logo

Dolore addominale dopo aver mangiato: caratteristiche dello sviluppo e trattamento della patologia

Il dolore addominale dopo aver mangiato è un problema abbastanza comune che spesso si verifica nelle persone. Quando appare questo sintomo, si può giudicare sulla presenza di problemi abbastanza gravi con il tratto digestivo. In questo caso, dovresti cercare aiuto da un medico per determinare la diagnosi e la prescrizione di un trattamento razionale.

Cause del dolore

Il dolore addominale dopo aver mangiato è un problema abbastanza comune.

Ci sono molte ragioni per cui il dolore si pone nello stomaco.

Con l'apparenza di dolore nel basso addome dopo aver mangiato, che ha un carattere fastidioso, è possibile giudicare di appendicite acuta.

Se il dolore si interrompe bruscamente, indica una rottura dell'intestino. In questo caso, il paziente richiede cure mediche urgenti.

Nella pancreatite acuta, il paziente ha dolore nell'addome superiore. Può avere una natura di herpes zoster o dare alla schiena o alla vita. In alcuni casi, il paziente sviluppa nausea e vomito.

Se il paziente ha dolorabilità nell'area dopo il pasto, così come nausea e miglio eruttazione, la causa potrebbe essere la gastrite acuta. I crampi all'ombelico, con brividi e brividi generali, indicano crampi intestinali.

In questo caso vengono assunti farmaci antispasmodici. Si raccomanda al paziente di aderire al riposo a letto e alla dieta. In questo caso, l'uso di cibi grassi, dolci, piccanti e fritti è severamente vietato.

Se una persona ha un forte dolore nell'addome inferiore, che dà la parte bassa della schiena, questo indica lo sviluppo del processo infiammatorio nei reni. In questo caso, il paziente deve urgentemente cercare aiuto da un medico.

Il dolore della natura acuta, che dà nella regione lombare e perineo, può indicare lo scarico di pietre dai reni. In questo caso, il paziente richiede un farmaco spasmolitico e un bagno caldo. Se il sangue appare durante la minzione, si raccomanda di contattare un centro medico.

Se il dolore appare periodicamente nella zona dell'ombelico, che è mutabile in natura, così come pesantezza nello stomaco, gonfiore e eruttazione, allora può essere causato da malattie nel duodeno o nello stomaco.

In questo caso, è necessario cercare l'aiuto di un gastroenterologo. Se il dolore allo stomaco è accompagnato da una sensazione di fame, così come uno spiacevole sapore aspro in bocca, allora le ulcere nel tubo digerente sono la causa di questa condizione. In caso di vomito, diarrea o febbre, si consiglia di chiamare un'ambulanza.

Se nell'ipocondrio destro o nella parte superiore dell'addome si riscontra un forte dolore in cui vi è vomito, nausea, eruttazione, sapore amaro in bocca, indigestione, diminuzione dell'appetito, quindi un processo infiammatorio nella cistifellea ne diventa la causa. In questo caso, si raccomanda ai pazienti di ricevere farmaci coleretici.

Quando compaiono dolori di natura lamentosa e contorta, in cui si osserva nausea, affaticamento o un attacco di attività, nella maggior parte dei casi viene diagnosticata la nevrosi o lo stress. Quando si manifestano questi sintomi, è severamente vietato al paziente assumere caffeina. Il trattamento viene effettuato con l'uso di farmaci sedativi.

Il dolore addominale, indipendentemente dalla sua posizione, può indicare lo sviluppo di gravi patologie. Ecco perché se non passa in pochi giorni, si consiglia al paziente di consultare un medico.

Sintomi di patologia

Per il dolore addominale persistente, è necessario consultare un medico.

Il dolore addominale non è una malattia indipendente. Questo è un sintomo che accompagna un certo processo patologico.

Lui, a sua volta, può essere accompagnato da ulteriori segni. Se un paziente ha dolori addominali episodici in un mese che non sono accompagnati da ulteriori sintomi, può eliminarli personalmente con l'uso di vari farmaci antispastici.

Se i dolori episodici vengono osservati per un periodo più lungo e sono accompagnati da ulteriori sintomi, la persona deve cercare aiuto da un medico.

Abbastanza spesso, con la comparsa della patologia, si osserva un aumento della temperatura corporea, che indica lo sviluppo del processo infiammatorio. Alcuni pazienti lamentano l'urina scura o l'aspetto di leggere feci pastose. Abbastanza frequenti sintomi di patologia sono nausea e vomito. Nelle donne, il sanguinamento vaginale può verificarsi in parallelo.

La tenerezza addominale è spesso accompagnata da alcuni segni, in cui si raccomanda di chiamare un'ambulanza senza fallo. Uno di questi è l'emorragia rettale o il vomito con il sangue. se una persona con dolore all'addome è delirante o si lamenta della comparsa di sanguinamento, allora questo richiede la fornitura di un pronto soccorso.

A causa della presenza di sintomi concomitanti, è possibile determinare la malattia di base in caso di dolore all'addome, così come la nomina del suo trattamento razionale.

Terapia antispasmodica

Quando la sindrome dell'intestino irritabile è necessaria per assumere farmaci.

Con la comparsa di dolore nel tratto digestivo per la prima volta, il paziente deve assumere antispastici.

La loro azione è mirata ad alleviare lo spasmo muscolare dai muscoli lisci e ad eliminare il dolore.

Con il loro aiuto, il dolore viene eliminato, che ha un'intensità bassa o media. La prescrizione di farmaci deve essere effettuata solo se ci sono indicazioni appropriate:

  • Sindrome dell'intestino irritabile, che ha un decorso lieve;
  • Ulcera peptica nella fase acuta;
  • Dispepsia funzionale

Nella maggior parte dei casi, ai pazienti vengono prescritti farmaci che vengono sviluppati sulla base della papaverina - Papaverina e suoi derivati. L'uso di droghe, che sono sviluppate sulla base di mebeverin - Niaspam, Duspatalin, è spesso effettuato.

Abbastanza spesso è l'uso di medicinali, il cui principio attivo è Drotaverina - Spasmola, No-shpy, Bespa, Spasmonet, Drotaverine e suoi derivati.

L'uso di droghe deve essere effettuato solo in conformità con le indicazioni, una delle quali è crampi e dolori all'addome. Con il loro aiuto è l'eliminazione dei disturbi nel tratto digestivo. Con l'aiuto di questi farmaci, vengono eliminate le manifestazioni di coliche intestinali e renali, gastrite, pancreatite, ulcera peptica.

La terapia del processo patologico viene spesso effettuata utilizzando anticolinergici. Queste medicine sono caratterizzate dalla presenza di un effetto aggiuntivo. Nel periodo del loro uso c'è una diminuzione dell'acidità. Questo è il motivo per cui il loro appuntamento è effettuato nel caso in cui il paziente sia osservato eccessiva secrezione.

Il ricevimento di antispastici deve essere effettuato il più attentamente possibile. Pre-paziente si consiglia di consultare un medico senza fallo. Altrimenti, possono verificarsi effetti indesiderati.

Assolutamente tutti gli antispastici sono caratterizzati dalla presenza di controindicazioni. Ma, con lo sviluppo di alcune patologie, il loro uso è chiaramente proibito ai pazienti. Se un paziente ha megacolon, in cui l'intestino crasso viene ingrandito, è severamente vietato assumere il farmaco. Non usare farmaci per alcuni tipi di colite o tubercolosi.

