logo

Posizione, struttura, funzione dello stomaco

Lo stomaco è una delle parti più importanti del sistema digestivo. Da entrambi i lati, passa nel duodeno e nell'esofago. Se si pensa a quale sia la funzione dello stomaco, il compito principale è l'elaborazione iniziale del cibo consumato da una persona e la ripartizione delle proteine, che è necessaria per facilitare la successiva digestione.

Posizione e struttura dello stomaco

Lo stomaco è un organo cavo formato da tessuto muscolare e strati mucosi, in uno stato vuoto la sua capacità non supera i 500 ml, con il riempimento e lo stretching il volume raggiunge una media di un litro. Allo stesso tempo la capacità massima è in grado di raggiungere i quattro litri. Ora riguardo la struttura e la funzione dello stomaco, i suoi reparti:

  • La regione cardiaca è anatomicamente vicino al cuore, questa regione rappresenta la transizione tra lo stomaco e l'esofago. A causa del tessuto muscolare ben sviluppato, non si verifica il movimento inverso del nodulo di cibo.
  • L'arco - o il fondo - di un organo è simile alla cupola, che si trova a sinistra del cardias e sopra di esso. Questo è un luogo di accumulo di aria, accidentalmente catturato con il cibo. La particolarità dell'arco è l'insieme delle ghiandole che formano l'acido cloridrico.
  • Il corpo principale è un corpo che occupa 2/3 dell'intera dimensione. In questa zona, il cibo in arrivo viene memorizzato e diviso, ed è quest'area che determina il volume gastrico.
  • La sezione pilorica costituisce il canale e la grotta, si trova sotto gli altri, quindi passa nel duodeno. Il compito principale di questo sito è il movimento del cibo.

Muro di stomaco

Le funzioni dello stomaco umano non potevano essere eseguite completamente senza lo strato mucoso che riveste la superficie interna dell'organo. Il guscio della struttura a chiazze è uno strato continuo di cellule epiteliali ed è molto sensibile a qualsiasi sostanza irritante. Le cellule dello strato mucoso producono succo gastrico, pepsina, controllano i processi digestivi. Il compito dello strato sottomucoso è di fornire nutrimento allo strato mucoso, che è ricco di terminazioni nervose, vasi sanguigni. Le fibre nervose reagiscono al cibo che ha raggiunto lo stomaco, dando un segnale alla produzione di enzimi.

La funzione dello stomaco - le sue pareti esterne, costituite da uno strato di tessuto muscolare - è di ammorbidire, mescolare e spingere i prodotti. Lo strato muscolare è costituito da tre strati:

Lo strato esterno è simile a un sottile film epiteliale. Numerose fibre nervose si trovano in questa membrana sierosa, che è la principale causa di dolore in molti processi patologici gastrici. Lo strato esterno è necessario per la produzione di una piccola quantità di liquido, che consente di ridurre l'attrito tra gli organi interni. Il compito principale dello strato sieroso - la protezione dall'ambiente intestinale.

Caratteristiche ed efficacia della struttura dello stomaco - una garanzia che il corpo farà fronte alle funzioni assegnate ad esso. Tuttavia, qualsiasi violazione dello schema stabilito provoca fallimenti nel sistema digestivo.

I principali processi che si verificano nello stomaco

Dopo aver considerato tutto quanto sopra, è possibile determinare le funzioni gastriche e i processi che si verificano nel corpo:

  • conservazione temporanea del cibo;
  • produzione di succo gastrico per la lavorazione chimica;
  • miscelazione di prodotti alimentari con acido;
  • il movimento del cibo nel duodeno;
  • assorbimento di un certo numero di elementi;
  • escrezione di metaboliti e elementi in entrata nella cavità gastrica con acido;
  • la secrezione di sostanze per la regolazione delle ghiandole;
  • azione battericida, batteriostatica fornita dai succhi gastrici;
  • rimozione di prodotti scadenti e prevenzione della loro penetrazione nell'intestino.

Anatomia: dove si trova lo stomaco della persona, quali funzioni

Circa esattamente dove si trova lo stomaco nel corpo umano, molti imparano anche prima delle lezioni di anatomia. Ciò è dovuto al tipico per la maggior parte dei problemi associati alla digestione.

Informazioni di base

Nello stomaco, il cibo viene processato dagli enzimi.

Lo stomaco è l'organo della digestione, che è una certa espansione come una borsa nel canale digerente. È l'elaborazione degli enzimi alimentari, la sua divisione primaria.

Il processo di digestione in questo organo si basa sulla secrezione di un succo gastrico speciale. È prodotto dalle ghiandole situate sulle sue pareti.

Poiché lo stomaco occupa la parte superiore della cavità addominale, può essere sentito immediatamente sotto il diaframma, sotto lo sterno, nel centro e a sinistra. La dimensione dello stomaco varia a seconda dell'età, è piccola nei bambini, ma nelle persone di età il volume può raggiungere diversi litri. Se media le cifre, otterrai una cifra da mezzo litro.

Caratteristiche della digestione nello stomaco

L'esofago serve a promuovere il cibo.

La posizione dello stomaco nello spazio addominale superiore è giustificata dalle sue funzioni. Ottiene cibo dall'esofago, è il primo organo che inizia a digerire completamente il cibo.

Infatti, nella macinazione meccanica del cibo nel cavo orale avvengono reazioni chimiche frammentarie. L'esofago serve a promuovere il cibo e nello stomaco inizia l'elaborazione chimica completa.

Il cibo che arriva lì è influenzato dagli acidi. Reagiscono con il cibo e portano all'emergere di nuovi composti chimici che possono essere assorbiti dal corpo.

Il risultato di ogni reazione ha le sue caratteristiche, ma è proprio a causa della diversità dei prodotti finali dello stomaco che le persone possono pienamente esistere.I prodotti di reazione dei processi gastrici di digestione segnalano il cervello attraverso speciali recettori che è necessario eseguire una serie di azioni in modo che i nutrienti dal nodulo alimentare possano essere assorbiti dal corpo.

All'uscita dallo stomaco, il cibo non è completamente diviso, per ulteriori elaborazioni è sufficiente. Perché il sistema digestivo riconosca i componenti principali intrappolati nello stomaco, è sufficiente una digestione parziale del cibo.

Guarda il video su dove si trova lo stomaco della persona:

Funzione principale dello stomaco

Si ritiene che lo scopo principale dello stomaco sia quello di analizzare il cibo mangiato da una persona e segnalare al cervello la natura delle sostanze nel corpo e le loro caratteristiche principali.

È il cervello che dirige la produzione di enzimi per digerire il cibo. Dopo aver ricevuto informazioni dallo stomaco su quale tipo di cibo è apparso, dà gli ordini per la produzione di alcuni enzimi. Quindi, in realtà, lo stomaco può essere confrontato con un tecnico di laboratorio, conducendo un'analisi di varie sostanze.

Funzioni dello stomaco

Un'importante funzione dello stomaco: la distruzione dei germi, intrappolata con il cibo.

Oltre a riconoscere i componenti alimentari in entrata, lo stomaco svolge altre importanti funzioni:

  • ulteriore lavorazione meccanica del cibo;
  • digestione frammentaria;
  • formare un nodulo di cibo umettando, mescolando;
  • dopo la rottura del cibo da parte degli acidi è l'assimilazione dei singoli nutrienti attraverso l'assorbimento;
  • la distruzione dei microbi che sono andati d'accordo con il cibo è una delle funzioni dell'acido cloridrico.

Caratteristiche anatomiche dello stomaco

Lo stomaco sembra solo un normale sacchetto vuoto. Come parte di questo corpo, i biologi distinguono diversi dipartimenti:

  1. reparto cardiaco;
  2. antral;
  3. fondo;
  4. il corpo;
  5. subkardiya.

Cardia è un altro nome per il reparto cardiaco. Ha ricevuto questo nome perché è vicino al cuore. Questo dipartimento è responsabile della corretta promozione del cibo, quindi ha una componente muscolare sviluppata, che è chiamata polpa cardiaca. Previene il ritorno del cibo che è stato ingerito, lo spinge ulteriormente.

Subcardia - la sezione successiva dello stomaco, è più bassa di 5 cm, se si prende il lato con una piccola curvatura.

L'antro è l'ultima parte in cui il cibo passa prima di entrare nell'intestino. In realtà, questa parte separa lo stomaco con l'intestino. Non c'è quasi nessuna digestione, ma il muco viene rilasciato, il cui scopo principale è quello di neutralizzare l'acido cloridrico.

Il fondo - la parte che si solleva sopra la zona di entrata dell'esofago, ha una forma convessa, simile alla cupola. Ecco l'aria che una persona ingoia nello stesso momento in cui mangia. Sulla superficie interna di questa parte sono le ghiandole che danno il succo gastrico. Questa parte è più vicina all'altra colonna vertebrale.

Il corpo è la parte principale del corpo, inizia dopo il fondo, ma non ci sono confini chiari tra il corpo e il fondo. È nel corpo che si mangia il cibo.

Lo stomaco ha una piccola curvatura (andando a destra) e una grande (andando a sinistra). 2 pareti (la superficie composta da più strati), un'apertura d'ingresso e una deduzione. I legamenti gastroepatici sono attaccati al lato dove c'è una piccola curvatura. D'altra parte, c'è una grande curvatura, la sua lunghezza supera la lunghezza di quella piccola di 5 cm. Il punto più alto della curvatura maggiore è il posto vicino ai bordi della cartilagine 6 a sinistra.

