al condotto principale. Secondo la struttura del pancreas può essere diviso in due parti: endocrino ed esocrino

La parte del pancreas responsabile della funzione esocrina è costituita da acini, che si trovano nei lobuli. Dall'acino nella forma dell'albero escono i dotti: il flusso intralobulare all'interno dell'interlobulare, quindi nel dotto pancreatico principale, che si apre nel lume del duodeno.

Per la funzione endocrina delle isole di Langerhans. Di solito hanno una forma sferica, sono costituiti da insulociti. A seconda della funzione e delle capacità morfologiche, gli insulociti sono suddivisi in β-cellule, α-cellule, Δ-cellule, cellule D, cellule PP.

Funzioni del pancreas.

Le capacità funzionali del pancreas sono divise in due gruppi:

  1. Le capacità esocrine sono nella distribuzione del succo pancreatico, ricco di enzimi coinvolti nella digestione del cibo. Gli enzimi principali prodotti dal pancreas sono amilasi, lipasi, tripsina e chimotripsina. Gli ultimi due sono attivati ​​nel duodeno dall'azione di enterokinase.
  2. Le capacità endocrine sono la secrezione di ormoni coinvolti nel metabolismo dei carboidrati. I principali ormoni che il pancreas secerne sono insulina e glucagone. Questi due ormoni sono completamente opposti nella loro azione. Inoltre, il pancreas produce un ormone neuropeptide, un polipeptide pancreatico e la somatostatina.

Malattie del pancreas.

Tra le malattie del pancreas si possono identificare:

  • Pancreatite acuta. La causa di questa malattia è la sovrastimolazione della funzione secretoria della ghiandola con l'otturazione dell'ampolla della papilla duodenale. Il succo pancreatico viene escreto, ma il suo deflusso al duodeno si rompe, gli enzimi iniziano a digerire la ghiandola stessa. Il parenchima del pancreas aumenta, inizia a esercitare pressione sulla capsula, poiché questo organo è ben innervato e rifornito di sangue, l'infiammazione si sviluppa con rapidità e la sindrome del dolore è fortemente pronunciata. Il paziente sperimenta un dolore epigastrico grave, spesso di natura ghiaiosa. Se non si cerca aiuto nel tempo, può svilupparsi necrosi pancreatica con peritonite. La causa della pancreatite acuta può essere l'intossicazione da alcol, l'uso di cibo dannoso, la presenza di un paziente con colelitiasi.
  • Pancreatite cronicaEsistono diverse forme di pancreatite cronica:

-primaria, la causa può essere l'uso di alcol, droghe, cattiva alimentazione, disturbi metabolici nel corpo;

- secondario, si verifica sulla base di altre malattie nel corpo;

- pancreatite post-traumatica, derivante da lesioni o dopo esami endoscopici.

Una brutta malattia, ma il mio amico mi ha consigliato di curare la pancreatite, oltre a quello che il medico mi ha prescritto.

Manifestazione di pancreatite cronica con insufficienza pancreatica per secernere enzimi. Un'ecografia mostrerà un cambiamento nella struttura del pancreas, la sclerosi dei dotti e la formazione di calcoli in essi (pancreatite calcificata) sono possibili. Le conseguenze della pancreatite cronica possono essere una rottura di tutti i sistemi, questo è direttamente correlato al sistema digestivo ed endocrino.

  • Cisti pancreatiche può essere congenito e acquisito. La causa delle cisti acquisite sono lesioni, pancreatite acuta e cronica. Separatamente, è possibile selezionare le cisti parassitarie, la causa del loro verificarsi è nella maggior parte dei casi di infezione da echinococco.
  • Tumori pancreatici sono divisi in ormoni attivi e ortoni inattivi. Da ormone - attivi includono glucoganoma, insulina e gastrinomu. Questi tumori sono molto difficili da diagnosticare, sono spesso rilevati durante la stadiazione di una comorbidità (diabete mellito). Da ormonalmente inattivo includono il cancro del pancreas. Questo tumore può causare disagio nella regione epigastrica, disturbi dispeptici, una forte perdita di peso. Se il tumore si trova nella testa del pancreas, il paziente può avere ittero ostruttivo. Trattamento di tumori solo chirurgici.

Prevenzione delle malattie del pancreas.

Per rendere la prevenzione delle malattie oncologiche una persona non è forte, gli scienziati non hanno ancora trovato un tale metodo. Ma la prevenzione delle malattie infiammatorie è fattibile per tutti. Le misure preventive sono una dieta corretta e completamente bilanciata, non bere alcolici, evitare situazioni stressanti, aderire al corretto schema del sonno e alla nutrizione.

Dov'è il pancreas umano? Struttura e funzione del pancreas

Molti non sanno (e questo è normale) dove si trova il pancreas umano: significa che questo organo è in perfetto ordine e non richiede particolare attenzione.

Funzioni principali

Il pancreas è un organo situato nella cavità addominale. Fa parte del sistema digestivo e produce sostanze importanti che aiutano ad abbattere il cibo. Questi sono ormoni ed enzimi. Il pancreas è uno dei principali organi del sistema endocrino, perché i suoi ormoni, che entrano immediatamente nel flusso sanguigno, svolgono un ruolo importante nel metabolismo dei carboidrati, dei grassi e delle proteine.

posizione

Dov'è il pancreas umano? Perché tutte le malattie di questo organo, in particolare i tumori e i processi cancerogeni, sono stati diagnosticati già in una fase avanzata? Perché la dimensione del pancreas non può essere determinata nello studio? Tutto questo perché si trova in profondità nella cavità addominale, e quindi varie lesioni del pancreas sono raramente palpabili. Questo spiega perché la maggior parte dei sintomi del cancro di questo organo non compaiono fino a quando il tumore cresce abbastanza da influenzare la funzione della ghiandola stessa o altri organi vicini, come lo stomaco, l'intestino tenue superiore o il fegato.

Il pancreas, lungo circa 25 metri, si trova dietro lo stomaco.

Che aspetto ha?

Il pancreas incorpora la testa, il corpo e la coda. Le dimensioni del pancreas sono le seguenti: in lunghezza - 18-25 cm, in diametro - da 3 cm nella testa e 1,5 cm nella coda. Dove si trova il pancreas umano, come si rapporta ad altri organi in termini di posizione e funzione, un chirurgo o un gastroenterologo può darti una risposta chiara a questa domanda. Questi specialisti si occupano delle malattie di questa ghiandola importanti per il corpo. La testa del pancreas si trova sul lato destro della cavità addominale ed è adiacente al duodeno. Il dotto pancreatico collega l'organo a questo intestino. L'estremità stretta del pancreas, chiamata coda, si estende verso il lato sinistro del corpo.