Se un paziente ha malattie intestinali di natura microbica, è severamente vietato assumere medicinali. La controindicazione assoluta all'uso di questi farmaci è la malattia di Crohn.

Rappresentanti del sesso debole che trasportano bambini, le medicine sono severamente proibite. I farmaci sono negativamente visualizzati sulla concentrazione. Ecco perché nel periodo della loro applicazione è necessario abbandonare la gestione dei veicoli e una varietà di meccanismi complessi. Durante il periodo di uso di droghe può esser osservato l'inibizione di una varietà di reazioni psicologiche.

Dolore addominale dopo aver mangiato una persona può essere osservato sullo sfondo di varie malattie. Al primo verificarsi di questa condizione patologica, il paziente può cercare di eliminarlo da solo. Nella maggior parte dei casi, a questo scopo, l'uso di antispastici.

In caso di efficacia insufficiente di questi farmaci, si consiglia al paziente di cercare aiuto da un medico. Solo uno specialista esperto può stabilire correttamente la diagnosi e prescrivere un trattamento razionale con il quale questo sintomo sgradevole può essere eliminato.

Sulle cause del dolore e del brontolio nello stomaco, impara dal video:

Notato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio per dircelo.

Grave mal di stomaco dopo aver mangiato, perché mal di stomaco dopo aver mangiato

Contenuto dell'articolo:

Fa male lo stomaco dopo aver mangiato

Una delle cause più comuni di dolore allo stomaco è considerato cibo assunto dall'uomo. L'esofago è sempre irritato dall'influenza di troppo salato, o troppo caldo o freddo. Nel caso in cui subito dopo un pasto, lo stomaco fa male, o un po 'più tardi, la ragione di questo può essere solo la dieta utilizzata e la presenza di un numero di malattie. Molti alimenti hanno elevate quantità di grassi con colesterolo. Tali prodotti possono stimolare la comparsa di calcoli biliari, che porta ulteriormente ad attacchi di colica biliare. E anche molte persone hanno intolleranza personale a diversi tipi di prodotti, dal latte alle arachidi. Senza saperlo, una persona può semplicemente mangiare certi cibi - e questo già porterà a diarrea, grave gonfiore, dolore, ecc.

Spesso, dolore addominale in presenza di ulcere allo stomaco. In questi casi, il dolore arriva a circa un'ora e mezza dal momento del pasto. A poco a poco, il disagio è solo in aumento, poiché aumenta la percentuale di acido contenuto nello stomaco. E col passare del tempo, tutto si placa - il cibo digerito dallo stomaco va oltre, già nel duodeno.

Se c'è un'ulcera allo stomaco, il dolore si manifesterà nel centro stesso dell'addome, o leggermente a sinistra. E con un'ulcera duodenale, la sensazione sarà più nella parte destra, e in caso di difficoltà può essere percepita anche su una parte della schiena. In generale, il dolore delle ulcere è molto diverso e molto diverso nelle singole persone. Circa un terzo di loro sente dolore severo e acuto, mentre in altri è più spesso manifestato nella forma dolorante, anche con una sorta di contrazioni e coliche.

Tipi di dolore dopo aver mangiato

Quando si consuma cibo, una persona può sperimentare molti tipi di disagio diverso da questo:

1 Il dolore della fame - inizia piuttosto tardi, dopo 6 ore, e spesso non è nemmeno associato al cibo. Per fermare o ridurre il dolore, puoi mangiare di nuovo, o almeno dopo aver bevuto kefir o latte.

2 Dolore tardivo - può iniziare dopo un intervallo di due ore dopo aver mangiato. Si trova spesso con una malattia come la pancreatite.

3 dolore notturno - inizia più tardi, così come affamato, quasi sempre di notte. È causato da processi ulcerativi in ​​corso.

In realtà, ci sono solo tre cause principali di questi sintomi:

1 costrizione delle pareti gastriche costituite da muscoli;

2 Aumento anormale del volume gastrico (eccesso di cibo);

3 Un aumento del contenuto di acido cloridrico o succo gastrico (processi ulcerativi).

Per una persona completamente sana, tutti i processi sopra descritti sono anche possibili, ma in misura minore, e non causano dolore. I frequenti dolori addominali indicano inequivocabilmente la presenza di gravi malattie (o traumi meccanici dell'addome).

Malattie che provocano dolore dopo aver mangiato:

1 Il cosiddetto "intestino irritabile". Può essere facilmente riconosciuto dai sintomi: gonfiore e brontolio, diarrea molto rapidamente dopo aver mangiato, dolore intenso, aumento dei movimenti intestinali. Con una tale malattia in una persona, lo stomaco può ammalarsi subito dopo aver mangiato e il dolore scompare solo dopo un movimento intestinale. Tali dolori compaiono più spesso di notte e non sono associati a complicazioni - anemia, perdita di peso, ecc. Questa non è la malattia più grave.

2 Pilorospasm. L'essenza di questa malattia è nelle frequenti reazioni spasmodiche della regione di transizione tra lo stomaco e l'intestino, il cosiddetto piloro. Il dolore qui si manifesta immediatamente dopo aver mangiato un pasto, o dopo poco tempo, ed è localizzato strettamente nella regione addominale, ed è spesso accompagnato da forti impulsi emetici. Questa malattia è molto spesso nei nevrotici, ed è piuttosto grave - il cibo per la maggior parte semplicemente non ha tempo per digerire, e il paziente può perdere molto peso.

3 pancreatite. Differisce tagliando il dolore dopo aver mangiato, a volte noioso e forte. Mentre la malattia progredisce, il problema aumenta, essendo localizzato sotto le costole, piuttosto alto. Questa grave malattia riguarda il pancreas, e nella fase avanzata può portare al fatto che quasi l'intero apparato digerente sarà malato, fino a frequenti perdite di coscienza da parte del paziente da shock da dolore.

4 ulcere. Una malattia grave che può facilmente diventare cronica. Particolarmente acutamente manifestato in gastrite o duodenite. Con questa malattia, il dolore può essere di solito tra i pasti, vale a dire quando lo stomaco è vuoto. La localizzazione delle sensazioni si verifica nella parte superiore dell'addome e i sintomi di solito compaiono di notte. Se mangi, il dolore diminuisce piuttosto rapidamente. Sintomi comuni di ulcere - una diminuzione generale dell'appetito, bruciore di stomaco, perdita di peso, nausea e pesantezza nello stomaco subito dopo aver mangiato.

5 malattie associate alla colecisti, come la colecistite. Con loro, tutto il dolore dopo aver mangiato è localizzato sotto il bordo destro, direttamente nella zona della cistifellea. Le persone che hanno una tale malattia dovrebbero limitare la loro dieta - non mangiare cibi grassi, scotti e anche molti dolci. È meglio limitare l'uso di gelato, cioccolato, torte e molti altri dolci.

Cosa devo fare se il mio stomaco fa male, tira o fa male molto dopo aver mangiato?

Se ci sono forti dolori acuti allo stomaco, o persino nell'addome, mentre mangi, allora devi, prima di tutto, smettere di mangiare. Per alleviare il dolore, puoi bere un paio di bicchieri di acqua naturale e chiamare un medico, o visitarlo da solo. Dei farmaci aiuterà molti antidolorifici - lo stesso senza spa, la drotaverina, ecc.

