logo

Disbiosi intestinale negli adulti: sintomi e trattamento

Dysbacteriosis - una violazione della microflora intestinale benefica, in cui diminuisce il numero di fermenti lattici e bifidobatteri e aumenta il numero di microrganismi dannosi. Questa malattia è abbastanza comune negli adulti, ma con una maggiore frequenza nei neonati.

Inoltre, come risultato di un'indagine sociologica, è stato rivelato che la disbiosi intestinale, i cui sintomi possono essere diversi, è stata diagnosticata almeno una volta nel 90% della popolazione adulta della Russia. Alcuni medici ritengono che questa malattia possa essere sia indipendente che concomitante, per esempio accompagnare l'ulcera duodenale o la gastrite cronica.

In questo articolo diremo tutto sulla disbiosi intestinale negli adulti: consideriamo le sue cause, i primi sintomi, nonché i moderni metodi di trattamento della disbatteriosi con l'aiuto di droghe.

motivi

Cos'è? Le cause della disbiosi intestinale negli adulti ce ne sono molte. In alcuni, sembra a causa di alcune patologie a livello intestinale (congenito o acquisito), in altri, la disbatteriosi è causata da complicazioni dopo una precedente malattia. In tali situazioni, aumenta il numero di batteri che vivono nel corpo. L'equilibrio generale sta cambiando ei microrganismi trovano tutte le condizioni per la sopravvivenza e l'ulteriore prosperità.

Tra le cause più comuni di disbiosi intestinale sono i seguenti:

  • nutrizione squilibrata;
  • infezioni intestinali;
  • trattamento a lungo termine con farmaci ormonali o non steroidei;
  • antibiotici;
  • immunodeficienza;
  • radiazioni e chemioterapia;
  • abuso di alcol;
  • la presenza di parassiti nell'intestino;
  • disfunzione epatica;
  • stress frequente o depressione;
  • malattie croniche del tubo digerente.

Tuttavia, la disbatteriosi dopo gli antibiotici si sviluppa più spesso. Quando si assumono farmaci, l'epitelio intestinale è danneggiato e la composizione della microflora cambia. La conseguenza del consumo incontrollato di antibiotici potrebbe essere l'emergere di ceppi di batteri resistenti al trattamento.

Sintomi della disbiosi intestinale negli adulti

Il quadro clinico dipende dalla gravità dei processi patologici a livello intestinale. I principali sintomi della disbiosi intestinale negli adulti includono:

  • gonfiore;
  • spiacevole sensazione di intestino pieno;
  • costante sensazione di nausea e mal di testa;
  • la composizione modificata della consistenza delle feci, che diventa semi-liquido con un colore verdastro.

Tutti questi sintomi possono anche essere accompagnati da febbre, questo non è sempre il caso, ma, tuttavia, si verifica abbastanza spesso. Nella dysbacteriosis, la digestione soffre di più. Poiché il cibo nell'intestino viene inizialmente diviso dai batteri e quindi assorbito nel sangue. Senza l'aiuto di microrganismi, il corpo semplicemente non può assorbire molte delle sostanze nutritive, le percepisce come aliene, rifiuta. Pertanto, appaiono nausea, vomito e feci molli.

Quando la disbiosi intestinale può essere suddivisa in quattro fasi di violazione della composizione batterica dell'intestino:

  1. Un leggero aumento della concentrazione di flora patogena e una diminuzione del numero di batteri obbligati. La sintomatologia è solitamente assente.
  2. Una diminuzione critica della concentrazione della microflora benefica, la rapida crescita della flora patogena. Questo stadio è spesso manifestato da sintomi come diarrea, stitichezza e flatulenza.
  3. Riproduzione attiva di agenti patogeni, infiammazione delle pareti mucose dell'intestino.
  4. L'impoverimento generale del corpo, la carenza di vitamine, obbliga la microflora a essere quasi completamente sostituita da funghi / batteri patogeni e condizionatamente patogeni.

Inoltre, si possono distinguere le seguenti forme di dysbacteriosis:

  1. Latente (compensato) - flusso nascosto che non porta a cambiamenti nella condizione umana.
  2. Subcompensato: l'apparizione dei primi segni di disfunzione intestinale dovuta a infiammazione locale.
  3. Decompensata - una diminuzione della resistenza del corpo, avvolgimento di processi patologici nell'intestino tenue e nell'intestino tenue.

La divisione in stadi è molto condizionale, il disturbo è giudicato dalle sue effettive manifestazioni. I sintomi più caratteristici della disbatteriosi oggi sono un disordine metabolico, l'apporto di calore corporeo, un basso apporto di energia dell'epitelio del colon, una ridotta sintesi di vitamine B12, acido pantotenico, nonché una diminuzione della protezione antivirale, antitumorale e dell'immunità locale.

diagnostica

Per capire come trattare la disbiosi intestinale, è necessario non solo diagnosticare un sintomo, ma anche determinare la causa del suo sviluppo negli adulti. Pertanto, dopo aver raccolto l'anamnesi e scoperto le possibili cause di disfunzione della microflora intestinale, il gastroenterologo prescrive un esame completo del tratto gastrointestinale e, nel caso di un decorso cronico di disbatteriosi, e del sistema immunitario.

Dai metodi diagnostici di laboratorio utilizzare:

  • feci di germi batteriologiche, semina di disbiosi;
  • esame microscopico delle feci;
  • coprogram;
  • studio del raschiamento dalla parete intestinale.

La determinazione del rapporto tra microrganismi viene effettuata seminando le feci su uno speciale mezzo nutritivo favorevole alla riproduzione dei batteri. Pochi giorni dopo, la microflora viene esaminata in dettaglio al microscopio, dopo di che viene contato il numero di batteri in un grammo di materiale.

A differenza della ricerca batteriologica, l'analisi biochimica della dysbacteriosis viene eseguita più rapidamente e semplicemente. Il metodo si basa sull'identificazione dello spettro degli acidi grassi che funge da prodotto di scarto dei microrganismi. La ricerca biochimica consente di determinare non solo uno squilibrio della microflora intestinale, ma anche una parte specifica del tratto gastrointestinale, dove si sono verificate violazioni, così come lo stadio della malattia.

Trattamento della disbiosi intestinale negli adulti

Il regime di trattamento dipende in larga misura dalla causa della dysbacteriosis intestinale. Tuttavia, la terapia negli adulti dovrebbe sempre essere completa e includere tutte le attività specifiche:

  • lotta contro un'eccessiva contaminazione batterica dell'intestino tenue;
  • migliorare l'assorbimento e la digestione intestinale;
  • stimolazione della reattività generale del corpo (aumento dell'immunità);
  • ripristino della normale motilità intestinale;
  • eliminazione dello squilibrio di microrganismi nel colon.

Si raccomanda inoltre di seguire una dieta rigorosa che escluda prodotti che aumentano la formazione di gas e contengono fibre grossolane. Almeno 4 volte a settimana, e meglio ogni giorno, dovrebbero essere consumati prodotti lattiero-caseari. La preferenza dovrebbe essere data a quelli di loro che sono inoltre arricchiti con batteri lattici benefici.

Terapia farmacologica

Il trattamento farmacologico della disbatteriosi negli adulti ha lo scopo di eliminare i sintomi, ripristinare la normale microflora intestinale e correggere lo stato immunitario. I farmaci per il trattamento della disbiosi in ogni caso devono essere prescritti da un medico.

La terapia sintomatica comprende l'uso di antispastici (papaverina, drotaverina), antidiarroici e lassativi (loperamide, lattulosio, forlax). Secondo indicazioni, possono essere prese preparazioni coleretiche (legalon, coleretic fee) ed enzimi (pancreatina, festal, mezim).

Quando si utilizza una terapia complessa per sopprimere la microflora patogena, vengono utilizzati i seguenti gruppi di farmaci:

  1. Farmaci antibatterici Nella disbiosi intestinale, sono prescritti esclusivamente per la forma stabilita della malattia. Allo stesso tempo, è molto importante tenere conto dello spettro di sensibilità del microrganismo agli antibiotici.
  2. I preparati del gruppo di batteriofagi sono virus che possono penetrare nella cellula batterica e dissolversi gradualmente.
  3. Preparazioni dal gruppo di antisettici intestinali. Possono essere utilizzati fluorochinoloni (ciprofloxacina, ofloxacina), nitrofurani (furazolidone, nifuroxazide).
  4. L'uso di probiotici, che includono batteri vivi.
  5. Prebiotici - sostanze che stimolano lo sviluppo della normale microflora e sopprimono la riproduzione di patogeni (lattulosio, galattosio);
  6. Gli antisettici a base di erbe sono attivi contro gli stafilococchi. Si usa una soluzione alcolica di clorofiltrato, che viene precedentemente diluito in acqua.
  7. Immunomodulatori - per aumentare l'immunità locale e generale e accelerare il processo di ripristino della normale microflora intestinale (Dibazol, tintura di echinacea).
  8. Complessi multivitaminici per compensare la carenza di vitamine A, D, E (dekamevit, multitabs).

Naturalmente, le principali misure terapeutiche per la disbiosi intestinale dovrebbero essere dirette alla malattia di base, che è stata la causa dei cambiamenti nel panorama microbico. Altrimenti, tutti gli sforzi saranno inefficaci e il miglioramento a breve termine sarà sostituito dalla ripresa dei sintomi.

probiotici

I probiotici sono farmaci per un trattamento efficace della disbiosi intestinale, contengono microrganismi che hanno un effetto positivo sulla microflora intestinale. Affinché il microrganismo passi attraverso le sezioni superiori del tubo digerente con perdite minime, viene posto in una capsula sensibile agli acidi.

Tutti i probiotici possono essere suddivisi in diversi gruppi:

  1. Monocomponente. Sono costituiti da un tipo di batteri - bifidobatteri, lactobacteria, colibatteri - Bifidumbacterin, Lactobacterin, Colibacterin.
  2. Multicomponente. Contiene diversi tipi di batteri, colibatteri, bifidumbacteria, lactobacilli - questo è Linex, Bifiform, Bifikol.
  3. Combinato. Contengono comunità simbiotiche di importanti batteri e ceppi che sono immuni alla maggior parte degli antibiotici in combinazione con il mezzo nutritivo e i complessi immunoglobulinici. Linex, Rioflora immuno, Bifikol.
  4. Simbiotici. Questi medicinali sono prodotti con una combinazione competente di pre e probiotici, formando farmaci complessi già pronti, ad esempio Bifidobak, Maltodofilyus, Laminolact.
  5. Antagonisti. I probiotici possono condizionalmente includere antagonisti, questi sono microrganismi che possono anche inibire lo sviluppo di flora condizionatamente patogena, questi includono farmaci antidiarroici come Enterol, Baktisporin, Baktisubtil.