La struttura interna del pancreas è spugnosa, in forma ricorda vagamente un pesce, che si trova orizzontalmente sull'addome. La testa è la parte più volumetrica, si trova sul lato destro dell'addome, vicino al punto in cui lo stomaco passa nella parte iniziale dell'intestino tenue: il duodeno. È qui che il chimo è un cibo parzialmente digerito che passa dallo stomaco a questo intestino e viene mescolato con il succo del pancreas.

Il corpo si trova dietro lo stomaco e la coda viene deviata posteriormente ed entra in contatto con la milza, il rene sinistro e la ghiandola surrenale.

C'è un dotto pancreatico, che va nello spessore del pancreas dalla coda alla testa. Raccoglie i dotti da tutti i gruppi di cellule ghiandolari. La sua estremità è collegata al dotto biliare, che scorre dal fegato e fornisce la bile al duodeno.

Struttura interna del pancreas

Ci sono due tipi principali di tessuto che si trovano nel pancreas: esocrino ed endocrino. Circa il 95% del tessuto ghiandolare è tessuto esocrino, che produce enzimi per aiutare la digestione. La normale lavorazione del cibo è impossibile senza che il pancreas funzioni in modo produttivo. Il tasso di produzione del succo è di circa 1 litro al giorno.

Il 5% del pancreas è costituito da centinaia di migliaia di cellule endocrine chiamate isolotti di Langerhans. Queste cellule uviformi producono importanti ormoni che non solo regolano la secrezione pancreatica, ma controllano anche i livelli di zucchero nel sangue.

Che cosa fa?

Cosa fa il pancreas? Gli enzimi, o succo digestivo, prodotto da questo organo sono necessari nell'intestino tenue per abbattere ulteriormente il cibo dopo che ha lasciato lo stomaco. Il ferro produce anche ormoni come insulina e glucagone e li secerne nel sangue per regolare il glucosio o lo zucchero nel corpo.

Il pancreas è in grado di produrre le sostanze giuste al momento giusto e nella giusta quantità al fine di digerire correttamente il cibo che mangiamo. Dopo che il cibo entra nel duodeno, il succo alcalino pancreatico contenente un numero di enzimi viene secreto con tessuto esocrino. Abbattono il cibo in piccole molecole che possono essere assorbite nell'intestino:

• tripsina e chimotripsina - per la digestione delle proteine;

• amilasi in grado di abbattere i carboidrati;

• lipasi - per la ripartizione dei grassi in acidi grassi e colesterolo.

Il tessuto endocrino pancreatico, o isolotto di Langerhans, consiste di diverse cellule che secernono ormoni direttamente nel flusso sanguigno. L'insulina è un ormone secreto dalle cellule beta della ghiandola in risposta ad un aumento dei livelli di zucchero nel sangue. L'ormone aiuta anche nella consegna di glucosio dal sangue nei muscoli e in altri tessuti in modo che possano usarlo come fonte di energia. Inoltre, l'insulina aiuta il fegato ad assorbire il glucosio, lo immagazzina sotto forma di glicogeno nel caso in cui il corpo abbia bisogno di energia durante lo stress o l'esercizio fisico.

Il glucagone è un ormone secreto dalle cellule alfa della ghiandola quando c'è una diminuzione di zucchero nel sangue. Il suo compito principale è la scomposizione del glicogeno in glucosio nel fegato. Quindi questo glucosio entra nel flusso sanguigno al fine di ripristinare il livello di zucchero alla normalità.

Principali malattie

Malattie del pancreas un po ': pancreatite, tumori benigni e cancro.

Il dolore intenso nel pancreas è spesso associato a pancreatite acuta. In ogni caso, è difficile identificare e valutare le condizioni di questo organo se si sa dove si trova il pancreas in una persona. Altri segni di pancreatite includono ittero, prurito della pelle e perdita di peso inspiegabile, un pancreas ingrossato con ulteriori ricerche. Se si verificano dolori al pancreas, consultare il medico. La definizione del termine "pancreatite" è di per sé un'infiammazione dell'organo quando gli enzimi iniziano a digerire il pancreas stesso. Può essere acuto o cronico, ma entrambe le forme devono essere diagnosticate in tempo, in quanto ciò può portare a ulteriori problemi di salute.

Pancreatite cronica

Questa malattia è un'infiammazione prolungata (più di tre settimane) del pancreas, che causa il suo danno permanente. Una delle condizioni frequenti è l'uso costante di alcol in grandi quantità o droghe. Ci sono altri motivi che causano attacchi di pancreatite acuta. Possono essere la fibrosi cistica, alti livelli di calcio o di grasso nel sangue, il blocco del dotto biliare con pietre o tumori e malattie autoimmuni.

I sintomi includono dolore nella parte superiore dell'addome, nausea, vomito, perdita di peso e feci oleose. Tale sedia, o steatorrea, non appare finché non viene danneggiato oltre il 90 percento del tessuto pancreatico.

La pancreatite cronica richiede una dieta povera di grassi e la cessazione dell'alcool e del fumo. Se la pancreatite cronica non viene trattata, tende a peggiorare nel tempo e le medicine saranno necessarie solo per alleviare il dolore. Il trattamento di tale pancreatite è possibile solo chirurgicamente: è lo stenting o la rimozione della testa del pancreas a causa del fatto che il più delle volte si manifestano tumori.

Esiste una connessione tra pancreatite, il più delle volte cronica e il cancro del pancreas. Recenti studi hanno dimostrato che l'aumento dei casi di cancro del pancreas aumenta di 2-5 volte nei pazienti con pancreatite cronica con l'aggiunta di vari fattori avversi.

È difficile diagnosticare questa malattia nelle sue fasi iniziali. Sfortunatamente, i sintomi del cancro possono essere incerti: dolore addominale, ittero, forte prurito, perdita di peso, nausea, vomito e altri problemi digestivi. Un pancreas ingrossato viene rilevato solo con ultrasuoni e risonanza magnetica.

