logo

Qual è la prognosi dopo l'intervento chirurgico per la necrosi pancreatica del pancreas?

La complicazione più pericolosa della pancreatite acuta è la necrosi pancreatica del pancreas. L'operazione viene mostrata quando il corpo inizia a distruggere se stesso. La prognosi dopo un intervento chirurgico tempestivo è abbastanza ottimistica.

Caratteristiche della necrosi pancreatica

Quando il dolore nel pancreas, non è sempre necessario cadere immediatamente sull'operazione, a volte puoi semplicemente.

Nella pancreatite necrotizzante, una delle aree del pancreas muore. Ciò è dovuto agli effetti patologici sui tessuti degli enzimi prodotti dall'organismo. Questo processo è spesso combinato con la diffusione dell'infezione o lo sviluppo di altre esacerbazioni della malattia.

Esistono i seguenti tipi di necrosi pancreatica:

  1. Gonfio acuto
  2. Emorragica.
  3. Hearth.
  4. Pigro.
  5. Purulento distruttivo.

La prognosi più favorevole per la necrosi edematosa del pancreas. La peritonite acuta è considerata la complicazione più pericolosa. Quando la malattia progredisce fino a questo stadio, una persona ha bisogno di un intervento chirurgico urgente. Altrimenti si sviluppa sepsi purulenta e il paziente muore per diverse ore.

Le principali cause della necrosi pancreatica

La ragione principale per lo sviluppo della necrosi pancreatica è l'abuso di bevande alcoliche da molto tempo. Circa il 25% dei pazienti con una storia di colelitiasi. Circa il 50% dei pazienti con questa diagnosi mangia regolarmente. La loro dieta contiene cibi fritti, affumicati e grassi.

Altre ragioni per lo sviluppo della necrosi pancreatica includono:

  • lesioni addominali;
  • progressione dell'ulcera duodenale;
  • penetrazione del virus;
  • sviluppo di patologie infettive;
  • ulcera allo stomaco.

La pancreatite non è una frase. Dalla mia lunga esperienza, posso dire che aiuta molto.

Un altro fattore provocatorio è considerato un lungo soggiorno in una situazione stressante. Talvolta la necrosi pancreatica si sviluppa sullo sfondo di un'assunzione inappropriata di alcuni farmaci.

Stadi di sviluppo di pancreatite necrotic

Lo sviluppo della necrosi pancreatica del pancreas avviene in fasi. Tutto inizia con la tossiemia. Nel sangue del paziente vengono trovati veleni di origine batterica. I microbi che producono batteri non sono sempre presenti.

Allo stadio 2, si osserva un ascesso. A volte colpisce gli organi vicini. La comparsa di cambiamenti purulenti nei tessuti pancreatici è caratteristica dello stadio 3.

I principali sintomi della patologia

Il sintomo principale della malattia è il dolore. Si verifica nella parte sinistra della cavità addominale. La sua intensità è convenzionalmente divisa in 4 tipi:

A volte la sindrome del dolore si irradia all'arto superiore sinistro o alla regione lombare. La temperatura corporea aumenta, compaiono attacchi di nausea, il vomito si apre, la sedia è rotta.

Sullo sfondo di complicazioni purulente della necrosi pancreatica del pancreas, il paziente sta sudando pesantemente. Sta tremando e annaspando. Alcune persone sviluppano sintomi di insufficienza renale acuta. A volte vengono diagnosticati disturbi del sistema nervoso. Con un quadro clinico più severo, il paziente cade in coma.

Trattamento chirurgico

Se sullo sfondo della necrosi pancreatica progressiva del pancreas compaiono ulcere, la morte è possibile. Pertanto, al paziente viene assegnata un'operazione di emergenza.

Il chirurgo rimuove il tessuto morto. Il prossimo passo è ripristinare la conduttività del condotto. Se il trattamento non porta risultati corretti, viene prescritta una seconda operazione. Per il 48% dei pazienti, termina con successo.

Perché i pazienti muoiono

La percentuale di mortalità in questa malattia è piuttosto alta. Varia dal 20 al 50%. La principale causa di morte è considerata ritardata settica e segni tossicologici precoci. Sono accompagnati da insufficienza multiorgano. Si verifica in ogni 4 pazienti con questa diagnosi.

Un'altra causa di morte del paziente è lo shock tossico. È innescato dalle complicazioni della malattia.

La prognosi della necrosi del pancreas è sfavorevole per:

  • la presenza di cambiamenti reattivi nei foci necrotici;
  • cambiamento strutturale di tessuti e cellule del corpo;
  • la formazione di focolai necrotici.

La probabilità di morte del paziente varia da 3-4 ore a 2-3 giorni. Molto raramente il paziente vive per poco più di 14 giorni.

Restauro del pancreas

Dopo l'intervento, al paziente vengono mostrate le seguenti misure terapeutiche:

  1. Fisioterapia.
  2. Ginnastica delicata.
  3. Intestino.

Sovraccaricare una persona è severamente controindicato. Dopo i pasti, si raccomanda di riposare. L'attività su passeggiate è aggiustata dal medico generico essente presente.

La risposta alla domanda se il pancreas viene ripristinato dopo necrosi pancreatica può essere ottenuto dal vostro gastroenterologo o endocrinologo. La rianimazione delle funzioni di questo corpo è possibile con l'aiuto delle procedure di pulizia. Il migliore aiuta l'infusione di lava.

Per la preparazione della necessità di infornare in un thermos 10 foglie della pianta 200 ml. acqua appena bollita, insistere 24 ore. Prendere 50 gr. mezz'ora prima dei pasti

Al fine di ripristinare gli enzimi del corpo, al paziente viene prescritto Creonte, Pancreatina, Mezim-forte. Contengono proteasi, lipasi e amilasi. Queste sostanze sono simili agli enzimi prodotti dal pancreas.

Vita dopo il trattamento della necrosi pancreatica

Dopo l'intervento, il paziente diventa un conto dispensario. Ogni sei mesi, una persona si impegna a esaminare gli organi del tratto gastrointestinale. Gli viene mostrato il passaggio degli ultrasuoni. A volte viene prescritta una risonanza addominale.

La vita del paziente dopo necrosi pancreatica del pancreas varia notevolmente. Gli viene assegnata la dieta più severa. È importante fornire energia frazionale. Il cibo dovrebbe essere riscaldato. Escluso l'uso di alcol, bevande frizzanti leggere. Il grande vantaggio per il corpo porta il rifiuto dei dolci.

Se una persona rompe una dieta, la sua vita è ridotta. Quando arriva la modalità latente, è possibile espandere l'elenco dei prodotti consentiti.

Una brutta malattia, ma il mio amico mi ha consigliato di curare la pancreatite, oltre a quello che il medico mi ha prescritto.

In alcuni pazienti dopo l'intervento, la PA diminuisce del 20%. Il 30% delle persone ha seri problemi con i loro organi visivi. Molti diventano ciechi. A volte l'ipossia arteriosa si sviluppa nei polmoni. Sindromi da distress respiratorio luminoso manifesto. In alcuni pazienti, si verifica una cisti benigna.

Ottenere disabilità con necrosi pancreatica

La disabilità si verifica con trombosi venosa profonda e presenza di ascessi nella regione addominale. Con moderata disabilità, il paziente riceve il gruppo 3. Se a una persona viene diagnosticata una malattia del sistema digestivo di gravità moderata, gli vengono somministrati 2 grammi. Disabilità 1 gr. dato solo se esiste il rischio di morte imminente.

Necrosi pancreatica: prognosi e tattiche terapeutiche

Il fatto che sia indesiderabile mangiare grassi, speziati e salati è un fatto ben noto. Ma sfortunatamente, solo alcuni cercano di seguire le raccomandazioni dei nutrizionisti. Il resto ricorda le regole del mangiare sano solo quando diventa tardi o molto tardi.

L'herpes zoster nell'ipocondrio, condizioni generali scadenti è un motivo per contattare immediatamente un istituto medico. Dopotutto, sintomi simili danno patologia del pancreas.

Pancreas. Poco dell'organo

Il pancreas si trova nel peritoneo dietro lo stomaco e vicino al duodeno. Questo piccolo organo pesa circa 80 g in un adulto. Funzioni della ghiandola:

  • rilascio di enzimi per la digestione degli alimenti;
  • produzione di insulina.

Necrosi. Definizione e cause

La causa della necrosi è la pancreatite.

Cos'è la necrosi o la pancreastonecrosi? Questa è l'estinzione di siti o organi nel loro complesso.

La necrosi non è una diagnosi clinica, in quanto non è il suo medico che la stabilisce, ma, di regola, il patologo all'obitorio.

Questa condizione si sviluppa come complicazione della forma distruttiva della pancreatite.

La causa della malattia è la pancreatite, ma i fattori che causano questa patologia possono essere considerati la causa della necrosi d'organo. Cosa causa questa patologia:

  1. alcool in dosi elevate e regolarmente;
  2. eccesso di grassi e cibi pesanti nella dieta;
  3. patologia dei dotti biliari;
  4. intervento chirurgico sul peritoneo.

