logo

Come curare la diarrea dopo la droga

Nei processi infiammatori innescati da un'infezione batterica, nella maggior parte dei casi vengono prescritti antibiotici per uccidere la microflora patogena. Tuttavia, insieme ai microrganismi dannosi, anche i microrganismi benefici vengono distrutti, pertanto l'equilibrio esistente viene disturbato a livello intestinale e può verificarsi una diarrea da antibiotici, considerata un effetto collaterale dei farmaci. I gruppi di penicilline, cefalosporine e clindamicina hanno un effetto particolarmente negativo.

Quanto è probabile lo sviluppo del disturbo?

Molto spesso la diarrea e la disbiosi dopo gli antibiotici si sviluppano in presenza dei seguenti fattori predisponenti:

1. L'antibiotico è prescritto per i bambini sotto i 5 anni o gli adulti più anziani.

2. Una storia di un adulto o di un bambino ha patologie somatiche associate al malfunzionamento non degli organi interni, ma del sistema nervoso.

3. Gli antibiotici sono usati per trattare i processi infiammatori acuti e cronici dell'apparato digerente.

4. La terapia viene effettuata con l'uso di grandi dosi di agenti antibatterici.

5. L'accettazione degli antibiotici è tesa nel tempo, c'è una violazione del regime di trattamento prescritto dalle istruzioni.

La diarrea dopo l'assunzione di antibiotici può iniziare dopo un paio di giorni o una settimana dall'inizio del trattamento e dai primi giorni di utilizzo del farmaco. Un sintomo caratteristico di uno squilibrio della microflora è la comparsa di feci liquide più volte al giorno. Allo stesso tempo, dopo che l'antibiotico può sviluppare ulteriore mughetto di disagio. Abbastanza spesso, la diarrea è accompagnata da dolore, a causa dell'aumentata attività motoria dell'intestino. Tali spasmi sono particolarmente indesiderati durante la gravidanza, quindi è importante curare la dysbacteriosis il più rapidamente possibile.

Metodi per eliminare il disturbo

Per liberarsi da sintomi spiacevoli e curare la diarrea negli adulti o nei bambini, è necessario un approccio integrato, che implica l'osservanza di uno specifico schema dietetico, l'uso di speciali farmaci riducenti. È anche importante rafforzare il regime di bere, poiché con la diarrea viene rimossa una grande quantità di acqua dal corpo, che è pericolosa dalla disidratazione.

1. dieta corretta

Per il periodo di trattamento della diarrea dopo antibiotici, si raccomanda di rispettare la seguente dieta:

  • Per diversi giorni è consigliabile non utilizzare latte e prodotti caseari, nonché alimenti a base di farina di frumento. Stiamo parlando di prodotti da forno, pasta. Questa restrizione è dovuta all'aumentata sensibilità del tratto digestivo a questi stimoli, che può portare ad un aumento della diarrea.
  • Non è auspicabile introdurre crusca e frutta ricca di fibre nella dieta.
  • La base di una dieta parsimoniosa è la zuppa bollita cotta nel brodo di riso, l'omelette al vapore e il porridge viscoso di semola e grano saraceno. Tali piatti contribuiscono alla normalizzazione delle feci e ripristinano la motilità intestinale.
  • Il pane viene sostituito con cracker fatti in casa senza zucchero.
  • Un buon effetto astringente nella diarrea è fornito da gelatina cotta da frutti dolci e bacche.

Dopo 2-3 giorni, quando le condizioni si stabilizzano un po ', è possibile variare la razione di carne al vapore o braciole di pesce, zuppe in brodo vegetale, i soliti pappe friabili (ad eccezione di miglio e orzo). Inoltre, un buon risultato dà l'uso quotidiano di yogurt, saturo degli intestini necessari così utili batteri sani. Il pane nero può essere introdotto nella dieta non prima di 10 giorni dopo il ripristino delle feci normali. Il pane bianco può essere consumato se sono trascorsi almeno 5 giorni dal momento del miglioramento.

Per trattare il disturbo in questo modo è particolarmente raccomandato se la diarrea è presente in un bambino dopo l'assunzione di antibiotici. L'obiettivo principale della dieta dovrebbe essere fatto durante il periodo di gravidanza, quando è necessario curare i disturbi digestivi con mezzi naturali senza farmaci.

2. Preparazioni medicinali.

Tra i rimedi più raccomandati per la diarrea c'è Imodium, che ha un effetto diretto sulla motilità intestinale. Di conseguenza, la diarrea si ferma un'ora dopo aver assunto la prima dose del farmaco, eliminando in tal modo la disidratazione e la perdita di minerali e oligoelementi importanti per il normale funzionamento. Se la diarrea è forte e viene esclusa un'infezione batterica, la loperamide aiuta a trattare il disturbo dopo gli antibiotici. Controindicazioni alla ricezione di questo strumento è la gravidanza e l'età del bambino fino a 2 anni.

Anche la risposta ovvia alla domanda su come trattare la diarrea dopo gli antibiotici è la prescrizione di farmaci di gruppi di probiotici e sostanze prebiotiche. Inserisci il primo dovrebbe essere nella quantità massima per la rapida saturazione della microflora benefica del tratto digestivo. Allo stesso tempo, ci sono varie opzioni per l'ingresso di batteri nell'intestino, ma più spesso viene data preferenza orale (è anche possibile somministrare attraverso i clisteri e una sonda nasale). È importante trattare la diarrea con tali preparati in cui sia presente una microflora resistente all'ambiente acido dello stomaco. Tra i rimedi più popolari per la diarrea ci sono Linex, Bifiform, Bifidumbacterin, Hilak Forte.

Perché il farmaco funzioni, è necessario tenere conto delle peculiarità del suo uso. Ad esempio, il Bifidumbacterin viene utilizzato insieme a una bevanda senza latte fermentato (il contenuto di una bustina di medicinale viene versato in un bicchiere di kefir o yogurt e mescolato accuratamente). Per raggiungere il risultato, è sufficiente prendere il rimedio 2-3 volte prima dei pasti. La durata del corso per gli adulti è di almeno 14 giorni dopo la fine della terapia antibiotica.

I prebiotici sono carboidrati che si "nutrono" di batteri buoni. Tali sostanze possono essere ottenute mangiando cipolle, aglio, pomodori, asparagi, banane, carciofi e cicoria, quindi non è necessario acquistarli sotto forma di medicinali. L'effetto ottimale nel trattamento della diarrea negli adulti e nei bambini, così come durante la gravidanza, dà l'uso simultaneo di pro e prebiotici.

Come prevenire la diarrea?

Per escludere la diarrea associata agli antibiotici, è importante seguire alcune semplici regole:

1. Prendere gli antibiotici in stretta conformità con le prescrizioni del medico.

2. Dai primi giorni di trattamento con diarrea, integrare la terapia con probiotici, tenendo conto della dose prescritta di agente antibatterico.

Con questo approccio, la probabilità di sintomi negativi sarà ridotta al minimo e non sarà necessario un ulteriore trattamento della disbiosi dopo gli antibiotici.

Diarrea dopo antibiotici

La diarrea o la diarrea scientifica è chiamata eccessiva scarica frequente di feci liquide per un giorno. Lo sgabello diventa liquido a causa del contenuto molto basso di fibre vegetali in esso. Se la malattia è osservata in forma acuta, allora si chiama sindrome dell'intestino irritabile.