È impossibile determinare i cambiamenti nel pancreas a causa del fatto che questo organo è fuori dalla portata della palpazione. Perfino i tumori, di regola, non possono essere percepiti al tatto. A causa della difficoltà della diagnosi precoce e del tasso di diffusione del cancro, la prognosi è più spesso sfavorevole.

I fattori di rischio per lo sviluppo dell'oncologia sono: fumo, diabete a lungo termine e pancreatite cronica. Il processo oncologico di solito inizia nelle cellule che producono succhi digestivi o nelle cellule che rivestono i condotti. In rari casi, il processo del cancro del pancreas inizia in cellule produttrici di ormoni. Per diagnosticare il cancro, i medici di solito conducono esami medici, esami del sangue, tomografia, endoscopia, ecografia e biopsia. Le opzioni di trattamento includono chirurgia, radioterapia e chemioterapia per colpire specificamente le cellule tumorali senza danneggiare i tessuti normali.

Condizioni per il mantenimento dello stato normale del pancreas

Mantenere una dieta ragionevole ed equilibrata e smettere di fumare, l'uso eccessivo di alcool e droghe contribuirà a mantenere sano il pancreas e garantirne il normale funzionamento.

Anatomia del pancreas

Il pancreas è un organo ghiandolare spaiato situato nello spazio retroperitoneale a livello di 1-11 vertebre lombari. La lunghezza della ghiandola è mediamente di 18-22 cm, il peso medio è di 80-100 g, ci sono 3 sezioni anatomiche: la testa, il corpo e la coda. La testa del pancreas adiacente al duodeno, e la coda si trova nel cancello con.

Quattro fasi del quadro clinico di CP: Fase I. Lo stadio preclinico, che è caratterizzato dall'assenza di segni clinici della malattia e dall'identificazione casuale di cambiamenti caratteristici in CP durante l'esame utilizzando metodi di diagnosi di radiazioni (TC e ultrasuoni della cavità addominale);

Prima dello sviluppo e dell'introduzione generalizzata della diagnosi endoscopica, sono state riscontrate raramente neoplasie benigne nell'area MDP. Negli ultimi anni, in connessione con il miglioramento delle apparecchiature endoscopiche, tumori benigni del BDP durante l'endoscopia con biopsia sono rilevati nel 6,1-12,2% dei casi..

Capitolo II Anatomia e fisiologia del pancreas

2.1. Anatomia del pancreas

Il pancreas si sviluppa dalla parte anteriore-superiore della parte centrale del tubo intestinale primario, formando da due protrusioni endodermiche, o gemme, dorsale e ventrale (Leporsky NI, 1951). La parte principale della ghiandola e il dotto escretorio aggiuntivo si sviluppano dalla gemma dorsale. La gemma ventrale cresce dai lati del dotto biliare comune, al posto della sua confluenza nel duodeno; da esso forma il principale dotto pancreatico e il tessuto ghiandolare, fondendosi nel successivo con il segnalibro dorsale.

In un adulto, la forma, le dimensioni e il peso della ghiandola variano ampiamente (Smirnov, AV, et al., 1972). Secondo la forma, ci sono tre tipi di ghiandole: a forma di cucchiaio, o linguale, a forma di martello e a forma di L. Non è possibile stabilire alcuna connessione tra la forma del pancreas e la forma dell'addome, così come la struttura del corpo. Visto dall'alto, si può vedere che il pancreas si piega due volte, piegandosi attorno alla colonna vertebrale. Piega anteriore - rigonfiamento in avanti (tubercolo riempitivo) si forma quando la ghiandola nella linea mediana attraversa la colonna vertebrale e il retro-rigonfia all'indietro - alla giunzione della ghiandola dalla superficie anteriore della colonna vertebrale alla parete addominale posteriore.

Nella ghiandola ci sono la testa, il corpo e la coda. Tra la testa e il corpo c'è un restringimento - il collo; al semicerchio inferiore della testa, di regola, il processo a forma di uncino è evidente. La lunghezza della ghiandola varia tra 14-22 cm (Smirnov AV et al., 1972), il diametro della testa è 3,5-6,0 cm, lo spessore del corpo è 1,5-2,5 cm, la lunghezza della coda è fino a 6 cm Peso della ghiandola - da 73 a 96 g.

Poiché il pancreas si trova retroperitoneale, dietro lo stomaco, può essere visualizzato senza sezionare i legamenti dello stomaco e del fegato solo con gastroptosi grave ed emaciazione. In questi casi, il ferro è sopra la piccola curvatura, giace quasi apertamente davanti alla colonna vertebrale, coprendo l'aorta sotto forma di un rullo trasversale. Normalmente, la testa del pancreas esegue il ferro di cavallo del duodeno, e il suo corpo e la sua coda, gettati sopra la vena cava inferiore, la colonna vertebrale e l'aorta, si estendono alla milza a livello

I - III vertebre lombari. Nel corpo, le ghiandole differenziano le superfici anteriore-superiore, anteroposteriore e posteriore. La proiezione del corpo sulla parete addominale anteriore si trova a metà strada tra il processo xifoideo e l'ombelico. Nella parte ristretta dell'organo (collo) tra la parte orizzontale inferiore del duodeno e la testa della ghiandola passa la vena mesenterica superiore che, unendosi alla vena splenica, forma una vena porta; a sinistra della vena mesenterica è l'arteria mesenterica superiore. All'estremità superiore del pancreas o sotto di essa ci sono l'arteria e la vena splenica. La linea di attaccamento del mesocolon trasverso corre lungo il bordo inferiore della ghiandola. Di conseguenza, nella pancreatite acuta già nella fase iniziale, si verifica una paresi intestinale persistente. La coda del pancreas passa sopra il rene sinistro. Dietro la testa ci sono la vena cava inferiore e le vene del portale, così come i vasi del rene destro; i vasi del rene sinistro sono in qualche modo coperti dal corpo e dalla parte della coda della ghiandola. Nell'angolo tra la testa del pancreas e la transizione della parte orizzontale superiore del duodeno in discendente è il dotto biliare comune, che è spesso completamente circondato da tessuto pancreatico e sfocia nella papilla maggiore del duodeno.

Il dotto pancreatico accessorio scorre anche nel duodeno, che, come un dotto biliare comune e un dotto pancreatico, ha molte varianti di confluenza.

