logo

Apparato digerente umano

Il sistema digestivo umano svolge un lavoro complesso. A volte non è affatto associato all'elaborazione e all'assimilazione del cibo. Uno dei componenti è il tratto gastrointestinale (GIT). Può essere rappresentato nella forma del percorso che il cibo passa dopo un pasto. La struttura del tratto gastrointestinale determina per molti aspetti la tendenza del corpo a una particolare patologia.

Una malattia non è sempre un disturbo (anatomico) organico. Un ruolo importante nella comparsa di malattie è giocato dalla disfunzione di diverse parti del tratto intestinale umano. Per scoprire la causa della malattia, è necessario prendere in considerazione le caratteristiche anatomiche e fisiologiche e le connessioni degli organi, il ruolo dei sistemi nervoso e ormonale nella gestione del processo digestivo.

Qual è il sistema digestivo?

Il sistema digestivo svolge le seguenti funzioni principali:

  • motore - schiacciamento, miscelazione e movimento delle masse alimentari lungo il percorso, rimozione delle tossine dal corpo;
  • secretoria - sintesi di enzimi per la trasformazione di noduli alimentari in sostanze che consentono loro di essere assorbiti attraverso la parete intestinale;
  • aspirazione di tutte le sostanze formate come risultato della scissione, solo quelli benefici per il corpo sono selezionati, l'acqua viene assorbita.

Gli scienziati hanno dimostrato un altro, ugualmente importante, tratto digestivo - la produzione di anticorpi per l'immunità locale e le sostanze biologiche attive coinvolte nella difesa sistemica degli esseri umani. Il tratto gastrointestinale, come parte importante della struttura del sistema digestivo, è coinvolto in ciascuno di questi processi. È impossibile determinare che il corpo sia più importante del fegato, del pancreas o dell'intestino. Perché i cambiamenti in qualsiasi parte comportano il fallimento di tutti i componenti del tratto gastrointestinale.

Quali esperti studiano il percorso lavorativo?

La struttura del tratto gastrointestinale umano è studiata dalla scienza dell'anatomia umana. Istologia (studia la struttura dei tessuti al microscopio), citologia (il soggetto principale è la struttura della cellula), fisiologia (rivela i meccanismi del lavoro e le connessioni funzionali degli organi), e altri, sono "scomparsi"

L'emergenza e il decorso dei processi patologici riguardano il campo della patologia e della patfisiologia. Furono queste discipline scientifiche precedentemente sconosciute a costituire la base di tutte le specialità mediche cliniche, che divennero gli antenati di molte direzioni di ricerca in medicina.

Qual è il tratto digestivo e come funziona?

Il tratto gastrointestinale può essere rappresentato schematicamente sotto forma di un "tubo" che inizia nella bocca e finisce nella zona dell'ano. In questa struttura ci sono reparti gastrointestinali, ognuno dei quali è responsabile di determinati compiti. Per capire che tipo di disturbi causano malattie, camminiamo insieme al cibo lungo il percorso e controlliamo quali funzioni del tratto gastrointestinale sono assegnate a ciascun dipartimento.

Cavità orale

Nella cavità orale, il cibo è raggiunto dai denti, che lo schiacciano in piccoli pezzi, la saliva (il segreto delle ghiandole grandi e piccole), la lingua. Gli enzimi della saliva abbattono le sostanze amidacee nei cibi, inumidiscono e facilitano la deglutizione come un liquido. Masticare a lungo può ingannare il centro della fame e causare una sensazione di pienezza, quindi, è raccomandato per i pazienti obesi per combattere l'obesità.

L'assenza di denti in età avanzata, i problemi di protesi complicano significativamente il processo. Di fretta, una persona ingoia pezzi di cibo impreparati per la digestione, che minaccia il fallimento funzionale della fase successiva dello stomaco. I recettori del linguaggio determinano e trasmettono informazioni sulla quantità e sulla composizione degli enzimi che saranno necessari per la digestione.

esofago

Infatti, assicura l'erogazione di massa alimentare nello stomaco dovuta alle contrazioni longitudinali e trasversali dello strato muscolare. L'ulteriore processo è localizzato sotto il diaframma, nell'addome. La violazione dell'atto di deglutizione con anomalie di struttura o infiammazione (acalasia, esofagite) porta a ritardare e ristagnare il nodulo. L'arrivo tardivo del cibo nello stomaco influenza l'attività delle ghiandole del suo guscio interno.

stomaco

Lo stomaco ha una struttura elastica piegata, che gli permette di espandersi in modo significativo. Se necessario, il corpo può contenere fino a 4 litri di liquidi e alimenti. Non tutti i prodotti vengono elaborati in modo altrettanto rapido: il glucosio, l'alcol, i sali e l'acqua vengono prima assorbiti nel sangue. Il succo gastrico agisce sui residui di cibo. Le sostanze attive in esso sono muco, acido cloridrico, enzimi (pepsina, gastrina).

La produzione di succo coinvolto in cellule parietali situate tra l'epiteliale. È prodotto dall'aspetto del cibo, dall'odore. Le spese massime sono contabilizzate per la lavorazione di piatti a base di carne e spezie. I cambiamenti nella forma di atrofia interrompono il funzionamento del corpo.

duodeno

La parte iniziale del tratto intestinale umano è il duodeno. Il suo compito è di ottenere una massa di cibo dal piloro, convertire la reazione acida in alcalina (più adatta per l'intestino) e continuare la scomposizione di proteine ​​e carboidrati. Sostanze minerali, vitamine, liquidi in eccesso vengono assorbiti dal duodeno nel sangue.

In questa fase, il segreto sintetizzato del pancreas e della bile sono collegati al sistema digestivo unendo i dotti attraverso lo sfintere comune di Oddi.

La bile è prodotta da epatociti (cellule epatiche), viene raccolta nella vescica, contiene, oltre all'acqua, acidi grassi, colesterolo e sostanze inorganiche.

La composizione consente di emulsionare componenti grassi del cibo, scomporli in amminoacidi, acidi grassi, vitamine, prevenendo i processi di decomposizione. Attraverso il dotto pancreatico entra nel succo pancreatico, contenente più di 20 enzimi che agiscono su tutti i componenti del cibo. Il processo di digestione finale avviene nei cappi dell'intestino tenue e crasso.

intestini

La lunghezza dell'intestino tenue è fino a 6 m. Oltre all'ulcera duodenale, include il digiuno e l'ileo. Il muro dovrebbe fornire l'assorbimento nei vasi sanguigni delle sostanze desiderate. Per fare questo, è coperto dall'interno da pieghe e piccoli villi. Le grandi molecole non passano attraverso il guscio denso.

Circa 200 specie di batteri vivono nell'intestino. La quantità massima è utile bifidobatteri e lattobacilli. Il resto di quelli condizionatamente patogeni comprende normalmente l'1-2% della struttura. Mantenere la giusta composizione della flora intestinale è molto importante per la digestione. Sono questi microrganismi più piccoli, insieme al succo intestinale, a scomporre i residui di cibo in molecole da assorbire (amminoacidi, polisaccaridi, acidi grassi).