Va inteso che nelle forme gravi di disbaketrioz, l'uso di probiotici e prebiotici da soli non è sufficiente, è inoltre necessario un ulteriore uso di agenti antibatterici, antisettici intestinali.

prebiotici

I prebiotici sono costituenti indigeribili del cibo che contribuiscono a migliorare la salute stimolando l'attività o la crescita di determinati gruppi di batteri che vivono nel colon. I prebiotici vengono processati dagli enzimi digestivi e non vengono assorbiti nelle sezioni superiori del tubo digerente. I prebiotici non solo contribuiscono al miglioramento dell'attività metabolica della microflora naturale, ma inibiscono anche la moltiplicazione dei batteri patogeni, il corpo non li rigetta.

I prebiotici efficaci includono:

  • I disaccaridi non digeribili sono il lattulosio (Normaze, Duphalac, Goodluck, Prelax, Lactusan), Lactitol (esportato), il tratto transitorio prebiotico del tratto gastrointestinale (fruto-oligosaccaridi, estratti di carciofo, limone e tè verde), acidi lattici - Hilak forte.

Anche i prebiotici si trovano in latticini, cereali, pane, cipolle, cicoria, aglio di campo, fagioli, piselli, carciofi, asparagi, banane e molti altri prodotti. Le loro proprietà sono più pronunciate nei fruttosio oligosaccaridi (FOS), inulina, galatto-oligosaccaridi (GOS), lattulosio e lattitolo.

Farmaci antibatterici

Gli antibiotici ad ampio spettro sono prescritti nei casi in cui un eccesso di microflora patogena nell'intestino ha causato una violazione dell'assorbimento e portato a disturbi digestivi, nonché lo sviluppo di malattie infiammatorie infettive del tratto gastrointestinale.

Nei casi più gravi, la preferenza è data agli antibiotici tetraciclini, penicilline, cefalosporine e fluorochinoloni. In situazioni più lievi, uno specialista può prescrivere agenti antimicrobici che hanno un effetto battericida nel lume intestinale (Furazolidone).

Standardmente, il corso di tale terapia non supera 7-10 giorni. Dopo il completamento di antibiotici o farmaci antimicrobici, si raccomanda agli adulti di assumere assorbenti (Enterosgel, Poliphepan) per pulire l'intestino dai batteri morti e dai loro prodotti metabolici.

Nel trattamento della disbatteriosi causata dall'assunzione di antibiotici, il principio principale è la prevenzione della disbatteriosi - l'uso razionale degli antibiotici: in nessun caso non devono essere bevuti in modo irragionevole.

dieta

A casa, ci sono diversi modi efficaci per trattare la disbiosi intestinale negli adulti con diete. Il cibo dovrebbe essere bilanciato, con la quantità massima di micronutrienti necessaria. Alimenti più salutari e nutrienti, meno cibo "proibito", cibi pronti, prodotti dolciari e fast food.

Dal menu devi escludere:

  • alcol;
  • il fumo;
  • cibi in salamoia e in scatola;
  • carne grassa;
  • cibo fritto;
  • zuppe e minestre grasse e concentrate basate su loro;
  • prodotti a base di pasta di sabbia;
  • patate;
  • la pasta;
  • zucchero raffinato;
  • funghi.

Inoltre, è necessario eliminare bevande e prodotti che contribuiscono alla formazione di gas:

  • pappe bianche (da semola, riso);
  • cottura;
  • pane bianco;
  • latte intero;
  • dolci;
  • uve;
  • rape;
  • le banane;
  • mele dolci;
  • bevande contenenti gas (comprese acque minerali, vini spumanti), ecc.

Con l'aiuto di una dieta ben scelta, la motilità intestinale è normalizzata. E, naturalmente, dobbiamo ricordare che la dieta medica richiederà molte restrizioni ed essere preparata per il fatto che è molto più "impossibile" che "possibile".

prevenzione

Le misure preventive sono solitamente volte ad eliminare le cause della disbiosi. Pertanto, sono:

  • terapia antibiotica razionale (molti medici consigliano di assumere antibiotici con prebiotici);
  • mangiare sano;
  • normalizzazione della modalità di riposo, stress psico-emotivo e lavoro;
  • individuazione tempestiva e trattamento dei disturbi digestivi;
  • misure epidemiologiche in focolai infettivi.

Ricorda anche che il trattamento della disbatteriosi era efficace e non si trascinava per molti mesi, dovrebbe iniziare quando si manifestano i primi sintomi. Non ignorare i segnali di pericolo: se hai spiacevoli manifestazioni gastrointestinali, e cambiare la natura della dieta nella direzione di un sano non aiuta davvero, è meglio visitare un gastroenterologo.

Come trattare la disbiosi intestinale negli adulti?

La disbiosi intestinale è una malattia molto "misteriosa". Da un lato, i medici dicono che una tale diagnosi non esiste: non è una malattia, ma solo un sintomo complesso. D'altra parte, gli stessi medici confermano che gli antibiotici e altri fattori dannosi per l'uomo spostano l'equilibrio della microflora intestinale a favore di patogeni dannosi e condizionalmente a causa di microrganismi benefici. E questo è il percorso verso lo sviluppo dell'immunodeficienza secondaria, che è più facile e più logico da prevenire, eliminando la disbiosi intestinale in modo tempestivo che ripristinando l'immunità e "rastrellando" i risultati del suo declino.

Cos'è la disbiosi intestinale?

Per il normale funzionamento del corpo, i batteri sono sempre presenti in esso in un certo equilibrio. Il tratto digestivo è particolarmente abbondantemente popolato con microflora - in sua assenza, l'elaborazione efficiente del cibo e l'assorbimento dei nutrienti nell'intestino sono impossibili. L'intestino tenue e la cavità dello stomaco non hanno contenuto batterico, tutti i microbi necessari vivono nel colon.

Questi sono circa 500 diversi batteri, che, essendo nella quantità ottimale e in un rapporto equilibrato, assicurano che l'intestino lavori nella modalità corretta. La base della biomassa intestinale è costituita da bifidobatteri anaerobici e lattobacilli aerobici.

I microorganismi che vivono nell'intestino forniscono il metabolismo di colesterolo, grassi, proteine ​​e carboidrati, molti batteri sono direttamente coinvolti nella sintesi di alcune vitamine (B, K, acido folico e biotina), e in generale la microflora è importante per un'adeguata resistenza immunitaria a fattori avversi.

È il giusto equilibrio della "popolazione" intestinale che produce sostanze che stimolano le risposte immunitarie e dipende dall'efficace funzionamento del sistema linfatico. Altrimenti, una persona diventa vulnerabile a numerose sfide infettive. Alcuni batteri agiscono sulla distruzione delle tossine, assorbendole dall'intestino e con la loro mancanza di processi di auto-avvelenamento.

Un'altra conseguenza della dysbacteriosis è "dilagante" di vari funghi, bastoni e agenti patogeni che, in presenza di una schiacciante quantità di microflora "buona", si comportano silenziosamente, ma quando diminuiscono, iniziano a moltiplicarsi, causando varie malattie, e non solo nell'intestino.

Progressione della malattia

Lo stato in cui la presenza di disturbi nell'intestino è già completamente ovvio per il paziente, non si verifica immediatamente. Lo squilibrio aumenta gradualmente e, secondo la sua forza, ci sono 4 gradi di disbiosi:

  1. Lo stadio iniziale è caratterizzato da un decorso spesso asintomatico o da manifestazioni lievi. In questa fase, la diminuzione del livello di flora sana è ancora insignificante e gli organismi patogeni stanno appena iniziando a "alzare la testa". Se la malattia viene afferrata in questa fase, il suo sviluppo può essere fermato e rapidamente invertito.
  2. La disbatteriosi di grado 2 è già l'inizio dei processi patologici. I batteri benefici non riescono più a far fronte all'assalto della flora "nemica", che si sta rapidamente moltiplicando e provocando le prime "campane" infiammatorie nell'intestino. Questi sono disturbi digestivi, per i quali il paziente non attribuisce ancora molta importanza.
  3. Fase 3 - il processo di "in corso", quando l'infezione colpisce la parete intestinale e si manifestano malfunzionamenti nella digestione. I sintomi dell'infiammazione non possono più essere ignorati, perché causano grande disagio al paziente.
  4. Al 4 ° livello di gravità della malattia, i cambiamenti nella microflora sono già così vasti che i disordini extraintestinali si uniscono ai disturbi dispeptici (nausea, gonfiore, diarrea o costipazione). Poiché il lavoro dell'intestino è compromesso, gli elementi del cibo utili in esso non sono praticamente assorbiti, una persona inizia a sperimentare debolezza, anemia e altri segni di esaurimento imporpivo del corpo. In questo momento, anche l'immunità soffre e virus e batteri iniziano ad attaccare il paziente, si sviluppano malattie fungine, reazioni allergiche, ecc.

Cause dello squilibrio della microflora

Perché una volta o l'altra c'è un cambiamento nella composizione bilanciata dei batteri intestinali? Questa domanda non è sempre possibile per trovare la risposta esatta. Esiste solo un elenco di fattori che, presumibilmente, possono dare slancio allo sviluppo della dysbacteriosis.

  • Nutrizione impropria Questi includono diete dure e una dieta squilibrata con una predominanza di cibi dolci e proteici con un deficit di alimenti vegetali. Una grande assunzione di carne, ad esempio, causa processi putrefattivi nell'intestino e una mancanza di fibre priva i batteri benefici del mezzo nutritivo. Anche la qualità dei prodotti non ha il significato ultimo: se il cibo è saturo di conservanti, nitrati e antibiotici, ciò non può in alcun modo influire positivamente sulla salute dell'intestino.
  • Malattie del tubo digerente. Se una persona ha già patologie croniche del tratto digestivo: infiammazione delle mucose del tratto gastrointestinale, disturbi nella produzione di enzimi e altri, sono una fonte costante di microbi "cattivi". Tuttavia, una malattia acuta, ad esempio un grave avvelenamento, può anche servire come passo decisivo verso la disbiosi.
  • Trattamento antibiotico Come è noto, i farmaci antibatterici uccidono "tutti gli esseri viventi", quindi il loro uso incontrollato può portare a conseguenze note. Se possibile, è consigliabile fare a meno di loro, e soprattutto non prescrivere pillole per te stesso. Se un medico prescrive un antibiotico, deve non solo motivare la necessità del suo ricevimento, ma anche spiegare perché è questo farmaco che viene scelto - se la sua azione è mirata precisamente a distruggere il "tuo" agente patogeno o il medicinale si incepperà tutto di seguito, senza analizzare. In ogni caso, la terapia antimicrobica deve essere accompagnata dalla somministrazione profilattica di microflora "buona".
  • Trattamenti quali radiazioni e chemioterapia causano una rapida e massiccia morte di microrganismi benefici e sopprimono il sistema immunitario. Ma poiché l'uso di questi fondi, di regola, è causato da una necessità vitale, non si può fare nulla al riguardo: ci vorrà un lungo e doloroso recupero della microflora, dopo la fine del corso del trattamento.
  • I disturbi endocrini associati all'uso di farmaci ormonali disabilitano anche i batteri benefici.
  • Inutile dire che non bisogna scartare il "fascino" dello stile di vita moderno: sistematica mancanza di sonno, stress, pasti irregolari, seduti quasi tutto il giorno, ecc. - tutto questo in un complesso mina il già delicato equilibrio tra "+" e "-" nel tuo intestino.

