logo

Atrofia della mucosa gastrica

Atrofia della mucosa gastrica - un processo patologico che si sviluppa a causa dell'infiammazione. Atrofia, si verifica una graduale estinzione delle cellule funzionanti e la loro sostituzione con tessuto cicatriziale, e quindi il suo assottigliamento.

I focolai di atrofia possono essere rilevati in qualsiasi gastrite, ma nella classificazione delle malattie dello stomaco si distingue una forma speciale - gastrite atrofica, per la quale tali cambiamenti sono più caratteristici. È importante che questa malattia sia una patologia precancerosa. Pertanto, tutti i pazienti hanno bisogno di cure e supervisione medica.

Caratteristiche del processo di atrofia

La localizzazione più frequente per atrofia della mucosa gastrica è il terzo inferiore del corpo o l'antro. L'Helicobacter, che vive più vicino alla zona pilorica, è considerato uno dei principali fattori dannosi.

Nella fase iniziale, le cellule ghiandolari (calice) producono acido cloridrico anche in eccesso. Forse questo processo è associato all'effetto stimolante del sistema enzimatico dei batteri.

Quindi la sintesi del succo gastrico viene sostituita dal muco, l'acidità diminuisce gradualmente.

A questo punto, il ruolo protettivo della mucosa è perso. Qualsiasi sostanza chimica alimentare può danneggiare le cellule che rivestono lo stomaco dall'interno. Prodotti tossici e residui di cellule distrutte diventano estranee al corpo.

Nel processo di distruzione è collegato il meccanismo autoimmune. Gli anticorpi sono prodotti su cellule danneggiate, che continuano a combattere il loro stesso epitelio. Un ruolo importante è giocato bloccando i processi di recupero.

In uno stomaco sano, lo strato epiteliale viene aggiornato completamente ogni 6 giorni. Qui, sul terreno, restano vecchie cellule inoperative o vengono sostituite da tessuto connettivo.

In ogni caso, una mucosa atrofizzata non può sostituire il succo gastrico con il muco. C'è un assottigliamento graduale della parete dello stomaco. Praticamente il corpo viene eliminato dalla digestione, la produzione di gastrina aumenta. Il nodulo di cibo penetra nell'intestino tenue non preparato, il che porta al fallimento di altre fasi successive.

Questo processo non finisce qui. Arriva il periodo più pericoloso di cambiamenti atrofici: l'epitelio inizia a produrre le sue cellule simili, ma non vere. Molto spesso possono essere attribuiti all'intestino. Non sono in grado di produrre la secrezione gastrica. Questo processo è chiamato metaplasia e displasia (trasformazione), precede la degenerazione cancerosa.

Le aree atrofizzate sulla membrana mucosa non possono essere completamente ripristinate, ma con l'aiuto del trattamento c'è ancora la possibilità di supportare le restanti cellule funzionanti, compensare la mancanza di succo gastrico e prevenire l'interruzione del processo generale di digestione.

motivi

Le cause più comuni della malattia sono: esposizione a Helicobacter e fattori autoimmuni. I ricercatori hanno proposto di allocare fattori di danno esterni (esogeni) e interni (endogeni) che possono causare cambiamenti atrofici nella mucosa. All'esterno includono sostanze tossiche che entrano nello stomaco e malnutrizione.

Tossico per lo stomaco sono:

  • nicotina, un prodotto di decomposizione dei prodotti del tabacco;
  • particelle di polvere di carbone, cotone, metalli;
  • sali di arsenico, piombo;
  • liquidi contenenti alcool;
  • farmaci dal gruppo Aspirina, sulfonamidi, corticosteroidi.

Il cibo può trasformarsi in fattori esogeni di danno se:

  • una persona mangia cibo in modo irregolare, i periodi di fame si alternano con l'eccesso di cibo;
  • pricipalmente mangi il fast food, i piatti piccanti e grassi, "razioni asciutte";
  • cibo freddo o troppo caldo (gelato, tè) entra nello stomaco;
  • Cibo insufficientemente masticato in bocca per malattie di denti, gengive, povere protesi, mancanza di denti in età avanzata.

Le cause interne includono:

  • eventuali disturbi della regolazione neuro-endocrina delle cellule secernenti che portano alla rottura dei processi di rigenerazione (stress, malattie croniche del sistema nervoso, mixedema, diabete, alterazione della funzione dell'ipofisi e delle ghiandole surrenali);
  • malattie umane comuni che interrompono il flusso sanguigno nella parete dello stomaco e vasi regionali (formazione di trombi, aterosclerosi pronunciata), congestione nelle vene sullo sfondo di aumento della pressione nel sistema portale;
  • insufficienza cardiaca e respiratoria, accompagnata da ipossia tissutale (mancanza di ossigeno);
  • carenza di vitamina B12 e ferro;
  • predisposizione genetica - è una carenza geneticamente determinata di fattori per ripristinare la composizione cellulare della mucosa.

Segni di atrofia

I sintomi di atrofia della mucosa gastrica compaiono tardi quando l'acidità raggiunge lo zero. Più spesso gli uomini giovani e di mezza età sono malati. La sindrome del dolore è assente o molto debolmente espressa, quindi, si rivolgono a un medico nella fase avanzata del processo.

I segni di atrofia non differiscono dai sintomi generali dei disturbi gastrici. I pazienti riportano una sensazione di pesantezza nell'epigastrio subito dopo aver mangiato, a volte nausea, eruttazione, gonfiore, forte brontolio, alito cattivo e sgabello instabile.

Indica segni di digestione compromessa:

  • riduzione del peso;
  • sintomi di beriberi (pelle secca, perdita di capelli, gengive sanguinanti, ulcere della bocca, mal di testa);
  • problemi ormonali, manifesta negli uomini nell'impotenza, nelle donne con ciclo mestruale compromesso, infertilità;
  • irritabilità, pianto, insonnia.

diagnostica

L'atrofia della mucosa gastrica può essere diagnosticata solo visivamente. È stato precedentemente determinato dal medico patologo, chirurgo, e ora l'uso diffuso della tecnologia fibrogastroscopica consente non solo di fissare l'immagine in diverse parti dello stomaco, ma anche di prelevare materiale per l'esame istologico, per suddividere il processo in tipi, gradi di disturbi funzionali.

Istologicamente, l'infiltrazione dei linfociti delle cellule delle cellule della mucosa, la distruzione dell'epitelio ghiandolare, l'assottigliamento del muro, il piegamento alterato sono rilevati. Forse l'aspetto di crepe e erosione.

A seconda delle dimensioni dell'area interessata, ci sono:

  • atrofia focale - aree di atrofia si alternano a tessuti normali sulla membrana mucosa, un tale processo è il più favorevole per il trattamento, perché ci sono ancora cellule in grado di assumere una funzione compensatoria;
  • diffuso - un processo comune pesante, cattura l'intero antrum e sale al cardias, quasi tutte le cellule sono colpite, e la fibrosi solida appare invece dello strato mucoso.