Il principale dotto pancreatico si trova lungo l'intera ghiandola. Di solito va centralmente, ma sono possibili deviazioni da questa posizione di 0,3-0,5 cm, più spesso da dietro. Nella sezione trasversale della ghiandola, l'apertura del condotto è rotonda, biancastra. La lunghezza del condotto varia da 14 a 19 cm, il diametro nella zona del corpo - da 1,4 a 2,6 mm, nella regione della testa fino al punto di confluenza con il dotto biliare comune - da 3,0-3,6 mm. Il principale dotto pancreatico è formato come risultato della fusione di dotti escretori intra-e inter-lobulari del primo ordine (fino a 0,8 mm di diametro), che a loro volta sono formati dalla fusione di condotti di ordine dal secondo al quarto. Per tutta la sua lunghezza, il condotto principale riceve da 22 a 74 canali del primo ordine. Esistono tre tipi di struttura della rete duttale della ghiandola. Nel caso di un tipo sciolto (50% dei casi), il condotto principale è formato da un gran numero di piccoli dotti escretori del primo ordine che scorre a una distanza di 3-6 mm l'uno dall'altro; nel tipo di tronco (25% dei casi) - dai grandi condotti del primo ordine, che cadono a una distanza di 5-10 mm; al tipo intermedio - da condotti piccoli e grandi. Il dotto pancreatico accessorio si trova nella testa della ghiandola. È formato dai dotti interlobulari della metà inferiore della testa e dal processo a forma di uncino. Il condotto accessorio può aprirsi nel duodeno, nella piccola papilla duodenale in modo indipendente o scorrere nel pancreas principale

il condotto del cielo, cioè, non ha uno sbocco indipendente nell'intestino. La relazione tra i principali dotti biliari pancreatici e comuni è di grande importanza nella patogenesi della pancreatite e per le misure terapeutiche. Esistono quattro varianti principali delle relazioni topografiche-analoghe tra le sezioni terminali dei condotti.

1. Entrambi i dotti formano un'ampolla comune e si aprono nella grande papilla duodenale. La lunghezza della fiala varia da 3 a 6 mm. La parte principale delle fibre muscolari dello sfintere di Oddi si trova distalmente alla giunzione dei condotti. Questa opzione si trova nel 55-75% dei casi.

2. Entrambi i dotti si aprono insieme nella grande papilla duodenale, ma si fondono nel punto di confluenza, quindi non c'è un'ampolla comune. Questa opzione si trova nel 20-33% dei casi.

3. Entrambi i dotti si aprono separatamente nel duodeno ad una distanza di 2-5 mm l'uno dall'altro. In questo caso, il principale dotto pancreatico ha la propria polpa muscolare. Questa opzione si trova nel 4-10% dei casi.

4. Entrambi i dotti passano l'uno vicino all'altro e si aprono autonomamente nel duodeno, senza formare un'ampolla. Questa opzione viene raramente osservata.

Essendo nella relazione anatomica più stretta con le vie biliari e il duodeno, il principale dotto pancreatico e l'intero pancreas sono coinvolti nei processi patologici che si sviluppano in questa zona.

La superficie anteriore del pancreas è ricoperta da un foglio di peritoneo molto sottile, che scende fino al mesocolon trasverso. Spesso questo volantino è chiamato capsula del pancreas, sebbene quest'ultimo, in quanto organo retroperitoneale, non abbia capsula.

La questione di avere la tua capsula ghiandola è controverso. La maggior parte dei chirurghi e degli anatomisti ritengono che il pancreas sia denso (Vorontsov IM, 1949; Konovalov VV, 1968) o una capsula sottile (Saysaryants GA, 1949), che dovrebbe essere sezionato nel trattamento della pancreatite acuta (Petrov BA, 1953; Lobachev SV., 1953; Ostroverkhov G.Е., 1964, ecc.). Tuttavia, V.M. Resurrezione (1951) e N. I Leporsky (1951) nega l'esistenza di una capsula, considerando che di solito è presa per il peritoneo parietale o gli strati densi di tessuto connettivo che circonda la ghiandola. Secondo N.K. Lysenkova (1943), proprio per l'assenza di una capsula, la struttura lobulare della ghiandola è così chiaramente visibile. Un numero di guide anatomiche non menziona la capsula, ma afferma che il pancreas anteriore è coperto da peritoneo, che forma la parete posteriore del premistoppa. AV Smirnov et al. (1972) per accertare la presenza di una capsula, fu applicata una tecnica di taglio istotopografico. Le sezioni della ghiandola sono state fatte in tre diversi piani. 1 studio ha dimostrato che la ghiandola è ricoperta da una sottile striscia di tessuto connettivo costituito da sottili fibre di collagene. Questa striscia ha lo stesso spessore in tutto; le partizioni del tessuto connettivo che separano il parenchima della stessa esa in lobuli separati sono separate dall'interno dell'organo. Queste partizioni nell'area delle cime dei lobi si fondono tra loro, grazie alle quali ogni lobulo ha la propria capsula del tessuto connettivo. Separare la capsula dal parenchima è estremamente difficile, in quanto è facilmente strappabile.

Apparentemente, si deve presumere che, anche se esiste una capsula sottile, è saldamente saldata al peritoneo parietale, che rompe la superficie antero-posteriore della ghiandola, che è impossibile separarli con un'accurata preparazione idraulica. Inoltre, questa capsula peritoneale è strettamente connessa con il parenchima della ghiandola ed è impossibile separarla da quest'ultima senza il rischio di danneggiare il tessuto della ghiandola. Pertanto, dal punto di vista della chirurgia pratica, non importa se c'è una capsula di peritoneo o solo il peritoneo, la cosa principale è che l'istruzione è inseparabile dal parenchima della ghiandola.

La fissazione del pancreas è effettuata da quattro legamenti, che sono le pieghe del peritoneo. Questo è il legamento pancreatico-gastrico sinistro, in cui passa l'arteria gastrica sinistra, il legamento pancreatico-gastrico destro, passando alla porzione terminale della minore curvatura dello stomaco (Frauchi VK, 1949), legamento pancreatico-splenico, passando dalla coda della ghiandola pancreatica alla porta della milza e il legamento pancreatico-duodenale, espresso piuttosto debolmente. VI Kochiashvili (1959) nota anche il proprio gruppo di processi uncinati. Il pancreas è l'organo addominale più fisso, grazie al suo apparato legamentoso, all'intima connessione con il duodeno e alla sezione terminale del dotto biliare comune, situato vicino ai grandi tronchi seriali e venosi.