Dolori addominali che non segnalano le malattie dell'apparato digerente:

1 interruzione dell'esofago o esofagite

2 Da parte dell'intestino: stitichezza o diarrea, colite, infiammazione al colon, sindrome dell'intestino irritabile.

3 pielonefrite sinistra, urolitiasi, glomerulonefrite.

4 ulcera duodenale.

5 Malattie della milza.

6 Colecistite o colelitiasi.

Se si verifica almeno una delle patologie elencate, l'aumento del dolore che si verifica nello stomaco dopo aver mangiato non si verifica e viene sempre preso in considerazione quando si effettua una diagnosi.

Come determinare perché lo stomaco ha cominciato a ferire dopo aver mangiato?

Il dolore allo stomaco può avere segni diversi e può essere inserito in qualsiasi parte di esso. Per rendere la diagnosi più accurata, durante l'esame è necessario comunicare al medico la natura, il momento dell'apparenza, la durata del dolore e altri sintomi che lo accompagnano il più possibile.

L'anamnesi e i sintomi descritti con cura aiuteranno a formulare ipotesi sulle cause della malattia e sulla costruzione di un piano di indagine.

Quali dolori possono verificarsi nello stomaco dopo aver mangiato?

1 dolore grave e acuto.

È provocata da infezioni che entrano nello stomaco, intossicazione alimentare, uso di cibo scadente o scaduto, pancreatite, gastrite e ulcera gastrica, appendicite, ecc.

Appare come risultato di prendere cibi salati, acidi o piccanti in persone con pancreatite o gastrite (sia con normale che con elevata acidità).

3 dolore tirante costante.

È il risultato di gastrite cronica, ulcere o processi tumorali nello stomaco e nel duodeno, eccesso di cibo, non percezione di determinati prodotti, frettolosamente. In caso di esacerbazione di un'ulcera allo stomaco, il dolore diventa costante e viene alleviato dopo uno spuntino leggero.

In quale parte dello stomaco si trova il dolore? Quando si tratta dello stomaco, si avverte un vero dolore nell'ipocondrio sinistro e nella regione iliaca. Dopo aver mangiato, può irradiare oltre i suoi limiti: al basso ventre e alla schiena. La localizzazione dei sintomi dolorosi consente di trarre conclusioni preliminari sulla causa del suo verificarsi.

Disagio nella parte superiore dell'addome e vicino all'ombelico Indica processi infiammatori nelle mucose dello stomaco e del duodeno. Compare immediatamente dopo un pasto o dopo un periodo da due a due ore. Dolore nella regione iliaca con movimento verso l'ipocondrio destro Osservato nelle malattie degli organi responsabili della rimozione della bile: la colecisti, il tratto escretore, la malattia del calcoli biliari. Prima della comparsa del dolore dopo aver mangiato (cibi fritti, grassi e dolci) ci vogliono dai 30 minuti a un'ora e mezza.

Misure preventive e modi per eliminare i dolori di stomaco frequenti o persistenti che si verificano dopo aver mangiato

Sensazioni dolorose, che si verificano occasionalmente a causa di un pasto secco o di mangiare troppo cibo, e hanno una breve durata, nella maggior parte dei casi associata a una violazione della dieta. Ottenere le regole di una sana alimentazione, pasti frazionati, ridurre al minimo gli alimenti pesanti nella dieta, bere prima dei pasti o tra i pasti e l'intervallo tra la cena e il sonno - almeno tre ore aiuterà a sbarazzarsi di tale dolore.

Se le sensazioni dolorose sono acute e disturbano la persona regolarmente, integrate da disturbi digestivi permanenti e dalla temperatura corporea irregolare, è urgente chiedere aiuto all'ospedale.

L'autotrattamento in questi casi è completamente controindicato, la diagnosi e il trattamento devono essere eseguiti esclusivamente da specialisti qualificati. Le azioni che sono richieste al paziente sono un rifiuto temporaneo del cibo, bere abbondantemente (acqua pulita) e una visita immediata dal medico. Dopo la diagnosi, lo specialista prescriverà il trattamento più appropriato per il caso specifico.

Cause del dolore addominale dopo aver mangiato

Il dolore addominale può essere causato da varie malattie, ognuna delle quali richiede un'attenta diagnosi e un trattamento appropriato. Qualsiasi sindrome del dolore ha le sue specifiche, quindi, la causa della malattia può essere diagnosticata solo dopo aver determinato la natura del dolore, così come lo studio dei sintomi di accompagnamento.

Cause del dolore addominale dopo aver mangiato

Fonti di disagio addominale

L'elenco dei principali fattori che possono causare dolore nell'addome includono:

  • consumo eccessivo di cibi salati, affumicati, piccanti, irritanti per lo stomaco;
  • abuso di cibi fritti e grassi che causano coliche;
  • scarsa portabilità dei prodotti lattiero-caseari. In questo caso, il sintomo di accompagnamento aumenterà anche la flatulenza;
  • allergie alimentari a determinati alimenti;
  • violazione della dieta;
  • eccesso di cibo;
  • intossicazione alimentare;
  • altri disturbi dell'esofago.

Cause del dolore allo stomaco prima e dopo i pasti

Il dolore addominale episodico si verifica quando un banale eccesso di cibo o una dieta disturbata. Al lavoro, non c'è sempre abbastanza tempo per pranzare in orario, quindi l'intervallo tra il primo e il secondo pasto è a volte più di 8-10 ore. Dopo questo digiuno, le persone tendono a mangiare troppo, causando dolore addominale. La regolare inosservanza del regime alimentare può portare allo sviluppo di gastrite e altri gravi disturbi dell'esofago. I pazienti devono anche prestare attenzione alla qualità del cibo e al metodo di preparazione, limitatamente ai piatti bolliti e stufati.

È importante! Quindi, possiamo concludere che è necessario rivedere la propria dieta con dolore regolare nell'addome. L'esecuzione di una dieta è la chiave per il normale funzionamento del corpo con frequenti esacerbazioni di malattie gastrointestinali.

Video - Mal di stomaco dopo aver mangiato. Cosa fare

Classificazione del dolore addominale dopo aver mangiato

A seconda della natura del dolore, possiamo distinguere i seguenti tipi di dolore:

La natura del dolore in varie malattie

Per chiarire la diagnosi dovrebbe anche determinare l'eziologia del dolore:

  1. Dolore nella fase iniziale della digestione. Il disagio subito dopo aver mangiato parla di cambiamenti patologici nello stomaco. L'aggravamento si verifica nella prima ora dopo il pasto. La scomparsa del dolore si verifica nel momento in cui le masse alimentari passano nel duodeno.
  2. Dolori affamati Nel ritmo moderno della vita non è sempre il momento di mangiare. Mentre studia o lavora, una persona a volte dimentica gli spuntini, a causa dei quali si verificano dolori da fame. Si fermano solo dopo aver mangiato.
  3. Dolore notturno Il dolore a destra, che si verifica durante la notte, indica un'ulcera duodenale. La persona allo stesso tempo sente lo stesso dolore della fame.
  4. Dolore nella fase finale della digestione. Il dolore addominale nell'addome dopo 2-3 ore dall'ultimo pasto è un segno caratteristico dello sviluppo dell'infiammazione del pancreas o della parte terminale dello stomaco.