Vale la pena notare che tutte queste cause portano alla cosiddetta disbiosi secondaria, quando i disturbi della microflora sono una conseguenza di fattori esterni e processi patologici all'interno del corpo. La dysbacteriosis primaria, quando l'intestino viene inizialmente seminato con una flora irregolare, si verifica solo nei bambini piccoli.

Sintomi di disbiosi

Quindi, su quali basi puoi sospettare di avere la disbiosi? Prima di tutto, è una varietà di disturbi dispeptici e disturbi della sedia.

  1. Problemi sistematici con le feci, che possono manifestare stipsi cronica, diarrea frequente o alternanza di uno e dell'altro. In questo caso, la normalizzazione della nutrizione non influisce molto sullo stato dell'intestino. Lo svuotamento rimane instabile, poiché il paziente ha un processo disordinato di assorbimento dei liquidi nelle pareti intestinali. Tale fastidio si verifica quando lo scambio di acidi biliari viene disturbato sullo sfondo della carenza di microrganismi necessari per questo.
  2. L'aumento della formazione di gas parla sempre di problemi con la digestione. In un intestino sano si formano gas, ma la maggior parte di essi subisce l'adsorbimento e l'eliminazione dal corpo attraverso le pareti intestinali, ei resti sono già rilasciati in modo "naturale". I pazienti affetti da disbiosi sono privati ​​del meccanismo di normale utilizzo dei gas intestinali, e quindi le loro accumulazioni causano gonfiore, dolore, in altre parole, meteorismo.
  3. I sintomi dispeptici sono tutti i tipi di segni che indicano processi attivi di putrefazione e fermentazione nell'intestino, che causano al paziente un grande disagio e un disagio pronunciato: gonfiore, brontolio nell'addome, sensazione di pesantezza, dolore, coliche, nausea, eruttazione, bruciore di stomaco.
  4. La flora patologica nell'intestino può causare l'alitosi, un gusto insolito, sudorazione, debolezza e allergie in una persona.
  5. L'esecuzione di dysbacteriosis porta a ipovitaminosis, manifestazioni anemiche: affaticamento rapido, sonnolenza o insonnia, prestazione ridotta, deterioramento di memoria, irritabilità. Anche la comparsa di tali problemi soffre: la pelle pallida appare, i capelli e le unghie si deteriorano e la condizione della pelle peggiora. Ma soprattutto, possono iniziare i malfunzionamenti nel lavoro degli organi interni. Quindi, nella grave disbatteriosi, quando il paziente ha un "rampante" di microbi patogeni, compaiono anche mancanza di respiro e dolore al cuore.

Disbiosi intestinale negli adulti: regime di trattamento

Il trattamento della disbiosi viene effettuato in fasi successive ed è il seguente:

  • Distruzione della microflora patogena.
  • Colonizzazione intestinale da batteri benefici.
  • Raggiungere il giusto equilibrio e mantenerlo a un livello normale.
  • Quindi è necessario ripristinare il funzionamento ottimale dell'intestino e correggere lo stato immunitario.

Questo dovrebbe essere fatto da un gastroenterologo. Per cominciare, è necessario determinare quale flora prevale nell'intestino (tipi di microbi patogeni "liberi") e la carenza di cui i microrganismi particolarmente benefici devono essere riempiti. Dipende da questo, quali farmaci dovranno essere assunti. Tutto è lontano dall'essere così semplice come è mostrato nella pubblicità: Linex ha accettato, e l'intestino è sano. La disbacteriosi richiede un trattamento a lungo termine e completo, e ogni caso è individuale.

Trattamento della disbiosi intestinale negli adulti - farmaci

Al primo stadio di eliminazione della dysbacteriosis, è necessario pulire l'intestino dalla flora aliena. Per fare questo, utilizzare farmaci mirati alla distruzione di alcuni tipi di microrganismi nell'intestino tenue. Può essere antibiotici di vari gruppi farmacologici (tetraciclina, penicillina, cefalosporina, metronidozolo), farmaci antifungini (per la disbatteriosi del lievito).

Sopprimere i microbi dannosi nel colon aiutano farmaci come Baktusubtil, Enterol, batteriofagi e altri. In questa fase viene anche mostrata l'ammissione di assorbenti, che assorbono in sé stessi e rimuovono tutto ciò che è inutile dal corpo.

Preparati batterici: i probiotici consentono di seminare l'intestino con la flora corretta. Questi sono Bifidumbacterin, Lactobacterin, Linex, Bifiform e altri, ma si dovrebbe essere guidati nella scelta di un farmaco non sulla pubblicità, ma su consiglio di un medico, poiché solo lui sa quali utili microbi è necessario aggiungere.

La microflora popolata deve essere "nutrita", per la quale sono prescritti Duphalac, Lactofiltrum, Hilak-Forte - farmaci prebiotici che contengono sostanze che stimolano la crescita della massa batterica intestinale.

Dieta per dysbacteriosis

Naturalmente, il successo del trattamento dei problemi intestinali è impossibile senza la normalizzazione della nutrizione. La dieta squilibrata è uno dei fattori che provocano la disbiosi. Pertanto, è necessario osservare le regole della dieta terapeutica dal primo giorno di trattamento della malattia:

  1. È importante rifiutare cibi grassi e piccanti. I piatti speziati "pesanti" impediscono la digestione, irritano le pareti intestinali, favoriscono la crescita di batteri nocivi, provocano problemi alla sedia.
  2. Se la disbiosi si manifesta con frequenti diarrea e flatulenza, è necessario escludere i prodotti che causano la fermentazione: cavoli, mele e frutta acida, pane, dolci.
  3. Finché non sei completamente guarito, dimentica l'alcol in qualsiasi modo.
  4. Prendi l'abitudine di bere tè o acqua non prima di mezz'ora dopo aver mangiato. Non c'è bisogno di bere cibo, poiché il liquido diluisce i succhi digestivi e complica il processo di digestione.
  5. Gli amanti della carne sono invitati a cambiare il modo in cui sono cucinati: invece di friggere - stufatura, bollitura, vapore.
  6. Includere nella dieta alimenti contenenti fermenti lattici vivi e bifidobatteri (kefir, yogurt fresco a breve conservazione, Bifidok, Ayran).
  7. Per la crescita della flora benefica è importante la presenza di una grande quantità di fibre: mangiare verdura, frutta, cereali, pane integrale.
  8. I prodotti vietati includono dolci, latte intero, gelato, caffè.
  9. Prestare attenzione alla qualità dei prodotti: con dysbacteriosis - senza conservanti, coloranti, esaltatori di sapidità.

Aiuta il tuo corpo ad affrontare la digestione con preparati enzimatici. All'inizio, non fa male prendere Mezim, Pancreatin, Creonte.

Trattamento della disbiosi negli adulti rimedi popolari

Ulteriori misure a cui un adulto può ricorrere da soli sono tutti i tipi di ricette popolari. Non sostituiranno i farmaci prescritti da un gastroenterologo, ma aiuteranno ad alleviare la condizione e accelerare il recupero degli intestini malati.

  1. L'aglio è uno dei rimedi naturali per sopprimere la flora patogena. Contiene componenti antibatterici naturali che eliminano i microbi che causano fermentazione e putrefazione. L'aglio viene consumato entro 2 settimane su 1 chiodo di garofano 2 volte al giorno: al mattino a stomaco vuoto e di notte, non prima di 2 ore dopo cena. Lavare l'aglio con acqua o bevande a base di latte fermentato. Puoi fare una tintura all'aglio su latte acido: far fermentare il latte con pane nero secco, dopo un giorno un altro paio di crostini neri strofinare con l'aglio e immergerti nel latte acido. Dopo un paio d'ore, si ottiene un ottimo latte all'aglio, utile per la regolazione dei batteri intestinali.
  2. La propoli, come altri prodotti delle api, è anche un antisettico naturale. Se si prendono 3 volte al giorno e 15 gocce di tintura di alcol propoli, i microbi patogeni nell'intestino moriranno gradualmente. Il corso del trattamento con propoli - 1 - 1,5 mesi, bere tintura diluita in acqua, mezz'ora prima dei pasti.
  3. Rafforza l'azione dei probiotici farmaceutici a base di erbe di ingredienti con proprietà antibatteriche, antinfiammatorie e l'azione di regolare la sedia. La sua ricetta è la seguente: preparare una miscela di equiseto di campo (1 cucchiaio), bacche di rosa selvatica, fiori secchi di camomilla, erba, pasta d'oca e iperico (2 cucchiai ciascuno); le foglie del platano (3 cucchiai), achillea (5 cucchiai). Prendi 1 cucchiaio della raccolta e poi in mezzo litro di acqua bollente a bagnomaria (30 minuti). Accetta i mezzi ricevuti 3 volte al giorno prima dei pasti e 1 volta per la notte 100 ml. La durata del trattamento è di 3 settimane.
  4. L'azione antimicrobica che può distruggere batteri, virus, funghi e protozoi nell'intestino, ha un "guaritore" naturale: la farfara, l'eucalipto, la salvia, la camomilla, le radici di calamo e la boscaglia. È inoltre possibile cucinare e bere composte e bevande alla frutta da bacche di lampone, mirtilli e mirtilli rossi, fragole, mirtilli.
  5. Alleviare l'infiammazione negli organi del tratto gastrointestinale e i sintomi sgradevoli associati a loro, achillea, calendula, camomilla.
  6. Se le mucose dell'intestino e dello stomaco sono danneggiate a causa dell'attività dei microbi patogeni, si raccomanda di assumere brodi e tinture di muco per la loro guarigione. Possono essere fatti da devyala, dyaglya, avena, semi di lino. Per ottenere una gelatina con un buon effetto avvolgente, le erbe versano poca acqua tiepida o fredda, non acqua bollente.
  7. Se la dysbacteriosi disturba la diarrea, i frutti e le erbe con un effetto astringente avranno un effetto fissante: bacche di uccello ciliegia, corteccia di quercia, buccia di melograno, radice di burnet.
  8. Il ritardo della sedia, al contrario, viene eliminato dalle erbe rilassanti: fieno, radice di olivello spinoso, succo di aloe. Queste piante stimolano la peristalsi, quindi tali agenti non sono raccomandati per coloro che soffrono di emorroidi e ragadi rettali. Un effetto collaterale di tali lassativi è dolore e crampi nell'addome durante lo svuotamento.
  9. Se la costipazione con dysbacteriosis è spastica in natura, finocchio, aneto acqua, anice e tè alla menta aiutano ad alleviare la pressione intestinale e alleviare feci e gas.

Affinché il trattamento della disbatteriosi sia efficace e non ritardato per lunghi mesi, dovrebbe essere iniziato quando si manifestano i primi sintomi. Non ignorare i segnali di pericolo: se hai spiacevoli manifestazioni gastrointestinali, e cambiare la natura della dieta nella direzione di un sano non aiuta davvero, è meglio visitare un gastroenterologo.

Quali farmaci sono meglio utilizzati nel trattamento della disbiosi intestinale negli adulti?