La posizione retroperitoneale dell'organo, così come la transizione adiacente dei Bruins dalla superficie anteriore della ghiandola ad altri organi, determinano l'estensione delle false cisti, che di solito si formano dove la bruine è la meno sviluppata, cioè nel premistoppa.

L'apporto di sangue al pancreas (Fig. 1) è effettuato da ex fonti: 1) l'arteria gastro-duodenale (a. Gastroduodena-); 2) l'arteria splenica (a. Lienalis); 3) arterie pancreatoduodenali-.IX inferiori (a. Pancreatoduodenalis inferiore).

L'arteria gastro-duodenale emana dall'arteria epatica comune e, abbassandosi, passa medialmente dall'ulcera duodenale; prima della testa del pancreas, è divisa in rami terminali che forniscono sangue alla testa della ghiandola, il duodeno e parte dell'omento.

L'arteria splenica è il ramo più grande del tronco celiaco. Occasionalmente, può spostarsi direttamente dall'aorta o dall'arteria mesenterica superiore. Il luogo dove inizia l'arteria splenica si trova solitamente al livello della vertebra lombare. L'arteria si trova sopra la vena splenica nel solco dell'arteria splenica, corre orizzontalmente, curvando verso l'alto lungo il margine anteriore del pancreas. Nell'8% dei casi, si trova dietro al pancreas, e nel 2% - di fronte ad esso. Attraverso il legamento diaframmatico-splenico, l'arteria si avvicina alla milza, dove è divisa nei suoi rami finali. L'arteria splenica del pancreas dà 6-10 piccole arterie pancreatiche, fornendo così il corpo e la coda del pancreas. A volte, proprio all'inizio dell'arteria splenica, l'arteria posteriore del pancreas, che passa posteriormente, si avvicina al pancreas. Anastomoses con pozadiadvenadtsatpernoy e le arterie pancreatiche-duodenali più basse.

Fig. 1. L'afflusso di sangue al pancreas (Voylenko VN et al., 1965).

1 - a. hepatica communis;

2 - a. gastrica sinistra;

3 - truncus celace;

5 - a. mesenterica superiore;

6 - a. pancreasticoduodenalis inferiore anteriore;

7 - a. pancreaticoduodenalis inferiore posteriore;

8 - a. pancreasticoduodenalis superiore anteriore;

9 - a. gastro-epiploica dextra;

10 - a. pancreasticoduodenalis superiore posteriore;

11 - a. gaslroduodenalis;

12 - a. hepatica propria;

13 - a. pancreatica inferiore;

14 - a. pancreatica magna;

15 - a. pancreatica caudalis

Nel 10% dei casi, l'arteria pancreatica inferiore lascia la parte distale dell'arteria splenica, che fornisce sangue al corpo e alla coda del pancreas e, anastomizzando con i vasi arteriosi della testa, forma l'arteria grande del pancreas. Le arterie pancreatoduodenali inferiori partono dall'arteria mesenterica superiore. Forniscono la parte orizzontale inferiore del duodeno e danno rami lungo la superficie posteriore della testa fino al bordo inferiore del corpo del pancreas. L'arteria mesenterica superiore inizia dalla parete anteriore dell'aorta a livello delle vertebre lombari I - II ad una distanza di 0,5-2 cm dal tronco celiaco (ma può anche discostarsi con il tronco celiaco e l'arteria mesenterica inferiore) e passa davanti alla parte orizzontale inferiore del duodeno, a sinistra della vena mesenterica superiore, tra i due fogli del mesentere. Il suo inizio attraversa obliquamente posteriormente la vena epatica sinistra, e di fronte - la vena splenica e il pancreas (il luogo di transizione della testa nel corpo della ghiandola). L'arteria scende sotto il pancreas, quindi scende. Il più delle volte, si gira a destra e si biforca a destra dell'aorta.

L'uscita del sangue dal pancreas avviene attraverso la vena pancreatoduodenale posteriore superiore, che raccoglie il sangue dalla testa ghiandolare e lo porta alla vena porta; vena pancreatoduodenale anteriore superiore, che scorre nel sistema della vena mesenterica superiore; vena pancreatoduodenale inferiore, che scorre nella vena mesenterica superiore o enterica. Dal corpo e dalla coda, il sangue attraverso le piccole vene pancreatiche scorre attraverso la vena splenica nella vena porta.

I vasi linfatici del pancreas formano una rete densa, ampiamente anastomitante con i vasi linfatici della cistifellea, il dotto biliare. Inoltre, la linfa scorre alle ghiandole surrenali, al fegato, allo stomaco e alla milza.

Le origini del sistema linfatico del pancreas sono gli spazi tra le cellule del tessuto ghiandolare. Unendo insieme, le lacune del tessuto formano i sinuosi capillari linfatici con rigonfiamenti simili a fiaschi. I capillari si fondono anche, formando vasi linfatici, ampiamente anastomosi tra di loro. Esiste una rete linfatica profonda del pancreas, costituita da vasi di piccolo calibro e superficiali, formati da vasi di un calibro più grande. Con l'aumento del calibro della nave e man mano che si avvicina al linfonodo regionale, il numero di valvole in esso contenute aumenta.

Intorno al pancreas si trova un gran numero di linfonodi. Secondo la classificazione di A.V. Smirnova (1972), tutti i linfonodi regionali del primo ordine sono divisi in 8 gruppi.

1. Linfonodi lungo i vasi splenici. Consistono di tre catene principali che si trovano tra i vasi splenici e la superficie posteriore del pancreas. Il deflusso della linfa passa dal corpo della ghiandola in tre direzioni: ai nodi nell'area delle porte della milza, ai linfonodi del gruppo celiaco e alla parte cardio dello stomaco.

2. Linfonodi localizzati lungo l'arteria epatica e distesi nello spessore del legamento epato-duodenale. Viene eseguita la fuoriuscita della linfa dalla metà superiore della testa della ghiandola ai linfonodi del secondo ordine, situati nel tronco dell'arteria celiaca, intorno all'aorta e alla vena cava inferiore.

3. Linfonodi lungo i vasi mesenterici superiori. Sono responsabili del flusso di linfa dalla parte inferiore della testa della ghiandola ai linfonodi paraaortici e al tronco linfatico lombare destro.