Ciascuno dei fori ha il suo nome: il cibo passa nello stomaco attraverso il foro cardio. Questo organo lascia il nodulo di cibo attraverso l'apertura del piloro. Conduce il cibo nel duodeno.

Patologia dello stomaco

Il cancro è la malattia più terribile.

I problemi associati al funzionamento dello stomaco sono diffusi. La gastrite è più comune e le persone spesso soffrono di ulcere e cancro.

Il cancro è la malattia più terribile che è considerata la fase finale della lesione di questo organo. Nella foto puoi vedere come cambia anche l'aspetto del corpo del paziente.

Le ragioni principali per i disturbi di cui sopra sono alimenti non sicuri contenenti un gran numero di ingredienti nocivi. Di grande importanza è un brutto ambiente e stare in situazioni stressanti.

Se cerchi il consiglio di esperti al minimo sospetto di una malattia, puoi evitare le tristi conseguenze. Le fasi iniziali della malattia sono facilmente corrette. Ma nei casi avanzati, a volte nulla può essere fatto nemmeno per salvare vite. quindi visite preventive al medico, esami tempestivi aiuteranno a preservare la salute e la vita, ognuna di queste malattie ha le sue caratteristiche.

  1. Gastrite. L'effetto principale di questa malattia è mirato alla distruzione della mucosa gastrica. Sotto l'influenza di acidità alta o bassa, iniziano i processi infiammatori.
  2. Un'ulcera Questa malattia è causata da succo gastrico eccessivamente concentrato. Mangia la membrana mucosa, la ulcera. Le ulcere sono piaghe che possono raggiungere dimensioni di 1 cm.

Al fine di normalizzare lo stato dell'organo in gastrite, ulcere, è necessario seguire una dieta, monitorare rigorosamente lo stato del sistema nervoso, assumere i farmaci prescritti da un medico. Se non si discosta da tutte le raccomandazioni, è possibile superare la situazione e recuperare la propria salute o, almeno, non affrontare il deterioramento della situazione.

Funzioni dello stomaco

Digestione nello stomaco

Il cibo triturato e inzuppato di saliva entra nello stomaco sotto forma di noduli di cibo, in cui solo i carboidrati vengono parzialmente digeriti. La digestione nello stomaco è il prossimo passo nella lavorazione meccanica e chimica del cibo, prima della sua rottura finale nell'intestino.

Le principali funzioni digestive dello stomaco sono:

  • motore - fornisce la deposizione di cibo nello stomaco, la sua elaborazione meccanica e l'evacuazione del contenuto dello stomaco nell'intestino;
  • secretoria - fornisce la sintesi e la secrezione di componenti del succo gastrico, la successiva lavorazione chimica del cibo.

Le funzioni non digestive dello stomaco sono: protettive, escretorie, endocrine e omeostatiche.

Funzione motoria dello stomaco

Durante il pasto c'è un rilassamento riflesso dei muscoli del fondo dello stomaco, che contribuisce al deposito di cibo. Il pieno rilassamento dei muscoli delle pareti dello stomaco non si verifica e acquisisce il volume a causa della quantità di assunzione di cibo. La pressione nello stomaco non aumenta in modo significativo. A seconda della composizione del cibo può indugiare nello stomaco da 3 a 10 ore.Il cibo in entrata è principalmente concentrato nella parte prossimale dello stomaco. Le sue pareti coprono strettamente il cibo solido e non permettono che cada sotto.

Dopo 5-30 minuti dall'inizio del pasto, ci sono contrazioni dello stomaco nelle immediate vicinanze dell'esofago, dove si trova il pacemaker cardiaco. Il secondo pacemaker è localizzato nella parte pilorica dello stomaco. Nello stomaco pieno, ci sono tre principali tipi di motilità gastrica: onde peristaltiche, contrazioni sistoliche del dipartimento pilorico e contrazioni topiche del fondo e nel corpo dello stomaco. Nel processo di queste contrazioni, i componenti del cibo continuano a essere macinati, mescolati con succo gastrico, formando un chimo.

Chyme è una miscela di componenti alimentari, prodotti di idrolisi, secrezioni digestive, muco, enterociti respinti e microrganismi.

Fig. lo stomaco

Circa un'ora dopo l'ingestione, le onde peristaltiche che si propagano nella direzione caudale si intensificano, il cibo viene spinto verso l'uscita dallo stomaco. Durante la contrazione sistolica dell'antro, la pressione al suo interno aumenta significativamente e la porzione del chimo passa nel duodeno attraverso lo sfintere del piloro di apertura. Il contenuto rimanente viene restituito alla parte prossimale del piloro. Il processo è ripetuto. Onde toniche di grande ampiezza e durata spostano il contenuto di cibo dal fondo all'antro. Di conseguenza, c'è un'omogeneizzazione abbastanza completa dei contenuti gastrici.

Le contrazioni dello stomaco sono regolate da meccanismi neuro-riflessi, il cui lancio avviene quando vengono stimolati i recettori del cavo orale, dell'esofago, dello stomaco e dell'intestino. La chiusura degli archi riflessi può essere effettuata nel sistema nervoso centrale, nei gangli dell'ANS, nel sistema nervoso intramurale. L'aumento del tono della divisione parasimpatica dell'ANS è accompagnato da una maggiore motilità gastrica e simpatico - dalla sua inibizione.

La regolazione umorale della motilità gastrica viene eseguita dagli ormoni gastrointestinali. La motorina è potenziata da gastrina, motilina, serotonina, insulina e inibizione - secretina, colecistochinina (CCK), glucagone, peptide intestinale vasoattivo (VIP), peptide gastroinibitorio (HIP). Il meccanismo della loro influenza sulla funzione motoria dello stomaco può essere diretto - un effetto diretto sui recettori dei miociti e indirettamente - attraverso un cambiamento nell'attività dei neuroni intramurali.

L'evacuazione del contenuto dello stomaco è determinata da molti fattori. Gli alimenti ricchi di carboidrati vengono evacuati più velocemente rispetto agli alimenti ricchi di proteine. Il cibo grasso viene evacuato con la minima velocità. I liquidi passano all'intestino poco dopo essere entrati nello stomaco. Aumentare la quantità di assunzione di cibo rallenta l'evacuazione.

L'evacuazione del contenuto dello stomaco è influenzata dalla sua acidità e dal grado di idrolisi dei nutrienti. Con un'idrolisi insufficiente, l'evacuazione viene rallentata e, quando si verifica l'acidificazione, il chimo accelera. Il movimento del chimo dallo stomaco al duodeno è regolato anche dai riflessi locali. L'irritazione dei meccanocettori dello stomaco provoca un riflesso, accelerando l'evacuazione e l'irritazione dei meccanocettori del duodeno, un riflesso che rallenta l'evacuazione.

Il rilascio involontario del contenuto del tratto gastrointestinale attraverso la bocca è chiamato vomito. È spesso preceduta dalla nausea. Il vomito è solitamente una reazione difensiva finalizzata a liberare il corpo dalle sostanze tossiche e tossiche, ma può anche verificarsi in varie malattie. Il centro del vomito si trova nella parte inferiore del ventricolo IV nella formazione reticolare del midollo allungato. L'eccitazione del centro può verificarsi durante la stimolazione di molte zone riflessogene, in particolare durante la stimolazione dei recettori della radice della lingua, della faringe, dello stomaco, dell'intestino, delle coronarie, dell'apparato vestibolare, così come del gusto, olfattivo, visivo e di altri recettori. I muscoli lisci e striati sono coinvolti nella realizzazione del vomito, la contrazione e il rilassamento dei quali è coordinato dal centro del vomito. I suoi segnali coordinati seguono i centri motori del midollo e del midollo spinale, da dove gli impulsi efferenti lungo le fibre del vago e dei nervi simpatici seguono i muscoli dell'intestino, dello stomaco, dell'esofago e anche lungo le fibre dei nervi somatici verso il diaframma, i muscoli del tronco, gli arti. Il vomito inizia le contrazioni dell'intestino tenue, quindi i muscoli dello stomaco, il diaframma, il contratto della parete addominale, lo sfintere cardiaco si rilassa. La muscolatura scheletrica fornisce movimenti ausiliari. La respirazione viene generalmente inibita, l'entrata delle vie respiratorie viene chiusa dall'epiglottide e il vomito viene inalato.

Funzione secretoria gastrica

La digestione del cibo nello stomaco viene effettuata dagli enzimi del succo gastrico, che è prodotto dalle ghiandole dello stomaco situate nella sua mucosa. Esistono tre tipi di ghiandole gastriche: fundico (proprio), cardiaco e pilorico.

Le ghiandole fondamentali si trovano nella parte inferiore, nel corpo e nella piccola curvatura. Sono costituiti da tre tipi di celle:

  • principali (pepsinici) che secernono pepsinogeni;
  • copertura (parietale) secernente acido cloridrico e fattore interno Castello;
  • muco secernente aggiuntivo (mucoso).

Negli stessi reparti ci sono le cellule endocrine, in particolare l'istamina simile all'enterocromaffina, secernente, e le cellule delta che secernono la somatostagina, che sono coinvolte nella regolazione della funzione di cellule di copertura.

Le ghiandole cardiache si trovano nella sezione cardiaca (tra l'esofago e il fondo) e producono una secrezione mucosa viscosa (muco) che protegge la superficie dello stomaco dai danni e facilita il trasferimento del bolo alimentare dall'esofago allo stomaco.