Di regola, un attacco acuto della malattia si verifica spontaneamente dopo le libagioni e una festa dell'addome. La pancreatite è estremamente rara a causa di altri motivi:

  • infestazione da vermi;
  • infezione;
  • interruzione dello sfintere di Oddi;
  • ferite e intossicazione;
  • esame endoscopico;
  • anomalie congenite dell'organo;
  • conseguenza dell'intervento chirurgico.

necrosi pancreatica. classificazione

La pancreatonecrosi è di 3 tipi.

La necrosi del pancreas è una condizione di emergenza.

Qualsiasi previsione sulle condizioni del paziente viene effettuata in base al tipo di patologia. Si distinguono i seguenti tipi di necrosi pancreatica:

  1. piccolo, medio e grande focale: i criteri diagnostici differiscono poco e la diagnosi dipende dal grado di danno alla ghiandola;
  2. subtotale: quasi l'intero organo è interessato;
  3. totale - questa diagnosi pone il patologo, poiché il paziente muore nel 100% dei casi.

Secondo il grado di sconfitta da microflora patogena, la necrosi sterile e infettiva è isolata.

Nel secondo tipo di necrosi, la prognosi è sfavorevole, poiché le tossine entrano immediatamente nella circolazione sistemica e il paziente sviluppa sepsi e insufficienza multiorgano.

necrosi pancreatica. Il meccanismo della malattia

In senso figurato, la ragione dello sviluppo della necrosi è la digestione corporea di se stessa. A causa di un eccesso di alcol, si verifica l'attivazione prematura degli enzimi digestivi. Normalmente, queste sostanze iniziano a funzionare solo a contatto con la bile.

Il processo di digestione inizia nell'intestino. Se gli enzimi non hanno tempo o non possono lasciare il pancreas, iniziano a rompere i tessuti dell'organo.

Il primo ad iniziare a lavorare gli enzimi che abbattono i grassi. Quindi - scindendo i composti proteici. Di conseguenza, il pancreas muore.

Guarda il video tematico sulle malattie del pancreas:

Misure diagnostiche

Con la necrosi pancreatica, si verifica la diarrea.

La pancreatonecrosi non ha segni specifici, quindi il medico deve tenere conto della storia del paziente durante la diagnosi. Di cosa si lamenta il paziente:

  • il dolore;
  • nausea;
  • vomito che non allevia le condizioni del paziente;
  • la diarrea si sviluppa;
  • la disidratazione;
  • in rari casi, ci sono macchie bluastre sulla pelle dell'addome.

Il medico deve annotare l'ora dei primi sintomi e le condizioni del paziente al momento dell'attacco. Ciò implica la risposta alle seguenti domande:

  1. se il paziente è dipendente dall'alcol;
  2. era al momento dell'attacco nell'intossicazione alcolica;
  3. il paziente ha malattie del dotto epatico e biliare.

I test di laboratorio di sangue e urine per determinare il livello di amilasi sono indicati per la diagnosi. Dai metodi strumentali, sono mostrati ecografia, TC o MRI. Questo ti permette di vedere una violazione nella struttura del parenchima del corpo, la presenza di focolai di necrosi.

Trattamento di questa patologia

Il ricovero in ospedale è la migliore tattica di trattamento.

Le statistiche sul recupero dei pazienti con questa malattia sembrano sgradevoli. Ma il trattamento deve essere eseguito per intero.

Quindi il paziente ha una possibilità di recupero. Tattiche terapeutiche per la pancreastonecrosi:

  • ricovero in sala operatoria o di terapia intensiva;
  • l'introduzione di farmaci che bloccano il rilascio di enzimi digestivi;
  • completo rifiuto del cibo per diversi giorni;
  • eliminando la disidratazione per via orale o endovenosa;
  • se la funzionalità epatica non si è ristabilita e i dotti biliari sono bloccati, l'alimentazione endovenosa è indicata per un lungo periodo;
  • emosorbimento: le sostanze tossiche devono essere rimosse dal sangue;
  • indicato per la nomina del farmaco "Somatostatina";
  • antibiotici per la natura infettiva della malattia.

Nei casi più gravi, è indicato un intervento chirurgico. Un'indicazione rigorosa per la chirurgia è l'infezione dell'organo e la mancanza di risposta alla terapia conservativa.

Quando la patologia è sterile, le indicazioni per il trattamento chirurgico sono l'incoerenza del trattamento farmacologico, l'alta probabilità di infezione dell'organo, la diffusione di processi necrotici ad altri organi del peritoneo. Il trattamento chirurgico è diviso in 3 tipi:

  1. Emergenza - entro 24 ore dal momento in cui il paziente entra in ospedale.
  2. Urgente - tenuto, se entro 72 ore la situazione non migliora.
  3. In ritardo - prescritto entro 14 giorni dal momento del ricovero, se la terapia conservativa non porta sollievo.

La complessità del trattamento chirurgico risiede nell'assenza di un singolo metodo di indicazioni per l'intervento e la sua tempistica. Un ritorno alla vita normale dopo l'intervento chirurgico dipende dal comportamento del paziente, poiché prenderà una dieta per tutta la vita.

Spesso, i pazienti con necrosi pancreatica avanzata sviluppano il diabete a causa di una violazione della produzione di insulina.

previsioni

La prognosi per questa malattia è triste. Se viene rilevata una necrosi totale, la diagnosi è già stata determinata dal patologo. Con altri tipi di patologia, le possibilità di recupero rimangono basse.

Quindi, con la chirurgia d'urgenza eseguita, la percentuale di sopravvivenza del paziente varia dal 25 al 50%. Se l'intervento è stato effettuato dopo 3 giorni, le probabilità di successo sono 2 volte inferiori rispetto a quelle in caso di emergenza.

Possibili complicazioni - sanguinamento, processi purulenti, ascessi - riducono le possibilità di recupero. Di norma, il paziente avrà bisogno di diversi interventi, un lungo periodo di permanenza nell'unità di terapia intensiva, una riabilitazione difficile.

Il pancreas è un organo tenero che non può essere sostituito, poiché è vivere senza di esso. E il normale lavoro di questo corpo dipende dal comportamento del suo proprietario. Abbi cura di lei.

Notato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio per dircelo.

Necrosi pancreatica

La necrosi pancreatica è una delle malattie più pericolose della cavità addominale, basata sul trauma del tessuto connettivo e delle pareti dei vasi sanguigni. La causa principale della malattia è la pancreatite grave, che, con una diagnosi prematura e fattori ausiliari negativi, diventa grave, il che a sua volta porta a conseguenze negative. La pancreatonecrosi grassa comincia a manifestarsi, un processo in cui le cellule pancreatiche cessano di funzionare.

Molti fattori possono scatenare la malattia. L'eccessivo consumo di droghe, alcol e cibi grassi contribuisce al blocco del dotto pancreatico, che si verifica a causa dell'attivazione prematura dei propri enzimi, costringendo il corpo a digerirsi.

Le aree troppo cotte necrotiche (muoiono), aiutano la necrosi a diffondersi negli organi adiacenti. Le pareti intestinali, che sono a stretto contatto con il pancreas, si infiammano. La conseguente scioltezza dei tessuti aiuta i batteri patogeni a superare facilmente gli ostacoli e infettare tutti gli organi circostanti.

L'equilibrio salino-acqua del corpo è disturbato, si verifica un'infezione del sangue, che inizia a coagularsi in diversi punti, causando sanguinamento. Allo stesso tempo, altri organi del tratto gastrointestinale falliscono. Di conseguenza, c'è un fallimento del poliorganismo.
La prognosi per un recupero di successo dipende esclusivamente dalla diagnosi tempestiva.

Le possibilità di un recupero completo sono ridotte e vanno dal 30 al 60%. Durante il danneggiamento del tessuto connettivo, il processo si estende oltre il corpo e diventa quasi irreversibile. Se la necrosi non viene diagnosticata in tempo, le probabilità del paziente sono pari a zero.

Cause della malattia

Per ottenere il massimo effetto, è necessario identificare la causa principale della malattia. Le statistiche dicono che quasi il 70% dei pazienti con diagnosi di necrosi ha abusato di alcol. Le restanti percentuali sono per i pazienti con malattia di calcoli biliari e una serie di motivi, tra cui:

  1. Colecistite calculous;
  2. Malattie infettive;
  3. Ulcera peptica;
  4. eccesso di cibo;
  5. Consumo regolare di cibi grassi;
  6. Malattie infettive;
  7. Operazioni sulla cavità addominale e le sue lesioni.

Le cause della necrosi pancreatica in ogni paziente sono individuali. La promozione dello sviluppo della necrosi può determinare la nomina dei farmaci sbagliati e il loro uso a lungo termine. Lo sviluppo della malattia può procedere lentamente, senza manifestarsi, o progredire con grande velocità. Tutto dipende dal tipo di diffusione della malattia e dal tipo di processo patologico. A sua volta, è diviso in:

  • edema;
  • emostatico;
  • distruttiva;
  • Emorragica.