Il numero di cellule sane perse e rimanenti emette il grado di cambiamenti atrofici:

  • luce - il 10% delle celle non funziona, ma il 90% funziona correttamente;
  • media - atrofia cattura fino al 20% dell'area della mucosa gastrica;
  • pesante: più del 20% dell'epitelio è sostituito da tessuto cicatriziale, compaiono cellule trasformate.

A seconda della gravità del processo atrofico, i cambiamenti istologici sono considerati:

  • lievi cambiamenti o subatrofia - la dimensione delle cellule ghiandolari diminuisce, il loro piccolo accorciamento è determinato, altri glandulociti compaiono nelle cellule (formazioni in cui il segreto è sintetizzato), alcuni sono sostituiti da cellule mucose (mucoidi);
  • atrofia moderata - più della metà delle cellule ghiandolari sono sostituite dalla formazione del muco, sono visibili i fuochi della sclerosi, la parte residua dell'epitelio normale è circondata da infiltrazione;
  • disturbi pronunciati - ci sono pochissime cellule ghiandolari normali, si estendono vaste aree di sclerosi, si osservano infiltrazioni di diversi tipi di epitelio infiammatorio, metaplasia intestinale possibile.

Nella diagnosi di patologia non è sufficiente stabilire che la mucosa gastrica è atrofica, per cercare di sospendere il processo, il medico deve conoscere la ragione dei cambiamenti, il grado di disfunzione dell'organo.

Per fare questo, il paziente conduce i seguenti studi: rilevazione di anticorpi contro l'Helicobacterium e il fattore Kastla (componenti di cellule parietali) nel sangue, determinazione del rapporto di pepsinogen I, pepsinogen II (componenti proteici per la produzione di acido cloridrico), il metodo è considerato un marker di atrofia, perché permette di giudicare l'equilibrio intatto ghiandole epiteliali.

È anche necessario studiare la gastrina 17 - sostanze di tipo ormonale che sono responsabili della regolazione endocrina della secrezione delle cellule epiteliali, del loro recupero e della motilità del tessuto muscolare dello stomaco e della pH-metria giornaliera per identificare la natura della produzione di acido.

Quali tipi di gastrite si sviluppano sulla base dell'atrofia epiteliale?

A seconda del grado di sviluppo, localizzazione del processo di infiammazione nello stomaco durante l'atrofia della mucosa, è consuetudine distinguere diversi tipi di gastrite.

superficie

La forma più lieve della malattia. L'acidità del succo gastrico è quasi normale. Si verifica un'abbondante secrezione di muco dalle ghiandole e pertanto viene mantenuta la protezione. Quando l'istologia visibile fenomeni di distrofia.

focale

L'acidità è mantenuta da aree di epitelio sano. La mucosa mostra alternanza di atrofia e sclerosi con tessuto sano. Tra i sintomi sono spesso intolleranti al latte, alle uova. Questo indica il ruolo dei disordini immunitari.

diffondere

La superficie dello stomaco è coperta dalla crescita di cellule immature, buche e rulli, la struttura delle ghiandole mucose è disturbata.

erosivo

Nell'area dell'atrofia c'è una violazione della circolazione del sangue, che dà un quadro di emorragie chiazzate, accumulo di vasi sanguigni. Per pesante con sanguinamento gastrico. È più spesso osservato negli alcolisti, coloro che hanno subito un'infezione respiratoria.

antral

Nominato per la localizzazione primaria della lesione. Differisce dai cambiamenti cicatriziali nella zona antrale, dal restringimento del dipartimento pilorico e dalla propensione ad entrare nel processo ulcerativo.

trattamento

Il problema di come trattare l'atrofia delle mucose dipende dall'azione aggressiva predominante, dalla causa identificata del processo, dalla capacità residua di ripristino (riparazione). Data l'assenza di sintomi gravi, i pazienti sono più spesso trattati in regime ambulatoriale. Le raccomandazioni obbligatorie includono: regime e dieta.

Non è consigliato praticare sport pesanti, è necessario ridurre l'attività fisica a moderare. È necessario interrompere il fumo e bere alcolici, compresa la birra. È vietato assumere arbitrariamente farmaci, inclusi mal di testa e influenza.

Fabbisogni dietetici

La nutrizione del paziente offre una scelta di prodotti che non danneggiano o irritano la mucosa gastrica. Pertanto, è severamente vietato:

  • piatti fritti, affumicati, salati e in salamoia;
  • tè forte, caffè, acqua gassata;
  • gelato, latte intero;
  • pasticceria, paste fresche;
  • spezie, salse, cibo in scatola;
  • legumi.

Si consiglia al paziente di mantenere la nutrizione in piccole porzioni frequenti. Utilizzare piatti al vapore, bolliti, al vapore e al forno. In caso di dolore per diversi giorni, si consiglia di passare a cibo semi-liquido passato (polpette di carne, brodi a basso contenuto di grassi, porridge in acqua, gelatina).

Se il dolore clinico non svolge un ruolo serio, la dieta dovrebbe essere variata, date le limitazioni di cui sopra. consentito:

  • prodotti a base di latte fermentato (panna acida a basso contenuto di grassi, kefir, fiocchi di latte);
  • frittata di uova;
  • verdure al vapore;
  • delle semole più rappresentate sono riso, grano saraceno, farina d'avena;
  • i succhi di frutta sono meglio diluiti con acqua.

Per quanto riguarda l'acqua minerale, il paziente ha bisogno di consultare un medico, poiché la scelta dipende dall'acidità del succo gastrico e può essere diversa nel processo di atrofia.

Terapia farmacologica

Al fine di ripristinare la mucosa gastrica, è necessario liberarsi degli effetti dannosi di Helicobacter se presente e bloccare un possibile processo autoimmune. Per combattere l'infezione batterica si applica un ciclo di eradicazione.

Viene prescritta una combinazione di antibiotici di tetraciclina e penicillina con metronidazolo (Trichopol). Il corso e il dosaggio sono scelti dal medico individualmente.

Per confermare l'efficacia degli studi di controllo sono condotti su Helicobacter. Nella fase iniziale dell'atrofia, quando è possibile aumentare l'acidità, si raccomandano i preparativi degli inibitori della pompa protonica. Sopprimono il meccanismo della produzione di acido cloridrico.

Il gruppo include:

Quando compare uno stato ipo-anacidico, questi rimedi sono controindicati. Acidin-pepsina, viene prescritto succo gastrico per sostituire la propria secrezione. Stimola il processo di rigenerazione di Solcoseryl, iniezioni di Aloe. Per supportare e migliorare la funzione motoria dello stomaco può Domperidone, procinetici.

I preparati a base di bismuto e alluminio (Vikalin, caolino, nitrato di bismuto) proteggono la mucosa da sostanze chimiche e batteri dai prodotti alimentari. Se nel processo diagnostico il carattere dell'umore autoimmune dell'organismo diventa ovvio, al paziente vengono prescritti ormoni corticosteroidi per sopprimere un'eccessiva risposta immunitaria.

