logo

Antibiotici intestinali

Le infezioni intestinali sono la seconda malattia più comune. Il primo posto è tradizionalmente occupato dalla SARS. Ma per il trattamento di antibiotici intestinali vengono utilizzati solo nel 20% di tutti i casi diagnosticati.

L'indicazione per prescrivere farmaci è lo sviluppo dei seguenti sintomi:

  • aumento significativo della temperatura corporea;
  • dolore addominale del carattere di taglio;
  • diarrea che si verifica più di 10 volte al giorno;
  • vomito indomabile;
  • segni di disidratazione

I farmaci della categoria degli antibiotici possono essere prescritti per la disbatteriosi, la colite e il disturbo delle feci (diarrea).

Antibiotici per il trattamento delle infezioni intestinali

La causa dell'infezione del tratto gastrointestinale diventa la penetrazione della microflora patogena nel corpo umano. Questi possono essere stafilococco, protozoi, enterovirus, Salmonella, ecc.

L'indicazione per l'uso di farmaci dalla categoria di antibiotici è la mancanza di dinamiche positive del trattamento da farmaci precedentemente prescritti. Ma quando si diagnostica la dissenteria o il colera, viene loro prescritto di ricevere immediatamente.

Le medicine delle seguenti categorie possono essere utilizzate per il trattamento della patologia intestinale:

  • cefalosporine;
  • fluorochinoloni;
  • tetracicline;
  • aminoglicosidi;
  • aminopenicillin.

Se parliamo di farmaci specifici, è più spesso prescritto:

  1. Cloramfenicolo. Antibiotico ad ampio spettro Molto efficace contro il colera vibrio. È raccomandato in assenza di un effetto terapeutico dopo l'assunzione di altri farmaci. Vietato ricevere durante l'infanzia
  2. Tetraciclina. Praticato per il trattamento delle infezioni intestinali causate da Salmonella, amebe. Efficace contro l'antrace, la peste, la psittacosi. Il trattamento a lungo termine con farmaci di questo gruppo può provocare lo sviluppo di disbiosi, quindi, dopo aver assunto antibiotici della serie delle tetracicline, si consiglia al paziente di assumere i sindibiotici.
  3. Rifaximina. Il farmaco è meno aggressivo rispetto alla tetraciclina e pertanto può essere somministrato ad adulti e bambini.
  4. Ampicillina. Agente semisintetico, efficace contro un gran numero di agenti patogeni. Consentito a bambini e donne incinte.
  5. Ciprofloxacina (dal gruppo dei fluorochinoloni). Non causa disbiosi.
  6. Azitromicina (dal gruppo dei macrolidi). Sopprime la crescita della microflora patogena per tre giorni. Il farmaco più sicuro, praticamente senza effetti collaterali.
  7. Amoxicillina.

L'uso di antibiotici per dysbacteriosis

Le medicine dal gruppo di antibiotici con lo sviluppo di dysbiosis sono prescritte per sopprimere i batteri patogeni. Più spesso per ricevere i fondi raccomandati dai seguenti gruppi:

  • penicilline;
  • tetracicline;
  • cefalosporine;
  • chinoloni.

Può essere somministrato anche il metronidazolo.

Poiché gli antibiotici influenzano già negativamente lo stato della microflora del tubo digerente, vengono utilizzati per la disbiosi dell'intestino tenue, accompagnata da sindrome da malassorbimento e disturbi della motilità.

I seguenti farmaci sono più spesso prescritti per il trattamento della disbiosi:

  1. Amoxicillina. Agente semisintetico dal gruppo di penicilline. Fornisce buoni risultati se assunto per via orale, poiché è resistente all'ambiente gastrico aggressivo.
  2. Alpha Normiks. Antibiotico non sistemico ad ampio spettro. Il principio attivo è rifaximina. È indicato per la disbiosi causata da diarrea e patologie infettive del tratto gastrointestinale.
  3. Flemoxin Solutab. Droga semisintetica del gruppo di penicillina. Ha un effetto battericida.
  4. Cloramfenicolo. Agente antimicrobico di ampio spettro. È prescritto per il trattamento della disbatteriosi causata da infezioni intestinali, patologie degli organi addominali. Può anche essere prescritto come farmaco alternativo, se i farmaci precedentemente selezionati non hanno dato un risultato positivo.

Con lo sviluppo di dysbacteriosis del colon per ricevere sono nominati:

Le medicine sono efficaci contro il lievito, lo stafilococco e il proteo, che sono la causa principale della disbiosi dell'intestino crasso. Lo stato dei farmaci naturali a microflora non ha effetti significativi.

Antibiotici per la colite

Il trattamento di colite di origine batterica è impossibile senza l'uso di corso di antibiotici. In caso di forma ulcerosa non specifica di infiammazione dell'intestino crasso, i farmaci in questa categoria sono prescritti in caso di adesione di un'infezione batterica secondaria.

Nel processo di trattamento della patologia può essere utilizzato:

  • un gruppo di sulfonamidi con gravità lieve / moderata della malattia;
  • mezzi di un ampio spettro d'azione nella malattia grave.

Al fine di prevenire lo sviluppo di disbiosi, si consiglia al paziente di assumere probiotici. Questo può essere nistatina o colibatterina. Quest'ultimo contiene E. coli dal vivo, che contribuiscono al ripristino e alla normalizzazione della microflora.

Per la colite, possono essere prescritti i seguenti farmaci:

  1. Alpha Normiks. Lo strumento ha un ampio spettro d'azione con un marcato effetto battericida, che aiuta a ridurre il carico di patogeni.
  2. Furazolidone. La droga dal gruppo di nitrofurani. Ha un effetto antimicrobico.
  3. Cloramfenicolo. Lo strumento è attivo contro la microflora patogena e ha anche un effetto battericida. Poiché la presenza di cloranfenicolo può sviluppare numerosi sintomi avversi, il dosaggio e il regime di trattamento devono essere selezionati singolarmente. Forse la somministrazione intramuscolare del farmaco.

L'autotrattamento della colite con antibiotici è completamente inaccettabile. Selezionare un farmaco e determinare il regime dovrebbe essere qualificato. Inoltre, il medico deve essere informato di tutti i farmaci presi per prevenire lo sviluppo di reazioni negative nell'interazione dei farmaci.

Rimedi antibatterici per la diarrea

I fondi della categoria di antibiotici per la diarrea possono essere mostrati solo in un caso: se l'origine del disturbo intestinale è contagiosa. Con un carattere virale, i farmaci non daranno il risultato terapeutico atteso.

Quali farmaci puoi iniziare a prendere prima di consultare i medici? Se una persona è sicura che l'infezione è diventata la causa del disturbo e le feci non contengono impurità nel sangue, sono ammessi i seguenti rimedi:

Nel trattamento della diarrea moderata, è prescritto l'antisettico intestinale. Questo è un gruppo speciale di antibiotici con effetto antimicrobico, che "lavorano" esclusivamente nel lume intestinale. Non vengono assorbiti ed escreti dal corpo in modo naturale.

I vantaggi dei farmaci in questo gruppo dovrebbero includere quanto segue:

  • sono attivi contro la microflora patogena principale;
  • non causare lo sviluppo di disbiosi;
  • non aumentare la diarrea.

Questi antibiotici includono:

  • Rifaximina - un gruppo di sulfonamides e aminoglycosides;
  • Chlorquinaldolo - chinoloni e chinoline;
  • Furazolidone - nitrofurani.

Indipendentemente da quale degli antibiotici è stato prescritto, era necessario bere eubiotici contemporaneamente a prenderlo. Questi sono i mezzi per promuovere il restauro e la normalizzazione della microflora gastrointestinale.

Quali antibiotici dovrebbero essere assunti durante la gastrite

Gli antibiotici per la gastrite sono prescritti quando la malattia ha un'origine batterica. Cioè, Helicobacter pylori è causato.

Perché abbiamo bisogno di antibiotici?