Lo squilibrio della microflora è sensibile agli effetti di vari fattori, dei quali particolare attenzione viene rivolta alle sostanze medicinali (antibiotici). Pertanto, dopo il trattamento del tratto gastrointestinale con agenti antibatterici, è necessario ripristinare il rapporto necessario di batteri.

Tutte le sostanze dall'intestino non entrano nella circolazione sanguigna generale, ma nella vena porta del fegato. Il fatto è che nella forma in cui sono rappresentati nell'intestino, le sostanze chimiche possono causare la morte, poiché formano veleni e tossine. Il fegato disinfetta i veleni in composti non tossici. L'ileo "trasmette" i resti di cibo nell'intestino crasso.

Ha una lunghezza fino a 2 m, anatomicamente diviso nel cieco con processo appendicolare, ascendente, trasversalmente, discendente, sigmoideo, dritto. Il compito di questo dipartimento è la formazione di masse fecali, il completamento dell'assorbimento di acqua, il rilascio di tutte le tossine accumulate dal corpo. Le cellule secernono muco. I batteri viventi aiutano a distruggere un'infezione aliena, a mantenere l'immunità.

La funzione di pulizia intestinale dipende dal lavoro dei muscoli. I loro movimenti peristaltici permettono di trasportare le feci nell'area dello sfintere dell'ano e sono responsabili dell'atto di defecazione. I tagli dipendono dall'interazione con i rami del sistema nervoso parasimpatico, una produzione sufficiente di acetilcolina mediatore.

L'atonia intestinale è un problema serio di disturbi post-operatori e senili. Il ristagno di tossine provoca l'intossicazione del corpo, l'umore allergico. Queste importanti divisioni sono interconnesse da un singolo processo digestivo. Cambiamenti patologici in uno dei livelli portano a disfunzioni dell'intero tratto gastrointestinale.

Cosa significano le malattie funzionali?

Le sezioni del tratto gastrointestinale non funzionano isolatamente "da sole". Sono collegati dal controllo del sistema nervoso e degli organi endocrini che rilasciano ormoni. Inoltre, le sostanze sintetizzate dalle cellule dello stomaco (gastrina, secretina) e il pancreas hanno attività ormonale. Nella cavità orale, ci sono terminazioni di fibre nervose che trasmettono informazioni al centro sulla quantità e la qualità del cibo che è arrivato.

Pertanto, sui segnali di ritorno, lo stomaco e l'intestino sono preparati in anticipo. Ad esempio, un "ordine si sta formando" per il volume di bile e succo pancreatico necessari per la digestione nel duodeno. La funzione contrattile, che spinge il nodulo di cibo al livello successivo, è regolata dall'innervazione, il più delle volte sono coinvolti i nervi vaganti e simpatici. Loro "si preoccupano" della forza sufficiente dell'onda della peristalsi, alternativamente o simultaneamente riducendo i muscoli longitudinali e circolari.

Un ruolo importante appartiene al corretto lavoro degli sfinteri. Si tratta di vasi muscolari situati sul bordo dell'esofago e dello stomaco, dello stomaco e del duodeno. All'interno del duodeno, il ruolo del sapus è eseguito dallo sfintere di Oddi. Permette il succo pancreatico e la bile dai dotti di alimentazione nell'intestino tenue. Quando si passa al cieco, la piega della mucosa agisce come una valvola.

Funziona solo se l'intestino si trova ad un certo angolo fino alla fine dell'intestino tenue. Potenti sfinteri sigmoidi consentono di accumulare masse fecali, portarle nella fiala rettale per l'atto di defecazione. Le malattie funzionali sono malattie che sono sorte a causa della mancata corrispondenza tra le informazioni del segnale e gli ordini dai centri cerebrali.

In relazione ad attività contrattile compromessa, c'è ristagno del contenuto nello stomaco, nell'esofago, nell'intestino. Oppure, al contrario, riduzioni eccessive rimuovono i residui non digeriti, non permettono di assorbire i nutrienti e le vitamine. Tali disturbi sono chiamati discinesie. Il fallimento della compressione e del rilassamento degli sfinteri provoca contrazioni muscolari spastiche, espansione della parte sovrastante del tratto gastrointestinale, produzione insufficiente di enzimi, ristagno con il rischio di attaccare un'infezione.

Le malattie funzionali più comuni si verificano sotto l'influenza di situazioni stressanti, duro lavoro, alternando gap affamati e sovraccarico del sistema digestivo, prendendo alcol e droghe. Se le misure non vengono prese in questa fase, la patologia diventa organica, accompagnata da cambiamenti anatomici nella struttura degli organi, e a livello cellulare, deviazioni grossolane di composizione e struttura. Ad esempio, la metaplasia epiteliale è la trasformazione delle cellule dello stomaco in cellule intestinali durante la gastrite.

Come funziona l'anatomia del tratto gastrointestinale umano nelle malattie?

Disturbi anatomici possono essere identificati in vivo usando moderni metodi diagnostici. L'uso di studi a raggi X, ultrasuoni e tecniche endoscopiche ha permesso di determinare non solo il tipo di cambiamenti, ma anche lo stadio del processo, il grado di danno.

La diagnostica a raggi X si basa sulle leggi e gli standard dell'anatomia a raggi X. Il radiologo può determinare la posizione e i confini degli organi del tratto digerente confrontando con lo scheletro umano, muscoli grandi. Questa parte del corpo è sempre ben contrastata sullo schermo. Pertanto, la localizzazione è considerata in relazione alle vertebre, al diaframma, alle costole.

Ad esempio, per lo stomaco, la proiezione normale del punto superiore a sinistra delle vertebre è 0,5-2,5 cm sotto la cupola del diaframma, il reparto pilorico si trova nella zona della prima seconda vertebra lombare, qui è la transizione al duodeno. Nei bambini, è più alto. Nell'esofago ci sono 9 segmenti. L'immagine più rivelatrice in contrasto con una soluzione di bario.

Lei permette di giudicare:

  • circa il lume della cavità interna (i cambiamenti si trovano in tumori, diverticoli);
  • spostamento relativo alla normale localizzazione (gastroptosi, ernia diaframmatica, compressione da parte di una formazione simile a un tumore degli organi vicini);
  • violazione della direzione e del numero di pieghe (lisciante probabile per la gastrite atrofica);
  • cambiamento del contorno (sintomo "di nicchia" con ulcera peptica).

Nella diagnostica a raggi X, le immagini vengono prese con un'angolazione diversa, il paziente viene esaminato in posizione verticale, orizzontale, al gomito del ginocchio. L'aria nell'intestino interferisce con la procedura, quindi una persona deve essere preparata (dieta, pulizia dei clisteri). L'irrigoscopia viene utilizzata per contrastare l'intestino: riempimento con bario attraverso un clistere seguito da una serie di colpi.