Nell'atrofia grave, alla patologia si aggiunge un disturbo nella produzione di enzimi da parte di tutti gli organi coinvolti nella digestione. Pertanto, può richiedere mezzi enzimatici: Panzinorm, Festal, Creonte.

Rimedi popolari e alle erbe

Al metodo popolare di trattamento dovrebbe essere avvicinato attentamente tenendo conto dell'acidità. Con la normale funzione di secrezione, puoi prendere decotti di camomilla, calendula.

Con un ridotto - per la stimolazione della formazione di acido, brodo di fianchi, vengono mostrati succhi diluiti di pomodori, limone, patate. In farmacia, è possibile acquistare erbe con piantaggine, timo, assenzio e erba di San Giovanni. È conveniente usare Plantaglyutsid di phytopreparation. Consiste dell'estratto granulato di piantaggine, prima di prenderlo è diluito in acqua calda.

Il problema più significativo della medicina moderna è l'identificazione dei pazienti e la prevenzione della degenerazione del cancro. È difficile organizzare esami fibrogastroscopici dei pazienti, se sono poco preoccupanti. Molto più attenti alla prevenzione sono i membri della famiglia, in cui non è stato identificato un singolo caso di gastrite atrofica e ci sono morti per cancro gastrico.

Tali pazienti devono essere sottoposti a fibrogastroscopia una volta all'anno, seguire una dieta, smettere di fumare e bere alcolici. Nessuno può essere sicuro delle difficoltà che queste persone dovranno superare nella vita e di come lo stomaco subirà una predisposizione genetica.

Sintomi e trattamento dell'atrofia della mucosa gastrica

Il numero di persone che soffrono di malattie del tratto gastrointestinale cresce ogni anno. L'atrofia della mucosa gastrica è una delle patologie che colpiscono la sua mucosa, portando alla morte delle ghiandole responsabili della produzione di succo gastrico. Con l'atrofia, i cambiamenti che avvengono nel muco sono di natura patologica progressiva. L'insidiosità della malattia sta nella capacità di degenerare in un cancro. Pertanto, i medici attribuiscono l'atrofia della mucosa gastrica a condizioni precancerose.

Provoca lo sviluppo della malattia

Un altro nome per la patologia è la gastrite atrofica cronica. Secondo le statistiche, le persone in età pensionabile sono più inclini all'atrofia. I giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni si ammalano meno spesso. Il fattore scatenante in questa situazione è una malattia autoimmune, quando, a causa di un malfunzionamento del corpo, il sistema immunitario inizia a distruggere le proprie cellule e i tessuti degli organi. L'obiettivo potrebbe essere lo stomaco, il suo guscio interno.

Più spesso, l'atrofia si sviluppa dopo 55-60 anni a causa della gastrite causata dal batterio Helicobacter pylori.

Le cause principali che portano allo sviluppo della malattia sono diverse.

  1. La dieta scorretta è un fattore comune che influenza direttamente lo stato dello stomaco. Una persona che ha mangiato cibi piccanti, grassi, alimenti a rapida preparazione per molti anni, colpisce l'organo principale della digestione. Diete costanti, digiuno, mancato rispetto degli intervalli tra i pasti influenzano negativamente il tratto gastrointestinale.
  2. Cattive abitudini: fumare e bere alcolici viola il ritmo adeguato del sistema digestivo, causando infiammazione delle mucose, formazione di ulcere ed erosioni.
  3. Uso incontrollato a lungo termine di droghe - i farmaci moderni possono contenere sostanze che hanno un effetto dannoso sul rivestimento interno dell'intero tratto digestivo
  4. Intossicazione - quando si ingeriscono sostanze pericolose nel corpo, si verificano irritazione e infiammazione del tratto gastrointestinale.
  5. Eredità - i medici dicono che la gastrite ereditaria è pericolosa a causa di un alto grado di trasformazione in un cancro.
  6. Lo stress, forti shock nervosi possono causare un malfunzionamento del tratto gastrointestinale, causando cambiamenti irreversibili.
  7. Alcune malattie somatiche (diabete, malattie del sistema cardiovascolare) aumentano il rischio di cambiamenti atrofici.
  8. La mancanza di ferro e vitamina B12 influenza la salute dell'apparato digerente, interrompendo le loro normali attività.

Varietà della malattia, segni di manifestazione

La malattia ha una certa classificazione:

  • L'atrofia focale della mucosa gastrica è caratterizzata dalla comparsa di focolai patologici del tessuto connettivo al posto delle ghiandole morte dello strato interno. I centri hanno una forma e dimensioni diverse, in apparenza e struttura morfologica assomigliano a una cicatrice atrofica sul viso - una zona di colore rosa, simile a una cicatrice, flaccida, con confini evidenti. L'atrofia focale è pericolosa in assenza di disturbi pronunciati.
  • L'atrofia della membrana mucosa dell'antro dello stomaco è un tipo di patologia caratterizzata da lesioni della parte distale dello stomaco e morte delle ghiandole responsabili dell'escrezione di pepsina e acido cloridrico. Di conseguenza, le pareti dello stomaco diventano non protette e si infiammano per l'influenza dell'acido. Durante la corsa per lo sviluppo di una lesione batterica, ulcera peptica.
  • L'atrofia moderata è lieve, moderata, grave. Per i deboli caratterizzati da piccoli cambiamenti nelle ghiandole principali. Per moderate - le misurazioni di natura negativa sono più significative, insieme al funzionamento delle ghiandole residuali, ci sono aree patologiche. Espressa caratterizzata da ampi focolai di lesioni necrotiche.

I sintomi delle lesioni atrofiche sono offuscati, debolmente espressi, quindi, nelle fasi iniziali, i pazienti non sono consapevoli dello sviluppo della malattia.

I sintomi classici variano nella loro gravità e intensità:

  1. L'emergere della nausea. La frequente nausea senza ragioni oggettive (eccesso di cibo, avvelenamento) indica processi infiammatori nel tratto gastrointestinale.
  2. Cambiare le feci. Stitichezza o diarrea, sostituendosi a vicenda, indicano una violazione della completa digestione del cibo, disfunzione intestinale.
  3. Sensazioni spiacevoli nell'epigastrio. Dopo aver mangiato, i pazienti lamentano una sensazione di sovraffollamento, pesantezza, pressione nella regione epigastrica. Per questo motivo, chi soffre di atrofia mangia male, perde peso.
  4. Gonfiore. Quando l'atrofia alimentare è scarsamente digerita, i residui iniziano a decomporsi, portando ad una maggiore formazione di gas.
  5. L'eruttazione è un segno di un'insufficiente escrezione del succo gastrico che penetra nel cibo. Eruttazione nei pazienti - con amarezza, odore sgradevole, alcuni si lamentano del gusto sgradevole e della bocca secca.
  6. Sindrome del dolore Il dolore nelle lesioni atrofiche - opaco, periodico, si verifica dopo aver mangiato. Nelle fasi avanzate del dolore è permanente.
  7. L'aspetto della fioritura bianca copre la lingua. Il sintomo è caratteristico delle esacerbazioni della malattia.
  8. Perdita di peso. La perdita di peso nei pazienti si verifica a causa del generale stato indebolito del corpo, disagio dopo un pasto - eruttazione, dolore.