Per emettere tali fondi dovrebbe il medico. L'automedicazione non può essere ingaggiata, gli antibiotici possono essere dannosi per la salute.

Al fine di determinare esattamente quale farmaco antimicrobico sarà più efficace, la gastroscopia prende il tessuto dello stomaco interessato e determina la sensibilità dell'agente patogeno agli antibiotici in laboratorio.

L'effetto principale di tali fondi è volto a inibire l'attività vitale dei batteri. Tuttavia, più spesso una persona le prende, più resistono i microrganismi. Aumenta la resistenza dei batteri o la sua resistenza. Pertanto, in nessun caso dovresti assumere agenti antimicrobici senza particolare necessità.

Gli antibiotici che curano la gastrite sono divisi in 3 gruppi:

  • prodotti a base di claritromicina;
  • omeprazolo;
  • amoxicillina.

La difficoltà nel trattare la gastrite è che il più delle volte la malattia è accompagnata da una maggiore acidità del succo gastrico. Irritazione delle pareti dello stomaco e non consente agli antibiotici di lavorare in piena forza.

Per distruggere il batterio, il metronidazolo viene assunto con l'agente antimicrobico prescritto.

Di solito, per trattare la gastrite con antibiotici, che è causata dal batterio Helicobacter, il medico prescrive il seguente regime di trattamento:

  1. Vengono utilizzati tre farmaci: 2 diversi antibiotici, ad esempio la claritromicina e il metronidazolo e l'inibitore della pompa protonica Omeprazolo. Questo ciclo di trattamento dura una settimana. Se non ci sono risultati, andare al passaggio 2.
  2. Amoxicillina, claritromicina, De-Nol si applica entro 10 giorni. Se anche questa combinazione risultasse inefficace, andare al passaggio 3.
  3. Al paziente vengono prescritti 4 farmaci: Amoxicillina, De-Nol, Tetraciclina, Metronidazolo.

Antibiotici efficaci per la gastrite

Klacid è un agente antimicrobico dal gruppo di macrolidi. Presentato sotto forma di compresse, polvere e fiale per iniezione intramuscolare. Il principale ingrediente attivo è la claritromicina, che combatte contro l'Helicobacter.

Non raccomandato per donne in gravidanza e in allattamento. Con la malattia del fegato durante l'assunzione del farmaco, è necessario monitorare gli indicatori di analisi biochimica del sangue per il complesso epatico.
Lo strumento è autorizzato a nominare bambini da 6 mesi.

  • insufficienza epatica acuta e insufficienza renale;
  • intolleranza al lattosio;
  • l'epatite;
  • aritmia.

Binoculare - antibiotico semisintetico ad ampio spettro. Disponibile sotto forma di granuli, capsule, compresse, flaconcini per iniezione.

E 'vietato prendere il farmaco nel primo trimestre di gravidanza, così come insufficienza renale ed epatica. Il farmaco può essere prescritto a bambini da 12 anni.

La levofloxacina è un antibiotico efficace della nuova generazione. Affronta la neutralizzazione di Helicobacter in un ambiente aggressivo. Fai fronte all'aumentata acidità del succo gastrico.

Controindicato nei bambini, in gravidanza e in allattamento, persone con malattie del sistema nervoso centrale.

L'azitromicina è un rimedio che viene prescritto in caso di fallimento della claritromicina. Il farmaco praticamente non causa effetti collaterali. Disponibile sotto forma di capsule, compresse e sciroppo.

Prendere il farmaco deve essere un'ora prima dei pasti o 2 dopo un pasto.

Amoxicillina - uno strumento che distrugge i batteri nocivi durante la loro riproduzione. Realizzato sulla base della penicillina. Il farmaco è consentito per i bambini da 10 anni.

Lo strumento è controindicato in tali malattie:

  • asma bronchiale;
  • congiuntivite allergica;
  • la leucemia;
  • mononucleosi.

Un antibiotico può ridurre l'effetto dei contraccettivi. Migliora l'effetto degli anticoagulanti.

Omeprazolo è un farmaco che viene assunto per il trattamento della gastrite in combinazione con antibiotici. Lo strumento si accumula nella mucosa dell'apparato digerente e controlla la secrezione del succo gastrico. Pertanto, il farmaco aiuta gli agenti antimicrobici a distruggere il batterio.

Il farmaco è prodotto sotto forma di capsule. L'azione inizia un'ora dopo il suo ricevimento e dura 2 giorni.

E 'vietato prendere in infanzia, donne in gravidanza e in allattamento.

Prima di assumere il farmaco, deve essere esaminato, per escludere la presenza di oncopatologia del tratto gastrointestinale. In caso di cancro, il farmaco non viene assunto.

Gli analoghi degli strumenti sono Omez, Gastrozop, Losek, Zerocid, Promez, Omecaps.

La tetraciclina è un agente che inibisce la crescita e la riproduzione dei batteri. Forma di dosaggio - compresse. Con l'ammissione a lungo termine è necessario monitorare il lavoro del fegato e dei reni usando test di laboratorio.

Durante il trattamento devono essere assunti i multivitaminici, poiché la tetraciclina riduce l'assorbimento delle vitamine B e K dal cibo.

Il farmaco è controindicato in tali malattie:

  • infezioni fungine;
  • patologie autoimmuni;
  • ridotto numero di globuli bianchi;
  • insufficienza renale ed epatica.

Il farmaco non è prescritto per i bambini sotto i 12 anni di età, le donne in gravidanza e in allattamento.

Effetti collaterali di antibiotici e regole per la loro ammissione

Il trattamento della gastrite, che è causato da Helicobacter, non può fare a meno degli antibiotici. Tuttavia, vale la pena ricordare che questi farmaci possono danneggiare il corpo.

Tali farmaci possono causare:

  1. Disturbi digestivi: nausea, diarrea, vomito.
  2. Dysbacteriosis. Si esprime con gonfiore, sensazione di pesantezza allo stomaco, nausea.
  3. Allergia alla droga. Più spesso sotto forma di eruzione cutanea, arrossamento, prurito, gonfiore.
  4. Malattie fungine Dopo la terapia antibiotica è spesso candidosi.
  5. Disordini nel fegato e nei reni. Dolore nella regione lombare e nel quadrante superiore destro, diminuzione della quantità di urina, placca sulla lingua.
  6. La sconfitta del sistema nervoso: vertigini, insonnia, ansia.
  7. Anemia emolitica I farmaci possono agire tossicamente sulle cellule del midollo osseo rosso.

Affinché l'antibiotico funzioni in modo più efficace e senza danni alla salute, è necessario rispettare le seguenti regole:

  1. Hai bisogno di bere la medicina allo stesso tempo.
  2. Non è possibile ridurre o aumentare il tempo tra l'assunzione del farmaco.
  3. Per proteggere lo stomaco e l'intestino dalla disbiosi, è necessario bere i probiotici.
  4. Le droghe non possono bere nient'altro che l'acqua.
  5. Durante il trattamento antibiotico, è necessario seguire una dieta speciale.
  6. Non puoi smettere di bere la droga, anche se ti senti meglio. I batteri non completamente sconfitti ricorderanno a se stessi in breve tempo e la malattia tornerà di nuovo.

Far fronte alla gastrite è possibile solo se si seguono esattamente tutte le istruzioni del medico.

Elenco di antibiotici per infezioni intestinali

Gli antibiotici per le infezioni intestinali non sono sempre prescritti, ma in alcuni casi questo è l'unico modo per sbarazzarsi della malattia. I microrganismi patogeni, penetrando nel sistema digestivo, iniziano un'attività vigorosa, il cui risultato è il rilascio di sostanze tossiche e tossiche.

Naturalmente, questo fenomeno ha un effetto negativo sullo stato del corpo e l'assunzione di antibiotici può impedire ulteriori movimenti di agenti patogeni attraverso sistemi e organi, eliminando i processi infiammatori negli organi del tratto gastrointestinale. Quali caratteristiche esistono quando la terapia antibiotica e in quali situazioni non si può fare a meno di farmaci di questo gruppo?