Cause del dolore addominale

Anche la localizzazione del dolore è di grande importanza nella diagnosi. Compaiono i dolori addominali dopo aver mangiato:

  • nella zona inferiore. Con i sintomi di accompagnamento - vomito e nausea, possiamo parlare della sconfitta del sistema digestivo. Sensazioni dolorose e temperatura indicano malattie di eziologia infettiva negli organi pelvici;
  • sul lato sinistro. Una sindrome dolorosa normale può essere spiegata da una milza ingrossata, dallo sviluppo di infiammazione nel pancreas, dall'accumulo di gas o da gravi danni allo stomaco;
  • sul lato destro. Il disagio può essere causato dalla presenza di un processo infiammatorio nella cistifellea o esacerbazione dell'appendicite.

È importante! Con il dolore costante nell'addome dovrebbe prestare particolare attenzione alla loro localizzazione e informare il medico. Tale chiarimento accelererà significativamente la definizione con una diagnosi.

Alimenti che non possono essere mangiati a stomaco vuoto

Cosa fare se c'è dolore all'addome dopo aver mangiato?

Se i dolori addominali sono brevi episodici, molto probabilmente sono scatenati da una dieta sbagliata. Per liberarsi di loro, è necessario osservare tre pasti al giorno con spuntini leggeri e abbandonare cibi piccanti, salati e fritti.

Il dolore regolare dopo aver mangiato cibo suggerisce che il corpo sviluppa una delle malattie gastrointestinali, che può portare a conseguenze irreversibili. Di conseguenza, tali manifestazioni richiedono un trattamento immediato a uno specialista.

Pronto soccorso per il mal di stomaco

Affinché il medico possa determinare la diagnosi il più presto possibile e prescrivere un trattamento efficace, il paziente deve comunicargli tutte le sue manifestazioni dolorose, specificando i seguenti punti:

  • il momento dell'esordio del dolore e di altri sintomi (prima, dopo o durante i pasti);
  • la natura della sindrome del dolore (acuta, lancinante, tagliente, dolorante, ecc.);
  • cibo consumato;
  • regime alimentare;
  • la presenza di malattie croniche;
  • cambiamenti nella salute, tra cui malattie recenti, chirurgia, parto, depressione, ecc;
  • passando un corso di terapia farmacologica.

Cosa non mangiare a stomaco vuoto

È importante! Tutte queste informazioni sono la base per la scelta del trattamento. Tuttavia, non sarà sufficiente per inserire immediatamente la diagnosi corretta. Una terapia efficace per il dolore addominale richiede un'attenta diagnosi. L'automedicazione è esclusa, poiché può portare ad un serio peggioramento della salute del paziente.

Diagnosi del dolore addominale

Dopo che il medico ha ascoltato le lamentele del paziente, procede ad un esame diretto: palpazione degli organi addominali, auscultazione della frequenza cardiaca, ascolto dei polmoni. Successivamente, darà un rinvio per test di laboratorio su sangue, urina e feci. Se necessario, il paziente viene inviato ad un'ecografia della cavità addominale o radiografie.

Dolore allo stomaco dopo aver mangiato

Il dolore allo stomaco dopo un pasto è uno dei disturbi più comuni che i gastroenterologi devono affrontare.

E anche se il dolore non è acuto o gonfia in natura e si verifica solo occasionalmente, richiede un atteggiamento serio e la necessità di una diagnosi approfondita, in quanto può essere un sintomo di una malattia pericolosa.

Perché lo stomaco fa male dopo aver mangiato?

Dopo che il cibo entra nello stomaco, l'organo aumenta di dimensioni, inizia a secernere fortemente il succo gastrico e declina attivamente, consentendo al cibo di spostarsi nel duodeno.

Quando le violazioni di uno di questi processi, la digestione del cibo diventa difficile - c'è dolore allo stomaco. Il dolore può anche essere dovuto agli effetti del cibo o dei succhi digestivi sulla mucosa gastrica danneggiata.

Molto spesso, il dolore all'addome dopo il pasto si verifica a causa di una dieta scorretta: mancato rispetto del regime, cena tardiva, consumo veloce di cibo, cibo "razioni secche".

La sensazione di bruciore nella regione ileale appare dopo aver mangiato piatti aspri, speziati o eccessivamente conditi. La causa della sensazione di pesantezza nello stomaco può essere sia l'eccesso di cibo che l'assunzione di liquidi bassi negli intervalli tra i pasti, mangiando cibi troppo secchi o grandi quantità di alimenti proteici.

Le persone con intolleranza al lattosio possono avere una sensazione di gonfiore dopo aver bevuto latte. Tali reazioni possono causare alcol, luteina, sorbitolo e fruttosio. Le allergie a determinati alimenti possono anche causare dolore allo stomaco dopo che sono stati consumati.

Il dolore allo stomaco può essere un sintomo delle seguenti malattie:

  • Gastrite - infiammazione della mucosa gastrica, che si verificano in background, entrando nell'infezione del tratto gastrointestinale o nell'uso a lungo termine di GMP.
  • L'ulcera peptica è una malattia che si verifica durante una gastrite prolungata.
  • L'ostruzione gastrica è una malattia caratterizzata da un blocco parziale tra la parte inferiore dello stomaco e il duodeno. La causa della sua comparsa può essere polipi, tumori cancerosi, stenosi pilorica.
  • Ernia dell'apertura esofagea del diaframma: dopo un pasto, alcune parti dello stomaco che sporgono attraverso l'apertura diaframmatica possono essere limitate.
  • Stenosi dell'esofago: la patologia può causare nausea e vomito immediatamente dopo un pasto.

Dopo un pasto, ci può essere dolore, non associato a patologie dello stomaco. Molto spesso, questa immagine è associata alle seguenti malattie:

  1. esofagite, ulcere e altre patologie dell'esofago;
  2. colite, stitichezza, diarrea, sindrome dell'intestino irritabile, grandi infiammazioni intestinali;
  3. pielonefrite sinistra, glomerulonefrite, urolitiasi;
  4. ulcera duodenale;
  5. colecistite;
  6. malattia da calcoli biliari;
  7. pancreatite;
  8. malattie della milza.

La presenza di queste patologie non aggrava il dolore allo stomaco dopo aver mangiato, tuttavia, è anche considerato durante la diagnosi.

Spesso per il dolore nell'addome dopo aver mangiato si manifestano i sintomi di condizioni patologiche che non sono associate al sistema digestivo:

  • fratture dello sterno e delle costole;
  • infarto miocardico acuto;
  • rottura dell'aneurisma aortico;
  • pleurite sinistra e polmonite lobo inferiore focale;
  • chetoacidosi che si manifesta sullo sfondo del diabete;
  • osteocondrosi radicolare della colonna vertebrale toracica.

Autoverifica per il mal di stomaco dopo i pasti

Il dolore allo stomaco può essere di natura diversa e avere una localizzazione diversa. Pertanto, il paziente dovrà cercare di descrivere i suoi sentimenti il ​​più accuratamente possibile all'appuntamento del medico. Sulla base della storia e della descrizione dei sintomi, il medico farà delle ipotesi e svilupperà una tattica di indagine.