L'aspetto periodico di 2-3 sintomi elencati dovrebbe essere motivo di preoccupazione, riferendosi a un gastroenterologo.

Algoritmo di indagine

La prima cosa che una persona dovrebbe fare se si sospetta una gastrite atrofica è consultare un gastroenterologo. Il medico raccoglie le informazioni necessarie sui reclami, la loro intensità, la prima manifestazione.

L'esame per sospetta atrofia della mucosa gastrica dovrebbe essere complesso:

  1. analisi del sangue generale e dettagliata, analisi delle urine con determinazione del livello di proteine, leucociti;
  2. coprogramma - analisi delle feci, che mostra quanto cibo viene digerito, sostanze utili vengono assorbite;
  3. uno studio sulla presenza del batterio Helicobacter pylori - test respiratorio, metodi morfologici;
  4. l'esame endoscopico è un metodo affidabile che consente di valutare visivamente la gravità e il tipo di lesione atrofica;
  5. analisi dei tessuti prelevati durante la biopsia per istologia - consente di determinare il grado di cambiamenti morfologici della mucosa;
  6. Ultrasuoni degli organi addominali - fegato, pancreas; con danno atrofico, la loro attività viene spesso interrotta.

La cosa principale nella diagnosi è stabilire una vera diagnosi, per differenziare l'atrofia con cambiamenti cancerogeni.

trattamento

La terapia correttamente prescritta per la gastrite atrofica può migliorare significativamente la condizione dei pazienti. Trattare e ripristinare la mucosa gastrica - l'obiettivo principale della terapia. La sua efficacia dipende dalla causa della malattia.

Se la malattia si è verificata sullo sfondo della sconfitta di Helicobacter pylori, vengono prescritti inibitori, antibiotici. Un corso di una settimana è sufficiente per uccidere i batteri.

I principali gruppi di farmaci utilizzati nel trattamento delle lesioni atrofiche:

  • farmaci d'azione sostitutivi (succo gastrico naturale) ed enzimi (Creonte, Pangrol, Micrasim), che aiutano a digerire completamente il cibo;
  • farmaci che aiutano a produrre acido cloridrico. Grazie all'assunzione di plantaglucid, aumentano la secrezione gastrica, l'infiammazione e gli spasmi vengono alleviati;
  • vitamine sotto forma di compresse o iniezioni - quando l'emoglobina diminuisce, il livello di ferro sierico viene prescritto vitamina B12;
  • antidolorifici - No-shpa, Buscopan elimina la sindrome del dolore, allevia i crampi;
  • farmaci che migliorano la motilità del tratto gastrointestinale - Motilium, Zerukal - aiutano lo stomaco a promuovere la palla del cibo, evitando il ristagno.

Quando il decorso della malattia viene trascurato, i cambiamenti precancerosi sono indicati dal trattamento mediante intervento chirurgico.

La dieta nel trattamento della gastrite atrofica è importante. Il principio di base è la nutrizione che è parsimoniosa e frazionale. È preferibile cucinare il cibo per una coppia. Evitare di mangiare cibi troppo caldi e freddi - tali alimenti feriscono la parete dello stomaco. Le basi della dieta sono:

  • zuppe su brodo magro;
  • purea di verdure, accuratamente strofinata;
  • carne bollita (manzo, coniglio, tacchino), pesce bianco;
  • pane bianco essiccato;
  • porridge - farina d'avena, riso;
  • bevande - composta di frutta secca, acqua minerale senza gas.

Sotto il divieto - cibi grassi, cibi fritti e salati, cibo in scatola, cibo contenente aceto e spezie, bevande gassate, succhi acquistati. Altrettanto importante è il trattamento sanitario e di cura, che consente di rafforzare e guarire l'intero corpo.

Misure preventive

La prevenzione è meglio che curare. Attitudine attenta agli organi digestivi consente di mantenere la salute su lunghe montagne. Le persone che hanno parenti con malattie del tubo digerente, è necessario rispettare le misure preventive.

  • Una corretta alimentazione - un pegno di benessere e salute di tutto il corpo. L'esclusione di alimenti nocivi (dolciumi da mensa, fast food, fast food) riduce il carico sullo stomaco, pur mantenendo la funzione secretoria.
  • Il rifiuto delle comuni cattive abitudini consente di minimizzare l'effetto irritante sulla mucosa gastrica.
  • Modo di vita calmo e misurato, evitando lo stress, ti permette di mantenere la salute fisica e mentale.
  • La presenza di malattie precedentemente trasferite del tratto gastrointestinale (colite, enterite, duodenite) - un segnale di monitoraggio regolare dello stato dell'apparato digerente. Le persone che soffrono di gastrite di diverse eziologie devono sottoporsi a un esame annuale completo in direzione di un gastroenterologo.

L'atrofia gastrica è una patologia grave che richiede un approccio adeguato all'esame e al trattamento. Con la diagnosi precoce e la terapia opportunamente selezionata, la prognosi è favorevole, lo sviluppo dell'oncologia può essere evitato.

Atrofia della mucosa gastrica

L'atrofia della mucosa gastrica (nella letteratura medica - gastrite atrofica) è un tipo di gastrite cronica, manifestata in modificazioni patologiche progressive nella mucosa gastrica e nella morte delle ghiandole che producono il succo gastrico.

Il pericolo di patologia sta nel fatto che si parla di malattie precancerose, quindi l'obiettivo principale del trattamento è prevenire i cambiamenti atrofici.

Codice ICD-10

Cause di atrofia della mucosa gastrica

Nella maggior parte dei casi, atrofia della mucosa gastrica si sviluppa nelle persone in età avanzata, a seguito di gastrite batterica. L'agente eziologico di quest'ultimo è il batterio Helicobacter pylori. Tuttavia, è un errore trovare l'infezione come l'unica causa possibile, perché ci sono casi di gastrite atrofica senza essere legati a quella batterica, ma come risultato di meccanismi autoimmuni. Questa forma è chiamata gastrite atrofica autoimmune. La causa dell'atrofia della mucosa gastrica in questo caso è l'errata produzione patologica di corpi autoimmuni contro le cellule sane della mucosa del paziente. Arrivano deformazioni di quest'ultimo, atrofia delle proprie ghiandole, ipocloridria - una diminuzione del grado di concentrazione di acido cloridrico, o acloridria - la sua completa assenza nel succo gastrico.

