logo

Flora iodofila nelle feci di un adulto: cause e trattamento

Normalmente, la microflora intestinale di un adulto è caratterizzata da un equilibrio di microrganismi patogeni e benefici. Malattie, cattiva alimentazione, stress e altre cause falliscono e si riscontrano segni di disagio, flatulenza, diarrea e disbiosi. Scopri qual è il merito della flora iodofila nelle feci, come rilevarla e curarla senza nuocere alla salute di un adulto.

Qual è la flora iodofila nelle feci di un adulto

Nell'intestino di un adulto ci sono microrganismi benefici e opportunistici. I primi sono lacto-, bifidobatteri, il secondo è microflora iodofila. Fermenta, scindendo l'amido in glucosio e acidi. Se l'intestino contiene una grande quantità di fibre vegetali digeribili o carboidrati facilmente digeribili, allora l'attività dei processi putrefattivi e fermentativi aumenta, si sviluppa la flora patogena.

I batteri iodofili sono gram-positivi, compresi i clostridi, e funghi, cocchi e bastoncini di lievito sono patogeni. In un adulto sano, tali microrganismi vivono all'interno dell'intestino crasso, sono pochi di numero. Nei bambini, la flora iodofila non è presente, o lo è, ma si differenzia in una quantità moderata. Se le cifre sono più alte, questo indica possibili malattie e patologie del tratto gastrointestinale. 10 * 7-10 * 11 per i lattobatteri e 10 * 5 per i bifidobatteri sono considerati la norma per la flora benefica.

Flora iodofila patologica nel coprogramma

Per la diagnosi di un adulto utilizzando il metodo del coprogramma (esame microscopico delle feci) e analisi generale delle feci (comprende metodi fisici e chimici). La flora iodofila ha ricevuto il suo nome per il fatto che viene rilevata utilizzando una soluzione di iodio o Lugol. Il campione ottenuto di feci di un adulto o di un bambino viene trattato con un reagente, la reazione viene osservata al microscopio. Interagendo con iodio, i batteri sono dipinti in una tonalità blu scuro o viola. Ad esempio, i clostridi sono pigmentati solo al centro, i lieviti ei cocchi sono interamente.

Se la quantità di flora utile delle feci in un adulto è ridotta, allora iodofilo prende il suo posto. Normalmente non dovrebbe essere, o è presente individualmente. Quando decifrare l'analisi delle feci indica 1+ o 2+. Ciò significa che una o due cellule degli agenti patogeni unicellulari causali sono visibili. 1+ indica spesso una dieta non salutare o una scarsa preparazione per l'analisi. Include:

  • due giorni prima della raccolta, togliere dalla dieta barbabietole, rabarbaro, pomodori, peperoni dolci (prodotti coloranti), dessert a base di gelatina;
  • smettere di prendere antibiotici, enzimi e agenti di contrasto;
  • includere nella dieta di verdure, cereali, latticini;
  • le donne hanno bisogno di raccogliere le feci nell'intervallo tra i periodi.

Dopo aver corretto la dieta e un'attenta preparazione, viene eseguita una nuova analisi. Se il livello della flora delle feci rimane elevato dopo di esso, allora questo indica deviazioni nel funzionamento dell'intestino, che richiede un certo trattamento. Gli specialisti conducono una terapia complessa, che consiste nel migliorare l'immunità, correggere la nutrizione, assumere farmaci, in modo che la flora iodofila delle feci in un adulto si normalizzi.

Segni di flora iodofila

Se i batteri iodofili si trovano nelle feci in un adulto, questo non è sempre un segno di malattia, ma vale la pena visitare un terapeuta o un gastroenterologo. L'aspetto della flora dipende dalla dieta, quindi può essere regolata apportando modifiche alla nutrizione. I sintomi di un eccesso di microrganismi patogeni sono:

  • muco verde nelle feci;
  • frequente distensione addominale;
  • disagio o dolore nell'addome;
  • flatulenza;
  • diarrea, stitichezza;
  • gozzo;
  • una forte diminuzione dell'appetito;
  • diminuzione del peso corporeo;
  • sgabello con sangue;
  • stanchezza cronica, umore depresso;
  • falsa voglia di defecare maggiore frequenza.

Perché la flora iodofila patologica si trova nel coprogramma?

Se la flora iodofila si trova nel coprogramma, può parlare di vari motivi: dall'assunzione di medicinali a gravi malattie. I principali fattori che influenzano la comparsa di microrganismi sono:

  • uso prolungato o frequente di antibiotici senza supervisione medica e uso parallelo di pro- e prebiotici;
  • la presenza nella dieta di cibi prevalentemente carboidrati o cibi ricchi di fibre (dolci, frutta fresca, verdura, pane, pasta, cereali, amido);
  • immunità ridotta;
  • violazione della motilità intestinale;
  • invasioni elmintiche, elmintiasi o infezione da vermi parassiti;
  • anomalie nell'intestino tenue;
  • gastrite, pancreatite;
  • infiammazione cronica del pancreas;
  • colite ulcerosa, morbo di Crohn.

trattamento

Se il valore della flora iodofila nelle feci di un adulto è sovrastimato, il paziente dovrà sottoporsi a una serie di procedure diagnostiche per identificare la causa e stabilire una diagnosi accurata. I principali metodi diagnostici sono l'esame ecografico degli organi del tratto digerente, un'analisi completa della flora intestinale e un esame del sangue biochimico. Dopodiché, viene prescritta la terapia consistente nell'assunzione di farmaci, nel regolare la dieta e nel fermare la crescita della microflora patogena.

La terapia tradizionale consiste nell'assumere farmaci suddivisi in gruppi in base al tipo di azione:

  1. I batteriofagi antimicrobici - non permettono alla flora patogena di moltiplicarsi, riducono il suo livello. Questi includono Sekstafag, Intesti, Piobacteriophage, Klebsielle, Pseudomonas aerogeynosis. I batteriofagi sono virus che possono distruggere un certo tipo di flora patogena. Una volta dentro l'intestino, "dissolvono" le cellule nocive dei microrganismi, li usano per nutrirsi e riprodursi, colpendo quelli nuovi. A poco a poco, la flora patogena si spegne e al suo posto nell'organo arriva una vera e propria utilità. I batteriofagi sono prodotti nel formato di gocce, soluzioni, compresse, presi una volta al giorno in un corso di 5-7 giorni. I parametri esatti del trattamento sono determinati dal medico curante.
  2. Accettazione dei probiotici a base di batteri lattici vivi, ripristinando il livello di flora benefica delle feci. Questi sono Enterol, Linex, Bifidumbacterin, Bifiform, Acipol, Biosporin, Azilakt. Sono disponibili sotto forma di compresse, capsule con rivestimento enterico, polveri o gocce. I farmaci sono presi secondo le istruzioni - circa 1-2 volte al giorno per un corso di 7-10 giorni. Questo tempo è sufficiente per rafforzare la microflora benefica e creare condizioni favorevoli alla sua riproduzione. In questo modo viene eliminata la dysbacteriosis, la flora patogena viene soppressa.
  3. L'uso di prebiotici - farmaci che ripristinano il normale ambiente intestinale. Costituiscono la base nutrizionale per i microbi benefici, non sono assorbiti dall'organismo, ma hanno un effetto benefico sul suo funzionamento, stimolando selettivamente la crescita dei microrganismi. La maggior parte dei prebiotici sono fibre, ma in presenza di flora iodofila è vietata. Pertanto, utilizzando prodotti a base di inulina. Questi includono Hilak Forte, Steamfish, esportati.

Quale dieta è adatta al paziente?

Un passo importante nel trattamento della presenza di flora patogena è l'aggiustamento della dieta o della dieta. Il cibo deve essere rimosso dagli alimenti contenenti fibre alimentari. Questi includono fagioli, fagioli, crusca, pane, frutta secca, mais. Cavolo vietato, patate, cereali. Gli alimenti a base di carne e acido lattico dovrebbero essere inclusi nella dieta per migliorare la digestione e bere molta acqua. Zucchero, cavolo bianco, latte, mele, riso raffinato, uva e melone devono essere rimossi dalla dieta.

video

Le informazioni presentate nell'articolo sono solo a scopo informativo. I materiali dell'articolo non richiedono auto-trattamento. Solo un medico qualificato può diagnosticare e consigliare il trattamento in base alle caratteristiche individuali di un particolare paziente.

