logo

Infiammazione del duodeno (duodenite) - sintomi e caratteristiche del trattamento

L'intestino umano è costituito da diverse sezioni e in ciascuno di essi possono verificarsi processi infiammatori. L'infiammazione nel segmento superiore, nel duodeno, si chiama duodenite. Il duodeno è una sezione intermedia tra l'intestino tenue e lo stomaco e, a causa della sua posizione, corre il doppio rischio di infezione: il percorso discendente insieme al contenuto gastrico e il percorso ascendente - dalle regioni intestinali inferiori.

La duodenite in sé, come una malattia separata, non è comune. Di solito, l'ulcera duodenale è infiammata contro altre malattie del sistema gastrointestinale:

  • gastrite,
  • pancreatite,
  • colecistite,
  • colite e altri.

La frequenza di insorgenza di questa patologia non ha alcuna connessione con l'età o il sesso di una persona, si trova ugualmente in diversi gruppi di pazienti.

Cause dell'infiammazione duodenale

La causa, che porta al processo infiammatorio nel duodeno, è il danno alla mucosa. Molto spesso ciò si verifica quando il contenuto dallo stomaco con una maggiore concentrazione di acido entra. Succo gastrico con proprietà iperacide, penetra nell'intestino, irrita il suo strato mucoso e porta a un'infiammazione acuta.

La duodenite secondaria è una conseguenza del ritardo delle masse alimentari nel segmento duodenale dell'intestino. La causa di questo fenomeno è la duodenostasi - un tono ridotto delle pareti del tubo intestinale, in conseguenza del quale il contenuto dello stomaco si trova nella parte superiore per un lungo periodo e influenza negativamente la mucosa. La duodenostasi può anche essere causata dalla presenza di un ostacolo al passaggio del cibo (aderenze, cicatrici dopo l'infiammazione o la chirurgia).

I fattori che contribuiscono all'insorgenza dell'infiammazione duodenale acuta sono:

  • intossicazione alimentare;
  • abuso di cibi piccanti e bevande alcoliche;
  • ferita oggetto estraneo mucoso.

La malattia cronica si sviluppa sullo sfondo delle patologie dell'apparato digerente:

  • epatite acuta e cronica (danno epatico);
  • colecistite (infiammazione della cistifellea);
  • ulcere gastriche e gastriche (malattie della mucosa gastrica);
  • Morbo di Crohn (malattia cronica intestinale di eziologia sconosciuta);
  • giardiasi;
  • Sindrome di Whipple - una violazione cronica dell'assorbimento di grasso nell'intestino tenue;
  • Malattia di Zollinger-Ellison (tumore pancreatico);
  • ischemia intestinale (disturbi circolatori nella zona intestinale);
  • frequenti manifestazioni dispeptiche (disagio addominale, gonfiore, nausea);
  • diarrea cronica.

Un ruolo speciale nella comparsa di duodenite gastroenterologi dà un'infezione batterica causata da Helicobacter pylori. Questo microrganismo è considerato la principale causa di gastrite e ulcera gastrica. Per lungo tempo, il batterio può esistere asintomaticamente nel corpo e, in presenza di condizioni favorevoli, inizia a moltiplicarsi, stimolando un maggiore rilascio di acido cloridrico nello stomaco. Un ambiente eccessivamente acido viola la mucosa intestinale e se non si libera Helicobacter pylori, la duodenite prima o poi finirà con un'ulcera duodenale.

Lo sviluppo dell'infiammazione cronica è inoltre promosso dall'effetto di condizioni negative per un lungo periodo di tempo:

  • cibo irregolare e malsano;
  • la presenza di focolai di infezioni croniche in altri sistemi corporei (nei genitali, nel rinofaringe, ecc.);
  • grave stress;
  • cattive abitudini;
  • prendendo un certo numero di farmaci.

Sintomi di duodenite

L'infiammazione della parte superiore dell'intestino può passare senza segni pronunciati, ma nella maggior parte dei casi i suoi sintomi si manifestano ancora, costantemente o periodicamente. Si può sospettare che qualcosa sia sbagliato dalla presenza di tali reclami:

  • digestione disturbata, scarso appetito;
  • disagio addominale, specialmente dopo aver mangiato (pesantezza, sensazione di eccesso di cibo);
  • dispepsia persistente: flatulenza, diarrea, eruttazione;
  • nausea e vomito ricorrenti;
  • dolore nell'addome superiore al centro;
  • dolori affamati e notturni di un personaggio lamentoso, che si estende al petto;
  • scarico di sangue con le feci o vomito;
  • anemia, che indica la presenza di sanguinamento interno;
  • stato di debolezza.

In vari tipi di duodenite, il quadro clinico dell'infiammazione può essere diverso, il che consente una diagnosi più accurata basata sull'anamnesi.

  1. Con il lento passaggio del cibo attraverso il tubo duodenale (duodenostasi), il dolore è localizzato nella regione epigastrica e nel giusto ipocondrio. Le sensazioni dolorose sono attacchi, hanno il carattere di scoppiare, torcere. Il dolore è accompagnato da una forte distensione addominale, una sensazione di trasfusione di liquidi, brontolio. Un sapore amaro può apparire in bocca, se il vomito si verifica, allora il più delle volte è la bile.
  2. La combinazione di duodenite con ulcera provoca forti dolori a stomaco vuoto. Sono presenti anche il resto dei sintomi dell'infiammazione, ma è il dolore "affamato" che rende possibile sospettare la presenza di ulcera duodenale.
  3. Se l'intestino sottostante è anche coperto da un'infiammazione, i dolori "scendono" dallo stomaco all'intestino tenue e crasso. Il paziente è disturbato dai disturbi caratteristici della colite, enterite: diarrea, aumento della peristalsi, gonfiore.

Il lungo decorso della malattia porta a conseguenze così gravi come l'atrofia della mucosa duodenale. Questo sconvolge la secrezione degli enzimi digestivi, peggiora la disgregazione del cibo e l'assorbimento dei nutrienti nell'intestino. Questo già minaccia non solo la patologia multipla del tratto gastrointestinale, ma influenza anche il funzionamento degli organi di tutto l'organismo: anemia, carenza di micronutrienti, carenza di vitamine si sviluppa e soffrono di problemi cardiovascolari, muscolari e nervosi. È importante identificare la malattia in una fase iniziale, senza aspettare che causi problemi irreversibili di salute.