Quando viene effettuato il trattamento della disbiosi intestinale negli adulti, i preparati e gli schemi utilizzati a questo scopo presentano differenze caratteristiche e sono progettati per ripristinare la microflora. Nell'intestino umano, la microbiocenosi consiste di 2500 specie di vari batteri, che sono in equilibrio dinamico e sono inclusi nell'attività vitale dell'organismo. La violazione di questo equilibrio è la dysbacteriosis. Quando lo squilibrio non è solo sottoposto a un cambiamento nei processi di trasformazione e assorbimento del cibo, ma riduce anche l'efficacia dei processi immunitari. Ci sono dovuti a differenze fisiologiche di sviluppo tra la composizione della microflora intestinale negli adulti e nei bambini.

1 regime di trattamento della malattia

Il trattamento della disbiosi intestinale negli adulti viene effettuato a tappe e inizia con l'eliminazione delle cause di squilibrio. Normalizzazione della nutrizione, correzione dello stile di vita, revisione del trattamento delle malattie sistemiche - la fase iniziale di preparazione per il trattamento della disbiosi. Direttamente lo schema di trattamento per la disbatteriosi consiste di diverse fasi:

  • l'uso di farmaci mirati alla distruzione di microrganismi patogeni;
  • colonizzazione dell'intestino da parte di microrganismi inclusi nella normale microbiocenosi;
  • raggiungere e mantenere un equilibrio di microflora naturale;
  • ripristino della funzione intestinale;
  • rafforzando lo stato immunitario del corpo.

In ciascun caso, si assume un approccio individuale alla scelta del farmaco, che dipende dalla composizione del patogeno e dal numero di microflora endogena.

L'ID YouTube di Ojpdh --- dQn4 non è valido.

2 Antibiotici e batteriofagi

Al fine di pulire l'intestino dai patogeni, utilizzare preparazioni di azione antimicrobica e antimicotica.

Gli agenti antimicrobici includono antibiotici di vari gruppi:

  • tetraciclina - Tetraciclina, Minociclina, Doxiciclina, Vibramicina, Doksal, Tetradox e altri;
  • penicillina - Amoxicillina, Flemoksin Solutab e altri;
  • cefalosporina - Cefoperazone, Cefpiroma, Ceftobiprolo, Cefotaxime, ecc.;
  • gruppo chinolonico - Hemifloxacina, Sitafloxacina, Moxifloxacina, Ciprofloxacina, Lomefloxacina e altri;
  • aminoglicosidi - Amikacina, Fartsiklin, Neomicina, Garamicina e altri;
  • metronidazolo;
  • rifaximina;
  • Alpha Normiks e altri.

I farmaci antimicrobici possono aggravare la disbiosi, riducendo il numero di microflora non solo patogena, ma anche endogena. Pertanto, gli antibiotici sono nominati mediante un'azione selettiva, distruggendo intenzionalmente determinati tipi di agenti patogeni, o quando l'assorbimento e la funzione motoria dell'intestino, caratterizzata dalla crescita di microbi patogeni nella cavità dell'intestino tenue, è compromessa. In caso di disbatteriosi dell'intestino crasso, vengono utilizzati i seguenti farmaci: Intetrix, Nitroxolin, Ersefuril, ecc. Questi farmaci efficacemente distruggono stafilococco, funghi e proteo di lievito, senza avere un effetto significativo sulla biocenosi naturale.

Per le infezioni da stafilococco che causano la disbatteriosi, sono trattati con: Oxacillina, Nevigramone, Co-Trimoxazole, Tarivida, Palina e altri.

Farmaci basicamente nominati cefalosporine di III e IV generazione, con meno effetti collaterali rispetto ai loro predecessori. Il corso di antibiotici non deve superare i 5-7 giorni. Il dosaggio è calcolato individualmente.

Per l'escrezione dei prodotti di decomposizione di microrganismi patogeni, le loro tossine e altri risultati di attività vitale, gli assorbenti sono prescritti con antibiotici: Polysorb, Enterosgel, Carbone bianco, Filtrum-STI, ecc.

Attualmente, i preparati di batteriofagi vivi stanno diventando sempre più popolari nel trattamento della disbiosi intestinale. Sono rappresentati da diversi tipi di batteri che parassitano all'interno delle cellule batteriche, il che porta alla morte di microbi patogeni. In natura, i batteriofagi sono regolatori naturali del numero di agenti patogeni.

I batteriofagi sono prodotti in diverse forme farmacologiche. Il nome del farmaco corrisponde all'organismo patogeno in cui il batteriofago si parassita. Quindi, ci sono già fagi pseudomonadal, stafilococco, dissenterica e streptococco. I preparati possono contenere solo uno dei ceppi di batteriofagi: Salmonella, Koli-batteriofago, Proteo batteriofago, Sine-pus batteriofago e altri, anche complessi con diversi tipi di batteriofagi: Enterti, Polyobacteriophage polyvalent, Sexttaphage, ecc. I preparati sono un'alternativa efficace e sicura agli antibiotici

3 prebiotici con probiotici e simbiotici

Il prossimo passo nella lotta contro la disbatteriosi è la colonizzazione dell'intestino con ceppi di microrganismi della microflora naturale. Per fare questo, utilizzare:

I preparati probiotici consistono in organismi viventi che hanno un effetto stabilizzante e ottimizzante sulla microflora intestinale naturale. Sono divisi in:

  1. Multicomponente (Linex, Bifikol, Bifiform), che comprende un complesso di microrganismi benefici - colibatteri + bifidobatteri + lattobacilli.
  2. Monocomponente (Bifidumbakterin, Lactobacterin, Kolibakterin). Dal nome del farmaco diventa chiaro quale ceppo è incluso nella composizione.
  3. Combinato (Rioflora immuno, Bifikol, Florin Forte, ecc.) - un complesso di batteri che non sono suscettibili agli antibiotici, stimola la crescita della microflora naturale.

I probiotici contengono alte dosi di microrganismi, quindi le persone con forme gravi di immunodeficienza o inclini a reazioni allergiche prima di usare eubiotici dovrebbero consultare un medico. Alcuni tipi di probiotici non possono essere combinati con antibiotici, in quanto riducono l'efficacia dell'eubiotica.

I prebiotici sono preparati in cui alcune sostanze subiscono fermentazione nell'intestino crasso e i prodotti della fermentazione stimolano la crescita della microflora benefica dell'intestino crasso. La stimolazione si verifica in modo selettivo, principalmente i prebiotici stimolano l'attività vitale dei bifidobatteri e dei lattobacilli.

I preparati prebiotici includono: Normaze, Goodluck, Duphalac, Lactusan, Expal, Bifiliz, ecc. Sono prodotti integratori alimentari che hanno lo stesso effetto: Prelax, Lactusan, Maksilak, ecc. Poiché i prebiotici fanno parte del cibo che non viene assorbito dal corpo, non causano effetti collaterali e possono essere utilizzati non solo per il trattamento, ma anche come misura preventiva.

I simbiotici sono farmaci in cui i probiotici e i prebiotici sono combinati razionalmente. I prebiotici aiutano i probiotici a passare attraverso le aree intestinali con un ambiente aggressivo, e quindi come substrato nutritivo consentono alle aree distali dell'apparato digerente di essere popolate con microflora utile. Il gruppo di simbionti comprende: Bifidobak, Laminolact, Maltidofilyus, ecc.

Il corso di farmaci varia da 14 giorni in pro- e prebiotici e 21 giorni in simbiotica. Nonostante la sicurezza e la naturalezza dei farmaci, devono essere usati come indicato dal medico e nel dosaggio prescritto da lui.

4 immunomodulatori e biostimolanti

Il prossimo stadio è quello di aumentare le proprietà immunitarie del corpo. La microflora obbligatoria sintetizza le immunoglobuline, influenza la funzione del sistema immunitario. Nella disbatteriosi, i microrganismi naturali sono sostituiti da agenti patogeni e condizionatamente patogeni, che influiscono sul livello delle difese corporee. Per migliorare l'immunità, vengono utilizzati farmaci immunomodulanti: Dibazol, Immunal, ecc. È efficace e sicuro usare la tintura di propoli, eleuterococco, echinacea, ecc.

5 Terapia sintomatica

Per normalizzare le funzioni dell'intestino si usano i farmaci prescritti da un gastroenterologo. Assicurati di mostrare l'uso di complessi vitaminici e oligoelementi. Inoltre, un numero di farmaci viene utilizzato per ridurre i sintomi della malattia:

  • agenti antidiarroici sono usati in caso di diarrea - Attapulgit, Baktusubtil, Bifikol, Gastrolit, Diosmektit, Intetrix, ecc.;
  • per il trattamento della stitichezza - Lavacol, Fortrans, Transzipeg, Senaleks, Guttalaks, Glitselaks e altri;
  • antispastici per rilassare i dotti biliari - No-shpa, Duspatalin, ecc.;
  • farmaci coleretici - Hofitol, Allohol, Peridol, Kholagol, Tanatsehol e altri;
  • enzima - Creon, Mezim, Festal, ecc.

Tutti i farmaci devono essere assunti secondo le istruzioni, le raccomandazioni individuali e in conformità con lo schema.

I farmaci più comuni per la disbiosi sono probiotici e prebiotici. Altri tipi di farmaci prescritti in caso di gravi danni al corpo a causa della disbiosi e delle sue forme gravi.

Quando la disbiosi intestinale è importante seguire la dieta, alcuni prodotti complicano l'azione dei farmaci o ostacolano il lavoro dell'intestino.

Il trattamento della disbiosi dovrebbe iniziare quando si manifestano i primi sintomi della malattia. Se la condizione non è suscettibile di correzione nutrizionale, allora è necessario contattare un gastroenterologo e iniziare il trattamento raccomandato. Nella fase iniziale, il sistema di biocenosi del corpo viene rapidamente ripristinato. In uno stato trascurato, la disbatteriosi viene trattata molto più a lungo e più difficile.

Disbiosi intestinale - come sbarazzarsi dei sintomi dolorosi

La disbiosi intestinale è una delle patologie "misteriose". I medici dicono che una tale malattia semplicemente non esiste. La disbacteriosi non è una diagnosi, ma un complesso di sintomi. Ma allo stesso tempo, i medici confermano che una varietà di pericoli, gli antibiotici possono seriamente compromettere l'equilibrio della flora nell'intestino. E questa è la fonte della formazione di immunodeficienza secondaria. Per evitare queste pericolose conseguenze, è più logico e più facile trattare e prevenire tempestivamente la disbiosi intestinale.

Patologia caratteristica

Prima di determinare i metodi per affrontare una condizione spiacevole, è necessario capire cosa sia un fenomeno "misterioso" nascosto sotto il concetto di dysbacteriosis (o disbiosi) dell'intestino.

Per fare questo, fare riferimento all'anatomia. L'intestino di una persona sana è abitata da alcuni batteri - tali microrganismi sono normali microflora. Svolgono molte funzioni utili, una delle quali è quella di supportare l'immunità locale.