L'importanza dei batteri nell'analisi delle feci

La parte principale della massa delle feci consiste in detriti. Rappresenta tali piccole particelle senza struttura, la cui abbondanza indica una buona digestione umana. La terza parte delle feci quotidiane sono batteri.

Normalmente, in una persona adulta, circa 8 g di batteri secchi vengono escreti ogni giorno dalle feci, ma questo indicatore può variare considerevolmente. Così, durante i processi attivi di decadimento o fermentazione nell'intestino, circa 14 g di cellule batteriche vengono secreti ogni giorno, con stitichezza (cronica) - fino a 6 g, e con stasi biliare - fino a 3 g in combinazione con abbondanti quantità di grasso (steatorrea).

Metodo per determinare il numero di microrganismi nella massa fecale

Questo studio inizia con la pre-pesatura di una piccola quantità di feci. Il prossimo passo è strofinare con acqua. In questo caso, i componenti pesanti del materiale in esame sono depositati sul fondo. La parte liquida della miscela con microbi sospesi viene posta all'interno della centrifuga, premiscelandola con alcol.

Il prossimo è il processo di centrifugazione. Il precipitato, che si ottiene a seguito delle azioni eseguite, consiste praticamente di batteri. Viene essiccato e ripesato. Considerando il risultato ottenuto, viene calcolato il numero di batteri escreti insieme alle feci al giorno.

Diagnosi differenziale di microrganismi

Per differenziare i microrganismi nelle masse fecali di un bambino o di un adulto, viene preparato un preparato dal sedimento ottenuto mediante centrifugazione su vetro, che viene poi esaminato al microscopio. Per studiare il materiale non verniciato su un vetrino, aggiungere una piccola quantità di soluzione di Lugol (1-2 gocce), quindi coprire il bicchiere sopra. Sotto il microscopio, in questo caso, puoi trovare:

  • cocchi gialli
  • bastoni,
  • Sarcins (pacchetti cubici).

Alcuni batteri sotto l'azione della soluzione di Lugol possono essere dipinti in rosso o blu a causa della presenza nella loro composizione di uno specifico carboidrato - granulosa.

Inoltre, per studiare le feci per la presenza di batteri, vengono utilizzate tecniche di colorazione, come secondo Zil-Nelsen, Gram.

È anche importante prendere quella parte delle feci che potrebbe essere la più informativa. Quindi, per determinare l'agente eziologico della tubercolosi nelle feci, si raccomanda di prendere grumi sanguinolenti o purulenti per ricerche che significano diagnosticamente più delle altre parti.

Cosa può indicare una violazione della normale microflora intestinale?

Normalmente, in una persona sana, come nei bambini, la parte principale della flora intestinale è costituita da bifidobatteri e lattobacilli. In caso di squilibrio e riduzione del loro numero, i batteri patogeni prendono il loro posto. Uno dei più importanti segni di violazione della flora intestinale è la rilevazione di iodio. batteri (iodofili).

I batteri del gruppo iodofilo possono includere vari tipi di bastoncini, cocchi, cellule di lievito. Allo stesso tempo, sono in grado, sotto l'azione di soluzioni contenenti iodio (il più delle volte Lugol), di acquisire un colore blu scuro o nero. In una persona sana, di norma, yodof. un gruppo di batteri nelle feci è assente o rilevato in piccole quantità.

Yodof. La flora nella composizione delle feci non indica sempre la presenza di patologia in un adulto o in un bambino. Dovrebbe anche tenere conto della natura del cibo alla vigilia della raccolta di materiale per lo studio delle feci. Pertanto, una grande quantità di carboidrati contribuisce ad una significativa attivazione dei processi di fermentazione (dispepsia di fermentazione), che può essere accompagnata dall'identificazione di batteri iodofili nelle feci.

Il valore dello studio della massa fecale nell'infanzia

Lo sviluppo sano del bambino dipende non solo dall'alimentazione di alta qualità e adeguata, ma anche dalla buona capacità digestiva del tratto gastrointestinale. Questa funzione del corpo del bambino viene valutata in base ai risultati dell'analisi coprogram - feci. Uno studio qualitativo delle feci del bambino dà un'idea di:

  • localizzazione dei disturbi dei processi digestivi,
  • la presenza di infiammazione
  • attività degli enzimi del tratto gastrointestinale.

Caratteristiche dell'analisi delle masse fecali per la disbatteriosi

L'analisi delle feci di una persona matura o di un bambino (inclusi i bambini) per la disbatteriosi comprende necessariamente una valutazione della performance della flora intestinale, che include l'identificazione di E. coli, enterobatteri, clostridi, streptococchi e stafilococchi. Può essere importante definizione opportunistica (Proteus, Klebsiella, Enterobacter, grafniya) e batteri non fermentazione (Pseudomonas, atsinobakter) in adulti e bambini.

I microrganismi non fermentativi sono normali in un adulto sano, ma dovrebbero essere assenti nei bambini, specialmente i bambini. La rilevazione di cellule batteriche nei neonati richiede un intervento medico.

Coprogram nell'infanzia

Lo studio delle feci nei neonati e nei bambini gioca un ruolo enorme nella formulazione di un numero di diagnosi. La solita analisi delle feci dà un'idea generale dello stato di digestione nell'intestino di un bambino, delle proprietà enzimatiche, che sono danneggiate e della localizzazione dell'infiammazione nel tratto digestivo dei bambini. Anche la rilevazione di batteri patogeni gioca un ruolo importante nel corpo del bambino, compresi i bambini.

È anche importante raccogliere correttamente materiale per la ricerca. Questo è particolarmente vero per i bambini. Il fatto è che non è consigliabile raccogliere le feci dai neonati con i pannolini, poiché si ritiene che assorba l'umidità, il che significa che a causa di ciò il coprogramma diventa meno informativo. Il modo migliore per raccogliere le feci dai bambini è quello di raccogliere le feci da un pannolino o tela cerata.

Klebsiella nelle feci di un adulto

La klebsiella appartiene al tipo di microrganismi condizionatamente patogeni ed è considerata un elemento di una microflora umana sana. Klebsiella per lungo tempo potrebbe non manifestarsi nel corpo, ma quando esposto a determinati fattori, ad esempio, con un'immunità indebolita, Klebsiella inizia a sopportare il pericolo. L'infezione da Klebsiella viene trasmessa da persona a persona, così come attraverso prodotti contaminati. In caso di infezione, Klebsiella viene diagnosticata nelle feci del paziente. Quindi, dal prossimo articolo imparerai cosa fare se, durante l'analisi, Klebsiella è stato trovato nelle feci di un adulto.

Klebsiella: cos'è?

Klebsiella (Klebsiella) è un microrganismo condizionatamente patogeno appartenente alla famiglia delle Enterobacteriaceae. Il nome ricevuto dal nome dello scienziato tedesco, batteriologo e patologo che lo scoprì - Edwin Klebs.

Microbiologicamente, si tratta di bastoncini Gram-negativi (quando colorati con Gram non hanno un colore viola specifico) di piccole dimensioni (1,0 * 6,0 μm), fissi, disposti in coppie e da soli, nonché catene.

Sono anaerobi facoltativi (capaci di moltiplicarsi in assenza di ossigeno, tuttavia, se presenti, non perdono la loro vitalità). Klebsiella è in grado di formare una capsula, grazie alla quale sono stabili nell'ambiente. Hanno antigeni O (circa 11) e antigeni K (circa 70), che differiscono nel genere.

La Klebsiella è un bacillo Gram-negativo a livello biologico (cioè, la colorazione di Gram non dà un colore viola), la dimensione di questo microrganismo è di 1x6 micron. La forma di Klebsiella assomiglia a una bacchetta, sono assolutamente immobili, possono essere disposti a coppie o da soli, spesso allineandosi in una catena.

Il microrganismo condizionatamente patogeno in esame appartiene alla classe degli anaerobi facoltativi. È noto che questi microrganismi si riproducono in assenza di ossigeno, ma anche se c'è la presenza di questo gas, Klebsiella non perde la sua vitalità.

In condizioni fisiologiche normali, la Klebsiella non è qualcosa di patologico, poiché questo microrganismo fa parte della microflora intestinale e dell'intero apparato digerente.