Le ghiandole piloriche si trovano nell'area del piloro e producono secrezione di muco fuori dal pasto. Quando si mangia, la secrezione di queste ghiandole viene inibita. Qui ci sono le cellule G che producono l'ormone gastrina, che è un potente regolatore dell'attività secretiva delle ghiandole fundali. Pertanto, la rimozione dell'antro dello stomaco durante l'ulcera peptica può portare all'inibizione della sua funzione di formazione degli acidi.

La composizione e le proprietà del succo gastrico

La secrezione gastrica è divisa in basale e stimolata. Uno stomaco vuoto contiene fino a 50 ml di succo di una reazione debolmente acida (pH 6,0 e oltre). Quando si mangia, il succo viene prodotto con elevata acidità (pH 1,0-1,8). Durante il giorno, ha prodotto 2,0-2,5 litri di succo.

Il succo gastrico è un liquido limpido costituito da acqua e sostanze dense (0,5-1,0%). Il residuo denso è rappresentato da componenti inorganici e organici. Cloruri, meno fosfati, solfati, bicarbonati prevalgono tra gli anioni. Dei cationi, più Na + e K +, meno Mg 2+ e Ca 2+ La pressione osmotica del succo è maggiore del plasma sanguigno. Il principale componente inorganico del succo è l'acido cloridrico (HCI). Maggiore è il tasso di secrezione di HC1 da parte delle cellule del rivestimento, maggiore è l'acidità del succo gastrico (Figura 1).

L'acido cloridrico ha diverse importanti funzioni. Provoca denaturazione e rigonfiamento delle proteine ​​e quindi favorisce la loro idrolisi, attiva i pepsinogeni e crea un ambiente acido ottimale per la loro azione, ha un effetto battericida, partecipa alla regolazione della sintesi degli ormoni gastrointestinali (gastrina, secretina) e alla funzione motoria dello stomaco (evacuazione del chimo nel duodeno).

I componenti organici del succo sono sostanze contenenti azoto di natura non proteica (urea, creatina, acido urico), mucoidi e proteine, in particolare enzimi.

Enzimi del succo gastrico

Il principale processo enzimatico nello stomaco è l'iniziale idrolisi delle proteine ​​sotto l'azione delle proteasi.

Le proteasi sono un gruppo di enzimi (endopeptidasi: pepsina, tripsina, chimotripsina e altri, esopeptidasi: aminopeptidasi, carbossipeptidasi, tri- e dipeptidasi, ecc.) Che scompongono le proteine ​​in amminoacidi.

Sono sintetizzati dalle principali cellule delle ghiandole gastriche sotto forma di precursori inattivi - pepsinogeni. I pepsinogeni rilasciati nel lume dello stomaco sotto l'influenza dell'acido cloridrico vengono convertiti in pepsine. Quindi questo processo procede in modo autocatalitico. Le pepsine hanno attività proteolitica solo in ambiente acido. A seconda del valore pH ottimale per la loro azione, vengono rilasciate varie forme di questi enzimi:

  • pepsina A - il pH ottimale è 1,5-2,0;
  • pepsina C (gastriksin) - pH ottimale 3,2-3,5;
  • Pepsina B (parapepsina) - pH ottimale 5,6.

Fig. 1. Dipendenza della concentrazione protonica di idrogeno e altri ioni nel succo gastrico sulla velocità della sua formazione

Le differenze di pH per la manifestazione dell'attività di pepsine sono importanti, poiché assicurano l'attuazione di processi idrolitici a diversa acidità del succo gastrico, che avviene nel nodulo di cibo a causa della penetrazione irregolare del succo nel nodulo. Il principale substrato di pepsina è la proteina del collagene, che è il componente principale del tessuto muscolare e di altri prodotti animali. Questa proteina è scarsamente digerita dagli enzimi intestinali e la sua digestione nello stomaco è cruciale per un'efficace scomposizione proteica dei prodotti a base di carne. Con bassa acidità di succo gastrico, scarsa attività di pepsina o il suo basso contenuto, l'idrolisi dei prodotti a base di carne è meno efficace. La quantità principale di proteine ​​alimentari sotto l'azione di pepsine viene scomposta in polipeptidi e oligopeptidi, e solo il 10-20% delle proteine ​​è quasi completamente digerito, trasformandosi in albumosi, peptoni e piccoli polipeptidi.

Esistono anche enzimi non proteolitici nel succo gastrico:

  • lipasi - un enzima che abbatte i grassi;
  • lisozima - idrolasi, distruggendo le pareti cellulari dei batteri;
  • Urea: un enzima che scompone l'urea in ammoniaca e anidride carbonica.

Il loro significato funzionale in una persona sana per adulti è piccolo. Allo stesso tempo, la lipasi del succo gastrico svolge un ruolo importante nella disgregazione dei grassi del latte durante l'allattamento al seno dei bambini.

Lipasi - un gruppo di enzimi che scompongono i lipidi a monogliceridi e acidi grassi (le esterasi idrolizzano i vari esteri, ad esempio la lipasi scompone i grassi per formare glicerolo e acidi grassi, la fosfatasi alcalina idrolizza gli esteri fosforici).

Un componente importante del succo sono i mucoidi, che sono glicoproteine ​​e proteoglicani. Lo strato di muco formato da loro protegge il rivestimento interno dello stomaco dall'auto-digestione e dal danno meccanico. Il mucoide include anche la gastromucoproteina, chiamata fattore interno di Castle. È legato allo stomaco con vitamina B12, viene fornito con il cibo, lo protegge dalla scissione e fornisce assorbimento. Vitamina B12 è un fattore estrinseco richiesto per l'eritropoiesi.

Regolazione della secrezione di succo gastrico

La regolazione della secrezione del succo gastrico viene effettuata mediante il riflesso condizionato e i meccanismi riflessi incondizionati. Sotto l'azione di stimoli condizionati sui recettori degli organi di senso, i segnali sensoriali generati vengono inviati alle rappresentazioni corticali. Sotto l'azione di stimoli incondizionati (cibo) sui recettori della cavità orale, la faringe, lo stomaco, gli impulsi afferenti fluiscono attraverso i nervi cranici (V, VII, IX, X coppie) nel midollo, poi nel talamo, nell'ipotalamo e nella corteccia. I neuroni della corteccia rispondono generando impulsi nervosi efferenti, che lungo i percorsi discendenti entrano nell'ipotalamo e attivano in esso i neuroni dei nuclei che controllano il tono del sistema nervoso parasimpatico e simpatico. I neuroni attivati ​​dei nuclei che controllano il tono del sistema parasimpatico inviano un flusso di segnali ai neuroni del reparto bulbare del centro nutrizionale, e quindi lungo i nervi vago allo stomaco. L'acetilcolina rilasciata dalle fibre postgangliari stimola la funzione secretoria delle principali cellule occipitali e accessorie delle ghiandole fundali.

Con la formazione eccessiva di acido cloridrico nello stomaco aumenta la probabilità di sviluppare gastrite iperacida e ulcere dello stomaco. Quando la terapia farmacologica non ha successo, un metodo chirurgico di trattamento - dissezione (vagotomia) delle fibre del nervo vago innervando lo stomaco viene utilizzato per ridurre la produzione di acido cloridrico. Vagotomy di una parte delle fibre è osservato durante altre operazioni chirurgiche sullo stomaco. Di conseguenza, uno dei meccanismi fisiologici di stimolazione della formazione di acido cloridrico da parte del neurotrasmettitore del sistema nervoso parasimpatico, l'acetilcolina, viene eliminato o indebolito.

Dai neuroni dei nuclei che controllano il tono del sistema simpatico, il flusso dei segnali verrà trasmesso ai suoi neuroni pregangliari situati nei segmenti toracici di TVI,-TX midollo spinale e poi lungo i nervi celiaci fino allo stomaco. La noradrenalina rilasciata dalle fibre simpatiche postgangliari ha un effetto prevalentemente inibitorio sulla funzione secretoria dello stomaco.

I meccanismi umorali che si realizzano attraverso l'azione di gastrina, istamina, secretina, colecistochinina, VIP e altre molecole di segnalazione sono anche importanti nella regolazione della secrezione di succo gastrico. In particolare, l'ormone gastrina, rilasciato dalle cellule G dell'antro, entra nel flusso sanguigno e attraverso la stimolazione di specifici recettori delle cellule di rivestimento aumenta la formazione di HCl. L'istamina è prodotta dalle cellule della mucosa fundica, stimola il modo paracrino H2-recettori di cellule occipitali e causa la secrezione di succo di elevata acidità, ma povero di enzimi e mucina.

L'inibizione della secrezione di HCl è causata da secretina, colecistochinina, peptide intestinale vasoattivo, glucagone, somatostatina, serotonina, tiroliberina, ormone antidiuretico (ADH), ossitocina, formata dalle cellule endocrine della membrana mucosa del tratto gastrointestinale. Il rilascio di questi ormoni è controllato dalla composizione e dalle proprietà del chimo.

Stimolanti della secrezione di pepsinogeno sono le principali cellule sono acetilcolina, gastrina, istamina, secretina, colecistochinina; stimolanti della secrezione mucosa - acetilcolina, in misura minore gastrina e istamina, così come serotonina, somatostatina, adrenalina, dopamina, prostaglandina E2.