Come risultato di alcuni fattori (assunzione di antibiotici, scarsa nutrizione, ecc.), C'è una violazione della microflora, la difesa immunitaria è seriamente ridotta. Di conseguenza, gli agenti patogeni iniziano a colonizzare l'intestino. Questo avvia il processo di decadimento nel sistema digestivo.

La violazione della microflora intestinale (quantitativa e / o qualitativa) è chiamata disbiosi. È possibile sospettare lo sviluppo della patologia con i seguenti sintomi:

  • feci alterate (i pazienti soffrono di alternanza costante di diarrea e stitichezza);
  • odore putrido di feci;
  • aumento della formazione di gas;
  • segni di decomposizione: brontolio, gonfiore, eruttazione, coliche, nausea, sensazione di pesantezza, bruciore di stomaco;
  • alitosi;
  • debolezza, allergie;
  • segni di anemia: insonnia, stanchezza, irritabilità, sonnolenza, disturbi della memoria, pallore di tegumenti, capelli e unghie fragili, mancanza di respiro, disagio nel cuore.

Tipi di malattia

La disbiosi intestinale è sempre una patologia secondaria che può svilupparsi sullo sfondo dell'esposizione a un ambiente esterno o interno. Quindi, classificando la disbiosi per la sua insorgenza, si distinguono i seguenti tipi di patologia:

  1. Officinalis. Lo sviluppo della disbiosi è dettato dall'uso di antibiotici.
  2. Non infettive. Le basi del fenomeno spiacevole possono essere i disturbi funzionali dell'apparato biliare, il tratto gastrointestinale (GIT). La patologia della sintesi enzimatica può portare a disbacteriosi. A volte la fonte diventa un'allergia alla mucosa intestinale.
  3. L'infezione. Lo sviluppo della disbiosi porta una varietà di microrganismi. In base al tipo di agente patogeno, si distinguono le seguenti specie:
    • fungine - I funghi candida provocano la disbatteriosi, la patologia è solitamente accompagnata da mughetto, colorazione della lingua in una sfumatura cremisi, presenza di marmellata;
    • il proteico è dettato dalla crescita della microflora condizionatamente patogena (microrganismi protettivi), si distingue per un decorso leggero, di solito non va oltre l'intestino;
    • stafilococco - ha un decorso grave, caratterizzato da una graduale diffusione a tutti i sistemi corporei;
    • associativa è la forma più grave di patologia, è caratterizzata da lesioni intestinali da stafilococco in combinazione con altri microbi.

Regime di trattamento di disbiosi

La disbacteriosi non è classificata come malattia separata. Pertanto, è necessario cercare la causa che ha innescato il meccanismo di disturbo microbico. A volte le malattie come la sindrome dell'intestino irritabile, le infestazioni da vermi, le infezioni intestinali, la celiachia possono essere nascoste sotto la disbiosi. Solo determinando la fonte della patologia, il medico sarà in grado di delineare un regime di trattamento.

Quale dottore contattare?

Molto spesso, un gastroenterologo o uno specialista in malattie infettive si occupa dello sviluppo di dysbacteriosis.

Il trattamento della disbiosi intestinale nei pazienti adulti può iniziare con la ricerca di aiuto da parte di un terapeuta.

Durata della terapia farmacologica

Quanto tempo ci vuole per trattare la disbatteriosi? Sfortunatamente, questa patologia implica una terapia abbastanza lunga.

Il trattamento consiste in diverse fasi:

  1. Rimozione della microflora patogena. In questa fase vengono prescritti antibiotici, antisettici e assorbenti. 7-10 giorni sono dati per tale trattamento.
  2. La colonizzazione dell'intestino con flora normale. La terapia include simbiotici, prebiotici, probiotici. Nei pazienti adulti, questa fase richiederà 2-3 settimane.
  3. Alimentazione e supporto della normale microflora. Per normalizzare il funzionamento dell'intestino, i lassativi possono essere prescritti (con tendenza alla stitichezza) o farmaci anti-diarrea (in caso di predisposizione alla diarrea). Tale trattamento può essere ritardato per 10-20 giorni.

Pertanto, la terapia della disbiosi può essere di 1-2 mesi. Ma questo riguarda solo le droghe. Se parliamo di dieta (e questa è una delle aree più importanti nella lotta alla disbiosi), allora è necessario aderire alla dieta corretta per circa sei mesi.

Lo schema del trattamento farmacologico

Le medicine possono nominare solo uno specialista, dopo la diagnosi del paziente. Nella terapia il più spesso include tali gruppi di farmaci:

  1. Antibiotici. Il trattamento con questi farmaci è giustificato quando il grado di disbatteriosi viene trascurato, quando diventa necessario distruggere la flora patogena. Gli antibiotici sono prescritti a seconda dei batteri trovati nell'analisi delle feci. I seguenti farmaci sono generalmente raccomandati: Doxiciclina, Cefuroxime, Eritromicina, Ceftriaxone, Ampioks, Levomicetina, Metronidazolo, Furazolidone.
  2. I batteriofagi. Questi farmaci hanno effetti antibatterici. Ma, a differenza del gruppo sopra descritto, influenzano selettivamente i microrganismi. Ad esempio, un batteriofago staphylococcal è in grado di distruggere solo stafilococco. Tali preparati per il corpo sono completamente non tossici. Ma sono prescritti solo in base ai risultati delle analisi ottenute. A seconda dell'agente patogeno, si possono raccomandare i seguenti batteriofagi: stafilococco, proteico, streptococco, pseudomonas, coliproteina.
  3. Chelanti. Questo gruppo di farmaci è stato prescritto per purificare l'intestino da tossine e veleni. Gli enterosorbenti sono in grado di assorbire tutte le sostanze nocive e rimuoverle dal tratto gastrointestinale in modo naturale (durante la defecazione). Per tali scopi, i seguenti medicinali sono raccomandati per i pazienti: carbone attivo, Polysorb, Enterosgel, Smekta, Lignina.
  4. Enzimi. Le medicine sono prescritte per eliminare i sintomi dei disordini digestivi. La terapia può includere: Mezim, Creon, Pancreatite, Festal, Polizim, Digestal.
  5. Farmaci antifungini Se si riscontrano funghi simili a lieviti nelle analisi, il paziente viene prescritto: Levorin, Pimafucin, Ketokenazole, Nystatin, Fungizon, Fluconazole, Datacrine, Nicostatin.
  6. Probiotici. La composizione di questi medicinali comprende microrganismi vivi (questi sono batteri che abitano la normale microflora). Tali agenti sono destinati al trattamento della progressiva dysbacteriosis. Il medico può prescrivere i seguenti probiotici: Bifidumbakterin, Enterol, Baktisubtil, Bifidumbakterin forte, Flonivin, Bifikol, Linex, Biosorb-Bifidum.
  7. Prebiotici. Questi sono farmaci che assicurano la crescita e la riproduzione di microrganismi che costituiscono la normale flora. I prebiotici efficaci sono: Hilak-forte, Normaz, Lactusan, Duphalac.
  8. Simbiotico. Questo gruppo di farmaci ha un effetto complesso. Contengono sia un probiotico che un prebiotico. Pertanto, i farmaci sono in grado di saturare l'intestino con batteri benefici e assicurarne la riproduzione. Affrontare efficacemente questi compiti: Bifidobak, Maltodofilyus.
  9. Spazmalitiki. Con un disagio pronunciato che porta un carattere spastico, il paziente è raccomandato: No-Spa, Duspatalin.
  10. Vitamine. Poiché lo sviluppo dell'ipovitaminosi è caratteristico della dysbacteriosis, i medici devono prescrivere preparati speciali che ripristinano tutti i componenti necessari nel corpo. Molto spesso, la scelta si interrompe nei complessi multivitaminici: Dekamivit, Duovit, Multitabs.
  11. Farmaci che normalizzano la peristalsi. Per ripristinare la funzione motoria dell'intestino, in presenza di flatulenza, stitichezza, diarrea, di solito si consiglia di assumere tali farmaci: Meteospazmil, Duspatalin.
  12. Preparativi per rafforzare il sistema immunitario. La patologia è caratterizzata da una diminuzione della protezione locale. Pertanto, è necessario rafforzare il sistema immunitario. Il più delle volte, ai pazienti vengono prescritti rimedi erboristici: tintura di propoli, citronella, tè allo zenzero.

Trattamento della disbiosi intestinale negli adulti

Il trattamento della disbiosi negli adulti

Il trattamento della dysbacteriosis negli adulti è un processo piuttosto noioso e lungo che richiede lo svolgimento di procedure secondo uno schema specifico. Va notato che solo il medico curante dovrebbe essere impegnato nello sviluppo di questa tattica, poiché è lui che può determinare l'approccio corretto in base ai risultati della storia e della diagnosi tenendo conto delle caratteristiche individuali del paziente.

Il regime di trattamento per la disbiosi intestinale viene applicato in più fasi e consisterà in:

  • Distruzione della microflora patogena.
  • La colonizzazione dell'intestino con microrganismi benefici.
  • Raggiungi il giusto equilibrio e supportalo al giusto livello.
  • Ripristino del funzionamento ottimale del tratto gastrointestinale e regolazione dello stato immunitario.

Per cominciare, quando si sviluppa un regime di trattamento per la disbatteriosi negli adulti, si determina quale tipo di batteri patogeni prevale e quali microrganismi richiedono supporto. È su questi fattori che dipenderà il regime di trattamento.

Schema di distruzione della microflora patogena

L'implementazione della distruzione della microflora patogena nella cavità intestinale è ottenuta attraverso l'uso di assorbenti. Tali agenti sono preparati che assorbono e rimuovono prodotti tossici di attività vitale di microrganismi patogeni dal tratto gastrointestinale. Hanno una elevata attività di assorbimento. I sorbenti nel trattamento della disbatteriosi sono rappresentati da carbone attivo, gel di silice, alluminosilicati, fibre alimentari, sostanze composite e inorganiche.

Se la disbatteriosi è causata dalla colonizzazione di virus, per esempio lo stafilococco, allora in questo caso si possono usare agenti antibiotici che aiutano nella distruzione di questi microrganismi.

I sorbenti secondo lo schema di trattamento vengono assunti tra i pasti e altri farmaci, in accordo con il dosaggio determinato da uno specialista. Il corso di terapia negli adulti è di circa 20 giorni.

Va notato che i sorbenti per la disbatteriosi non dovrebbero essere assunti più di 3 settimane, perché oltre all'assorbimento di sostanze patogene, hanno anche la capacità di assorbire microelementi e macroelementi utili.

Lo schema di stabilimento di microflora utile

La colonizzazione della microflora intestinale benefica avviene attraverso l'uso di pro- e prebiotici. I probiotici sono prodotti costituiti da colture batteriche vive, principalmente lacto e bifidobatteri, e vengono utilizzati per correggere la microflora.

Quando si sviluppa un piano di trattamento per la disbatteriosi, i prebiotici sono chiamati agenti che sono alimenti per batteri benefici nella microflora intestinale, a causa dei quali inizia la loro crescita e sviluppo attivo.

