logo

Malattie del duodeno

Il duodeno nella sua funzione prevista svolge molte funzioni. È la parte iniziale dell'intestino tenue, ma è anatomicamente collegata allo stomaco, al fegato e al pancreas attraverso i dotti che entrano nello sfintere di Oddi. Pertanto, le malattie del duodeno hanno le loro "radici" nella distruzione del funzionamento delle diverse parti del tubo digerente.

Quali ragioni rendono necessario isolare la patologia duodenale?

La statistica rileva la "giovane età" dei pazienti con malattie della zona duodenale, l'aumento della prevalenza tra i bambini in età scolare. L'importanza di studiare la struttura e la fisiopatologia di un organo è legata alla necessità di determinare il metodo di sconfitta dell'intestino e la scelta dei metodi di trattamento ottimali.

Risultati favorevoli della terapia a livello del duodeno permettono di prevenire la disfunzione e i problemi degli organi interessati. Non esiste una classificazione separata della patologia di questo particolare intestino. Nell'ICD, le malattie duodenali sono nella stessa classe dell'esofago e delle malattie dello stomaco.

I clinici sul principio etiologico li dividono:

  • sulle discinesie (disturbi funzionali);
  • infiammazione (duodenite);
  • ulcera peptica;
  • tumori maligni;
  • anomalie della struttura.

Le anomalie di sviluppo includono: stenosi congenita, diverticolo (protrusione) del muro. Si verificano raramente, accompagnano altri vizi del sistema digestivo.

Anatomia e riassunti funzionali

La storia della medicina ci dice che il nome del duodeno deriva dalla sua lunghezza, pari alla larghezza di 12 dita. Immediatamente, notiamo che le dita devono essere molto spesse, poiché sono lunghe 30 cm e sono delimitate dallo stomaco dallo sfintere pilorico. Per posizione, tenendo conto delle curve, ci sono 4 reparti.

Lo sfintere di Oddi forma la papilla interna nella zona discendente. Qui si inseriscono i dotti della cistifellea e del pancreas. La membrana mucosa interna è ricoperta di fibre, tra le cellule epiteliali sono la febbre tifoidea, che produce il muco. Lo strato muscolare fornisce motilità e tono.

I compiti principali del corpo:

  • la neutralizzazione del succo gastrico che entra nel contenuto del pancreas e il trattamento chimico del nodulo alimentare;
  • ulteriore macinazione delle particelle di cibo, creando le condizioni per un accesso più completo dei batteri intestinali nelle regioni intestinali inferiori;
  • regolazione, utilizzando il feedback dei centri cerebrali, della quantità di produzione e offerta richiesta di enzimi pancreatici;
  • coordinamento con lo stomaco "ordine" per la sintesi del succo.

Cause di sconfitta

Le cause delle malattie duodenali non differiscono praticamente dai comuni fattori dannosi degli organi digestivi:

  • Violazione della dieta e qualità del cibo consumato: pause troppo lunghe, eccesso di cibo, diete da fame, fascino per i piatti grassi, fritti e speziati.
  • Abuso di alcol, eccessiva stimolazione della funzione delle mucose da parte dei prodotti di decomposizione della nicotina durante il fumo.
  • L'uso di cibo scadente con una scadenza scaduta, che causa avvelenamento e danni alla mucosa.
  • Ingerire infezioni da secrezioni nasofaringee, denti cariati.
  • Infestazione da parassiti e vermi dall'intestino inferiore (Giardia, nematodi, ossiuri).
  • Atonia del guardiano.
  • I risultati delle malattie metaboliche (gotta, insufficienza renale-epatica con cirrosi epatica), diabete mellito.
  • Lesioni dello strato interno da piercing e oggetti duri, lische di pesce.
  • Interruzione della funzione regolatrice, che causa situazioni stressanti, malattie endocrine.
  • Trattamento a lungo termine con medicinali con proprietà irritanti (Analgin, Aspirina, farmaci per la cefalea, corticosteroidi, miscele antinfluenzali, acido ascorbico).
  • Difetti congeniti della struttura
  • Predisposizione ereditaria

Una persona che ha 2 o più motivi può essere interessata dal duodeno. I principali segni di patologia, consideriamo gli esempi di singole malattie.

Principali malattie

Le seguenti sono le principali condizioni patologiche del duodeno, i sintomi e le caratteristiche del flusso.

discinesia

Disturbi nell'attività nervosa, sovraccarichi stressanti portano alla malattia. Il danno all'innervazione è possibile durante le operazioni sullo stomaco. In un altro modo si chiama "duodenostasi".

L'essenza delle violazioni: ritardato il contenuto nell'intestino, non scorre in altri reparti. Il paziente appare: dolore sordo, arcuato nell'epigastrio, nell'ipocondrio a destra, nausea e perdita di appetito, costipazione prolungata.

duodenite

L'infiammazione del duodeno (duodenite) si verifica in forma acuta o cronica. Acuta - si verifica in tre giorni, se una persona prende alcune medicine forti, tinture a base di erbe, accompagna la gastroenterite infettiva. Cronico - quasi mai isolato. Malattie gastriche accompagnatorie, colecistite, pancreatite.

Manifestato da: dolore nell'addome senza localizzazione precisa del carattere lamentoso, senza irradiazione. I pazienti si sentono peggio a stomaco vuoto, al mattino presto. Dopo un pasto, dopo 40 minuti c'è un miglioramento. La stitichezza è caratteristica. Il lungo processo è accompagnato da blocco e spasmo dello sfintere di Oddi, dolore crampi, vomito. Con la duodenite, potrebbe esserci dolore nell'epigastrio intorno all'ombelico.

lampadina

La malattia è un tipo di duodenite. L'infiammazione è localizzata nella parte più alta del duodeno - il bulbo, quindi più spesso "continua" la gastrite. In una forma assegnano: catarrale ed erosivo, su una corrente - affilata e cronica. Con la variante catarrale - il dolore del carattere lamentoso, raramente crampi. Appare a stomaco vuoto o di notte. Accompagnato da bruciore di stomaco, eruzione acida, odore dalla bocca, una sensazione di amarezza, nausea.

Erosivo - è caratterizzato da un dolore epigastrico opaco lungo ed estenuante che è apparso diverse ore dopo aver mangiato. C'è vomito con la bile, eruttazione amarezza.

I pazienti si lamentano di debolezza generale, insonnia, salivazione, mal di testa.

Gli studi morfologici mostrano la presenza di crepe e macerazioni sullo sfondo di una mucosa iperemica infiammata. È importante che siano solo nello strato superficiale, non penetrino nella parete muscolare. Per il corso cronico periodi tipici di esacerbazioni in primavera e in autunno, il resto del tempo calmo (remissione).

L'ulcera duodenale è osservata come una complicanza e la fase successiva della duodenite, bulbo erosivo. La prevalenza è più alta tra le donne che tra gli uomini.

In caso di decorso grave, può causare sanguinamento, perforazione del muro (perforazione), penetrazione nell'organo adiacente. Localizzato più spesso nel bulbo. È possibile la formazione di due ulcere che si trovano su pareti opposte ("bacio" nella terminologia dei radiologi).

I sintomi sono espressi dai seguenti sintomi:

  • intensi dolori epigastrici che si irradiano alla schiena, ipocondria, si verificano 1,5-2 ore dopo aver mangiato, al mattino presto ("affamato");
  • i pazienti descrivono la sensazione di "succhiare il ventre";
  • i bruciori di stomaco infastidiscono 1/3 dei pazienti, associati a reflusso di acido nell'esofago;
  • vomito allevia;
  • nausea;
  • nel vomito possibili impurità del sangue, meno spesso rilevate nelle feci;
  • i pazienti non soffrono di appetito, meno spesso c'è avversione al cibo, la perdita di peso non è osservata.

Infezioni parassitarie

I seguenti parassiti trovano condizioni favorevoli per la vita e l'allevamento nell'intestino tenue: nematodi, ossiuri, Giardia, raffreddore, tenia, trichine. L'infezione avviene attraverso mani sporche, verdure non lavate, acqua durante il bagno. La presenza di vermi può essere giudicata:

  • prurito della pelle, acne;
  • stitichezza o diarrea;
  • secchezza e pigmentazione della pelle;
  • distensione addominale e brontolio;
  • dolore articolare e muscolare;
  • suscettibilità alle reazioni allergiche;
  • perdita di peso;
  • sonno agitato con frequenti risvegli;
  • raffreddori frequenti a causa della ridotta immunità.

neoplasie

Neoplasie maligne e benigne nel duodeno sono una scoperta rara: dalla crescita benigna di adenomi, fibroadenomi, papillomi, lipomi, emangiomi, neurofibromi è importante. Ci sono tumori della papilla duodenale. In apparenza, possono assomigliare ai polipi della gamba. Identifica singolo o multiplo.

Procedere in modo asintomatico, vengono rilevati per caso. Se raggiungono una grande dimensione, causano sintomi di ostruzione meccanica dell'intestino, ittero ostruttivo (compressione delle vie biliari).

Il tumore duodenale rappresenta solo lo 0,25-0,3% di tutte le localizzazioni di tumori maligni dell'apparato digerente. La maggior parte dei casi si verifica nella zona discendente sopra la papilla duodenale e intorno ad essa, meno di tutti - la lampadina.