Fasi della secrezione gastrica

Esistono tre fasi della secrezione gastrica del succo:

  • riflesso complesso (cervello), dovuto alla stimolazione di recettori distanti (visivi, olfattivi), così come i recettori del cavo orale e della faringe. I riflessi condizionati e incondizionati che sorgono durante questo processo costituiscono i meccanismi scatenanti per la secrezione (questi meccanismi sono descritti sopra);
  • gastrico, a causa dell'influenza del cibo sulla mucosa gastrica attraverso il mechano ed emorecigenico. Questi possono essere effetti stimolanti e inibitori, con l'aiuto di cui la composizione del succo gastrico e il suo volume si adattano alla natura del cibo preso e alle sue proprietà. Nei meccanismi di regolazione della secrezione in questa fase un ruolo importante è giocato da influenze parasimpatiche dirette, così come gastrina e somatostatina;
  • intestinale, a causa degli effetti del chimo sulla mucosa intestinale attraverso meccanismi di riflesso e inibizione stimolanti e umorali. L'ammissione al duodeno di un chimo insufficientemente trattato di una reazione debolmente acida stimola la secrezione di succo gastrico. I prodotti di idrolisi assorbiti nell'intestino stimolano anche la sua escrezione. Quando un chimo sufficientemente acido penetra nell'intestino, la secrezione di succo viene inibita. L'inibizione della secrezione è causata dai prodotti di idrolisi di grassi, amido, polipeptidi, amminoacidi nell'intestino.

Le fasi gastrica e intestinale sono talvolta combinate nella fase neuroumorale.

Funzioni non digerenti dello stomaco

Le principali funzioni non digestive dello stomaco sono:

  • protettivo - partecipazione alla protezione non specifica del corpo contro le infezioni. Consiste nell'azione battericida dell'acido cloridrico e del lisozima su un'ampia gamma di microrganismi che entrano nello stomaco con cibo, saliva e acqua, così come nella produzione di mucoidi, che sono glicoproteine ​​e proteoglicani. Lo strato di muco formato da loro protegge il rivestimento interno dello stomaco dall'auto-digestione e dal danno meccanico.
  • escretore - il rilascio dall'ambiente interno del corpo di metalli pesanti, un certo numero di droghe e droghe. Tenendo conto di questa funzione, il metodo di fornire assistenza medica in caso di avvelenamento viene applicato quando la lavanda gastrica viene eseguita con una sonda;
  • endocrino - la formazione di ormoni (gastrina, secretina, grelina), che svolgono un ruolo importante nella regolazione della digestione, la formazione di stati di fame e saturazione e il mantenimento del peso corporeo;
  • omeostatico - partecipazione ai meccanismi di mantenimento del pH e formazione del sangue.

Il microrganismo Helikobacter pylori, che è uno dei fattori di rischio per lo sviluppo dell'ulcera peptica, si moltiplica nello stomaco di alcune persone. Questo microrganismo produce l'enzima ureasi, sotto l'azione di cui è la scissione dell'urea in anidride carbonica e ammoniaca, parte neutralizzante dell'acido cloridrico, che è accompagnata da una diminuzione dell'acidità del succo gastrico e una diminuzione dell'attività della pepsina. La determinazione dell'ureasi nel succo gastrico viene utilizzata per rilevare la presenza di Helikobacter pylori;

Per la sintesi di cellule idrofiliche (parietali) dello stomaco dell'acido cloridrico, vengono utilizzati i protoni dell'idrogeno, che si formano durante la scissione dell'acido carbonico, proveniente dal plasma sanguigno, in H + e HCO3-, che aiuta a ridurre il livello di anidride carbonica nel sangue.

È già stato detto che una gastromucoproteina (un fattore interno di Castello) si forma nello stomaco, che è associato alla vitamina B12, viene fornito con il cibo, lo protegge dalla scissione e fornisce assorbimento. L'assenza di un fattore interno (ad esempio dopo la rimozione dello stomaco) è accompagnata dall'impossibilità di assorbimento di questa vitamina e porta allo sviluppo di B12-anemia da carenza.

stomaco

Lo stomaco fa parte del sistema digestivo. Si trova sotto il diaframma (strato muscolare situato sotto i polmoni). Con il suo apice, lo stomaco si connette con l'esofago (un tubo per trasportare il cibo). L'altra estremità dello stomaco si connette con il duodeno - la prima sezione dell'intestino tenue.

Quali sono le funzioni dello stomaco?

Lo stomaco è un organo muscoloso. La sua funzione principale è quella di mescolare il cibo mangiato e la sua scissione iniziale, che facilita un'ulteriore digestione.

lo stomaco

Lo stomaco fa parte del sistema digestivo. Si trova immediatamente sotto il diaframma (strato muscolare situato sotto i polmoni). Con il suo apice, lo stomaco si connette con l'esofago. L'altra estremità dello stomaco si connette con il duodeno - la prima sezione dell'intestino tenue.

Lo stomaco ha tre sezioni principali. La parte superiore è chiamata il fondo dello stomaco. La sezione centrale è chiamata corpo dello stomaco. La parte inferiore è chiamata antrale o pilorico (piloro). Ad ogni estremità dello stomaco c'è una valvola (il cosiddetto sfintere). La valvola tra l'esofago e l'estremità superiore dello stomaco è chiamata cardiaca (o esofageo inferiore). La valvola tra l'estremità inferiore dello stomaco e il duodeno è chiamata sfintere pilorico. Lo stomaco svolge diverse funzioni.

Come lo stomaco si mescola e rompe il cibo

Lo stomaco è un organo muscoloso. La sua funzione principale è quella di mescolare il cibo mangiato e la sua scissione iniziale, che facilita un'ulteriore digestione. Quando il cibo entra nello stomaco, i muscoli delle sue pareti iniziano a contrarsi fortemente. Questi tagli passano attraverso lo stomaco in onde. A causa delle contrazioni muscolari, il cibo viene mescolato e pestato allo stato di un liquido denso. Questo processo facilita la digestione nel duodeno.

L'inizio della digestione enzimatica

La mucosa dello stomaco contiene ghiandole che formano e secernono (secernono) il succo gastrico. Questo succo è costituito da acido cloridrico e un enzima digestivo chiamato pepsina. La produzione di succo gastrico inizia molto prima che il cibo entri nello stomaco: anche quando vediamo o sentiamo l'odore del cibo. Sotto l'azione di pepsina inizia la disgregazione (digestione) delle proteine ​​alimentari, che facilita il loro assorbimento. L'acido cloridrico è necessario per il normale funzionamento di questo enzima. Distrugge anche i batteri che possono essere trovati nel cibo e protegge contro l'intossicazione alimentare.

Altre ghiandole della mucosa producono muco denso. Questo muco protegge il rivestimento dello stomaco dai danni causati dall'acido cloridrico e dagli enzimi digestivi del succo gastrico.

Assistenza nell'assorbimento di vitamina B12

Nello stomaco vengono prodotti altri prodotti chimici necessari per l'assorbimento della vitamina B12. Questa vitamina è coinvolta nella formazione dei globuli rossi (globuli rossi) e supporta la salute del sistema nervoso.

Dove il cibo arriva dopo lo stomaco

Dopo due ore di permanenza nello stomaco, il cibo parzialmente liquido e parzialmente digerito si sposta nel duodeno, dove continua la sua ripartizione. Quindi il cibo digerito passa attraverso l'intestino tenue, dove avviene l'assorbimento (assorbimento) dei nutrienti nel sangue. Lo scarto che rimane dopo questo viene spostato nell'intestino crasso. Nella prima sezione dell'intestino crasso, l'acqua viene assorbita, dopo di che il rifiuto inizia a condensare e trasformarsi in feci o feci.

Funzioni e struttura dello stomaco

Lo stomaco è un organo cavo e muscoloso che è una parte importante del sistema digestivo. La funzione motoria primaria dello stomaco è il lavoro di un serbatoio per acqua e cibo con la loro digestione, così come il movimento della massa formata. La forma di questo corpo assomiglia ad un gancio con una leggera curvatura, che è ben vista sulla radiografia. Le sue dimensioni variano da piccole a grandi, ma la struttura è la stessa per tutte le persone sane.

La struttura dello stomaco umano

Ha diverse parti condizionali:

  1. cardiaco o input;
  2. il corpo;
  3. fondo;
  4. piloro, che blocca l'ingresso nell'intestino tenue.

Le pareti hanno quattro strati:

Tale sequenza crea sull'ultimo strato un numero di pieghe con una disposizione trasversale e longitudinale nella regione del fondo e del corpo. Questa struttura rende la mucosa allargata, facilitando la digestione e l'ulteriore movimento del purè di patate in una combinazione di prodotti digeriti per la consistenza nell'intestino tenue.