Per la diagnosi di duodenite, è necessario contattare uno specialista nel campo della gastroenterologia. Sarà in grado di effettuare una diagnosi preliminare sulla base della raccolta dell'anamnesi e della palpazione dell'addome: durante la palpazione nella zona epigastrica sarà presente il dolore. Per chiarire la natura della duodenite e la sua differenziazione da altre malattie, vengono condotti studi obiettivi:

  1. EFGDS (esophagogastroduodenoscopy) - un tubo (sonda) viene inserito nel paziente attraverso la bocca con una retroilluminazione e una fotocamera che consente di ispezionare la parte superiore del tratto gastrointestinale per patologie.
  2. Se necessario, durante la procedura endoscopica, il biomateriale viene prelevato per l'analisi: viene eseguita una biopsia. La gastrobiopsia mirata consente di rilevare i fuochi di sedimentazione di Helicobacter pylori e di esaminare la mucosa in caso di sospetta malattia tumorale.
  3. L'esame ecografico degli organi addominali oggi è una procedura standard che è utile per rilevare i tumori, modificare le dimensioni degli organi, ecc.
  4. Radiografia dello stomaco e del duodeno: l'introduzione di un mezzo di contrasto aiuta a "illuminare" gli organi digestivi e rilevare i difetti.
  5. Analisi del succo gastrico per studiarne la composizione, il livello di acidità.
  6. Analisi di Helicobacter pylori - per identificare un possibile agente infettivo.
  7. Coprogramma - esame fecale per valutare le prestazioni del tubo digerente.
  8. Esame per tre volte del sangue occulto fecale.
  9. Biochimica del sangue - determina gli indicatori che caratterizzano il lavoro degli organi del tratto digestivo (bilirubina, colesterolo, elettroforesi delle proteine ​​del siero del latte).
  10. Analisi specifica degli anticorpi prodotti nel corpo durante l'eziologia autoimmune della gastroduodenite.

Classificazione della duodenite

Infiammazione del duodeno (duodenite) - una malattia suddivisa in diversi tipi di localizzazione, la natura del flusso, l'agente causale, ecc. Una classificazione approssimativa di questa malattia è la seguente:

  • duodenite acuta - caratterizzata da insorgenza inattesa, sintomi vividi, breve corso, può essere catarrale, forma flemmatica e ulcerosa;
  • infiammazione cronica - c'è molto tempo (fino a diversi anni) con manifestazioni cliniche lievi; può agire come una malattia indipendente (primaria) o come risultato di altre patologie (duodenite secondaria).

2. Secondo la posizione dei fuochi di infiammazione:

  • diffuso (comune);
  • local - popilit (infiammazione della papilla maggiore), bulbit (duodenite prossimale), duodenite post-bulbare (lesione della sezione distale).

3. La profondità delle lesioni della mucosa:

  • superficiale (edema, iperemia);
  • interstiziale (con penetrazione negli strati profondi);
  • atrofico (assottigliamento e assenza di mucosa nell'area dell'infiammazione);
  • erosivo (comparsa di erosione e ferite sulle pareti intestinali).

La duodenite specifica che si è manifestata sullo sfondo di un'infezione fungina, tubercolosi, stati di immunodeficienza, morbo di Crohn e altre malattie si distingue in un gruppo speciale.

Dieta a Diodi

L'obiettivo principale nel trattamento della duodenite è lo sviluppo e l'aderenza alle diete terapeutiche. Il suo principio principale è l'effetto più delicato sulla mucosa dello stomaco e dell'intestino. Questo significa:

  • 5-6 volte il pasto durante il giorno;
  • piccole porzioni;
  • metodo di cottura: al vapore o bollente;
  • la consistenza dei piatti è liquida, semi-liquida, pastosa (il cibo solido deve essere macinato o macinato);
  • la temperatura del cibo è calda; freddo e soprattutto caldo dovrebbe essere evitato;
  • completa esclusione di acido, salato, speziato, affumicato, arrostito, in scatola;
  • rifiuto di alcol.

Una dieta rigorosa deve essere seguita per almeno 10-12 giorni, fino al termine del periodo acuto dell'infiammazione. Nella duodenite cronica, a seconda della forma della malattia e della sua associazione con altre patologie, si raccomanda al paziente di osservare per tutta la vita l'alimentazione dietetica:

  • tabella numero 1, 1b - con varianti ulcerative di sviluppo;
  • tabella numero 2 - con gastrite a bassa acidità;
  • tabella numero 5 - con patologie del fegato, della cistifellea e dei dotti biliari;
  • tabella numero 5p - in presenza di pancreatite.

Ci sono altre opzioni per le diete terapeutiche, che è più adatto per un particolare paziente, dovrebbero essere determinate dal medico dopo l'esame. Le raccomandazioni generali sulla nutrizione per la duodenite sono le seguenti:

  1. Prodotti lattiero-caseari e grassi: latte intero, bevande al latte acido, ricotta fresca, panna acida, formaggi a pasta dura delicati, aggiunta di latte a tè, zuppe, cereali; burro, oli vegetali raffinati; frittata al vapore.
  2. Primi piatti: le zuppe sono consentite su brodo vegetale, brodo di carne debole, sul latte. La consistenza raccomandata è la zuppa cremosa, la zuppa cremosa (tutti gli ingredienti solidi nella zuppa sono aggiunti in una forma squallida).
  3. Cereali e contorni: bolliti in acqua o cereali del latte (riso, grano saraceno, semolino, farina d'avena); pasta piccola, casseruole e budini dai prodotti elencati.
  4. Verdure: patate bollite, carote, zucchine, cavolfiori, broccoli (tutti - sotto forma di purè di patate).
  5. Frutta: frutti e bacche morbidi, non acidi, preferibilmente al forno o bolliti (di composta), sotto forma di mousse.
  6. Carne e pesce - varietà a basso contenuto di grassi sotto forma di carne bollita, cotolette di vapore, polpette di carne e altri piatti a pezzetti.
  7. Bevande: composta da bacche dolci e frutta secca, gelatina, decotto di rosa canina, tè leggero, succhi di verdura diluiti con acqua.
  8. Prodotti di pane: cracker, pane bianco essiccato.

Sotto il divieto di caduta:

  • pane morbido e pasticceria;
  • frittelle, pancakes;
  • fagioli;
  • cereali a grana grossa (orzo, miglio);
  • pasta grande;
  • uova strapazzate e uova sode;
  • latte grosso;
  • formaggi grassi e piccanti;
  • carne e pesce grassi;
  • gelato, dolciumi;
  • tè e caffè forti;
  • soda;
  • alcol;
  • condimenti e salse piccanti;
  • friggere come un modo di cucinare.