È più probabile che gli uomini più anziani si ammalino. È stata dimostrata la possibilità di trasformazione da un'ulcera e da un tumore benigno. Una crescita cancerosa si riferisce a un aspetto tardivo metastatico. I successivi linfonodi, il pancreas, il fegato crescono. Altre metastasi sono rare.

  • dolore lancinante;
  • perdita di appetito e esaurimento;
  • segni di ostruzione meccanica (vomito grave, disidratazione);
  • la disintegrazione causa forti emorragie;
  • giallo della pelle e della sclera.

Ostruzione intestinale

I sintomi di malattie del duodeno possono apparire ostruzione in quest'area dell'intestino tenue. Provoca:

  • malformazioni congenite;
  • svolta atipica;
  • forma invertita;
  • maggiore mobilità;
  • occlusione del tumore duodenale o spremitura di neoplasie pancreatiche;
  • migrazione di pietra.

ernia

L'ernia è chiamata la caratteristica protrusione della parete intestinale. Più spesso si trova nelle persone dopo i 50 anni di età, conducendo uno stile di vita sedentario. È formato come conseguenza della perdita del tono muscolare. È possibile sospettare la malattia se il paziente ha reflusso gastroesofageo da reflusso. I pazienti si lamentano di bruciore di stomaco, specialmente di notte, eruttazione, flatulenza.

I principali tipi di diagnostica

Nella diagnosi delle malattie del duodeno vengono utilizzati: analisi del sangue - consente di giudicare l'intensità dell'infiammazione, identificare l'anemia, la reazione delle feci al sangue nascosto, uno studio delle feci sulle uova dei vermi, metodi di individuazione dell'Helicobacter pylori.

In presenza di giallo della pelle, il sangue per l'epatite virale, i test del fegato, gli enzimi sono necessariamente esaminati. Inoltre richiesto fibrogastroduodenoscopia - il metodo principale di ispezione visiva delle mucose, identificando la forma di infiammazione, erosione, ulcere, tumori.

Viene eseguito uno studio morfologico di un tessuto prelevato da una biopsia, che aiuta a distinguere tra la crescita di una neoplasia maligna e benigna, nonché un'ecografia.

Il metodo a raggi X continua ad essere usato nella clinica. L'esame con una serie di immagini viene eseguito dopo che il paziente ha preso l'interno del sale di bario. Secondo le raccomandazioni degli specialisti, la duodenografia di rilassamento con una sonda viene utilizzata per una migliore visione dell'intestino superiore.

Direzioni di cura di malattie del duodeno

È necessario trattare le malattie dell'intestino tenue superiore in combinazione con altri organi digestivi. È considerato obbligatorio rispetto del paziente con la dieta.

Consigli per la potenza e la modalità

Nella fase acuta del bulbit, le ulcere prescrivono il digiuno per 1-2 giorni. Il massimo schazheniye di un organo è fornito più lontano con l'eccezione di piatti fritti, salati, affumicati, piccanti e grassi; alcool e bevande gassate; caffè e tè forti.

La razione giornaliera deve includere: carne e pesce bolliti, zuppe senza spezie, cereali sottili, ricotta a basso contenuto di grassi, gelatina. È necessario mangiare 6 volte al giorno in piccole porzioni e dopo 2 settimane la dieta viene gradualmente estesa, ma le restrizioni generali per le malattie croniche durano per il resto della vita.

Il riposo a letto è necessario per i pazienti con duodenite, ulcera peptica e tumori. Se le condizioni del paziente sono soddisfacenti, dovresti solo sbarazzarti dell'attività fisica, imparare come affrontare situazioni stressanti.

Alcune malattie del duodeno non hanno bisogno di cure. Questi includono: ernia, diverticoli, anomalie della struttura, escrescenze benigne in assenza di manifestazioni cliniche. I medici conducono una fibrogastroduodenoscopia annuale per monitorare la dinamica della patologia.

Trattamento farmacologico

I farmaci sono prescritti su base eziologica, tenendo conto dei disturbi funzionali identificati. L'infezione da vermi richiederà un ciclo di terapia con farmaci antielmintici con studi di controllo delle feci. Le discinesie sono trattate con regime, dieta, sedativi e fisioterapia.

La conferma della presenza di Helicobacter pylori è un'indicazione per un corso di eradicazione con Amoxiccycline, De-nol, Sumamed. Al fine di analgesia ha mostrato l'introduzione di antispasmodici. Per proteggere i preparati intestinali dovrebbe essere prescritto iniezioni. Con alta acidità, vengono prescritti antiacidi: Maalox, Almagel, Gastal.

Omeprazolo, ranitidina, metoclopramide sono utilizzati per ripristinare il tono e la motilità dello sfintere pilorico, alleviare la nausea. Agenti sintomatici (vitamine, preparati colagoghi) saranno necessari per i pazienti con un lungo decorso cronico della malattia.

La chemioterapia per neoplasie maligne viene effettuata con preparati citostatici, che consentono di sospendere la riproduzione e la crescita delle cellule tumorali. La combinazione con la radioterapia aiuta a ritardare lo sviluppo del tumore.

L'uso di metodi chirurgici

I metodi di trattamento chirurgico sono certamente utilizzati in malattie quali tumori, ernie, stenosi cicatriziali, alterazioni della struttura del duodeno, ostruzione, ulcere non cicatrizzate, sanguinamento acuto. La terapia conservativa inefficace necessita di consultare un chirurgo.

Neoplasie benigne, protrusioni ernarie funzionano solo se crescono di dimensioni significative e interrompono il passaggio del cibo. I tipi più comuni di operazioni sono:

  • vagotomia - asportazione del ramo adduttore del nervo vago, spesso eseguita con metodo laparoscopico;
  • rimozione di una parte dello stomaco insieme con il duodeno (resezione) e la formazione di una gastroentereroanastomosi con il digiuno;
  • rimozione del sacco erniario e sutura del muro.

Quando si sceglie un metodo, i chirurghi sono guidati da: stato del danno d'organo (erosione, ulcere da sanguinamento profondo), età e comorbilità del paziente, rischio prognostico di complicanze postoperatorie.

In caso di ulcera o sanguinamento acuto, vengono operati in caso di emergenza per mantenere in vita il paziente. Gli interventi non sono equivalenti nei risultati. Dopo la vagotomia, la recidiva della malattia si verifica in 1/3 dei pazienti.

In una neoplasia maligna del duodeno, le tattiche operative vengono selezionate in base alla posizione del tumore. Oltre alla resezione dell'intestino, potrebbe essere necessario rimuovere la testa e il dotto del pancreas.

Rimedi popolari

La fitoterapia nelle malattie dello stomaco e del duodeno dovrebbe supportare la direzione del trattamento farmacologico principale. I guaritori consigliano:

  • decotto di avena, semi di lino;
  • camomilla dai fiori da bere ogni giorno sotto forma di calore;
  • insistere sulla raccolta da radice di althea e liquirizia;
  • tintura alcolica o propoli acquosa;
  • decotto di corteccia di quercia.

Il trattamento del sanatorio fissa i risultati della terapia, ripristina la funzione del duodeno. Le località di Essentuki e Kislovodsk sono adatte a questo scopo. Acqua minerale naturale, fango sotto forma di applicazioni contengono un complesso naturale di sostanze curative.

Le malattie dell'intestino superiore si verificano raramente in isolamento, spesso accompagnate da altre lesioni dell'apparato digerente. La rilevazione tempestiva può prevenire gravi conseguenze.

Anatomia del duodeno e trattamento di possibili malattie

Il duodeno nel corpo umano svolge un ruolo importante nel processo digestivo. Si trova all'inizio dell'intestino, quindi i nutrienti vengono assorbiti e il nodulo viene attivamente processato. Questa sezione dell'intestino non è assicurata contro lo sviluppo di molte malattie. Il loro verificarsi porta a significativi disturbi digestivi, che influiscono negativamente sul benessere dell'intera persona.

IMPORTANTE DA SAPERE! Un cambiamento nel colore delle feci, diarrea o diarrea indica la presenza nel corpo. Leggi di più >>

L'intero intestino umano è convenzionalmente diviso in due sezioni: il colon e l'intestino tenue. All'inizio dell'intestino tenue è l'ulcera duodenale. È così chiamato perché la sua lunghezza è approssimativamente uguale a dodici dita o dita.

Si trova tra lo stomaco e il digiuno. Nel punto di scarico dallo stomaco è lo sfintere. Anatomicamente, il duodeno è diviso in quattro parti:

  • la parte superiore (il bulbo duodenale) si trova nella regione della dodicesima vertebra toracica e prima lombare, la sua lunghezza è di 5-6 cm;
  • la parte discendente si estende a destra dalle prime tre vertebre lombari, lunghezza 7-12 cm;
  • la parte orizzontale è al livello della terza vertebra lombare, lunghezza 6-8 cm;
  • la parte ascendente sale alla seconda vertebra lombare, lunga 4-5 cm.

La parte discendente contiene il dotto escretore del pancreas e la grande papilla duodenale. La lunghezza totale del duodeno è 22-30 cm.

Il muro dell'intestino ha una struttura a strati:

  • lo strato interno è rappresentato da una membrana mucosa con un gran numero di pieghe, lanugine e depressioni;
  • lo strato intermedio, o sottomucosa, è costituito da tessuto connettivo, in cui si trovano i plessi vascolari e nervosi
  • il terzo strato è muscoloso, fornisce contrazioni dell'intestino nel processo di digestione;
  • strato sieroso esterno fornisce protezione contro i danni.