Quando è consigliato assumere antibiotici?

Il primo comandamento di qualsiasi trattamento per una buona ragione suona come "non nuocere", questo vale anche per il trattamento di disturbi infettivi del tratto gastrointestinale, specialmente quando si tratta di assumere agenti antibatterici.

Gli stessi antibiotici sono efficaci, ma solo se vengono selezionati correttamente e utilizzati in combinazione con altri metodi. Pertanto, non dovresti essere trattato da solo, e ai primi segni della malattia è meglio contattare gli specialisti. Questo eviterà complicazioni ed eliminerà l'infezione in un tempo più breve.

Vale la pena notare che le malattie intestinali di origine infettiva, la maggior parte delle quali acuta, nella pratica medica, chiamata brevemente OCI, sono al secondo posto in prevalenza e sono seconde solo all'ARVI. Ma i farmaci antibatterici sono prescritti in media in un caso su cinque, poiché alcune condizioni sono necessarie per il loro uso:

  • la diagnosi ha rivelato la presenza di salmonellosi, escherichiosi, shigellosi o colera;
  • la malattia ha portato a complicazioni;
  • L'OCI è grave - il paziente ha una diarrea acuta, un soffocamento persistente, che porta a disidratazione, dolore severo e altri sintomi sgradevoli e pericolosi;
  • frequente diarrea - gli atti di feci si verificano più di 10 volte al giorno;
  • la malattia porta alla sepsi (avvelenamento del sangue) e lo sviluppo di focolai di infezione al di fuori dell'intestino;
  • ci sono chiari segni di intossicazione, da cui le misure abituali in una situazione del genere non eliminano - prendendo assorbenti, lavando lo stomaco con una soluzione di acqua salata, bevendo grandi quantità di liquido;
  • mescolanza mucosa e / o sanguinolenta nelle feci.

Gli antibiotici devono essere prescritti per le infezioni intestinali negli adulti e nei bambini, quando si verificano sullo sfondo dell'anemia emolitica, patologie da immunodeficienza o varie formazioni tumorali.

Solo uno specialista dopo la diagnosi può determinare cosa ha causato l'infezione intestinale. Decide anche se è necessario l'uso di antibiotici o se la malattia può essere gestita senza il loro uso.

Se un farmaco antibatterico è incluso nel piano di trattamento, è necessario uno schema individuale, che è determinato sulla base della gravità della malattia, dell'età del paziente e delle patologie associate esistenti.

Caratteristiche di selezione della droga e antibiotici

Se consideriamo le cause più comuni di infezioni intestinali, allora sono Salmonella, Stafilococco, Shigella ed Escherichia (Escherichia coli). Come notato, se viene rilevato un patogeno infettivo simile, l'antibiotico viene più spesso prescritto.

Ci sono oltre 4 dozzine di agenti patogeni che possono causare disturbi gastrointestinali. Questo è uno dei motivi per cui gli agenti antibatterici con un ampio spettro di azione, che interessano un gran numero di agenti patogeni, sono più spesso utilizzati nel trattamento di questa malattia.

Nella maggior parte dei casi, le cefalosporine o i fluorochinoloni sono prescritti per le infezioni intestinali. Se il tipo di agente patogeno viene accuratamente identificato, è possibile utilizzare penicillina, tetraciclina o aminoglicoside. La durata della terapia antibiotica è di 3-7 giorni ed è determinata caso per caso individualmente.

Poiché gli agenti antibatterici possono essere le cause della disbatteriosi (disturbi della microflora intestinale), nello stesso momento in cui vengono prelevati, vengono prescritte sostanze terapeutiche - probiotici. Dovrebbero essere ubriachi dopo aver completato il ciclo degli antibiotici.

Farmaci e dosaggio per i pazienti adulti

Di solito, un antibiotico per l'infezione intestinale negli adulti dà una tendenza positiva già il primo giorno di terapia.

Gli adulti possono essere prescritti i seguenti farmaci:

  1. Antibiotici beta-lattamici (contengono un anello b-lattamico nella struttura): Ampicillina 500 (antibiotico semisintetico) - ogni 10-12 ore (analoghi - Zetsil, Penodil, Pentrexil); I preparati combinati contenenti 2 principi attivi - amoxicillina e acido clavulanico, Amoxiclav, Liklav, Augmentin vengono assunti ogni 12 ore.
  2. Anche i macrolidi (l'anello macrociclico del lattone funge da base della struttura) vengono prelevati dopo 12 ore. Tra tali rimedi, possono essere prescritti azitromicina (analoghi strutturali: Azimitsin, Zitrotsin, Sumamed, Hemomycin, ecc.) O Claritromicina (analoghi strutturali - Arvitsin, Klacid, Clarimed, Fromilid e altri).
  3. Aminoglicosidi (antibiotici organici con effetto battericida) - Tetraciclina cloridrato (tetraciclina) - la dose giornaliera è divisa in 4 dosi.
  4. I nitrofurani (a basso dosaggio hanno un effetto batteriostatico e ad alto dosaggio - battericida) - questa è Nifuroxazide, dovrebbe essere assunta 4 volte al giorno; tra i mezzi analogici si possono notare Ecofuril, Ersefuril, Enterofuril.
  5. Fluoroquinoloni - Ciprofloxacina, la dose giornaliera è divisa in 2 dosi; farmaci simili con lo stesso principio attivo includono: Afenoxin, Sifloks, Tsiloksan, Tsiprolet, Tsifran, ecc. Inoltre, può essere prescritta anche la levofloxacina, che appartiene anche al gruppo dei fluorochinoloni. Gli analoghi di questo farmaco sono: Ivacin, Lefoktsin, Floratsid, Ekolevid, ecc. I farmaci di questo gruppo hanno meno probabilità di causare la disbiosi, che è un vantaggio importante di questi.

Lo stesso elenco può includere anche i più popolari agenti antibatterici che possono sbarazzarsi dei sintomi spiacevoli e dell'agente causale della malattia. Per la maggior parte questi sono farmaci ad ampio spettro:

  1. Levomitsetina: uno strumento presente in quasi tutti i medicinali per uso domestico. E non c'è da stupirsi, dal momento che questa medicina può eliminare molti agenti patogeni, compresi quelli che causano il colera e il tifo. Tuttavia, il farmaco ha una lista decente di possibili effetti collaterali e in molti casi è controindicato, quindi non dovresti prenderlo da solo e darlo ai bambini. È prescritto quando altri agenti antibatterici non sono in grado di eliminare l'agente causale.
  2. Rifaximina (commercializzato con il nome commerciale Alpha Normix) è caratterizzato da una bassa tossicità, che non tutti gli antibiotici possono vantare, quindi può anche essere prescritto per i bambini. Questo antibiotico non solo elimina gli agenti patogeni, ma previene anche possibili complicazioni.

Come prendere gli antibiotici?

Come già notato, la regola più importante quando si assumono antibiotici non è un'iniziativa, perché la terapia sbagliata non solo non può migliorare le condizioni del paziente, ma anche indebolire significativamente la salute.

Ad esempio, se l'agente causale dell'infezione nel tratto gastrointestinale è Escherichia coli, allora si deve tenere presente che questo microrganismo ha un'alta capacità adattativa e si abitua rapidamente alle sostanze antibatteriche ingerite nel corpo. Se ciò accade, in futuro sarà estremamente difficile superare l'infezione, che è resistente a molti farmaci.

È necessario aderire non solo al dosaggio raccomandato, ma anche alla durata della terapia. È altamente indesiderabile smettere di assumere un agente antibatterico prima che il trattamento finisca. Molti pazienti, sentendo un significativo miglioramento del loro stato di salute (come già notato, un rimedio scelto correttamente dà un risultato abbastanza rapido), smettono di prendere l'antibiotico, che dà al patogeno un'ottima opportunità di adattarsi alla sostanza attiva del farmaco e successivamente alla sua piena resistenza alla sua azione. E, naturalmente, non si parla di cure in questo caso.