Trattamento dell'infiammazione duodenale

Nel trattamento della duodenite vengono combinati metodi di farmaci, fisioterapia e sanatorio-resort. Durante l'infiammazione acuta o l'esacerbazione di una malattia cronica, è indicata la prescrizione della terapia sintomatica:

  1. Per alleviare la sindrome del dolore, si consiglia di assumere farmaci antispastici (No-spa, Drotaverine, Papaverina).
  2. Gli antiacidi (Almagel, Omeprazolo) aiutano a ridurre l'alto livello dell'acidità del succo gastrico.
  3. La protezione della mucosa dello stomaco e del duodeno viene effettuata da composti terapeutici avvolgenti (Vis-Nol, De-Nol).
  4. In caso di rilevamento di Helicobacter pylori, è necessario sottoporsi a un ciclo di terapia antibiotica (Flemoxin Solutab e altri).
  5. Se la causa della duodenite è l'infestazione da vermi, vengono prescritti farmaci per eliminare i parassiti.
  6. Nella diagnosi di duodenostasi, i farmaci che stimolano la motilità (Domperidone, Maalox) aiutano a rafforzare la motilità intestinale.

La forma cronica di duodenite implica una somministrazione a lungo termine di farmaci prescritti da un gastroenterologo:

  • anticolinergici (atropina, gastrotepina, peritolo) riducono il dolore;
  • chelanti e antiacidi (Enterosgel, Smekta, Fosfalyugel) aiutano a proteggere la mucosa dagli effetti dei fattori negativi;
  • i farmaci curativi e antinfiammatori (Duogastron, Methyluracil, vitamina B, estratto di aloe) rafforzano la rigenerazione dei tessuti, prevengono la progressione dell'infiammazione;
  • i bloccanti della dopamina (Reglan, Reglan) combattono la nausea e il vomito in violazione della funzione motoria del duodeno;
  • i sedativi (valeriana, motherwort) fanno fronte a manifestazioni di nevrastenia, spesso associate a duodenite.

L'infiammazione secondaria richiede, soprattutto, di liberarsi della malattia sottostante, solo in questo caso il trattamento della duodenite darà un effetto positivo e duraturo. Una forma piuttosto rara di duodenite - catarro, che è un'infiammazione acuta suppurativa, viene trattata chirurgicamente con una successiva terapia antibiotica. Come aiuto nella duodenite, vengono utilizzate procedure fisioterapeutiche, che vengono eseguite senza esacerbazione della malattia:

  • riscaldando la regione epigastrica;
  • applicazioni di paraffina e ozocerite;
  • ultrasuoni;
  • terapia diadinamica;
  • terapia magnetica;
  • electrosleep;
  • balneoterapia.

La fisioterapia aiuta ad attivare il flusso linfatico e l'apporto di sangue agli organi addominali, riduce il dolore, ha un effetto anti-infiammatorio, migliora la funzione secretoria del sistema digestivo.

Durante la remissione, tutti i pazienti con duodenite vengono trattati in condizioni sanitarie per ridurre la frequenza delle recidive.

Trattamento dei rimedi popolari di infiammazione duodenale (duodenite)

L'autotrattamento con l'aiuto di rimedi popolari nel caso del duodeno non è raccomandato, perché, senza comprendere i tipi e la gravità del processo infiammatorio, è possibile peggiorarlo. Ma come misure ausiliarie nella lotta contro la duodenite, le medicine naturali possono fare un buon lavoro se vengono applicate in aggiunta alle prescrizioni mediche e in consultazione con il gastroenterologo.

Il ricevimento di rimedi popolari dovrebbe essere finalizzato a ridurre l'aggressività del succo gastrico, la protezione dai suoi effetti sulla mucosa intestinale e la sua rigenerazione. La medicina di erbe, i prodotti delle api e gli oli vengono utilizzati con successo per questi scopi.

Ecco le 10 ricette più efficaci per il trattamento dell'infiammazione duodenale:

  1. Droga da aloe. Per oltre un secolo, l'aloe è noto per le sue proprietà antimicrobiche e cicatrizzanti. Determinano l'efficacia di questa pianta nella lotta contro la duodenite. Tuttavia, ci sono alcune sottigliezze che assicurano l'effetto più benefico della medicina: la pianta dovrebbe essere nel range di 3-5 anni, e prima di rompere le foglie, è necessario astenersi dall'irrigazione per circa 2 settimane. Da una libbra di foglie lavate è necessario spremere il succo e metterlo in un contenitore di vetro. Aggiungere ½ litro di vino rosso secco e 500 grammi di miele. Lasciare riposare la miscela per circa 10 giorni, quindi filtrare il liquido e imbottigliare per la conservazione. Regime di trattamento: 1 °, 4 ° e le seguenti settimane - 1 cucchiaino. farmaci dopo colazione, pranzo e cena; 2a e 3a settimana - 1 cucchiaio. bere da aloe nella stessa modalità. Il termine di ammissione - fino a 3 mesi.
  2. Tintura alcolica di propoli. Insistere per 20 giorni 20 grammi di propoli per mezzo litro di alcol al 70%. Metti la bottiglia in un luogo buio e scuotila ogni giorno. Versare 15 gocce di prodotto in un cucchiaio di latte caldo dolce, bere prima dei pasti tre volte al giorno. Questo rimedio è controindicato nei bambini.
  3. Terapia del succo Per il trattamento dei succhi vegetali adatti: cavolo, patate, sedano. Ad esempio, il succo fresco di patate viene bevuto dopo ogni pasto in mezzo bicchiere. Il succo deve essere spremuto dai tuberi con la buccia, è preferibile prendere una varietà con una sfumatura viola. Una miscela di cavolo e succo di sedano in un rapporto di 4 a 1 viene presa 5 volte al giorno a stomaco pieno per un mese, circa un litro di liquido viene preparato al giorno.
  4. Decotto di patate Le patate possono aiutare dalla duodenite non solo sotto forma di succo fresco, e anche l'acqua in cui è bollita è adatta. Il brodo deve essere caldo, senza sale e condimenti. Bere 0,5 a 1 bicchiere se si verificano sintomi spiacevoli.
  5. Olio di olivello spinoso. Questo olio è uno dei più noti agenti di guarigione delle ferite. 1 cucchiaino l'olio, assunto al mattino con il cibo, avvolge lo strato mucoso dello stomaco, l'intestino, riduce l'infiammazione e provoca una rapida riparazione dei tessuti.
  6. Il miele, come sostanza disinfettante e antinfiammatoria, è stato a lungo utilizzato nel trattamento delle patologie del tratto gastrointestinale. Quando la duodenite deve essere consumata sciolta in acqua (1-2 cucchiai di mezzo bicchiere di acqua bollente raffreddata ad una temperatura confortevole) 3 volte al giorno. Il corso del trattamento - fino alla scomparsa dei sintomi della malattia.
  7. Tè alla camomilla Il camomilla è un noto antisettico delle piante, in gastroenterologia è famoso per la sua capacità di distruggere l'Helicobacter pylori, che è responsabile dello sviluppo di gastroduodenite e ulcere. Il tè freddo va bevuto più volte al giorno. La camomilla può essere alternata a una calda infusione di fiori di tarassaco.
  8. Erba. Far bollire 2 bicchieri d'acqua con 2 cucchiai. raccolta di erbe, fresco e ceppo. Prendi mezzo bicchiere di decotto prima di ogni pasto, per 30 minuti. Ingredienti inclusi nella raccolta contro la duodenite: erbe di achillea, borsa da pastore, pascolo d'oca; Althea, erba di grano, melissa, valeriana, radici di tarassaco; foglie di ortica e farfara; fiori di lavanda - ogni materia prima 50 gr.
  9. Jelly. Questa gustosa e salutare bevanda a base di bacche viene utilizzata per il trattamento della duodenite con le cliniche sia superficiali che erosive. Kissel può essere cucinato da bacche diverse, ad eccezione dei mirtilli, ma è meglio cucinarlo dalla rosa canina. Ricetta: versare un bicchiere di frutta con un litro di acqua bollente, lasciare per 1 ora chiuso, filtrare. Scolare il liquido e mettere da parte le bacche. Hanno bisogno di impastare il porridge, versare mezzo litro d'acqua e far bollire per 15 minuti. Filtrare il brodo mescolato con l'infuso raffreddato, aggiungere la rosa canina macinata, mettere sul fuoco. Al momento di bollire per entrare nella bevanda diluita in acqua amido. Bere quando duodenite al posto del tè.
Prevenzione delle malattie infiammatorie del duodeno