Il duodeno da tutte le parti in contatto con altri organi interni:

  • fegato e dotto biliare comune;
  • rene destro e uretere;
  • pancreas;
  • la parte ascendente del colon.

Tale anatomia del corpo determina le caratteristiche delle malattie che si verificano in esso.

Come fa il mal di stomaco o il duodeno nell'ulcera peptica?

Una manifestazione caratteristica di un'ulcera peptica sono sensazioni dolorose. Le sindromi dolorose sono pronunciate o di bassa intensità, atipiche o tipiche, possono essere accompagnate da gravi bruciori di stomaco o reazioni di vomito.

Di norma, la sindrome del dolore di origine ulcerosa è localizzata nella regione epigastrica, sebbene a volte possa irradiarsi in altre aree del peritoneo o nella parte posteriore.

Cause e meccanismo di sviluppo

Fornire l'aspetto di sintomi dolorosi con un'ulcera fattori piuttosto diversi:

  • Pasti irregolari, specialmente durante le lunghe pause nel cibo, quando il succo gastrico irrita le pareti e causa dolore;
  • Stati di stress
  • Tabacco da fumo;
  • Violazione delle esigenze dietetiche di un gastroenterologo, come mangiare piatti proibiti (grassi, affumicati, in salamoia o salati, ecc.);
  • Insonnia lunga, carattere neuropsichiatrico;
  • Attività dell'elicobatterio nella cavità dello stomaco;
  • Uso di aceto, alcool, caffè, droghe come l'aspirina, ecc.;
  • Aumento dell'attività fisica, superlavoro;
  • Patologie croniche o acute che causano ischemia a lungo termine delle mucose gastriche e provocano la formazione di ulcere.

Inoltre, la sindrome del dolore si sviluppa con lo sviluppo di ipossia delle pareti gastriche a causa di disturbi circolatori o con una diminuzione della soglia del dolore delle strutture nervose nell'area dell'ulcera.

Da dove viene?

La sindrome dolorosa tipica di origine ulcerosa è localizzata sotto il cucchiaio nell'area dell'epigastrio.

Tali dolori sono di natura parossistica e, dopo aver mangiato, aumentano solo, specialmente durante l'esacerbazione di un'ulcera. In accordo con la posizione dell'ulcera, cambierà anche la sindrome del dolore.

  1. Localizzazione del piloro dell'ulcera o nel duodeno. Con tali patologie, i sintomi del dolore si trovano nel terzo superiore del peritoneo sulla destra. Tali dolori sono intensi e parossistici, ripetuti molte volte durante il giorno, ma sono di breve durata. Anche se a volte possono ancora essere progressivamente crescenti e prolungati. Se l'ulcera si trova sul retro dell'intestino vicino allo sfintere, è possibile uno spasmo di questo muscolo. Quindi il dolore si verifica nell'ipocondrio sulla destra a causa dell'eccessivo allungamento della galla a causa di una violazione del flusso biliare.
  2. Localizzazione di lesioni ulcerative nel terzo medio dell'organo gastrico. Con una tale disposizione, i difetti del dolore si sentono nell'epigastrio e lungo il lato sinistro dal centro dell'addome.
  3. Se l'ulcera si trova nel terzo gastrico superiore, allora il dolore si manifesta sotto forma di disagio bruciante pronunciato o sensazione pressante dietro il processo sternale. Tali sintomi dolorosi possono essere confusi con manifestazioni di attacchi di angina, che danno anche alla scapola sinistra, cuore e braccio. La sindrome del dolore con una tale ulcera è associata al cibo, ma può anche verificarsi durante lo sforzo fisico, specialmente con l'angina pectoris.

In ogni caso clinico, i sintomi dolorosi possono variare significativamente, quindi, è impossibile diagnosticare un'ulcera con la sola descrizione del dolore, abbiamo bisogno di una diagnosi gastroenterologica competente.

Dolore alle ulcere gastriche e duodenali

Circa la metà dei pazienti ha notato che il dolore ulcerativo risultante era abbastanza tollerabile, solo in un terzo dei casi le ulcere hanno notato che erano tormentate dal dolore epigastrico pronunciato. In generale, la natura brillante dei sintomi dolorosi si osserva in presenza di complicazioni patologiche nei pazienti giovani.

Disagio precoce

Il disagio doloroso precoce di solito si verifica pochi minuti dopo aver mangiato. È caratterizzato da un graduale aumento dell'intensità, può disturbare per un paio d'ore e quindi diminuire, e quando la massa del cibo passa nelle strutture intestinali, il dolore scompare.

in ritardo

Il dolore tardivo si verifica poche ore dopo i pasti. Tali manifestazioni tendono ad aumentare durante la transizione della massa alimentare nell'intestino 12-duodenale. È considerato un tipico sintomo doloroso nella patologia ulcerativa del duodeno 12 o della regione gastrica del piloro.

A volte i pazienti non soffrono di forti dolori, ma a causa del timore che dopo un certo tempo dopo il pasto iniziano, i pazienti iniziano a mangiare più spesso per evitare un altro attacco.

Disturbi affamati

Il disagio doloroso di questo tipo si verifica a stomaco vuoto. Di solito queste condizioni si verificano prima dei pasti principali o 4-5 ore dopo.

Gli esperti ritengono che queste manifestazioni siano associate ad una produzione eccessiva di secrezione di acido cloridrico prodotta dalle ghiandole mucose gastriche.

Si riferisce alle manifestazioni caratteristiche dell'ulcera duodenale.

Con periodicità

Sintomi dolorosi di natura periodica sono di breve durata e indicano lo sviluppo di una esacerbazione incipiente ulcerosa. Tale disagio passa indipendentemente, e il meccanismo del suo sviluppo è causato da spasmi acuti dei tessuti muscolari dell'organo gastrico.

Se questo dolore è caratterizzato da frequenti ripetizioni, è necessaria una correzione medica per lo scopo del gastroenterologo.

Disagio notturno

I dolori notturni sono anche tipici delle ulcere duodenali e rientrano nella categoria degli attacchi dolorosi affamati che compaiono a stomaco vuoto.

Sintomi acuti

In caso di attacchi dolorosi acuti sullo sfondo di un difetto dell'ulcera nel tratto gastrointestinale, consultare un medico. Gli attacchi del pugnale del dolore possono accompagnare i processi di perforazione dell'ulcera, in cui si forma un foro passante nello stomaco.

Attraverso questa ferita nello spazio addominale penetra il contenuto della cavità gastrica, che provoca infiammazione e peritonite. Tali condizioni richiedono un ricovero urgente e cure chirurgiche di emergenza.

Altre specie

La patologia ulcerativa del tratto gastrointestinale è accompagnata da attacchi dolorosi atipici che possono verificarsi in parti del corpo che non sono associate al sistema digestivo.

  • Mal di schiena Il dolore solitamente doloroso nella regione lombare e nella parte posteriore è preoccupante quando i pazienti presentano anomalie nella motilità gastrica. A volte tale manifestazione viene rilevata e inizia a disturbare il paziente anche prima della diagnosi del difetto dell'ulcera. Pertanto, le cause di tali dolori spinali possono essere identificate in modo errato. Nel processo di ulteriore sviluppo della patologia, i sintomi sono aggravati, integrati da manifestazioni tipiche della patologia ulcerosa.
  • Mal di testa. Di norma, gli attacchi di emicrania dolorosa disturbano i pazienti a causa dell'uso di farmaci anti-ulcera, agendo come loro effetto collaterale. Se l'ulcera peptica si verifica con vomito grave, il mal di testa si verifica a causa di una forte contrazione muscolare durante l'impulso di vomito, causando un improvviso afflusso di sangue nel canale vascolare superiore. Quando il vomito termina, inizia un fastidioso dolore pulsante a causa di un forte flusso di sangue dai vasi della testa.
  • Lo stomaco fa male. Questo problema è sempre presente nella patologia ulcerosa e dipende dalla posizione specifica dell'ulcera nel tratto gastrointestinale. Molto spesso, il dolore è disturbato nella regione epigastrica, ci sono dolori nell'ipocondrio a destra o sul lato sinistro o nella regione lombare. Il dolore rinforzante si manifesta con un aumento dello sforzo fisico, che causa uno sforzo ai muscoli addominali. Tale stress provoca crampi che causano dolore allo stomaco.

Con il dolore all'addome, i pazienti vengono sollevati dalla posizione dell'embrione che giace su un fianco quando le gambe vengono premute sul torace. Le crisi gravi di solito portano al vomito contenente acido gastrico.

Può una malattia procedere senza dolore?

Patologia ulcerosa del tratto gastrointestinale è abbastanza capace di asintomatica e senza manifestazioni dolorose. Ma questo accade solo nella fase iniziale del processo di ulcerazione, quando le strutture erosive stanno appena iniziando a formarsi.

Succede che la patologia ulcerativa viene rilevata già in uno stadio cronico in uno stato trascurato, perché si è sviluppata latentemente. A volte i pazienti stessi non si concentrano sul dolore nell'addome, considerando che questo è un fenomeno temporaneo che è sorto a causa di errori nutrizionali.

E questa condizione, nel frattempo, testimonia lo sviluppo a lungo termine di un'ulcera sulle mucose dello stomaco o degli intestini. Pertanto, con questi sintomi, è meglio sbagliare ed essere esaminati.

durata

Gli attacchi di dolore nell'ulcera peptica hanno una durata diversa. I termini specifici dipendono dal tipo di dolore e dalla posizione dell'ulcera.