Inoltre, il patogeno condizionalmente preso in considerazione può essere presente nella mucosa delle vie respiratorie e sulla pelle. L'attività vitale di Klebsiella è immagazzinata nel terreno e nell'acqua, nella polvere e nei prodotti alimentari che vengono conservati nel frigorifero.

Fattori di sviluppo di Klebsiella

Klebsiella appartiene alla stessa famiglia dei batteri del genere Serratia e Enterobacter. Questi patogeni, in particolare Serratia, che ha la più alta resistenza ai farmaci, sono responsabili di epidemie di infezioni negli ospedali a causa della contaminazione di numerosi farmaci, soluzioni medicinali utilizzate nel trattamento degli organi respiratori.

Sono difficili, ma possono essere differenziati solo con l'aiuto di campioni speciali. Klebsiella Enterobacter e Serratia, che causano polmonite nosocomiale, infezione del tratto urinario, batteriemia, hanno diversa suscettibilità antimicrobica.

Se la protezione del corpo dell'uomo per qualche motivo indebolita :. riduzione dell'immunità generale, influenza frequente, SARS, l'uso di antibiotici, l'uso di contaminati, prodotti inferiori, diabete, alcolismo, ecc, Klebsiella cominciano a attivamente proliferare, produrre tossine, causando processi endotossemia e infiammatori diversi organi.

sviluppare malattie come la polmonite, malattie infiammatorie del tratto urinario, meningite, congiuntivite, infezione gastrointestinale, la sepsi e la malattia abbastanza rara - ozena (fetido rinite) rinoskleroma.

Il più delle volte Klebsiella provoca una polmonite e danni intestinali. Negli adulti, la polmonite, causata da Friedlander, è più comune. In connessione con immunità soprattutto neonati e insufficienza avere normale microflora della pelle, del tratto respiratorio, e specialmente nell'intestino - Klebsiella - Klebsiella oxytoca - spesso provoca lesioni del tratto gastrointestinale - intestino crasso.

Cause di infezione da Klebsiella

La fonte dell'infezione è una persona con infezione da Klebsiella e un portatore di Klebsiella. Klebsiella entra nell'intestino con scarsa igiene personale - con mani sporche, frutta e verdura e così via.

La suscettibilità alle infezioni è universale, ma il gruppo di rischio per l'insorgenza di questa infezione è: neonati e bambini a causa di un sistema immunitario imperfetto; persone anziane con immunodeficienza legata all'età; persone con immunodeficienza acquisita (malattie croniche, diabete mellito, oncologia, malattie del sangue, pazienti dopo trapianto di organi e tessuti); persone che soffrono di alcolismo cronico.

Negli esseri umani, forma Klebsiella endotossina (lipopolisaccaride Klebsiella capsula), che è formata dalla distruzione del microbo ed è la causa di reazioni infettive e tossiche (febbre, intossicazione); enterotossina termostabile, che provoca danni all'epitelio intestinale e versamento di liquido nel suo lume (feci acquose liquide); membranotossina che attacca le cellule e ha attività emolitica.

Diagnosi di infezione da Klebsiella

La diagnosi preliminare è sempre clinica. Non ci sono sintomi specifici caratteristici di questa particolare infezione, pertanto una diagnosi preliminare viene fatta senza l'interpretazione eziologica.

La diagnosi finale è dopo un esame di laboratorio. Il materiale per la ricerca sono le feci, l'espettorato, il muco del nasofaringe, la cavità orale, il liquido cerebrospinale, l'urina, la bile, gli infiltrati e le croste nasali, il materiale in sezione. La scelta del materiale dipende dalla forma clinica dell'infezione.

Metodi per lo studio dell'infezione da Klebsiella:

  • batterioscopia (strisci macchiati secondo Gram): la microscopia rivela spesse aste gram-negative disposte una alla volta, in coppie o catene;
  • metodo batteriologico (master): semina materiale sui terreni nutritivi (terreno selettivo K-2, medio Endo e Ploskirev e altri) con successiva analisi delle colonie in crescita di microrganismi. Dopo 24 ore, la crescita delle colonie giallo-verdastre e blu è visibile con una lucentezza metallica;
  • metodi sierologici (usati raramente): reazione di agglutinazione (RA) e emoagglutinazione indiretta (PHA) con il siero del sangue del paziente. Titolo diagnostico 1: 160 e oltre. Raccomandiamo lo studio di sieri accoppiati prelevati dopo 2 settimane con un aumento di 4 volte del titolo anticorpale;
  • ulteriori metodi diagnostici: analisi del sangue, urina, coprogramma, metodi diagnostici strumentali.

Klebsiella pneumoniae nei batteri sistematici

Vista Klebsiella pneumoniae incluso nel genere Klebsiella (lat. Klebsiella), la famiglia Enterobacteriaceae (lat. Enterobacteriaceae), l'ordine degli enterobatteri (lat. Enterobacteriales), classe di gamma-proteobatteri (lat. Proteobatteri y), il tipo di proteobatteri (lat. Proteobacteria), il batterio Unito.

Il nome obsoleto Klebsiella pneumoniae è la bacchetta di Friedlander. Karl Friedländer (tedesco Carl Friedländer, 1847-1887) era un microbiologo tedesco che isolò la pura cultura di Klebsiella pneumoniae nel 1882.

Secondo i risultati dell'ultima revisione della sistematica di Klebsiella, la specie Klebsiella pneumoniae come sottospecie comprende due specie precedentemente separate: Klebsiella pneumoniae subsp. ozaenae (precedentemente una specie separata di Klebsiella ozaenae) Klebsiella pneumoniae subsp. rhinoscleromatis (ex Klebsiella ozaenae), così come la sottospecie Klebsiella pneumoniae subsp. pneumoniae.

Inizialmente, Klebsiella pneumoniae è stata identificata come un microrganismo che causa la polmonite (da qui il suo nome). Tuttavia, il suo ruolo non è limitato solo alle infezioni del sistema respiratorio.

In generale, Klebsiella pneumoniae classificato come microbo condizionatamente patogeno è in una situazione normale e in alcuni organi in simbiosi con il corpo umano, e in altre situazioni che causano malattie infettive.

Klebsiella pneumoniae (bacchetta di Friedlander) nelle feci

Nel mondo moderno, vi è un aumento delle malattie infettive causate da vari microrganismi opportunistici, in particolare, i batteri del genere Klebsiella (latino Klebsiella).

È un microrganismo a forma di bastoncello della famiglia delle enterobatteri. Nel genere Klebsiella ci sono quattro tipi. La più comune bacchetta di Friedlander, che causa l'infiammazione dei polmoni, e Klebsiella oxytoca, che colpisce il tratto gastrointestinale, è l'intestino crasso.

Klebsiella vive nel corpo di persone perfettamente sane, essendo uno degli elementi della normale flora intestinale. Normalmente, la klebsiella può essere presente sulla pelle, sulla mucosa delle vie respiratorie dell'uomo e degli animali.

Particolarmente comuni malattie causate da Klebsiella, nei bambini. Ciò è dovuto alla particolarità del sistema immunitario dei bambini e all'insufficienza alla nascita di normali microrganismi nell'intestino, nel tratto respiratorio e nella pelle.

Quando Klebsiella è nel corpo, ha una forma simile a una canna, ma, una volta nell'ambiente, inizia a cambiare - è arrotondato e coperto da un guscio speciale - una capsula! Grazie a questo adattamento, Klebsiella è molto resistente ai fattori ambientali e alle alte temperature.

I sintomi della Klebsiella nei bambini sono simili ai sintomi della disbiosi. Pertanto, in caso di qualsiasi disturbo nelle feci, è necessario passare le feci del bambino per l'analisi al fine di identificare con precisione quali batteri hanno causato il cambiamento nelle condizioni del bambino.

A grudnichka Klebsiella può causare sintomi di una malattia infettiva, che scorre sotto forma di luce, e può, a seconda della forza di immunità, portare a flusso pesante: con l'aumentare della temperatura, brividi, febbre, dolori addominali, diarrea e forte disidratazione.

Sintomi e segni di infezioni causate da Klebsiella, in particolare infezioni del sistema urogenitale, vie biliari e altri organi del tratto gastrointestinale, sono simili ai sintomi di infezioni causate da E. coli.