La prevenzione primaria della duodenite consiste in un'alimentazione corretta e regolare, escludendo il consumo eccessivo di cibo e alcolici speziati, nonché l'individuazione tempestiva e il trattamento delle patologie gastrointestinali, la rimozione dei parassiti, i focolai di infezione in altri organi.

Se una persona ha già affrontato questa spiacevole malattia, il compito prioritario per lui è quello di rispettare le misure di prevenzione secondaria. Ha lo scopo di prevenire la recidiva e l'ulteriore diffusione del processo infiammatorio, la transizione della duodenite in un'ulcera duodenale.

Un paziente con duodenite è posto sulla registrazione gastroenterologica e si sottopone a esami di routine allo scopo di esaminare e correggere le misure preventive. Di regola, consistono nell'aderire a una dieta, prendendo i farmaci raccomandati, la terapia antiulcera. Ad alto rischio di ulcerazione, l'ospedalizzazione è indicata al paziente per un sollievo rapido ed efficace dello stato pre-ulcera.

Ulcera duodenale

L'ulcera duodenale (PUD) è una malattia ricorrente cronica che si manifesta con periodi di remissione ed esacerbazioni, caratterizzati dalla presenza di ulcere (difetti che penetrano nella sottomucosa muscolare, cicatrici durante la guarigione) sulla mucosa duodenale.

La malattia è più comune nei maschi, più comune tra i giovani pazienti e i pazienti di età matura (fino a 50 anni). Nei paesi sviluppati, la frequenza di insorgenza del cancro dell'ulcera duodenale varia dal 4 al 15%. Durante la fibrogastroduodenoscopia, i cambiamenti cicatriziali che indicano una storia di ulcera duodenale sono registrati in circa il 20% dei pazienti.

I difetti nella parte iniziale dell'intestino tenue si formano molto più spesso che sulla mucosa gastrica: il rapporto tra ulcera duodenale e stomaco è 4: 1, secondo altri dati, tra i giovani pazienti, ci sono 10 lesioni identificate del duodeno tra i giovani pazienti.

Il rischio principale di ulcera duodenale associata con una probabilità di sanguinamento come una delle complicanze (in alcuni studi indicano che questa condizione si sviluppa in ogni quarto vettore della diagnosi), e con la possibilità di perforazione del corpo della parete con il successivo sviluppo di peritonite.

Cause e fattori di rischio

La causa principale dell'ulcera duodenale (in quasi il 100% dei casi) è l'infezione con il microrganismo Helicobacter pylori. Il ruolo di questi batteri nello sviluppo di alterazioni infiammatorie della mucosa dello stomaco e dell'intestino tenue nel 1981 è stato trovato da Barry Marshall e Robin Warren, nel 2005 per la loro scoperta sono stati insigniti del premio Nobel. Helicobacter pylori non sono solo i principali provocatori di gastrite e ulcera peptica, ma sono anche considerati rappresentanti di agenti cancerogeni di classe I.

Helicobacter pylori è un microrganismo curvo a forma di bastoncello a forma di bastoncino, dotato di un flagello (da 2 a 6) su uno dei poli. muovendo rapidamente all'interno del tratto gastrointestinale, penetra il muco che copre la parete intestinale, a causa del cavatappi flagelli introdotto nello spessore della parete intestinale, colonizzare e danneggiarlo, causando ulcera duodenale. Le condizioni ottimali per l'esistenza di Helicobacter pylori è la temperatura ambiente di 37 a 42 ° C e pH di pH 4-6, che spiega la vulnerabilità iniziale dell'intestino tenue, dove il pH varia da 5.6 a 7.9.

La fonte dell'infezione è una persona malata o un portatore di batteri - una persona nel cui corpo si trovano i batteri, senza provocare i sintomi dell'ulcera duodenale. L'infezione avviene per via fecale-orale o orale-orale (Helicobacter pylori allocato nella saliva, placca dentale, escrementi) per contatto diretto, l'uso di prodotti contaminati, usando Helicobacter colonizzazione posate, spazzolini ecc. D.

Nonostante il fatto che l'infezione da Helicobacter pylori sia la causa principale dell'ulcera duodenale, ci sono una serie di altri fattori che possono scatenare la malattia:

  • sovratensione psico-emotiva acuta e cronica;
  • abuso di alcool, fumo;
  • il fattore alimentare (l'uso sistematico di cibi ruvidi, piccanti, eccessivamente caldi o freddi provoca secrezione gastrica, produzione eccessiva di acido cloridrico);
  • farmaci ricezione gastrotropnyh che hanno un effetto dannoso sul guscio interno del corpo (farmaci anti-infiammatori non steroidei, derivati ​​dell'acido salicilico ormoni glucocorticoidi);
  • malattie croniche dell'apparato digerente (cirrosi, pancreatite cronica);
  • pressione sulla mucosa delle neoplasie voluminose localizzate nello strato sottomucoso;
  • ipossia acuta (lesioni, ustioni massive, coma);
  • interventi chirurgici estesi (la produzione di acido cloridrico, uno dei fattori di aggressione, aumenta fino a 4 volte entro 10 giorni dall'intervento);
  • chetoacidosi diabetica pronunciata;
  • rischi professionali (sali di metalli pesanti, pesticidi, vapori di vernici e vernici, idrocarburi aromatici).