Ad esempio, il disagio iniziale dura circa 2 ore e gli attacchi periodici possono richiedere non più di mezz'ora.

Negli attacchi acuti, i sintomi del dolore possono aumentare e disturbare a lungo, il che indica la necessità di un intervento medico.

Come rimuovere l'attacco?

Per sapere come affrontare gli attacchi dolorosi in caso di ulcera peptica, è necessario discutere in anticipo una situazione clinica simile con un gastroenterologo.

Quando gli attacchi di ulcera dolorosa sono di solito prescritti farmaci dal gruppo:

  1. Antispastici (no-shpa);
  2. Anticolinergico (gastroceptina);
  3. Antiacidi (Maalox, Phosphalugel);
  4. Farmaci con bismuto (De-Nol);
  5. Ganglioblocker (Dicalin, ecc.).

Aiuta a evitare attacchi dolorosi e nutrizione clinica, che i gastroenterologi prescrivono tutte le ulcere.

È necessario mangiare tali pazienti spesso (6-7 r / d), regolarmente e gradualmente (100-150 g). Il cibo dovrebbe essere cotto a vapore o bollito. E 'vietato alcol e soda, cibi piccanti e cibi grassi. È necessario eliminare completamente dalla dieta tutti i prodotti irritanti per lo stomaco.

La medicina tradizionale aiuterà a far fronte agli attacchi dolorosi delle ulcere.

  • È utile bere un infuso di mirtilli freschi o secchi;
  • Elimina efficacemente l'indolenzimento e l'olio di olivello spinoso, che si consiglia di assumere mezz'ora prima dei pasti con un cucchiaino;
  • Per eliminare il dolore, si consiglia di mescolare un cucchiaio abbondante di tintura di propoli in un bicchiere d'acqua. Questa bevanda deve essere bevuta prima di coricarsi per 20 giorni;
  • Un decotto di ulcera peptica ha anche un decotto di erbe come achillea o equiseto, calendula, assenzio o camomilla, rosa canina, semi di aneto o piantaggine, erba di San Giovanni, ecc. È necessario bollire l'erba, portare a ebollizione e insistere mezz'ora. Prendi 100 ml prima del cibo per 20 minuti.
  • Camomilla o una tazza di latte caldo aiuta con i dolori della notte.

Il dosaggio dei farmaci o della medicina alternativa deve essere determinato dal medico, tenendo conto del caso clinico specifico e delle condizioni del paziente.

Dolore al duodeno

1 Struttura e funzioni del corpo

Il duodeno ha 4 sezioni:

superiore orizzontale; verso il basso; orizzontale inferiore; verso l'alto.

La sezione orizzontale superiore dell'intestino è considerata l'iniziale ed è una continuazione del piloro dello stomaco. La sezione superiore ha una forma rotonda e quindi è anche chiamata cipolla. La sua lunghezza è di 5-6 cm La parte discendente, lunga 7-12 cm, si trova vicino alla colonna lombare. È in questa sezione che vengono rimossi i dotti dello stomaco e del pancreas. La lunghezza della sezione orizzontale inferiore è di circa 6-8 cm. Attraversa la colonna vertebrale nella direzione trasversale e passa nella divisione ascendente. La parte in aumento è lunga 4-5 cm. Si trova sul lato sinistro della colonna vertebrale.

Situato 12 ulcera duodenale entro 2-3 vertebra lombare. A seconda dell'età e del peso della persona, la posizione dell'intestino può variare.

Il duodeno svolge funzioni secretorie, motorie e di evacuazione. La funzione secretoria consiste nel mescolare il chimo con i succhi digestivi, che entrano nella sezione dell'intestino dalla cistifellea e dal pancreas. La funzione motoria è responsabile del movimento della pappa alimentare. Il principio della funzione di evacuazione è di evacuare il chimo nelle sezioni successive dell'intestino.

2 cause della patologia

L'infiammazione dell'intestino, di regola, si verifica sullo sfondo di disturbi gastrointestinali. I fattori causali includono un'infezione virale, infiammazione della mucosa dello stomaco o della cistifellea, diarrea, flusso di sangue basso all'intestino.

Spesso l'infiammazione intestinale è causata dall'infezione da Helicobacter pylori. Questo batterio si trova nello stomaco e non si manifesta. La sua presenza nel corpo porta ad un aumento della produzione di acido gastrico, che irrita ulteriormente la membrana mucosa del duodeno. Senza trattamento, i batteri possono causare ulcere intestinali.

Le malattie del duodeno possono svilupparsi sullo sfondo di gravi stress o interventi chirurgici. In alcuni casi, la causa principale può essere costituita da farmaci antinfiammatori non steroidei, fumo o consumo eccessivo di alcol.

L'infiammazione del duodeno può essere causata da intossicazione alimentare, da cibi piccanti o grassi, nonché da un oggetto estraneo. È provato che alcune patologie dell'intestino possono essere ereditarie. Fattori patogeni come il diabete mellito e la malattia del calcoli biliari sono in grado di causare lo sviluppo di ulcera duodenale.

IMPORTANTE DA SAPERE! Gastrite? Un'ulcera? Per l'ulcera allo stomaco non si è trasformato in cancro, bere un bicchiere...

I sintomi della malattia duodenale hanno il loro quadro clinico e possono variare tra di loro.

3 malattia da ulcera peptica

Un sintomo caratteristico di ulcera peptica è il disturbo digestivo. Il paziente appare sgabelli frequenti e sciolti. Spesso i pazienti manifestano completa intolleranza ai latticini e ai frutti. Se un paziente ha una forte perdita di peso in presenza di un aumento dell'appetito, ciò potrebbe indicare che il duodeno è infiammato.

Se le ulcere colpiscono un organo come il duodeno, i sintomi della malattia possono apparire in una caratteristica placca gialla sulla lingua. Ciò è dovuto agli spasmi dei dotti biliari, che portano alla stasi della bile. Negli stadi avanzati della malattia, compare il dolore nella parte destra e la pelle diventa gialla.

Quando si verifica un'ulcera duodenale, si verificano cambiamenti cicatriziali della sezione dello stomaco, con conseguente evacuazione del cibo. Una condizione di stomaco stagnante porta a nausea e vomito. Spesso, dopo aver vomitato, le condizioni generali del paziente migliorano temporaneamente.

Il dolore è un sintomo caratteristico di un'ulcera peptica. Può essere dolorante o acuto, a lungo termine o parossistico. Di norma, il dolore si attenua dopo un pasto, quindi vengono anche chiamati "affamati". Questo sintomo si verifica nel 70-80% dei pazienti. Il dolore si sente più spesso nella regione lombare o toracica. In alcuni casi, i pazienti con ulcera duodenale possono lamentare dolore alla clavicola.

4 Cancro intestinale e duodenite

Se al paziente è stato diagnosticato un cancro intestinale, i sintomi della malattia possono manifestarsi come ittero, febbre e prurito. Nel cancro di primo grado, compare il dolore. Si verifica a causa della spremitura delle fibre nervose da parte di un tumore o di un blocco del dotto biliare. La sindrome del dolore si sente più spesso nell'ipocondrio destro, ma in alcuni casi il dolore può diffondersi in altri organi.

Uno dei sintomi della malattia è prurito della pelle. Sembra dovuto all'alto contenuto di bilirubina nel sangue e all'irritazione dei recettori cutanei con acidi biliari. Sullo sfondo di un prurito, il paziente sviluppa agitazione e insonnia.

Non meno comune malattia del duodeno è la duodenite. Questo disturbo si manifesta sotto forma di distensione dello stomaco dopo aver mangiato, dolore opaco e costante, nausea, perdita di appetito e vomito. Nei pazienti con tale diagnosi, la palpazione della regione epigastrica è dolorosa.

Korotov S.V.: "Posso consigliare un solo rimedio per il trattamento rapido dell'ulcera e della gastrite, che è ora raccomandato dal Ministero della Salute..." Leggi le recensioni >>

5 Una corretta alimentazione

Per una qualsiasi delle malattie del duodeno 12, al paziente viene prescritto un alimento dietetico. La dieta in combinazione con un trattamento complesso elimina le riacutizzazioni e migliora significativamente le condizioni generali del paziente. Se il duodeno è infiammato, i prodotti che sono in grado di stimolare la produzione di acido gastrico sono esclusi dalla dieta. Tali prodotti includono frutta acida, brodi grassi, verdura fresca e succhi di frutta, funghi, cibi e spezie affumicati, salati, fritti e in salamoia. Il divieto anche di soda dolce e bevande alcoliche.

Il menu dovrebbe contenere grassi facilmente digeribili, come olio vegetale, panna o margarina.

È necessario limitare l'assunzione di prodotti che in qualsiasi modo irritare la mucosa. Per evitare di sovraccaricare lo stomaco e di esacerbare la malattia, non è consigliabile mangiare pasti freddi o caldi. Il cibo dovrebbe essere a temperatura ambiente.

È vietato mangiare cibi che causano irritazione meccanica. Tali prodotti includono verdure crude e frutta, fagioli, piselli, cereali integrali. Per l'infiammazione del duodeno, i medici raccomandano di eliminare senape, aceto, sale e altri condimenti dalla dieta.

I pasti dovrebbero essere frequenti. Il giorno devi mangiare circa 4-5 volte. Tra i pasti dovrebbe essere almeno 3-4 ore. Preferire i piatti cucinati in acqua bollente o al vapore.