Esiste una serie di fattori che aggravano la condizione della mucosa, agendo in congiunzione. Tali fattori possono essere un processo patologico, cambiamenti legati all'età nel corpo, e una possibile predisposizione genetica non dovrebbe essere esclusa. La violazione sistematica dei principi di una sana alimentazione, dipendenza dall'alcool e l'uso di farmaci che formano la gastrite, come il cloruro di potassio, per un lungo periodo, provocano inevitabilmente un deterioramento della mucosa.

È stato scientificamente dimostrato che l'insorgenza di atrofia della mucosa gastrica è influenzata da fattori come: esperienze nervose persistenti, conseguenze di malattie del sistema endocrino (diabete mellito e tireotossicosi), carenza di vitamina B12 e ferro nell'organismo, nonché ipossia nell'insufficienza cardiaca e polmonare.

Sintomi di atrofia della mucosa gastrica

Con la gastrite atrofica, la funzionalità dello stomaco diminuisce drasticamente, quindi il sintomo principale può essere chiamato sindrome da dispersione: perdita di appetito del paziente, eruttazione, che ha un odore caratteristico di cibo avariato, nausea. Il paziente è spesso disturbato da una sensazione di pesantezza nello stomaco dopo aver mangiato, sbavando e un sapore sgradevole in bocca. Il rombo, la distensione addominale e l'intolleranza acuta ai prodotti del latte acido e alla diarrea accompagnano la disbatteriosi che si manifesta. Le sensazioni dolorose in atrofia, se si presentano, sono caratterizzate come sordo, doloranti, senza localizzazione evidente. Per atrofia della mucosa gastrica non è caratterizzata da dolore alla palpazione dell'addome.

Atrofia focale della mucosa gastrica

Il pericolo di atrofia focale della mucosa gastrica è nascosto nella sua non gravità sintomatica finché la patologia non si sviluppa in una forma più pericolosa e non colpisce l'intera area della mucosa gastrica. I focolai sono di diverse forme e dimensioni, situati in diverse fasi del decorso della malattia. La diagnosi tempestiva consente di iniziare il trattamento in una fase iniziale, dando un risultato positivo.

Atrofia della mucosa dell'antro

L'antro dello stomaco è la sua parte distale, che mescola e macina il cibo, e poi lentamente lo spinge attraverso lo sfintere pilorico. Durante il normale funzionamento, l'acidità in esso è ridotta.

La gastrite focale antrale è un tipo di patologia in cui vi è una perdita delle ghiandole responsabili della produzione di acido cloridrico e pepsina. C'è una carenza di muco che protegge la parete dello stomaco dal suo stesso acido, aumenta la possibilità di infiammazione del resto dei reparti.

La malattia lanciata minaccia la transizione verso la forma cronica e la moltiplicazione nello stomaco di molti batteri, per i quali un ambiente con bassa acidità è una condizione ottimale per la vita. I sintomi sono esacerbati, c'è una sindrome dolorosa persistente. Durante l'atrofia cronica della membrana mucosa dell'antro, possono svilupparsi dysbacteriosis, pancreatite e anemia. Inoltre, ignorare la malattia porta inevitabilmente alla rottura del duodeno e, di conseguenza, allo sviluppo di duodenite e ulcera peptica.

Atrofia moderata della mucosa gastrica

L'atrofia della mucosa gastrica secondo il criterio di gravità può essere definita lieve, moderata o grave. La leggera atrofia è caratterizzata da un leggero accorciamento delle ghiandole principali, vi è un notevole aumento moderato del numero di glandulociti aggiuntivi, alcuni glandolociti parietali sono sostituiti dal mucoide, ma i principali sono generalmente conservati. Nell'atrofia grave, vasti campi di sclerosi sono evidenti nei luoghi in cui è stato osservato che le ghiandole presentano infiltrazione polimorfoncellulare. Le restanti ghiandole sono brevi, le cellule parietali sono sostituite da muco-formando. L'atrofia moderata, di regola, è un fenomeno intermedio: simultaneamente con le ghiandole endemiche rimanenti, ci sono anche quelli che sono rappresentati solo da celle accessorie.

Diagnosi di atrofia della mucosa gastrica

Il compito più importante che affronta un medico nella fase della diagnosi è la differenziazione di questa malattia dal cancro allo stomaco. È abbastanza difficile, perché non ci sono sintomi specifici in base ai quali il cancro allo stomaco può essere distinto dall'atrofia della mucosa cronica.

Le basi della diagnosi di gastrite atrofica sono:

  • studio clinico generale: sangue, urina e feci. Con atrofia della mucosa gastrica, in combinazione con12-anemia carente, un esame del sangue può determinare una diminuzione del livello di emoglobina in un paziente;
  • Diagnosi di infezione da Helicobacter pylori con l'aiuto di test di laboratorio: un test rapido, un breath test o metodi morfologici;
  • endoscopia - un attento esame dello stomaco, del duodeno e dell'esofago con un endoscopio;
  • esame istologico dei materiali ottenuti durante la biopsia - pezzi della membrana mucosa, al fine di determinare il tipo di alterazioni patologiche;
  • pH-metria, con cui viene valutata la funzione secretoria dello stomaco del paziente;
  • uno studio su pancreas, fegato e cistifellea mediante ultrasuoni (ultrasuoni), che fornisce l'opportunità di determinare la presenza di cambiamenti negativi in ​​essi, solitamente associati all'atrofia della mucosa gastrica.

Chi contattare?

Trattamento dell'atrofia della mucosa gastrica

L'efficacia del trattamento dell'atrofia della mucosa gastrica dipende dalla correttezza della risposta alla domanda sulla sua causa. Dopotutto, può essere sia la gastrite cronica causata dal batterio Helicobacter pylori, sia l'azione dei meccanismi autoimmuni.

Per il primo caso, la terapia di eradicazione è applicabile - la distruzione del batterio Helicobacter pylori. Prima di decidere sulla scelta dei farmaci, conduci quotidianamente il pH-metria. A seconda dei risultati, il medico prescrive inibitori della pompa protonica (a pH inferiore a 6) o solo antibiotici (a pH 6 o più): claritromicina e amoxicillina. La durata di tale terapia è di solito di almeno sette giorni.

Indipendentemente dalla causa principale della patologia, il medico prescrive farmaci nei seguenti gruppi:

  • sostituzione: succo gastrico naturale - 1 cucchiaio 3 volte al giorno durante i pasti; acidina-pepsina - 1 compressa 3 volte al giorno, bevendo mezzo bicchiere d'acqua (l'acido cloridrico si forma quando si scioglie in acqua); preparazioni di enzimi gastrici: pancreatina, festal, panzinorm e altri; se c'è un'anemia da carenza di vitamina B12, sono incluse anche le iniezioni di vitamina B12;
  • stimolanti dell'acido cloridrico. Il più popolare è il plantaglyutsid: grazie all'estratto delle foglie del platano, aumenta la secrezione, ha effetto antispasmodico e antinfiammatorio. Ci vuole mezz'ora prima dei pasti. L'effetto utile dà anche l'uso di acqua minerale, fianchi di brodo e limonata.