4. Linfonodi lungo il solco pancreatico-duodenale anteriore, che si trova tra la testa della ghiandola e il duodeno. L'uscita della linfa passa dalla superficie anteriore della testa della ghiandola ai linfonodi del mesentere del colon trasverso e del legamento epatoduodenale.

5. Linfonodi lungo il solco pancreatico-duodenale posteriore, situato retroperitoneale. Sono responsabili del deflusso della linfa dalla superficie posteriore della testa ai linfonodi del legamento epato-duodenale. Con lo sviluppo del processo infiammatorio in questo gruppo o linfangite cancerosa, si verificano massicce adesioni con il dotto biliare comune, il portale e la vena cava inferiore e il rene destro.

6. Linfonodi lungo il bordo anteriore del pancreas. Si trovano in una catena lungo la linea di attacco del mesentere del colon trasverso alla testa e al corpo della ghiandola. Il deflusso della linfa passa principalmente dal corpo della ghiandola al gruppo dei nodi celiaci e ai linfonodi della porta della milza.

7. Linfonodi nell'area della coda della ghiandola. Situato nello spessore dei legamenti pancreas-splenici e gastro-splenici. Rimuovono la linfa dalla ghiandola caudale ai linfonodi delle porte della milza e il maggiore omento.

8. Linfonodi alla confluenza del dotto biliare comune con il dotto pancreatico principale. Linfodrenaggio dai vasi linfatici che accompagnano il dotto pancreatico principale al gruppo celiaco di nodi, mesenterica superiore e lungo il legamento epato-duodenale.

Tutti e 8 i gruppi sono anastomizzati l'uno con l'altro, così come con il sistema linfatico dello stomaco, del fegato e degli organi vicini. I linfonodi regionali di primo ordine sono principalmente il pancreas anteriore e posteriore.

nodi e nodi duodenali che si trovano nell'area della coda lungo i vasi splenici. I nodi regionali del secondo ordine sono i nodi celiaci.

Nel pancreas ci sono tre propri plessi nervosi: il pancreas anteriore, il posteriore e l'inferiore. Si trovano negli strati superficiali del parenchima sui corrispondenti lati della ghiandola e sono una rete nervosa ad anello interlobulare sviluppata. All'intersezione delle anse della rete nervosa superficiale ci sono i noduli nervosi, da cui le fibre nervose penetrano nella ghiandola e penetrano nel tessuto connettivo interlobulare. Branching, circondano i lobi della ghiandola e danno rami ai condotti.

Secondo la struttura istologica del pancreas è una complessa ghiandola tubulare-alveolare. Il tessuto ghiandolare è costituito da lobi di forma irregolare, le cui cellule producono il succo pancreatico e da un gruppo di cellule speciali di forma arrotondata - le isole di Langerhans, che producono ormoni. Le cellule ghiandolari hanno una forma conica, contengono un nucleo che divide la cellula in due parti: una larga base e una conica apicale. Dopo la secrezione del segreto, la zona apicale diminuisce bruscamente, anche l'intera cellula diminuisce di volume ed è ben delimitata dalle cellule vicine. Quando le cellule sono piene di segreti, i loro confini diventano poco chiari. La ghiandola endocrina costituisce solo l'1% di tutto il tessuto ed è dispersa come isolette separate nel parenchima dell'organo.

Sulla base delle caratteristiche anatomiche del pancreas, si possono trarre le seguenti conclusioni pratiche:

1. Il pancreas è strettamente connesso con gli organi circostanti e, soprattutto, con il duodeno, quindi i processi patologici che si verificano in questi organi causano cambiamenti in esso.

2. A causa della presenza profonda della ghiandola nello spazio retroperitoneale, non è disponibile per l'esame con metodi convenzionali e la diagnosi delle sue malattie è difficile.

Le relazioni complicate tra enzimi, proenzimi, inibitori, ecc., Secrete dalla ghiandola, talvolta fungono da causa di una reazione che non è stata ancora studiata, il che si traduce nell'auto-digestione del tessuto pancreatico e degli organi circostanti, che non è suscettibile di correzione farmacologica.

3. La chirurgia del pancreas è molto difficile a causa del suo stretto contatto con grandi arterie e vene; questo limita le possibilità del trattamento chirurgico e richiede una buona conoscenza dell'anatomia di quest'area da parte dei chirurghi.

pancreas

Il pancreas (pancreas latino) è un organo endocrino di secrezione mista che svolge funzioni digestive e di regolazione dello zucchero nel corpo umano. Filogeneticamente è una delle ghiandole più antiche. Per la prima volta i suoi rudimenti appaiono nelle lamprede, negli anfibi si può già trovare un pancreas multilobato. La formazione separata del corpo è rappresentata negli uccelli e nei rettili. Nell'uomo, è un organo isolato che ha una chiara divisione in segmenti. La sua struttura pancreas umano differisce da quella degli animali.

Struttura anatomica

Il pancreas consiste di tre sezioni: la testa, il corpo, la coda. Non ci sono confini chiari tra reparti, la divisione avviene in base alla posizione delle formazioni vicine rispetto all'organo stesso. Ogni dipartimento è costituito da 3-4 parti, che a loro volta sono divisi in segmenti. Ogni segmento ha il suo dotto escretore, che sfocia in interlobulare. Questi ultimi si uniscono in equità. Insieme, il lobare forma un dotto pancreatico comune.

L'apertura della variante del condotto comune:

  • Nel corso del seguente dotto comune è combinato con il coledoco, formando un dotto biliare comune, aprendo un foro nella parte superiore della papilla duodenale. Questa è l'opzione più frequente.
  • Se il condotto non si unisce con il choledoch, allora si apre con un'apertura separata nella parte superiore della papilla duodenale.
  • I dotti lobari non possono unirsi in un comune dalla nascita, la loro struttura è diversa l'una dall'altra. In questo caso, uno di questi è combinato con il coledoco e il secondo si apre con un'apertura indipendente, chiamata dotto pancreatico accessorio.

Posizione e proiezione sulla superficie del corpo

L'organo si trova retroperitoneale, nella parte superiore dello spazio retroperitoneale. Il pancreas è protetto in modo affidabile da lesioni e altre lesioni, in quanto è coperto di fronte alla parete addominale anteriore e agli organi addominali. E dietro c'è la spina dorsale della colonna vertebrale e potenti muscoli della schiena e della vita.

Sulla parete addominale anteriore il pancreas è proiettato come segue:

  • Testa - nella zona sotto il bordo sinistro;
  • Il corpo è nella regione epigastrica;
  • Coda - nell'ipocondrio destro.