6 eventi medici

I sintomi e il trattamento delle patologie del duodeno 12 sono determinati dal medico dopo aver effettuato l'esame appropriato. Se la diagnosi ha confermato la malattia dell'ulcera peptica, allora al paziente vengono prescritti farmaci. Per distruggere il batterio Helicobacter al paziente viene prescritto un ciclo di antibiotici. Tali farmaci comprendono Eritromicina, Claritromicina, Metronidazolo e Ampioks.

Per ridurre la produzione di acido cloridrico, i medici prescrivono Omeprazolo, De-Nol e Ranitidina.

Questi farmaci hanno un effetto battericida. Con un forte dolore, i medici prescrivono antiacidi.

Il trattamento chirurgico dell'ulcera duodenale viene eseguito raramente. Le indicazioni per la chirurgia sono complicazioni della malattia. In questo caso, durante l'operazione, il chirurgo può rimuovere l'area intaccata dell'intestino, aiuta a ridurre la secrezione e la secrezione di acido cloridrico.

Il trattamento di pazienti con una diagnosi di cancro duodenale viene effettuato con l'aiuto di un intervento chirurgico. Il tipo di operazione viene selezionato in base a dove si trova il tumore maligno ea quale stadio di sviluppo si trova la malattia. Un piccolo tumore viene rimosso per via laparoscopica, cioè attraverso minime punture nella parete addominale. Se il tumore è grande, viene rimosso con un intervento chirurgico esteso. In questo caso, il medico rimuove la sezione di uscita dello stomaco e l'omento adiacente, parte del duodeno 12, della cistifellea e della testa del pancreas.

Se un tumore maligno è stato diagnosticato in una fase avanzata, questo complica notevolmente l'operazione. In questo caso, il chirurgo rimuove non solo il tumore, ma anche i linfonodi e i tessuti adiacenti.

Oltre al trattamento chirurgico, al paziente vengono prescritte radioterapia e chemioterapia. Questo trattamento aiuta a prevenire le ricadute e prolunga la vita del paziente.

I pazienti con una diagnosi di duodenite sono prescritti farmaci e fisioterapia. Nella duodenite acuta o cronica, i medici prescrivono antidolorifici: Drotaverina, No-silos e Papaverina. Per ridurre l'acidità del succo gastrico, vengono prescritti farmaci antiacidi, come Omeprazolo o Almagel.

Se la duodenite si sviluppa sullo sfondo dell'invasione elmintica, il trattamento viene effettuato con antibiotici. Per normalizzare il lavoro dell'intestino vengono prescritti farmaci che ne aumentano la motilità. Questi farmaci includono Maalox e Domperidone.

Come trattamento ausiliario, viene eseguita la fisioterapia. Ultrasuoni, riscaldamento, bagni di paraffina e terapia magnetica sono considerati efficaci. Le procedure di fisioterapia consentono di normalizzare l'afflusso di sangue e il flusso linfatico degli organi addominali, per alleviare il dolore.

L'intestino umano è costituito da diverse sezioni e in ciascuno di essi possono verificarsi processi infiammatori. L'infiammazione nel segmento superiore, nel duodeno, si chiama duodenite. Il duodeno è una sezione intermedia tra l'intestino tenue e lo stomaco e, a causa della sua posizione, corre il doppio rischio di infezione: il percorso discendente insieme al contenuto gastrico e il percorso ascendente - dalle regioni intestinali inferiori.

La duodenite in sé, come una malattia separata, non è comune. Di solito, l'ulcera duodenale è infiammata contro altre malattie del sistema gastrointestinale:

gastrite, pancreatite, colecistite, colite e altri.

La frequenza di insorgenza di questa patologia non ha alcuna connessione con l'età o il sesso di una persona, si trova ugualmente in diversi gruppi di pazienti.

La causa, che porta al processo infiammatorio nel duodeno, è il danno alla mucosa. Molto spesso ciò si verifica quando il contenuto dallo stomaco con una maggiore concentrazione di acido entra. Succo gastrico con proprietà iperacide, penetra nell'intestino, irrita il suo strato mucoso e porta a un'infiammazione acuta.

La duodenite secondaria è una conseguenza del ritardo delle masse alimentari nel segmento duodenale dell'intestino. La causa di questo fenomeno è la duodenostasi - un tono ridotto delle pareti del tubo intestinale, in conseguenza del quale il contenuto dello stomaco si trova nella parte superiore per un lungo periodo e influenza negativamente la mucosa. La duodenostasi può anche essere causata dalla presenza di un ostacolo al passaggio del cibo (aderenze, cicatrici dopo l'infiammazione o la chirurgia).

I fattori che contribuiscono all'insorgenza dell'infiammazione duodenale acuta sono:

intossicazione alimentare; abuso di cibi piccanti e bevande alcoliche; ferita oggetto estraneo mucoso.

La malattia cronica si sviluppa sullo sfondo delle patologie dell'apparato digerente:

epatite acuta e cronica (danno epatico); colecistite (infiammazione della cistifellea); ulcere gastriche e gastriche (malattie della mucosa gastrica); Morbo di Crohn (malattia cronica intestinale di eziologia sconosciuta); giardiasi; Sindrome di Whipple - una violazione cronica dell'assorbimento di grasso nell'intestino tenue; Malattia di Zollinger-Ellison (tumore pancreatico); ischemia intestinale (disturbi circolatori nella zona intestinale); frequenti manifestazioni dispeptiche (disagio addominale, gonfiore, nausea); diarrea cronica.

Un ruolo speciale nella comparsa di duodenite gastroenterologi dà un'infezione batterica causata da Helicobacter pylori. Questo microrganismo è considerato la principale causa di gastrite e ulcera gastrica. Per lungo tempo, il batterio può esistere asintomaticamente nel corpo e, in presenza di condizioni favorevoli, inizia a moltiplicarsi, stimolando un maggiore rilascio di acido cloridrico nello stomaco. Un ambiente eccessivamente acido viola la mucosa intestinale e se non si libera Helicobacter pylori, la duodenite prima o poi finirà con un'ulcera duodenale.

Lo sviluppo dell'infiammazione cronica è inoltre promosso dall'effetto di condizioni negative per un lungo periodo di tempo:

cibo irregolare e malsano; la presenza di focolai di infezioni croniche in altri sistemi corporei (nei genitali, nel rinofaringe, ecc.); grave stress; cattive abitudini; prendendo un certo numero di farmaci.

Sintomi di duodenite

L'infiammazione della parte superiore dell'intestino può passare senza segni pronunciati, ma nella maggior parte dei casi i suoi sintomi si manifestano ancora, costantemente o periodicamente. Si può sospettare che qualcosa sia sbagliato dalla presenza di tali reclami:

digestione disturbata, scarso appetito; disagio addominale, specialmente dopo aver mangiato (pesantezza, sensazione di eccesso di cibo); dispepsia persistente: flatulenza, diarrea, eruttazione; nausea e vomito ricorrenti; dolore nell'addome superiore al centro; dolori affamati e notturni di un personaggio lamentoso, che si estende al petto; scarico di sangue con le feci o vomito; anemia, che indica la presenza di sanguinamento interno; stato di debolezza.

In vari tipi di duodenite, il quadro clinico dell'infiammazione può essere diverso, il che consente una diagnosi più accurata basata sull'anamnesi.

Con il lento passaggio del cibo attraverso il tubo duodenale (duodenostasi), il dolore è localizzato nella regione epigastrica e nel giusto ipocondrio. Le sensazioni dolorose sono attacchi, hanno il carattere di scoppiare, torcere. Il dolore è accompagnato da una forte distensione addominale, una sensazione di trasfusione di liquidi, brontolio. Un sapore amaro può apparire in bocca, se il vomito si verifica, allora il più delle volte è la bile. La combinazione di duodenite con ulcera provoca forti dolori a stomaco vuoto. Sono presenti anche il resto dei sintomi dell'infiammazione, ma è il dolore "affamato" che rende possibile sospettare la presenza di ulcera duodenale. Se l'intestino sottostante è anche coperto da un'infiammazione, i dolori "scendono" dallo stomaco all'intestino tenue e crasso. Il paziente è disturbato dai disturbi caratteristici della colite, enterite: diarrea, aumento della peristalsi, gonfiore.

Il lungo decorso della malattia porta a conseguenze così gravi come l'atrofia della mucosa duodenale. Questo sconvolge la secrezione degli enzimi digestivi, peggiora la disgregazione del cibo e l'assorbimento dei nutrienti nell'intestino. Questo già minaccia non solo la patologia multipla del tratto gastrointestinale, ma influenza anche il funzionamento degli organi di tutto l'organismo: anemia, carenza di micronutrienti, carenza di vitamine si sviluppa e soffrono di problemi cardiovascolari, muscolari e nervosi. È importante identificare la malattia in una fase iniziale, senza aspettare che causi problemi irreversibili di salute.