L'autotrattamento dell'atrofia della mucosa gastrica è estremamente controindicato, data la possibilità di un ulteriore sviluppo asintomatico della malattia, così come la sua trasformazione in ulcera peptica o cancro allo stomaco. I preparati prescritti da un medico dovrebbero essere assunti rispettando scrupolosamente la loro quantità e il loro regime.

Dieta con atrofia della mucosa gastrica

Lo scopo della dieta è quello di eliminare i danni alla mucosa durante la lavorazione del cibo da parte dello stomaco. Come misura medica indipendente, la dieta non viene utilizzata, ma svolge un ruolo importante nel trattamento della patologia.

Principi del regime di trattamento:

  1. Rigorosa aderenza alla dieta - il rifiuto di prodotti che danneggiano la mucosa, cioè da cibi piccanti, acidi, salati, affumicati, fritti e in salamoia, spezie e cibo in scatola. Tutto il cibo consumato dal paziente deve essere cotto a vapore, macinato e servito a temperatura ambiente. Il tabù è stabilito su bevande gassate, tè forte, caffè e, naturalmente, sulle bevande alcoliche. Devono essere completamente rimpiazzati da tè o brodi deboli, cacao e acque minerali. Anche confetteria e latte sono esclusi. Il cibo per un paziente con atrofia della mucosa gastrica deve essere consumato in piccole porzioni e spesso.
  2. Fumare i pazienti, è auspicabile abbandonare la loro dipendenza.
  3. Farmaci che hanno un effetto devastante sulla mucosa gastrica (aspirina e ibuprofene) devono essere fermati e trattenuti da loro in futuro.

Prevenzione dell'atrofia della mucosa gastrica

La principale misura di prevenzione dell'atrofia della mucosa gastrica è il trattamento tempestivo della gastrite causata dall'infezione da Helicobacter pylori. Un ruolo importante nella prevenzione gioca una dieta sana, perché, seguendo i suoi principi, è possibile ridurre significativamente il rischio di atrofia della mucosa gastrica e le sue conseguenze oncologiche. Di fondamentale importanza è il continuo monitoraggio dei pazienti con gastrite cronica: follow-up ed esame endoscopico almeno due volte l'anno con una valutazione istologica, prelevata a una biopsia, pezzi della membrana mucosa.

Previsione dell'atrofia della mucosa gastrica

La gastrite atrofica cronica nella medicina moderna è riconosciuta come una malattia precancerosa a causa di possibili complicanze da parte dei processi di malignità. Le conseguenze di una violazione della funzione di formazione degli acidi dello stomaco del paziente sono più pericolose, poiché la protezione antitumorale della mucosa diminuisce e si presentano condizioni ottimali per gli effetti dannosi degli agenti cancerogeni. Solo una diagnosi e una terapia tempestive con metodi efficaci di atrofia della mucosa gastrica danno una prognosi favorevole e prevengono lo sviluppo di cambiamenti oncologici.

Redattore esperto medico

Portnov Alexey Alexandrovich

Istruzione: Università medica nazionale di Kiev. AA Bogomolets, specialità - "Medicina"

Atrofia della mucosa gastrica come fattore nello sviluppo di formazioni oncogene

L'atrofia della mucosa gastrica è altrimenti chiamata gastrite atrofica ed è uno stadio avanzato di gastrite acuta o cronica. La gastrite atrofica non ha segni eziologici evidenti, quindi non è possibile stabilire la vera natura dell'occorrenza della malattia. Molti clinici ritengono che la formazione di cambiamenti atrofici nelle strutture mucose della cavità dello stomaco sia associata alla cronologia del processo patologico. La malattia viene diagnosticata negli anziani con una storia gastroenterologica appesantita. Sfortunatamente, al giorno d'oggi c'è la tendenza a "ringiovanire" la malattia, quindi molto spesso i giovani si confrontano con la malattia.

Caratteristiche della malattia

La gastrite atrofica è un processo istopalogico con marcata infiammazione delle mucose e dei tessuti molli della cavità dello stomaco. Insieme con l'infiammazione, vi è una perdita e la sostituzione dell'epitelio gastrico da parte dei tessuti intestinali, da parte delle cellule fibrotiche. L'atrofia è il picco dello sviluppo della forma cronica della malattia. Cambiamenti morfologici e strutturali nel tessuto sano a cambiamenti fibrotici si verificano per un numero di ragioni attendibilmente sconosciute. La cronologia del processo patologico nel corso classico della gastrite si verifica a seguito di una terapia inadeguata o incompleta, in assenza di una corretta alimentazione, un regime protettivo. Nella forma cronica, la gastrite atrofica ricorda se stessa sotto forma di episodi di esacerbazioni, ma ciò non significa che in spazi luminosi tra i sintomi luminosi, la malattia cessi di manifestarsi.

È importante! Se l'acidità può essere compensata e corretta dal punto di vista medico, i cambiamenti atrofici sono irreversibili. È una gastrite atrofica che provoca la formazione di tumori maligni nello stomaco e negli organi adiacenti del tratto gastrointestinale. Il trattamento dell'atrofia dello stomaco è sistematico e, in caso di malattia cronica, è spesso necessaria una correzione per tutta la vita.

Natura dell'evento

Più meccanismi contribuiscono alla gastrite atrofica. La gastrite di qualsiasi natura è solitamente causata dal batterio Helicobacter pylori o da processi autoimmuni nel corpo umano. Nella patologia immuno-condizionata, il sistema immunitario prende le proprie cellule dello stomaco e le distrugge. In questo contesto si sviluppa spesso ipocloridria (una diminuzione dell'acido cloridrico) o acloridria (l'assoluta assenza di acido cloridrico nel segreto). Altri fattori provocatori includono:

  • mancanza di disciplina alimentare;
  • dipendenza da alcol e tabacco;
  • smemoratezza nell'uso di prodotti aggressivi;
  • farmaci a lungo termine;
  • anomalie della struttura degli organi di epigastria;
  • malattie croniche dello stomaco e del pancreas.

L'impatto sistematico dei fattori aggressivi contribuisce allo sviluppo di insufficienza secretoria, una diminuzione del volume delle strutture ghiandolari, la formazione di gastrite cronica e la sua forma atrofica.

Classificazione e tipi

I medici classificano la gastrite atrofica per tipo di corso, così come per localizzazione e le caratteristiche delle manifestazioni del processo patologico. Ciò consente di apprezzare appieno l'immagine della sconfitta delle pareti dello stomaco e la gravità dei cambiamenti morfologici.

Per tipo di flusso

Il decorso dei cambiamenti atrofici delle mucose dello stomaco può verificarsi in forma acuta o cronica. Il processo acuto (primario) procede con sintomi gravi, richiede un trattamento rapido. Quando il processo è cronologico, il quadro clinico è più di natura latente, le esacerbazioni non comportano gravi disagi per il paziente. I sintomi assomigliano alla subatrofia della mucosa gastrica.