Scopo e funzione dello stomaco

Le funzioni principali dello stomaco, che egli possiede, forniscono un'assistenza preziosa nell'esecuzione dei compiti assegnati a lui nel corpo umano. Alcuni di essi sono considerati di primaria importanza, altri di quelli secondari, poiché vengono attivati ​​nei casi in cui si verificano disordini funzionali. Lo stomaco svolge diverse funzioni.

secretoria

Questa è praticamente la funzione principale, che viene effettuata a spese di numerose ghiandole, situate sulle pareti del corpo e responsabili della produzione di acido cloridrico ed enzimi. E il loro ruolo nella digestione è l'elaborazione di un pezzo di cibo con l'aiuto di succo gastrico, in cui si trovano i componenti di cui sopra. Diversi tipi di ghiandole sono classificati che forniscono la funzione secretoria gastrica:

  • Cardiaco, protegge lo stomaco dall'auto-digestione grazie alla produzione di secrezioni mucose mucose.
  • Principale, situato nell'area del fondo del corpo. Lo scopo di queste ghiandole è di produrre succo gastrico con pepsina per digerire il cibo.
  • Pilorico, produce un segreto che protegge la mucosa del corpo dall'acidità del succo gastrico.
  • Intermediario, lo scopo di queste ghiandole è la produzione di secrezione viscosa con una reazione alcalina per proteggere le cellule dello stomaco dagli effetti negativi del succo prodotto per la digestione.
Torna al sommario

Funzione del motore

L'essenza di questa funzione dello stomaco è la seguente: il tessuto muscolare viene ridotto e la cavità dello stomaco viene riempita, il cibo in entrata viene schiacciato fino a diventare molle. Successivamente, la miscela alimentare viene miscelata con succo gastrico e si sposta nell'intestino tenue. Questa funzione può essere ridotta a causa dell'ingestione di pezzi di cibo masticati male, che vengono persi per la gola e poi si attardano a lungo nello stomaco, aumentando il carico e successivamente causando una sensazione di pesantezza. L'attività motoria del corpo è fornita da tre tipi di contrazione muscolare:

  • peristaltico, responsabile del riempimento della cavità gastrica, macinazione dei prodotti in entrata, seguito da miscelazione e promozione;
  • tonico aiuta a mescolare il chimo;
  • propulsivo, destinato a promuovere i contenuti nel duodeno, il loro funzionamento è il carattere più forte di tutti gli organi del tratto gastrointestinale.
Torna al sommario

endocrino

Questa funzione è anche conosciuta come endocrina ed è molto importante per l'intera attività di una persona. È effettuato dalle cellule endocrine del corpo, che si trovano nella mucosa e producono ormoni che controllano i processi digestivi nel corpo. Ecco una lista di loro:

  1. Gastron, rallentando la produzione di acido cloridrico.
  2. La gastrina, prodotta per regolare il livello di acidità del succo gastrico dovuto alla sintesi dell'acido cloridrico, ha confermato il suo effetto sulla funzione motoria dell'organo.
  3. Bombesina, sotto l'influenza di cui innesca il meccanismo di attivazione del rilascio di gastrina, il suo effetto può essere ricondotto alla funzione enzimatica del pancreas e al movimento contrattile della cistifellea.
  4. Somatostatina, che interrompe la formazione di insulina con glucagone.
  5. Bulbogastron, progettato per rallentare la funzione motorio e secretoria dello stomaco.
  6. VIP - si forma in tutte le parti del tratto gastrointestinale per sospendere la sintesi di pepsina e acido cloridrico, nonché per rilassare la muscolatura liscia della cistifellea.
  7. Duocritina, stimolando la secrezione del duodeno.
Torna al sommario

Abilità protettiva

Le funzioni protettive eseguite si realizzano producendo un segreto speciale, contribuendo alla distruzione di microrganismi nocivi che entrano nello stomaco. La specifica struttura anatomica aiuta il corpo a restituire cibo di scarsa qualità e impedisce ai componenti dannosi di penetrare nell'intestino che si trova più lontano. Così, previene l'avvelenamento e protegge contro le sue conseguenze negative.

escretore

La funzione escretoria dello stomaco è necessaria per le persone al fine di ricevere una varietà di sostanze utili che trasportano le cellule del sangue attraverso i vasi. Queste sostanze includono urea, acido urico, proteine, amminoacidi, elettroliti. Con un aumento della loro concentrazione nella linfa, entrano nello stomaco in quantità maggiori. Questa funzione è utile per un digiuno prolungato, poiché integra la mancanza di nutrienti dalle cellule del sangue per mantenere la forza complessiva.

assorbente

L'assorbimento dei componenti benefici dai prodotti avviene principalmente nella parte intestinale dell'apparato digerente, quindi questo organo è secondario. Un tessuto dello stomaco è in grado di assorbire completamente solo l'acqua attraverso le sue pareti e le mucose sul suo lato interno. E anche questo fatto ci consente di affermare la presenza di tali capacità funzionali dello stomaco.

evacuazione

Ti permette di creare una protezione dell'intero tratto gastrointestinale da alimenti di scarsa qualità, che la gola non riesce. Altrimenti, è anche chiamato vomito e consiste nell'evacuare l'intero contenuto dallo stomaco nella direzione opposta. Per prima cosa, si verificano le contrazioni respiratorie profonde, seguite dalla contrazione del diaframma con uno stato rilassato dello stomaco. Quindi lo sfintere si apre e il cibo semi-digerito viene fuori. Un'attività respiratoria della laringe non penetra nello stomaco. Il primo messaggero di vomito è la nausea. Le violazioni di questa funzione possono essere una conseguenza del trattamento degli organi gastrointestinali, spesso un intervento chirurgico in essi.

Qualsiasi disturbo funzionale dello stomaco è provocato da fallimenti delle sue varie funzioni. Le cause alla radice del loro aspetto sono la malnutrizione, che si basa su cibi piccanti, grassi e ruvidi, pasti irregolari, stress eccessivo, che hanno un effetto negativo sul sistema immunitario, condizioni di lavoro difficili, fumo e abuso di alcool. I primi sintomi di problemi nel tratto gastrointestinale sono i dolori nella zona epigastrica, costipazione, irritabilità, apatia costante, bruciore di stomaco e eruttazione con un odore estremamente sgradevole. Se una qualsiasi delle funzioni dovesse fallire, dovresti immediatamente consultare un medico per identificare la patologia in modo tempestivo e sbarazzartene nella fase iniziale.

Circa lo stomaco

Lo stomaco fa parte del sistema digestivo. Si trova sotto il diaframma (strato muscolare situato sotto i polmoni). Con il suo apice, lo stomaco si connette con l'esofago (un tubo per trasportare il cibo). L'altra estremità dello stomaco si connette con il duodeno - la prima sezione dell'intestino tenue.

Quali sono le funzioni dello stomaco?
Lo stomaco è un organo muscoloso. La sua funzione principale è quella di mescolare il cibo mangiato e la sua scissione iniziale, che facilita un'ulteriore digestione.

lo stomaco
Lo stomaco fa parte del sistema digestivo. Si trova immediatamente sotto il diaframma (strato muscolare situato sotto i polmoni). Con il suo apice, lo stomaco si connette con l'esofago. L'altra estremità dello stomaco si connette con il duodeno - la prima sezione dell'intestino tenue.

Lo stomaco ha tre sezioni principali. La parte superiore è chiamata il fondo dello stomaco. La sezione centrale è chiamata corpo dello stomaco. La parte inferiore è chiamata antrale o pilorico (piloro). Ad ogni estremità dello stomaco c'è una valvola (il cosiddetto sfintere). La valvola tra l'esofago e l'estremità superiore dello stomaco è chiamata cardiaca (o esofageo inferiore). La valvola tra l'estremità inferiore dello stomaco e il duodeno è chiamata sfintere pilorico. Lo stomaco svolge diverse funzioni.

Come lo stomaco si mescola e rompe il cibo
Lo stomaco è un organo muscoloso. La sua funzione principale è quella di mescolare il cibo mangiato e la sua scissione iniziale, che facilita un'ulteriore digestione. Quando il cibo entra nello stomaco, i muscoli delle sue pareti iniziano a contrarsi fortemente. Questi tagli passano attraverso lo stomaco in onde. A causa delle contrazioni muscolari, il cibo viene mescolato e pestato allo stato di un liquido denso. Questo processo facilita la digestione nel duodeno.

L'inizio della digestione enzimatica
La mucosa dello stomaco contiene ghiandole che formano e secernono (secernono) il succo gastrico. Questo succo è costituito da acido cloridrico e un enzima digestivo chiamato pepsina. La produzione di succo gastrico inizia molto prima che il cibo entri nello stomaco: anche quando vediamo o sentiamo l'odore del cibo. Sotto l'azione di pepsina inizia la disgregazione (digestione) delle proteine ​​alimentari, che facilita il loro assorbimento. L'acido cloridrico è necessario per il normale funzionamento di questo enzima. Distrugge anche i batteri che possono essere trovati nel cibo e protegge contro l'intossicazione alimentare.

Altre ghiandole della mucosa producono muco denso. Questo muco protegge il rivestimento dello stomaco dai danni causati dall'acido cloridrico e dagli enzimi digestivi del succo gastrico.

Assistenza nell'assorbimento di vitamina B12
Nello stomaco vengono prodotti altri prodotti chimici necessari per l'assorbimento della vitamina B12. Questa vitamina è coinvolta nella formazione dei globuli rossi (globuli rossi) e supporta la salute del sistema nervoso.

Dove il cibo arriva dopo lo stomaco
Dopo due ore di permanenza nello stomaco, il cibo parzialmente liquido e parzialmente digerito si sposta nel duodeno, dove continua la sua ripartizione. Quindi il cibo digerito passa attraverso l'intestino tenue, dove avviene l'assorbimento (assorbimento) dei nutrienti nel sangue. Lo scarto che rimane dopo questo viene spostato nell'intestino crasso. Nella prima sezione dell'intestino crasso, l'acqua viene assorbita, dopo di che il rifiuto inizia a condensare e trasformarsi in feci o feci.