Nei paesi sviluppati, la frequenza di insorgenza del cancro dell'ulcera duodenale varia dal 4 al 15%.

Fattori di rischio per lo sviluppo di ulcera duodenale:

  • predisposizione genetica (la storia familiare è gravata da circa 3-4 persone su 10 affette da questa malattia);
  • la presenza del primo gruppo sanguigno aumenta il rischio di formare un'ulcera sulla mucosa duodenale di quasi il 40%;
  • alta concentrazione stabile di acido cloridrico (HCl) nel succo gastrico;
  • rilevamento di antigeni di istocompatibilità (antigeni del leucocita umano) B15, il5, il35;
  • deficit gastroprotettivo congenito;
  • malattie dell'apparato respiratorio e cardiovascolare in cui v'è una diminuzione di efficienza di respirazione esterna (bronchite cronica, asma, insufficienza cardiaca e così via. d.), che comporta l'inibizione locale sviluppa quindi anossia generalizzata, compresi mucosa duodenale fattori protettivi; e altri

Patogenesi della ulcera duodenale è uno squilibrio tra le influenze aggressive (infezione da Helicobacter, eccessiva produzione di HCl e enzimi digestivi aggressivi, la motilità alterata intestinale, autoimmuni malfunzionamento aggressione VNS parasimpatico e il sistema simpatadrenalovoy e m. P.) e di protezione (barriera mucosa, rigenerazione attiva dell'epitelio intestinale, una microvascolarizzazione locale perfettamente funzionante, produzione di prostaglandine, encefaline, ecc.).

Forme di ulcera duodenale

In base alla posizione dell'ulcera:

  • bulbo, o bulboso (parete anteriore, parete posteriore, "specchio");
  • post-or retro-bulbar (prossimale o distale), trovato in non più del 3% dei casi.

A seconda della fase del processo infiammatorio:

  • aggravamento;
  • sbiadire esacerbazione;
  • remissione;
  • recidiva dell'ulcera duodenale.

Per gravità, la malattia è classificata come segue:

  • per la prima volta ha rivelato l'ulcera duodenale;
  • decorso latente (asintomatico);
  • Lieve gravità - la malattia è esacerbata non più di 1 volta in 1-3 anni, risponde bene alla terapia conservativa, le esacerbazioni durano fino a 1 settimana;
  • gravità moderata - 2 esacerbazioni durante l'anno, durante le quali i pazienti vengono ricoverati in ospedale, occorrono fino a 2 settimane per alleviare i sintomi di esacerbazione, le complicanze si sviluppano abbastanza spesso;
  • grave - continuamente ricorrenti, il peggioramento osservato più frequentemente che due volte l'anno, i pazienti durante le esacerbazioni sono soggette a trattamento stazionario per questa forma è caratterizzata da complicazioni espressa dal sistema digestivo umano, intenso, persistente dolore.

L'ulcera duodenale è più comune nei maschi, più comune tra i giovani pazienti e i pazienti di età matura (fino a 50 anni).

A seconda delle dimensioni e della profondità del difetto ulcerativo (in base ai risultati di FGDS):

  • difetto di piccole dimensioni - non più di 5 mm di diametro;
  • grande ulcera - più di 7 mm;
  • difetto ulcerativo gigante - più di 15-20 mm;
  • ulcera superficiale - profondità non superiore a 5 mm;
  • ulcera profonda - la profondità supera i 5 mm.

Secondo il tipo di disturbo della motilità intestinale, l'ulcera duodenale può essere di tipo iper o ipocinetico.

Tipi morfologici di ulcere (ulcere):

  • nuovo difetto;
  • ulcera migratoria;
  • ulcera cronica (in assenza di segni di cicatrici per più di 1 mese);
  • ulcera cicatriziale;
  • Ulcera di Kaleznaya (che non guarisce da molto tempo, formata da tessuto cicatriziale);
  • ulcera complicata.

palcoscenico

Le fasi dell'ulcera duodenale sono determinate sulla base del quadro endoscopico:

  1. Nuovo difetto ulcerativo (aumento dell'infiammazione).
  2. La gravità massima dei sintomi.
  3. Riducendo i segni di infiammazione.
  4. Regressione dell'ulcera.
  5. Epitelizzazione.
  6. Cicatrici (fasi della cicatrice rossa e bianca).

Una classificazione alternativa propone di distinguere 3 fasi:

  1. Infiammatorio acuto, con danno mucoso ulcerativo fresco.
  2. Stadio di epitelizzazione incipiente.
  3. Lo stadio della guarigione.

Sintomi di ulcera duodenale

I sintomi della malattia sono costituiti da 2 sindromi principali: dispeptiche (disturbi digestivi) e dolore.

Manifestazioni della sindrome del dolore che portano alla clinica della malattia:

  • dolore nella proiezione dello stomaco o alla destra della linea mediana (dolore alla schiena, ipocondrio destro è possibile);
  • Anziani (1,5-2 ore dopo il pasto), che soffrono la fame (6-7 ore) o dolore notturno (dolore attraverso comparsa precoce di una mezz'ora dopo l'ingestione di cibo per ulcera duodenale non caratteristico);
  • la natura del dolore varia ampiamente (da debole dolore a intensa perforazione, taglio, crampi), dipende da fattori individuali;
  • il dolore è alleviato dall'ingestione di cibo o da preparati antiacidi, scompare dopo il vomito;
  • il dolore non è di natura permanente, si verifica periodicamente (nel periodo di esacerbazione, spesso nel periodo primaverile e autunnale) dura da alcuni giorni a diverse settimane.

Sintomi dispeptic di ulcera duodenale:

  • eruttazione acida, bruciore di stomaco;
  • la nausea (con localizzazione dell'ulcera nella parte iniziale dell'intestino tenue non viene quasi mai osservata);
  • alleviare il vomito;
  • possibile aumento dell'appetito;
  • dipendenza da costipazione.

Oltre ai disturbi digestivi e alla sindrome del dolore, i pazienti possono essere infastiditi da sintomi astenia-vegetativi: debolezza, apatia, prestazioni alterate, irritabilità e affaticamento.