Ultrasuoni: una tecnica basata sulla proprietà del riflesso di un'onda sonora proveniente da diversi tessuti. Poiché lo stomaco e l'intestino sono organi cavi, non viene utilizzato nella diagnosi. Varie tecniche endoscopiche (fibrogastroscopia, esofagogastroduodenoscopia, colonscopia) consentono di ispezionare visivamente le aree sospette del tratto gastrointestinale. I dispositivi più moderni visualizzano un'immagine sul monitor e offrono l'opportunità di registrare la procedura, scattare foto.

Il metodo è indispensabile per identificare le prime fasi del cancro, determinando la forma dell'infiammazione, cercando la fonte di sanguinamento. Negli ultimi anni, i miglioramenti hanno reso possibile con l'aiuto dell'endoscopia effettuare alcune operazioni chirurgiche, di prendere un biomateriale per l'esame istologico.

L'anatomia del tratto gastrointestinale comprende sezioni obbligatorie sul rifornimento di sangue e innervazione. I chirurghi devono sapere come passare vasi e nervi essenziali per sviluppare tecniche chirurgiche adeguate e prevenire complicazioni durante l'operazione. Il lavoro dello stomaco e dell'intestino fornisce organi ghiandolari (fegato, pancreas), cistifellea. Insieme, costituiscono un sistema digestivo completo.

Anatomia del tratto gastrointestinale umano

L'attività umana dipende dall'energia che entra nel corpo dal tratto gastrointestinale. Questo è il sistema più importante costituito da molti dipartimenti e organi cavi, e l'interruzione del suo lavoro porta a seri problemi di salute. Come funziona il tratto gastrointestinale umano e quali sono le caratteristiche delle sue attività?

Funzioni del sistema gastrointestinale

Il tratto gastrointestinale ha molte funzioni che sono associate con l'assorbimento e la digestione del cibo, così come il ritiro dei suoi residui all'esterno.

Questi includono:

  • macinando il cibo, promuovendolo attraverso le sezioni iniziali del sistema, spostandolo lungo il tubo esofageo verso altri reparti;
  • produzione di sostanze necessarie per la normale digestione (saliva, acidi, bile);
  • trasporto di sostanze benefiche, che si formano come risultato della scissione di prodotti alimentari, nel sistema circolatorio;
  • rimozione dal corpo di tossine, composti chimici e scorie che entrano nel corpo con cibo, farmaci, ecc.

Inoltre, alcune sezioni del tratto gastrointestinale (in particolare, lo stomaco e l'intestino) sono coinvolte nella protezione del corpo dai patogeni - emettono sostanze speciali che distruggono batteri e microbi e fungono anche da fonte di batteri benefici.

Dal momento in cui il cibo viene consumato e fino a quando il residuo non digerito viene tolto, ci vogliono circa 24-48 ore, e durante questo tempo riesce a superare 6-10 metri del percorso, a seconda dell'età della persona e delle caratteristiche del suo corpo. In questo caso, ciascuno dei reparti svolge la sua funzione e allo stesso tempo interagisce strettamente tra loro, garantendo in tal modo il normale funzionamento del sistema.

I dipartimenti principali del tubo digerente

I reparti più importanti per la digestione degli alimenti includono la cavità orale, l'esofago, la cavità gastrica e l'intestino. Inoltre, un certo ruolo in questi processi è svolto dal fegato, dal pancreas e da altri organi che producono sostanze ed enzimi speciali che contribuiscono alla disgregazione del cibo.

Cavità orale

Tutti i processi che si verificano nel tratto digestivo, hanno origine nella cavità orale. Dopo essere entrato in bocca, viene masticato e i processi nervosi presenti sulla membrana mucosa trasmettono segnali al cervello, grazie ai quali una persona distingue il gusto e la temperatura del cibo e le ghiandole salivari iniziano a funzionare vigorosamente. La maggior parte delle papille gustative (papille) sono localizzate nella lingua: i capezzoli sulla punta riconoscono il sapore dolce, i recettori della radice percepiscono il gusto amaro e le parti centrale e laterale percepiscono il gusto acido. Il cibo si mescola con la saliva e si divide parzialmente, dopo di che si forma un nodulo di cibo.

Anatomia della cavità orale umana

Alla fine del processo di formazione del nodulo, i muscoli della faringe entrano in movimento, a seguito del quale entra nell'esofago. La faringe è un organo mobile cavo costituito da tessuto connettivo e muscoli. La sua struttura non solo contribuisce al progresso del cibo, ma impedisce anche il suo ingresso nel tratto respiratorio.

esofago

Una cavità elastica morbida di forma allungata, la cui lunghezza è di circa 25 cm. Collega la gola allo stomaco e passa attraverso la parte cervicale, toracica e parzialmente attraverso la sezione addominale. Le pareti dell'esofago sono in grado di allungarsi e contrarsi, il che garantisce una spinta senza ostacoli del grumo di cibo attraverso il tubo. Per facilitare questo processo, è importante masticare bene i cibi: per questo, acquisisce una consistenza semi-liquida e rapidamente entra nello stomaco. La massa liquida passa l'esofago in circa 0,5-1,5 secondi e per i cibi solidi ci vogliono circa 6-7 secondi.

stomaco

Lo stomaco è uno degli organi principali del tratto gastrointestinale, che è destinato a digerire i grumi di cibo che sono caduti in esso. Ha l'aspetto di una cavità leggermente allungata, la lunghezza è di 20-25 cm e la capacità è di circa 3 litri. Lo stomaco si trova sotto il diaframma nell'addome epigastrico e la sezione di uscita è fusa con il duodeno. Direttamente nel punto in cui lo stomaco passa nell'intestino, vi è un anello muscolare chiamato sfintere, che si restringe trasportando il cibo da un organo all'altro, impedendogli di tornare nella cavità dello stomaco.

La peculiarità della struttura dello stomaco è l'assenza di fissazione stabile (è attaccata solo all'esofago e al duodeno), per cui il suo volume e la sua forma possono variare a seconda della quantità di cibo mangiato, dello stato dei muscoli, degli organi vicini e di altri fattori.

Nei tessuti dello stomaco sono ghiandole speciali che producono un fluido speciale - succo gastrico. È costituito da acido cloridrico e una sostanza chiamata pepsina. Sono responsabili per l'elaborazione e la divisione del cibo che proviene dall'esofago al corpo. Nella cavità gastrica, i processi di digestione dei prodotti alimentari non sono attivi come in altre parti del tratto gastrointestinale - il cibo viene miscelato in una massa omogenea e, a causa dell'azione degli enzimi, si trasforma in un nodulo semi-liquido, che viene chiamato chimo.

Dopo che tutti i processi di fermentazione e macinazione del cibo sono stati completati, il chimo è spinto nel piloro e da lì entra nella regione intestinale. Nella parte dello stomaco dove si trova il guardiano, ci sono diverse ghiandole che producono sostanze bioattive - alcune di esse stimolano l'attività locomotoria dello stomaco, altre influenzano la fermentazione, cioè la attivano o la riducono.