Ref. materiale / DIGESTIONE / 05. FUNZIONI DI STOMACO

14.5.1. CARATTERISTICHE GENERALI

Una caratteristica funzionale dello stomaco è la combinazione della funzione dell'organo digestivo e del deposito alimentare.

La funzione di deposito dello stomaco fornisce un deposito temporaneo di nutrienti nella sua cavità per un successivo utilizzo nel processo di digestione nell'intestino tenue. A seconda della composizione chimica e della quantità di cibo assunto, può indugiare nello stomaco da 3 a 10 ore, durante questo periodo il contenuto dello stomaco viene sottoposto a trattamento meccanico e chimico. Nell'uomo, lo stomaco può contenere fino a diversi chilogrammi di cibo e acqua.

Al di fuori della digestione, lo stomaco è in uno stato collassato, e la sua stretta cavità tra le pareti è riempita con una piccola quantità di succo gastrico di una reazione basica, neutra o debolmente acida. Nel processo di mangiare lo stomaco si adatta ad un aumento del volume dei contenuti, mentre non aumenta la pressione della cavità all'interno.

La funzione del deposito alimentare è principalmente eseguita dalla parte prossimale dello stomaco (la regione del fondo e parte del corpo dello stomaco). Il rilassamento della muscolatura liscia nella regione del fondo dello stomaco durante l'atto del mangiare è chiamato "rilassamento recettivo". Dopo che il cibo passa dall'esofago nello stomaco, le sue pareti racchiudono strettamente il cibo solido e non gli permettono di affondare nella parte distale (antrale) dello stomaco. I componenti relativamente solidi del cibo, mentre entrano nella regione dello stomaco, sono disposti a strati, e il cibo liquido e il succo gastrico scorrono intorno a loro all'esterno e penetrano nell'antro dello stomaco.

Funzione digestiva dello stomaco. L'intera massa di cibo nello stomaco non si mescola con il succo gastrico. L'idrolisi delle proteine ​​sotto l'influenza degli enzimi del succo gastrico avviene nella zona di contatto diretto del contenuto di cibo con la membrana mucosa del fondo dello stomaco. Come la liquefazione e la lavorazione chimica del cibo, il suo strato adiacente alla membrana mucosa,

in piccole porzioni si sposta nell'area del corpo dello stomaco, per poi spostarsi sull'antro, dove viene sottoposto ad un'intensa lavorazione meccanica.

La conservazione della disposizione stratificata del cibo nel fondo dello stomaco assicura la conservazione di un mezzo neutro o debolmente basico nella parte centrale del contenuto alimentare, che crea condizioni favorevoli per il proseguimento dell'idrolisi dei carboidrati sotto l'azione dei carboidrati salivari.

Lo stomaco si accumula, riscalda (o raffredda), si mescola, si schiaccia, si dissolve, porta a uno stato semi-liquido, ordina, digerisce e promuove il contenuto di cibo nella direzione prossimale. Un utile risultato adattativo della digestione nello stomaco è la formazione di un chimo gastrico acido, che viene evacuato uniformemente nel duodeno.

Dopo la cessazione dell'assunzione di cibo (nella fase di saturazione sensoriale), lo stomaco diventa il collegamento iniziale nel trasportatore digestivo.

14.5.2. FUNZIONE SEGRETARIA DELLO STOMACO

A. Zone funzionali della mucosa gastrica. Per tutta la sua lunghezza, è ricoperto da un epitelio altamente prismatico a strato singolo che secerne continuamente un segreto mucoso - un muco "visibile". Uno strato di muco "visibile" sotto forma di un gel spesso con uno spessore di 0,5-1,5 mm copre l'intera superficie dello stomaco e, insieme all'epitelio di copertura, forma una barriera mucosa che protegge la mucosa dagli effetti meccanici e chimici dannosi. Inoltre, le cellule dell'epitelio superficiale secernono un fluido debolmente basico, che viene trattenuto nello strato non mucoso adiacente del muco e inoltre protegge la mucosa dagli effetti dannosi del succo gastrico acido. L'epitelio tegumentario in diverse parti dello stomaco ha una struttura simile e dà lo stesso tipo di reazioni istochimiche.

La mucosa forma le fosse gastriche in cui si aprono le aperture delle ghiandole gastriche tubulari. A seconda del tipo di ghiandole gastriche, delle caratteristiche della struttura cellulare e della composizione delle secrezioni secrete, vi sono sei zone secretorie dello stomaco: cardiaco, inferiore, corpo, piccola curvatura, intermedio e antrale (Fig. 14.6).

La zona delle ghiandole cardiache nell'uomo è una banda stretta (0,5-4 cm) della membrana mucosa situata tra l'estremità inferiore dell'esofago e il fondo dello stomaco. Le ghiandole cardiache situate in questa zona secernono una secrezione mucosa viscosa che facilita il trasferimento del bolo alimentare dall'esofago allo stomaco e protegge la mucosa dai danni.

Le zone secretorie del fondo, del corpo e della curvatura minore costituiscono il fondo dello stomaco in cui si trovano le ghiandole principali (propriamente dette), che svolgono un ruolo guida nella formazione del succo gastrico e nella digestione del cibo. Le ghiandole fondamentali contengono tre tipi di cellule: le principali (pepsina), che producono un complesso di enzimi proteolitici; secrezione di acido cloridrico secernente (parietale) e cellule (mucoidi) aggiuntive che producono secrezione di muco (muco "invisibile") e bicarbonati. Gastromucoproteids (un fattore interno di Kastla) è contenuto nella composizione del segreto di ulteriori cellule.

La secrezione gastrica nella regione della curvatura minore inizia prima che nella maggiore curvatura dello stomaco ed è caratterizzata da una maggiore acidità e attività proteolitica del succo. Non sorprende che le lesioni ulcerative della mucosa gastrica nell'uomo si verifichino più spesso con la curvatura minore - nella regione del "tratto gastrico". Le caratteristiche dell'attività funzionale dell'apparato ghiandolare della minore curvatura dello stomaco sono dovute all'elevata densità

invocando l'innervazione di questa regione dalle fibre del nervo vago, così come la presenza di un gran numero di neuroni nei gangli del sistema nervoso intraorganico.

La zona delle ghiandole intermedie occupa una stretta fascia di membrana mucosa (1,5-2 cm) tra il corpo e la regione antrale dello stomaco. Le ghiandole intermediali sono costituite dagli stessi elementi cellulari (copertura, maggiore e accessorio) delle ghiandole fundali. Le caratteristiche distintive delle ghiandole intermedie sono la predominanza di ulteriori cellule in esse e una diminuzione del numero di cellule di pepsina.

La zona antrale (pilorica) dello stomaco occupa la regione pilorica. Nella sua mucosa si trovano le ghiandole piloriche, che producono una secrezione mucosa viscosa di una reazione alcalina (pH 7,8-8,4), che ha un'attività proteolitica debolmente espressa. La secrezione delle ghiandole piloriche è continua e più pronunciata al di fuori della digestione. Lei è oppressa dal cibo.

L'area delle ghiandole piloriche è principalmente formazione endocrina. Esiste un gran numero di cellule produttrici di locus (cellule G) e di argentofine, che formano 5-ossit-riptamina, un precursore della serotonina. La gastrina rilasciata dalle cellule G e l'ingresso nel sangue è un potente regolatore dell'attività secretiva delle ghiandole fundali. La rimozione dell'antro dello stomaco nelle persone che soffrono di ulcera gastrica porta all'inibizione della funzione di formazione degli acidi dello stomaco.

B. Composizione e proprietà del succo gastrico. Il succo gastrico si forma a causa dell'attività secretoria dell'apparato ghiandolare del fondo e delle regioni piloriche dello stomaco. Le cellule delle ghiandole fundali sono in grado di produrre sia secrezioni acide che alcaline, mentre le cellule delle ghiandole piloriche sono solo alcaline. A stomaco vuoto, la reazione del succo gastrico separato dal fondo dello stomaco è alcalina, neutra o leggermente acida, e dal reparto pilorico è alcalina. Dopo aver mangiato, le ghiandole del fondo producono succo gastrico acido, e l'attività secretoria delle ghiandole piloriche praticamente cessa. Il principale valore nella digestione gastrica è il succo gastrico prodotto dalle ghiandole fundali.

La secrezione gastrica è divisa in basale e stimolata. Il primo si verifica in condizioni di fame fisiologica (con

stomaco vuoto), e il secondo - sotto l'influenza del cibo nello stomaco. In una persona sana, uno stomaco vuoto può contenere fino a 50 ml di contenuto gastrico di una reazione debolmente acida (pH 6.0 e oltre), che non è un segno di patologia. I contenuti gastrici durante la secrezione basale sono una miscela di succo gastrico, saliva e talvolta contenuto duodenale. La secrezione gastrica stimolata è caratterizzata da un grande volume di succo gastrico e alta acidità. Lo stimolo naturale della separazione del succo gastrico è il cibo che entra nello stomaco.

In condizioni normali di cibo, lo stomaco umano rilascia 2-2,5 litri di succo gastrico al giorno. Il volume del succo gastrico è determinato dal numero totale di cellule ghiandolari funzionanti e la sua composizione è determinata dai rapporti quantitativi dei glan-dulocytes attivati ​​di vario tipo.