Per determinare dove si trova il pancreas, è sufficiente misurare la distanza tra l'ombelico e la fine dello sterno. La sua massa principale si trova nel mezzo di questa distanza. Il bordo inferiore si trova a 5-6 cm sopra l'ombelico, il bordo superiore a 9-10 cm è ancora più alto.

La conoscenza delle aree di proiezione aiuta il paziente a determinare dove fa male il pancreas. Con la sua infiammazione, il dolore è localizzato principalmente nella regione epigastrica, ma può dare nell'ipocondrio destro e sinistro. Nei casi più gravi, il dolore colpisce l'intero piano superiore della parete addominale anteriore.

skeletopy

La ghiandola si trova al livello della prima vertebra lombare, come se si piegasse attorno ad essa. Possibile posizione alta e bassa del pancreas. Alto - a livello dell'ultima vertebra toracica, basso - a livello della seconda lombare e sotto.

sintopia

Syntopy è la posizione di un organo rispetto ad altre formazioni. La ghiandola si trova nel tessuto retroperitoneale in profondità nell'addome.

A causa delle caratteristiche anatomiche, il pancreas ha una stretta interazione con il duodeno, l'aorta, il dotto biliare comune, la vena cava superiore e inferiore, i cordoni superiori dell'aorta addominale (superiore mesenterico e splenico). Anche il pancreas interagisce con lo stomaco, il rene sinistro e la ghiandola surrenale, la milza.

È importante! Tale stretta vicinanza a molti organi interni crea il rischio di diffondere il processo patologico da un organo all'altro. Quando l'infiammazione di una qualsiasi delle suddette entità, il processo infettivo può diffondersi al pancreas e viceversa.

La testa copre completamente la piega del duodeno, e qui si apre anche il dotto biliare comune. Anteriore alla testa è il colon trasverso adiacente e l'arteria mesenterica superiore. Dietro - vena cava più bassa e vene portali, navi renali.

Una delle cause principali dei sintomi della pancreatite è l'alcol. Buoni risultati nella lotta contro la dipendenza psicologica e le conseguenze del consumo eccessivo di bevande alcoliche mostrano un moderno complesso anti-alcolico naturale:

AlkoStop

Il corpo e la coda davanti sono coperti da uno stomaco. L'aorta e i suoi rami, la vena cava inferiore, il plesso nervoso sono adiacenti. La coda può entrare in contatto con l'arteria mesenterica e splenica, così come con il polo superiore del rene e della ghiandola surrenale. Nella maggior parte dei casi, la coda è coperta da tessuto adiposo da tutti i lati, specialmente nelle persone obese.

Struttura istologica e microscopica

Se si osserva la sezione sotto ingrandimento, è possibile vedere che il tessuto ghiandolare (parenchima) è costituito da due elementi: cellule e stroma (aree del tessuto connettivo). Lo stroma contiene vasi sanguigni e dotti escretori. Comunica tra i lobuli e contribuisce alla conclusione del segreto.

Per quanto riguarda le celle, sono 2 tipi:

  1. Endocrino - secernono ormoni direttamente nei vasi adiacenti, svolgendo una funzione intrasecretoria. Le cellule sono interconnesse in diversi gruppi (isole di Langerhans). Queste isole pancreatiche contengono quattro tipi di cellule, ciascuna delle quali sintetizza il proprio ormone.
  2. Esocrino (secretoria) - sintetizza e secernono enzimi digestivi, svolgendo così funzioni esocrine. All'interno di ogni cellula ci sono granuli riempiti con sostanze biologicamente attive. Le cellule vengono raccolte in acini terminali, ognuno dei quali ha il suo dotto escretore. La loro struttura è tale che in seguito si fondono in un unico condotto comune, la cui sezione terminale si apre in cima alla papilla duodenale.

fisiologia

Quando il cibo entra nella cavità dello stomaco e durante la sua successiva evacuazione nella cavità dell'intestino tenue, il pancreas inizia a secernere attivamente gli enzimi digestivi. Questi metaboliti sono inizialmente prodotti in una forma inattiva, in quanto sono metaboliti attivi che possono digerire i loro stessi tessuti. Una volta nel lume intestinale, vengono attivati, dopodiché inizia lo stadio addominale della digestione del cibo.

Enzimi per la digestione intracavitaria del cibo:

  1. Tripsina.
  2. Chimotripsina.
  3. Carbossipeptidasi.
  4. Elastasi.
  5. Lipasi.
  6. Amilasi.

Dopo che la digestione è completata, i nutrienti digeriti vengono assorbiti nel sangue. Normalmente, in risposta ad un aumento della glicemia, il pancreas risponde immediatamente con una liberazione dell'insulina ormonale.

L'insulina è l'unico ormone che diminuisce lo zucchero nel nostro corpo. Questo è un peptide, la cui struttura è una catena di amminoacidi. L'insulina è prodotta in una forma inattiva. Una volta nel sangue, l'insulina subisce diverse reazioni biochimiche, dopo di che inizia a svolgere attivamente la sua funzione: utilizzare il glucosio e altri zuccheri semplici dal sangue nelle cellule dei tessuti. Con l'infiammazione e altre patologie, la produzione di insulina diminuisce, si verifica uno stato di iperglicemia e successivamente il diabete mellito insulino-dipendente.

Un altro ormone è il glucagone. Il ritmo della sua secrezione è monotono per tutto il giorno. Il glucagone rilascia glucosio da composti complessi, aumentando la glicemia.

Funzioni e ruolo nel metabolismo

Il pancreas è un organo del sistema endocrino, appartenente alle ghiandole della secrezione mista. Svolge funzioni escretorie (produzione di enzimi digestivi nella cavità dell'intestino tenue) e funzioni intrasecretorie (sintesi degli ormoni che regolano lo zucchero nel sangue). Svolge un ruolo importante nel nostro sostentamento, il pancreas si comporta:

  • Funzione digestiva: partecipazione alla digestione del cibo, scissione di sostanze nutritive in composti semplici.
  • Funzione enzimatica: produzione e rilascio di tripsina, chimotripsina, carbossipeptidasi, lipasi, elastasi, amilasi.
  • Funzione ormonale: la continua secrezione di insulina e glucagone nel sangue.