Per la diagnosi di duodenite, è necessario contattare uno specialista nel campo della gastroenterologia. Sarà in grado di effettuare una diagnosi preliminare sulla base della raccolta dell'anamnesi e della palpazione dell'addome: durante la palpazione nella zona epigastrica sarà presente il dolore. Per chiarire la natura della duodenite e la sua differenziazione da altre malattie, vengono condotti studi obiettivi:

EFGDS (esophagogastroduodenoscopy) - un tubo (sonda) viene inserito nel paziente attraverso la bocca con una retroilluminazione e una fotocamera che consente di ispezionare la parte superiore del tratto gastrointestinale per patologie. Se necessario, durante la procedura endoscopica, il biomateriale viene prelevato per l'analisi: viene eseguita una biopsia. La gastrobiopsia mirata consente di rilevare i fuochi di sedimentazione di Helicobacter pylori e di esaminare la mucosa in caso di sospetta malattia tumorale. L'esame ecografico degli organi addominali oggi è una procedura standard che è utile per rilevare i tumori, modificare le dimensioni degli organi, ecc. Radiografia dello stomaco e del duodeno: l'introduzione di un mezzo di contrasto aiuta a "illuminare" gli organi digestivi e rilevare i difetti. Analisi del succo gastrico per studiarne la composizione, il livello di acidità. Analisi di Helicobacter pylori - per identificare un possibile agente infettivo. Coprogramma - esame fecale per valutare le prestazioni del tubo digerente. Esame per tre volte del sangue occulto fecale. Biochimica del sangue - determina gli indicatori che caratterizzano il lavoro degli organi del tratto digestivo (bilirubina, colesterolo, elettroforesi delle proteine ​​del siero del latte). Analisi specifica degli anticorpi prodotti nel corpo durante l'eziologia autoimmune della gastroduodenite.

Classificazione della duodenite

Infiammazione del duodeno (duodenite) - una malattia suddivisa in diversi tipi di localizzazione, la natura del flusso, l'agente causale, ecc. Una classificazione approssimativa di questa malattia è la seguente:

duodenite acuta - caratterizzata da insorgenza inattesa, sintomi vividi, breve corso, può essere catarrale, forma flemmatica e ulcerosa; infiammazione cronica - c'è molto tempo (fino a diversi anni) con manifestazioni cliniche lievi; può agire come una malattia indipendente (primaria) o come risultato di altre patologie (duodenite secondaria).

2. Secondo la posizione dei fuochi di infiammazione:

diffuso (comune); local - popilit (infiammazione della papilla maggiore), bulbit (duodenite prossimale), duodenite post-bulbare (lesione della sezione distale).

3. La profondità delle lesioni della mucosa:

superficiale (edema, iperemia); interstiziale (con penetrazione negli strati profondi); atrofico (assottigliamento e assenza di mucosa nell'area dell'infiammazione); erosivo (comparsa di erosione e ferite sulle pareti intestinali).

La duodenite specifica che si è manifestata sullo sfondo di un'infezione fungina, tubercolosi, stati di immunodeficienza, morbo di Crohn e altre malattie si distingue in un gruppo speciale.

Dieta a Diodi

L'obiettivo principale nel trattamento della duodenite è lo sviluppo e l'aderenza alle diete terapeutiche. Il suo principio principale è l'effetto più delicato sulla mucosa dello stomaco e dell'intestino. Questo significa:

5-6 volte il pasto durante il giorno; piccole porzioni; metodo di cottura: al vapore o bollente; la consistenza dei piatti è liquida, semi-liquida, pastosa (il cibo solido deve essere macinato o macinato); la temperatura del cibo è calda; freddo e soprattutto caldo dovrebbe essere evitato; completa esclusione di acido, salato, speziato, affumicato, arrostito, in scatola; rifiuto di alcol.

Una dieta rigorosa deve essere seguita per almeno 10-12 giorni, fino al termine del periodo acuto dell'infiammazione. Nella duodenite cronica, a seconda della forma della malattia e della sua associazione con altre patologie, si raccomanda al paziente di osservare per tutta la vita l'alimentazione dietetica:

tabella numero 1, 1b - con varianti ulcerative di sviluppo; tabella numero 2 - con gastrite a bassa acidità; tabella numero 5 - con patologie del fegato, della cistifellea e dei dotti biliari; tabella numero 5p - in presenza di pancreatite.

Ci sono altre opzioni per le diete terapeutiche, che è più adatto per un particolare paziente, dovrebbero essere determinate dal medico dopo l'esame. Le raccomandazioni generali sulla nutrizione per la duodenite sono le seguenti:

Prodotti lattiero-caseari e grassi: latte intero, bevande al latte acido, ricotta fresca, panna acida, formaggi a pasta dura delicati, aggiunta di latte a tè, zuppe, cereali; burro, oli vegetali raffinati; frittata al vapore. Primi piatti: le zuppe sono consentite su brodo vegetale, brodo di carne debole, sul latte. La consistenza raccomandata è la zuppa cremosa, la zuppa cremosa (tutti gli ingredienti solidi nella zuppa sono aggiunti in una forma squallida). Cereali e contorni: bolliti in acqua o cereali del latte (riso, grano saraceno, semolino, farina d'avena); pasta piccola, casseruole e budini dai prodotti elencati. Verdure: patate bollite, carote, zucchine, cavolfiori, broccoli (tutti - sotto forma di purè di patate). Frutta: frutti e bacche morbidi, non acidi, preferibilmente al forno o bolliti (di composta), sotto forma di mousse. Carne e pesce - varietà a basso contenuto di grassi sotto forma di carne bollita, cotolette di vapore, polpette di carne e altri piatti a pezzetti. Bevande: composta da bacche dolci e frutta secca, gelatina, decotto di rosa canina, tè leggero, succhi di verdura diluiti con acqua. Prodotti di pane: cracker, pane bianco essiccato.

Sotto il divieto di caduta:

pane morbido e pasticceria; frittelle, pancakes; fagioli; cereali a grana grossa (orzo, miglio); pasta grande; uova strapazzate e uova sode; latte grosso; formaggi grassi e piccanti; carne e pesce grassi; gelato, dolciumi; tè e caffè forti; soda; alcol; condimenti e salse piccanti; friggere come un modo di cucinare.

Trattamento dell'infiammazione duodenale

Nel trattamento della duodenite vengono combinati metodi di farmaci, fisioterapia e sanatorio-resort. Durante l'infiammazione acuta o l'esacerbazione di una malattia cronica, è indicata la prescrizione della terapia sintomatica:

Per alleviare la sindrome del dolore, si consiglia di assumere farmaci antispastici (No-spa, Drotaverine, Papaverina). Gli antiacidi (Almagel, Omeprazolo) aiutano a ridurre l'alto livello dell'acidità del succo gastrico. La protezione della mucosa dello stomaco e del duodeno viene effettuata da composti terapeutici avvolgenti (Vis-Nol, De-Nol). In caso di rilevamento di Helicobacter pylori, è necessario sottoporsi a un ciclo di terapia antibiotica (Flemoxin Solutab e altri). Se la causa della duodenite è l'infestazione da vermi, vengono prescritti farmaci per eliminare i parassiti. Nella diagnosi di duodenostasi, i farmaci che stimolano la motilità (Domperidone, Maalox) aiutano a rafforzare la motilità intestinale.

La forma cronica di duodenite implica una somministrazione a lungo termine di farmaci prescritti da un gastroenterologo:

anticolinergici (atropina, gastrotepina, peritolo) riducono il dolore; chelanti e antiacidi (Enterosgel, Smekta, Fosfalyugel) aiutano a proteggere la mucosa dagli effetti dei fattori negativi; i farmaci curativi e antinfiammatori (Duogastron, Methyluracil, vitamina B, estratto di aloe) rafforzano la rigenerazione dei tessuti, prevengono la progressione dell'infiammazione; i bloccanti della dopamina (Reglan, Reglan) combattono la nausea e il vomito in violazione della funzione motoria del duodeno; i sedativi (valeriana, motherwort) fanno fronte a manifestazioni di nevrastenia, spesso associate a duodenite.

L'infiammazione secondaria richiede, soprattutto, di liberarsi della malattia sottostante, solo in questo caso il trattamento della duodenite darà un effetto positivo e duraturo. Una forma piuttosto rara di duodenite - catarro, che è un'infiammazione acuta suppurativa, viene trattata chirurgicamente con una successiva terapia antibiotica. Come aiuto nella duodenite, vengono utilizzate procedure fisioterapeutiche, che vengono eseguite senza esacerbazione della malattia:

riscaldando la regione epigastrica; applicazioni di paraffina e ozocerite; ultrasuoni; terapia diadinamica; terapia magnetica; electrosleep; balneoterapia.

La fisioterapia aiuta ad attivare il flusso linfatico e l'apporto di sangue agli organi addominali, riduce il dolore, ha un effetto anti-infiammatorio, migliora la funzione secretoria del sistema digestivo.

Durante la remissione, tutti i pazienti con duodenite vengono trattati in condizioni sanitarie per ridurre la frequenza delle recidive.

Trattamento dei rimedi popolari di infiammazione duodenale (duodenite)

L'autotrattamento con l'aiuto di rimedi popolari nel caso del duodeno non è raccomandato, perché, senza comprendere i tipi e la gravità del processo infiammatorio, è possibile peggiorarlo. Ma come misure ausiliarie nella lotta contro la duodenite, le medicine naturali possono fare un buon lavoro se vengono applicate in aggiunta alle prescrizioni mediche e in consultazione con il gastroenterologo.

Il ricevimento di rimedi popolari dovrebbe essere finalizzato a ridurre l'aggressività del succo gastrico, la protezione dai suoi effetti sulla mucosa intestinale e la sua rigenerazione. La medicina di erbe, i prodotti delle api e gli oli vengono utilizzati con successo per questi scopi.