Diagnosi di ulcera duodenale

Per confermare la diagnosi utilizzando un numero di metodi di ricerca strumentali e di laboratorio:

  • emocromo completo (segni di anemia in caso di emorragia latente, leucocitosi, tendenza ad un aumento del numero di globuli rossi e dell'emoglobina, diminuzione della VES);
  • analisi del sangue occulto fecale;
  • esame citologico e istologico della biopsia della mucosa gastrica;
  • reazione a catena della polimerasi per il rilevamento di frammenti di DNA di Helicobacter pylori;
  • Fegds con biopsia mirata;
  • radiografia gastrica con doppio contrasto (ulcera nicchia sintomo dito puntato sulla parete opposta, deformazione intestino, ritardo di mezzo di contrasto nel sito dell'ulcera, ecc.).

Trattamento dell'ulcera duodenale

Trattamento dell'ulcera duodenale, di solito conservatore, implementata in due direzioni principali: l'eradicazione di Helicobacter pylori e la normalizzazione del funzionamento del piccolo intestino, ripristinare l'equilibrio tra fattori di protezione e di aggressione, terapia di guarigione.

terapia di eradicazione viene effettuata utilizzando un tre o quattro circuiti [inibitori della pompa protonica o bloccanti H2 dell'istamina, gastroprotettivi, farmaci antibatterici (macrolidi, penicilline semisintetici o antimicrobici)].

La ricorrenza della malattia è rilevata in più della metà dei casi nel primo anno dopo la cicatrizzazione del difetto ulcerativo e in 2-3 anni dopo il debutto della malattia - in 8-9 pazienti su 10.

Al fine di alleviare i sintomi e stimolare la guarigione dei difetti nella gastrite erosiva, vengono utilizzati farmaci dei seguenti gruppi:

  • antiacidi e assorbenti;
  • reparants;
  • farmaci antiossidanti;
  • procinetici;
  • antispastici;
  • sedativi.

Oltre alle cure mediche, una condizione necessaria per una pronta guarigione sono i cambiamenti dello stile di vita (dieta razionale, smettere di fumare, abuso di alcool, ecc.), L'osservanza dei principi della meccanica (cibo bollito o al vapore, non traumatizzante della superficie della mucosa infiammata), chimica ( l'eliminazione degli alimenti aggressivi gassati, acidi, speziati, salati) e termali (cibi caldi, eliminazione di piatti caldi o freddi) nella dieta.

Con l'inefficacia della terapia conservativa, così come nel caso dello sviluppo di complicanze, si raccomanda l'escissione chirurgica dell'ulcera.

Possibili complicazioni e conseguenze dell'ulcera duodenale

L'ulcera duodenale può presentare le seguenti complicazioni:

  • sanguinamento;
  • perforazione (perforazione della parete intestinale);
  • penetrazione (germinazione negli organi vicini del tratto gastrointestinale);
  • malignità (malignità);
  • stenosi della sezione iniziale dell'intestino tenue.

prospettiva

La ricorrenza della malattia è rilevata in più della metà dei casi nel primo anno dopo la cicatrizzazione del difetto ulcerativo e in 2-3 anni dopo il debutto della malattia - in 8-9 pazienti su 10. Con un trattamento complesso, la prognosi è favorevole, peggiora con una recidiva continua, lo sviluppo sistematico di complicanze.

Duodeno: malattie e trattamento. Ulcera duodenale

La quota di lesioni ulcerative rappresenta circa il 30% di tutte le malattie dell'apparato digerente. Inoltre, secondo le statistiche, fino al 10% della popolazione adulta del pianeta ha familiarità con l'ulcera gastrica e l'ulcera duodenale. I fattori che portano allo sviluppo di questa patologia sono molto diversi. Come è organizzato il duodeno e quali funzioni? Quali malattie possono verificarsi in questo tratto intestinale? Come trattare l'ulcera duodenale? Le risposte a queste e ad altre domande sono presentate in questa pubblicazione.

La struttura del duodeno

Questa parte del tratto gastrointestinale a forma di C ha una lunghezza di 30 centimetri. Da un lato, è collegato allo sfintere all'uscita dello stomaco, dall'altro passa nell'intestino tenue. Nel mezzo del duodeno, sul lato sinistro, c'è un buco attraverso il quale entrano gli enzimi pancreatici. Le pareti del corpo sono costituite da quattro strati di tessuto.

Lo strato più interno consiste in un semplice epitelio cilindrico con fibre microscopiche sulla superficie, contribuendo ad aumentare l'area e migliorare l'assorbimento dei nutrienti. Molte ghiandole secernono muco per lubrificare il muro e proteggerlo dall'esposizione all'ambiente acido del chimo. Sotto la membrana mucosa c'è uno strato di tessuto connettivo che supporta gli strati rimanenti. Attraverso lo strato sottomucoso passa molti vasi sanguigni, mentre le fibre proteiche danno forza ed elasticità al duodeno. Il prossimo è il tessuto muscolare liscio, a causa delle contrazioni di cui il chimo si sposta nell'intestino tenue. E infine, la membrana sierosa è lo strato esterno di questa parte dell'intestino, è formata da un semplice epitelio piatto, che rende liscia e uniforme la superficie esterna del duodeno. Questo strato aiuta a prevenire l'attrito con altri organi. Successivamente, toccare temi come le funzioni svolte dal duodeno, i sintomi, il trattamento dell'ulcera peptica.

Funzioni del duodeno

Il duodeno è il primo e il più breve segmento dell'intestino. Qui viene dallo stomaco cibo parzialmente digerito sotto forma di una pappa, che si chiama chimo, una fase importante della lavorazione chimica del cibo e la preparazione per un'ulteriore digestione nell'intestino tenue avviene. Molti enzimi e sostanze secrete dal pancreas, dal fegato e dalla cistifellea, ad esempio la lipasi, la tripsina, l'amilasi, sono mescolati con le secrezioni del duodeno, il che facilita la digestione del cibo.

Il duodeno è in gran parte responsabile della disgregazione del cibo nell'intestino tenue. Nelle sue pareti sono le ghiandole che secernono muco. Il duodeno è quasi completamente nello spazio retroperitoneale. Questa parte del sistema digestivo regola la velocità dei movimenti intestinali. Le sue cellule producono la colecistochinina segreta in risposta a stimoli acidi e grassi che entrano dallo stomaco insieme al chimo.

Malattie del duodeno

Il duodeno si restringe costantemente e ogni suo movimento contribuisce a spingere il cibo verso l'intestino tenue.