Il ruolo dei singoli enzimi

Tripsina. È assegnato inizialmente sotto forma di un proferimento. Attivato nella cavità dell'intestino tenue. Dopo l'attivazione inizia ad attivare altri enzimi digestivi. La tripsina fende i peptidi agli amminoacidi, stimola la digestione addominale del cibo.

Lipasi. Abbatte i grassi in monomeri di acidi grassi. È secreto sotto forma di pro-enzima, attivato dall'azione della bile e degli acidi biliari. Partecipa all'assimilazione delle vitamine liposolubili. Il livello di lipasi è determinato dall'infiammazione e da altre patologie.

Amilasi. Un marcatore di pancreas danni cellulari, un enzima organo-specifico. Il livello di amilasi è determinato nelle prime ore nel sangue di tutti i pazienti con sospetta infiammazione del pancreas. L'amilasi suddivide i carboidrati complessi in semplici, aiuta nell'assorbimento del glucosio.

Elastasi. Enzima organo-specifico, che indica il danno cellulare. La funzione dell'elastasi è di partecipare alla scomposizione della fibra alimentare e del collagene.

Stop allo sviluppo della pancreatite!
Controlla il flusso di alcol nel corpo con l'aiuto di un unico complesso ALCOBARIER

Infiammazione del pancreas (pancreatite)

Patologia frequente tra la popolazione adulta, in cui è presente una lesione infiammatoria dello stroma e del pancreas parenchima, accompagnata da sintomi clinici severi, dolore e violazione della struttura e delle funzioni dell'organo.

Come fa male il pancreas e altri sintomi di infiammazione caratteristici della pancreatite:

  1. Il dolore di herpes zoster si irradia all'ipocondrio destro o sinistro. Meno comunemente, il dolore occupa l'intero piano superiore della cavità addominale. La natura del fuoco di Sant'Antonio è dovuta alla stretta vicinanza del plesso nervoso mesenterico superiore. A causa della sua struttura, l'irritazione di un singolo sito nervoso porta alla diffusione di un impulso nervoso verso tutte le fibre nervose vicine. Dolore come un cerchio comprime l'addome superiore. Il dolore si verifica dopo un pasto pesante o dopo grassi.
  2. Disturbi dispeptici: nausea, vomito, feci molli (diarrea) con grasso. Ci può essere una diminuzione dell'appetito, gonfiore, brontolio.
  3. Sintomi di intossicazione: mal di testa, debolezza, vertigini. Nel processo acuto si osserva la temperatura corporea subfebrillare. Febbre febbrile per pancreatite non è tipica.

Questi segni sono caratteristici della forma edematosa (iniziale) dell'infiammazione. Con il progredire della malattia, l'infiammazione colpisce parti sempre più profonde del tessuto, che alla fine porta alla necrosi e alla necrosi dei singoli lobi, all'interruzione della struttura e delle funzioni dell'organo. La clinica di un tale stato è luminosa, il paziente ha bisogno di cure mediche immediate. Ciò è dovuto al fatto che il dolore è più pronunciato, il paziente si precipita e non riesce a trovare una posizione comoda per se stesso.

Come identificare l'infiammazione del pancreas

Per rivelare l'una o l'altra patologia del pancreas, compresa l'infiammazione, un sintomo del dolore non è sufficiente. Assegnato al laboratorio e metodi strumentali di esame.

I metodi di laboratorio includono:

  • Un esame del sangue per rilevare i segni di infiammazione e intossicazione. A favore dell'infiammazione si parla dell'accelerazione del tasso di sedimentazione degli eritrociti, dell'aumento del numero dei leucociti, dei cambiamenti qualitativi nella formula dei leucociti.
  • Analisi biochimica del sangue Un aumento delle proteine ​​totali, cambiamenti qualitativi nella composizione proteica del sangue indicano un'infiammazione. Se un contenuto elevato di amilasi e altri enzimi organo-specifici si trova nel sangue, allora possiamo parlare con totale fiducia riguardo al danno e alla distruzione delle cellule ghiandolari.
  • Analisi biochimiche delle urine. Il danno e l'infiammazione della ghiandola sono segnalati dalla comparsa di diastasi (amilasi) nelle urine.
  • Test funzionali che valutano il lavoro del pancreas a livello della secrezione di ormoni ed enzimi.
  • Analisi delle feci per identificare la mescolanza di grassi e saponi non digeriti - steatorrea. Questo è un segno indiretto di infiammazione e disfunzione del pancreas.
  • Esame ecografico della cavità addominale. Un metodo di indagine visiva per valutare la struttura e la struttura del pancreas. Durante l'infiammazione nel parenchima della ghiandola ci saranno cambiamenti nella struttura, che lo specialista sarà in grado di vedere chiaramente anche a occhio nudo.
  • La risonanza magnetica è un metodo di esame a raggi X basato sul contrasto di aree a bassa densità. La RM viene eseguita prima dell'operazione al fine di valutare l'entità della lesione e la struttura dell'organo, la quantità dell'intervento chirurgico.
  • Fibrogastroduodenoscopia (FGDS). Consente di valutare lo stato dello stomaco, il duodeno e la struttura della papilla duodenale. Effettuato anche per diagnosi differenziale e diagnosi più accurate.

Se necessario, può essere eseguita laparoscopia, ERCP, radiografia addominale, MSCT. Questi metodi sono necessari per la diagnosi differenziale e la definizione più accurata dell'eziologia e della diagnosi topica della malattia.

Ruolo endocrino del pancreas

Il ruolo della ghiandola è anche importante nel diabete mellito. Con questa patologia, il livello di produzione di insulina diminuisce, il livello di glucosio nel sangue aumenta. Questo porta alla formazione di emoglobina glicata. In definitiva, nel corpo, tutti i processi di trasporto e metabolici vengono interrotti, l'immunità e le forze protettive vengono ridotte. Per compensare questa condizione può la somministrazione parenterale o enterale dell'insulina esogena, che compensa la mancanza del proprio ormone.

Così, il pancreas, svolgendo importanti funzioni nel nostro corpo, contribuisce alla normale digestione e digestione. Mantiene la glicemia a un livello costante, è coinvolto nei processi metabolici. Con la sua sconfitta si verificano gravi disturbi dell'omeostasi, il livello di salute e di stile di vita diminuisce. Osserva lo stato del pancreas e non lasciare che il corso di eventuali malattie si presenti spontaneamente per evitare spiacevoli conseguenze.