Inoltre, sotto l'azione di Klebsiella possono sviluppare gravi malattie come la polmonite, malattie infiammatorie del tratto urinario, meningite, congiuntivite, o malattie più rare - ozena (fetido rinite) rinoskleroma.

I klebsiella sono parenti dei batteri del genere Serratia e del genere Enterobacter e sono difficili, ma possono essere differenziati solo da campioni speciali. Ed è necessario farlo, perché Klebsiella, Serratia e Enterobacter hanno una diversa sensibilità antimicrobica.

Se compaiono questi sintomi, dovresti consultare un medico e devi anche dare le feci del tuo bambino per la ricerca. Se Klebsiella è stata identificata nell'analisi, ma la malattia del bambino è lieve, allora il trattamento viene effettuato con probiotici e con i simbiotici, il Normoflorina. L'allattamento al seno svolge un ruolo importante nel ripristino dell'immunità e della normale microflora nel bambino.

Il trattamento completo delle malattie causate da Klebsiella dipende dalla localizzazione e dalla gravità del processo patologico. Gli antibiotici sono prescritti nei casi gravi di sensibilità, con un decorso lieve o rilevato nell'analisi non viene utilizzato.

Con un'alta contaminazione con Klebsiella e una forma grave della malattia, viene prescritta una terapia complessa con antibiotici. In alcuni casi, si scopre che il bambino ha un alto contenuto di Klebsiella nelle feci, ma allo stesso tempo si sente normale. Quindi preparazioni con lacto e bifidobatteri - i biocomplessi dei Normoflorin sono prescritti per spostare l'eccesso di Klebsiella, migliorare l'immunità e migliorare la propria microflora benefica.

È necessario utilizzare farmaci nel trattamento che ripristini la microflora intestinale, perché solo nel corpo con normale flora batterica sana microflora non può attivare e sviluppare! Di norma, si raccomanda di iniziare la terapia antimicrobica anche prima di ottenere i risultati della semina e la determinazione della suscettibilità ai farmaci con antibiotici.

In questo caso, i probiotici sono insostituibili - biocomplexes Normoflorin contenente prodotti di scarto di lattobacilli vivi e bifidobatteri con azione antinfiammatoria antisettico attivo ha un effetto curativo su klebsiellosis che hanno dimostrato molti anni di pratica e di ricerca, che ha mostrato la massima efficienza Normoflorin (A e B) rispetto con altri bifidobatteri e preparati lattici.

Klebsiella - infezione intestinale

Klebsiella (principalmente Klebsiella pneumoniae, ma anche Klebsiella oxytoca, Klebsiella aerogenes e altri) sono rappresentativi della normale microflora umana. Allo stesso tempo, Klebsiella può causare una serie di malattie gastroenterologiche.

Klebsiella può causare gastrite acuta - infiammazione acuta della mucosa gastrica, che si verifica a causa dell'influenza di un fattore infettivo direttamente sulla mucosa gastrica. Questo di solito è associato all'uso di alimenti di scarsa qualità, stoccaggio improprio di miscele e prodotti, mancato rispetto delle norme igieniche.

nachitalas Klebsiella possono sviluppare rapidamente, causando un processo patologico nel tratto gastrointestinale, in particolare dopo il trattamento con preparazioni antibatteriche, che effetto collaterale è la soppressione dei principali rappresentanti della normale microflora del tratto gastrointestinale (bifidobatteri e altri), inibendo la crescita eccessiva di Klebsiella.

Nella maggior parte dei pazienti, la klebsibellosi si manifesta sotto forma di infezione intestinale ed è caratterizzata da esordio acuto, nausea, vomito, dolore addominale, diarrea, febbre e debolezza generale. La durata della malattia è di 1-5 giorni. Le fonti dell'agente causale dell'infezione sono la persona malata e il portatore del batterio.

Le rotte di trasmissione più frequenti sono il cibo, l'aereo e l'utilità di contatto. La trasmissione avviene anche attraverso alimenti contaminati, specialmente attraverso carne e latticini. Klebsielle è una delle più comuni infezioni nosocomiali.

Analisi delle feci per Klebsiella

Il numero di Klebsiella nelle feci viene calcolato analizzando la dysbacteriosis. Questo di solito è un tipo di polmonite Klebsiella. Norma - non più di 10 5 Klebsiella per 1 g di feci. La presenza di Klebsiella nell'intestino non richiede sempre una terapia antimicrobica.

Secondo i servizi di laboratorio Helix, valori di riferimento contenuti Klebsiella nelle feci quando fecale studio microbiologico, per i pazienti fino a un anno, e per i pazienti più anziani di un anno sono: Klebsiella pneumoniae - meno di 10 a 4, Klebsiella oxytoca - meno di 10 4; Klebsiella aerogenes - meno di 10 4.

Quando il trattamento di Klebsiella nelle feci in un adulto non è necessario

I cambiamenti nella normale composizione della microflora intestinale possono causare significativi disturbi digestivi e spesso richiedono un trattamento. Allo stesso tempo, la flora intestinale ha un grande potenziale rigenerativo e in alcune situazioni è in grado di ripristinare il suo stato normale senza alcun trattamento.

Pertanto, quando vengono rilevate anomalie nella composizione batteriologica delle feci di un adulto o di un bambino, non è sempre necessario effettuare il trattamento. L'argomento principale a favore del rifiuto del trattamento della dysbacteriosis è l'assenza di qualsiasi sintomo di dysbacteriosis.

Il trattamento della disbiosi non è necessario nelle seguenti situazioni:

  • un aumento del numero di E. coli con attività enzimatica normale superiore a 3-4 x 10 6 / g;
  • diminuzione del numero di E. coli a 10 6 / g nei bambini di età inferiore ad un anno e fino a 2 x 10 6 milioni / g nei bambini più grandi e negli adulti;
  • aumento del numero di enterococchi superiore al 25%;
  • presenza di stafilococco epidermico o saprofitico, streptococchi fino al 25%;
  • la presenza di emolisi di Escherichia coli, Proteus, Klebsiella, enterobatteri negativi al lattosio, Staphylococcus aureus in una quantità non superiore al 10% (10 3);
  • la presenza di funghi Candida nella quantità di 10 4;
  • qualsiasi aumento del numero di bifidobatteri e lattobacilli o una diminuzione del numero di bifidobatteri e lattobacilli a 10 6.

Caratteristiche di infezione da Klebsiella in donne in gravidanza

Quando il paziente è in stato di gravidanza, il medico deve prestare particolare attenzione alla diagnosi e all'avvio tempestivo del trattamento della malattia, poiché Klebsiella può portare a una serie di gravi complicazioni sia per la madre che per il nascituro.

Durante la gravidanza, i batteriofagi sono i farmaci di scelta, in quanto non hanno effetti collaterali come gli antibiotici. Il trattamento con altri farmaci è prescritto da uno specialista qualificato, basato sui minimi effetti negativi dei farmaci sul feto.

La gravidanza precoce con l'infezione suggerisce un aborto per evitare la mutazione del feto sotto l'azione di tossine o antibiotici. I periodi tardivi di gravidanza con infezione da klebsiella suggeriscono un trattamento che può aiutare la madre e il bambino, che potrebbero essere infettati in utero.

L'infezione da klebsiella durante la gravidanza può causare parto prematuro, aborto spontaneo. In caso di frequenti e frequenti interruzioni della gravidanza, è necessario condurre un'analisi per identificare la klebsiella.

Test di decodificazione per la disbiosi negli adulti. Indicatori chiave

Un intestino sano contiene vari batteri coinvolti nell'elaborazione e assimilazione del cibo, proteggendo il corpo. La rottura dell'equilibrio di batteri benefici e condizionatamente patogeni può portare alla disbatteriosi del tratto gastrointestinale, che si esprime in malattie quali flatulenza, diarrea, stitichezza o altri disturbi intestinali.

Ai primi sintomi di dysbacteriosis, il medico prescrive un esame, il paziente fornisce il materiale e decifrando l'analisi per la disbatteriosi negli adulti determina la composizione della microflora.

I principali indicatori nell'elenco delle analisi

L'elenco dei test per bakposev contiene molte informazioni a profilo stretto, spesso è necessaria una consultazione per decodificarlo. La tabella indica il nome dei batteri, il risultato dell'analisi e la norma. Un medico, confrontando gli indicatori, si conclude sullo stato e sul funzionamento del tratto gastrointestinale, stabilisce il fatto dello sviluppo della disbatteriosi e dello squilibrio della microflora.