Forma acuta

La gastrite atrofica acuta è accompagnata dai seguenti sintomi:

  • gonfiore delle mucose;
  • pletora del sistema vascolare:
  • distruzione dello strato epiteliale e formazione dell'erosione.

In casi particolari, i medici descrivono l'insorgenza di acque acute da gastrite, l'influenza di fattori endogeni (penetrazione di acidi e alcali, soluzioni chimiche pericolose, veleni). La diagnosi primaria e il trattamento della mucosa gastrica in questi casi sono eseguiti da chirurghi o narcologi. Nei casi più gravi è richiesta la rianimazione.

Forma cronica

L'atrofia cronica delle mucose è classificata come disturbo indipendente ed è considerata una forma trascurata di gastrite acuta. Nella medicina pratica, questa condizione è chiamata gastrite inattiva o di remissione. Sullo sfondo di processi cronici, l'infiammazione domina i cambiamenti distrofici nelle strutture tissutali. Anche con una prolungata remissione, la malattia progredisce gradualmente, accompagnata da atrofia delle ghiandole secernenti, un cambiamento nella capacità di aspirazione e motoria dell'organo, una diminuzione o perdita dell'abilità secretoria. Quando la cronologia della trasformazione patogena dei tessuti nello sviluppo della malattia coinvolge organi e sistemi adiacenti.

È importante! Il tipo di gastrite atrofica è stabilito sulla base di studi diagnostici. Le tattiche di trattamento per entrambe le forme sono significativamente diverse.

Per tipo di localizzazione

A seconda della posizione delle lesioni attive nella gastrite atrofica, la malattia è classificata nei seguenti tipi:

  • subatrofico (l'inizio della malattia, quando c'è uno sviluppo di distruzione atrofica delle mucose);
  • focale (inizio di alterazioni degenerative in alcune zone della mucosa);
  • autoimmune (causata da fattori genetici, a volte provoca malattia di Addison, anemia o disturbi endocrinologici);
  • antrale (sviluppo dell'atrofia della mucosa nei segmenti gastrici antrali);
  • multifattoriale (altrimenti, iperplastico, di natura generalizzata).


La gastrite iperplastica è lo stadio finale della gastrite atrofica, manifestata dalla diffusione di alterazioni patologiche nei tessuti ad altri organi dello spazio epigastrico. Lo sviluppo dei tumori è spesso notato in questa fase.

Manifestazioni cliniche

Secondo ricerca, i segni di gastrite atrofica in forma focale sono spesso offuscati, hanno manifestazioni deboli. Allora, che cos'è - atrofia focale della mucosa gastrica? Il processo focale è l'inizio delle trasformazioni patogene della mucosa gastrica. Man mano che si sviluppano processi distruttivi, i cambiamenti fibrosi penetrano in profondità nelle strutture dello stomaco, portano a conseguenze irreversibili, complicazioni come il cancro o l'ulcera peptica. In questa fase, non c'è dolore e sintomi evidenti. Con una storia gastroenterologica, spesso mancano lo sviluppo di atrofia delle strutture mucose a causa di altre condizioni patologiche prevalenti del tratto gastrointestinale. Una caratteristica peculiare è l'assenza di gravi dolori parossistici, come ad esempio nel tipo di gastrite iperacida. Con lo sviluppo di lesioni distruttive delle mucose del corpo, le risorse compensative del corpo sono esaurite, cominciano a comparire i primi sintomi caratteristici di tutte le gastriti:

  • eruttazione regolare;
  • vomito e nausea;
  • odore sgradevole dalla bocca;
  • flatulenza e gonfiore;
  • costante pesantezza allo stomaco;
  • brontolio nello stomaco, trasfusioni;
  • costipazione sistematica.

Oltre ai segni generali di gastrite atrofica, appaiono sintomi che non sono direttamente correlati alle patologie degli organi gastrointestinali. Sono espressi in disturbi ormonali, una forte perdita di peso, ipovitaminosi, sindrome anemica, mal di testa, ingiallimento della pelle. I principali e importanti segni che caratterizzano la gastrite atrofica possono essere identificati solo con l'aiuto di studi di laboratorio e strumentali.

Diagnosi di patologia

Prima di ripristinare la mucosa gastrica condurre un esame completo del paziente. Il compito principale della diagnosi differenziale è l'identificazione della forma atrofica della gastrite dall'ulcera peptica e dal cancro. La diagnosi di atrofia della mucosa gastrica viene effettuata sulla base della storia clinica raccolta del paziente, dei suoi reclami, test ed esami. Tra le attività principali ci sono le seguenti:

  • esame esterno e palpazione;
  • urina, feci, esami del sangue (biochimica dettagliata);
  • analisi del sangue sulla composizione del gastropaneli;
  • Raggi X:
  • Ultrasuoni degli organi peritoneali;
  • esame endoscopico;
  • pH-metria per determinare l'acidità del segreto;
  • esame istologico (prelievo di tessuto gastrico).

I risultati della diagnosi e della manifestazione della diagnosi consentiranno di creare un piano di trattamento chiaro volto ad eliminare sia i sintomi che i fattori provocatori per migliorare i cambiamenti distruttivi dei tessuti.

Tattiche di trattamento

Il successo del trattamento terapeutico dipende interamente dai meccanismi che hanno causato i cambiamenti atrofici nella mucosa gastrica. Nella malattia cronica causata da ambienti batterici (ad esempio, Helicobacter pylori), il processo terapeutico è finalizzato alla distruzione e all'eliminazione dei batteri. Quando i meccanismi autoimmuni dello sviluppo eliminano medicamentalmente i fattori che aumentano il rischio di distruzione patogena dei tessuti. I seguenti gruppi di farmaci sono prescritti:

  • sostituzione (ripristino dell'acidità, degli enzimi e dell'equilibrio elettrolitico);
  • antibiotici (se l'acidità è uguale a o> ​​6);
  • antispastici;
  • farmaci anti-infiammatori;
  • inibitori della pompa protonica (se l'acidità

È importante! I decotti alle erbe, le gustose bevande a base di mirtilli o mirtilli, il ricco decotto di rosa canina sono adatti come metodi di cura popolare. L'effetto benefico della fitoterapia è osservato solo con i metodi tradizionali di trattamento. Prima di ripristinare la mucosa gastrica, i rimedi popolari devono consultarsi con esperti. L'automedicazione della gastrite atrofica è controindicata a causa del rischio di ulcere multiple o cancro.