Inoltre, vale la pena ricordare alcune delle sfumature di assunzione di agenti antibatterici:

  • i farmaci in questa categoria non sono destinati all'uso profilattico;
  • è importante osservare il dosaggio, la durata del trattamento e i periodi tra l'assunzione del medicinale;
  • per normalizzare la microflora e aumentare le difese del corpo, si consiglia di integrare il corso dell'antibiotico con i farmaci biologici - Hilak Forte, Acipol, Acilact, Lactulose e altri.
  • al fine di ridurre al minimo la possibilità di effetti collaterali e aumentare l'efficacia della terapia, è opportuno discutere con il medico le controindicazioni disponibili e avvertirlo della presenza di disturbi somatici;
  • gli antibiotici per le infezioni intestinali sono prescritti solo dopo che i test confermano l'origine batterica della malattia;
  • in casi severi è possibile nominare iniezioni;
  • la co-somministrazione di antibiotici e antipiretici può influire negativamente sul quadro clinico della malattia, pertanto il loro uso combinato non è raccomandato.

Se vengono diagnosticate infezioni intestinali, gli antibiotici possono aiutare a sbarazzarsi della loro causa - agenti patogeni, ma solo se prescritti da un medico.

Come ripristinare lo stomaco dopo gli antibiotici

Gli antibiotici sono farmaci di origine prevalentemente sintetica che possono inibire la crescita di determinati batteri, microrganismi e protozoi (parassiti) e causare la loro morte. Il primo antibiotico che gli scienziati sono stati in grado di isolare nella sua forma pura dalla muffa di Penicillium è la penicillina. Ciò accadde nel 1938, dopo di che i farmaci di tipo penicillinico furono ampiamente usati nella pratica medica. Preparati con azione antibatterica e battericida sono utilizzati per il trattamento di malattie infettive dello stomaco, intestino, reni e vie respiratorie. Quando l'infezione locale, ad esempio, congiuntivite batterica, gli antibiotici vengono utilizzati sotto forma di gocce e unguento.

Le forme di dosaggio orale (compresse, sospensioni) sono indicate per invasioni sistemiche da parte di batteri e parassiti. Nonostante l'elevata efficacia, è impossibile utilizzare farmaci di questo gruppo senza prescrizione medica, poiché uno degli effetti collaterali più gravi degli antibiotici è l'effetto negativo sulle membrane del tratto gastrointestinale. L'abuso di agenti battericidi e antimicrobici e la mancata osservanza del regime posologico può portare alla formazione di difetti ulcerativi locali e all'erosione e al disturbo dei processi digestivi, pertanto uno dei compiti principali della complessa terapia antibatterica è il ripristino dello stomaco e dell'intestino dopo gli antibiotici. Come fare questo sarà discusso di seguito.

Come ripristinare lo stomaco dopo gli antibiotici

In che modo gli antibiotici influenzano lo stomaco?

Lo stomaco è uno degli organi più vulnerabili del corpo umano, poiché tutte le sostanze e gli alimenti che una persona mangia per via orale (attraverso la bocca) lo attraversano. Lo stomaco è un organo muscolare cavo, il cui volume è di circa 0,5-0,6 l. All'interno delle pareti dello stomaco sono rivestiti con tessuto epiteliale e membrane mucose che li proteggono dagli effetti aggressivi dell'acido cloridrico.

Anatomia (struttura) dello stomaco

Gli antibiotici, entrando nello stomaco, possono causare danni alle membrane mucose e la violazione della loro integrità. Con l'uso troppo frequente ea lungo termine di farmaci in questo gruppo può corrodere lo strato epiteliale della parete gastrica e causare un'erosione profonda e ulcere, quindi i pazienti con malattie croniche dell'apparato digerente, colite ulcerosa, ulcere devono usarli rigorosamente secondo la prescrizione del medico nel dosaggio indicato.

Il secondo pericolo di un trattamento antibiotico incontrollato è lo sviluppo della disbiosi intestinale. Dopo che il principio attivo del farmaco entra nel tratto gastrointestinale, inizia a distruggere le membrane delle membrane dei batteri, il che porta all'interruzione dei processi vitali e alla loro morte. Tutti i farmaci con azione antibatterica e battericida distruggono non solo la flora patogena e condizionatamente patogena, ma anche i microrganismi benefici, senza i quali la normale digestione è impossibile.

Se questa condizione non viene corretta, sono possibili gravi conseguenze, tra cui:

  • dolori addominali cronici e disturbi digestivi (gonfiore, aumento della formazione di gas, feci alterate);
  • ridurre la resistenza del corpo a virus e batteri;
  • peggioramento del benessere generale (debolezza, sonnolenza, sindrome da stanchezza cronica);
  • malattie della pelle;
  • ritardo nella crescita e nello sviluppo (nei bambini);
  • crescita attiva della flora patogena negli organi del sistema genito-urinario.

Effetti collaterali di antibiotici

È importante! Affinché lo stomaco e l'intestino funzionino normalmente dopo il trattamento con antibiotici, i prebiotici dovrebbero essere assunti. Dovrebbero essere presi dal primo giorno di terapia antibiotica.

Prebiotici per il restauro dello stomaco e dell'intestino

Per ridurre il rischio di effetti collaterali del tratto digestivo, il trattamento con antibiotici deve essere combinato con l'assunzione di preparati bifidi. Differiscono non solo in forma di dosaggio e costo, ma anche in principi attivi, quindi, è meglio scegliere un farmaco adatto con il medico. I farmaci più efficaci e frequentemente prescritti in questo gruppo sono elencati nella tabella seguente.

Tabella. Prebiotici per il recupero dello stomaco.

Antibiotici per gastrite e ulcere - nomi, proprietà, effetti collaterali

Casa »Trattamento di gastrite» Antibiotici per gastrite e ulcera - i nomi, le proprietà, gli effetti collaterali

Gli antibiotici sono lontani dalle medicine sicure. È necessario usare farmaci di questo gruppo solo se la malattia dello stomaco ha una genesi batterica (cioè, l'infiammazione si sviluppa sullo sfondo dell'infezione da Helicobacter pylori).

Il medico dovrebbe decidere i tempi e i metodi di sradicamento. Qualsiasi tentativo da parte del paziente di eliminare la causa di gastrite o ulcera può trasformarsi in problemi estremamente gravi.

Proprietà del gruppo di farmaci

Gli antibiotici sono sostanze di origine naturale o semi-sintetica, che inibiscono intenzionalmente lo sviluppo di alcune cellule viventi.

I primi farmaci per la terapia antihelicobacter erano il subsalicilato di bismuto e il metronidazolo.
Barry Marshall, uno degli scopritori del batterio Helicobacter pylori, ha dimostrato la loro efficacia.

Barry Marshal riuscì a procurarsi intenzionalmente l'infiammazione dello stomaco, e quindi a raggiungere la completa distruzione dei patogeni nel suo stesso tratto gastrointestinale.

Quali antibiotici sono presi con mal di stomaco? Gastrite cronica o ulcera?

Il trattamento della gastrite e delle ulcere si basa attualmente sull'uso dei seguenti farmaci:

  • Klacid, Claritsid, binocolo, Claroxid (base - la claritromicina originale);
  • Amoxicillina, Amoxicar, Ecobol, AmoSin (Amoxicillina).

Gli schemi di eradicazione sono solitamente una combinazione di diverse sinergie. Ad esempio, i farmaci elencati nella seconda riga possono essere utilizzati insieme al metronidazolo per aumentare l'efficienza.

È necessario andare in questi trucchi perché con la monoterapia intensiva i batteri possono abituarsi a un principio attivo e smettere di rispondere ad esso. Particolarmente rapidamente la dipendenza sviluppa il gruppo di claritromicina di farmaci.

Le raccomandazioni dettagliate riguardanti la combinazione di droghe e la scelta dei dosaggi ottimali sono contenute nei materiali dell'accordo di Maastricht. Trovali - sono disponibili gratuitamente.