Le principali ragioni per lo sviluppo di una tale condizione patologica spiacevole, comunemente chiamata diarrea, sono malattie infettive specifiche dello stomaco e dell'intestino, malattie infiammatorie non specifiche virali, parassitarie e batteriche, come la colite ulcerosa.

Molto spesso, la diarrea in forma acuta si verifica a seguito di terapia farmacologica, ad esempio, l'uso di antibiotici, un sovradosaggio di lassativi e può anche verificarsi sullo sfondo della terapia antibatterica di varie malattie dello stomaco e soprattutto dell'intestino.

La terapia antibiotica e la terapia antibatterica sono spesso necessarie nel trattamento di molte malattie, ma, sfortunatamente, l'uso di antibiotici e altri agenti antibatterici spesso comporta una serie di effetti collaterali diversi. Tra tutti i sintomi negativi che si verificano dopo l'assunzione di antibiotici, la comparsa di diarrea non è l'ultima. Altri disturbi sono possibili con il sistema digestivo, come nausea, stitichezza e vomito.

Con la terapia antibiotica, la diarrea può svilupparsi quasi immediatamente dopo l'ingestione e, al termine del processo di assorbimento del farmaco nell'intestino, la diarrea si arresta. Lo stesso tipo di sviluppo riguarda i sintomi di nausea e vomito sullo sfondo degli antibiotici.

Come già notato sopra, la diarrea può essere una conseguenza della terapia farmacologica e della terapia con preparati a base di erbe, ad esempio alcaloidi della segale cornuta, preparazioni di digitale, lassativi. È anche possibile ottenere la diarrea dopo il trattamento con i rimedi omeopatici.

Causa diarrea e agenti antibatterici, ad esempio solfonammidi, fluorochinoloni, preparati a base di nitrofuran e farmaci con effetto citostatico.

Ma il più delle volte la causa della diarrea è considerata come un antibiotico. Gli antibiotici sono suddivisi in diversi gruppi, ad esempio preparazioni alla penicillina (penicillina), antibiotici macrolidi (macropene, eritromicina), antibiotici beta-lattamici con aggiunta di acido clauvanovico e antibiotici cefalosporinici. Sono le cefalosporine che sono considerate gli antibiotici più potenti.

La diarrea può anche verificarsi sullo sfondo della terapia a lungo termine con farmaci antifungini, ad esempio ketoconazolo, terbinafina e fluconazolo.

L'effetto antimicrobico e antibatterico di tutti questi antibiotici difficilmente può essere definito selettivo. Gli antibiotici distruggono tutto ciò che viene loro. Pertanto, insieme a batteri patogeni e altri microrganismi, vengono distrutti anche microrganismi utili e innocui.

È dopo l'assunzione di antibiotici che la disbatteriosi è considerata la più comune. La disbacteriosi è una violazione del contenuto nell'intestino della microflora naturale. A causa dell'azione degli antibiotici, l'equilibrio tra microrganismi dannosi e benefici è significativamente disturbato. Questo può manifestarsi sotto forma di gonfiore e diarrea persistente.

Tale disturbo, chiamato dysbacteriosis, si sviluppa gradualmente, e passa del tempo prima della sua diagnosi.

Per prevenire lo sviluppo di disbiosi e quindi la comparsa di diarrea dopo terapia antibiotica, è necessario prendere misure per mantenere la microflora intestinale nella giusta quantità. Per questo, i medici raccomandano varie preparazioni contenenti bifidobatteri benefici, ad esempio, Laktovit, Linex, Yogurt, Bifiform e Hilak-Forte.

Questo è il motivo per cui questi farmaci hanno lo scopo di ridurre il rischio di diarrea e altre conseguenze indesiderate della terapia antibiotica. Tuttavia, prima del loro utilizzo è necessario consultare uno specialista e uno studio dettagliato delle istruzioni.

Esiti di diarrea dopo l'assunzione di farmaci

Molti farmaci possono causare vari effetti collaterali. Qualche volta è un mal di testa e una pressione aumentata, in altri casi - irritazione di membrane mucose o reazioni allergiche. E con l'uso prolungato o improprio di pillole, la diarrea si verifica spesso dopo gli antibiotici.

Cosa succede nel corpo?

Ogni anno, grazie agli antibiotici, milioni di persone possono essere salvate, curano le malattie più complesse e insidiose. Tuttavia, con tutte le proprietà positive hanno un inconveniente significativo.

I farmaci antibatterici uccidono tutti i microrganismi di seguito. Sia buono sia cattivo. Pertanto, come risultato del trattamento a lungo termine, la microflora intestinale varia notevolmente, poiché è lì che vivono la maggior parte dei batteri responsabili della digestione. Ma anche l'antibiotico li distrugge. Di conseguenza, l'intestino non può far fronte al carico giornaliero, inizia a lavorare a intermittenza e si sviluppa la diarrea. E tu devi trattarla.

Gruppo di rischio

Per le persone con una forte immunità e organi sani del tratto gastrointestinale, un ciclo di trattamento antibiotico non è molto pericoloso. Tuttavia, ci sono gruppi di persone che dovranno monitorare attentamente se stessi, per i quali l'assunzione di antibiotici è un certo rischio:

  • i disturbi intestinali sono caratteristici di bambini di età inferiore ai 5 anni e adulti di età superiore a 65 anni;
  • in presenza di malattie dell'apparato digerente (gastrite, enterite, ulcere e così via);
  • con malattie somatiche.

Aumentare la probabilità di diarrea da antibiotici è un ciclo di trattamento troppo lungo, frequenti cambi di farmaci, una combinazione di diversi farmaci o alte dosi.

sintomi

Di norma, negli adulti, la diarrea non è molto diversa dalla norma. Pertanto, è difficile stabilire la causa del disturbo. Tuttavia, ci sono alcuni segni che aiuteranno a determinare la causa della diarrea. Questa è una diarrea associata ad antibiotici se:

  • è iniziata alcuni giorni dopo l'inizio del trattamento (le date variano da 1 a 10 giorni);
  • feci molli da 5 volte al giorno;
  • presenza di dolore addominale;
  • flatulenza;
  • la temperatura può salire;
  • una persona si sente debolezza, malessere;
  • in rari casi si verificano nausea e vomito;
  • le donne adulte possono sviluppare il mughetto.

La condizione principale che indica che la diarrea si è sviluppata da antibiotici è la presenza di tali farmaci nel corso del trattamento. I sintomi di infiammazione possono essere assenti.

Ti consigliamo di guardare un video in cui Elena Malysheva ti dirà quali sintomi di malattie sono la diarrea e come proteggere te stesso e il tuo corpo.

trattamento

Di norma, la diarrea dopo l'assunzione di farmaci antibatterici è breve e mite. Spesso non è necessario trattarlo, va via da solo o dopo la cancellazione dello stimolo. I tentativi di eliminare i rimedi popolari contro la diarrea non sempre si concludono con successo.

Pertanto, non è necessario trattare in modo indipendente questa malattia, è meglio consultare un medico che ti dirà esattamente cosa deve essere incluso nel corso e cosa dovrebbe essere rimosso. Con una terapia inappropriata, c'è un alto rischio di intossicazione e una serie di altre complicazioni. Di norma, per alleviare i sintomi, vengono prescritti i seguenti gruppi di farmaci:

  • agenti immunostimolanti;
  • Vitamine del gruppo B;
  • biostimolanti;
  • prodotti contenenti batteri benefici;
  • sostanze assorbenti che raccoglieranno ed elimineranno le tossine.