Nel decifrare i test di laboratorio per lo sviluppo della disbatteriosi negli adulti contiene un elenco di tutti i principali batteri, compresi quelli che non dovrebbero essere presenti nel corpo.

bifidobatteri

Il contenuto normale di questi batteri benefici è almeno del 95% o superiore. I bifidobatteri sono responsabili dell'assorbimento di vitamine, sono coinvolti nella scomposizione del cibo, nella sua digestione e nell'assorbimento di elementi in traccia.

Inoltre, i batteri svolgono un altro ruolo importante: rimuovere le tossine stimolando la parete intestinale.

lattobacilli

I virus fermentati del latte, o lattobacilli, contribuiscono alla produzione di acido lattico e sono necessari per il pieno funzionamento dell'intestino. Il normale rapporto di lactobacillus è del 5%.

Ashkheria Kohli o E. coli

Nonostante il suo basso contenuto, il batterio è necessario per mantenere la microflora GIT.

E. coli fermenta il lattosio, previene un aumento del numero di microrganismi opportunistici, sostiene l'attività dei bifidobatteri nell'intestino, promuove la produzione di vitamine del gruppo B, l'assorbimento di calcio e ferro.

Il contenuto normale di E. coli - 1%

La fluttuazione dell'indicatore indica dysbacteriosis o la presenza di parassiti.

Bacteroides

Microrganismi anaerobici che non formano una spora. I batteriidi sono coinvolti nella degradazione degli acidi biliari, nella digestione degli alimenti e nel metabolismo dei lipidi.

Questi batteri vengono a volte erroneamente attribuiti a oligoelementi nocivi, dopo la nascita abitano gradualmente nel corpo umano, ma il loro ruolo nel tratto digestivo non è completamente compreso.

enterococchi

Aerobi gram-positivi, anaerobi e cocchi, colonizzando l'intestino tenue e crasso, sono coinvolti nella fermentazione dei carboidrati e impediscono la riproduzione di microrganismi patogeni o condizionatamente patogeni.

Nonostante il fatto che gli enterococchi siano agenti causali di varie malattie, la loro piccola quantità è necessaria per un organismo sano.

Microbi patogeni

I batteri patogeni includono la salmonella, la shigella. Penetrando nell'intestino, i microrganismi provocano lo sviluppo di malattie infettive intestinali. Mantenerli anche in piccole quantità può causare il ricovero immediato.

stafilococchi

Lo stafilococco epidermico, simile agli enterococchi, appartiene al gruppo dei batteri opportunisti, fa parte della microflora dell'intestino sano. La sua percentuale è del 25%.

Lo stafilococco aureo è indicato come microbi dell'ambiente, la minima penetrazione di questi microrganismi nell'intestino può causare un serio disturbo, accompagnato da dolore addominale, vomito o diarrea.

funghi

I batteri simili al lievito del fungo del genere Candida sono contenuti nella microflora dell'intestino sano in una piccola quantità, che può aumentare dopo l'assunzione di antibiotici.

Indicatori di microflora normale e patogena

Dopo aver esaminato un foglio di ricerca di laboratorio, anche senza educazione medica, è possibile determinare lo stato della microflora intestinale, in base alle norme del contenuto di batteri nell'intestino

Il concetto di "norma" può differire leggermente in diversi laboratori.

Ma ci sono degli standard di base su cui navigare durante la decifrazione dei risultati delle analisi di laboratorio sulla disbatteriosi negli adulti:

  • Bifidobatteri: 108-1010.
  • Lactobacillus: 106 - 108.
  • E. coli: 106 - 108.
  • Batteri: 107 - 108.
  • Enterococchi: 105 - 108.
  • Enterobatteri patogeni: nessuno.
  • Peptostreptokokki: 105 - 106.
  • Stafilococco saprofitico: ≤104.
  • Staphylococcus patogeno: nessuno.
  • Candida: ≤104.

Sintomi di disbiosi

I sintomi della disbiosi possono essere diversi. Gli esperti stabiliscono una diagnosi preliminare quando il paziente presenta almeno tre segni presenti per 10 giorni o più.

Il dolore prolungato all'addome e all'intestino è il primo segnale dello sviluppo della malattia, la violazione della microflora causa l'insorgere di malattie infettive e in alcuni casi di ulcere.

Quando la disbiosi non viene digerita correttamente, il che porta a intossicazione e ad un sintomo come un sapore sgradevole in bocca, non associato all'uso di vari prodotti.

Importante sapere! L'elaborazione impropria del cibo impedisce la corretta assimilazione di microelementi benefici, che possono provocare un'intensa perdita di peso senza una ragione apparente.

La flatulenza è anche considerata uno dei segni della malattia, ma solo nei casi in cui la formazione di gas è permanente e non è associata all'uso di determinati prodotti. La grande formazione di gas nell'intestino sullo sfondo di dysbacteriosis provoca gravi disagi fisici.

Uno squilibrio dell'intestino è spesso espresso dalla regolare violazione delle feci, che successivamente porta a malattie come ragadi dell'ano o delle emorroidi.

Espressione di disagio nello stomaco (gorgoglio volontario, brontolio), nonché malessere generale - la reazione naturale di un organismo indebolito allo sviluppo della disbiosi intestinale. Va notato che sonnolenza e mal di testa non sono un motivo per fare una diagnosi, ma, insieme ad altri sintomi, questa sarà un'ulteriore conferma della malattia.

Come passare il materiale

Prima di prelevare materiale per test di dysbacteriosis negli adulti o nei bambini, è necessario acquisire familiarità con le regole stabilite, altrimenti la decodifica mostrerà dati errati.

Considera i principali:

  • 4 settimane prima della consegna del materiale per interrompere l'assunzione di probiotici ed eubiotici.
  • Gli antibiotici sono prescritti dopo lo studio o un giorno dopo la somministrazione.
  • 4 giorni prima della raccolta del materiale, tutti i farmaci che possono influenzare la microflora del tratto gastrointestinale devono essere eliminati, ad eccezione di quelli necessari, nonché supposte rettali.

In caso di dubbio, è meglio visitare uno specialista e consultare quali farmaci possono essere temporaneamente esclusi.

  • Prima di raccogliere il materiale è vietato usare creme, mettere un clistere o usare altri stimolanti.

La defecazione deve essere naturale

  • Quando si raccolgono le feci, l'urina non deve entrare nel contenitore per il materiale.
  • Per evitare errori di studio, si consiglia di utilizzare solo contenitori sterili. Il coperchio della lattina deve essere chiuso ermeticamente in modo che nessun altro microrganismo possa penetrare all'interno.
  • Solo materiale fresco è adatto per l'analisi, deve essere presentato al laboratorio entro e non oltre 3 ore più tardi.
  • È vietato conservare il materiale per 5 ore o più, oltre a congelarlo.
Test di decodificazione per la disbiosi negli adulti. Indicatori chiave

Le raccomandazioni degli esperti non dovrebbero essere trascurate, perché il risultato dovrebbe essere un vero "quadro" della malattia.

Importante sapere! Quando si raccoglie il materiale per un pannolino o un asciugamano, il tessuto deve essere stirato con un ferro caldo, necessario per sterilizzare la superficie.

Quanto è accurata l'analisi

La massima accuratezza delle analisi garantisce il rispetto di tutte le regole per la raccolta del materiale, ma ci sono alcune sfumature. Solo quei microrganismi che si muovono liberamente nell'intestino entrano nelle feci. Lo studio della mucosa fornirà un "quadro" più preciso dello stato della microflora, perché contiene batteri diversi volte più diversi.

Tra i microrganismi ci sono anche i cosiddetti "anaerobi", cioè i batteri che esistono senza ossigeno. Naturalmente, quando si raccolgono materiali, la maggior parte di questi batteri muoiono, infatti, sono molto più della decodifica dell'analisi della disbatteriosi negli spettacoli per adulti.

Nelle cliniche, spesso si consiglia di prendere il materiale immediatamente dopo la raccolta, nonostante il fatto che in pratica sia difficile, non si dovrebbe trascurare questa regola. Più a lungo le feci vengono immagazzinate, meno accurata sarà l'analisi. Alcuni dei batteri moriranno inevitabilmente sotto l'influenza dell'ambiente esterno.