Con la forma edematosa della malattia, aumentano le probabilità di recupero del paziente. Questo è il tipo patologico più favorevole, in cui l'organo gonfiore perenne, a causa del quale la microcircolazione viene disturbata con l'aumento della pressione su di esso. Con un trattamento ben scelto e tempestivo, le possibilità di recupero del paziente sono molto alte.

I sintomi della necrosi possono essere le caratteristiche individuali dell'organismo o qualsiasi processo patologico dell'organismo. Il dolore nell'ipocondrio sinistro, a volte radiante più alto, nella zona del petto o della spalla è uno dei sintomi principali. A volte è difficile per il paziente descrivere la posizione del dolore, il cosiddetto dolore alla cintura.

Per distinguere la necrosi da un attacco di cuore, che ha una natura simile di dolore, è necessario avere un'idea della differenza principale: se si allungano le ginocchia verso l'addome in posizione seduta, il dolore durante la necrosi pancreatica diventa lieve o va del tutto.

Caratteristiche principali

  1. Pain. La forza della sindrome del dolore dipende dalla gravità e dal decorso della malattia, pertanto non è sempre pronunciata. Dolori intollerabili e debilitanti si verificano in quasi il 90% dei pazienti, alcuni dei quali sono accompagnati da improvvisa insufficienza cardiovascolare (collasso), a volte fatale. Il resto dei pazienti ha dolori moderati.
  2. Vomito o vomito, che non è correlato ai pasti e non allevia il paziente. In connessione con la distruzione dei vasi sanguigni, nella sua composizione la massa del vomito ha sangue sotto forma di coaguli con una miscela di bile. Il vomito estenuante favorisce la disidratazione del corpo, vi è una diminuzione della diuresi, che comporta l'assenza di minzione e forte sete.
  3. Flatulenza. I processi di fermentazione nell'intestino contribuiscono all'aumento della formazione di gas. Questo porta a un ritardo dei gas e porta a un forte gonfiore, causando stitichezza a causa dell'indebolimento della peristalsi.
  4. Intossicazione. Durante il periodo di progressivo sviluppo della necrosi, le tossine dei batteri portano all'intossicazione del corpo. Tutto il sintomo di cui sopra unisce una forte debolezza, una diminuzione della pressione. Il paziente ha respiro affannoso e battito cardiaco accelerato. Sotto l'azione di un gran numero di tossine, può verificarsi l'encefalopatia, che, oltre a disorientare il paziente, può portare allo sviluppo del coma.
  5. Pallore della pelle (iperemia). Nella fase avanzata della malattia, dopo grave intossicazione del corpo, la pelle del paziente diventa gialla con un'ombra terrosa. Come risultato di emorragie interne, macchie blu appaiono su entrambi i lati dell'addome e sulla schiena, e talvolta nell'ombelico.
  6. Le complicazioni purulente sono uno stadio piuttosto avanzato di necrosi. A causa dell'infiammazione e dell'intossicazione, il pancreas aumenta notevolmente nel suo volume, questo porta alla formazione di infiltrato purulento, allo sviluppo di epatite tossica e previsioni deludenti.
  • Carenza di enzimi;
  • Ulcera allo stomaco e ascesso;
  • Sanguinamento gastrico;
  • Peritonite e fistola;
  • Trombosi delle vene mesenteriche.

diagnostica

Con un trattamento tempestivo per l'assistenza medica, con il minimo sospetto o sintomi, la necrosi può essere diagnosticata nella fase iniziale e dare previsioni confortanti. La pancreatite acuta all'esordio della malattia è suscettibile di successo al trattamento farmacologico e non richiede un intervento chirurgico.
La diagnosi viene stabilita quando il paziente viene trattato, sulla base delle sue lamentele e dell'esame corrispondente. Quando si effettua una diagnosi usando due tipi di test:

L'esame di laboratorio è un conteggio ematico prolungato.

  • in presenza della malattia, aumenta la granularità dei neutrofili e dei leucociti, aumenta il numero di ESR;
  • il livello di zucchero nel sangue aumenta;
  • a causa della disidratazione del corpo, aumento dell'ematocrito, dell'elastasi e della tripsina;
  • Un segno di infiammazione della ghiandola è la crescita degli enzimi epatici.

La seconda fase della diagnosi di necrosi è strumentale. Questo include

  1. Laparoscopia diagnostica;
  2. Imaging a risonanza magnetica;
  3. Formazioni fluide di puntura;
  4. Ghiandola vascolare Angioregia;
  5. L'ecografia aiuta a determinare la struttura irregolare dell'organo, la presenza o l'assenza di liquido nella cavità addominale e le pietre del tratto biliare, le cisti e gli ascessi con un sito di localizzazione caratteristica.
  6. La tomografia computerizzata rivela focolai di necrosi, la presenza di infiammazione delle fibre, la dimensione della ghiandola stessa.

Trattamento e prognosi della malattia

A seconda dei processi patologici e dei cambiamenti nel corpo che sono stati identificati da uno dei metodi diagnostici, possono essere prescritti farmaci o trattamenti chirurgici.

In caso di trattamento farmacologico, oltre ai farmaci antibatterici, antifermentali e immunostimolanti, il paziente viene selezionato con una dieta individuale e un regime nutrizionale.

Poiché è possibile diagnosticare la necrosi acuta in una fase precoce, i metodi chirurgici all'inizio dello sviluppo della malattia sono ingiustificati. Nella fase iniziale, è quasi impossibile identificare e identificare la parte della ghiandola che ha sofferto di processi patologici.

La chirurgia viene eseguita mediante laparoscopia o laparotomia. Gli svantaggi di questi metodi nelle complicanze postoperatorie e la mancanza di una garanzia completa.

È molto difficile dare previsioni per la necrosi. Dal momento che la mortalità in questa diagnosi ha un tasso molto alto, e anche nelle condizioni di diagnosi tempestiva raggiunge il 70%. Tuttavia, le possibilità di recupero sono abbastanza grandi. L'esito favorevole dipende principalmente dalla visita tempestiva del medico, nonché dalla gravità della malattia e dall'età del paziente. Se la maggior parte del pancreas è danneggiato dalla necrosi, la morte è quasi inevitabile.

Pancreatonecrosi (necrosi pancreatica) - un pericolo per la vita

Patologie del tratto gastrointestinale sono spesso strettamente collegate l'una all'altra. I medici ritengono ragionevolmente che eventuali malattie della cistifellea possano influenzare negativamente lo stato dello stomaco e dell'intestino, del fegato e del pancreas. La pancreatonecrosi è un pericolo reale per la vita di una persona, i risultati di questa condizione non sono prevedibili e la prognosi per la vita del paziente è spesso negativa. La distruzione o la necrosi del pancreas può essere acuta (iniziando improvvisamente) o un processo cronico che fonde costantemente e continuamente le cellule parietali. Le sue cause potrebbero essere all'origine della violazione di dieta, alcol, droghe, ferite e JCB.

La diagnosi precoce dei sintomi offre la possibilità di un completo recupero, in quanto una terapia può essere utilizzata con un trattamento conservativo e un intervento chirurgico per rimuovere le aree necrotiche della ghiandola. Quando compaiono i primi segni di patologia, dovresti chiamare immediatamente la brigata dell'ambulanza o consultare un medico.

Eziologia e cause della necrosi pancreatica

La necrosi è un insieme di processi biochimici che portano alla decomposizione dei tessuti. Può essere settico e asettico (senza penetrazione di microflora patogena). Si basa sulla fusione o distruzione di tessuti sani con perdita completa della loro capacità di funzionare normalmente. Il recupero è possibile solo con cure mediche tempestive. L'eziologia della necrosi pancreatica comprende insufficienza multiorgano, che si sviluppa sullo sfondo di grave intossicazione endogena. Con la rottura dei tessuti, un'enorme quantità di tossine e veleni entra nel sangue. L'encefalopatia può svilupparsi fino a un coma, insufficienza renale ed epatica acuta.

Le cause principali della necrosi pancreatica sono i seguenti fattori:

  • consumo regolare di bevande alcoliche, compresa la birra;
  • ostruzione della pietra del dotto biliare;
  • violazione del deflusso della bile dalla cistifellea;
  • pancreatite pigra cronica;
  • errori nella dieta, compreso l'uso di abbondanti cibi grassi, piccanti e salati che stimolano il rilascio di grandi quantità di succo gastrico;
  • disordini di innervazione sullo sfondo di processi distruttivi nella colonna vertebrale (osteocondrosi, prolasso ed ernia del disco intervertebrale con infrazione dei nervi radicolari);
  • ferite, comprese cadute sul dorso, colpi di frusta);
  • stile di vita sovrappeso e sedentario;
  • patologia del sistema endocrino.