Il succo gastrico puro è un liquido trasparente incolore con una densità relativa di 1.002-1.007. Ha una reazione acutamente acida (pH 1 - 1,5) a causa dell'alto contenuto di acido cloridrico (0,3-0,5%). Il pH del contenuto dello stomaco dopo un pasto è molto più alto del pH del succo puro, a causa delle proprietà tampone delle sostanze nutritive e della loro diluizione delle secrezioni. Il succo gastrico contiene una piccola quantità di muco. Consiste di acqua (99-99,5%) e sostanze dense (1-0,5%). Il residuo denso è rappresentato da sostanze organiche e inorganiche.

Il principale componente inorganico del succo gastrico è l'acido cloridrico in uno stato libero e legato alle proteine. I cloruri predominano tra gli anioni di succo gastrico. Il contenuto di fosfati, solfati, bicarbonati è significativamente inferiore. Dei cationi in primo luogo sono Na + e K +. Inoltre, c'è una piccola quantità di Mg 2+ e CA 2+. Il contenuto di elettroliti nel succo gastrico dipende dal tasso di secrezione. Poiché il tasso di secrezione delle ghiandole gastriche aumenta durante la stimolazione a causa dell'attivazione preferenziale delle cellule occipitali, la concentrazione di H +, CG e K + nel succo gastrico aumenta e Na + e HCO3 diminuiscono. Il contenuto nel succo gastrico H + e SG dipende dal livello di pressione osmotica del sangue. La pressione osmotica del succo gastrico è superiore al plasma sanguigno. Un aumento della pressione osmotica del plasma diminuisce il volume della secrezione gastrica e aumenta la concentrazione nel succo di H + e SG.

I componenti organici del succo gastrico sono rappresentati da sostanze non proteiche contenenti azoto, mucoidi e proteine.

La presenza costante nel succo gastrico di sostanze contenenti azoto di natura non proteica (urea, creatinina, acido urico, ecc.) È dovuta alla funzione escretoria dello stomaco, che assicura il rilascio del metabolismo dell'azoto dal sangue nella cavità dello stomaco. Il valore della funzione escretoria dello stomaco è lo scarico temporaneo del flusso sanguigno dai prodotti metabolici, che facilita l'attività escretoria dei reni. In caso di insufficienza renale, il ruolo dei processi escretori nello stomaco aumenta in modo significativo, come evidenziato da un aumento significativo del contenuto di prodotti metabolici contenenti azoto nel succo gastrico.

Le mucoidi formano muco "visibile" e "invisibile" ("mucin disciolto"). Uno di questi - gastromukoproteid (fattore interno di Kastla), prodotto da cellule aggiuntive, protegge la vitamina B,2 dalla distruzione e ne garantisce l'assorbimento nell'intestino tenue.

Il contenuto proteico nel succo gastrico varia ampiamente, raggiungendo 3 g / l. Gli enzimi proteolitici sono di particolare importanza per la digestione.

B. Enzimi del succo gastrico e loro ruolo nella digestione. Il principale processo enzimatico nello stomaco è l'iniziale idrolisi delle proteine ​​allo stadio di albumosi e peptoni con la formazione di una piccola quantità di amminoacidi. Il succo gastrico ha un'elevata attività proteolitica in un'ampia gamma di pH con la presenza di due optima di azione: a pH 1,5-2 e 3,2-3,5. Le proteasi sono sintetizzate dalle principali cellule delle ghiandole gastriche sotto forma di precursori inattivi degli enzimi - sotto forma di pepsinogeno. I proenzimi sintetizzati sui ribosomi si accumulano sotto forma di granuli zimogeni e passano attraverso l'esocitosi nel lume dello stomaco, dove vengono attivati ​​sotto l'influenza dell'acido cloridrico - scissione di complessi proteici inibitori che possiedono le proprietà principali dei pepsinogeni. Allo stesso tempo, i pepsinogeni vengono trasformati in pepsine. L'attivazione di pepsinogen è innescata dall'acido cloridrico e quindi procede autocataliticamente sotto l'azione delle pepsine già formate. Le pepsine sono endopeptidasi. Nelle molecole proteiche, scindono i legami peptidici formati da gruppi di fenilalanina, tirosina, triptofano e altri amminoacidi, determinando la formazione di principalmente polipeptidi.

Utilizzando l'elettroforesi, almeno 8 pepsinogeni sono stati isolati dalla mucosa gastrica. Cinque di essi (gruppo I) si trovano solo nella membrana mucosa del fondo dello stomaco e i rimanenti pepsinogeni (gruppo II) si trovano anche nella membrana mucosa dell'antro e all'inizio del duodeno. Le pepsine, che sono formate da pepsinogeni di entrambi i gruppi, esibiscono attività proteolitica solo in un ambiente acido.

I principali enzimi proteolitici del succo gastrico comprendono la pepsina A, l'ha-striksin, la parapepsina (pepsina B).

La pepsina A è un enzima proteolitico che idrolizza le proteine ​​alla massima velocità a pH 1,5-2. L'attivazione della proferazione inizia a pH inferiore a 5,4 e raggiunge un massimo a pH 2. Una parte del pepsinogeno (1%) passa nel flusso sanguigno ed è escreta nelle urine (uropsinogeno).

Gastriksin (pepsina C) rompe le proteine ​​ad un pH ottimale di 3,2-3,5. La pepsina A e la gastriksina, che agiscono insieme su diversi tipi di proteine, forniscono il 95% dell'attività proteolitica del succo gastrico.

La pepsina B (parapepsina) è un enzima che ha un'azione gelatinasi più pronunciata rispetto alla pepsina A. La sua attività è inibita a pH 5,6.

La capacità delle pepsine di idrolizzare le proteine ​​in un ampio intervallo di pH è di grande importanza per la proteolisi gastrica, che si verifica a diversi pH a seconda del volume e dell'acidità del succo gastrico, delle proprietà tampone e della quantità di cibo assunto, del grado di diffusione del succo aspro in profondità nei contenuti alimentari. L'idrolisi più intensa delle proteine ​​avviene in stretta prossimità della mucosa gastrica, dove il pH raggiunge 1,5-2. Un'onda peristaltica passante sposta uno strato primitivo parzialmente digerito di contenuto di cibo nell'antro dello stomaco, e il suo posto è preso da uno strato alimentare più profondo, sulle proteine ​​di cui le pepsine avevano precedentemente agito ad un pH più alto. Nella zona di contatto diretto con la mucosa gastrica, le proteine ​​vengono ripetutamente sottoposte a digestione peptica, ma già a pH basso. Un tale processo ciclicamente ripetitivo aumenta l'efficienza della protheolisi gastrica. Il grado di digestione peptica nello stomaco è determinato dal grado di idro-

scissione della proteina litica, in cui i prodotti della sua digestione diventano solubili in acqua.

Il succo gastrico contiene anche numerosi enzimi non proteolitici. Questi includono l e d o C e m, prodotti dalle cellule dell'epitelio superficiale, che conferiscono al succo proprietà battericide. L'e-lipasi femminile nei neonati scinde fino al 59% del grasso del latte materno emulsionato a un pH di 5,9-7,9. In un adulto, il succo gastrico ha una debole attività lipolitica. Nello stomaco non ci sono cellule secretorie che producono la lipasi. Apparentemente, è secreto dalle ghiandole dello stomaco dal sangue. U p e a z a - un enzima che scompone l'urea a pH 8; L'ammoniaca rilasciata durante questo processo neutralizza l'acido cloridrico.

I processi di scissione idrolitica dei nutrienti nello stomaco forniscono la continuità della loro successiva digestione nel duodeno da parte degli enzimi dei succhi pancreatici e intestinali.

G. Muco gastrico (mucina). 1. Composizione e produzione. Un importante componente organico del succo gastrico è il muco. È un complesso sistema dinamico di soluzioni colloidali di biopolimeri ad alto peso molecolare, che sono classificati come sostanze mucoidi. La secrezione mucoide è prodotta dalle cellule dell'epitelio superficiale della mucosa gastrica, le cellule addizionali delle ghiandole fundali e mediate, le cellule mucoidi delle ghiandole cardio-piloriche. Le sostanze mucose di qualsiasi origine sono rappresentate da due principali tipi di macromolecole: glicoproteine ​​e proteoglicani.

Ci sono due tipi di muco gastrico - muco insolubile ("visibile") e muco dissolto ("invisibile"). Il muco insolubile è un gel altamente idratato, la cui fase dispersa è costituita da glicoproteine, proteoglicani, polisaccaridi e proteine. Uno strato di muco visibile di 0,5-1,5 mm di spessore, che riveste la superficie interna della mucosa gastrica, è lo strato esterno della barriera mucosa gastrica. Il suo strato interno è costituito da sostanze mucoidi situate sul lato interno delle membrane apicali delle cellule dell'epitelio superficiale. Entrambi gli strati della barriera mucosa gastrica sono saldamente legati da corde colloidi.

2. Funzioni del muco gastrico. La barriera mucosa dello stomaco svolge una funzione protettiva. Previene l'immediato

contatto del succo gastrico acido con la membrana mucosa, essendo una barriera insuperabile alla diffusione posteriore degli ioni idrogeno dalla cavità dello stomaco. La barriera mucosa gastrica è in grado di adsorbire e inibire gli enzimi, neutralizzare l'acido cloridrico a causa delle proprietà tampone del muco "visibile" contenente bicarbonati. La capacità di adsorbimento del muco insolubile e la sua attività antisettica, dovuta alla presenza di acidi sialici, proteggono lo stomaco dall'auto-digestione. Le glicoproteine ​​che costituiscono il muco "visibile" sono resistenti alla proteolisi.