È possibile eseguire nuovamente il test per il confronto delle indicazioni o nei casi in cui vi siano dubbi sulla loro accuratezza. È possibile utilizzare i servizi di test di ricerca per dysbacteriosis negli adulti in diversi laboratori, ma da ogni necessità di prendere una trascrizione pronta che indica la norma.

Come trattare la disbatteriosi negli adulti, il ripristino della microflora intestinale. Impara informazioni utili dal video:

Dysbacteriosis intestinale: concetto e trattamento. Consulta la video consultazione di esperti:

Analisi della trascrizione online delle feci. Guarda il video informativo:

Considera tutte le informazioni importanti su cosa sia la flora iodofila nelle feci di un adulto e di cosa può essere irta di?

Metodo di ricerca di laboratorio delle feci, che consente di dare una valutazione completa della condizione e del funzionamento di tutti gli organi del tratto gastrointestinale, chiamato analisi scatologica. I medici di solito prescrivono feci per la coprologia se il paziente ha qualche anomalia nel tratto gastrointestinale.

Qual è la flora iodofila?

La microflora iodofila è microrganismi patogeni (batteri), l'aumento del numero di cui comporta l'inizio del processo di fermentazione nell'intestino.

Comprende E. coli, cocchi (stafilococco, enterococchi), clostridi, cellule fungine e di lievito.

La presenza di flora iodofila può essere rilevata solo da uno specialista in un laboratorio medico. Per fare ciò, al microscopio, aggiungi una piccola quantità di soluzione di iodio al biomateriale raccolto. Se ci sono microrganismi iodofili nelle feci, cambiano immediatamente il loro colore in blu scuro, viola o nero (a seconda del tipo di agente patogeno).

Quando viene rilevata questa microflora, i risultati dell'analisi indicano necessariamente quali batteri sono contenuti nel materiale raccolto.

Aumento del livello dei batteri (1+)

Normalmente, nell'intestino sano, dovrebbe predominare la microflora lattica, che forma utili lacto e bifidobatteri.

Questi batteri svolgono diverse importanti funzioni: proteggono l'intestino da microrganismi nocivi, aiutano a rafforzare la funzione immunitaria del corpo e assicurano il corretto funzionamento degli organi digestivi.

Se c'è una singola flora iodofila nelle feci, allora questo è nel range normale, ma la sua completa assenza è ancora migliore.

Un aumento della microflora iodofila (1+) indica che il numero di batteri lattici benefici è diminuito nell'intestino e predominano i microrganismi patogeni. Questa condizione è anche chiamata "disbiosi intestinale".

Quali sono le ragioni del suo eccesso?

Perché c'è un aumento della flora iodofila patogena? Ci sono diversi motivi principali:

  1. Antibiotici lunghi o frequenti. I preparati antibiotici uccidono tutti i batteri buoni e i microbi prendono rapidamente il loro posto.
  2. Se nella normale dieta umana sono presenti prevalentemente cibi a base di carboidrati e cibi ricchi di fibre. Ad esempio: frutta e verdura fresca, dolci vari, prodotti da forno e pasta, cereali, frutta secca e prodotti ad alto contenuto di amido.
  3. Con una diminuzione dell'immunità generale.
  4. Quando si infetta il corpo con elminti.

Alzando questa microflora può indicare che il paziente ha alcune anomalie nel lavoro dell'intestino tenue.

Malattie in cui vi è un aumento del livello di microflora iodofila nell'intestino: gastrite, infiammazione cronica del pancreas, malattie intestinali (infiammatorie) di tipo cronico e acuto: colite ulcerosa e morbo di Crohn.

Quali sono i sintomi di questo problema?

Come con qualsiasi deviazione dal corretto funzionamento del corpo, un aumento della microflora iodofila può manifestarsi con i seguenti sintomi:

  • Sensazioni spiacevoli o dolorose nell'addome.
  • Frequente gonfiore
  • Flatulenza.
  • Insufficienza delle feci: diarrea o costipazione.
  • Una forte diminuzione dell'appetito.
  • Perdita di peso
  • L'aspetto del sangue nelle feci.
  • Stanchezza costante e umore depresso.
  • Frequente falsa voglia di defecare.

Se ti trovi in ​​almeno un paio di tali sintomi allarmanti, quindi, nel più breve tempo possibile, consulta un medico o un gastroenterologo.

I principali metodi di trattamento

Nei casi in cui l'analisi scatologica ha mostrato un aumento della microflora iodofila, il paziente deve sottoporsi a una serie di procedure diagnostiche aggiuntive per identificare le ragioni del suo aumento e fare una diagnosi accurata.

Molto spesso, dopo un coprogramma di feci, i medici indirizzano i pazienti a un'ecografia del tratto gastrointestinale, un'analisi della microflora intestinale (complesso) e un esame del sangue biochimico.

Il corso di trattamento scelto dal dottore direttamente dipende dal motivo per l'aumento di microflora iodofilny, così come sulla diagnosi. La terapia si svolge in più fasi.

In primo luogo, se un paziente ha una malattia gastrointestinale, viene selezionato un farmaco terapeutico appropriato per lui.

In secondo luogo, al paziente viene prescritto un aggiustamento della sua dieta.

In terzo luogo, è importante fermare l'ulteriore crescita della microflora patogena e ridurne il livello. Per fare questo, nominare agenti antimicrobici speciali (batteriofagi). Tali farmaci comprendono: sexttaphagus, intesti, piobacteriofagi, klebsiella, pseudomonas aerginosi.

In quarto luogo, per ripristinare il livello richiesto di microflora benefica, è necessario prendere preparati probiotici contenenti batteri lattici vivi, ad esempio: Enterol, Linex, Bifidumbacterin, Bifiform, Acipol, Biosporin, Acilact e altri.

Quale dieta è adatta al paziente?

Un passo molto importante per ridurre la microflora iodofila patogenica è l'adeguamento della dieta quotidiana.

Prima di tutto, è necessario escludere da esso tutti i prodotti contenenti fibre alimentari in grandi quantità (fibre) e carboidrati complessi: fagioli, fagioli, lenticchie, crusca di frumento, pane bianco e di segale, albicocche secche, uva passa, prugne, mais, cavoli, fagioli in umido. e molto altro ancora.

Successivamente, è necessario limitare l'uso di tutti i dolci e prodotti contenenti amido (patate, legumi e cereali). La base della dieta quotidiana dovrebbe essere carne e latticini. Un'altra importante condizione sta bevendo molto.

Ora sai cos'è la flora iodofila e quanto è importante questo indicatore nell'analisi delle feci. Ancora una volta, è abbastanza accettabile che la quantità minima (singola) di questa microflora nell'intestino e un aumento del suo livello (1+) non sia una malattia indipendente.

Analisi decodifica di feci per disbiosi

Tabella 1. Composizione qualitativa e quantitativa della microflora principale dell'intestino crasso in soggetti sani (Koe / g Feci)

(Standard di settore 91500.11.0004-2003 "Protocollo per la gestione dei pazienti: dysbacteriosis intestinale" - APPROVATO per ordine del Ministero della Sanità della Russia del 06.06.2003 N 231)

- rappresentanti della Klebsiella, Enterobacter, Hafnia, Serratia, Proteus, Morganella, Providecia,

- Pseudomonas, Acinetobacter e altri.

I microrganismi elencati nella forma di analisi della dysbacteriosis possono essere suddivisi in tre gruppi:

  • batteri dell'acido lattico di microflora normale - principalmente bifidobatteri e lattobacilli,
  • enterobatteri patogeni,
  • flora condizionatamente patogena (UPF).

Batteri dell'acido lattico

La base della normale microflora intestinale è rappresentata dai batteri dell'acido lattico - bifidobatteri, lattobacilli e batteri dell'acido propionico con una predominanza di bifidobatteri, che svolgono un ruolo chiave nel mantenimento della composizione ottimale della biocenosi e delle sue funzioni. La diminuzione del numero di bifidobatteri e di lattobacilli al di sotto della norma indica la presenza di problemi nel corpo. Come minimo, questa è l'infiammazione delle mucose e una diminuzione della difesa immunitaria.