Oltre ai farmaci mirati direttamente alla lotta contro un agente infettivo, l'eradicazione utilizza sempre inibitori della pompa protonica, che forniscono un effetto protettivo - inibiscono la secrezione dell'acido cloridrico caustico e, quindi, rendono il succo gastrico meno aggressivo.

L'alcalinizzazione dell'antro fornito da loro è anche preziosa perché le forme vegetative di Helicobacter, che esistono sulla superficie della membrana mucosa, si adattano facilmente all'ambiente acido e muoiono in alcalino.

IPP includono nexium, omeprazolo, esomeprazolo, loskey, ecc.

Il corso di antibiotici e inibitori della pompa protonica viene spesso prescritto per 7 giorni. Dopo circa 4 settimane, il paziente viene sottoposto a uno studio di follow-up. Idealmente, vengono utilizzati due metodi diversi, uno dei quali è il test del respiro dell'urea (vedi http://gastrit-yazva.ru/lechenie/ureaznyiy-test-na-helikobakter/), l'altro è l'analisi di laboratorio (http: // gastrit- yazva.ru/lechenie/analizy-na-helikobakter-pilori/).

Svantaggi degli antibiotici, che vengono utilizzati nelle malattie del tratto gastrointestinale (tratto gastrointestinale)

Il principale svantaggio di questa categoria di farmaci è un rischio piuttosto elevato di effetti collaterali. In caso di uso spensierato di pillole potenti contemporaneamente curate e mutilate.

Quando si usano clacidi, ultraplastici, negativi "effetti collaterali" del sistema nervoso centrale sono possibili - vertigini, stato depressivo, depressione, allucinazioni, convulsioni, confusione.

L'1,5-2% dei pazienti che assumono regolarmente tali farmaci lamentano mal di testa. Un po 'più spesso, i pazienti si offendono per un altro effetto collaterale - la diarrea. Appare nel 3% dei casi.

Ovviamente, nelle istruzioni per questi farmaci troverai numerosi elenchi di controindicazioni.

Il metronidazolo è anche prescritto con cautela. Può influire negativamente sul funzionamento degli organi del sistema escretore - fino allo sviluppo nel paziente di incontinenza temporanea.

Con il trattamento dell'ulcera gastrica con antibiotici dovrebbe essere ancora più preciso rispetto alla gastrite. Vedere un articolo separato sui principi di selezione dei farmaci per l'ulcera peptica per riferimento.

Tutte le pillole antibatteriche "forti" sono pericolose da assumere durante la gravidanza - sono dannose per il feto.

Si sconsiglia di abusare di agenti antibatterici in soggetti con malattie del fegato. Una delle funzioni del fegato è la neutralizzazione di sostanze estranee. Un organo indebolito è difficile da sopportare l'aumento del carico.

È possibile trattare lo stomaco con antibiotici? Sì, ma che cosa esattamente e in quale dosaggio - questo è deciso dal medico, e non dal paziente stesso. Ignorando questa regola, si rischia di acquisire almeno la disbiosi e il mal di testa intestinali, al massimo - le più pericolose complicazioni neurologiche.

È possibile fare a meno degli agenti antibatterici? Se stiamo parlando di un processo patologico causato da un'infezione da Helicobacter, l'attività dei batteri dovrà essere soppressa in un modo o nell'altro.

Un'altra cosa è che a volte è possibile limitarsi a droghe di azione relativamente mite - per esempio, non clascide, ma helinorm di recente sviluppato. Helinorm è una sostanza contenente PyLopass contenente probiotici. È fatto sulla base della cultura di Lactobacillus reuteri DSMZ17648. I batteri di questo ceppo sono in grado di legarsi ai recettori Helicobacter pylori ed espellere un agente infettivo nei coaggregati.

Antibiotici intestinali

In questa fase dello sviluppo della medicina, le compresse e le forme di iniezione di agenti antibatterici sono ampiamente utilizzate per trattare le malattie infettive dell'intestino tenue e crasso.

L'intestino tenue è costituito da 3 sezioni:

  • duodeno;
  • intestino tenue;
  • digiuno.

L'infiammazione infettiva dell'intestino tenue è chiamata enterite.

L'intestino crasso consiste di 6 sezioni:

  • cieco con appendice (appendice);
  • colon ascendente;
  • colon trasverso;
  • due punti discendenti;
  • colon sigmoide;
  • retto.

L'infiammazione infettiva del colon è chiamata colite.

Il trattamento antibatterico è usato per l'infiammazione infettiva acuta delle sezioni intestinali di cui sopra.

Gli agenti causali di enterite e / o colite possono essere tali microrganismi come:

  1. batteri:
    • Escherichia coli (E. coli);
    • Campylobacter (Campylobacter);
    • Clostridium difficile (clostridia);
    • Yersinia enterocolitica (Yersinia);
    • Shigella dysenteriae, Shigella boydii, Shigella flexneri, Shigella sonnei (Shigella);
    • Salmonella (Salmonella);
    • Proteo (Proteus);
    • Klebsiella (Klebsiella);
    • Morganella (Morganella);
    • Helicobacter pylori;
    • paratyphi A, B, C (parainfluenza).
  1. virus:
    • adenovirus;
    • Rotavirus (rotovirus).
  1. Il più semplice
    • Lamblia (Giardia);
    • histolytica (ameba dissenterica).

Trattamento antibiotico

Il trattamento con farmaci antibatterici delle infezioni intestinali sin dai primi giorni dà un effetto positivo. Per il trattamento di queste malattie, usano antibiotici ad ampio spettro o antibiotici con ipersensibilità alla flora gram-negativa, che nella maggior parte dei casi è la causa di colite infettiva o enterite.

Gli antibiotici di scelta per le infezioni intestinali includono:

  1. Beta lattami:
    • aminopenicillin:
    • compresse di ampicillina o amoxicillina da 0,5 a 0,1 g, 2 volte al giorno;
    • penicilline protette (amoxicillina + acido clavulanico) - compresse di augmentin o amoxiclav 625 - 1250 mg 2 volte al giorno;
    • carbapenemi:
    • imipinem 0,25 - 1 g per 1 kg di peso corporeo per via endovenosa 3 volte al giorno o 500 - 750 mg per via intramuscolare 2 volte al giorno (questo farmaco è un antibiotico della riserva - è prescritto o in assenza dell'effetto del trattamento con altri farmaci antibatterici, o forma estremamente grave di infezione intestinale;);
    • meropenem 0,5 - 1 g per via endovenosa 3 volte al giorno (riserva antibiotica);
    • cefalosporine:
    • Cefamezin 0,5 g per via endovenosa o intramuscolare 2 volte al giorno;
    • ceftriaxone da 1 a 2 g per via endovenosa o intramuscolare da 1 a 2 volte al giorno;
    • cefepime 0,5 - 1 g per via endovenosa o intramuscolare 2 volte al giorno. Riserva antibiotica.
    • monobattami:
    • aztreonam 0,5 - 2 g per via endovenosa o intramuscolare 2 volte al giorno. Riserva antibiotica.
  1. macrolidi:
    • compresse di azitromicina 0,5 g 1 - 2 volte al giorno.
    • compresse di claritromicina 0,5 g, 2 volte al giorno.
  1. aminoglicosidi:
    • Compresse di tetraciclina di 0,25 - 0,5 g 4 volte al giorno.
  1. nitrofurani:
    • compresse di nifuroxazide di 0,2 g 4 volte al giorno.
  1. fluorochinoloni
    • Compresse di ciprofloxacin di 0,25 - 0,5 g 2 - 3 volte al giorno, una flebo endovenosa di 200 mg 1 - 2 volte al giorno;
    • Compresse di levofloxacina di 0,25 - 0,5 g 1 - 2 volte al giorno, gocciolamento endovenoso di 0,25 - 0,75 g 1 volta al giorno;
    • compresse di gatifloxacina di 0,4 g 1 volta al giorno. Riserva antibiotica.
  1. glicopeptidi:
    • compresse di vancomicina o per via endovenosa a 0,5 - 1 g, 2 volte al giorno. Riserva antibiotica.
    • Metronidazolo compresse 0,5 g 3 - 4 volte al giorno.