Quando la barriera mucosa dello stomaco è compromessa dall'influenza dell'esposizione prolungata agli acidi biliari, alcuni farmaci (salicilati), acidi butirrico e propionico, alcol e alte concentrazioni di acido cloridrico del succo gastrico, può verificarsi la diffusione di H + nelle cellule dal lume dello stomaco, che può portare a distruzione della mucosa gastrica. La violazione della funzione protettiva della barriera mucosa e migliorare la secrezione di acido cloridrico nello stomaco contribuisce all'attività dei microrganismi Helicobacter pylori. In condizioni di alterata barriera mucosa e in presenza di un mezzo acido nello stomaco, è possibile l'auto-digestione della mucosa con pepsina (formazione di ulcera peptica nello stomaco). La riduzione della secrezione di bicarbonato delle cellule epiteliali epiteliali e la compromissione del microcircolo contribuiscono anche all'ulcera nella mucosa gastrica.

Parte del muco "visibile" sotto l'influenza di fattori fisici e chimici viene rimosso dalla superficie della membrana mucosa e va nel succo gastrico sotto forma di vari conglomerati - fiocchi, noduli e filamenti, insieme agli enzimi proteolitici adsorbiti su di essi. Ciò aumenta l'efficienza della proteolisi nello stomaco.

Funzione ematopoietica Il muco disciolto è prodotto da ulteriori cellule delle ghiandole fundali e, possibilmente, da altre cellule dello stomaco. Il muco "invisibile" è una soluzione colloidale complessa in cui predominano le mucoproteine. Uno di loro - gastromukoproteid (fattore interno di Kastla) si lega alla vitamina B dello stomaco,2 (fattore di formazione del sangue esterno), proveniente dal cibo, e lo protegge dalla scissione dagli enzimi digestivi. Nel complesso gastromucoproteina dell'intestino tenue - vitamina Bn interagisce con specifici recettori, dopo di che la vitamina

il12 viene assorbito nel sangue, nel quale viene trasportato al fegato e al midollo osseo utilizzando proteine ​​transcobalaniche di trasporto. La vitamina B, 2 è coinvolta nella sintesi della globina e nella formazione di acidi nucleici negli eritroblasti. L'assenza di questo fattore porta allo sviluppo della malattia - anemia da carenza di ferro.

La composizione del muco gastrico insolubile e sciolto contiene antigeni del sistema ABO.

D. L'acido cloridrico del succo gastrico e il suo ruolo nella digestione. La formazione di acido cloridrico richiede significativi costi energetici dall'apparato ghiandolare dello stomaco. Le cellule dello stomaco che secernono muco e pepsinogeni sono simili alle cellule di tipi simili in altre parti del tratto gastrointestinale. Allo stesso tempo, le cellule occipitali hanno una capacità unica di produrre acido cloridrico abbastanza concentrato. Nel mezzo della secrezione gastrica causata da assunzione di cibo o stimolanti specifici della secrezione (gastrina, istamina), la concentrazione di ioni idrogeno nel succo gastrico è 3 milioni di volte superiore a quella del sangue. Nel segreto delle ghiandole gastriche, raggiunge 150-170 mmol / l, mentre nel sangue è solo 0,00005 mmol / l. Ciò significa che il processo di formazione di HC1 nella mucosa gastrica si verifica in presenza di un gradiente di concentrazione elevato di H +, che viene creato come risultato dell'utilizzo dell'energia del metabolismo cellulare. La concentrazione di ioni di cloro, che è 100 mmol / l nel sangue, aumenta nel succo gastrico solo a 170 mmol / l.

Secondo la teoria dei due componenti, le cellule occipitali producono una concentrazione costante di HC1 e le fluttuazioni di acidità gastrica che si verificano durante il processo secretorio sono determinate dalle interrelazioni quantitative dei glandolociti parietali e mucoidi simultaneamente funzionanti e dipendono dal tasso di secrezione gastrica. Maggiore è il tasso di separazione del succo gastrico, maggiore è la sua acidità. Con un aumento del tasso di secrezione, aumenta il numero di cellule occipitali attivamente funzionanti e le cellule mucoidi non cambiano in modo significativo. Di conseguenza, aumenta la quantità di concentrazione costante prodotta dalle cellule con rivestimento HC1, che è solo leggermente neutralizzata dal muco alcalino prodotto da vari tipi di cellule mucoidi. Con una lenta separazione del succo gastrico, è più soggetto a

azione neutralizzante del muco alcalino, che porta ad una diminuzione della sua acidità.

La sintesi di HC1 nelle cellule del rivestimento è accoppiata con la respirazione cellulare ed è un processo aerobico. Durante l'ipossia, compresi quelli causati dalla mancanza di circolazione sanguigna, così come l'inibizione della fosforilazione ossidativa, la secrezione di acido cessa.

Esistono molte ipotesi sul meccanismo di secrezione di HC1.

Si ritiene che nel meccanismo di secrezione di HC1 da parte delle cellule occlusive, un ruolo importante è svolto dall'anidrasi carbonica enzima, che è contenuta in grandi quantità nelle cellule di obladochnyh. L'inibizione dell'attività dell'anidrasi carbonica sotto l'influenza di un inibitore specifico di acetazolamide inibisce la secrezione di HC1 nello stomaco.

CC> 2 si forma nelle cellule occipitali nel processo del metabolismo ed entra anche nel loro citoplasma dal sangue. Influenzato da anidrasi carbonica da CO2 e H2O è formato H2CO3, che si dissocia in H + e HCO3. Come risultato dell'aumento della concentrazione di HCO3 nel citoplasma, essi, secondo il gradiente di concentrazione, si diffondono attraverso la membrana basale nel sangue in cambio di una quantità equivalente di ioni di cloro, che entrano nel citoplasma delle cellule di rivestimento e successivamente vengono attivamente secreti nel lume dei tubuli. Nel mezzo della secrezione, aumenta la concentrazione di HCO3 nel sangue, che aumenta la sua riserva alcalina.

Un'altra fonte di ioni idrogeno nelle cellule di copertura è l'acqua, che si dissocia in H + e OH ". Gli ioni idrossile rimangono nel citoplasma, dove, con la partecipazione dell'enzima carbonico idrasi, si combinano con CO2 e forma HCO3, che vengono convertiti in sangue in cambio di ioni di cloro.

Utilizzando il meccanismo del trasporto primario, i protoni vengono trasferiti dal citoplasma delle cellule di rivestimento nel lume dello stomaco attraverso le membrane dei microvilli dei tubuli secretori, in cui l'H / K-ATPasi è localizzato. Questo enzima fornisce uno scambio equivalente di H + per K +. Inoltre, gli ioni Na + vengono principalmente riassorbiti attivamente dal lume dei canalicoli secretivi nel ialoplasma usando una speciale pompa al sodio localizzata nelle membrane dei microvilli.

Pertanto, a causa del riassorbimento attivo degli ioni K + e Na + dalla secrezione parietale primaria, la concentrazione di H + nel lume dei tubuli aumenta. Contemporaneamente con gli ioni idrogeno nel lume dello stomaco, la secrezione attiva primaria (contrariamente al gradiente elettrochimico) di SG e in quantità maggiori di H +.

L'acqua passa attraverso le membrane dei microvilli delle cellule di rivestimento nel lume dei tubuli secondo il gradiente osmotico. La secrezione parietale finale che entra nel lume dei tubuli contiene HC1 ad una concentrazione di 155 mmol / l, KC1 ad una concentrazione di 15 mmol / l

una quantità molto piccola di NaCl (3 mmol / l). La composizione elettrolitica della secrezione finale è influenzata dal lavoro della pompa di sodio-potassio, localizzata nella membrana basale delle cellule di rivestimento, che fornisce il trasporto primario di Na + dal citoplasma al sangue e K + al citoplasma. Di conseguenza, K + si diffonde attraverso la membrana dei microvilli nel lume dei tubuli secretori. Allo stato attuale, i bloccanti di N / K-ATPasi che inibiscono l'attività della "pompa protonica" sono considerati il ​​mezzo più efficace per sopprimere la funzione di formazione degli acidi dello stomaco durante la terapia farmacologica dell'ulcera peptica.

Funzioni di acido cloridrico. L'acido cloridrico nel succo gastrico causa denaturazione e gonfiore delle proteine. Pertanto, contribuisce alla loro successiva scissione idrolitica. L'acido cloridrico attiva i pepsinogeni e crea un ambiente acido nello stomaco ottimale per l'azione degli enzimi proteolitici. Fornisce l'azione antibatterica del succo gastrico. Inoltre, HC1 è coinvolto nella regolazione dell'attività secretoria delle ghiandole digestive, influenzando la formazione di ormoni gastrointestinali (gastrina, secretina). Determina la durata e l'intensità dell'attività di evacuazione motoria dello stomaco e del duodeno, che prevede l'evacuazione del chimo gastrico.

Quando le lesioni funzionali o organiche delle cellule della mucosa gastrica obladochnye possono perdere la capacità di secrezione di HC1. L'assenza di acido cloridrico nel succo gastrico porta inevitabilmente a una diminuzione dell'attività proteolitica degli enzimi, interruzione dei processi di denaturazione e gonfiore delle proteine, aumento della digestione nello stomaco, diminuzione dell'efficienza della digestione delle sostanze alimentari nel duodeno, disturbi della funzione di evacuazione motoria dello stomaco e può anche contribuire allo sviluppo di patogeni microflora e processi infiammatori nel tratto gastrointestinale.