A discrezione del medico, la terapia può essere completata con altri mezzi. Di regola, il disturbo non è trattato con farmaci antidiarroici, a causa di ciò l'intossicazione del corpo è migliorata.

Dieta contro la diarrea

Per il trattamento di un disturbo lieve, è sufficiente una dieta moderata. La base del cibo per adulti e bambini dovrebbe essere un alimento che non causi processi di fermentazione e non irriti le mucose. È possibile integrare la dieta con una piccola quantità di prodotti che hanno un effetto sferzante.

Il primo giorno, si raccomanda a un adulto di rifiutarsi di mangiare e di seguire una dieta a base di tè e acqua. Questo rallenterà i processi nell'intestino. Durante la diarrea, è molto importante bere molti liquidi, poiché la diarrea causa la disidratazione e la lisciviazione dei sali.

Nel secondo e nei giorni successivi, si raccomanda di preparare del cibo leggero per l'intestino, che aiuterà a curare più rapidamente l'organo colpito:

  • minestre a base di muco e purea;
  • purè di patate (preferibilmente senza latte);
  • riso e patate bolliti;
  • gelatina;
  • cracker bianchi;
  • tutte le bevande dovrebbero essere calde;
  • uova, omelette

Dal dolce puoi mangiare mele cotte, biscotti galattini e salati. Con il sollievo dei sintomi, è possibile integrare gradualmente la dieta con cibi più complessi. Ad esempio, polpette di carne al vapore e polpette di carne, zuppe di verdure e così via. Dopo il recupero, è necessario passare a una dieta normale gradualmente e non immediatamente, ma in pochi giorni.

Quali prodotti sono completamente esclusi?

Per non irritare l'intestino, così influenzato dagli antibiotici, i seguenti prodotti devono essere eliminati:

  • carne affumicata;
  • cibi grassi;
  • acqua gassata;
  • bevande alcoliche;
  • frutta e verdura fresca;
  • cibi in salamoia;
  • sottaceti;
  • conservazione;
  • muffin e pasticcini;
  • fagioli;
  • noci;
  • qualsiasi latticini.

Il fatto è che essi causano processi di fermentazione, stimolano la formazione di gas e il lavoro del tratto gastrointestinale. Tutto ciò porta ad un aumento dei sintomi. Cosa fare per non avere problemi con l'intestino? Basta seguire alcune semplici regole.

In primo luogo, solo un medico può prescrivere un trattamento antibiotico. I requisiti specificati nelle istruzioni devono essere soddisfatti: dosaggio, durata e intervalli di somministrazione. In secondo luogo, è consigliabile iniziare immediatamente a bere i probiotici per supportare la microflora intestinale.

Guarda un video in cui il medico ti parla di diarrea.

E un po 'sui segreti.

A giudicare dal fatto che ora stai leggendo queste righe - la vittoria nella lotta contro le malattie del tratto gastrointestinale non è dalla tua parte. E hai già pensato alla chirurgia? È comprensibile che il corretto funzionamento del tratto gastrointestinale sia una garanzia di salute e benessere. Dolori addominali frequenti, bruciore di stomaco, gonfiore, eruttazione, nausea, feci alterate. Tutti questi sintomi ti sono familiari di prima mano. Ecco perché abbiamo deciso di pubblicare un'intervista con Elena Malysheva, in cui rivela il segreto in dettaglio. Leggi l'articolo >>

Cosa fare quando si verifica la diarrea dopo l'assunzione di antibiotici?

Uno degli effetti collaterali che si verificano frequentemente nell'assunzione di agenti antibatterici è la diarrea. Come trattare la diarrea dopo gli antibiotici e quando dovresti consultare un medico, lo diremo in questo articolo.

Lo stato attuale del problema della prescrizione di agenti antibatterici

Al momento attuale è impossibile immaginare una medicina senza antibiotici. Grazie a questi farmaci, è diventato possibile ridurre al minimo il numero di complicazioni dopo varie operazioni, ridurre il numero di malattie purulente e batteriche e fermare la diffusione di infezioni altamente contagiose ed estremamente pericolose, come dissenteria, botulismo, tetano, antrace e molti altri.

Tuttavia, a causa della diversità e dell'uso diffuso di antibiotici, il loro uso in molti casi è irrazionale - le persone hanno cominciato a ricorrere sempre più all'autoterapia, e sempre più spesso gli antibiotici diventano i farmaci di scelta in questi casi.

Nel corso del tempo, ciò ha portato al fatto che gli agenti causali delle più comuni malattie infettive sono diventati insensibili alla maggior parte dei farmaci antibatterici, cioè gli antibiotici più semplici ed economici sono già diventati inefficaci.

Un altro importante problema associato all'assunzione di antibiotici che tutti possono affrontare è la comparsa di diarrea da diarrea.

La cosiddetta diarrea associata agli antibiotici è una conseguenza dell'uso di tali gruppi di farmaci antibatterici più comunemente usati come penicilline e cefalosporine.

Il rischio di feci molli aumenta con l'uso simultaneo di diversi antibiotici.

Vale la pena notare che il primato nello sviluppo della diarrea può essere dato a farmaci antibatterici sotto forma di compresse e capsule - in altre parole, per la somministrazione orale.

Molto meno frequentemente, la diarrea dopo gli antibiotici può essere associata ad endovenosa o ad altri metodi di somministrazione di antibiotici.

Perché la diarrea si sviluppa dopo l'assunzione di antibiotici? Stiamo parlando dei meccanismi

Non tutta la diarrea associata agli antibiotici è così semplice come sembra, i meccanismi del suo sviluppo possono essere molto diversi.

Ad esempio, alcuni farmaci antibatterici hanno un effetto lassativo diretto sull'intestino - questi includono alcuni antibiotici macrolidi.

La diarrea da antibiotici, che aumentano la motilità intestinale, è leggera e a breve termine e termina con la fine del ciclo di trattamento.

Inoltre, la diarrea dopo gli antibiotici è il risultato dello sviluppo della disbiosi intestinale. C'è uno squilibrio nella microflora intestinale: ci sono meno microrganismi benefici e microrganismi più dannosi.

Ciò è dovuto al fatto che gli antibiotici, insieme alla distruzione di batteri patogeni dannosi, causano la morte di quei microrganismi più benefici che abitano l'intestino: bifidobatteri e lattobacilli.

Inoltre, alcuni antibiotici possono inibire la crescita della normale microflora intestinale e persino, paradossalmente, contribuire alla crescita della microflora patogena in alcune parti dell'intestino.

Questi farmaci comprendono antibiotici del gruppo delle tetracicline (tetraciclina e doxiciclina) e aminoglicosidi (gentamicina, amikacina, streptomicina).

Questa condizione sarà considerata come una malattia separata e indicata come colite ulcerosa pseudomembranosa.

Oltre a frequenti feci molli fino a 20-30 volte al giorno, la colite pseudomembranosa è accompagnata da febbre, debolezza e dolore addominale acuto.

Come aiutare il corpo nella lotta contro la diarrea, in attesa di cure mediche?

Quindi cosa fare se c'è la diarrea dopo gli antibiotici? Per iniziare, parliamo di trattamento non farmacologico.

Se la diarrea è stata attivata dall'auto-medicazione con antibiotici e dal loro uso incontrollato e irrazionale, si raccomanda di annullare del tutto il farmaco.