Anatomia dello stomaco: afflusso di sangue

intestini

L'intestino è la parte più grande del sistema digestivo e allo stesso tempo uno dei più grandi organi del corpo umano. La sua lunghezza può arrivare da 4 a 8 metri a seconda dell'età e delle caratteristiche individuali del corpo umano. Si trova nella regione addominale e svolge diverse funzioni contemporaneamente: la digestione finale del cibo, l'assorbimento dei nutrienti e la rimozione dei residui non digeriti.

Il corpo consiste di diversi tipi di intestini, ognuno dei quali svolge una funzione speciale. Per la normale digestione, è necessario che tutti i reparti e le parti dell'intestino interagiscano tra loro, quindi non ci sono partizioni tra di loro.

Per l'assorbimento delle sostanze essenziali per il corpo, che si verifica nell'intestino, i villi sono responsabili, coprendo la loro superficie interna - abbattono vitamine, grassi di processo e carboidrati. Inoltre, l'intestino svolge un ruolo importante nella normale funzione del sistema immunitario. Esistono batteri utili che distruggono i microrganismi estranei e le spore fungine. Nell'intestino di una persona sana, il numero di batteri benefici è maggiore di quello delle spore di funghi, ma quando si verificano malfunzionamenti, iniziano a moltiplicarsi, il che porta a varie malattie.

L'intestino è diviso in due parti: una sezione sottile e spessa. Non esiste una chiara divisione del corpo in parti, ma esistono ancora alcune differenze anatomiche tra di esse. Il diametro degli intestini della sezione spessa è in media 4-9 cm, e quello sottile - da 2 a 4 cm, il primo ha una tonalità rosa, e il secondo è grigio chiaro. La muscolatura della sezione sottile è liscia e longitudinale, e nel denso presenta rigonfiamenti e scanalature. Inoltre, vi sono alcune differenze funzionali tra di loro: i nutrienti essenziali vengono assorbiti nell'intestino tenue, mentre nell'intestino crasso si verificano la formazione e l'accumulo di feci, nonché la scissione delle vitamine liposolubili.

Colon Anatomy

Intestino tenue

L'intestino tenue è la sezione più lunga dell'organo che va dallo stomaco all'intestino crasso. Svolge diverse funzioni - in particolare, è responsabile dei processi di scissione della fibra alimentare, della produzione di numerosi enzimi e ormoni, dell'assorbimento di sostanze benefiche e consiste di tre parti: il duodeno, il digiuno e l'ileo.

La struttura di ciascuno di essi, a sua volta, include i muscoli lisci, connettivi ed epiteliali, che si trovano in diversi strati. La superficie interna è rivestita di villi che favoriscono l'assorbimento degli oligoelementi.

Anatomia umana: gastrointestinale

Una persona vive consumando energia dal cibo, che assorbe a causa della presenza di un sistema così importante come il tratto gastrointestinale. In realtà, questo sistema è costituito da organi cavi - tubi che hanno nomi diversi, ma fondamentalmente di struttura leggermente diversa, che svolgono una funzione molto importante per il corpo umano - la digestione e l'assorbimento di sostanze nutritive, nonché l'evacuazione di detriti alimentari non digeriti.

Funzioni principali

Il corpo umano è un sistema complesso costituito da molti dipartimenti. Ogni dipartimento svolge la sua funzione e la sua minima violazione porta al fallimento dell'intero organismo. Il tratto gastrointestinale ha funzioni di soia:

  1. Motore - miscelazione meccanica del cibo, deglutizione, promozione attraverso tutti i reparti, evacuazione e rimozione di residui alimentari non digeriti.
  2. Segreteria - diversi organi del tratto gastrointestinale producono secrezioni digestive (saliva, succo gastrico, bile, succo pancreatico), che sono coinvolti nel processo digestivo.
  3. La funzione di assorbimento è il trasporto di vitamine, minerali, amminoacidi, monosaccaridi, che si formano come risultato della scomposizione del cibo dal lume intestinale nel sangue e nella linfa.
  4. Excretory - rimuove dal corpo umano sostanze tossiche, composti chimici e farmaci che entrano nel tubo digerente dal sangue.

Tutte le funzioni sono interconnesse l'una con l'altra, senza farne una, il normale funzionamento dell'intero tratto gastrointestinale è impossibile.

È necessario distinguere direttamente il tratto gastrointestinale dall'intero sistema digestivo, quest'ultimo include inoltre organi che sono coinvolti nel processo digestivo in un modo o nell'altro (ghiandole salivari, fegato, cistifellea, pancreas).

Come sono sistemate le cose

La struttura del tratto gastrointestinale di una persona in una foto appare sempre come un diagramma verticale: le diverse parti del tubo digestivo comune si susseguono - questi sono gli organi del tratto gastrointestinale. Ognuno di loro svolge la propria funzione unica, in assenza del normale funzionamento di uno, in linea di principio, il processo di digestione non può aver luogo in pieno. Il fallimento in una fase separata porterà a violazioni di tutte le altre parti del processo.

La struttura muraria del tubo digerente in tutte le parti del tratto gastrointestinale umano è la stessa. Il primo strato interno è la mucosa, nell'intestino presenta molti escrescenze villose e parti di tessuto linfoide in cui sono prodotte cellule coinvolte nella difesa immunitaria. Segue un sottomesso strato di tessuto connettivo allentato, in cui si trovano vasi sanguigni, fibre nervose, linfonodi, grappoli di ghiandole che producono muco, quindi lo strato muscolare e la guaina esterna (peritoneo), che protegge dai danni. Tutti gli organi del tratto gastrointestinale sono cavi, cioè si aprono l'uno nell'altro, formando un singolo tubo digerente.

I dipartimenti principali del tubo digerente

Il tratto gastrointestinale umano può essere paragonato a una pianta per trasformare i prodotti in sostanze utili per fornire all'organismo energia e materiale per costruire le cellule. Il tratto gastrointestinale è costituito dai seguenti reparti:

  1. L'intestino tenue - ha una struttura difficile, consiste nelle seguenti sezioni:
  2. Lo stomaco - nella foto sembra una bottiglia, il cui collo si chiude (sfintere esofageo inferiore) quando il cibo cade dall'esofago qui. Qui il nodulo alimentare è da 2 a 3 ore, riscaldato, inumidito, trasformato con succo gastrico contenente acido cloridrico (uccide gli organismi patogeni) e la pepsina, che inizia il processo di disgregazione proteica.
  3. L'esofago - qui il cibo proviene dalla faringe, a causa della muscolatura liscia, viene spinto con successo attraverso di esso, idratandolo lungo la strada, direttamente nello stomaco.
  4. La faringe si trova alla giunzione del tratto gastrointestinale e respiratorio, quando il cibo passa attraverso di essa, l'epiglottide blocca l'ingresso alla laringe e alla trachea in modo che una persona non soffochi.
  5. Cavità orale - l'intera struttura inizia con esso. Il cibo viene inizialmente qui, è sottoposto a trattamento meccanico, si mescola con la saliva, il processo di digestione inizia con la scomposizione dei carboidrati da parte dell'enzima amilasi, quindi il grumo di cibo entra nella faringe.
    1. il duodeno è lungo circa 30 cm (qui, sotto l'azione del succo pancreatico e della bile, entrando attraverso i corrispondenti dotti dal pancreas e dalla cistifellea, la digestione delle proteine ​​continua, avviene la scomposizione dei grassi e dei carboidrati);
    2. digiuno - lungo circa due metri, in questa sezione c'è un gran numero di villi, attraverso i quali avviene il principale assorbimento nel sangue di tutte le sostanze utili;
    3. l'ileo si trova nella parte destra dell'addome, dove termina la scissione dell'idrolisi e l'assorbimento degli ingredienti alimentari.
  6. L'intestino crasso è la parte terminale del tratto gastrointestinale umano, la sua lunghezza è di circa un metro e mezzo. Comprende anche tre parti: il cieco (con appendice appendice), il colon (ascendente, trasversale, discendente, sigmoideo) e il retto, che termina con l'ano. Circa due litri di contenuto liquido vengono qui.

Gli esperti parlano di come funziona il tratto gastrointestinale:

La funzione principale di questa sezione del tratto gastrointestinale è l'assorbimento di acqua ed elettroliti, la formazione delle feci finali da residui non digeriti ed escrezione. Le masse fecali vengono prima raccolte e accumulate nel retto, trattenute dallo sfintere. Quando la sezione della fiala viene allungata, viene inviato un segnale al cervello, lo sfintere si rilassa e il contenuto del retto viene espulso attraverso l'ano (ano).

Il tratto gastrointestinale è strettamente interconnesso nel corpo umano con altri organi e sistemi, quindi le malattie di alcuni inevitabilmente influenzano lo stato degli altri, causando risposte e malfunzionamenti.

Non c'è da meravigliarsi se dicono che i medici trattano non una malattia, ma la persona nel suo insieme. Un tratto digestivo sano non causerà mai lo sviluppo di emorroidi, il che faciliterà notevolmente la diagnosi e il trattamento della malattia.

La struttura del tratto gastrointestinale: caratteristiche anatomiche

Come parte del tratto gastrointestinale (GIT) sono gli organi responsabili per l'elaborazione meccanica e chimica del cibo. La struttura unica del tratto gastrointestinale e il funzionamento armonioso di tutti i suoi reparti consentono all'organismo di estrarre componenti utili dal cibo, di assorbire le sostanze necessarie nella linfa e nel sangue e di rimuovere i resti attraverso l'ano.

Come funziona il sistema digestivo

Ha una struttura complessa. Ogni organo in un corpo sano funziona in una determinata sequenza, senza guasti, che garantisce un'elaborazione di alta qualità del cibo e del benessere di una persona. Ciò è dovuto alla struttura caratteristica degli elementi e delle funzioni eseguite.

Il sistema digestivo è rappresentato dai seguenti organi:

  • ghiandole salivari;
  • il fegato;
  • cistifellea;
  • pancreas;
  • stomaco e altre parti del tubo digerente.

Le ghiandole salivari si trovano nella cavità orale. La loro struttura consente di produrre una certa quantità di secrezione necessaria per la normale formazione del nodulo di cibo e il suo ulteriore movimento. Il fegato è una sorta di filtro, aiuta a rilasciare sostanze nutritive ed eliminare le tossine dal corpo. La cistifellea produce la bile, che è direttamente coinvolta nel processo digestivo. Lo stomaco è responsabile dell'elaborazione del cibo in entrata e del suo ulteriore movimento verso l'intestino. Il pancreas secerne specifici enzimi coinvolti nel processo di demolizione.

Ciascuno degli elementi presentati della struttura digestiva svolge il suo specifico lavoro ed è responsabile del normale movimento, divisione e elaborazione dei prodotti ricevuti. Senza il normale funzionamento del sistema digestivo è difficile immaginare la vita di una persona.

Funzioni generali del tratto gastrointestinale e dei suoi reparti

Il ruolo di ciascuna parte della struttura gastrointestinale è importante. La distruzione della salute di uno degli organi influenza l'intero processo di digestione. I suoi fallimenti, a loro volta, peggiorano il benessere generale di una persona.

Funzioni del tratto gastrointestinale

Il tratto gastrointestinale è diviso in otto parti principali con una struttura unica. Il passaggio del cibo è effettuato nelle seguenti sezioni.

  1. Cavità orale
  2. Faringe.
  3. L'esofago.
  4. Lo stomaco
  5. Intestino tenue
  6. Intestino crasso
  7. Il retto
  8. Buco anale

Tutti gli organi del tubo digerente - cavo. Costantemente collegati tra loro, costituiscono un unico canale digestivo.

Funzioni degli organi di GTK

Bocca e gola

Considerare in dettaglio gli organi del tratto gastrointestinale. Il punto più alto e il punto di partenza del tratto gastrointestinale è la bocca. La sua struttura è rappresentata dalle labbra, dal palato duro e morbido, dalla lingua e dalle guance. La cavità orale è responsabile della produzione della quantità necessaria di saliva, che permetterà al cibo di essere miscelato meccanicamente e spostarlo senza impedimenti alla faringe e all'esofago. A causa della sua struttura, la cavità orale è in stretto contatto con la faringe attraverso l'istmo della gola. La sua parte interna è coperta da una membrana mucosa, la cui superficie è punteggiata da molteplici dotti delle ghiandole salivari. Il palato molle si distingue per i muscoli coinvolti nel processo di deglutizione.

La lingua è un organo mobile basato sul tessuto muscolare. I suoi compiti principali sono la masticazione del cibo, il processo di deglutizione e succhiamento. Il linguaggio è caratterizzato dalle seguenti divisioni: corpo, punta, radice e schiena. La sua parte superiore è rappresentata da una membrana mucosa punteggiata di terminazioni nervose. Collettivamente, questi recettori sono responsabili del riconoscimento del gusto del cibo. La punta della lingua determina il sapore dolce, la radice - amaro, il medio e le parti laterali - aspro. La parte superiore della lingua è adiacente alla gomma attraverso una speciale briglia. Le ghiandole salivari si trovano sulla sua superficie.

La faringe è rappresentata da un tubo lungo 15 cm, che collega la cavità orale all'esofago. Consiste di tre divisioni principali: il rinofaringe, l'orofaringe e la parte laringea. A causa della sua struttura, è responsabile della deglutizione e dell'ulteriore spostamento del cibo.

Esofago e stomaco

Questo reparto è la principale via di trasporto del cibo dal cavo orale allo stomaco. Si tratta di un tubo elastico morbido, la cui lunghezza è di 25 cm. Una caratteristica distintiva dell'esofago è la capacità di allungare e adattarsi alle dimensioni del pezzo di cibo che passa. Quindi il corpo viene ridotto e ritorna nella sua posizione originale.