La frequenza di somministrazione, la dose del farmaco e la durata del trattamento sono determinati individualmente dal medico!

Trattamento antibatterico prescritto dopo aver identificato l'agente eziologico delle infezioni intestinali seminando il vomito o le feci del mezzo nutritivo.

Quali antibiotici da assumere con la gastrite: cosa può e cosa non può?

L'insorgenza di gastrite è associata all'attività di un certo tipo di batteri. Ciò è dovuto a una violazione della dieta. La mucosa intestinale è irritata a causa della crescita della microflora patogena. Per eliminare questi microrganismi e ripristinare lo stato di salute, viene prescritta la terapia farmacologica. Il trattamento include antibiotici per la gastrite.

Aiuta gli antibiotici per il trattamento della gastrite

A causa della malnutrizione, il batterio Helicobacter pylori si sviluppa nell'intestino. La persona inizia a sentirsi male e dolore allo stomaco. I microrganismi causano ulcere, passano in ulcera peptica. Per il trattamento dell'irritazione nell'intestino usando agenti antibatterici. I medici prescrivono farmaci che includono una sostanza come amoxicillina.

Alcuni farmaci prescritti contengono macrolidi, tetracicline, fluorochinoli. Per la gastrite i farmaci antimicrobici comprendono metronidazolo, ornidazolo e tinidazolo.

I farmaci antibatterici hanno un effetto negativo sui microrganismi. I farmaci interrompono la sintesi proteica quando aumenta il numero di microbi. Per fare questo, utilizzare amoxicillina, che è efficace contro la maggior parte dei batteri patogeni. L'antibiotico è un mezzo comune per entrare nel gruppo delle penicilline. Se il decorso della gastrite si verifica con aumento dell'acidità, si verificano manifestazioni dispeptiche.

Alcuni farmaci hanno un livello di effetto sui batteri. A volte l'amoxicillina non viene utilizzata a causa dell'intolleranza individuale del corpo o il farmaco non affronta una diminuzione del numero di patogeni. Quindi i medici prescrivono l'azitromicina, un farmaco che colpisce i microrganismi con una forza ridotta.

La tetraciclina ha una serie di effetti collaterali. Il farmaco ha un forte effetto sui patogeni, che è adatto per l'inefficacia di altri farmaci. Tratta vecchi antibiotici. I batteri sono stati a lungo in grado di sviluppare resistenza al farmaco. Pertanto, viene anche prescritta la levofloxacina, che a volte viene sostituita dalla claritromicina.

Il metronidazolo ha molte proprietà:

  • antibatterico;
  • trihomonatsidnoe;
  • protivoprotozoynoe.

Il farmaco viene utilizzato per un certo tipo di terapia, insieme a un complesso di altri mezzi e una dieta terapeutica. I farmaci del gruppo orindazolo vengono utilizzati se altri farmaci non hanno mostrato il risultato corretto. Questa sostanza è presa in terapia complessa.

Il trattamento avviene con l'uso di diversi farmaci. Gli antibiotici aiutano a rimuovere gli agenti patogeni dal corpo. I batteri nella gastrite dello stomaco sono considerati resistenti al trattamento dei microrganismi. Pertanto, i medici prescrivono una terapia radicale con l'uso di potenti farmaci.

Indicazioni per l'uso di antibiotici per il trattamento della gastrite

Il trattamento della malattia inizia dopo la diagnosi e la consultazione con un gastroenterologo. Il medico informerà il paziente sulla nomina di antibiotici per malattie. Identificare le seguenti controindicazioni all'uso di droghe:

  • intolleranza individuale ai componenti;
  • durante la gravidanza e l'allattamento;
  • insufficienza epatica;
  • encefalopatia renale;
  • non prescritto ai minori di 18 anni.

Quando vengono somministrati farmaci antibatterici, controllano le condizioni degli organi interni del paziente.

Metodi di assunzione di farmaci antibatterici

In medicina, ci sono diversi metodi per trattare la gastrite con antibiotici. I regimi di trattamento differiscono nei loro modi di combattere i batteri. C'è un metodo triplo e quadroterapia. In entrambi i casi, includere i farmaci dal gruppo di inibitori o preparati di bismuto. I farmaci riducono la secrezione di succo gastrico. C'è una guarigione della mucosa gastrica, ulcere, erosione.

Triplo metodo di terapia

L'uso di un regime di terapia tripla comporta l'uso di 2 antibiotici e 1 farmaco antisecretorio. Il medico prescriverà amoxicillina, claritromicina e un inibitore della pompa protonica. Farmaci per gastrite assunti al mattino e alla sera. Se questo schema non aiuta, al posto dei farmaci proposti vengono prescritti metronidazolo, tinidazolo o ornidazolo.

L'uso di un inibitore della pompa protonica è sostituito da Omeprazolo, Rabeprazolo, Pantoprazolo. In alcuni casi, questo componente del trattamento viene modificato in subcitrato di bismuto. Il regime di terapia tripla include farmaci efficaci e fornisce un risultato positivo. Dopo un ciclo di trattamento a livello intestinale, l'agente eziologico della gastrite viene distrutto.

Il corso del trattamento con questo metodo è di una settimana. In singoli casi, la terapia viene eseguita per 14 giorni.

Schema di quadroterapia

Quando il regime di trattamento triplo non produce risultati, viene prescritta la quadroterapia. Il medico curante prescrive il subsalicilato e la tetraciclina. Il regime è 4 volte al giorno. Quindi il metronidazolo viene introdotto nella terapia, che viene utilizzata al mattino, la sera e il pomeriggio. Dopo gli antibiotici, sono prescritti inibitori della pompa protonica. Devono essere presi 2 volte al giorno.

La quadroterapia può includere una diversa composizione di farmaci. Con caratteristiche individuali, sono prescritti amoxicillina, un inibitore della pompa protonica, metronidazolo e claritromicina. A seconda del corpo del paziente, i farmaci vengono sostituiti. Questo viene fatto a causa della sensibilità dei batteri e della tolleranza dei componenti del farmaco.

Altri modi

Attualmente, ci sono farmaci complessi che vengono raccolti da 3 strumenti. Gli imballaggi antibiotici sono progettati per 1 corso di trattamento. Tali farmaci sono convenienti per l'uso in gastrite. Il paziente non avrà bisogno di acquistare singoli farmaci. La confezione contiene compresse o capsule. Devono prendersi un giorno. Con mezzi complessi includono Pilokt, Klatino e Pilobact Neo.

Effetti collaterali dopo l'assunzione di antibiotici

Se è stato prescritto il trattamento sbagliato della gastrite con antibiotici, allora la possibilità di migliorare la salute è ridotta. La tetraciclina è considerata una droga pericolosa. In caso di impatto negativo, il paziente manifesta sintomi di nausea, diarrea e sensazioni spiacevoli nell'addome. In singoli casi, possono verificarsi depressione e gotta. Dopo aver interrotto l'assunzione di farmaci intollerabili, passa la debolezza.

Quando termina la terapia antibiotica, iniziano a ripristinare la microflora intestinale. Gli effetti collaterali includono:

  • gozzo;
  • mal di testa;
  • disturbo psico-emotivo;
  • diarrea e feci sconvolte;
  • allergia.

Indipendentemente dagli effetti positivi del farmaco sulla gastrite, l'antibiotico colpisce i batteri benefici per l'intestino. Per ripristinare la microflora dello stomaco aiuterà i farmaci contenenti bifido e lattobacilli. I medici raccomandano l'uso di questi fondi in parallelo con gli antibiotici.

Il verificarsi di effetti collaterali si verifica a causa di un aumento o diminuzione del dosaggio del farmaco. Tali esperimenti possono essere dannosi per il corpo.