Lo stesso vale per le gravi manifestazioni di diarrea associata agli antibiotici sotto forma di colite pseudomembranosa, quando solo la cancellazione dell'antibiotico che ha causato i sintomi spiacevoli può migliorare in gran parte le condizioni del paziente.

Durante la diarrea, insieme alle feci, il corpo perde una grande quantità di liquido e, quindi, una condizione necessaria in una tale situazione è di mantenere il bilancio idrico del corpo e utilizzare una quantità maggiore di acqua al giorno per questo scopo - circa 3 litri.

Inoltre, dovresti abbandonare l'uso di frutta, prodotti a base di farina, cibi ricchi di fibre, poiché tutti stimolano la motilità intestinale, che durante la diarrea è, ovviamente, indesiderabile, poiché aggrava solo le sue manifestazioni.

Queste erbe come la potentilla e la corteccia di quercia hanno eccellenti proprietà antinfiammatorie, lenitive e astringenti.

È sufficiente preparare un paio di cucchiai di erbe in un bicchiere di acqua bollente e bere il brodo raffreddato. Aumentare l'immunità locale e promuovere la crescita di microrganismi benefici sotto il potere di erba di San Giovanni, achillea e ortica. Cottura decotti di loro dovrebbe essere nel modo sopra indicato.

Panoramica dei farmaci antidiarroici

Ma, naturalmente, i principali assistenti nel trattamento di tale diarrea sono le droghe farmaceutiche. La diversità del mercato farmaceutico ti fa capire i pro ei contro delle medicine, cercheremo di focalizzare la tua attenzione solo su medicinali efficaci e sicuri.

1. Linex è un farmaco molto popolare nel trattamento della diarrea di varia origine. Ciò è dovuto alla sua capacità in un tempo relativamente breve (3-5 giorni) di far fronte agli effetti della terapia antibiotica.

Il farmaco appartiene al gruppo dei probiotici, cioè i farmaci, che includono microrganismi viventi utili - lattobacilli e bifidobatteri. Ma non confondere i probiotici con i prebiotici. Questi ultimi sono solo cibo per i batteri benefici già presenti nel nostro intestino - vale a dire, carboidrati, fibre alimentari, componenti vegetali, ecc. L'indicazione per Linex è la diarrea dopo gli antibiotici negli adulti e nei bambini.

2. Ryoflora Balance Neo - si applica anche ai probiotici. Tuttavia, si distingue dal precedente farmaco dalla presenza nella composizione di ben 9 ceppi di microrganismi benefici. Rioflora Balance Neo aiuterà a ripristinare l'equilibrio della microflora intestinale e ridurre i disturbi intestinali dopo un ciclo di terapia antibiotica.

Inoltre, il farmaco è caratterizzato da un effetto curativo mirato alla mucosa intestinale, e questo a sua volta impedisce la penetrazione di batteri pericolosi attraverso di esso. Raccomandato per l'uso da parte di persone oltre i 3 anni. Per i bambini, c'è anche una forma speciale del farmaco. Può anche essere assunto durante la gravidanza e l'allattamento.

3. Nei casi in cui vi sia uno sviluppo di una condizione grave - colite pseudomembranosa, - è necessario assumere tali farmaci come farmaci antibatterici e farmaci antiprotozoari che possono ridurre l'aumento del numero di Clostridium difficile. Questo batterio svolge un ruolo primario nello sviluppo delle complicanze.

Questa condizione è estremamente difficile per i malati, richiede un ricovero immediato.

4. Per la ritenzione e l'eliminazione di sostanze tossiche e prodotti di scarto di Clostridium difficile dal corpo, si raccomandano enterosorbenti. Questi includono il carbone attivo ben noto, che, nonostante il suo basso costo e una "storia" piuttosto lunga, è ancora una droga abbastanza efficace, così come i farmaci più moderni.

Tra questi ultimi si distingue il popolare Smectu, che si presenta sotto forma di polvere e può essere utilizzato fin dalla più tenera età: Polysorb contiene silice, che gli consente di assorbire efficacemente prodotti di decomposizione, sostanze tossiche e migliorare le prestazioni intestinali, Enterosgel - si presenta sotto forma di pasta o sospensione per soluzione, ha un notevole effetto adsorbente e disintossicante.

5. Per tali farmaci come il loperamide ben noto, raccomandiamo di trattarlo con attenzione. Può essere efficace e raccomandato per l'uso in caso di diarrea associata ad antibiotici di gravità lieve o moderata. L'efficacia sarà molto più alta se combiniamo Loperamide con l'uso di probiotici, di cui abbiamo parlato prima.

In conclusione...

Riassumendo, vorrei richiamare ancora una volta la vostra attenzione sui gruppi a rischio per lo sviluppo della diarrea associata agli antibiotici:

  • La somministrazione irrazionale di farmaci antibatterici, una dose scelta erroneamente o un aumento della durata dell'uso di droghe - tutto ciò provoca lo sviluppo di diarrea.
  • Gli antibiotici dovrebbero essere assunti solo in accordo con la presenza dei batteri che causano loro la malattia. Altrimenti, il trattamento non solo porterà benefici, ma potrebbe anche danneggiare lo sviluppo della disbiosi intestinale.
  • Non dimenticare che gli antibiotici ad ampio spettro hanno molte più probabilità di causare lo sviluppo di diarrea.
  • Le persone anziane e i bambini sotto i 6 anni hanno maggiori probabilità di sviluppare una diarrea associata ad antibiotici. E perché tali persone hanno bisogno di una selezione più accurata e accurata della dose del farmaco, così come la combinazione più delicata di agenti antibatterici.

Non automedicare ed essere in salute!

Interruzione dell'intestino dopo gli antibiotici

Il concetto di recupero dopo antibiotici è apparso quando è iniziata l'era dell'uso diffuso di antibiotici. Gli antibiotici non solo hanno salvato la vita a milioni di persone, ma hanno anche iniziato ad avere effetti collaterali indesiderati, come la disbiosi intestinale, la diarrea (diarrea) e la colite (infiammazione intestinale) associati a cambiamenti nella microflora intestinale.

Fig. 1. La superficie totale dell'intestino (la sua superficie interna) negli adulti è di circa 200 m 2.

Diarrea e colite dopo antibiotici

Quando si trattano con antibiotici, il numero di microbi sensibili a loro diminuisce e la crescita della normale microflora intestinale viene inibita. Il numero di ceppi resistenti agli antibiotici è in aumento. I batteri condizionalmente patogeni si moltiplicano intensivamente e iniziano ad acquisire proprietà dannose del macroorganismo.

Clostridi, Staphylococcus, Proteus, Enterococci, Pus assay, Klebsiella e funghi tipo lievito sono i rappresentanti più noti della flora intestinale patogena. Nella maggior parte dei casi di diarrea che si sono verificati dopo gli antibiotici, il Clostridium (Clostridium difficile) occupa il primo posto. La frequenza del loro danno è:

  • dal 15 al 30% dei casi con diarrea associata agli antibiotici (AAD);
  • dal 50 al 75% dei casi con colite associata agli antibiotici;
  • fino al 90% dei casi con colite pseudomembranosa.

Fig. 2. Nella foto del differenziale di Clostridium al microscopio.

Fig. 3. Nella foto del differenziale di Clostridium della colonia.

La causa di diarrea (diarrea) e colite è una violazione della microbiocenosi intestinale (disbiosi intestinale). La crescita di batteri patogeni porta a danni alla parete intestinale e aumento della secrezione di elettroliti e acqua.