Nel trattamento della disbatteriosi, tali preparati batterici colonizzano temporaneamente la cavità intestinale e iniziano a manifestare attività antagonista rispetto ai patogeni, e hanno anche una funzione metabolica, mentre le condizioni sono create per la riproduzione della propria microflora benefica. Inoltre, hanno funzionalità enzimatica, che fornisce supporto nel processo di normalizzazione della digestione in dysbacteriosis.

Principalmente nel regime di trattamento indicato l'uso di Bifiform o altri pro-e prebiotici. Il corso della terapia negli adulti viene eseguito per diversi mesi. Alla scadenza di questo periodo, i farmaci analoghi a Atsipol vengono utilizzati per 20 giorni.

Supportare il corpo nel trattamento della disbiosi

Sostenere il corpo al livello appropriato viene effettuato attraverso l'uso di preparati enzimatici e una corretta alimentazione. Farmaci con attività enzimatica nello sviluppo di un regime di trattamento della disbatteriosi sono necessari per normalizzare il processo digestivo, che è disturbato, a seguito del quale il cibo è scarsamente digerito e comincia a marcire. Mezim Forte o Pazinorm Forte sono mostrati da prodotti con attività enzimatica. Questo stadio di trattamento con dysbacteriosis dura per 14 giorni. Permesso anche l'uso di analoghi di questi farmaci.

Vale la pena notare che i mezzi enzimatici sono di origine artificiale e vegetale. Questi ultimi sono più efficaci nel trattamento della disbiosi, ma non dovrebbero essere presi per più di due settimane, dal momento che il corpo non produrrà le proprie sostanze enzimatiche, il che porterà a un gran numero di problemi.

A questo stadio della terapia, come corretta alimentazione, sono esclusi tutti gli alimenti speziati, grassi, dolci e salati. La nutrizione dovrebbe essere equilibrata e fornire all'organismo sufficienti carboidrati, vitamine, proteine, grassi e altre sostanze necessarie. Il pasto dovrebbe essere almeno 3-5 volte al giorno all'incirca alla stessa ora. La porzione dovrebbe essere piccola, l'eccesso di cibo dovrebbe essere escluso, perché se il cibo non ha tempo per digerire, iniziano i processi di putrefazione.

Questo regime di trattamento è standard, tuttavia, ogni singola manifestazione di dysbacteriosis richiede la propria tecnica.

Trattamento della disbiosi intestinale

Dysbacteriosis: un problema facile da ottenere, ma non così facile da eliminare. Malnutrizione con una predominanza di cibi ipercalorici, fibre povere, più stress, e in aggiunta trattamento con antibiotici - e come risultato di problemi digestivi. Si presentano come conseguenza della rottura della normale microflora del tratto gastrointestinale e possono influenzare lo stato di tutti gli organi e sistemi del corpo umano. Le conseguenze della disbatteriosi sono molto gravi, quindi è necessario trattare questa malattia nel tempo e correttamente.

Trattamento della disbiosi: le direzioni principali

Nella disbatteriosi, l'equilibrio tra i microrganismi benefici e opportunisti nel sistema digestivo umano è disturbato. I lattobatteri e i bifidobatteri necessari per il normale funzionamento dell'intestino sono inibiti, e altri microrganismi che erano presenti con moderazione, al contrario, stanno esplodendo. Quindi, cibo scarsamente digerito, diarrea, stitichezza, dolore addominale, intossicazione del corpo.

Il trattamento coinvolge diverse aree principali:

  • eliminazione delle principali cause di disbiosi: in particolare, se ci sono parassiti nel corpo umano, molto spesso causano la disbatteriosi, poiché distruggono la microflora benefica con le loro tossine; in questo caso è necessario condurre una terapia antielmintica
  • rimozione di microflora patogena, tossine prodotte da esso
  • colonizzazione del tratto gastrointestinale mediante microflora benefica
  • eliminazione di processi infiammatori
  • normalizzazione dell'attività intestinale
  • rafforzamento generale del corpo, migliorando l'immunità.

Regimi di trattamento di diversi gradi di disbiosi

Prima di prescrivere un trattamento, il gastroenterologo effettuerà un esame approfondito per una corretta diagnosi. Le caratteristiche della dysbacteriosis dipendono in larga misura da quali microrganismi "nocivi" potrebbero svilupparsi più di ogni altra cosa, analisi e altri metodi diagnostici ne parleranno. Inoltre, il regime di trattamento dipende dal grado di disbatteriosi in un paziente - dirò al medico di questa ricerca.

Con 1 grado (soppressione parziale della microflora benefica):

  • dieta
  • terapia vitaminica
  • assunzione di enterosorbenti

Con 2 gradi (predominanza di microflora dannosa, interruzione permanente del sistema digestivo):

  • nutrizione funzionale
  • assunzione di vitamine e enterosorbenti
  • probiotici

Con 3 gradi (mancanza di microflora benefica, intossicazione del corpo):

  • nutrizione funzionale
  • vitamine, enterosorbenti
  • farmaci antibatterici
  • probiotici, prebiotici.

Enterosorbenti: farmaci che possono legare e assorbire sostanze nocive, tossine. Quando la disbiosi ha assegnato Polysorb, Enterosgel, carbone attivo e altri.

I probiotici sono preparati contenenti microrganismi vivi utili per la digestione: Linex, Bifidumbacterin e un numero di altri.

I prebiotici sono preparati contenenti sostanze che stimolano lo sviluppo della microflora benefica e sopprimono i microrganismi patogeni. Uno dei più famosi è Hilak Forte.

Nel trattamento della disbatteriosi causata dall'assunzione di antibiotici, è necessario ricolonizzare l'intestino con una microflora benefica. Qui potenti probiotici di Bifidum, Atsipol faranno, e le condizioni per una migliore sopravvivenza dei microrganismi saranno create da preparazioni di azione probiotica Ecoflor, Trilakt.

Una corretta alimentazione aumenterà l'efficacia degli agenti terapeutici.

Nutrizione - parte del trattamento

Poiché la causa della disbiosi è spesso una dieta non sana, la dieta può essere definita uno dei modi efficaci per trattare questo disturbo. Inoltre, le raccomandazioni nutrizionali possono parzialmente variare a seconda della prevalenza di uno o di un altro tipo di microflora patogena.

Tuttavia, ci sono linee guida generali per la nutrizione funzionale nella disbiosi:

  • I pasti dovrebbero essere equilibrati e completi
  • È imperativo utilizzare prodotti ricchi di fibre grossolane, è il terreno per l'attività di microrganismi benefici; è necessario limitare il consumo di carboidrati semplici - dolci, prodotti farinacei e prodotti contenenti conservanti, lieviti, grassi artificiali.
  • La fonte dei lattobacilli essenziali sono i prodotti a base di latte fermentato.

È utile sapere che non solo i preparati speciali, ma anche i prodotti naturali hanno un effetto distruttivo sui batteri nocivi.

Quando la disbatteriosi è utile:

  1. per l'oppressione di E. coli - cipolle, frutti di melograno, peperoni dolci
  2. con lo sviluppo di stafilococco - bacche lampone, sorbo, fragola, crespino
  3. dal bacillo syngenus e da una serie di altri microbi nocivi - mele, mirtilli, rafano, rafano, aglio, aneto
  4. dai funghi - carote fresche, mirtilli rossi.

Trattamento - solo in ospedale

La disbacteriosi ha una varietà di cause e manifestazioni, quindi l'auto-trattamento è inaccettabile qui. Prima di tutto, perché è molto difficile fare una diagnosi del genere da sola.

Per determinare il tipo di microflora patogena predominante, il grado della malattia, abbiamo bisogno dei risultati degli studi per i quali il medico fissa gli appuntamenti.

Spesso le persone provano a scegliere l'uno o l'altro farmaco per la stessa dysbacteriosis, facendo affidamento sulla pubblicità o sui consigli degli amici. Tuttavia, uno strumento meraviglioso potrebbe non essere adatto in questo caso particolare, poiché non sopprimerà completamente i microrganismi necessari.

Ecco perché il trattamento della disbiosi è sotto la supervisione di un medico.

Il compito del paziente è di eseguire tutti gli appuntamenti con precisione e seguire le regole della nutrizione funzionale e uno stile di vita sano.

In alcuni casi, è indicato il trattamento ospedaliero della disbiosi. Questo si applica più spesso ai bambini piccoli, ma si applica anche agli adulti. Se il corpo è indebolito dalla mancanza di sostanze utili, frequente diarrea, perdita di oligoelementi e vitamine, è necessaria una seria assistenza medica in ospedale.

Trattamento della disbiosi intestinale. Come curare la dysbacteriosis

  1. Eliminazione dell'eccesso di contaminazione batterica nell'intestino tenue;
  2. Restauro nell'intestino crasso della normale microflora;
  3. Migliorare i processi di assorbimento e digestione intestinale;
  4. Ripristino della motilità intestinale;
  5. Stimolare i processi di reattività del corpo.

Quindi come curare la dysbacteriosis negli adulti?

Trattamento compilato di dysbacteriosis, volto ad eliminare un grado piuttosto grave di squilibrio dei microrganismi. Tuttavia, richiede ancora passaggi razionali, specialmente nel trattamento della disbiosi dopo antibiotici e infezioni intestinali. Pertanto vale la pena sottolineare i principali passaggi nel trattamento della malattia. Questa è una dieta funzionale e una terapia farmacologica.

Dieta funzionale

Per lo sviluppo e la crescita della flora intestinale obbligatoria sono richieste fibra alimentare e pectina contenute in frutta, verdura, alghe e cereali. Inoltre, gli aminoacidi necessari - glutammina e arginina. Vale la pena notare che sono ricchi di latte di soia. I latticini (yogurt, kefir e ricotta), che sono arricchiti, sono ottimi aiutanti nel ripristinare la carenza di lacto- e bifidobatteri.

Inoltre, è molto importante seguire le raccomandazioni sulla nutrizione:

  1. Abbandona completamente il consumo di cibi piccanti e grassi.
  2. Rifiuto di liquore debole.
  3. Mangiare cibi che promuovono la fermentazione nell'intestino dovrebbe essere maneggiato con cura. Stiamo parlando di pane dolce e fresco, sottaceti vari, cavoli e altre verdure, che sono ricchi di fibre.
  4. Durante un pasto, smetti di bere acqua, così come tè o caffè, subito dopo aver mangiato, poiché questo liquido impedisce la digestione del cibo.
  5. Mangia solo carne stufata o bollita.
  6. Mangiare sei volte al giorno.

Terapia farmacologica

Naturalmente, per ripristinare le viscere e liberarsi della disbiosi, soprattutto se la forma della malattia è di gravità moderata, o anche difficile, con l'aiuto di alcune diete è impossibile. È sulla questione di come trattare la disbiosi intestinale, i medici rispondono, assicurati di condurre una terapia farmacologica.

Con un eccesso di microflora patogena, che interrompe i processi di assorbimento e porta a disturbi digestivi, vengono prescritti farmaci antibatterici. Sono anche prescritti in caso di sviluppo di malattie infettive infiammatorie del tratto gastrointestinale.