La natura del dolore dopo aver mangiato

Dolore grave e acuto allo stomaco dopo aver mangiato

Può essere causato mangiando prodotti di scarsa qualità, intossicazione alimentare, infezione, appendicite, pancreatite, ulcera gastrica, gastrite acuta e molti altri motivi.

Dolore bruciante

Dopo aver mangiato cibi piccanti, acidi o salati, tale dolore è caratteristico dell'esacerbazione della gastrite con acidità aumentata o normale, pancreatite.

Dolore costante tirando

Può verificarsi sullo sfondo di gastrite cronica e ulcere gastriche, cancro gastrico e le divisioni gastrointestinali più vicine, eccesso di cibo, consumo troppo rapido di cibo, come reazione a determinati prodotti. Con l'esacerbazione delle ulcere gastriche, il dolore è costante, dopo aver consumato passaggi di cibi leggeri.

Localizzazione del dolore allo stomaco

Il vero dolore allo stomaco è localizzato nella regione iliaca e nell'ipocondrio. Tuttavia, dopo aver mangiato cibo, il dolore può verificarsi non solo nello stomaco stesso. Spesso abbassa l'addome, nell'ipocondrio. Dalla localizzazione del disagio si può giudicare la presenza di varie malattie.

Dolore nel mezzo dell'addome e intorno all'ombelico

È un sintomo di infiammazione della mucosa dello stomaco e del duodeno. Può apparire come immediatamente, quando si utilizzano determinati prodotti, e 1,5-2 ore dopo un pasto.

Dolore nella regione iliaca, che si estende all'ipocondrio destro

È caratteristico della malattia del calcoli biliari, dell'infiammazione delle vie biliari e della cistifellea. Con queste patologie, le sensazioni spiacevoli nella zona dello stomaco appaiono circa 0,5-1,5 ore dopo aver mangiato cibo (dolce, grasso e fritto).

I dolori degli organi interni non sono solo lo stomaco, ci sono molti altri organi vitali sotto la costola destra, scopri di più se hai un dolore nella parte destra sotto le costole.

Il costante dolore acuto al plesso solare non è un segno molto positivo. Scopri tutte le informazioni sui sintomi qui.

Dolore "sotto il cucchiaio" e nell'ipocondrio sinistro, nell'addome superiore nella linea mediana

Si nota nell'ulcera duodenale e nell'ulcera allo stomaco. Può essere retrosternale, accerchiato, restituire. Quando un'ulcera allo stomaco appare dopo 1-1,5 ore dopo aver mangiato, con un'ulcera duodenale - dopo 1,5-2 ore. Può essere di quasi qualsiasi natura ed è accompagnato da una serie di sintomi aggiuntivi.

Opaco o tagliente dolore costante alto "nello stomaco" e nell'ipocondrio destro o sinistro

È un sintomo di pancreatite. Man mano che la malattia progredisce, i dolori aumentano, il dolore diventa acuto, può causare uno shock e diventa accerchiato.

Sospetto cancro dell'esofago, dello stomaco e del duodeno

Nelle prime fasi della malattia, il paziente non avverte alcun dolore.

Mentre il tumore si sviluppa, il dolore diventa più pronunciato, spesso accompagnato da molti dei seguenti sintomi: perdita di appetito e peso corporeo, fastidio persistente nell'addome centrale superiore e sensazione di pienezza nello stomaco, indigestione, bruciore di stomaco, nausea e vomito (a volte con sangue), un aumento la dimensione dell'addome e altri.

I primi dolori (immediatamente o entro 1 ora dopo il pasto) sono causati da malattie dell'esofago e dello stomaco, quelli in ritardo (dopo 1,5-2 ore) parlano di problemi con l'intestino. Il dolore che si verifica dopo un'ora e mezza dopo aver mangiato, più spesso è il gastrico

Sintomi aggiuntivi

La presenza o l'assenza di ulteriori sintomi può essere giudicata sulle cause del dolore allo stomaco dopo aver mangiato:

  • Gravità, lieve nausea, gonfiore - cattiva alimentazione, produzione insufficiente di succo gastrico.
  • Bruciore di stomaco e bruciore, acido o eruttazione con un odore sgradevole, insieme a nausea, stitichezza, diarrea, flatulenza può - aggravamento della gastrite.
  • Eruttazione acida o marcita - sintomi di gastroduodenite, pancreatite.
  • Stitichezza o diarrea, vomito, debolezza, febbre, possono essere sintomi di intossicazione alimentare o una malattia infettiva.

Cosa fare a coloro che soffrono di dolore costante

Se il dolore allo stomaco dopo il pasto si verifica raramente, non dura a lungo ed è causato da un'eccessiva alimentazione o da un pasto secco, molto probabilmente è una conseguenza di una dieta scorretta.

Per eliminare il sintomo, è necessario normalizzare la modalità di assunzione del cibo: mangiare frazionario e in piccole porzioni, cenare non più tardi di 3 ore prima di andare a dormire, limitare il consumo di cibo pesante, bere liquidi prima dei pasti o tra i pasti.

Se il dolore è acuto o regolare, accompagnato da indigestione, febbre - questa è la ragione per una visita di emergenza dal medico.

Il pericolo di malattie che possono causare questi sintomi, così come la complessità della diagnosi escludono completamente la possibilità di auto-trattamento, specialmente con l'uso di farmaci.

Tutto ciò che in una situazione acuta può far sì che un paziente non mangi cibo, beva solo acqua pulita e vada immediatamente da un terapista o da un gastroenterologo.

Solo un esperto qualificato sui risultati dell'esame sarà in grado di stabilire la causa esatta della comparsa del dolore e di prescrivere un trattamento adeguato e sicuro per la salute.

Dolore addominale dopo aver mangiato: cause, trattamento

Il dolore addominale dopo aver mangiato si verifica per diversi motivi che possono essere di natura fisiologica e patologica. Rilevamento tempestivo del fattore che ha provocato l'insorgenza di dolore, consente di eliminare rapidamente la malattia e minimizzare l'impatto negativo sul corpo. Il trattamento può essere effettuato con metodi tradizionali e utilizzando la medicina tradizionale.

Dolore addominale dopo aver mangiato: cause, trattamento

Cause del dolore addominale dopo aver mangiato

Tra i principali motivi che possono provocare dolore dopo aver mangiato, sono i seguenti.

  1. Lo sviluppo della gastrite. Questa malattia può avere diverse cause ed è divisa in sei sottospecie. Nel caso del tipo batterico, le sensazioni dolorose sono causate dal mangiare con l'organismo Helicobacter. Corrodono le pareti della mucosa gastrica e causano disagio. Gastrite stressante, che si verifica sullo sfondo del consumo incontrollato di cibo pesante. Tipo di erosione, che si manifesta quando si mangiano grandi quantità di cibi grassi, fritti e piccanti. Un altro fattore potrebbe essere la droga aggressiva. Infezione con gastrite fungina, di solito il danno si verifica attraverso il cibo, l'acqua e attraverso la respirazione. Un tipo allergico di malattia è causato dall'inalazione di un allergene o dal suo consumo. Gastrite atrofica, che può essere causata da tutti i tipi di cui sopra. La malattia si manifesta con assottigliamento patologico della mucosa. Questa condizione è considerata pre-ulcera.