La microflora intestinale è coinvolta nell'utilizzo della fibra. Come risultato di questo processo, si formano acidi grassi a catena corta - una fonte di energia per la mucosa intestinale.

Con una quantità insufficiente di fibre nella dieta umana, il trofico (nutrizione) dei tessuti intestinali viene disturbato, il che porta ad un aumento della permeabilità della barriera intestinale alle tossine e alla flora microbica patogena.

Enzimi che producono microflora intestinale, sono coinvolti nel processo di scissione degli acidi biliari. Dopo il rilascio nel tratto gastrointestinale, gli acidi biliari secondari vengono riassorbiti e una piccola quantità (5-15%) viene escreta nelle feci, partecipando alla formazione e alla promozione delle masse fecali, prevenendone la disidratazione.

Se nell'intestino ci sono troppi batteri, gli acidi biliari iniziano a scoppiare prematuramente, causando la comparsa di diarrea secretoria (diarrea) e steatorrea (rilascio di una maggiore quantità di grasso).

Tutti i fattori sopra riportati formano:

  • diarrea associata agli antibiotici - la più comune complicanza del trattamento antibatterico negli adulti. L'incidenza di tali complicanze varia dal 5 al 25% nelle persone che assumono antibiotici;
  • lo sviluppo della colite è un po 'meno comune;
  • Una malattia rara ma terribile che si sviluppa dopo gli antibiotici è la colite pseudomembranosa.

Fig. 4. Nella foto è presente una normale parete intestinale (preparazione istologica).

Antibiotici che causano la diarrea

Le penicilline delle generazioni precedenti (ampicillina, benzilpenicillina) influenzano più spesso la microflora intestinale. L'uso di penicilline moderne non porta allo sviluppo di clostridi - i principali colpevoli di colite pseudomembranosa.

La maggior parte delle cefalosporine promuove la crescita di enterobatteri e clostridi. Cefaclor e cefradina non influenzano la biocenosi intestinale.

Le cellule M dell'epitelio dell'intestino tenue producono l'ormone motilina, che influenza la motilità intestinale, promuovendo il movimento del cibo attraverso il tratto digestivo. L'eritromicina stimola la produzione di motilina, accelerando così lo svuotamento dello stomaco e dell'intestino, che si manifesta con la diarrea (diarrea).

L'acido clavulanico, che fa parte di molti antibiotici (amoxiclav, amoxicillina / acido clavulanico), stimola anche la motilità intestinale.

La tetraciclina e la neomicina influenzano negativamente l'epitelio intestinale, avendo un effetto tossico diretto.

Gli antibiotici in questo gruppo inibiscono la crescita della normale microflora intestinale, ma non contribuiscono alla crescita dei clostridi.

Se un paziente ha feci liquide per 2 giorni consecutivi due giorni dopo l'inizio degli antibiotici e fino a 2 mesi dopo l'interruzione del loro utilizzo, si verifica una diarrea associata agli antibiotici (AAD). Un tale stato significa che il paziente ha avuto cambiamenti patologici nella composizione della microflora intestinale (disbiosi intestinale). La sua frequenza varia dal 5 al 25% tra i pazienti trattati con antibiotici.

Se la diarrea si manifesta con sintomi di intossicazione e leucocitosi alta, il clostridio deve essere considerato come causa.

Fig. 5. La maggior parte della microflora intestinale è concentrata nella zona parietale dell'intestino.

A rischio per lo sviluppo di diarrea associata agli antibiotici sono:

  • bambini di età compresa tra 2 mesi. fino a 2 anni e adulti oltre i 65 anni,
  • pazienti con malattie dello stomaco e dell'intestino,
  • pazienti che sono stati trattati con antibiotici per più di 3 giorni,
  • utilizzare nel trattamento di un gran numero di antibiotici,
  • immunodeficienza grave.

L'uso incontrollato di antibiotici contribuisce allo sviluppo di dysbacteriosis e aumenta l'allergizzazione del corpo. Il metodo di somministrazione degli antibiotici e il loro dosaggio non influisce sul rischio di sviluppare diarrea dopo gli antibiotici. Sono stati descritti casi in cui la diarrea si è sviluppata anche dopo una singola dose di antibiotici ad ampio spettro.

Sintomi di diarrea e colite associate agli antibiotici

Il quadro clinico della disbiosi dopo gli antibiotici ha una vasta gamma di manifestazioni - da quelle minime a quelle potenzialmente letali. Nel 70% dei pazienti compaiono i sintomi della malattia durante il periodo di trattamento. Nel 30% dei pazienti - dopo la fine del trattamento.

  • Inizialmente, sgabelli sciolti (diarrea) senza impurità. Spesso passa indipendentemente in 3 - 4 giorni. A volte il paziente è preoccupato per il dolore addominale crampi. La condizione generale del paziente è abbastanza soddisfacente. Immagine endoscopica per AAD senza patologia. Con lo sviluppo della colite, si nota l'infiammazione della parete intestinale (edema e iperemia).
  • Con uno sviluppo negativo della malattia, la nitidezza del processo aumenta, compaiono sintomi come la febbre, le feci diventano più frequenti, il livello dei leucociti aumenta nel sangue, i leucociti appaiono nelle feci, la colite pseudomembranosa si sviluppa gradualmente, la causa della quale è clostridia.

Dysbacteriosis asintomatico → associato ad antibiotici (diarrea o diarrea) → colite → colite pseudomembranosa.

La colite pseudomembranosa è una manifestazione estrema di infezioni clostridiali.

Colite pseudomembranosa dopo antibiotici

La colite pseudomembranosa spesso si sviluppa durante il trattamento con antibiotici, meno spesso - dopo 7 - 10 giorni dopo la loro cancellazione. Si basa sull'attivazione di flora patogena e prima di tutto di clostridi (Clostridium difficile). Sono descritti casi di colite come risultato della riproduzione di stafilococchi, Klebsiella, Salmonella e Candida. Tra tutte le colite pseudomembranosa, la colite, la cui causa era la ricezione di antibiotici, varia dal 60 all'85% negli adulti.

I Clostridi producono tossine che causano l'infiammazione della mucosa intestinale. I contatti tra le cellule (enterociti) sono interrotti, il che porta ad un aumento della permeabilità della parete intestinale con conseguente sviluppo di sintomi come diarrea, febbre, convulsioni. Il processo infiammatorio è localizzato più spesso nell'intestino crasso, meno spesso nell'intestino tenue.

Fig. 6. Nella foto è un classico "vulcano" di lesione nella colite pseudomembranosa (quadro istologico). Il processo di essudazione è andato oltre le ulcere della membrana mucosa, inizia il processo di formazione delle pellicole fibrose. I sintomi della malattia in questo periodo stanno rapidamente aumentando.

Segni e sintomi di colite pseudomembranosa

La malattia è caratterizzata da sottili feci liquide acquose con una frequenza da 10 a 30 volte al giorno, dolore addominale e febbre. La diarrea persiste da 8 a 10 settimane. La diarrea persistente porta alla perdita di elettroliti e acqua. Il volume di sangue circolante diminuisce, la pressione arteriosa diminuisce. Sviluppare una forte disidratazione. Ridurre il livello di albumina nel sangue porta allo sviluppo di edema periferico.

Leucocitosi nel sangue raggiunge 15 · 10 9 / l. In alcuni casi, si notano tassi più alti. Una diminuzione del numero di leucociti è registrata nei pazienti sottoposti a chemioterapia per cancro. Il colon è danneggiato, si espande (espansione tossica), c'è la sua perforazione. In mancanza di fornire assistenza tempestiva e adeguata, la malattia spesso finisce con la morte del paziente.