Nei casi più gravi sono prescritti antibiotici della tetraciclina, della penicillina, della cefalosporina e del fluorochinolone. Se il decorso della malattia è molto più facile, allora il medico prescrive antimicrobici che hanno un effetto battericida nel lume intestinale. Di regola, il corso di tale terapia non supera i dieci giorni. Dopo aver completato un ciclo di antibiotici o antimicrobici, vengono prescritti assorbenti che aiutano a pulire l'intestino dai batteri che sono morti, nonché dai loro prodotti di scarto.

  • Epatoprotettori, enzimi e farmaci coleretici

Al fine di migliorare i processi di degradazione del cibo, nonché l'assorbimento di sostanze nutritive dall'intestino:

  • preparati enzimatici - Mezim, Creonte;
  • farmaci coleretici - Hofitol;
  • epatoprotettori - Essentiale, Risoluto.

Aiuteranno a creare le condizioni necessarie per la colonizzazione della normale microflora intestinale.

Al fine di migliorare la motilità intestinale, manifestata dai problemi delle feci, gli stimolanti di sovra-esercizio, Trimedat, sono prescritti per la stitichezza e per la diarrea, i preparati antiperistaltici, l'Immudon.

  • Ripristino dell'equilibrio della microflora intestinale.

La fase più importante e allo stesso tempo difficile nel trattamento della disbatteriosi è il ripristino del normale funzionamento della microflora intestinale. Vale la pena notare che questa fase del trattamento è la più lunga, quindi è consigliabile essere pazienti. A questi scopi è assegnato l'uso di diversi gruppi di farmaci allo stesso tempo:

  • I probiotici sono farmaci che contengono microrganismi vivi che rappresentano la normale microflora. Tali farmaci includono Bifiform, Linesk;
  • I prebiotici sono farmaci che contengono sostanze nutritive che promuovono la stimolazione della colonizzazione naturale dell'intestino della flora benefica e, allo stesso tempo, non consentono alla flora patogena di svilupparsi nell'intestino. I rappresentanti di tali farmaci sono Khilak Forte, Lactulose;
  • I sinbiotici sono farmaci che contengono probiotici e prebiotici, Normofloro.

Tuttavia, quando si trattano di dysbacteriosis intestinale dopo antibiotici o infezioni intestinali, o per altri motivi, non dimenticare l'assunzione aggiuntiva di preparati vitaminici.

Come trattare la disbiosi intestinale: trattamento dietetico, farmaci | Medprays

La colonizzazione del nostro intestino da parte di vari tipi di bacilli e batteri avviene gradualmente durante la prima vita di un bambino. Obbligo di microrganismi benefici, flora condizionatamente patogena e alcuni batteri patogeni, che sono anche necessari per il normale funzionamento del sistema digestivo, stabilirsi lì in determinati momenti.

La violazione del rapporto tra il numero di batteri porta allo sviluppo di dysbacteriosis, il cui principale indicatore è l'analisi delle feci. Quando la microflora di una persona viene violata, sintomi come:

Lo stato è piuttosto pericoloso per la salute, pertanto il trattamento della disbatteriosi deve essere effettuato esclusivamente da un gastroenterologo secondo regimi individuali compilati. Il compito del medico è quello di soddisfare più obiettivi contemporaneamente, questi sono:

  1. Stabilire le cause della violazione del rapporto tra flora intestinale e loro rapida eliminazione. Antibiotici, infezioni intestinali (influenza gastrica, dissenteria), malattie croniche (epatite), esacerbazione dell'ulcera gastrica (pancreatite) possono causare disbatteriosi. Inoltre, le cause della disbiosi sono lo stress costante, i bruschi cambiamenti climatici e la regolare violazione della dieta. I fattori negativi possono essere eliminati con misure terapeutiche che ripristinano la motilità intestinale, riducono l'infiammazione e sostituiscono gli enzimi necessari.
  2. Sollievo dei sintomi acuti e ripristino della normale digestione. Nel trattamento della disbiosi intestinale, l'aggiustamento della dieta è importante. Assegnato alla dieta numero 4, che contribuisce alla riduzione dei processi putrefattivi.
  3. Correzione della microflora usando agenti antibatterici, batteriofagi, prebiotici, antisettici e probiotici.
  4. Ripristino delle funzioni protettive del corpo rafforzando il sistema immunitario di immunomodulatori di piante e sintetici (vedi se hai bisogno di farmaci per aumentare l'immunità).

Metodi e trattamento della dysbacteriosis in base al grado di manifestazione dei disturbi

L'intensità dei disturbi che si verificano nell'intestino a causa di uno squilibrio nel rapporto dei batteri è solitamente divisa in tre gruppi in base alle categorie di età e ai risultati dell'analisi fecale.

I bambini del primo anno di vita
  • Per il primo grado di dysbacteriosis, una diminuzione a 106-105COE / g o un aumento di Escherichia tipico a 109-101, una diminuzione in lattobacilli a 105-104 e bifidobacteria a 109-108 sono caratteristici.
  • Nel secondo grado di disbatteriosi, il numero di Escherichia emolitica e di altri bacilli condizionatamente patogeni aumenta a 105-107. Inoltre, la presenza di batteri condizionatamente patogeni si osserva fino a 104-105, che normalmente non viene osservata. E la composizione quantitativa dei lattobacilli si riduce significativamente a 104 e ai bifidobatteri a 108.
  • Il terzo grado di compromissione è caratterizzato da un alto livello di microrganismi condizionatamente patogeni fino a 106-107 e da una diminuzione critica di lacto e bifidobatteri a 105 e 107, rispettivamente.
Bambini da un anno ad adolescenza
  • Quando il primo grado di gravità di Escherichia tipica di dysbacteriosis può anche essere ridotto a 105 o aumentare la composizione quantitativa a 109-1010. E il livello di benefico lacto e bifidobatteri scende sensibilmente a 106-105 e 108-107.
  • Il secondo grado è contrassegnato da una diminuzione critica del numero di batteri lattici benefici a 105 e bifidobatteri a 107 sullo sfondo di un significativo aumento della microflora emolitica con microrganismi opportunistici a 105-107 e loro associazioni a 104-105.
  • Nel terzo grado, la crescita della flora condizionatamente patogena sale a numeri critici - 106-107, e i batteri benefici sono ridotti ad un minimo di 105 - 107, e non possono svolgere la loro funzione.
Adulti in età riproduttiva
  • Il primo grado è caratterizzato dagli stessi tassi di crescita fino a 109-1010 o dalla caduta di Escherichia a 106-105 e da una diminuzione delle colonie di lattobatteri a 106-105 e bifidobatteri 107-106.
  • Al secondo grado, i microrganismi condizionatamente patogeni aumentano significativamente con escherichia emolitica fino a 105-107 e le loro associazioni fino a 104-105. E il numero di componenti utili della microflora diminuisce: lattobacilli a 105 e bifidobatteri a 107, e talvolta anche meno.
  • Per il terzo grado, la flora condizionatamente patogena aumenta significativamente a 106-107, e il benefico lacto e bifidobatteri ricadono in numeri critici: 105 e 107.
Anziani oltre i 50 anni
  • Nel primo grado di disbatteriosi, si osserva un aumento a 109-1010 o una diminuzione a 106-110 Escherichia e una brusca diminuzione dei lattobacilli a 105-104, come pure dei bifidobatteri a 107-106.
  • Il secondo grado è caratterizzato da un aumento di Escherichia emolitica insieme alla maggior parte dei batteri opportunisti a 105-107 e una forte riduzione del numero di lattobacilli a 104 e dei bifidobatteri a 106.
  • Nel terzo grado, i batteri condizionatamente patogeni aumentano fino a valori critici 106-107, e qualche volta di più, e sono già in grado di causare gravi malattie, ei batteri benefici riducono la loro presenza: lattobacilli a 104 e bifidobatteri a 106.

Metodi di trattamento della disbiosi nei bambini e negli adulti

La diagnosi di disbiosi obbliga gastroenterologi e nutrizionisti a selezionare regimi di trattamento individuali, a seconda della gravità del disturbo e della suscettibilità individuale dell'organismo.

Quando il primo grado è importante dieta con disbiosi, terapia vitaminica obbligatoria, probiotici e enterosorbenti.

Per il secondo grado di gravità dell'affezione, è anche necessario seguire una dieta, chelanti e probiotici in combinazione con prebiotici.

Al terzo stadio dello squilibrio intestinale sono necessari:

  • nutrizione razionale,
  • terapia vitaminica migliorata,
  • antibiotici,
  • batteriofagi, antisettici intestinali,
  • probiotici e prebiotici.

Caratteristiche della dieta nella disbiosi intestinale

Il primo grado di disturbo intestinale viene efficacemente trattato eliminando le cause della disbiosi, regolando la dieta e prescrivendo i probiotici insieme ai prebiotici.

Con una forma più grave di disbatteriosi, la dieta viene sviluppata da un gastroenterologo e un nutrizionista in un regime più rigoroso. È importante bilanciare l'assunzione di grassi, proteine ​​e carboidrati, oligoelementi essenziali e vitamine. Inoltre, è necessario consumare una quantità sufficiente di liquido. Questo è un punto molto importante nel trattamento della disbiosi. Il volume totale del liquido deve essere di almeno 2 litri. E idealmente, 1.5 - 2 bicchieri dovrebbero essere bevuti prima di ogni pasto. L'acqua è meglio consumare non gassata e leggermente riscaldata.

Altrettanto importante è la modalità di mangiare allo stesso tempo almeno quattro o cinque volte al giorno, è:

Componenti obbligatori della dieta quotidiana dovrebbero essere:

  • amminoacidi glutammina (composti azotati e purinici);
  • arginina (un immunostimolante e uno steroide anabolizzante);
  • piatti di latte fermentato, saturi di batteri bifidici e lattici, ad esempio:
    • ricotta,
    • yogurt
    • burro fatto in casa a base di panna,
    • formaggio fatto in casa,
    • kefir,
    • latte acido

È importante preparare il cibo a casa, poiché i prodotti del negozio contengono molti conservanti, oli raffinati e sego di manzo, che influiscono negativamente sul pancreas e distruggono l'intero tratto gastrointestinale. Inoltre, il menu dovrebbe includere pectine e prodotti costituiti da fibre alimentari, è:

  • cavolo di mare,
  • barbabietole,
  • crusca di vari cereali,
  • bianco e cavolfiore.

Molti dei prodotti che consumiamo hanno un effetto antibatterico e contengono anche un gran numero di probiotici e prebiotici necessari per il loro normale sviluppo.

Quindi per la maggior parte degli agenti patogeni i seguenti prodotti sono distruttivi:

  • cipolle, peperoni e melograni - distruggono efficacemente E. coli;
  • crespino, aronia, lampone e fragola - non permettere allo stafilococco di svilupparsi nell'intestino;
  • ravanelli, albicocche, aglio, mele, rafano e aneto - distruggi il bacillo blu del pus, la protea e la klebsiella;
  • mirtillo rosso e carota - sopprimono la riproduzione attiva della candida.

Regolazione del menu a seconda del disturbo intestinale

A seconda degli indicatori dei risultati dell'analisi delle feci per coprogramma, alcuni tipi di alimenti vengono aggiunti o esclusi dalla dieta.