Scopri le cause aiuterà gli studi di laboratorio dettagliati. I pazienti ricevono un esame del sangue biochimico (che mostra un aumento della quantità di amilasi del tipo alfa), un'ecografia degli organi addominali, la risonanza magnetica.

In circa il 90% dei casi, la necrosi del pancreas è una complicazione della pancreatite cronica in pazienti che non seguono le raccomandazioni del medico curante. Per comprendere l'eziologia e la patogenesi del processo, approfondire un po 'la fisiologia del lavoro di questo corpo.

Il pancreas è responsabile della produzione di enzimi digestivi e di uno speciale ormone in grado di utilizzare zucchero, insulina. La secrezione di enzimi digestivi e succo gastrico non è costante, ma solo in risposta al flusso di noduli di cibo nello stomaco. Al momento della produzione degli enzimi, viene attivato il meccanismo di protezione interna delle cellule contro l'auto-digestione. Principalmente si distinguono gli enzimi proteolitici che possono dissolvere e abbattere composti proteici. Possono danneggiare le cellule pancreatiche. Dopo l'escrezione, il succo gastrico entra immediatamente nei dotti, viene secreto nel dotto biliare comune e nel duodeno colpisce il nodulo di cibo che avanza. Se ci sono ostacoli meccanici al movimento di queste sostanze, potrebbe verificarsi stagnazione primaria. Questa è la causa della pancreatite acuta. Se gli enzimi sono nel pancreas da molto tempo, inizia la decomposizione dei suoi tessuti. Questa è la necrosi del pancreas.

Cosa può provocare una patologia simile? Prima di tutto, violazione della dieta. Se si mangiano alimenti che stimolano il rilascio di grandi quantità di enzimi, essi influenzeranno negativamente i tessuti del corpo. Se mangi in tempi diversi, il processo fisiologico della secrezione di succo gastrico sarà disturbato. Tutto ciò crea i presupposti per la pancreatite.

I dotti hanno sufficiente elasticità, ma con un forte aumento del volume di succo secreto, il suo movimento diventa difficile. Aumenta la pressione interna e si sviluppa il processo infiammatorio endogeno. L'attivazione della lipasi può contribuire all'insorgenza della digestione delle cellule grasse della ghiandola e l'azione dell'elastasi è volta a deformare le cellule dei dotti.

Forma della necrosi pancreatica e prognosi dei risultati

Tradizionalmente, la divisione viene eseguita su un processo acuto e cronico. Nel primo caso, i sintomi clinici scompaiono completamente 12 ore dopo la loro comparsa. Nella necrosi cronica del pancreas, le manifestazioni acute si raffreddano, ma i pazienti soffrono di carenza enzimatica, il diabete mellito di primo tipo può svilupparsi, i sintomi di insufficienza cardiaca, renale, insufficienza epatica, compare l'encefalopatia. La forma della necrosi pancreatica e la prognosi del suo esito dipendono in gran parte dal meccanismo stabilito nello sviluppo:

  • la lesione grassa si verifica quando viene attivata la lipasi;
  • patologia ischemica è osservata sullo sfondo di edema infiammatorio e una diminuzione del flusso sanguigno attraverso i vasi spasmo;
  • distruzione emorragica con predominanza di emorragie nella parte parenchimale della ghiandola;
  • tipo misto di cambiamenti necrotici.

In termini di previsione del risultato e ulteriore previsione della vita, le forme grasse e miste sono considerate le più pericolose. L'attivazione dell'enzima lipasi nei dotti e nel parenchima della ghiandola porta rapidamente al fatto che anche gli organi vicini sono interessati. Esiste il rischio di peritonite asettica e la rapida comparsa della morte. I reni e il fegato, il cervello e il miocardio sono interessati.

La forma ischemica o infartuale di necrosi pancreatica si sviluppa spesso sullo sfondo di un processo infiammatorio cronico a lungo termine. Il consumo di alcol, l'uso di alcuni farmaci, un errore nella dieta, una situazione stressante e un sovraccarico psico-emotivo possono essere un fattore provocatorio. La base della patologia è l'aumento dell'edema infiammatorio dei tessuti molli. Ciò interrompe il flusso sanguigno naturale, inizia la stasi del sangue, si verifica la formazione di coaguli di sangue primari. Dopo il blocco di una grande nave, il flusso di sangue verso una determinata parte della ghiandola viene fermato. Inizia un attacco cardiaco o una distruzione del tessuto distruttivo necrotico. Questa forma è più favorevole nel predire il suo esito.

Il quadro clinico: i primi segni e sintomi della necrosi pancreatica

Lo sviluppo della patologia ha un decorso piuttosto turbolento e sin dalle prime ore provoca forti dolori. Il quadro clinico nel suo sviluppo attraversa diverse fasi. I primi segnali emergenti sono rapidamente integrati da fattori concomitanti. Riconoscere i sintomi della necrosi pancreatica può essere indipendente, tuttavia, il trattamento può essere effettuato solo da un chirurgo esperto.

L'insorgenza della malattia è sempre una reazione infiammatoria e una violazione del deflusso del succo gastrico. In questo momento si possono osservare malessere generale, debolezza, dolore all'addome, feci molli, anoressia e aumento della sete. Quando i processi purulenti possono aumentare la temperatura corporea. La fase successiva include più sintomi caratteristici di necrosi del pancreas, che si manifestano come:

  • vomito grave;
  • dolore che avvolge, che si placa quando si siede e si protende in avanti;
  • aumento della temperatura corporea ai numeri critici;
  • unisce le feci sciolte di natura spumeggiante;
  • c'è disidratazione (pelle secca e mucose, retrazione delle prese, miglioramento delle caratteristiche facciali);
  • appaiono segni di insufficienza epatica e renale;
  • vertigini, confusione, alterata attività cerebrale.

Nello stadio di aumentare l'attività enzimatica, nel tessuto della ghiandola appaiono cavità multiple, riempite con contenuti purulenti. Le tossine iniziano a fluire nel sangue. In questa fase, così come nello sviluppo della peritonite, l'unico metodo di trattamento rimane la chirurgia su base di emergenza. Pertanto, la terapia dovrebbe iniziare ai primi segni.

Va ricordato che qualsiasi dolore acuto nell'addome che non scompare entro 30 minuti è un motivo per chiamare la brigata di ambulanza. Non c'è necrosi pancreatica senza dolore. Le sensazioni di dolore sono così forti che sono chiaramente sentite dai pazienti anche nella fase di alcolismo.

Inoltre, non rassicurare se stessi un risultato favorevole, se il dolore diminuisce gradualmente, ma i sintomi di intossicazione aumentano. Ciò suggerisce che la necrosi abbia raggiunto una fase di influenza negativa sulle terminazioni nervose. Questo è il tipo più duro di patologia.

Diagnostica fisica e di laboratorio

Immediatamente dopo aver visitato un medico, inizia una diagnosi di emergenza. La diagnosi fisica della necrosi pancreatica comprende un esame, un'anamnesi, una valutazione della gravità delle condizioni del paziente. Di regola, lo stomaco è gonfio, una peristalsi rinforzata chiaramente udibile di anse intestinali gonfie. La palpazione è dolorosamente acuta. La lingua è coperta da una densa fioritura bianca o giallastra. La pelle è grigiastro, secca. Nelle fasi successive, si possono verificare emorragie sottocutanee nella regione superiore della schiena e nell'addome - macchie bluastre.

La frequenza cardiaca aumenta fino a 110-120 battiti al minuto, mentre la pressione sanguigna scende a 100/70 - 80/60 mm Hg. Inoltre, il medico può vedere segni di danni ad altri organi interni.

Viene effettuata una raccolta di emergenza del sangue venoso per determinare il livello di amilasi. Con il suo aumento, l'ospedalizzazione di emergenza viene mostrata in un ospedale chirurgico, dove viene deciso il problema della chirurgia.

Ulteriore diagnostica di laboratorio è, prima di tutto, un'ecografia che mostra la presenza di cavità e centri di fusione dei tessuti. Con informazioni insufficienti, è indicata la laparoscopia diagnostica. Durante questa procedura, il medico può drenare i dotti e liberare il dotto biliare comune. L'intervento viene eseguito in anestesia generale.

In futuro, per determinare la funzione della ghiandola è una radiografia di indagine con una introduzione preliminare di un agente di contrasto. In questo modo, è possibile determinare la pervietà dei condotti, la presenza di coaguli di sangue. Utilizzando gli ultrasuoni, è possibile determinare i fuochi di anecogenicità, infiammazione e ristagno del succo gastrico.

Colangiopancreatografia retrograda nel periodo acuto non è efficace, viene eseguita dopo aver eliminato la minaccia per la vita del paziente al fine di determinare ulteriori tattiche di terapia.

I compiti della diagnosi primaria includono l'esclusione di altre patologie associate al quadro clinico dell'addome acuto. Questa può essere un'ostruzione intestinale, un'appendicite acuta, un attacco di colelitiasi, perforazione di ulcera gastrica e ulcera duodenale, aneurisma aortico, infarto miocardico e molti altri processi.