Ecco le 10 ricette più efficaci per il trattamento dell'infiammazione duodenale:

Droga da aloe. Per oltre un secolo, l'aloe è noto per le sue proprietà antimicrobiche e cicatrizzanti. Determinano l'efficacia di questa pianta nella lotta contro la duodenite. Tuttavia, ci sono alcune sottigliezze che assicurano l'effetto più benefico della medicina: la pianta dovrebbe essere nel range di 3-5 anni, e prima di rompere le foglie, è necessario astenersi dall'irrigazione per circa 2 settimane. Da una libbra di foglie lavate è necessario spremere il succo e metterlo in un contenitore di vetro. Aggiungere ½ litro di vino rosso secco e 500 grammi di miele. Lasciare riposare la miscela per circa 10 giorni, quindi filtrare il liquido e imbottigliare per la conservazione. Regime di trattamento: 1 °, 4 ° e le seguenti settimane - 1 cucchiaino. farmaci dopo colazione, pranzo e cena; 2a e 3a settimana - 1 cucchiaio. bere da aloe nella stessa modalità. Il termine di ammissione - fino a 3 mesi. Tintura alcolica di propoli. Insistere per 20 giorni 20 grammi di propoli per mezzo litro di alcol al 70%. Metti la bottiglia in un luogo buio e scuotila ogni giorno. Versare 15 gocce di prodotto in un cucchiaio di latte caldo dolce, bere prima dei pasti tre volte al giorno. Questo rimedio è controindicato nei bambini. Terapia del succo Per il trattamento dei succhi vegetali adatti: cavolo, patate, sedano. Ad esempio, il succo fresco di patate viene bevuto dopo ogni pasto in mezzo bicchiere. Il succo deve essere spremuto dai tuberi con la buccia, è preferibile prendere una varietà con una sfumatura viola. Una miscela di cavolo e succo di sedano in un rapporto di 4 a 1 viene presa 5 volte al giorno a stomaco pieno per un mese, circa un litro di liquido viene preparato al giorno. Decotto di patate Le patate possono aiutare dalla duodenite non solo sotto forma di succo fresco, e anche l'acqua in cui è bollita è adatta. Il brodo deve essere caldo, senza sale e condimenti. Bere 0,5 a 1 bicchiere se si verificano sintomi spiacevoli. Olio di olivello spinoso. Questo olio è uno dei più noti agenti di guarigione delle ferite. 1 cucchiaino l'olio, assunto al mattino con il cibo, avvolge lo strato mucoso dello stomaco, l'intestino, riduce l'infiammazione e provoca una rapida riparazione dei tessuti. Il miele, come sostanza disinfettante e antinfiammatoria, è stato a lungo utilizzato nel trattamento delle patologie del tratto gastrointestinale. Quando la duodenite deve essere consumata sciolta in acqua (1-2 cucchiai di mezzo bicchiere di acqua bollente raffreddata ad una temperatura confortevole) 3 volte al giorno. Il corso del trattamento - fino alla scomparsa dei sintomi della malattia. Tè alla camomilla Il camomilla è un noto antisettico delle piante, in gastroenterologia è famoso per la sua capacità di distruggere l'Helicobacter pylori, che è responsabile dello sviluppo di gastroduodenite e ulcere. Il tè freddo va bevuto più volte al giorno. La camomilla può essere alternata a una calda infusione di fiori di tarassaco. Erba. Far bollire 2 bicchieri d'acqua con 2 cucchiai. raccolta di erbe, fresco e ceppo. Prendi mezzo bicchiere di decotto prima di ogni pasto, per 30 minuti. Ingredienti inclusi nella raccolta contro la duodenite: erbe di achillea, borsa da pastore, pascolo d'oca; Althea, erba di grano, melissa, valeriana, radici di tarassaco; foglie di ortica e farfara; fiori di lavanda - ogni materia prima 50 gr. Jelly. Questa gustosa e salutare bevanda a base di bacche viene utilizzata per il trattamento della duodenite con le cliniche sia superficiali che erosive. Kissel può essere cucinato da bacche diverse, ad eccezione dei mirtilli, ma è meglio cucinarlo dalla rosa canina. Ricetta: versare un bicchiere di frutta con un litro di acqua bollente, lasciare per 1 ora chiuso, filtrare. Scolare il liquido e mettere da parte le bacche. Hanno bisogno di impastare il porridge, versare mezzo litro d'acqua e far bollire per 15 minuti. Filtrare il brodo mescolato con l'infuso raffreddato, aggiungere la rosa canina macinata, mettere sul fuoco. Al momento di bollire per entrare nella bevanda diluita in acqua amido. Bere quando duodenite al posto del tè.

Prevenzione delle malattie infiammatorie del duodeno

La prevenzione primaria della duodenite consiste in un'alimentazione corretta e regolare, escludendo il consumo eccessivo di cibo e alcolici speziati, nonché l'individuazione tempestiva e il trattamento delle patologie gastrointestinali, la rimozione dei parassiti, i focolai di infezione in altri organi.

Se una persona ha già affrontato questa spiacevole malattia, il compito prioritario per lui è quello di rispettare le misure di prevenzione secondaria. Ha lo scopo di prevenire la recidiva e l'ulteriore diffusione del processo infiammatorio, la transizione della duodenite in un'ulcera duodenale.

Un paziente con duodenite è posto sulla registrazione gastroenterologica e si sottopone a esami di routine allo scopo di esaminare e correggere le misure preventive. Di regola, consistono nell'aderire a una dieta, prendendo i farmaci raccomandati, la terapia antiulcera. Ad alto rischio di ulcerazione, l'ospedalizzazione è indicata al paziente per un sollievo rapido ed efficace dello stato pre-ulcera.

Le malattie duodenali (duodeno) hanno una natura infiammatoria e non infiammatoria.

Il processo infiammatorio si verifica a causa di irritazione della mucosa di un organo con succo gastrico con una maggiore concentrazione di acido e penetrazione di infezioni batteriche.
Lo sviluppo di malattie non infiammatorie è promosso da: fattori ambientali, dieta malsana, stress.

duodenite

La duodenite (duodenite) è la malattia infiammatoria più comune in cui sono colpite le pareti e la membrana mucosa del duodeno. Con un lungo decorso della malattia si verificano cambiamenti atrofici nella struttura della conchiglia. L'infiammazione può essere acuta o cronica.

La duodenite acuta si verifica a causa degli effetti negativi di sostanze chimiche o danni alla mucosa di corpi estranei.

I principali sintomi della malattia che si verificano in forma acuta: dolore doloroso o intenso nella regione epigastrica (epigastrica), nausea, vomito, perdita di appetito, debolezza, febbre.

Cause dello sviluppo della duodenite cronica primaria: nutrizione irregolare, cibi piccanti e grassi, abuso di alcool, tè forte, caffè, Helicobacter Pylori del batterio.
Duodenite cronica secondaria può verificarsi sullo sfondo di malattie infiammatorie dello stomaco, intestino, reni, infezioni parassitarie. Con il trattamento sbagliato, l'infiammazione acuta del duodeno assume natura ricorrente.

La duodenite cronica durante le esacerbazioni si manifesta con feci anormali, brontolii nell'addome, nausea, eruzioni amare e dolore. A seconda delle manifestazioni cliniche, ci sono diversi tipi di malattia.

Il dolore nella regione epigastrica qualche tempo dopo un pasto indica una variante ulcerosa della duodenite. Spesso la malattia è complicata da sanguinamento.

Nel caso di una forma simile alla colecite della malattia, si notano forti dolori nell'ipocondrio destro, che si irradiano allo stomaco o alla regione sottoscapolare.

La sensazione di pesantezza e dolore nella parte superiore della regione epigastrica è caratteristica della duodenite gastrica.

In alcuni casi, esiste una forma mista in cui sono presenti tutti i sintomi sopra elencati.

Come potete vedere, il quadro clinico della duodenite è simile all'ulcera peptica, alla colecistite cronica e ad altri disturbi funzionali del tratto gastrointestinale. Una diagnosi accurata si basa sui risultati dell'esame endoscopico.

L'infiammazione del duodeno è classificata in base al grado di cambiamento della mucosa. Nella forma catarrale, sono interessati solo gli strati superiori dell'organo. L'ispessimento della mucosa e la formazione di pieghe sono caratteristiche del tipo ipertrofico della malattia. Eruzioni minori e ulcere indicano una forma erosiva di infiammazione.

Con la duodenite atrofica, i tessuti mucosi diventano più sottili e la funzione secretoria è compromessa.

Secondo la localizzazione dell'infiammazione, ci sono tipi di duodenite.

Hearth. Una piccola parte dell'intestino è interessata. Distale. L'infiammazione si sviluppa nella giunzione duodenale nell'intestino tenue. Diffuse. Tutta la mucosa è interessata. Prossimale. Il processo patologico si verifica nella zona dell'intestino vicino allo stomaco.

La duodenite cronica procede con fasi alternate di infiammazione e remissione. Nella maggior parte dei pazienti, l'esacerbazione dura diverse settimane.

Il trattamento dipende dalle cause della malattia: una terapia corretta, la dieta può ridurre la frequenza delle recidive.

Ulcera duodenale

L'ulcera duodenale (ulcera duodenale) è una malattia infiammatoria cronica.
Sulla ferita della membrana mucosa formata, che ha la forma di un piccolo cratere. La dimensione dell'ulcera è di 5-10 mm di diametro. Nei casi più gravi, ci sono difetti di più di tre centimetri.