Immagine endoscopica

Per la diarrea causata da antibiotici, l'endoscopia non rivela alcun cambiamento. Con lo sviluppo della colite, il catarro appare per primo. Inoltre, sullo sfondo di iperemia ed edema della parete intestinale, appare l'erosione.

Durante l'endoscopia con colite pseudomembranosa, si osservano film fibrinosi (pseudomembrane) sulla mucosa intestinale, che si formano in aree di necrosi della mucosa. I film fibrosi hanno un colore giallino pallido, spesso a forma di nastro. Le loro dimensioni vanno da 0,5 a 2 cm di diametro. L'epitelio intestinale è talvolta assente. Con lo sviluppo della malattia, le aree esposte e le aree coperte da film si espandono e occupano una vasta area dell'intestino.

Fig. 7. Nella foto colite pseudomembranosa. Sono visibili film fibrosi giallastri (pseudomembrane).

Tomografia computerizzata

Quando la tomografia computerizzata ha rivelato una parete ispessita dell'intestino crasso.

complicazioni

Shock tossico infettivo, perforazione dell'intestino crasso e peritonite sono complicanze terribili della colite pseudomembranosa negli adulti. Con il loro sviluppo, la terapia convenzionale è impotente. La rimozione di una parte dell'intestino è l'unico trattamento.

La forma fulminante della malattia nella metà dei casi è fatale.

Diagnosi della malattia

La diagnosi della malattia si basa sulla determinazione delle feci del differenziale di clostridium delle enterotossine A e B.

Il test di agglutinazione al lattice è un metodo qualitativo per la diagnosi di colite pseudomembranosa. Permette per un'ora di rilevare la presenza di enterotossina A nelle masse fecali. La sua sensibilità e specificità è ottima e supera l'80%.

Fig. 8. Nella foto è una vista dell'intestino con colite pseudomembranosa. Si possono vedere pseudomembrane di una forma a nastro che copre una vasta area dell'intestino (macropreparazione).

Trattamento della colite pseudomembranosa

I farmaci antimicrobici vancomicina e metronidazolo sono i farmaci di scelta nel trattamento della colite pseudomembranosa negli adulti.

risultati

La disbiosi intestinale è una condizione di fondo che si manifesta per una serie di motivi. Quasi ogni persona durante la vita si trova di fronte alla disbiosi. Nella maggior parte dei casi, questo stato procede senza sintomi visibili e passa senza tracce senza trattamento, senza disturbare lo stato generale di salute. Se la situazione si sviluppa in modo negativo, compaiono i sintomi, i principali sono la diarrea (diarrea). Uno dei motivi per lo sviluppo della disbiosi è l'antibiotico.

Gli antibiotici sono prescritti solo da un medico, è lui che selezionerà la dose giornaliera e la dose del farmaco corretta una volta. Leggere attentamente le istruzioni prima di prendere il farmaco.

Quanto spesso hai preso antibiotici senza prescrizione medica? Si è verificata una violazione delle feci (diarrea) dopo l'assunzione di antibiotici?

Cause di diarrea durante l'assunzione di farmaci antibatterici

La diarrea è una delle conseguenze dell'uso di farmaci antibatterici. Ciò è dovuto al fatto che i farmaci uccidono non solo agenti patogeni, ma anche utili rappresentanti della microflora. Con diarrea o diarrea, lo sgabello diventa liquido. L'impulso a defecare si verifica fino a 10 volte al giorno. La diarrea dopo l'assunzione di farmaci antibatterici è osservata nelle persone che sono inclini a varie reazioni avverse. Questa condizione ha sempre bisogno di cure.

Gli antibiotici hanno un effetto negativo sulla microflora intestinale.

Perché si sviluppa la deviazione

La diarrea assumendo antibiotici in adulti e bambini si sviluppa in presenza dei seguenti fattori predisponenti:

  • età fino a 5 anni o oltre 60 anni;
  • la presenza di disturbi associati al funzionamento del sistema nervoso;
  • uso di quantità eccessive di farmaci antibatterici o cambiamento di auto-dosaggio;
  • uso a lungo termine di farmaci antibatterici.

Che cosa fare con uno sgabello vuoto dopo gli antibiotici in un adulto può essere detto solo dal medico curante. La diarrea dopo l'assunzione di farmaci antibatterici può iniziare dopo alcuni giorni o una settimana. Dipende dall'individuo. Il tordo può verificarsi con la diarrea.

Spesso, la diarrea sullo sfondo di prendere farmaci antibatterici si sviluppa negli anziani

I farmaci antibatterici sono finalizzati alla distruzione di microrganismi patogeni. Le potenti droghe possono cambiare la microflora naturale. In questo contesto, ci sono feci molli, poiché il corpo si indebolisce dopo l'uso di potenti medicine.

Per stabilire la causa alla radice del disturbo è necessario monitorare la frequenza delle feci e la natura degli attacchi. In presenza di diarrea grave e prolungata dopo antibiotici, la ghiandola tiroidea può funzionare male. Potrebbe essere necessario chiamare un medico.

Le principali cause della comparsa del disturbo in pazienti che ricevono antibiotici sono descritte nella tabella.

La probabilità di un disturbo aumenta se il paziente utilizza contemporaneamente diversi tipi di farmaci antibatterici.

Scoprire come fermare la diarrea dopo un antibiotico in un adulto può essere pericoloso. Il medico dovrebbe rivedere i farmaci prescritti.

Quali farmaci possono scatenare il disturbo

La diarrea dopo un ciclo di antibiotici può essere dovuta all'assunzione di farmaci che hanno un effetto indebolente sull'intestino. Questi farmaci includono alcuni antibiotici macrolidi. In questo caso, la diarrea non causa grande disagio. I sintomi sono lievi e di breve durata.

Quando si usano farmaci che indeboliscono il lavoro dell'intestino, non c'è bisogno di capire cosa fare con la diarrea dopo un antibiotico in un adulto. Lo stato è normalizzato senza assistenza e non richiede ulteriori farmaci.

Diarrea lunga e grave dopo l'assunzione di antibiotici può causare il malfunzionamento della ghiandola tiroidea.

La diarrea può anche essere una conseguenza della lenta crescita della microflora naturale. In parallelo, aumenta il numero di microrganismi patogeni. Questi farmaci includono farmaci del gruppo tetraciclina e aminoglicosidi.

Per scoprire cosa fare se dagli antibiotici, è necessario se, dopo aver preso i gruppi di farmaci elencati, il paziente ha:

  • rapido aumento della temperatura corporea;
  • forte sensazione dolorosa nella cavità addominale;
  • riflesso del vomito;
  • debolezza generale.

Questi sintomi sono maggiori e accompagnano quasi sempre indigestione dopo l'assunzione di farmaci antibatterici. La voglia di defecare si verifica circa 10 volte al giorno. La consistenza della materia fecale è liquida.

Spesso la diarrea è accompagnata da attacchi di vomito.

Se si verifica un disturbo, è necessario scoprire il più presto possibile perché la diarrea da antibiotici e come farvi fronte. Alcuni gruppi di farmaci possono causare numerose complicazioni.

Trattamento della diarrea che si è verificato durante l'assunzione di antibiotici

Solo un medico può dirti come trattare un disturbo intestinale dopo gli antibiotici. La terapia è complessa e include:

  • cambiamento nella dieta;
  • assunzione di farmaci;
  • rispetto delle misure preventive.