Feci scure con un odore sgradevole

Questo è un indicatore della presenza di dispepsia putrida, cioè un gran numero di fibre non digerite. Quindi è necessario limitare il consumo di prodotti a base di carne grassa, e l'attenzione principale dovrebbe essere rivolta ai cereali, alle verdure cotte a vapore e ai prodotti lattiero-caseari. Per quanto riguarda le bevande, la preferenza dovrebbe essere data alle composte, ai kissel e alle bevande a base di frutti di bosco.

Assicurati di aggiungere alla dieta decotti alle erbe di queste piante:

Le masse fecali alleggeriscono la presenza di una reazione acida con un alto contenuto di amido e di fibre scarsamente digerite. Questo tipo di disbiosi si chiama dispepsia fermentativa. La cura principale per questo tipo di disbiosi è l'eliminazione di tali prodotti come:

  • latte intero,
  • verdure crude,
  • ricotta,
  • carboidrati (muffin e pane bianco),

Il menu del giorno deve essere riempito con cibi proteici:

  • carne bollita o stufata;
  • pesce al vapore
  • uova sode,
  • porridge cotto nel 40% di latte.

E anche in questo caso, sono utili i prodotti a base di latte fermentato con un ricco contenuto di batteri vivi utili. Inoltre, l'uso di condimenti come chiodi di garofano, alloro e pepe nero contribuisce all'inibizione dei processi di fermentazione.

Dalle ricette dei tradizionali decotti di medicina della camomilla, menta e tisane sono mostrati. Queste piante hanno un'azione antinfiammatoria e antispasmodica. Aiutano a ridurre l'infiammazione e alleviare una persona da crampi dolorosi.

Diarrea con dysbacteriosis

Il menu è composto da piatti di verdure bollite. È importante osservare la temperatura del cibo, che non dovrebbe essere irritante per l'esofago. Elimina cibi temporaneamente freddi o molto caldi. Inclusione obbligatoria nello schema di trattamento decotti di corteccia di quercia, mirtilli essiccati o ciliegia di uccello. Rifiuto categoriale di tutti i tipi di prodotti caseari, compresi i piatti a base di latte fermentato. Porridge cuocere solo acqua o brodo di pollo.

Stitichezza con dysbacteriosis

Per eliminare la stitichezza causata dalla disbiosi, è possibile con l'aiuto della fibra vegetale. È crusca di cereali, albicocche secche, prugne, zucca, mele, carote e melanzane. Stimolare la peristalsi dell'intestino crasso aiuterà la composta di rabarbaro, lo yogurt, il kefir e il bifilin. Anche la crusca pura al vapore con acqua bollente in quantità non superiore a 30 grammi al giorno sarà efficace (vedi lassativi, candele per la stitichezza).

Prebiotici per dysbacteriosis

Oggi l'industria farmacologica produce una varietà di prodotti che ripristinano efficacemente la microflora intestinale e l'equilibrio ormonale. Questi sono probiotici - preparati contenenti batteri benefici vivi e loro marcatori e prebiotici, sostanze necessarie per la vita normale e lo sviluppo di batteri benefici.

I prebiotici sono preparati non microbici necessari per la crescita e lo sviluppo della flora batterica intestinale benefica. Non vengono digeriti dal nostro corpo, ma apportano importanti benefici nutrendo batteri buoni.

I prebiotici come farmaci per la dysbacteriosis stimolano il metabolismo nell'intestino e sopprimono la riproduzione della popolazione di microflora patogena. Come additivo necessario ai probiotici, questi strumenti non hanno pretese nelle condizioni di conservazione e non necessitano di imballaggi speciali.

Assegnare prebiotici come mezzo di disbiosi sotto forma di:

  • Disaccaridi che non sono digeribili nello stomaco. Preparati al lattulosio: Lactusan, Prelaks, Poslabin, Goodluck, Duphalac, Normase.
  • Frutto-oligosacoridi: estratto di lattice, Exaortal, limone e carciofo, forte di Hilak.

Inoltre, prodotti come mais, aglio, cipolle e alcuni prodotti caseari sono ricchi di prebiotici.

Probiotici per il trattamento della disbiosi

Preparati contenenti batteri benefici vivi sono usati per trattare efficacemente la disbiosi e prevenirne lo sviluppo. Tutti i probiotici conosciuti sono divisi in gruppi come:

  • Multicomponente. Questi sono prodotti che contengono diversi tipi di batteri benefici. Questi sono i colibatteri (Linex), i lattobacilli (Bifikol), i bifidumbatteri (Bifiform). Questi farmaci ripristinano la microflora entro due settimane.
  • Monocomponente. Prodotti che contengono un solo tipo di alcuni batteri benefici: Bifidobatteri, Lactobacterin, Colibacterin. Il corso minimo di assunzione di tali farmaci è da due settimane a un mese.
  • Combinato. Questi sono farmaci che includono batteri vivi e ceppi che non sono suscettibili agli effetti degli antibiotici. Inoltre, i prodotti contengono complessi immunoglobulinici e un mezzo nutritivo per la rapida crescita di batteri benefici. Questi includono: Rioflora, Linex, Bifikol. Fondamentalmente, la composizione di questi farmaci comprende bifidobatteri, lattobacilli, streptococchi e batteri se.
  • Ricombinato. Si tratta di prodotti speciali che contengono, oltre ai necessari batteri benefici, geni artificialmente clonati necessari per la sintesi di Alpha-Interferon. Il più popolare di questi rimedi è bifilis, che è efficace per due settimane.
  • Simbiotici. Preparazioni che hanno sia probiotici che prebiotici. Tale combinazione armoniosa di un rimedio per la disbiosi intestinale consente di affrontare il problema entro 20 giorni. Questi sono i farmaci: Laminac, Maltodofilus, Bifidobak.
  • Antagonisti. Questi sono agenti che hanno un effetto antidiarroico e che possono anche essere attribuiti ai probiotici. Essi inibiscono attivamente la crescita di colonie di microflora patogena e inibiscono la riproduzione di microrganismi condizionatamente patogeni. Questi sono farmaci come: Baktisubtil, Enterol, Baktisporin. Una condizione importante è che il ciclo di trattamento non può durare più di sette giorni.
Maggiori informazioni sull'articolo: "Elenco dei probiotici per i bambini"

In caso di grave danno alla microflora intestinale, gli aggiustamenti nutrizionali in disbiosi, probiotici e prebiotici non sono sufficienti. L'azione di questi fondi è mirata solo a ripristinare batteri benefici e a sopprimere la riproduzione attiva della flora condizionatamente patogena. Per ripristinare il normale equilibrio nelle deviazioni gravi, è necessario l'uso di antibiotici e antisettici.

Antibiotici, antisettici e batteriofagi

L'uso di tali farmaci è possibile solo su prescrizione del medico curante, dopo aver condotto una serie di test. Prima di prescrivere tali farmaci, si scopre il grado di disgregazione della microflora e la sensibilità dei batteri patogeni a loro.

Agenti antibatterici

  • Aureus. Nel caso in cui una violazione della microflora intestinale sia causata da una rapida riproduzione di stafilococchi o da diversi tipi di organismi patogeni condizionalmente, prescrivere farmaci come:
    • azitromicina,
    • iosamicina,
    • claritromicina,

o preparazioni del gruppo aminoglicosidico.

  • Enterococcus. Con l'aumento della moltiplicazione di enterococchi, come Klebsiella, vengono prescritti i seguenti farmaci:
    • Furazolin,
    • Smettila,
    • ersefuril,
    • Enterofuril.

Questi sono nitrofurani, perfettamente combinati con i batteriofagi. Oppure è possibile elaborare uno schema terapeutico con l'inclusione di macrolidi, penicillina sintetica o cloramfenicolo.

  • Proteas. Questi E. coli distruggono più efficacemente i nitrofurani:

O fondi, il cui principio attivo è l'acido nalidixico o le sulfonamidi (Nevigremon, Sulgin e Phtalazol).

  • Pseudomonas aeruginosa. Aminoglicosidi, polimixina o carbenicillina sono prescritti per uccidere questo patogeno. Questi sono agenti farmacologici come la gentamicina e la kanamicina.
  • Candida. I batteri simili ai funghi, presenti in piccole quantità nel corpo, con la rapida crescita delle loro colonie causano la disbatteriosi e altre gravi malattie. Per sopprimerli, sono necessari farmaci antifungini, come:
    • fluconazolo,
    • Mikosist,
    • Diflucan,
    • Flukozan,
    • Mabizom,
    • terbinafina,
    • Fungizone.
  • Clostridi. Per sopprimere questi organismi patogeni sono necessari un ciclo di Trichopolum (metronidazolo) e una terapia antibatterica con vancomicina.
batteriofagi

Si tratta di farmaci vaccinati appositamente sviluppati che influenzano il tipo selettivo di batteri. Batteriofagi prescritti, come in monoterapia, e in combinazione con altri farmaci. I preparati di questo gruppo sono disponibili in varie forme di dosaggio: dai tablet alle soluzioni per la produzione di clisteri. I farmaci più comuni oggi sono i batteriofagi come:

  • Proteaceae,
  • Pseudomonas,
  • stafilococco,
  • koliproteyny.

Immunomodulatori, vitamine e enterosorbenti

immunomodulatori

Il ripristino della normale microflora intestinale è impossibile senza il lavoro attivo del sistema immunitario. Per mantenerlo, utilizzare preparati a base di erbe come:

L'automedicazione di questo gruppo è altamente indesiderabile. Tutti gli immunomodulatori devono essere prescritti solo da un medico.

vitamine

Una delle qualità negative di dysbacteriosis dopo antibiotici o per un altro motivo è una violazione dell'assorbimento di vitamine e molti oligoelementi. Pertanto, il reintegro della mancanza di queste sostanze è necessario per il successo del trattamento. Assegna complessi vitaminici, che includono tali gruppi di vitamine come "A", "B", "E", "D".

chelanti

Tali farmaci come il carbone attivo, il polisorbolo, il poliphepan e l'enterosgel hanno un effetto positivo sull'intero regime di trattamento per la disbatteriosi. L'uso a breve termine di questi farmaci in combinazione con la terapia vitaminica aiuta in modo significativo a ripristinare l'equilibrio della flora intestinale.

antistaminici

La disbiosi intestinale interrompe la normale reazione del sistema immunitario e può innescare lo sviluppo di allergie. Per prevenire tale situazione, gli antistaminici sono spesso inclusi nel regime di trattamento, come ad esempio:

Queste sono le forme di dosaggio di ultima generazione che non causano sonnolenza e dipendenza. Se, sullo sfondo di disbatteriosi, si manifestano nervosismo e irritabilità aumentati, si raccomanda l'uso di antistaminici di prima generazione, come ad esempio:

In casi particolarmente difficili, è possibile assumere farmaci a base di erbe sedative come l'erba madre o la valeriana.

Sul trattamento della disbiosi intestinale, è anche possibile leggere un articolo in lingua ucraina: "Yak likuvati dysbacteriosis dell'intestino: lykuvannya dієtoyu, preparati"