Moderni metodi di trattamento della necrosi pancreatica (terapia conservativa e chirurgia)

L'assistenza medica tempestiva elimina le complicazioni e la probabilità di morte. I moderni metodi di trattamento della necrosi pancreatica preservano l'integrità della ghiandola, ripristinano la sua funzionalità. La terapia conservativa può essere applicata e, in assenza della sua efficacia, è indicata un'operazione chirurgica.

Il trattamento del primo giorno si basa sull'assicurazione del riposo funzionale e sulla riduzione dell'attività enzimatica della ghiandola. Si consiglia ai pazienti di rifiutarsi completamente di mangiare, si può bere solo una piccola quantità di acqua calda pulita. Immediatamente inizia la terapia parenterale di disintossicazione: vengono utilizzate soluzioni per pulire il sangue e compensare la perdita di liquidi (salina, glucosio, reopolyglucine, ecc.). Al fine di eliminare la sindrome del dolore, si raccomanda l'uso di combinazioni di antispastici e farmaci antinfiammatori non steroidei. Degli antispastici, "No-shpa" o "Drotaverina cloridrato" è principalmente prescritto per la somministrazione endovenosa. In assenza di un effetto pronunciato, "Platyphyllin" viene introdotto entro 20 minuti. Dal gruppo di farmaci anti-infiammatori non steroidei, Baralgin è usato più spesso - il farmaco può ridurre il fattore di infiammazione nell'area della patologia, alleviare il gonfiore e fermare il dolore.

La soppressione dell'attività enzimatica si ottiene con il metodo di somministrazione endovenosa di farmaci come "Contrycal" o "Gordox".

L'aumento della temperatura corporea è la base per iniziare la terapia antimicrobica. Gli antibiotici ad ampio spettro eliminano il rischio di ascessi purulenti, peritonite e altre complicazioni minacciose.

In assenza di dinamiche positive, è indicato l'intervento chirurgico. Durante l'operazione, l'escissione delle aree necrotiche, la riabilitazione dei dotti danneggiati. I pazienti sperimentano un significativo sollievo nel primo giorno rimuovendo l'essudato.

Dopo aver rimosso l'attacco, si raccomanda un'adesione a lungo termine (fino a 3 anni) ad una dieta speciale. Alimenti grassi e salati, alcol, bevande gassate, spezie, cibi fritti e affumicati sono completamente esclusi. Si consiglia di utilizzare prevalentemente fibre vegetali, cereali, zuppe fritte, cotolette di vapore di carne e pesce magri.

Tutto sulle ghiandole
e sistema ormonale

La necrosi pancreatica (pancreatite necrotica) è una delle malattie più terribili e mortali degli organi addominali. Consiste nella distruzione e nella morte delle cellule della ghiandola. La mortalità con necrosi pancreatica è del 40-70%, anche nel caso di trattamento tempestivo. Ciò è dovuto al fatto che la malattia è estremamente difficile da rilevare nella prima fase e i pazienti arrivano dal medico quando il processo è già andato troppo oltre.

Il motivo della diagnosi tardiva è che molti esami, inclusi i raggi X, non sono in grado di rilevare foci microscopici di necrosi nel tessuto ghiandolare.

Nota. La diagnosi di necrosi pancreatica si riferisce più spesso a patologia, cioè a quelli che definiscono il patologo all'apertura del corpo del paziente.

Con lo sviluppo della necrosi pancreatica, il pancreas soffre dei suoi stessi enzimi digestivi e inizia a digerire se stesso. Inoltre, gli enzimi iniziano a distruggere i vasi sanguigni e la necrosi si diffonde agli organi e ai tessuti vicini.

La posizione del pancreas: è strettamente adiacente all'intestino e allo stomaco, e si trova anche vicino al fegato, cistifellea, milza

Tipi di necrosi pancreatica

La classificazione della necrosi del pancreas viene effettuata in molti modi. A seconda del volume di tessuto affetto da patologia, la necrosi del pancreas è:

  1. Locale (limitato): piccola focale, focale media, grande focale.
  2. Comune: subtotale o totale.

I pazienti con necrosi pancreatica di piccola e media focale vanno dal medico molto raramente. Questa fase viene spesso rilevata per caso. Con la necrosi subtotale, sono interessate quasi tutte le cellule dell'organo e, con necrosi totale, il ferro è morto.

Nota. Al fine di sviluppare correttamente la tattica e la strategia di trattamento, è importante identificare correttamente il tipo di malattia.

Secondo la velocità dello sviluppo, si distinguono forme lente e progressive.

A seconda della presenza di microrganismi estranei nel pancreas, si distingue la necrosi pancreatica sterile e infettiva. Nel secondo caso, i microbi entrano anche nel flusso sanguigno insieme agli enzimi e ai prodotti di infiammazione, il che porta a shock tossici infettivi e sepsi, vale a dire più spesso - alla morte.

Secondo le peculiarità della percolazione, ci sono diversi tipi di necrosi pancreatica:

  • edema;
  • emorragica;
  • emostatico
  • grasso;
  • misto.

Di questi tipi, la pancreatite necrotica prognostica è la più favorevole.

Cause della necrosi pancreatica

Nella maggior parte dei casi, l'alcol e una dieta povera sono la causa del pancreas.

La causa principale della necrosi del pancreas è la pancreatite acuta o esacerbazione cronica. La pancreatonecrosi si sviluppa dalla pancreatite nei casi più avanzati e difficili.

A loro volta, le cause della pancreatite acuta sono:

  • Abuso di bevande alcoliche, specialmente in combinazione con cibi grassi.
  • Malattia di calcoli biliari e altri disturbi della colecisti e delle vie biliari.
  • Ulcera peptica.
  • Malnutrizione, comprese quantità eccessive di cibi grassi.
  • Lesioni pancreatiche di natura chimica, meccanica e fisica.

Inoltre, la necrosi pancreatica può svilupparsi in avvelenamento grave e malattie infettive, talvolta parassitarie. A volte la pancreatite necrotizzante si sviluppa sulla base di:

  • disfunzione dello sfintere di Oddi;
  • malformazioni congenite del pancreas;
  • operazioni sugli organi addominali.

I sintomi della necrosi pancreatica sono i sintomi di "addome acuto", vale a dire patologia che richiede un intervento chirurgico immediato

Diagnosi e sintomi

La più grande difficoltà nella diagnosi della necrosi pancreatica è che la malattia non ha quasi sintomi particolari per i quali potrebbe essere identificata.

Momenti di attenzione nella storia:

  • problemi al tratto biliare;
  • alcolismo, ammissione alla clinica intossicata;
  • pancreatite acuta.

Il paziente lamenta distensione addominale, dolore accerchiato, nausea. L'intensità del dolore può essere diversa, anche estremamente forte, e l'ipocondrio sinistro è il sito principale della sua localizzazione.

Dolore nell'ipocondrio sinistro, nausea e debolezza indicano problemi nel pancreas. Con questi sintomi, dovresti contattare immediatamente i medici.

Il vomito indomabile, non associato all'assunzione di cibo, contiene impurità di bile e sangue e continua anche a stomaco vuoto. Inoltre, può verificarsi la diarrea, che in combinazione con il vomito porta alla disidratazione. Si sviluppano pelle secca e mucose, inizia la febbre. Sulle superfici laterali dell'addome ci sono macchie bluastre (il risultato di emorragie interne).

A causa di grave intossicazione, si sviluppano confusione e coma.

I risultati degli studi diagnostici per la necrosi pancreatica:

  • Alto contenuto di amilasi, lipasi ed elastasi nelle urine e nel sangue.
  • Ultrasuoni, risonanza magnetica, TAC rivela un cambiamento nella struttura e nelle dimensioni del pancreas, la presenza di calcoli nei dotti biliari.
  • La presenza di focolai di necrosi è evidente in endoscopia e laparoscopia, ma questi metodi sono usati solo in casi estremi.

È importante condurre una diagnosi differenziale in relazione ad altre malattie infiammatorie della cavità addominale, ostruzione intestinale, rottura dell'aneurisma dell'aorta addominale, perforazione di organi cavi, colica biliare, infarto miocardico.

Laparoscopia: un metodo semplice di intervento chirurgico, che è molto più sicuro rispetto al metodo aperto

Trattamento e prognosi postoperatoria

Il trattamento della necrosi pancreatica è diviso in conservativo e chirurgico.

È importante! La chirurgia è il modo più rapido ed efficace, ma non è consigliabile spenderlo nei primi cinque o sei giorni dall'inizio del processo patologico a causa del fatto che è possibile una valutazione inaccurata dell'estensione del danno tissutale.

Trattamento conservativo

La terapia conservativa viene utilizzata come preparazione per la chirurgia o nella pancreatonecrosi a piccole focale. Lo scopo di questo trattamento sono: la neutralizzazione degli enzimi, la disintossicazione, la riduzione del dolore e la prevenzione delle complicanze.