Membrana mucosa dello stomaco in varie forme di gastrite

La comparsa di ulcere gastriche

Attenzione! Occasionalmente, il dolore addominale dopo un pasto può verificarsi anche a causa della presenza di malattie ginecologiche o urologiche. Molto spesso questo è dovuto a cisti e tumori troppo cresciuti. Uno stomaco pieno premerà contro le crescite patologiche e causerà disagio.

Dolore addominale dopo aver mangiato durante la gravidanza

Durante il parto, il dolore dopo aver mangiato nello stomaco è più spesso associato con lo spostamento di organi nella cavità addominale. Riempire lo stomaco richiede la loro compressione, che può causare dolore lungo e doloroso. Di solito, dura fino al momento in cui il cibo assorbito inizia a muoversi.

Inoltre, questo sintomo può essere associato allo sviluppo della gastrite. Durante la gravidanza aumenta il carico su tutti gli organi, aumenta l'acidità, che può causare problemi con la normale digestione del cibo e può portare a danni alla mucosa.

La stitichezza persistente, che è particolarmente spesso diagnosticata all'inizio della gravidanza, può anche causare dolore allo stomaco dopo aver mangiato anche una piccola quantità di cibo. Per eliminare il problema, i medici raccomandano di aggiustare la dieta e, se necessario, di assumere farmaci con un alto contenuto di lattulosio.

La stitichezza persistente può anche causare dolore allo stomaco dopo aver mangiato.

Attenzione! Durante il parto, lo sviluppo di malattie più complesse, inclusa l'oncologia, non può essere escluso. Diagnosticare e identificare la causa è possibile solo dopo un'escursione.

La natura del dolore dopo aver mangiato e le sue cause

Imparare la malattia e iniziare il trattamento può anche dalla natura del dolore.

  1. Il dolore di una natura acuta si manifesta durante l'intossicazione del corpo a causa di intossicazione alimentare, a volte questa condizione si verifica sullo sfondo di avvelenamento da metalli pesanti e con forte esposizione. Anche la stitichezza persistente, l'assorbimento di grandi quantità di cibo e l'eccessiva tensione muscolare dello stomaco e dell'esofago possono causare dolore acuto. Anche le ferite dell'esofago, dello stomaco e dell'intestino sono accompagnate da forti dolori dopo aver assunto anche una piccola quantità di cibo.
  2. Il dolore bruciante si verifica quando il cibo non viene seguito e quando le persone sono ossessionate da cibi grassi, piccanti e salati. Questi prodotti causano un aumento della produzione di acido, che danneggia le pareti dello stomaco e porta allo sviluppo di gastrite e ulcere.

Gli alimenti oleosi, piccanti e salati possono causare dolori allo stomaco.

Attenzione! A volte un paziente può registrare diverse malattie contemporaneamente. Con tali diagnosi, il dolore può essere mescolato e vagare.

Trattamento del dolore addominale dopo un pasto con farmaci

omeprazolo

Il farmaco omeprazolo per il dolore addominale dopo aver mangiato

Il farmaco allevia il dolore e migliora la digestione. Di solito prescritto 20 mg del principio attivo al giorno. Il corso classico di terapia dura circa quattro settimane. Se per qualche motivo il dolore non è completamente passato, il corso della terapia può essere esteso a otto settimane. Se accompagnato da disagio dopo aver mangiato una parziale espulsione di cibo, è necessario raddoppiare il dosaggio a 40 mg della sostanza attiva. Il trattamento in un caso complicato dura fino a otto settimane.

Metodo di uso del farmaco Omeprazolo

ultop

Le capsule di Ultop della droga

Il farmaco è disponibile sotto forma di capsule con l'omeprazolo chimico attivo. È necessario prendere un dispositivo medico in un dosaggio di 10 mg, se il dolore sta bruciando e tirando. È possibile utilizzare 20 mg del principio attivo, se la malattia è caratterizzata da dolore acuto. Con questa natura della malattia è necessario un trattamento sintomatico combinato. In caso di stitichezza, viene prescritto il lattulosio (Duphalac), in caso di avvelenamento, Smecta e Nifuroxazide, quest'ultimo elimina grave diarrea di natura batterica e virale.

Dosaggio e somministrazione del farmaco Ultop

Lansazol

Lansazol per mal di stomaco

Il farmaco è disponibile sotto forma di capsule con la stessa sostanza attiva. È usato nel trattamento del dolore dopo aver mangiato, causato da ulcera peptica e parziale rilascio di cibo nell'esofago. Ai pazienti vengono prescritti dosaggi classici di 30 mg al giorno. Prendi il farmaco preferibilmente al mattino. Il corso della terapia dura non più di otto settimane.

Se la malattia è complicata, uno specialista può raccomandare un dosaggio di 60 mg una volta al giorno. Il corso di terapia è determinato dal dottore. In rari casi, possono essere assunti dosaggi a breve termine di 90-120 mg. Con una tale quantità di sostanza attiva, è meglio fare due passi: mattina e sera. Se il paziente ha problemi al fegato, il dosaggio iniziale non deve superare 15 mg di Lansazol.

Gustav

Gastal: metodo di applicazione e indicazioni

Le sostanze principali del preparato sono l'idrossido di alluminio e l'idrossido di magnesio. Lo strumento consente di ridurre rapidamente l'acidità aumentata dello stomaco, alleviare la frustrazione e regolare il lavoro dell'intero tratto gastrointestinale, eliminando il dolore dopo aver mangiato. Il farmaco viene assunto da una a due compresse fino a sei volte al giorno. Si consiglia di bere Gastal un'ora dopo aver mangiato, l'ultima pillola deve essere bevuta 40-60 minuti prima di andare a letto. La durata del trattamento è di almeno 14 giorni.

Almagel

Almagel con dolori causati da gastrite, ulcere e indigestione

Un potente rimedio avvolgente, che viene utilizzato per il dolore causato da gastrite, ulcere e indigestione. Il farmaco è disponibile anche in sacchetti, ognuno dei quali è uguale a un misurino. Almagel deve essere assunto fino a quattro volte al giorno per uno o due misurini. Ogni ricevimento viene effettuato un'ora dopo aver mangiato, l'ultima dose raccomandata dal medico viene presa 40-60 minuti prima di andare a letto.

Quando si prescrive una dose massima di 12 cucchiai del farmaco, il corso della terapia non può durare più di un mese. Se vengono prescritti altri dosaggi più benigni, il trattamento dura come raccomandato dal medico, ma non meno di un mese.

Dosaggio e somministrazione del farmaco Almagel

Attenzione! A volte può essere prescritta una terapia combinata con farmaci prescritti. In questo caso, il dosaggio di alcuni fondi deve essere regolato in una direzione più piccola o più ampia a discrezione del medico e delle condizioni del paziente.

Costo del farmaco antidolorifico dopo aver mangiato

Nella tabella puoi vedere i prezzi delle droghe descritte e dei loro analoghi. Il costo è mediato e può variare in modo significativo a seconda della regione e del produttore del farmaco.

I trattamenti per i dolori di stomaco prima e dopo i pasti dipendono dalla causa.

Parliamo di uno dei disturbi più comuni: il mal di stomaco. Non c'è quasi una persona che non ha mai sofferto di questo problema?