Grazie alla masticazione attenta e ad una quantità sufficiente di saliva, la massa di cibo si sposta rapidamente dall'esofago allo stomaco. Il tempo di movimento del cibo non supera i 7 secondi. La struttura dell'estremità inferiore del corpo è rappresentata dallo sfintere o costrittore. Si "chiude" dopo aver ingoiato il cibo, impedendo così che il contenuto acido dello stomaco venga rigettato nell'esofago.

Lo stomaco è localizzato nella parte superiore del peritoneo. Il suo volume è di 500 ml. Sotto l'influenza dell'assunzione di cibo eccessivo, lo stomaco è in grado di allungare. In condizioni normali, il volume aumenta fino a un litro. Questo è un organo importante del tratto gastrointestinale, che prende tutto il cibo proveniente dalla faringe. La speciale struttura dello stomaco gli consente di produrre succo gastrico e componenti aggiuntivi che sono attivamente coinvolti nella lavorazione dei prodotti.

È interessante notare che tutto il cibo arriva in un mezzo alcalino debole, e dopo un breve periodo di tempo si adatta a quello acido. Ciò è dovuto all'ambiente acido dello stomaco stesso e alla sua struttura unica. Il corpo contiene molti enzimi, tra cui gelatinasi, amilasi e lipasi. Sono responsabili della rottura di oli di collagene, gelatina e tributarin.

La divisione del cibo nello stomaco dura circa due ore.

Intestino tenue e crasso

L'assorbimento dei nutrienti viene effettuato esclusivamente qui, in questa parte del tratto gastrointestinale. L'intestino tenue è responsabile del principale processo di digestione. È rappresentato da diverse sezioni: il duodeno, il digiuno e l'ileo. Tutte le parti hanno una disposizione coerente. La speciale struttura consente di spostare liberamente il cibo avanzato lungo il tratto digestivo.

L'anatomia del grande tratto intestinale è complessa. Contiene: cieco, colon, colon ascendente, colon trasverso, colon discendente e colon sigmoideo. Sono responsabili del processo di assorbimento di componenti liquidi e utili. La funzione principale è la formazione di feci dai resti del cibo in arrivo, che è fornito dalla struttura del corpo.

Retto e ano

La lunghezza di questo intestino è di 18 cm. È un dispositivo di commutazione complesso. La sua struttura: i muscoli del diaframma del bacino e lo sfintere dell'ano. Sopra questa parte del tratto gastrointestinale si trova un'ampolla, contiene feci, sotto il cui peso si espandono le pareti del dipartimento. Questo processo dà l'impulso di svuotare. In assenza di patologie e malattie del tratto gastrointestinale, la fiala deve essere vuota. Sotto l'influenza di fattori provocatori, cioè di cibo malsano, è costantemente intasato, il che provoca avvelenamento da veleni e tossine. Con una corretta attività del tratto gastrointestinale, le masse fecali vengono espulse regolarmente dal corpo attraverso l'ano.

Disturbi nel tratto gastrointestinale di una persona portano a un trattamento improprio di cibo e avvelenamento da tossine. Normalizzare il funzionamento di tutti i reparti aiuterà un ritmo moderato di vita e una corretta alimentazione.

La struttura del tratto gastrointestinale dell'uomo

Paradossalmente, le persone spesso capiscono il design delle macchine su cui guidano, i computer dietro cui lavorano, senza conoscere affatto la struttura dei loro corpi. Se qualcosa "si rompe" in esso, ma allo stesso tempo, è ancora possibile almeno camminare, lavorare, mangiare e bere, spesso queste discrepanze non sono enfatizzate, e nei casi più gravi è sempre possibile contattare il "servizio", contattare uno specialista. Ma spesso, una persona non sa nemmeno cosa, perché non riesce a identificare cosa si trova esattamente nel posto dove fa male. La maggior parte delle congetture sono causate dalla struttura del tratto gastrointestinale umano e quindi una breve visione della loro anatomia è utile a tutti.

Il tratto digestivo umano è piuttosto lungo, in media 10 m. Il processo di digestione inizia in bocca, dove il cibo viene schiacciato meccanicamente e sottoposto al primo trattamento con enzimi digestivi della saliva. In bocca, solo l'amido è scomposto dall'azione di alfa-amilasi. Poi la pappa di cibo si riversa nell'esofago, che fornisce la funzione principale - peristaltica, e solo grazie alle sue contrazioni ondulate il cibo arriva nello stomaco, indipendentemente dalla posizione che una persona mangia.

Lo stomaco è l'organo principale per la lavorazione del cibo. Con un volume di circa 500 ml nello stato vuoto, si trova nella parte superiore della cavità addominale con un leggero spostamento verso sinistra. L'ambiente acido dello stomaco disinfetta i microbi negli alimenti e, insieme agli enzimi, la pepsina e la gelatinasi si separano dal componente proteico e dai collageni animali. Il succo gastrico contiene anche una sostanza con cui avviene l'assorbimento della vitamina B12, che è responsabile della funzione ematopoietica, dell'immunità e del supporto del sistema nervoso.

Dopo 2-4 ore, il cibo trasformato nello stomaco viene inviato all'intestino, che è diviso in sottili e spessi. Il primo sulla strada per il cibo è sottile, con così tante pieghe che se viene raddrizzato, la sua superficie raggiungerà i 250 metri quadrati. m. In esso, il nodulo di cibo viene ritardato in media per altre 4 ore.

L'intestino tenue ha tre sezioni:

  • Il duodeno, avente una lunghezza di circa 22-30 cm, in cui scorrono il dotto biliare e i dotti pancreatici;
  • digiuno;
  • L'ileo, in sostanza, è una continuazione del digiuno e simile esternamente.

Di grande importanza è il duodeno, che controlla le funzioni secretorie, motorie e di evacuazione del tratto. Proprio accanto ad esso è un numero di organi vitali.

A destra nello spazio sottocostale c'è il fegato, senza il quale non vi sono processi metabolici nel corpo. Il fegato svolge diverse centinaia di funzioni, la più importante delle quali produce la bile, mantenendo livelli di glucosio nel sangue, tossici e alcol disintossicanti, sintetizzando il pigmento bilirubina biliare, immagazzinando grasso, proteine ​​e vitamine, trasformando la vitamina D nella sua forma attiva e distruggendo gli ormoni. La bile prodotta dal fegato viene pompata nella cistifellea attraverso il canale del dotto epatico, dove viene concentrata e conservata fino a quando il cibo raggiunge il duodeno. Non appena ciò accade, l'intestino produce una speciale secrezione di ormoni, che provoca una contrazione della cistifellea, che spinge la porzione necessaria di bile nell'intestino.

Il pancreas ha preso il nome dalla sua posizione sotto lo stomaco, cioè sulla parete addominale posteriore, andando nell'ipocondrio sinistro. Produce gli ormoni insulina e glucagone, fornendo il metabolismo del glucosio. Oltre a questo, il ferro produce succo pancreatico con enzimi digestivi, che proviene dal duodeno attraverso il dotto pancreatico.