A tal fine, viene eseguito un complesso di procedure, tra cui:

  • terapia infusionale (infusione endovenosa di soluzioni saline);
  • l'uso di analgesici, antispastici, blocchi di novocaina;
  • antibiotici;
  • Gordox, Contrycal come mezzo per inibire l'azione degli enzimi proteolitici;
  • antistaminici;
  • trattamento sintomatico.

Inoltre, il pancreas e il corpo del paziente forniscono un riposo completo, nutrendo i nutrienti attraverso una flebo e utilizzando un regime speciale che include il digiuno per diversi giorni e completa assenza di sforzo fisico.

Mangiare e nutrire la medicina attraverso il catetere ti permette di non disturbare l'organo malato e non ti preoccupare che le medicine usciranno con il vomito

Trattamento chirurgico

L'intervento chirurgico viene effettuato in quasi tutti i casi di necrosi pancreatica per ripristinare il corretto deflusso della secrezione pancreatica e della bile, rimuovere tessuti morti e pus.

I metodi di trattamento chirurgico sono diversi: laparotomia, laparoscopia, puntura della cavità addominale.

Quindi, con una necrosi pancreatica limitata, viene effettuata una necroectomia laparoscopica minimamente invasiva e con necroectomia diffusa diffusa con manipolazioni per liberarsi di pus, essudato infiammatorio e drenaggio della cavità addominale. Inoltre, i chirurghi affrontano il problema della rimozione del sangue e dell'arresto del sanguinamento intra-addominale.

prospettiva

Nel caso della necrosi pancreatica, è difficile fare previsioni dopo l'intervento, poiché l'esito della malattia dipende da molti fattori. La mortalità media nei casi non più gravi e non i più semplici è del 45-50%.

L'età avanzata associata all'ipertensione arteriosa riduce seriamente le possibilità di recupero

Esistono sette criteri, ognuno dei quali aumenta la probabilità di morte:

  • età oltre 50 anni;
  • alti livelli di zucchero nel sangue;
  • alti livelli di calcio nel sangue;
  • compromissione dell'equilibrio acido-base con lo sviluppo di acidosi;
  • ipertensione;
  • un salto nel livello di urea, LDH e AST;
  • esteso gonfiore e emorragia interna.

In totale, tutti danno un risultato negativo quasi al cento per cento.

Quando la pancreatite non vale la pena auto-medicare e utilizzare fondi non prescritti da un medico. Il modo più semplice per prevenire il problema e, quindi, non iniziare l'infiammazione del pancreas in uno stato di necrosi e sottoporsi regolarmente a esami.

Pancreatonecrosi: cause, sintomi, trattamento, prognosi

Pancreatonecrosis - è una delle malattie più gravi della cavità addominale, che in questo caso solo 1% della causa di addome acuto. necrosi pancreatica nella maggior parte dei casi (70%) diagnosticata in persone di giovane età e può agire come un entità patologiche distinte, così come complicazione di pancreatite acuta.

Le probabilità di sopravvivenza dopo la distruzione del pancreas è piuttosto piccola e sono circa il 30-60%, anche in caso di un trattamento tempestivo e adeguato, lo sviluppo del totale probabilità necrosi pancreatica di sopravvivenza sono ridotte a zero. C'è stato un aumento significativo l'incidenza di questa malattia, che prende 6-9% nella struttura di patologie. La distruzione del pancreas diagnosticato con uguale frequenza in entrambi gli uomini e donne.

Pancreatonecrosi e suoi tipi

La necrosi pancreatica è chiamata malattia del pancreas, in presenza della quale si osserva la morte delle cellule del corpo a causa dello sviluppo nei tessuti del processo infiammatorio. Sullo sfondo di tale infiammazione, l'organo viene sottoposto a processi distruttivi e inizia a svilupparsi l'insuccesso di più organi. Pertanto, la necrosi del pancreas può essere definita piuttosto una complicazione della pancreatite acuta, ma uno dei suoi stadi, che è caratterizzato da una rapida progressione e da un decorso grave.

Classificare questa patologia con tali parametri:

A seconda della prevalenza del processo di distruzione:

necrosi limitata (focale grande, media e piccola);

necrosi comune (totale - la ghiandola è danneggiata per tutto il suo volume, subtotale - la ghiandola è quasi completamente danneggiata).

L'assenza o la presenza di un processo infettivo nella ghiandola:

A seconda della natura della patologia:

A sua volta, la forma sterile di necrosi del pancreas è divisa in tre forme cliniche e anatomiche:

forma mista di necrosi del pancreas (più spesso);

necrosi emorragica del pancreas (accompagnata dallo sviluppo di un'emorragia interna, progredisce rapidamente);

adiposo (si sviluppa piuttosto lentamente, in 4-5 giorni e ha una prognosi piuttosto buona).

motivi

Lo sviluppo della malattia è dovuto a tre fattori principali:

alimentare

È la causa più comune di necrosi pancreatica. Inizia lo sviluppo del processo distruttivo, episodica bere grandi quantità di alcol, così come la ricezione di cibi grassi in grandi quantità (nella maggior parte dei casi, interessano solo due ragioni, per esempio, dopo la festa).

ostruttiva

C'è un blocco del dotto della ghiandola, che provoca un aumento della pressione intraduttale, l'attivazione degli enzimi della ghiandola e la permeabilità delle pareti dei vasi sanguigni, che a loro volta iniziano a fondere i loro stessi tessuti. La ragione principale dell'attivazione di questo fattore è la patologia dei dotti biliari e della colelitiasi.

riflusso

Come risultato di questo fattore, viene gettato nella bile pancreas dal duodeno, che porta all'attivazione di proenzimi e lancia reazione fermentopaticheskie. In tal caso provoca lo sviluppo pancreatonecrosis servire intossicazione alimentare, lo sviluppo di anomalie della prostata, dello sfintere di Oddi disturbo, che è localizzato nel duodeno, tromboflebite / nave vasculite pancreas manipolazione endoscopica smussato trauma addominale, le complicanze postoperatorie dopo l'intervento sugli organi addominali.

Gruppi a rischio di necrosi pancreatica

La malattia può svilupparsi in qualsiasi persona, ma esiste anche un gruppo a rischio, le possibilità di necrotizzazione del pancreas per le quali aumenta:

pazienti con malformazioni congenite dell'apparato digerente;

malattie del tubo digerente;

pazienti con patologia pancreatica e patologia epatica;

persone che soffrono di malattia del calcoli biliari;

Meccanismo di sviluppo della patologia

La base del meccanismo di sviluppo di questa patologia è la rottura delle forze protettive locali del pancreas. La necrosi delle cellule pancreatiche si svolge in tre fasi:

Azione fattore eziologico porta ad un notevole miglioramento dei condotti pancreatica esocrina iniziare pererastyagivatsya corpo, rotti succhi pancreatici deflusso. Accompagnata da un aumento di pressione intraduttale cause gonfiore di tessuti di organi parenchimali cominciano ad abbattere acini (piccole aree della prostata) e potenziamento di enzimi proteolitici osservato che l'importo e porta allo sviluppo di enormi danni ghiandola necrotico. In poche parole, il corpo inizia a digerire se stesso. Se attivata la secrezione di lipasi, cominciano a digerire cellule adipose se elastasi attivo comincia parete vascolare necrotico. Attivato enzima ghiandola tessuti e prodotti di decadimento penetrare nel flusso sanguigno e causa della distruzione delle pareti vascolari iniziano tossicologico interessano tutto il corpo. In primo luogo, colpisce i reni e il fegato, cervello e cuore, comincia a sviluppare insufficienza multiorgano.

Lo sviluppo di qualsiasi forma clinico-anatomica di patologia dipende dalla predominanza di elastasi e lipasi. Se l'attività dell'enzima lipasi aumenta, inizia la distruzione dei tessuti grassi della ghiandola, dopo di che l'omento piccolo e grande, gli organi interni, il mesentere, il peritoneo sono coinvolti nel processo necrotico. Questa forma di necrosi del pancreas si chiama grasso.

Se predominano i disturbi del microcircolo, si osserva un vasospasmo della ghiandola che provoca lo sviluppo di edema rapido dell'organo. Entro poche ore, la tossiemia provoca lo sviluppo della paresi delle pareti vascolari e della loro espansione, rallentando la velocità del movimento del sangue attraverso i tessuti della ghiandola. Questi processi provocano un aumento del processo di trombosi e portano infine all'insorgere della necrosi ischemica. Rafforzare l'attività dell'elastasi contribuisce all'inizio della distruzione delle pareti vascolari all'interno della ghiandola e quindi in altri organi. Questo fa sì che la ghiandola si impregni nel sangue, le emorragie si sviluppino nel tessuto retroperitoneale e negli organi interni e compaia l'effusione della cavità addominale con il sangue. Questa forma di patologia è chiamata necrosi emorragica della ghiandola.