Le malattie più comuni del duodeno:

  • La duodenite è una malattia acuta o cronica di questa parte dell'apparato digerente, che è accompagnata da un'infiammazione della mucosa intestinale.
  • Un'ulcera peptica è un'afflizione cronica, in cui si formano ulcere nella mucosa, spesso derivanti da duodenite cronica.
  • Cancro del duodeno. È un tumore maligno piuttosto raro di questa sezione intestinale. Le malattie oncologiche includono anche sarcoma e carcinoide, sono localizzate in diversi strati della parete intestinale.

Nello stesso articolo, una tale patologia come l'ulcera duodenale è discussa in dettaglio.

Cause dell'ulcera peptica

Quindi, il duodeno è una parte del sistema digestivo che collega lo stomaco e l'intestino tenue. È anche soggetto a varie patologie che si verificano durante la vita di una persona. L'ulcera duodenale è tre volte più comune di un'ulcera allo stomaco. Allo stesso tempo, l'acido gastrico è la principale causa di patologia. Ma provoca l'infiammazione del duodeno solo se le membrane superficiali dell'organo non sono in grado di svolgere la loro funzione protettiva.

Effetto farmaco

Uno dei motivi che possono sviluppare l'ulcera gastrica, l'ulcera duodenale - sta assumendo farmaci anti-infiammatori. Farmaci come Aspirina, Ibuprofene e Diclofenac, così come molti altri che sono usati per trattare l'artrite ed eliminare il dolore muscolare, riducono la barriera protettiva della mucosa intestinale. Una delle cause rare è anche la sindrome di Zollinger-Ellison, che produce troppo acido nello stomaco, che causa l'infiammazione del duodeno, che semplicemente non è in grado di sopportare tale volume.

acido

Lo stomaco di solito produce abbastanza acido per digerire il cibo ed eliminare i batteri patogeni. Questo acido è in grado di corrodere i tessuti, così la mucosa dello stomaco e dell'intestino produce uno strato di una sostanza che svolge una funzione protettiva. In una persona sana, c'è sempre un equilibrio tra la quantità di acido e muco. Un'ulcera può svilupparsi quando si verificano cambiamenti in questo equilibrio che permettono all'acido di danneggiare la mucosa. In questo caso, entrambi gli organi possono soffrire: lo stomaco e il duodeno. Lo sviluppo di un'ulcera coinvolge spesso il bulbo duodenale o la sua parte iniziale.

Il ruolo dei batteri

Un'ulcera può anche essere causata da un'infezione batterica chiamata Helicobacter pylori. Questi microrganismi infettano la mucosa duodenale, che a sua volta apre la strada all'azione corrosiva dell'acido, lo sviluppo dell'infiammazione. L'infezione da Helicobacter pylori (comunemente indicata semplicemente come H. pylori) causa circa 19 casi su 20 di ulcera duodenale. Se il batterio entra nel corpo, rimane lì per tutta la vita. L'unica domanda è se ci saranno segni favorevoli per l'attività patogena del microrganismo.

Sintomi di un'ulcera

Quindi, se parliamo di quali malattie dello stomaco e del duodeno si verificano più spesso, di solito è un'ulcera. Chiama i suoi sintomi:

  • Il dolore nell'addome superiore, appena sotto lo sterno, che va e viene, è parossistico. Un tale sintomo può improvvisamente verificarsi quando sei affamato o, al contrario, dopo aver mangiato. Il dolore può causare un risveglio notturno, il più delle volte diminuisce dopo l'assunzione di farmaci antispastici.
  • Distensione addominale, voglia di feci e nausea, particolarmente aggravata dopo aver mangiato.

Molte persone sperimentano questi sintomi apparentemente frivoli per tutta la vita. Alcuni li scrivono a stomaco vuoto, altri mangiano troppo. La maggior parte si limita a prendere antidolorifici o farmaci universali che aiutano con vari problemi con il tratto gastrointestinale. Tuttavia, diminuisce solo temporaneamente i sintomi, mentre l'ulcera progredisce sempre di più. Se il trattamento dello stomaco e del duodeno non viene effettuato, è irto di conseguenze spiacevoli.

complicazioni

Si verificano meno frequentemente, ma sono dolorosi e possono essere seri:

  • il sanguinamento da un'ulcera varia da un flusso a sanguinamento che mette in pericolo la vita;
  • perforazione, o perforazione del muro duodenale, con questa complicazione, cibo e acidi entrano nella cavità addominale, che provoca forti dolori e la necessità di cure mediche di emergenza.

Pertanto, è necessario sapere: se il duodeno è disturbato, i sintomi della malattia, anche se sono molto minori, non dovrebbero essere ignorati in alcun modo!

Diagnosi della malattia

L'endoscopia è una procedura che può confermare la presenza di ulcera duodenale. Un medico o un infermiere che usa un telescopio sottile e flessibile, abbassato nell'esofago e più lontano nello stomaco, osservando lo stato degli organi dell'apparato digerente. Questa procedura, di norma, identifica immediatamente eventuali infiammazioni e ulcere, se presenti. Il test per la determinazione dei batteri H. pylori viene di solito fatto se si sospetta un'ulcera duodenale. Se il microrganismo viene trovato, la diagnosi di "ulcera" può essere considerata confermata. Questo microrganismo può essere rilevato in un campione di feci, poiché i batteri entrano nel retto a causa dei movimenti intestinali. Potrebbe anche essere necessario un esame del sangue e un test del respiro. Una biopsia, che comporta l'assunzione di un piccolo pezzo di tessuto dal rivestimento dell'intestino, viene spesso eseguita durante l'endoscopia.

Metodi di trattamento

I suppressants acidi sono solitamente prescritti per un corso di quattro o otto settimane. Il trattamento riduce significativamente la quantità di acido nel tratto digerente e porta sollievo.