La malattia da ulcera peptica si verifica a causa di vari fattori. Spesso colpisce la sezione iniziale. Getta il contenuto acido dello stomaco.

Le ragioni principali che provocano l'ulcera duodenale.

Infezione da batteri Helicobacter pylori. Helicobacter pylori produce sostanze tossiche che distruggono le cellule epiteliali intestinali. Ciò porta alla formazione dell'erosione. Inoltre, a seguito dell'attività vitale dei batteri, l'ammoniaca viene rilasciata, contribuendo alla morte cellulare. Effetti aggressivi dell'acido cloridrico. L'acido viola l'integrità della mucosa e contribuisce all'infiammazione delle singole sezioni. Stress prolungato Provocano spasmi di vasi della membrana mucosa dell'intestino, che interrompono la nutrizione delle cellule. Di conseguenza, alcune cellule muoiono, le ulcere si formano al loro posto e contribuiscono allo sviluppo dell'ulcera duodenale: cattiva alimentazione, predisposizione ereditaria, ridotta immunità, assunzione di farmaci antinfiammatori non steroidei.

Alcuni fattori di rischio possono essere evitati. È necessario imparare a rispondere con calma a situazioni stressanti, ad abbandonare il cibo spazzatura, a non abusare di droghe.

Il quadro clinico dell'ulcera duodenale è più pronunciato nel periodo di esacerbazione. Il sintomo principale - i dolori affamati e notturni, diminuendo dopo aver mangiato, farmaci antiacidi o vomito. Le sensazioni del dolore sono di intensità variabile e appaiono periodicamente. L'esasperazione dura da alcuni giorni a diverse settimane. Durante la remissione, i pazienti si sentono bene.

I sintomi caratteristici sono: bruciore di stomaco, eruttazione, disturbi di appetito. Molti pazienti nel periodo di esacerbazione hanno osservato stitichezza. Nausea e vomito sono meno comuni.

In alcuni casi, la malattia procede con sintomi lievi e l'ulcera guarisce se stessa.

Se l'ulcera duodenale non viene trattata, lo strato sottomucoso e muscolare è interessato. Le complicanze si sviluppano sotto forma di sanguinamento, perforazione, cicatrici e un tumore maligno.

Quando la perforazione del contenuto dell'ulcera dell'intestino penetra nella cavità addominale e causa una peritonite purulenta. Il primo sintomo di perforazione è un forte dolore nella regione epigastrica, che si diffonde rapidamente, copre l'intero addome e si irradia sulla spalla destra o sulla scapola.

Tumori del duodeno

I tumori benigni (miomi, lipomi, emangiomi, polipi adenomatosi) sono rari. Nella maggior parte dei casi, localizzato nella papilla di Vater. Non ci sono sintomi nelle prime fasi. Le grandi neoplasie violano il passaggio della pappa di cibo e sono accompagnate da sanguinamento, dolori crampi nella regione epigastrica.

12 il cancro duodenale è anche una malattia relativamente rara. Neoplasie sono formate dalle ghiandole intestinali e cellule epiteliali delle cripte intestinali. Sotto il microscopio, i tumori rappresentano una superficie ulcerata densa con bordi alti.

Per lo sviluppo della malattia predispongono:

fattori ereditari; Malattia di Crohn; adenomi benigni; cattive abitudini e dieta squilibrata.

Le cellule tumorali si metastatizzano alle ghiandole linfatiche regionali. Negli organi adiacenti (fegato, pancreas, radice del mesentere dell'intestino tenue) si diffondono raramente.

Nelle prime fasi della malattia è difficile da diagnosticare. Il cancro non si manifesta per molto tempo. I sintomi compaiono quando una neoplasia restringe il lume intestinale o si sviluppa l'intossicazione da tumore. Ci sono dolori di varia intensità; debolezza e stanchezza; diminuzione dell'appetito e dell'immunità; la temperatura aumenta.

Negli stadi successivi, se la neoplasia colpisce il dotto biliare, l'ittero della pelle appare nei pazienti, le feci si scoloriscono a causa di un aumento della bilirubina.

Con la crescita di un tumore patologico, si osservano sintomi come flatulenza, bruciore di stomaco, nausea, vomito e sangue nelle feci.

Alla ricerca di un aiuto medico per la comparsa di sintomi lievi consente di salvare la salute e la vita.

Diverticoli duodenali

Sulle pareti del corpo si formano delle protuberanze a forma di borsa.

La formazione di un diverticolo è promossa da:

debolezza congenita della parete duodenale; malattie infiammatorie degli organi vicini; scarsa nutrizione; cambiamenti legati all'età nel tessuto connettivo.

Di solito la malattia è asintomatica. In alcuni casi, dopo aver mangiato, dolore e pesantezza nella parte destra dell'addome, nausea. Si osserva ittero meccanico se il dotto biliare si trova nel diverticolo.

Il dolore grave si verifica quando si verifica un processo infiammatorio nel diverticolo.

Fistola duodenale

I processi patologici nella parete intestinale contribuiscono alla formazione di fistole duodenali interne. Si spostano in organi vicini (cistifellea, cavità del colon e intestino tenue). La malattia può anche diffondersi nel duodeno dagli organi vicini.

I sintomi dipendono da quale parte del tratto gastrointestinale attraverso il percorso fistoloso è l'intestino. Ad esempio, quando si forma un canale con una cistifellea, ci sono: ritenzione di gas e di feci, nausea, vomito, sapore amaro in bocca.

Fistola duodenale esterna (connessione della superficie della pelle con il lume intestinale)
formato dopo penetrazione di ferite, lesioni degli organi addominali e la divergenza delle suture operative. Come risultato della perdita di succo digestivo, l'equilibrio elettrolitico e proteico è disturbato.

I sintomi delle malattie duodenali sono simili alle manifestazioni cliniche delle malattie degli organi vicini. In alcuni casi, la diagnosi può essere fatta dopo un esame completo del tratto gastrointestinale.

Il duodeno nel corpo umano svolge un ruolo importante nel processo digestivo. Si trova all'inizio dell'intestino, quindi i nutrienti vengono assorbiti e il nodulo viene attivamente processato. Questa sezione dell'intestino non è assicurata contro lo sviluppo di molte malattie. Il loro verificarsi porta a significativi disturbi digestivi, che influiscono negativamente sul benessere dell'intera persona.

01 Struttura del duodeno

L'intero intestino umano è convenzionalmente diviso in due sezioni: il colon e l'intestino tenue. All'inizio dell'intestino tenue è l'ulcera duodenale. È così chiamato perché la sua lunghezza è approssimativamente uguale a dodici dita o dita.

Si trova tra lo stomaco e il digiuno. Nel punto di scarico dallo stomaco è lo sfintere. Anatomicamente, il duodeno è diviso in quattro parti:

la parte superiore (il bulbo duodenale) si trova nella regione della dodicesima vertebra toracica e prima lombare, la sua lunghezza è di 5-6 cm; la parte discendente si estende a destra dalle prime tre vertebre lombari, lunghezza 7-12 cm; la parte orizzontale è al livello della terza vertebra lombare, lunghezza 6-8 cm; la parte ascendente sale alla seconda vertebra lombare, lunga 4-5 cm.

La parte discendente contiene il dotto escretore del pancreas e la grande papilla duodenale. La lunghezza totale del duodeno è 22-30 cm.

Il muro dell'intestino ha una struttura a strati:

lo strato interno è rappresentato da una membrana mucosa con un gran numero di pieghe, lanugine e depressioni; lo strato intermedio, o sottomucoso, è costituito da tessuto connettivo, in cui si trovano i plessi vascolari e nervosi, il terzo strato è muscolare, fornisce le contrazioni dell'intestino durante la digestione; strato sieroso esterno fornisce protezione contro i danni.

Il duodeno da tutte le parti in contatto con altri organi interni:

fegato e dotto biliare comune; rene destro e uretere; pancreas; la parte ascendente del colon.

Tale anatomia del corpo determina le caratteristiche delle malattie che si verificano in esso.

Come identificare i sintomi del cancro del colon-retto in donne e uomini?

02 funzioni

Il duodeno ha un'importante funzione nel processo digestivo. Tutti i succhi e gli enzimi digestivi sono mescolati nella sua cavità:

gastrica; pancreatica; bile; propri enzimi.

Tutto ciò consente di elaborare al massimo il nodulo di cibo e abbattere i nutrienti in modo che siano completamente assorbiti nella parete intestinale. I maggiori cambiamenti si verificano con il cibo in questa particolare area.

Un buon apporto di sangue alla parete intestinale garantisce il massimo assorbimento. Il massiccio strato muscolare favorisce il movimento delle masse alimentari in ulteriori sezioni dell'intestino.

Perché c'è sangue dall'ano e quali malattie possono essere associate ad esso?

03 Sintomi e trattamento delle malattie

Nel duodeno può sviluppare processi patologici che portano alla violazione della sua funzione. Ciò peggiora il benessere di una persona e influisce negativamente sulla sua salute generale.

Le malattie più frequenti del duodeno sono:

processi infiammatori; la formazione di ulcere; processi tumorali.

Condizioni di emergenza del tratto gastrointestinale

Sintomi, cause e trattamento del gonfiore intestinale

04 Malattie infiammatorie

Il processo infiammatorio nel duodeno è chiamato duodenite. Il quadro clinico dell'infiammazione del duodeno è vario e dipende dalla forma della malattia.