Enterobatteri patogeni

Gli enterobatteri patogeni sono batteri che possono causare infezioni intestinali acute (agenti causali della febbre tifoide - Salmonella, agenti causativi della dissenteria - Shigella, agenti causativi della yersiniosi - Yersinia, ecc.) La loro presenza nelle feci non è più solo una disbiosi, ma un indicatore di una pericolosa infezione intestinale.

Flora condizionatamente patogena (UPF)

La flora condizionatamente patogena comprende enterobatteri lattosio-negativi, clostridi, vari cocchi, ecc. L'essenza di questi microbi si riflette nel nome del gruppo: "condizionatamente patogeno". Normalmente, non causano violazioni. Molti di loro potrebbero anche essere in qualche misura benefici per il corpo. Ma se superano la norma e / o l'inefficienza della difesa immunitaria, possono causare gravi malattie. Competendo con batteri benefici, la flora patogena condizionale può diventare parte del film microbico intestinale e causare disturbi funzionali, malattie infiammatorie e allergiche.

La flora condizionatamente patogena può entrare nel flusso sanguigno e diffondersi in tutto il corpo (traslocazione), che è particolarmente pericolosa per i bambini piccoli e le persone con gravi immunodeficienze in cui questi microrganismi possono causare varie malattie, tra cui quelle potenzialmente letali.

Spiegazione del tavolo

Di solito, il numero di batteri trovati nel modulo di analisi è indicato dal numero 10 in qualsiasi misura: 10 3, 10 5, 10 6, ecc. E l'abbreviazione CFU / g, che significa il numero di batteri vivi in ​​grado di crescere in 1 g di feci.

L'abbreviazione "abs" di fronte al nome del batterio significa che il microrganismo non è stato trovato all'interno del range normale e sopra di esso, e i valori al di sotto della norma (subnormale), come insignificanti, non sono stati visualizzati.

bifidobatteri

I bifidobatteri sono la base della normale microflora dell'intestino crasso. Normalmente, il loro contenuto nell'intestino dovrebbe essere nei bambini al di sotto di un anno - 10 10 - 10 11, negli adulti - 10 9 -10 10 CFU / g. Una marcata diminuzione del numero di bifidobatteri è il principale segno della presenza di disbatteriosi e disordini immunitari.

Una carenza di bifidobatteri porta ad un aumento dell'intossicazione, alterazione del metabolismo dei carboidrati, assorbimento e assorbimento di vitamine, calcio, ferro e altri micro e macroelementi nell'intestino. Senza biofilm dei bifidobatteri, la struttura cambia e le funzioni della mucosa intestinale vengono disturbate, il numero delle cellule immunitarie e la loro attività diminuiscono e aumenta la permeabilità intestinale agli agenti estranei (tossine, microbi dannosi, ecc.). Di conseguenza, il carico tossico sul fegato e sui reni aumenta significativamente, aumenta il rischio di sviluppare infezioni e infiammazioni, carenze vitaminiche e vari livelli di microelementosi.

lattobacilli

I lattobacilli, così come i bifidobatteri, sono uno dei componenti principali della normale microflora umana. Il tasso di contenuto nell'intestino nei bambini al di sotto di un anno è 10 6 - 10 7, negli adulti - 10 7 -10 8 CFU / g. Una significativa diminuzione del numero dei lattobacilli indica non solo i disordini disbiotici, ma anche il corpo è in uno stato di stress cronico, una diminuzione della protezione antivirale e antiallergica, disturbi del metabolismo lipidico, metabolismo dell'istamina, ecc. La carenza di Lactobacillus aumenta notevolmente il rischio di sviluppare reazioni allergiche, malattie aterosclerotiche, disturbi neurologici, malattie cardiovascolari, possono anche causare stitichezza, lo sviluppo di deficit di lattasi.

Bacteroides

Batteri - batteri opportunisti. Il secondo gruppo più grande (dopo i bifidobatteri) di microrganismi intestinali, specialmente negli adulti (la norma è fino a 10 10 CFU / g), nei bambini di età inferiore ad un anno - 10 7 -10 8. Se mantenuti entro il range normale, svolgono molte funzioni utili per il corpo. Ma in caso di squilibrio nella microcenosi intestinale o quando la norma viene superata, i batteri possono portare a diverse complicanze infettive settiche. Con la crescita eccessiva, i batteri possono inibire la crescita di Escherichia coli, competendo con esso per l'ossigeno. La crescita incontrollata di batteri e la loro manifestazione di proprietà aggressive limitano i principali componenti della flora protettiva - i batteri bifidobatteri, i lattobacilli e i batteri dell'acido propionico.

enterococchi

Gli enterococchi sono i patogeni opportunisti più comuni nell'intestino di persone sane. La norma di mantenimento per i bambini al di sotto di un anno è 10 5 -10 7, per gli adulti - 10 5 -10 8 (fino al 25% del numero totale di forme di coccal). Alcuni esperti li considerano innocui. Infatti, molti enterococchi possono causare malattie infiammatorie dell'intestino, dei reni, della vescica, degli organi riproduttivi non solo quando superano la quantità consentita (con un contenuto superiore a 10 7), ma anche in una quantità corrispondente al limite superiore della norma (10 6 -10 7), specialmente in persone con ridotta immunità.

fuzobakterii

Fuzobakterii - batteri opportunisti, l'habitat principale di cui nel corpo umano - il colon e il tratto respiratorio. Nella cavità orale in un adulto contiene 10 2 -10 4 CFU / g fuzobakteriy. La quantità ammissibile nell'intestino nei bambini di età inferiore ai 6 anni, negli adulti - 10 8 - 10 9.

Alcuni tipi di fusobacteria con immunodeficienze possono causare processi gangrenosi e purulento-gangrenosi secondari. In caso di mal di gola, stomatite erpetica, malnutrizione nei bambini, negli stati immunodeficienti, è possibile lo sviluppo di fusospirochetosi - un processo infiammatorio necrotico sulle tonsille, mucosa orale.

Eubacteria (lat Eubacterium)

Appartengono alla microflora residente principale dell'intestino tenue e crasso di una persona e costituiscono una parte significativa di tutti i microrganismi che abitano il tratto gastrointestinale. Il numero ammissibile di eubatteri nelle feci di persone sane: nei bambini del primo anno - 10 6 -10 7 CFU / g; in bambini di età superiore a un anno e adulti, compresi gli anziani - 10 9-10 10 CFU / g.

Circa la metà dei tipi di eubatteri presenti nel corpo umano possono essere coinvolti nello sviluppo dell'infiammazione orale, nella formazione di processi purulenti nella pleura e nei polmoni, nell'endocardite infettiva, nell'artrite, nelle infezioni del sistema genitourinario, nella vaginosi batterica, nella sepsi, negli ascessi del cervello e del retto, nelle complicanze postoperatorie.

L'aumento del contenuto di eubatteri si trova nelle feci di pazienti con poliposi del colon. Gli eubatteri si trovano raramente nei bambini allattati al seno, ma nei bambini allattati artificialmente, possono essere rilevati in una quantità corrispondente al tasso di un adulto.

peptostreptokokki

Peptostreptokokkiy si riferiscono alla normale microflora dell'uomo. La percentuale di contenuto nelle feci nei bambini di età inferiore ai 5 anni, nei bambini di età superiore a un anno e negli adulti - 10 9 - 10 10. In una persona sana, peptostreptokokki vive nell'intestino (principalmente nell'intestino crasso), nella cavità orale, nella vagina, nel tratto respiratorio. Tipicamente, peptostreptokokki sono agenti patogeni di infezioni miste, manifestate in associazione con altri microrganismi.

Batteri condizionatamente patogeni, rappresentanti della flora putrefattiva e gasogena, il cui numero dipende dallo stato di immunità locale dell'intestino. Il principale habitat nel corpo umano è il colon. Il numero ammissibile di clostridia nei bambini al di sotto di un anno non è superiore a 10 3 e negli adulti - fino a 10 5 CFU / mg.

In combinazione con un'altra flora patogena condizionale di clostridi, possono causare assottigliamento delle feci, diarrea, aumento della flatulenza, che, insieme a un odore di feci marce (sintomi di dispepsia putrida), è un segno indiretto dell'aumento del numero e dell'attività di questi batteri. In determinate condizioni, possono causare enterite necrotica, causa di una tossicidina alimentare, accompagnata da diarrea acquosa, nausea, crampi addominali e talvolta febbre.