Il recupero dipende dalle raccomandazioni di un gastroenterologo. Insieme a questo, è necessario seguire una dieta terapeutica per la gastrite. Include prodotti caseari. Se manifesti sintomi di effetti collaterali, dovresti consultare uno specialista.

Vari antibiotici sono usati per trattare la gastrite o le ulcere gastriche. I farmaci hanno un effetto sulla microflora batterica e la distruggono. Per la terapia con successo era necessario conoscere la forma di gastrite. Molti antibiotici bevono con bassa acidità.

Devi stare attento alla malattia in forma cronica. Se non si aderisce al dosaggio prescritto per la gastrite, compaiono gli effetti collaterali. Oltre ai sintomi generali di indisposizione, possono verificarsi complicazioni, come la pancreatite. Tuttavia, non aver paura e ricorrere al trattamento della gastrite senza antibiotici.

Antibiotici gastrointestinali

Si ritiene che gli antibiotici gastrointestinali siano dannosi perché alterano negativamente la normale microflora intestinale.

Gli antibiotici gastrointestinali provocano uno squilibrio della normale microflora dell'intestino crasso nella direzione degli aerobi gram-negativi, sostituendo gli anaerobi endogeni, come Bacteroides, Pseudomonas, Klebsiella, Clostridium e la crescita della flora fungina del lievito. Dopo la terapia antibiotica, sono necessari meno agenti patogeni per la colonizzazione dell'intestino (ad esempio, Salmonella) e la penicillina può portare a una colite pseudomembranosa mortale causata da un'eccessiva crescita di Clostridium difficile. Finora, la colite pseudomembranosa è raramente riportata, e solo la diarrea viola l'equilibrio della microflora, che riduce il numero di anaerobi.

Sebbene la somministrazione orale di antibiotici gastrointestinali possa causare diarrea, questo effetto è transitorio; la diarrea si ferma quando il farmaco viene sospeso. Tuttavia, nonostante la relativa sicurezza del loro utilizzo, è possibile il rischio di danni all'ecosistema dovuti all'induzione della resistenza agli antibiotici e allo stato di trasporto; pertanto, l'uso di antibiotici dovrebbe essere limitato al punto in cui sorge una necessità ovvia. Gli antibiotici gastrointestinali sono indicati nelle seguenti situazioni:

  • infezioni specifiche: ad esempio, Salmonella, Campylobacter;
  • diarrea emorragica: il rischio di sepsi dovuto alla formazione di ulcere sulla membrana mucosa;
  • diarrea, eliminata con terapia antibiotica (ARD) o proliferazione eccessiva di batteri nell'intestino tenue (SIBO);
  • grave immunosoppressione: per esempio, diarrea associata a chemioterapia, infezione da parvovirus;
  • polmonite da aspirazione associata a malattie dell'esofago;
  • appuntamento profilattico durante le operazioni sull'intestino.

aminoglicosidi

Gli aminoglicosidi sono attivi principalmente su batteri gram-negativi, sebbene alcuni streptococchi e enterococchi siano sensibili a questi.

Gentamicina. La gentamicina agisce efficacemente sugli anaerobi gram-negativi; il successo è la sua combinazione con penicilline. Il farmaco è potenzialmente nefrotossico e i fattori che aumentano il rischio sono:

  • disfunzione renale;
  • età (i pazienti giovani sono più sensibili);
  • la disidratazione;
  • febbre e sepsi;
  • trattamento simultaneo con farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS).

Pertanto, la gentamicina (e altri antibiotici gastrointestinali - aminoglicosidi, come l'amikacina, la tobramicina) deve essere utilizzata solo dopo la reidratazione del paziente.

Neomicina. La neomicina è nefrotossica e ototossica, ma non viene assorbita nell'intestino, quindi può essere somministrata in modo sicuro per via orale per ridurre il numero di batteri nel tratto gastrointestinale e ridurre la formazione di ammoniaca nell'encefalopatia epatica. E 'presente anche in alcune miscele antidiarroiche, ma non dovrebbe mai essere usato per la diarrea emorragica, in quanto può penetrare la barriera delle membrane mucose danneggiate e causare insufficienza renale o sordità.

Cefalosporine e cefamycine

Le cefalosporine orali sono attive contro aerobie gram-positive e alcuni anaerobi, come Bacteroides spp. e la maggior parte dei Clostridium spp. Tuttavia, gli antibiotici gastrointestinali del gruppo delle cefalosporine hanno attività variabile contro gli aerobi gram-negativi, come Escherichia spp., A causa della resistenza acquisita. Sono usati raramente per trattare le infezioni gastrointestinali primarie.

Le cefalosporine parenterali (ad esempio cefazolina, cefamandolo, cefotaxime, ceftiofur) possono essere utilizzate in combinazione con aminoglicosidi per il trattamento di pazienti con sepsi che si sono sviluppati a seguito della traslocazione di batteri intestinali. Cefuroxima, ceftazidima e cefoxitina hanno uno spettro più ampio di azione contro gli anaerobi; il loro uso può essere indicato in pazienti con una rottura dell'intestino o in operazioni sull'intestino crasso.

cloramfenicolo

Sebbene il cloramfenicolo agisca molto efficacemente su tutti gli anaerobi obbligati ed è batteriostatico per gli aerobi gram-positivi e molti gram-negativi, l'uso di questo antibiotico gastrointestinale è limitato a causa delle esigenze dell'assistenza sanitaria: la resistenza dei patogeni al cloramfenicolo si sviluppa rapidamente; questo limita il suo uso nel trattamento della salmonellosi nell'uomo. Il cloramfenicolo è metabolizzato nel fegato, il che lo rende un farmaco inadatto per le malattie infettive del fegato e può causare la soppressione del midollo osseo, specialmente nei bambini. La somministrazione simultanea di cimetidina provoca una violazione del suo metabolismo e aumenta la tossicità.

lincosamidi

Clindamicina e lincomicina agiscono efficacemente su aerobie gram-positive e molti anaerobi obbligati. Entrambi i farmaci possono causare diarrea grave negli esseri umani. La clindamicina è raccomandata per il trattamento delle infezioni parodontali.

macrolidi

La maggior parte dei macrolidi sono antibiotici gastrointestinali batteriostatici che agiscono su aerobi gram-positivi e obbligano gli anaerobi e possono essere utilizzati se il paziente ha una marcata sensibilità alla penicillina. Alcuni macrolidi sono efficaci anche a basse dosi perché inibiscono l'adesione dei batteri.

Eritromicina. In alte dosi, questo antibiotico gastrointestinale può avere un effetto battericida, è il farmaco di scelta per l'infezione da Campylobacter, ma è inefficace contro le Enterobacteriaceae (ad esempio, Pseudomonas, Escherichia, Clebsiella). L'eritromicina è instabile in ambiente acido, quindi deve essere somministrata a stomaco vuoto o sotto forma di preparazione con rivestimento enterico. Spesso provoca vomito, perché imita l'azione dell'ormone del tratto digerente motilina. In dosi più basse, il farmaco è procinetico.

Tylosin. Questo farmaco è attivo anche contro Campylobacter, sebbene abbia solo un effetto batteriostatico. La tilosina è stata usata per trattare SIBO, ARD e colite idiopatica. Ha un sapore amaro.

Spiramicina. In alcuni paesi, questo antibiotico gastrointestinale è disponibile in combinazione con metronidazolo. L'attività della spiramicina contro gli anaerobi lo rende il farmaco di scelta per le infezioni parodontali.

Claritromicina e Azitromicina. La claritromicina è più stabile in un ambiente acido e più attiva dell'eritromicina, è usata come parte della tripla terapia per il trattamento dell'infezione da Helicobacter nello stomaco. L'azitromicina ha un'emivita dei tessuti più lunga rispetto all'eritromicina, ma è anche inefficace contro le enterobatteriacee.