L'alta efficacia nell'eliminazione delle feci molli ha un cambiamento nella dieta. La prima volta è necessario che il paziente abbandoni i prodotti caseari e tutti i prodotti da forno. Se questa raccomandazione non viene seguita, la gravità della violazione potrebbe aumentare.

Per il trattamento della diarrea prescrivere Linex e altri farmaci contenenti bifidobatteri

Se si verifica un effetto collaterale, è importante consultare immediatamente un medico. Un professionista della salute ti dirà se può verificarsi una diarrea da antibiotici in un adulto e seleziona la dieta più appropriata.

Non è desiderabile avere frutta e crusca nella dieta. Il loro uso è raccomandato solo dopo il completo recupero.

Al paziente è permesso mangiare cibi che vengono rapidamente assorbiti. Tutto il cibo è pre-bollito. Il fritto e il grasso sono severamente vietati. Una corretta alimentazione aiuterà a normalizzare le feci.

Se la diarrea non va via dopo gli antibiotici da soli, è necessario modificare la dieta. Il pane viene completamente sostituito con il pangrattato. Si consiglia di aggiungere gelatine alla frutta e bevande alla frutta alla dieta. È severamente vietato utilizzare:

Il tè alla melissa aiuterà a risolvere il problema della diarrea dopo la terapia antibiotica

  • cibo con molti additivi chimici;
  • dolciaria;
  • kvas.

Il trattamento di antibiotici per la diarrea negli adulti può essere farmaco. In questo caso, il paziente può raccomandare l'ammissione:

Il trattamento farmacologico mira a ripristinare la microflora naturale del corpo. I farmaci normalizzano il numero di batteri buoni. Il corso di assunzione di pillole non è più di 14 giorni. Inoltre, sono prescritti complessi vitaminici e minerali.

Metodi popolari di diarrea

Il trattamento dell'indigestione dopo gli antibiotici può essere basato sull'uso della medicina tradizionale. Avere alta efficienza:

Non assumere farmaci antibatterici in modo incontrollabile.

  • cumino;
  • carote.

Per la preparazione delle feci liquide è necessario assumere 0,5 cucchiaini di semi di aneto e 150 ml di acqua. Gli ingredienti naturali sono messi in una casseruola e bolliti per 20 minuti. Quindi bere insistere ora. Il rimedio preparato è bevuto durante il giorno a piccoli sorsi.

Indipendentemente scoprire come trattare la diarrea dopo antibiotici con rimedi popolari è indesiderabile. Alcuni ingredienti naturali possono causare una reazione negativa del corpo.

L'alta efficienza ha anche la melissa. Per eliminare il disturbo, è necessario preparare il tè con esso e berlo durante il giorno. Può essere utilizzato solo in assenza di intolleranza individuale.

Il trattamento della diarrea da antibiotici negli adulti a base di ingredienti naturali è usato solo in combinazione con la dieta appropriata. Di per sé, la medicina tradizionale è inefficace.

Ancora più ricette di medicina tradizionale sono presentate nel video:

Prevenzione della diarrea

La diarrea durante l'assunzione di antibiotici non si verificherà se si osservano misure preventive:

  • uso di farmaci antibatterici solo su prescrizione;
  • attenta osservanza del dosaggio raccomandato;
  • rifiuto dell'uso di analoghi senza previa consultazione con il medico;
  • considerazione della compatibilità dei farmaci presi simultaneamente;
  • seguendo una dieta sana.

Non puoi dare la preferenza agli antibiotici. Il farmaco può essere prescritto solo dal medico curante in base a tutte le caratteristiche individuali. È anche importante dire al medico di tutti i farmaci usati.

Diarrea in un bambino dopo l'assunzione di antibiotici a causa dell'indebolimento del corpo a causa della presenza della malattia.

I sintomi e il trattamento della dysbacteriosis dopo l'assunzione di antibiotici hanno caratteristiche, quindi si consiglia di contattare specialisti.

Dopo aver chiarito le informazioni riguardanti il ​​problema della durata della diarrea. È importante! L'introduzione di antibiotici nel trattamento può danneggiare il bambino.

Cosa causa la diarrea. Le cause della diarrea dopo il parto alla mamma sono varie.. Un antibiotico viene assunto in conformità con i requisiti delle istruzioni (per gli adulti.

Per scoprire più precisamente perché un bambino ha la diarrea con il sangue, il medico aiuterà dopo. Con batteri, germi e virus - antibiotici (amoxicillina, tetraciclina.

Diarrea dopo l'assunzione di un antibiotico: cause e trattamento

Il risultato di una violazione della microflora intestinale può essere la diarrea da antibiotici. L'assunzione di farmaci antibatterici ha un effetto negativo sul fegato e sull'intestino. Durante l'assunzione di antibiotici, la dysbacteriosis inizia spesso con la diarrea.

Cause di diarrea

Perché si verifica la diarrea? La diarrea dopo l'assunzione di antibiotici è causata da diversi fattori:

  • microflora intestinale compromessa;
  • infezione intestinale acuta;
  • la particolarità della droga stessa, il cui effetto lassativo è dovuto alla composizione stessa.

La combinazione più comune delle prime due cause.

Interruzione Microflora

La presenza di alcuni batteri nel corpo può manifestarsi solo con l'inizio di assumere antibiotici, che cambiano la microflora intestinale e aumentano la sua motilità. Gli antibiotici per la diarrea disturbano l'equilibrio della microflora.

Quando ciò accade, il numero di microrganismi benefici diminuisce e aumenta il numero di microrganismi nocivi. Questo perché l'agente antibatterico uccide non solo i batteri patogeni, ma anche benefici per il corpo umano.

Utili includono:

Esistono antibiotici che ostacolano lo sviluppo della normale microflora nell'intestino. Questi includono:

Effetto lassativo di farmaci

Con un effetto lassativo, che è caratteristico del farmaco stesso, la manifestazione dei sintomi inizia durante i primi due giorni dall'inizio dell'assunzione.

La diarrea dopo antibiotici in un adulto che inizia diversi giorni dopo aver subito un ciclo di trattamento richiede il ripristino obbligatorio della microflora intestinale. Se la condizione generale del paziente è soddisfacente, l'auto-guarigione, senza l'uso di farmaci speciali, richiederà da una a due settimane.

Con la somministrazione contemporanea di diversi farmaci antibatterici, aumenta la probabilità di evacuazione delle feci liquide. Anche sul disturbo dell'intestino colpisce la forma di rilascio prendendo farmaci. I preparati orali (capsule e compresse) il più delle volte provocano la diarrea.

I sintomi richiedono un trattamento

In alcuni casi, la diarrea può causare ulteriori sintomi durante l'assunzione di antibiotici:

  • aumenti della temperatura corporea;
  • ebbrezza;
  • dolore all'addome, ecc.

Nella maggior parte dei casi, la diarrea è gravata da altre malattie e è necessario un trattamento mirato.

Colite pseudomembranosa

L'assunzione di antibiotici con una diminuzione simultanea dei batteri intestinali benefici e l'introduzione di un microrganismo chiamato Clostridium difficile porta a una malattia chiamata colite pseudomembranosa.