Dopo aver attraversato l'intestino tenue, il cibo perde le sue sostanze nutritive e parte dell'umidità, e in questo stato trasformato e liquefatto entra nell'intestino crasso. L'intestino crasso è lungo 1-2 metri ed è diviso in sezioni:

  • il cieco fino a 13 cm di lunghezza, che ha la ben nota appendice - appendice;
  • il colon è la parte più lunga dell'intestino crasso, che ha diversi componenti: il colon ascendente, trasversale, discendente e sigmoideo;
  • retto, che termina con il canale anale e l'ano.

Nell'intestino crasso, il processo digestivo continua. In questa fase vengono assorbiti acqua, zuccheri e proteine ​​coagulate. Il colon è popolato da centinaia di batteri intestinali. Il loro ruolo non è limitato solo alla trasformazione del cibo - quando si verifica una disbatteriosi carente, a causa della quale l'attività vitale dell'intero organismo viene interrotta.

Il ruolo principale del colon è avvolgere il cibo digerito con il muco e spingerlo verso il retto - un apparato piuttosto complesso che utilizza l'abilità di chiusura dei muscoli del diaframma pelvico e dell'ano. Sopra lo sfintere, il retto si espande, formando una cosiddetta fiala, e non appena si riempie di feci, la persona sente l'impulso di defecare. Normalmente, questa parte dovrebbe sempre essere svuotata, la stagnazione non è accettabile. Tuttavia, a causa di un'alimentazione poco salutare e di una bassa attività motoria, le masse si accumulano, mettendo sotto pressione gli organi pelvici e avvelenando il corpo con tossine che filtrano nella vena cava e andando direttamente nell'atrio - ecco perché la prevenzione della costipazione è così importante per la salute.

Conoscendo la struttura del tratto gastrointestinale umano, è possibile, nelle primissime fasi, diagnosticare in modo indipendente le violazioni nel suo lavoro e agire immediatamente per prevenire malattie più gravi. Il meccanismo di nutrizione dell'organismo, attentamente studiato per natura, ha bisogno di cure costanti per stare costantemente a guardia della salute e dell'attività di una persona.

Anatomia del tratto gastrointestinale (GIT)

Il sistema digestivo è un sistema di organi umani costituito dal tratto digestivo o gastrointestinale (GIT), fegato e pancreas, progettato per elaborare il cibo, estrarre nutrienti da esso, assorbirli nel sangue ed espellere i residui non digeriti dal corpo.

Anatomia del tratto gastrointestinale (GI)

Passa in media tra le 24 e le 48 ore tra l'assorbimento del cibo e l'eruzione di residui non digeriti dal corpo. La distanza che il nodulo del cibo supera durante questo periodo, muovendosi lungo il tratto digestivo, varia da 6 a 8 metri, a seconda delle caratteristiche individuali di una persona.

Bocca e gola

La cavità orale è l'inizio del tratto digestivo.

Di fronte, è delimitato dalle labbra, dall'alto - con un palato duro e morbido, dal basso - con la lingua e lo spazio ioideo, e sui lati - con le guance. Attraverso la gola (istmo della gola), la cavità orale comunica con la faringe. La superficie interna della cavità orale, così come altre parti del tubo digerente, è coperta da una membrana mucosa, sulla cui superficie si estendono un gran numero di dotti delle ghiandole salivari.

La parte inferiore del palato molle e le braccia sono formate principalmente dai muscoli coinvolti nell'atto di deglutizione.

La lingua è un organo muscolare mobile, che si trova nella cavità orale e contribuisce ai processi di masticazione del cibo, alla deglutizione, alla suzione. Nella lingua, il corpo, l'apice, la radice e il dorso sono distinti. Dall'alto, dai lati e parzialmente dal basso, la lingua è ricoperta da una membrana mucosa, che si unisce alle sue fibre muscolari e contiene ghiandole e terminazioni nervose che servono a percepire il gusto e il tatto. Sulla schiena e sul corpo della lingua, la mucosa è ruvida a causa del gran numero di papille della lingua, che riconoscono il gusto del cibo. Quelli che si trovano sulla punta della lingua, sono sintonizzati sulla percezione di un gusto dolce, alla radice - amaro, e i capezzoli si distinguono sulla superficie mediana e laterale della lingua.

Dalla superficie inferiore della lingua alle gengive dei denti anteriori inferiori, vi è una piega della membrana mucosa, chiamata briglia. Su entrambi i lati, nella parte inferiore della cavità orale, si aprono i dotti delle ghiandole salivari sottomandibolari e sublinguali. Il dotto escretore della terza ghiandola salivare parotidea si apre in attesa della bocca sulla membrana mucosa della guancia, a livello del secondo molare superiore grande.

La faringe è un tubo muscolare lungo 12-15 centimetri, che collega la cavità orale all'esofago, situato dietro la laringe ed è costituito da 3 parti: il rinofaringe, l'orofaringe e la parte laringea, che si trova dal bordo superiore della cartilagine laringea (epiglottide), che chiude l'ingresso delle vie aeree durante deglutizione, prima di entrare nell'esofago.

esofago

L'esofago che collega la faringe allo stomaco si trova dietro la trachea - la regione cervicale, dietro il cuore - il torace e dietro il lobo sinistro del fegato - l'addominale.

L'esofago è un tubo elastico morbido lungo circa 25 centimetri, con 3 restringimenti: superiore, medio (aortico) e inferiore - e garantisce il movimento del cibo dalla bocca allo stomaco.

L'esofago inizia a livello della sesta vertebra cervicale nella parte posteriore (cartilagine cricoide di fronte), a livello della 10a vertebra toracica passa attraverso l'apertura esofagea del diaframma, e quindi passa nello stomaco. Il muro dell'esofago è in grado di allungarsi durante il passaggio del nodulo di cibo, per poi contrarsi spingendolo nello stomaco. Una buona masticazione impregna il cibo con una grande quantità di saliva, diventa più liquido, il che facilita e accelera il passaggio del nodulo di cibo nello stomaco, quindi il cibo deve essere masticato il più a lungo possibile. Il cibo liquido passa attraverso l'esofago in 0,5-1,5 secondi e solido - in 6-7 secondi.

All'estremità inferiore dell'esofago c'è un muscolo costrittore (sfintere), che non consente il reflusso (reflusso) del contenuto acido dello stomaco nell'esofago.

La parete dell'esofago consiste di 4 membrane: tessuto connettivo, muscolo, sottomucosa e mucosa. La membrana mucosa dell'esofago è una piega longitudinale dell'epitelio piatto non cheratinizzato a più strati, che fornisce protezione dai danni causati dai cibi solidi. La membrana sottomucosa contiene ghiandole che secernono muco, che migliora il passaggio del grumo di cibo. La membrana muscolare è composta da 2 strati: l'interno (circolare) e l'esterno (longitudinale), che consente la promozione del cibo attraverso l'esofago.