Nella stragrande maggioranza dei casi, questo è semplicemente un malessere, ma se il problema si ripresenta ed è associato ad altri sintomi, allora dovrebbe diventare un segnale allarmante.

Vediamo quali potrebbero essere le possibili cause del mal di stomaco e come eliminarle.

Caratteristiche del mal di stomaco

Il dolore addominale è un sintomo che ogni persona ha vissuto almeno una volta nella vita. Spesso compaiono da banali problemi di digestione o malattie dello stomaco minori, ma a volte, soprattutto se accompagnati da altri sintomi, possono essere un sintomo di disturbi più gravi. Il dolore addominale può colpire persone di qualsiasi età, ma più spesso ne soffrono bambini e donne in età fertile.

Il dolore allo stomaco può essere suddiviso in diversi tipi a seconda della posizione, dell'ora di inizio del sintomo e della durata.

A seconda della posizione anatomica del dolore gastrico, abbiamo:

  • A destra: tipico per i processi patologici nel pancreas e nella cistifellea.
  • Lato sinistro: tipico per i processi patologici e non patologici nello stomaco e nel colon.
  • Nel centro sopra (epigastrio): tipico per i processi patologici e non patologici nello stomaco, nello sfintere, nella cistifellea e talvolta anche nei problemi cardiaci.
  • Sotto (ipogastrio): tipico per i processi patologici che coinvolgono la prima parte dell'intestino tenue, il duodeno e lo sfintere gastroduodenale.

Tuttavia, questa opzione di classificazione non è corretta, perché con il termine "dolore nello stomaco" intendiamo tutti i dolori nella cavità addominale. Infatti, il vero dolore gastrico è localizzato tra l'estremità inferiore dello sterno e le due arcate delle costole e non ha tendenza a irradiarsi bene sotto lo sterno.

A seconda di quando si manifesta, potremmo avere i seguenti tipi di dolore gastrico:

  • Prima di mangiare: tipico di malattie come la gastrite e condizioni non patologiche, come la fame eccessiva.
  • Dopo aver mangiato: tipico per malattie come il reflusso gastroesofageo e l'ernia iatale, nonché condizioni non patologiche come digestione lenta e difficile o eccessiva assunzione di cibo.
  • Al mattino: può essere causato da una sensazione di fame o gastrite acuta e cronica o ulcera peptica.
  • Di sera: i dolori addominali che si verificano di sera o di notte sono tipici di malattie come il reflusso acido o l'ernia iatale.

Per durata, possiamo distinguere due tipi di dolore allo stomaco:

  • Acuta: inizio rapido e improvviso, sintomi molto intensi.
  • Cronico: si sviluppa gradualmente e continua per un lungo periodo di tempo. Può essere di tipo continuo o consistere in periodi di dolore e remissione.

Ma quali sono le ragioni che portano al mal di stomaco?

Cause del dolore allo stomaco

Il dolore allo stomaco può essere associato a malattie dello stomaco stesso, nonché a patologie esterne allo stomaco, che si sviluppano fuori dallo stomaco, ma danno sintomi a livello di questo organo.

Tra i malattie dello stomaco abbiamo:

  • gastrite: è la causa più comune di dolore allo stomaco. Può essere acuto, con sintomi che si sviluppano rapidamente, o cronici, con un inizio e una ricaduta lente. Le cause della gastrite sono molteplici: stress, farmaci, infezioni batteriche, ma tutte portano ad un aumento della secrezione di acido gastrico o ad una diminuzione della secrezione dello strato mucoso della parete gastrica con conseguente sviluppo di processi infiammatori.
  • ulcera: è una complicazione gastrite-erosiva, caratterizzata da una vera lesione della mucosa gastrica, che porta alla perdita di sangue. Le cause dell'ulcera peptica sono simili a quelle della gastrite.
  • gastroenterite: è un'infezione di origine virale, batterica o parassitaria, che porta ad un forte processo infiammatorio nello stomaco, che si manifesta con dolore acuto. Chiamata anche influenza intestinale, i cui sintomi (vomito, febbre, dolore addominale) sono molto simili a quelli che si verificano con l'influenza stagionale.
  • Reflusso gastroesofageo: Questa è una patologia causata dall'indebolimento dello sfintere, che si trova tra l'esofago e lo stomaco e che impedisce al contenuto dello stomaco di essere gettato nell'esofago. Le cause del reflusso sono varie (un eccesso di caffeina o nicotina, droghe, infezioni batteriche), ma tutte portano all'erosione della mucosa esofagea, portando allo sviluppo di esofagite.
  • Ernia iatale: si verifica quando l'apertura esofagea si indebolisce sul diaframma, che porta al lancio di succhi gastrici nell'esofago. Può essere causato dall'invecchiamento o esacerbazione del reflusso e porta al dolore addominale associato a bruciore di stomaco e eruttazione acida.

Tra i malattie extragastriche, che può causare mal di stomaco, possiamo menzionare:

  • Infarto miocardico: Uno dei possibili sintomi di infarto miocardico è il dolore addominale, che è localizzato nella regione epigastale, cioè nella parte superiore, spesso percepita come dolore sordo, pesantezza, associata alla combustione.
  • Patologia della colecisti: La presenza di pietre a livello della cistifellea può portare a colica biliare, a causa dell'ostruzione dei dotti biliari.
  • pancreatite: l'infiammazione del pancreas, nota come pancreatite, può iniziare con un dolore addominale grave e intenso, che si irradia anche alla schiena a livello della schiena.

Meno comunemente, il dolore addominale può essere un segno di un tumore. Gli eventi più comuni di dolore allo stomaco sono il cancro allo stomaco e il cancro del pancreas.

Cause non patologiche

Nella maggior parte dei casi, il dolore allo stomaco è associato a cause non patologiche causate da vari problemi individuali.

Tra le condizioni non patologiche possiamo menzionare:

  • Stress e ansia: questa è la causa principale del dolore addominale non patologico. Il dolore, come nervoso, si pone in relazione a eventi stressanti, attacchi di ansia, per esempio, prima di un esame, un importante colloquio di lavoro o un matrimonio.
  • freddo: l'ipotermia può causare dolore allo stomaco, creando una condizione nota come congestione. Quando una persona è esposta a basse temperature dopo aver mangiato, per esempio, è immersa in acqua fredda, acqua potabile dal frigorifero, un improvviso blocco della digestione può verificarsi a causa di una diminuzione del flusso sanguigno al tratto gastrointestinale.
  • medicina: Alcuni farmaci, in particolare i farmaci anti-infiammatori non steroidei, possono causare dolore e sensazione di bruciore allo stomaco. Ciò si verifica quando questi tipi di farmaci causano cambiamenti nella mucosa gastrica, riducono lo strato di muco protettivo o aumentano la secrezione di acido, provocando così infiammazione.
  • cibo: il mal di stomaco può verificarsi a causa di una dieta scorretta. In particolare, può manifestarsi come conseguenza del digiuno, nel qual caso sarà associato alla fame o a causa dell'eccesso di cibo. Inoltre, il dolore allo stomaco può verificarsi se si consumano cibi che irritano il rivestimento dello stomaco, come la caffeina, l'alcol, le spezie e il cioccolato, o se si mangia troppo velocemente.