Quando prende alcuni antibiotici, Clostridia può causare diarrea associata agli antibiotici o colite pseudomembranosa. Oltre ai problemi intestinali, i clostridi possono causare malattie dell'apparato urinario umano, in particolare prostatite acuta. I sintomi di infiammazione causati da clostridi nella vagina sono simili ai sintomi della vaginite candidata ("mughetto").

E.coli tipico (esechiria, Escherichia coli tipico), cioè con normale attività enzimatica

Microrganismi condizionatamente patogeni che, insieme ai bifidobatteri e ai lattobacilli, appartengono al gruppo della microflora intestinale protettiva. Questo bastoncino impedisce la colonizzazione della parete intestinale da parte di microrganismi estranei, crea condizioni confortevoli per altri importanti batteri intestinali, ad esempio assorbe ossigeno, che è un veleno per i bifidobatteri. Questa è la principale "fabbrica di vitamine" nel corpo.

Normalmente, il contenuto totale di E. coli è 10 7 -10 8 CFU / mg (che corrisponde a 300-400 milioni / g). Livelli elevati di E. coli nell'intestino possono causare infiammazioni, accompagnate da feci anormali e dolore addominale. E la sua penetrazione dall'intestino in altri corpi ekonish (tratto urinario, rinofaringe, ecc.) È la causa di cistite, malattie renali, ecc.

Una diminuzione di questo indicatore è un segnale di un alto livello di intossicazione nel corpo. Una forte diminuzione del numero di E. coli tipici (fino a 10 5 CFU / mg e inferiori) è un segno indiretto della presenza di parassiti (ad esempio vermi o protozoi parassiti - Giardia, blastocisti, amebe, ecc.). Oltre ai parassiti, tra le cause più probabili di una diminuzione del livello di E. coli è l'esistenza di focolai di infezione cronica nel corpo, aumento di allergeni, disfunzioni o malattie di vari organi, principalmente il fegato, i reni, il pancreas e le ghiandole tiroidee. Al fine di evitare una diagnosi errata e, di conseguenza, un trattamento scorretto, si raccomanda di escludere prima l'infezione parassitaria.

E. coli con ridotta attività enzimatica (E.coli lattosio-negativo).

Il tasso di contenuto non è superiore a 10 5 CFU / g. Questa è una varietà inferiore di E. coli, che di solito non è un pericolo diretto. Ma questa bacchetta è un "parassita". Prende il posto di E.coli a tutti gli effetti, mentre non soddisfa le funzioni utili di E.coli a valore intero. Di conseguenza, il corpo perde tutte le vitamine, gli enzimi e le altre sostanze utili di cui ha bisogno, che sono sintetizzati da Escherichia di alta qualità, che alla fine può portare a gravi disturbi metabolici e persino a malattie infiammatorie. La presenza di questo bacillo in quantità superiore al tasso consentito è sempre un segno di disbiosi iniziale e, insieme a una diminuzione del numero totale di E. coli, può essere un indicatore indiretto della presenza di protozoi parassiti o vermi nell'intestino.

E. coli hemolytic (hemolytic E. coli)

Variante patogenica di E. coli. Normalmente dovrebbe essere assente. La sua presenza richiede immunocorrection. Può causare reazioni allergiche e vari problemi intestinali, specialmente nei bambini piccoli e in quelli con un sistema immunitario indebolito. Spesso forma associazioni patogene con Staphylococcus aureus, ma a differenza di quanto praticamente non si verifica nel latte materno.

Altri enterobatteri opportunistici

(Proteus, dentatura, batteri energetici, Klebsiella, Hafnia, citrobici, morganella, ecc.) Un grande gruppo di enterobatteri lattosio-negativi con un grado maggiore o minore di patogenicità. La quantità ammissibile di questi microrganismi è inferiore a 10 4 CFU / g. Un numero maggiore di questi batteri è un segno di disbiosi. Un eccesso significativo della norma (più di 10 6) può portare a malattie infiammatorie intestinali (manifestate da feci anormali, dolore), alla sfera urogenitale e persino al tratto respiratorio superiore, specialmente nei bambini piccoli e nelle persone con ridotta immunità.

I batteri più sgradevoli di questo gruppo:

  • Protei sono più spesso associati a stitichezza, ma possono anche causare infezioni intestinali acute, malattie delle vie urinarie e dei reni di una persona, in particolare, prostatite acuta e cronica, cistite, pielonefrite.
  • Klebsiella - antagonisti diretti (concorrenti) di lattobacilli, portano allo sviluppo di allergie, costipazione, manifestazioni di deficit di lattasi. Un segno indiretto di eccessiva presenza di Klebsiella è feci verdi con muco, feci acide (sintomi di dispepsia di fermentazione).

Staphylococcus aureus (S. aureus)

Uno dei rappresentanti più sgradevoli della flora opportunistica. Normalmente dovrebbe essere assente, specialmente nei bambini. Per gli adulti è consentito un contenuto di 10 3 CFU / g.

Anche piccole quantità di Staphylococcus aureus possono causare manifestazioni cliniche pronunciate (reazioni allergiche, eruzioni cutanee pustolose, disfunzione intestinale), specialmente nei bambini durante i primi mesi di vita. Oltre all'intestino e alla pelle, lo stafilococco in quantità considerevole vive sulle mucose del naso e può causare malattie infiammatorie del rinofaringe, otite.

Le principali condizioni su cui si basa il grado di patogenicità degli stafilococchi e la suscettibilità dell'organismo ad esse sono l'attività della difesa immunitaria dell'organismo, nonché il numero e l'attività dei bifidobatteri e dei lattobacilli in competizione con lo stafilococco, che sono in grado di neutralizzare la sua nocività. I bifidobatteri e lactobatteri più forti e attivi nel corpo, meno il danno da stafilococco (le manifestazioni cliniche potrebbero non essere, anche se il suo numero ha raggiunto 10 5 CFU / g). Maggiore è la carenza di bifidobatteri e lattobacilli e più debole è la difesa immunitaria del corpo, più stafilococco attivo.

A rischio di denti dolci e persone con un'immunità debole. Prima di tutto, questi sono bambini - prematuri, nati in seguito a problemi di gravidanza, taglio cesareo, privo di allattamento naturale al seno e sottoposti a terapia antibiotica. Lo stafilococco può entrare nel corpo del bambino attraverso il latte materno, dalle mucose e dalla pelle della madre (stretto contatto).

Staphylococcus saprofitico, epidermico (S. epidermidis, S. saprophyticus)

Si riferisce alla microflora opportunistica. Se si superano i valori normali (10 4 CFU / g o il 25% dei cocchi totali), questi stafilococchi possono causare determinati disturbi. Di regola, fungono da infezione secondaria. Oltre agli intestini, vivono negli strati superiori della pelle, sulle mucose della bocca, del naso e dell'orecchio esterno. La patogenicità del microrganismo aumenta con una diminuzione significativa delle difese dell'organismo, con malattie croniche prolungate, stress, ipotermia e stati di immunodeficienza.

Funghi simili al lievito del genere Candida

L'importo massimo consentito è fino a 10 4. Il superamento di questo livello indica una diminuzione della difesa immunitaria del corpo e un pH molto basso nella zona di habitat di Candida, e può anche essere dovuto all'uso di antibiotici e una grande quantità di carboidrati nella dieta. Con un numero maggiore di questi funghi, sullo sfondo di una diminuzione della quantità di flora normale sulle mucose del cavo orale e degli organi genitali, possono comparire sintomi di candidosi, spesso chiamati mughetto. L'infezione di funghi intestinali sullo sfondo del deficit dei principali gruppi di batteri intestinali indica la candidosi sistemica, l'immunità inattiva e un aumentato rischio di sviluppare il diabete.

Batteri non fermentanti (in alcune forme sono indicati come "Altri microrganismi")

Pseudomonas, Acinetobacter e altri: raramente si trovano nell'intestino umano specie di batteri, il più pericoloso dei quali è Pseudomonas aerugenosa. L'importo massimo consentito per gli adulti non è superiore a 10 4. Di norma, la loro rilevazione nella quantità superiore alla norma richiede terapia antibatterica e immunocorrection.