Dieta e dieta

Se la mucosa gastrica è assottigliata, cosa fare? Una corretta alimentazione è parte integrante del trattamento di successo per tutte le forme di gastrite e altre malattie del tratto gastrointestinale. I nutrizionisti offrono ai pazienti 4 tipi di diete, che dipendono dalla tattica del trattamento e dai compiti terapeutici:

  • Tabella n. La dieta è essenziale per la gastrite di qualsiasi natura di evento. Il cibo dovrebbe essere bollito, cotto al forno o stufato a fondo. La nutrizione ha lo scopo di stimolare la capacità funzionale delle ghiandole. È importante escludere i prodotti grossolani che sono difficili da digerire. Sono ammessi carne magra, selvaggina e pesce magro. La dieta è arricchita con prodotti a base di latte fermentato, verdure e frutta (fibre naturali).
  • Dieta n. 1 (a). La dieta è prescritta per il dolore severo e fa la dieta del paziente nei primi giorni della malattia. Il compito principale è quello di ridurre l'eccitazione naturale riflessa delle strutture mucose del corpo. Il cibo viene macinato in purea o servito in forma liquida. I prodotti necessariamente bolliti, macinati. Con una buona portabilità, puoi bere bevande a base di latte fermentato.
  • Dieta No1. La dieta è raccomandata con un miglioramento significativo della salute generale. La dieta è mirata al ripristino delle mucose delle pareti dello stomaco colpite dall'infiammazione. La nutrizione contribuisce alla normalizzazione della funzione secretoria e motoria. È necessario escludere piatti caldi o freddi, l'abbondanza di fibre non è raccomandata.
  • Tabella n. La dieta è destinata a pazienti con sindrome enterale evidente, caratterizzata da intolleranza a prodotti lattiero-caseari e altri alimenti. Il compito principale è la normalizzazione della capacità funzionale dello stomaco, dovuta alla riduzione dell'infiammazione e all'intensità dei processi atrofici. Dieta con una dieta frazionata.

È importante! Oltre alla dieta, è importante seguire il regime di bere, che comprende acqua minerale, composte, tisane. La dieta è coordinata con il medico curante individualmente per accelerare il processo di guarigione e ridurre il rischio di complicanze della malattia.

Prevenzione e prognosi

La prevenzione consiste nell'escludere i fattori che provocano la gastrite dalla vita del paziente, mantenendo uno stile di vita sano, visite tempestive a un gastroenterologo. Con una storia complessa della malattia, è importante che i pazienti curino in tempo le esacerbazioni acute di altre malattie croniche di organi e sistemi vitali.

La gastrite atrofica è stata a lungo riconosciuta come una condizione precancerosa della cavità dello stomaco ed è una vera minaccia per la qualità della vita del paziente. Con la tendenza del paziente a compromissione cronica dell'acidità gastrica, è importante condurre una diagnosi tempestiva e prevenire lo sviluppo del processo oncogenico. Il trattamento tempestivo e completo, così come l'aderenza a uno stile di vita sano, assicura il recupero del paziente nell'85% di tutti i casi clinici.

Sui precursori del cancro allo stomaco con Elena Malysheva:

Ma forse è più corretto trattare non l'effetto, ma la causa?

Raccomandiamo di leggere la storia di Olga Kirovtseva, come ha guarito il suo stomaco. Leggi l'articolo >>

Atrofia della mucosa gastrica: come trattare e ripristinare

L'atrofia della mucosa gastrica è una patologia, un processo che si è sviluppato a seguito di infiammazioni di varie eziologie. La malattia è pericolosa perché le cellule che funzionano, che sono responsabili della digestione, muoiono, vengono sostituite da tessuto cicatriziale inutile e gradualmente si assottigliano. Foci atrofiche vengono rilevate nella diagnosi di gastrite di qualsiasi tipo, ma viene anche evidenziata una forma specifica della malattia - gastrite atrofica, considerata una fase precancerosa.

Il numero di pazienti con una diagnosi di atrofia gastrica aumenta ogni anno. Dovrebbe essere compreso che questa malattia sta progredendo rapidamente, che non passerà in remissione senza un adeguato trattamento e regime di recupero. I pazienti affetti da atrofia gastrica devono essere sicuramente osservati da un medico. Oggi parleremo dei sintomi della malattia, dei metodi di diagnosi e dei regimi terapeutici più diffusi.

Atrofia della mucosa gastrica: come trattare e ripristinare

Com'è il processo atrofico nello stomaco?

Più spesso, l'atrofia è localizzata nell'antro o nel terzo inferiore dell'organo. Il principale fattore dannoso dell'atrofia è l'Helicobacterium, che di solito "vive" nella regione della zona pilorica, che porterà al duodeno. Nella fase iniziale della malattia, il batterio stimola l'azione del sistema enzimatico, a causa del quale le cellule ghiandolari iniziano a produrre un eccesso di acido cloridrico.

Inoltre, l'acidità nello stomaco inizia a cadere, invece di sintetizzare la secrezione, lo stomaco produce il muco. La mucosa perde le sue qualità protettive e qualsiasi sostanza dal cibo può danneggiare l'epitelio dello stomaco. I resti della morte delle proprie cellule e prodotti di decomposizione del cibo diventano estranei al corpo, quindi il meccanismo autoimmune viene attivato. Cioè, iniziano a produrre anticorpi contro le loro cellule danneggiate, che combattono l'epitelio gastrico vivo, bloccando la funzione di recupero.

Uno stomaco sano rinnova completamente l'epitelio una volta alla settimana.

Circa una volta alla settimana, uno stomaco sano rinfresca completamente lo strato di epitelio, e nel caso di atrofia, le cellule esauste e danneggiate rimangono al loro posto o vengono rimpiazzate da tessuto cicatrizzato connettivo inoperativo. In questo stato, il corpo produce muco che non può sostituire il succo gastrico e svolgere le sue funzioni. Le pareti dello stomaco diventano più sottili, ed è, infatti, escluso dal sistema digestivo. Grumi alimentari impreparati, quasi nella loro forma originale, passano nell'intestino, il che porta ad una compromissione dell'evacuazione e alla funzione digestiva in generale.

E anche questi terribili cambiamenti non sono lo stadio finale dell'atrofia. Il periodo più minaccioso della malattia inizia quando l'epitelio gastrico produce cellule false, più simili a quelle intestinali: non sono in grado di produrre un segreto. Questo processo di metamorfosi è chiamato metaplasia ed è considerato un precursore dello stato oncologico.

Dovrebbe essere capito che le parti dello stomaco che hanno raggiunto lo stato metaplasico, è impossibile da salvare completamente. Tuttavia, con un trattamento adeguato, i pazienti hanno la possibilità di mantenere le cellule del "vivere" e compensare ciò attraverso cellule trasformate. Il recupero può migliorare la produzione di succo gastrico e mantenere il sistema digestivo allo stato attuale.

Focus della metamorfosi atrofica nello stomaco

Le cause del processo atrofico

La medicina considera le due fonti più comuni che causano l'atrofia - Helicobacter pylori e disordini immunitari. Esistono due tipi di fattori che causano cambiamenti: che agiscono dall'esterno e dall'interno del corpo.

Tabella 1. Fattori nello sviluppo di atrofia nello stomaco