Sintomi legati al mal di stomaco

Il dolore allo stomaco può essere associato ad alcuni sintomi che possono indirizzare il medico verso una corretta comprensione della causa e quindi verso una corretta diagnosi, che sarà la pianificazione di base di un trattamento efficace.

Tra i sintomi che possono accompagnare il dolore addominale, abbiamo:

  • Diarrea: si verifica spesso quando il dolore allo stomaco è causato da stress, ansia o gastroenterite.
  • Tosse: la tosse può essere una conseguenza di esofagite o nervosismo, in questo caso parlare di tosse nervosa.
  • Vomito e nausea: spesso presente nei casi di gastroenterite, ma compaiono anche durante la gastrite stressante.
  • Bruciore: questo è un tipico sintomo di gastrite acuta, gastrite erosiva, ulcere gastriche, reflusso gastroesofageo e ernia iatale. Può anche verificarsi in caso di digiuno prolungato o ansia e stress.
  • Sangue nelle feci: questo sintomo è strettamente correlato alla presenza di gastrite erosiva e ulcere gastriche.
  • Eruttazione: si verifica in caso di reflusso gastro-esofageo e ernia iatale.
  • Tachicardia: in caso di dolore allo stomaco stressante, possono verificarsi palpitazioni.
  • Affaticamento: se si soffre di eccessivo affaticamento e dolore allo stomaco allo stesso tempo, è possibile che l'erosione dello stomaco porti alla perdita di sangue e una diminuzione della concentrazione di emoglobina, che causa affaticamento e affaticamento.
  • Febbre: la febbre si unisce al dolore addominale in tutti i casi di gastroenterite.
  • Mal di schiena: con dolori allo stomaco associati a mal di schiena a livello dei reni, probabilmente causati da problemi alla cistifellea o al pancreas.
  • Dolore al petto: quando si hanno dolori al petto e dolori allo stomaco allo stesso tempo, questa è un'indicazione per il trattamento di emergenza, in quanto può essere un attacco di cuore.

Cerca le cause del mal di stomaco

Il dolore allo stomaco è un sintomo, non una malattia, e quindi è necessario che il medico ne determini la causa. Il primo approccio è quello di studiare la storia della malattia e la ricerca fisica (in particolare, la palpazione dell'addome).

Il medico può diagnosticare se stesso o indirizzare un paziente a un medico specialista, in questo caso un gastroenterologo. Quest'ultimo, a seconda dei sintomi riportati dal paziente o dal medico curante, può prescrivere altri esami, quali:

  • Analisi di laboratorio: il medico può prescrivere esami del sangue per valutare la vostra salute generale e, ad esempio, rilevare emorragie nascoste indicanti gastrite erosiva o ulcera gastrica.
  • Radiografia: una radiografia addominale viene eseguita utilizzando un mezzo di contrasto che consente di valutare meglio le condizioni del tratto gastrointestinale. Con l'aiuto di questa esperienza, si possono distinguere i cambiamenti nello sfintere, nel reflusso e, in generale, nelle strutture dello stomaco.
  • Gastroscopia: consente di effettuare una valutazione visiva dello stato della parete interna dello stomaco attraverso l'introduzione nella cavità di una sonda flessibile dotata di una videocamera. Consente di rilevare lesioni causate, ad esempio, da gastrite erosiva, ulcera o cancro allo stomaco.
  • Biopsia: esame microscopico di piccoli pezzi di tessuto della mucosa gastrica, rilevati durante la gastroscopia. È consigliabile rilevare un tumore allo stomaco o un'infezione da Helicobacter pylori.

Rimedi naturali per il mal di stomaco

Per alleviare il dolore all'addome con malattie lievi come gastrite o disturbi da stress, puoi usare rimedi naturali.

Tra i rimedi naturali che possono essere utilizzati sono:

Bicarbonato di sodio: un paio di cucchiaini di soda può essere utilizzato come aiuto primario per gli attacchi acuti di gastrite. Il bicarbonato di sodio aiuta a combattere l'acidità aumentata del succo gastrico, neutralizza gli effetti dell'acido e riduce i sintomi.

Mela: contiene pectina e glicina, che svolgono il ruolo di anti-acidi. Pertanto, è raccomandato nel trattamento di gastrite, reflusso gastroesofageo e ulcera peptica, si raccomanda di essere consumato dopo un pasto.

Aloe: ha un effetto curativo e favorisce la cicatrizzazione dei tessuti e la crescita di nuove cellule della mucosa, grazie alle sostanze attive. Si consiglia di bere succo.

Limone: consigliato quando il dolore gastrico è causato dal blocco dell'apparato digerente dovuto all'esposizione al freddo o in caso di gastroenterite con diarrea, ma deve essere evitato in caso di gastrite. Si consiglia di far bollire un bicchiere d'acqua e quindi di infornare un cucchiaio di scorza di limone. Lasciare infondere, filtrare e bere.

Liquirizia: a causa del contenuto di glicirrizina e flavonoidi, la liquirizia è utile nel trattamento della gastrite, poiché i suoi principi attivi hanno azioni curative e mucoprotettive. Si consiglia di consumare sotto forma di tè, mettendo la radice di liquirizia in una tazza di acqua calda, precedentemente portata a ebollizione. Lasciare in infusione per 10-15 minuti, filtrare e bere.

Camomilla: a causa del contenuto di azulene e bisabololo, la camomilla ha proprietà lenitive e ammorbidenti. Particolarmente utile in caso di gastrite stressante. Usano fiori che vengono preparati in una tazza di acqua bollente, infondono la miscela, filtrano e bevono.

Nutrizione: In termini di nutrizione, si raccomanda di ridurre il consumo di spezie, caffeina, cibi grassi e alcol per prevenire irritazioni e infiammazioni della mucosa gastrica. Il consumo di latte è controverso. Sebbene abbia un effetto alcalinizzante, può causare irritazione della mucosa gastrica a causa dei sottoprodotti formatisi durante il processo di digestione del latte.

Terapia farmacologica per casi gravi

L'uso di farmaci per il mal di stomaco è molto utile se è causato da malattie come gastrite, reflusso gastroesofageo e ulcera peptica, o nel caso di malattie come la pancreatite e problemi della cistifellea.

In particolare, può essere utilizzato:

  • antiacidi: questa classe di farmaci comprende bicarbonato di sodio, idrossido di magnesio e idrossido di alluminio. La loro abilità è di legarsi con ioni di acido cloridrico. Quindi, riducono l'acidità del succo gastrico, eliminano l'irritazione e i processi infiammatori.
  • Inibitori della pompa protonica: questa classe di farmaci comprende lansoprazolo e omeoprazolo, sono utilizzati per inibire la pompa protonica responsabile della secrezione di succo gastrico. Pertanto, riducono l'infiammazione e l'irritazione causata dall'aumentata secrezione di succhi gastrici.
  • Enzimi pancreatici: utilizzati per il trattamento della pancreatite, aiutano i processi digestivi sostituendo o compensando la secrezione naturale del pancreas, che a causa della patologia è limitata o assente.
  • Acido ursodesossicolico e chetoneossicolico: utilizzato in caso di malattie della cistifellea come la colelitiasi, la loro funzione è quella di sciogliere le pietre, che ripristinano il normale flusso della bile.

Nel caso di altre malattie, come i tumori e la gastroenterite, il medico deciderà quale farmaco è più adatto per l'uso in un caso particolare.