La peculiarità dei movimenti dei muscoli dell'esofago durante la deglutizione è la soppressione del successivo sorso dell'onda peristaltica del precedente sorso, se il precedente sorso non fosse passato nello stomaco. Le faringe ripetute frequentemente inibiscono completamente la peristalsi esofagea e rilassano lo sfintere esofageo inferiore. Solo la lente faringe e il rilascio dell'esofago dal precedente pezzo di cibo creano le condizioni per la normale peristalsi.

stomaco

Lo stomaco è destinato al pretrattamento di grumi di cibo che entrano in esso, consistente nell'esposizione a sostanze chimiche (acido cloridrico) ed enzimi (pepsina, lipasi), nonché alla sua miscelazione. Ha l'aspetto di una formazione a forma di sacchetto lunga circa 21-25 centimetri e con una capacità fino a 3 litri, situata sotto il diaframma nell'addome epigastrico (epigastrico) (ingresso allo stomaco e al corpo dello stomaco). In questo caso, il fondo dello stomaco (parte superiore) si trova sotto la cupola sinistra del diaframma, e la sezione di uscita (gatekeeper) si apre nel duodeno nella parte destra della cavità addominale, passando parzialmente sotto il fegato. Direttamente nel piloro, nel punto di transizione dello stomaco nel duodeno, c'è un compressore muscolare (sfintere), che regola l'entrata del cibo trasformato nello stomaco nel duodeno, pur non consentendo il ritorno del cibo nello stomaco.

Inoltre, il bordo superiore concavo dello stomaco è chiamato la minore curvatura dello stomaco (diretta verso la superficie inferiore del fegato), e il convesso inferiore - la maggiore curvatura dello stomaco (diretta alla milza). L'assenza di una fissazione rigida dello stomaco lungo tutta la sua lunghezza (attaccata solo al punto di entrata dell'esofago e di uscita nel duodeno) rende la parte centrale molto mobile. Ciò porta al fatto che la forma e le dimensioni dello stomaco possono variare in modo significativo a seconda della quantità di cibo in esso contenuto, dal tono dei muscoli dello stomaco e dei muscoli addominali e da altri fattori.

Le pareti dello stomaco da tutti i lati a contatto con gli organi della cavità addominale. Dietro e alla sinistra dello stomaco c'è la milza, dietro c'è il pancreas e il rene sinistro con la ghiandola surrenale. La parete anteriore è adiacente al fegato, al diaframma e alla parete addominale anteriore. Pertanto, il dolore di alcune malattie dello stomaco, in particolare la malattia dell'ulcera peptica, può essere in luoghi diversi a seconda della posizione dell'ulcera.

È un equivoco che il cibo mangiato sia digerito nell'ordine in cui è entrato nello stomaco. Infatti, nello stomaco, come in una betoniera, il cibo è mescolato in una massa omogenea.

La parete dello stomaco ha 4 membrane principali: l'interno (mucoso), submucoso, muscolare (medio) ed esterno (sieroso). Lo spessore della mucosa gastrica è 1,5-2 millimetri. Il guscio stesso è ricoperto da un epitelio prismatico a strato singolo contenente ghiandole gastriche, costituito da varie cellule, e forma un gran numero di dirette in direzioni diverse delle pieghe gastriche, localizzate principalmente sulla parete posteriore dello stomaco. La membrana mucosa della cantina sui campi gastrici con un diametro da 1 a 6 millimetri, su cui sono le fossette gastriche con un diametro di 0,2 millimetri, circondato da pieghe villose. Queste fossette aprono gli sbocchi dei dotti delle ghiandole gastriche, che producono acido cloridrico e enzimi digestivi, oltre al muco, che protegge lo stomaco dalla loro influenza aggressiva.

La membrana sottomucosa situata tra le mucose e le membrane muscolari è ricca di tessuto connettivo fibroso sfuso, in cui si trovano i plessi vascolari e nervosi.

La membrana muscolare dello stomaco è composta da 3 strati. Lo strato longitudinale esterno è una continuazione dell'esofago con lo stesso nome. Alla minore curvatura, raggiunge il massimo spessore, e alla maggiore curvatura e al fondo dello stomaco diventa più sottile, ma occupa una grande superficie. Lo strato circolare medio è anche una continuazione dell'esofago con lo stesso nome e copre completamente lo stomaco. Il terzo strato (profondo) è costituito da fibre oblique, i cui fasci formano gruppi separati. La riduzione di 3 strati muscolari multidirezionali fornisce una miscelazione di alta qualità del cibo nello stomaco e il movimento del cibo dallo stomaco al duodeno.

Il guscio esterno assicura la fissazione dello stomaco nella cavità addominale e protegge le altre membrane dalla penetrazione dei microbi e da un eccessivo sforzo.

Negli ultimi anni, è stato stabilito che il latte, che in precedenza era raccomandato per ridurre l'acidità, non riduce, ma aumenta in qualche modo l'acidità del succo gastrico.

duodeno

Il duodeno è l'inizio dell'intestino tenue, ma è così strettamente connesso allo stomaco che ha anche una malattia articolare: l'ulcera peptica.

Questa parte dell'intestino ha il suo nome curioso dopo che qualcuno ha notato che la sua lunghezza è mediamente uguale alla larghezza di dodici dita, cioè circa 27-30 centimetri. Il duodeno inizia immediatamente dopo lo stomaco, coprendo la testa a ferro di cavallo del pancreas. In questo intestino si distinguono le parti superiore (cipolla), discendente, orizzontale e ascendente. Nella parte discendente in cima alla grande papilla (del Vater) del duodeno c'è una bocca del dotto biliare comune e del dotto pancreatico. I processi infiammatori nel duodeno, in particolare le ulcere, possono causare disturbi nella cistifellea e nel pancreas, fino alla loro infiammazione.

Il muro del duodeno consiste di 3 membrane: il sieroso (esterno), muscolare (medio) e mucoso (interno) con uno strato submucosale. Con l'aiuto della membrana sierosa, è attaccato quasi immobile sulla parete posteriore della cavità addominale. Lo strato muscolare del duodeno è costituito da 2 strati di muscoli lisci: l'esterno - longitudinale e interno - circolare.

La membrana mucosa ha una struttura speciale che rende le sue cellule resistenti sia all'ambiente aggressivo dello stomaco, sia agli enzimi concentrati della bile e del pancreas. La mucosa forma pieghe circolari, densamente coperte da escrescenze simili a dita - villi intestinali. Nella parte superiore dell'intestino nello strato sottomucoso sono complesse ghiandole duodenali. Nella parte inferiore, in profondità nella mucosa, si trovano le ghiandole intestinali tubulari.

Il duodeno è l'inizio dell'intestino tenue, qui inizia il processo di digestione intestinale. Uno dei processi più importanti che si verificano nel duodeno è la neutralizzazione del contenuto gastrico acido con l'aiuto del suo stesso succo e della bile proveniente dalla cistifellea.