In presenza dello stesso grado di attività dell'elastasi e della lipasi, si dovrebbe parlare di una forma mista di necrosi.

Un ascesso inizia a formarsi nel pancreas e in altri organi interni.

I cambiamenti purulenti iniziano a svilupparsi nello spazio retroperitoneale e nel pancreas.

I sintomi della necrosi pancreatica

La pancreatonecrosi si distingue per un quadro clinico così ovvio che è molto difficile confondere i sintomi di questa patologia con qualsiasi altra malattia.

Il segno cardinale del processo necrotico nel pancreas è il dolore. Il dolore proviene dalla metà sinistra dell'addome e può irradiarsi al petto, all'inguine, alla schiena, alla spalla. Molto spesso, il paziente non è in grado di descrivere la posizione esatta del dolore e caratterizza il dolore come un carattere di herpes zoster. L'intensità del dolore può essere diversa e dipende dalla gravità del processo necrotico. Più il processo distruttivo nella ghiandola arriva, più pronunciata è la sindrome del dolore, che è associata alla morte delle terminazioni nervose nell'organo. Facilitare il dolore e mantenere i sintomi di intossicazione è un segno prognostico scarso. Il dolore si attenua quando il paziente prende una posizione sul lato con le ginocchia piegate verso l'addome, quindi questa posizione è forzata in questa malattia.

Nausea e vomito

Quasi immediatamente dopo lo sviluppo del dolore, si sviluppa vomito sfrenato. Gli stimoli emetici non sono associati all'assunzione di cibo e non portano sollievo. Nel vomito è determinato da coaguli di sangue e bile (a causa della distruzione dei vasi sanguigni da parte dell'elastasi).

Segni di disidratazione

Il vomito costante provoca lo sviluppo della disidratazione. Le mucose e la pelle sono secche, la lingua è ricoperta di fioriture, la diuresi inizia a declinare, che raggiunge l'assenza di minzione (anuria). Il paziente inizia a sentire sete e sente la secchezza della bocca costante.

Gonfiore e flatulenza

Poiché il pancreas cessa di svolgere la sua funzione nel processo di digestione del cibo in partenza intestino per intensificare il processo di decadimento e fermentazione, che provoca flatulenza, distensione addominale sviluppa, indebolita peristalsi intestinale, sviluppa ritenzione del gas, e costipazione.

Segni di intossicazione

I batteri possono essere assenti nel sangue, mentre le loro tossine circolano attraverso il flusso sanguigno e causano l'intossicazione del corpo. Vi è un aumento della temperatura corporea superiore a 38 gradi, riduzione della pressione sanguigna, mancanza di respiro, aumento della respirazione. palpitazioni, si unisce a una sensazione di debolezza generale. L'effetto delle tossine sul tessuto cerebrale provoca lo sviluppo di encefalopatia. La confusione di coscienza appare, il paziente è inibito o agitato, disorientato. In caso di grave tossiemia, il coma può svilupparsi.

Pallore di pelle o iperemia

Nella fase della tossiemia, il pancreas inizia a secernere sostanze vasoattive nel sangue, che provocano la dilatazione dei vasi sanguigni e si manifestano con l'arrossamento della pelle. Più tardi, quando si sviluppa una grave intossicazione, la pelle diventa pallida, acquista un colore itterico, marmorizzato o terroso e diventa fredda al tatto. Nella zona dell'ombelico, sui glutei, sul retro, sullo stomaco compaiono macchie blu-viola, che indicano emorragie nei tessuti molli e lo sviluppo di ematomi interni. Le emorragie sottocutanee non sono sempre osservate con lo sviluppo della necrosi pancreatica.

Sanguinamento interno

Un aumento dei livelli di elastasi contribuisce al processo di distruzione delle pareti dei vasi sanguigni e porta alla formazione di un versamento emorragico della cavità pericardica, pleurica o addominale.

Sintomi di irritazione peritoneale

La fase di tossiemia è presente per 5-9 giorni e si differenzia per un aumento dei sintomi, indipendentemente dall'intensità del trattamento. Lo stadio successivo è la formazione di complicanze postnecrotiche e purulente. Contro l'infiammazione, il pancreas inizia ad aumentare di dimensioni e l'infiltrazione purulenta comincia a formarsi nella cavità addominale. La pelle della ghiandola diventa ipersensibile (iperparassia). L'insufficienza multiorgano inizia a svilupparsi (disturbi respiratori, cardite, nefrite ed epatite tossica).

complicazioni

Tra le complicanze della necrosi pancreatica emettono:

trombosi di vene mesenterica, splenica, portale;

ulcera intestinale o gastrica;

ascesso della fibra retroperitoneale;

cisti pancreatica, suppurazione;

ascesso addominale;

shock da dolore o tossico-infettivo.

diagnostica

La diagnosi di necrosi pancreatica acuta viene generalmente stabilita sulla base dei reclami caratteristici del paziente, dell'anamnesi, dell'esame e della ricerca aggiuntiva.

la crescita degli enzimi epatici (ALT, AST);

crescita della proteina C-reattiva (indicativa di infiammazione);

calcitonina ematica (aumento del livello in presenza di infezione e grave infiammazione, in particolare nella necrosi pancreatica infetta);

glicemia (livello zuccherino aumenta);

tripsina, elastasi, amilasi nelle urine e nel sangue (aumento significativo);

emocromo completo (aumento del livello di ESR, granularità dei neutrofili, leucocitosi, elevazione dell'ematocrito sullo sfondo della disidratazione).

Metodi di diagnostica strumentale:

colangiopancreatografia retrograda (determinazione dello stato dei dotti della ghiandola);

angiografia della ghiandola vascolare;

puntura di fluido dal pancreas, seguita da coltura batteriologica del materiale, determinazione del tipo di microrganismi e grado della loro sensibilità agli antibiotici;

radiografia degli organi addominali;

tomografia computerizzata (versamento nella cavità addominale, infiammazione del tessuto intorno alla ghiandola, fuochi di necrosi, dotto pancreatico dilatato, ingrossamento della ghiandola);

US vie biliari e pancreas (ascessi, cisti, e la loro ubicazione, necrosi, la presenza di liquido nello spazio retroperitoneale, addome, contorni del corpo e irregolarità eterogeneità della sua struttura, in ferro scala ingrandita, la presenza di pietre nel tratto biliare).

trattamento

Quando si diagnostica la necrosi pancreatica, la terapia deve iniziare immediatamente. Un paziente di emergenza è ricoverato in ospedale nel reparto chirurgico - unità di terapia intensiva. Il complesso ospedale terapia, che mira alla soppressione dei processi nel pancreas e la sua auto-digestione, prevenendo l'insorgenza di complicanze settiche, eliminando i segni di tossiemia. Da ciò, più attivamente e prima che venga avviata la terapia di questa patologia, dipendono le probabilità che il paziente guarisca. La terapia viene effettuata sia con metodi conservativi che chirurgici.

Terapia conservativa

La terapia conservativa comporta:

Fornire riposo a letto (riposo completo) e il digiuno terapeutico.

Al paziente è proibito mangiare e qualsiasi attività fisica. Il cibo dovrebbe essere parenterale, nutrienti per 5-7 giorni. Bere non è limitato, è preferibile utilizzare acqua minerale alcalina.

Sollievo dal dolore.

Soppressione del dolore e il rilassamento dello sfintere di Oddi conclusioni somministrazione parenterale, farmaci antispastici ( "No-spa" "Platifillin"), procaina blocco regionale, analgesici narcotici ( "Analgin", "Baralgin") infusioni endovenose 1000-2000 ml di soluzione di glucosio-novocaine. Ammessi somministrazione di stupefacenti (difenidramina con novocaina, promedol con atropina), ad eccezione di morfina che spazmiruet sfintere di Oddi.

Blocco della secrezione di pancreas, duodeno e stomaco.

Per ridurre l'attività della secrezione dell'enzima pancreatico e dell'inattivazione della proteasi, le sostanze anti-enzimatiche vengono iniettate per via endovenosa (Trasilol, Contrical, Gordox). La soppressione della secrezione gastrica si ottiene con l'introduzione di atropina (anticolinergici) e il lavaggio gastrico con soluzioni fredde. È inoltre necessario ridurre la secrezione gastrica con inibitori della pompa protonica - pantoprazolo, omeprazolo. Se non c'è malattia di calcoli biliari, è prescritto di introdurre preparati colagoghi per scaricare i dotti biliari e i dotti pancreatici. È inoltre necessario fornire l'ipotermia locale, che può non solo ridurre la secrezione del pancreas e di altri organi, ma anche ridurre significativamente la gravità del dolore.

Farmaci antibatterici per la distruzione del pancreas per la prevenzione in presenza di necrosi asettica della ghiandola e per la soppressione di microrganismi patogeni nella necrosi infetta del pancreas. Tra gli antibiotici, il fluorochinologico con le cefalosporine in combinazione con il metronidazolo è particolarmente popolare.