  • I farmaci più comunemente usati sono gli inibitori della pompa protonica. Questo gruppo comprende farmaci che riducono la produzione di ghiandole gastriche di acido cloridrico a seguito del blocco nelle cellule della mucosa gastrica della pompa protonica che trasporta ioni di idrogeno e ioni di potassio. Queste medicine sono agenti antisecretori. Lavorando attivamente sulle cellule che rivestono lo stomaco, contribuiscono alla riduzione dell'acidità. Questi sono Esomeprazolo, Lansoprazolo, Omeprazolo, Pantoprazolo e Rabeprazolo. Le medicine di questo gruppo sono necessariamente mostrate se il bulbo duodenale è affetto da ulcera.
  • A volte viene utilizzata una diversa classe di farmaci chiamati H2-bloccanti. Riducono anche la produzione di acido cloridrico. I seguenti farmaci possono essere attribuiti a questo gruppo di farmaci: Cimetidina, Famotidina, Nizatidina e Ranitidina.
  • Se l'ulcera è stata causata da batteri Helicobacter pylori, l'obiettivo principale del trattamento è eliminare l'infezione. Se non lo fai, non appena smetti di assumere droghe che sopprimono la produzione di acido, il trattamento del duodeno fallirà e l'ulcera giocherà con una nuova forza. In questo caso, sono necessari antibiotici. Spesso nominato un regime di combinazione di agenti antibatterici, come il metronidazolo della droga in combinazione con il farmaco Amoxicillina. Il medico può prescrivere altri antibiotici. Sono presi insieme ai due gruppi di farmaci sopra descritti per una o due settimane, questa è la cosiddetta tripla terapia. Il successo del trattamento è osservato in 9 casi su 10. Se il microrganismo Helicobacter pylori viene sconfitto, significa che la probabilità di recidiva dell'ulcera diventa minima. Tuttavia, in un piccolo numero di persone, i sintomi possono tornare. In questi casi è prescritto un secondo ciclo di trattamento.

Valutazione dei risultati del trattamento

Dopo il completamento del corso terapeutico, si raccomanda di superare i test per confermare la completa guarigione dell'ulcera. I test di controllo vengono condotti circa un mese dopo la fine del trattamento. Se i risultati del test mostrano nuovamente la presenza di batteri patogeni, il medico curante prescrive un secondo ciclo di trattamento, raccogliendo altri antibiotici.

Nei casi in cui l'ulcera è causata dall'uso prolungato di farmaci anti-infiammatori, è necessario fermarlo. Questo gli permetterà di guarire più velocemente. Tuttavia, in molti casi, i farmaci antinfiammatori sono semplicemente necessari, ad esempio, per alleviare i sintomi dell'artrite o prevenire la formazione di coaguli di sangue e trombosi. In tale situazione, il medico curante prescrive un lungo corso di assunzione di farmaci che sopprimono la formazione di acido, che deve essere assunto ogni giorno.

chirurgia

In passato, la chirurgia era spesso vista come una misura necessaria per il trattamento dell'ulcera duodenale. Ma poi l'effetto del microrganismo Helicobacter pylori non era completamente studiato, e i preparativi per ridurre la produzione di acido nello stomaco non erano così convenienti come lo sono oggi. Attualmente, la chirurgia è necessaria se si sviluppano complicanze dell'ulcera duodenale, come gravi sanguinamenti e perforazioni.

Rimedi casalinghi

Molte ricette della medicina tradizionale aiutano a liberarsi rapidamente delle ulcere duodenali. In questo caso, vengono spesso utilizzati gli strumenti e le piante più semplici e convenienti.

Ricetta n. 1. Preparare una miscela di due cucchiaini di polvere di corteccia di olmo sdrucciolevole e scioglierla in 300 g di brodo di camomilla. Questo strumento è consigliato per prendere ogni giorno 100 g all'anno. I composti nella sua composizione formano una membrana protettiva sulla mucosa intestinale, che aiuta a proteggere il sito della lesione e l'intera superficie interna dell'intestino dagli effetti aggressivi dei batteri acidi e patogeni.

Ricetta n. 2. Preparare una miscela utilizzando parti uguali di erbe essiccate di agrimonia, camomilla, tarassaco, genziana e fiori di salice (l'ultimo ingrediente può essere trovato in farmacia). Fai un infuso, versando un cucchiaio della miscela con un litro di acqua calda e lasciandolo per 3-4 ore. Ogni giorno bevi una tazza di farmaci.

Numero di ricetta 3. Il tè normale della camomilla aiuta a ridurre al minimo le manifestazioni di ulcera peptica. È possibile acquistare un pacchetto di filtri vegetali in una farmacia, sono molto comodi da usare. La camomilla ha un'azione anti-infiammatoria e anti-batterica.

Ricetta numero 4. Una miscela composta da olio di olivello spinoso e propoli, aiuta a guarire ulcere formate più velocemente nell'intestino. Unire i componenti e per 40-60 minuti, mescolando, riscaldare a bagnomaria. Puoi farlo in un forno a microonde in media potenza. Prendi la miscela raffreddata in un cucchiaino durante il giorno, mezz'ora prima dei pasti.

Ricetta numero 5. Un buon effetto dà l'uso di semi di lino. Puoi comprarli in farmacia. Preparali come tè, insisti solo 25 minuti. Insistere e bere 200 g 3 volte al giorno. Tale agente ha un effetto avvolgente sulla mucosa gastrica e intestinale.

Ricetta numero 6. Tre volte al giorno, bere due cucchiai di infuso di marsh secca, a base di 20 g di erba e 200 g di acqua bollente. Pre-aggiungi il miele alle tue medicine e prendilo prima dei pasti.

Ricetta numero 7. Un buon effetto terapeutico ha una miscela classica di erbe - camomilla, calendula e achillea. 30 g di questa composizione versare 300 g di acqua calda e insistere durante la notte. Durante il giorno, prendere questo rimedio per rimedi intestinali 100 g all'ora prima dei pasti.

raccomandazioni

Il trattamento delle ulcere comporta l'abbandono di cattive abitudini, compreso l'alcol e il fumo. L'alcol etilico e la nicotina ingerita accelerano solo lo sviluppo e la progressione della malattia.

Evita lo stress, hanno un impatto diretto sulla salute, in particolare sul sistema immunitario. E questo influenza negativamente lo stato degli organi interni, compreso il sistema digestivo, e riduce le difese del corpo.

Ridurre il consumo di cibi grassi e fritti, cibi acidi, cioccolato e caffè. Supporta la salute di un organo come il duodeno, una dieta ricca di fibre. Pertanto, crusca d'avena, lenticchie, semi di lino, carote, latte di soia e piselli sono benefici per l'intestino.

Si consiglia di aumentare l'assunzione di vitamina A. Per fare questo, mangiare più frutta e verdura - pomodori, melone, anguria, pesche, arance, kiwi, more riducono il rischio di sviluppare ulcera peptica.

Se un attacco di ulcera peptica ti ha colto di sorpresa, stenditi sul lato destro, piega le ginocchia e premile sul petto. Prendi un antidolorifico e chiama un medico o un'ambulanza. Ricorda che una dieta corretta, mangiare verdure, cereali, zuppe, eliminare snack o mangiare troppo, uno stile di vita sano aiuta a prevenire lo sviluppo di malattie croniche dell'apparato digerente.