Il metronidazolo ha un effetto battericida su molti anaerobi obbligati gram-positivi e più gram-negativi, ma non è efficace contro l'aerobiosi. Il farmaco viene spesso prescritto in combinazione con l'amoxicillina-acido clavulanico, che consente di creare una gamma più ampia di azione antibatterica. Ha un effetto immunomodulatore e quindi è efficace nella malattia infiammatoria intestinale (IBD). A dosi elevate, ha un effetto antiprotozoico ed è usato per trattare la giardiasi (Giardia).

Il metronidazolo può essere utilizzato come agente singolo per il trattamento delle infezioni clostridiali, con SIBO, ARD ed encefalopatia epatica. Espellere con la saliva. Questo antibiotico gastrointestinale è attivo contro l'infezione anaerobica nelle malattie parodontali ed è talvolta usato in combinazione con spiramicina. Tuttavia, il metronidazolo ha un sapore amaro, quindi il farmaco è scarsamente percepito da alcuni pazienti.

In dosi elevate o dopo somministrazione endovenosa rapida di metronidazolo, i suoi effetti tossici sul sistema nervoso centrale (SNC) si manifestano spesso. Inoltre, questo farmaco può avere un effetto teratogeno. La cimetidina inibisce il suo metabolismo nel fegato, aumentando il rischio di effetti tossici.

penicilline

Le penicilline in generale sono antibiotici gastrointestinali battericidi contro aerobi gram-positivi e anaerobi. Ad eccezione della penicillina G, sono stabili in ambiente acido e possono essere somministrate per via orale. Tuttavia, il cibo può indebolire le proprietà dell'ampicillina e rallentare l'assorbimento di amoxicillina, quindi questi farmaci sono meglio somministrati a stomaco vuoto.

L'uso delle penicilline da solo raramente è efficace contro gli aerobi gram-negativi, ad eccezione delle penicilline con attività anti-pseudomonadale, cioè ticarcillina, carbenicillina e piperacillina. Possono agire come sinergici con gli aminoglicosidi, sebbene non possano essere mescolati nella stessa siringa. L'effetto di queste penicilline con attività anti-pseudomonadica può essere migliorato dalla somministrazione simultanea di acido clavulanico, che aumenta il loro effetto sui patogeni gram-negativi e su tutti gli anaerobi.

chinoloni

I chinoloni (ad esempio enrofloxacina, difloxacina, ibafloxacina, marbofloxacina, orbifloxacina) sono farmaci battericidi che sono distribuiti in alte concentrazioni nel fegato e nel tratto gastrointestinale, perché sono concentrati nella bile e sottoposti a ricircolazione enteroepatica. La resistenza si sviluppa relativamente raramente. Essendo altamente efficace contro Pseudomonas, Klebsiella e aerobie gram-negative trovate nel tratto gastrointestinale, questi antibiotici gastrointestinali hanno una certa efficacia nei confronti dell'aerobica gram-positiva. Probabilmente, sono i farmaci più efficaci contro la Salmonella e quindi hanno meno probabilità di condurre allo stato di batteriocarrier. I chinoloni sono anche efficaci contro il Campylobacter, ma il loro uso per questo scopo non è stato approvato, sebbene non abbiano un effetto collaterale sotto forma di vomito osservato nel trattamento con eritromicina. In combinazione con metronidazolo, gli antibiotici gastrointestinali fluorochinolonici offrono una buona protezione contro la maggior parte dei microrganismi intestinali. I chinoloni non dovrebbero essere prescritti a pazienti in crescita, i pazienti con epilessia devono essere usati con cautela. Esistono prove che l'enrofloxacina può causare cecità dose-dipendente associata a lesioni della retina. La cimetidina può ridurre la clearance dei fluorochinoloni e il sucralfato, gli antiacidi contenenti alluminio, il carbonato di calcio e gli integratori di ferro, possono comprometterne significativamente l'assorbimento. Per questo motivo, i fluorochinoloni dovrebbero essere somministrati due ore prima dell'introduzione del sucralfato.

sulfamidici

I sulfonammidi (sulfadiazina, sulfametossazolo, sulfadimetossina) sono farmaci antibatterici batteriostatici economici ed efficaci, la cui attività è potenziata a un'azione battericida con somministrazione simultanea di trimetoprim, bacvilprim o ormethoprim. In molti paesi, questi antibiotici gastrointestinali (così come la sulfadimidina e sulfametazina) possono essere acquistati in una forma non potenziata. L'ftalilsulfagiazol è scarsamente assorbito nel tratto gastrointestinale ed è presente in alcuni farmaci anti-diarrea combinati.

Le sulfonamidi potenziate sono efficaci contro la maggior parte delle aerobi, alcuni anaerobi e protozoi e sono i farmaci di scelta per la coccidiosi. Inoltre, sono spesso utilizzati per la colite, nonostante il fatto che solo la sulfasalazina abbia un'attività specifica nell'intestino crasso.

I sulfonamidi hanno un sapore amaro, quindi se il guscio della compressa si rompe, allora la schiuma apparirà in bocca. Si noti che le sulfonamidi possono causare lo sviluppo di effetti indesiderati immuno-mediati (ad esempio, poliartrite, trombocitopenia). Ma l'effetto collaterale più persistente degli antibiotici gastrointestinali è l'insorgenza di cheratocongiuntivite secca (SCC), soprattutto quando si tratta di colite con sulfasalazina. È stato dimostrato che gli antibiotici gastrointestinali influenzano la concentrazione di tiroxina e acido folico nel siero.

tetracicline

Le tetracicline (doxiciclina, ossitetraciclina, tetraciclina) sono farmaci batteriostatici che sono attivi contro molti aerobi e microrganismi atipici, come la rickettsia e i micoplasmi emotropici. Gli antibiotici gastrointestinali vengono prescritti per via orale a stomaco vuoto, poiché il cibo, i latticini e gli antiacidi (compreso il sucralfato) interferiscono con il loro assorbimento. Questo potrebbe non avere importanza nel trattamento delle malattie causate da microrganismi che vivono nel lume intestinale. Tuttavia, è interessante notare che il sucralfato migliora la somministrazione di tetracicline nell'area delle ulcerazioni del tratto gastrointestinale. L'ossitetraciclina è concentrata nel fegato ed escreta nella bile, e quindi il farmaco può essere efficace nella colangite. Nei pazienti giovani, le tetracicline causano la decolorazione dello smalto dei denti in crescita, un paziente adulto può utilizzare un gel doxiciclina con licenza per la somministrazione topica nelle tasche delle gengive per le infezioni parodontali.

Le tetracicline possono causare disturbi del tratto gastrointestinale, possono anche causare anoressia, febbre e depressione. Esiste una relazione tra la somministrazione orale di doxiciclina e la formazione di stenosi dell'esofago, pertanto si consiglia di somministrare compresse con una piccola quantità di acqua o un pezzo di cibo. Gli antibiotici gastrointestinali del gruppo tetraciclina sono più spesso usati per trattare l'ARD rispetto al SIBO. Nonostante la loro ovvia efficacia, non è stato stabilito il motivo per cui possano essere usati per trattare la diarrea per diversi anni senza sviluppare resistenza e quale sia la ragione dell'efficacia anche delle dosi subterapeutiche di antibiotici gastrointestinali. Le tetracicline non sterilizzano l'intestino, ma possono influenzare l'equilibrio ecologico, escludendo i probabili patogeni, eventualmente sopprimendo l'adesione. D'altra parte, le tetracicline possono avere un effetto antinfiammatorio diretto, quindi sono usate in medicina per il trattamento di varie malattie della pelle e dell'artrite.

Farmaci antifungini

Le infezioni fungine primarie dopo l'uso di antibiotici gastrointestinali si sviluppano raramente e pertanto le indicazioni per la terapia antifungina sono rare.

La candidosi può ripresentarsi dopo la terapia antibiotica. La candidosi orale può essere trattata con sospensione orale di nistatina. La protothecosi è in realtà un'infezione causata dai funghi delle alghe, ma può essere trattata con successo con amfotericina B.