Per eliminare il flusso sanguigno dagli enzimi e dalle tossine pancreatici aggressivi, viene prescritta una massiva terapia infusionale (soluzione salina, soluzione di Ringer, glucosio con insulina). Per ripristinare i volumi di fluidi e migliorare le proprietà reologiche del sangue, i colloidi (albumina, reopolyglucine) vengono iniettati a goccia in una vena. La soppressione del vomito è fornita dall'iniezione intramuscolare di cerucal. La terapia di infusione è effettuata in combinazione con diuretici, che crea una diuresi forzata e allevia il gonfiore della ghiandola.

Vengono utilizzati metodi extracorporali di disintossicazione: emofiltrazione, dialisi peritoneale, emosorbimento, plasmaferesi terapeutica.

L'ipotalamo dell'ormone, la somatostatina, viene iniettato per via endovenosa, che ha un effetto soppressivo sulla funzione endocrina ed esocrina del pancreas e sulla secrezione di succo gastrico. Inoltre, questo farmaco può ridurre il flusso sanguigno degli organi interni, che aiuta a prevenire lo sviluppo di emorragie interne.

Trattamento chirurgico

Con lo sviluppo della necrosi pancreatica nella maggior parte dei casi, viene eseguita un'operazione. Lo scopo della chirurgia è la rimozione degli essudati infiammatori lesioni emorragiche e necrotiche fermare l'emorragia intra-addominale, retroperitoneo drenaggio e addominale recupero PZHZH succo di deflusso. L'operazione viene posticipata di alcuni (circa 4-5) giorni, fino a quando il processo acuto viene alleviato, il paziente è stabilizzato e l'emodinamica viene ripristinata. La chirurgia d'urgenza è indicata in presenza di subtotale o necrosi totale del pancreas, ascesso pancreatico, peritonite purulenta. In presenza di una lesione distruttiva infetta, le ghiandole ricorrono alla chirurgia laparotomica, che fornisce ampio accesso agli organi addominali. Inoltre, durante l'operazione è spesso necessario rimuovere organi adiacenti alla ghiandola (milza, cistifellea in presenza di colecistite distruttiva). Operazioni ripetute sono spesso richieste a causa della continuazione del processo di autodistruzione del pancreas. chirurgia radicale comporta pancreatectomia (rimozione completa del corpo), resezione pancreatica (rimozione di parte della prostata) sequestrectomia (rimozione masse necrotiche).

In presenza di necrosi sterile del pancreas, è preferibile eseguire interventi minimamente invasivi (puntura percutanea, riabilitazione laparoscopica della cavità addominale e suo drenaggio).

Cura e periodo di riabilitazione

Disabilità temporanea del paziente dopo aver condotto persiste per 3-4 mesi. Nel periodo postoperatorio, il tasso di recupero del paziente dipende dalla cura e dalla natura delle misure di riabilitazione. Durante i primi due giorni, il paziente si trova nell'unità di terapia intensiva, dove viene fornito il monitoraggio continuo della pressione sanguigna, delle urine, dell'ematocrito, della glicemia e degli elettroliti. Con la stabilizzazione dello stato e la presenza di parametri emodinamici soddisfacenti, il paziente viene trasferito in un reparto generale. Durante le prime 48 ore dopo l'intervento, il paziente viene mostrato a digiuno. Il terzo giorno è consentita una dieta moderata:

15 g di burro;

tè salato con cracker;

porridge di grano saraceno e riso (nel rapporto tra latte e acqua 1/1);

minestre liquide cotte in brodo vegetale;

il pane essiccato è consentito il 6 ° giorno della dieta;

omelette proteica (mezzo uovo al giorno).

Di notte puoi bere un bicchiere di acqua tiepida con miele o yogurt.

Nella prima settimana dopo l'operazione, tutti i piatti sono al vapore, dopo 7-10 giorni, il pesce e la carne magra vengono introdotti nella dieta in piccole quantità.

Lo scarico dall'ospedale viene effettuato in 1,5-2 mesi.

Trattamento domiciliare

Nei primi giorni dopo la dimissione, il paziente deve osservare il completo riposo fisico (riposo a letto). Assicurati di partecipare a un sonnellino pomeridiano e alla dieta. Dopo 10-14 giorni è permesso fare brevi passeggiate all'aria aperta, gradualmente la loro durata dovrebbe essere aumentata. Durante il periodo di riabilitazione è vietato lavorare troppo. Semplici faccende domestiche, passeggiate, guardare la TV o leggere dovrebbero essere di breve durata, se il paziente non si sente bene, tali "attività" dovrebbero essere fermate.

Le misure di riabilitazione includono:

assumere compresse contenenti insulina per regolare i livelli di glucosio;

preparazioni multienzimatiche (per una migliore digestione del cibo);

Cibo dietetico

Raccomandazioni per la nutrizione in presenza di necrosi pancreatica:

cibo frazionale circa 6 volte al giorno, in piccole porzioni;

l'assunzione di cibo dovrebbe essere alla volta;

è necessario eliminare completamente il fumo e l'alcol;

i piatti devono essere al vapore, in umido o bolliti;

il cibo dovrebbe essere tritato (tritato o cancellato);

La temperatura dei pasti pronti deve corrispondere alla temperatura ambiente (è vietato mangiare cibi troppo freddi o caldi).

datteri, fichi, uva;

tuorlo e uova in qualsiasi forma;

prodotti lattiero-caseari fermentati e latte intero;

lardo, grassi animali, margarina;

verdure aspre e piccanti (aglio, ravanello, spinaci, ravanelli, cipolle verdi, acetosella);

brodi di pesce e carne;

sottaceti e sottaceti;

carne affumicata, salsicce e cibi in scatola;

caffè forte, tè, cacao, cioccolato;

pesce grasso, pollame, carne;

lenticchie, fagioli, piselli, fagioli;

orzo, grano, granturco;

pasta frolla, pane fresco.

biscotti secchi non zuccherati;

olio vegetale (non più di 30 grammi);

burro (non più di 15 grammi);

succhi freschi diluiti;

verdure bollite (zucca, zucchine, cavolfiore, barbabietola);

carne magra e pollame, pesce (passera, pollock, pollo, manzo);

frittata di albume d'uovo;

yogurt magro o kefir;

porridge su mix di prodotti lattiero-caseari (in proporzione 1/1);

ricotta a basso contenuto di grassi;

prospettiva

Con la necrosi pancreatica, la prognosi è molto dubbia e dipende da molti fattori (quanto adeguatamente e rapidamente il trattamento è stato eseguito, quantità di interventi chirurgici, dieta e raccomandazioni mediche, presenza di comorbilità, forma della malattia, età del paziente).

Nel 25% dei pazienti che hanno sofferto di una forma distruttiva di pancreatite, il diabete mellito si sviluppa ulteriormente. Le pseudocisti sono anche abbastanza spesso formate e si sviluppa una pancreatite cronica ricorrente, si formano fistole. Questa malattia ha un alto livello di mortalità. In presenza di necrosi asettica del pancreas, il tasso di mortalità è del 15-40%, mentre con una persona infetta raggiunge il 60%.

Domande frequenti

Qual è la fornitura di pronto soccorso al paziente, se i suoi parenti sospettano la pancreatonecrosi?

Prima di tutto, devi mettere il paziente a letto, mettere il ghiaccio sulla sua area dello stomaco (approssimativamente nel mezzo dell'addome). È severamente vietato mangiare o bere. Inoltre, non viene mostrato l'uso di preparati enzimatici o analgesici. Per alleviare il dolore, se si dispone delle competenze necessarie, è necessario introdurre il paziente per via intramuscolare "No-shpu" o "Papaverine". Chiama un'ambulanza immediatamente.

Quanto tempo dopo il trasferimento della patologia deve seguire una dieta?

Non è sfortunato, ma mantenere una dieta salva sarà per la vita. Tuttavia, non disperare, perché la vita umana, oltre alle sigarette, cibo e alcol nocivi (ma gustosi) fornisce molte cose belle. Puoi ascoltare la musica, rilassarti nella natura, leggere, chiacchierare con la famiglia, scrivere poesie.

È possibile applicare e quali rimedi popolari per la diagnosi di necrosi pancreatica?

In nessun caso, è pericoloso. Quando una persona è molto cattiva e c'è il desiderio di morire, la ricezione di varie infusioni e decotti rimanderà in modo significativo la fornitura di un'adeguata assistenza, rispettivamente, la prognosi della malattia peggiorerà significativamente, il che può persino portare alla morte.

Cosa può provocare lo sviluppo di una patologia da recidiva?

In primo luogo, la causa della recidiva potrebbe essere un errore nella dieta. Seguire la dieta è lo stress emotivo e fisico. Inoltre, lo sviluppo di recidive può essere innescato dalla presenza di patologie del tratto gastrointestinale (esacerbazione di colecistite, ulcera duodenale o ulcera gastrica) e dallo sviluppo di complicanze della necrosi pancreatica.