Poiché la microflora patogena in questo caso è resistente a molti farmaci antimicrobici, si verifica la colite ulcerosa, che è caratterizzata da tali manifestazioni:

  • sgabelli sciolti;
  • frequenti movimenti intestinali (fino a 30 volte al giorno);
  • aumento della temperatura corporea;
  • sentirsi debole;
  • dolore addominale.

trattamento

Come trattare? Quando sorge una domanda, cosa fare se si verifica diarrea, è necessario un approccio integrato per risolvere il problema.

Ripristinare il normale funzionamento dell'intestino aiuterà le seguenti regole:

  1. L'uso di farmaci per ripristinare la microflora intestinale.
  2. Dieta.

Pronto soccorso per la diarrea

Se il bambino è malato, è necessario un consulto medico per prescrivere un trattamento efficace. I neonati richiedono cure mediche di emergenza, soprattutto per i segni di disidratazione.

Come trattare se si osserva la comparsa di feci molli in un adulto che ha assunto un antibiotico? Prima di andare da un medico, può essere applicato Loperamide, che agisce molto rapidamente e allevia immediatamente la condizione, elimina il tenesmo. Con forte diarrea, due capsule possono aiutare a far fronte in una sola volta.
Il trattamento con loperamide non deve essere eseguito se si sospetta una colite pseudomembranosa, che si è sviluppata dopo aver assunto aminoglicosidi o tetracicline.
Altrimenti, la condizione potrebbe peggiorare e il tempo andrà perso.

Motivi per vedere un dottore

Dopo gli antibiotici, la diarrea può essere trattata con farmaci considerati sicuri e da banco, solo in quelle situazioni in cui i seguenti sintomi sono assenti:

Se c'è almeno una di queste manifestazioni, dovresti consultare un medico e usare solo quei farmaci che lui prescrive. Un antibiotico per la diarrea in un adulto, e ancor più in un bambino, non può essere selezionato da solo.

Quando ho bisogno di una completa abolizione del farmaco?

Se la diarrea è causata da automedicazione incontrollata e uso improprio, si raccomanda di interrompere la ricezione. L'antibiotico deve essere sospeso anche in caso di diarrea sotto forma di colite.

Preparativi per il recupero

La diarrea che si è manifestata durante l'assunzione di antibiotici è trattata con farmaci che nella loro composizione conterranno una microflora benefica che è resistente all'ambiente acido gastrico ed è in grado di normalizzare il lavoro dell'intestino. Tali farmaci fermano la diarrea, riducono il numero di stimoli a defecare e aiutano a curare il disturbo.
Come trattare la diarrea è determinata sulla base dei sintomi della malattia, delle condizioni generali del paziente, delle malattie concomitanti.
L'uso di droghe per la diarrea dovrebbe iniziare dopo aver consultato il medico. L'automedicazione può essere dannosa e portare a complicazioni.

Imodium

Questo strumento è disponibile in forma di pillola. Ha un'azione rapida che aiuta a fermare la diarrea e far fronte a un'infezione intestinale. La cessazione della diarrea dovrebbe avvenire entro un'ora dal momento dell'ammissione. Il farmaco è controindicato per le donne in gravidanza, in allattamento e sotto i 6 anni di età.

Linex

È un rimedio sicuro ed efficace, che inizia con la prima dose. Diarrea dopo un antibiotico durante l'uso di capsule Linex neutralizza per 3-5 giorni. Contenente bifidobatteri e lattobacilli, può essere designato come probiotico anche per i bambini. Controindicazione è l'intolleranza dei componenti.

Smecta

Smecta è un farmaco popolare che è ben tollerato nella maggior parte dei casi. Questo nome è emesso sotto forma di bustine, destinate a essere disciolte nell'acqua. Controindicazioni all'uso di intolleranza individuale al fruttosio, allergia agli ingredienti e ostruzione intestinale.

Bifidumbacterin

Quando si utilizza questo strumento, che viene assunto prima dei pasti in forma diluita, il miglioramento si ottiene non con il primo utilizzo, ma dopo la seconda o terza assunzione. La durata del trattamento con Bifidumbacterin è di due settimane. Lo strumento può essere utilizzato per i bambini. C'è solo una controindicazione - l'intolleranza individuale.

loperamide

Per il trattamento della diarrea grave in assenza di un'infezione batterica, viene spesso prescritta la loperamide. Con lui, il miglioramento inizierà molto rapidamente. Questo farmaco non è prescritto a donne in gravidanza e bambini fino a 4 anni di età.

Esistono diverse forme di rilascio:

Cibo dietetico

Quando la diarrea negli adulti dovrebbe abbandonare l'uso di tali alimenti:

  • cibo in scatola;
  • salsiccia;
  • prodotti semilavorati;
  • margarina;
  • dolci e dolci;
  • alimenti ricchi di fibre;
  • kvas.

Un altro gruppo di prodotti include quelli che contribuiscono a una pronta guarigione, aiutano a superare la diarrea. Tra loro ci sono:

  • carne dietetica;
  • tè;
  • zuppe di verdure;
  • cereali (il riso e il grano saraceno sono particolarmente desiderabili);
  • gelatina;
  • cracker;
  • latticini, ecc.

Durante la diarrea, il corpo perde fluido, quindi l'umidità dovrebbe essere reintegrata consumando grandi quantità di acqua.
All'inizio del trattamento, la dieta dovrebbe essere piuttosto rigida, comprese le zuppe, il purè di patate, i brodi di riso e le omelette al vapore. Non è consigliabile mangiare muffin, pane fatto con farina di frumento. Tale cibo stimola il recupero della sedia.

Dopo un paio di giorni, quando lo stato si stabilizza, la dieta diventa meno rigida. Alla dieta vengono aggiunti piatti di carne e pesce al vapore, cereali, yogurt ecc. Il pane bianco fresco non dovrebbe essere consumato per qualche altro giorno. Nel tempo, la gamma di prodotti approvati si espande al solito.

Oltre alla dieta e all'uso dei probiotici, si possono utilizzare i tè delle piante medicinali che hanno un effetto lenitivo e hanno un effetto astringente.

La correttezza degli antibiotici

L'uso inappropriato di antibiotici può causare diarrea? Per ridurre al minimo la possibilità di disturbi intestinali, si consiglia di soddisfare questi requisiti:

  • utilizzare un antibiotico solo dopo aver consultato un medico;
  • seguire le regole di assunzione del medicinale secondo le istruzioni;
  • non superare il dosaggio del farmaco;
  • seguire le regole dell'igiene personale;
  • ridurre lo sforzo fisico;
  • evitare lo stress.

Se si verifica diarrea, devono essere prese misure per prevenire la sua transizione verso la diarrea acuta.
Per prevenire la diarrea, si consiglia di prendere probiotici durante l'assunzione di antibiotici. In questo caso, il rischio di sintomi spiacevoli sarà ridotto al minimo.

Gruppi di rischio

La diarrea causata dall'assunzione di antibiotici, il più delle volte si verifica in queste condizioni:

  • dose in eccesso e durata del farmaco;
  • l'uso di farmaci inadatti che non influenzano la microflora patogena;
  • i farmaci ad ampio spettro portano più spesso ad effetti collaterali;
  • vecchiaia del paziente;
  • bambini sotto i 6 anni;
  • la presenza di malattie che colpiscono il lavoro degli intestini.

conclusione

È possibile eliminare la diarrea che si è manifestata dopo aver assunto antibiotici utilizzando la dieta e le medicine che ripristinano la microflora. In questo caso, è necessario seguire le raccomandazioni del medico e il rispetto delle regole per l'assunzione di farmaci.