logo

Aderenze intestinali

Adesioni intestinali - una diagnosi abbastanza comune oggi. Le adesioni sono corde di tessuto connettivo, a seguito delle quali gli organi interni sono giuntati e spostati.

Cause delle aderenze intestinali

Tali aderenze sembrano dovute alla capacità del tessuto connettivo di crescere a causa dell'influenza di fattori dannosi. Ad esempio, la crescita di un tessuto di questo tipo può provocare lesioni meccaniche, malattie causate da infezioni acute e croniche, la presenza di sangue precedentemente accumulato, corpi estranei, esposizione a sostanze chimiche, ecc. Se parliamo degli organi localizzati nella cavità addominale, in particolare sull'intestino, allora le cause delle aderenze sono il più delle volte lesioni meccaniche, così come il contatto del peritoneo con l'aria durante l'intervento. Di conseguenza, le aderenze intestinali derivano principalmente come conseguenza delle operazioni chirurgiche. Secondo le statistiche, la malattia adesiva si sviluppa nel 2-15% dei pazienti sottoposti a intervento chirurgico. Le adesioni possono verificarsi immediatamente dopo aver eseguito qualsiasi operazione sul peritoneo e diversi anni dopo che una persona ha subito una tale operazione. Tuttavia, le adesioni si verificano solo in quelle persone che hanno una predisposizione a questa malattia a causa della presenza nel corpo di un eccesso di enzimi specifici. Sotto la loro influenza con ferite appaiono cicatrici molto grandi. Ma se non c'è una tale caratteristica nel corpo umano, allora le sue punte non si sviluppano.

Le aderenze intestinali sono una malattia grave, perché, a causa della loro formazione, una persona può sviluppare un'ostruzione intestinale acuta, una condizione che talvolta minaccia persino la vita. Inoltre, il verificarsi di aderenze è irto di comparsa di dolore di varia gravità e può anche influire negativamente sul funzionamento di altri organi interni.

Tipi di aderenze intestinali

Il processo di formazione delle aderenze intestinali è il seguente. Il peritoneo è allineato sulle pareti della cavità addominale umana, che è una copertura articolare con due lati - viscerale e parietale. Tutti gli organi nella cavità addominale tra loro e con il peritoneo parietale in contatto, non ci sono spazi nella cavità addominale.

Le adesioni interorganiche sono solitamente suddivise in viscero-viscerale (in questo caso la fusione avviene direttamente tra gli organi) e viscero-parietale (l'intestino cresce insieme al peritoneo parietale).

I sintomi e le manifestazioni della malattia dipendono dalla natura delle adesioni, da dove hanno avuto origine e da quanto influenza il lavoro degli organi che sono cresciuti insieme.

Le aderenze intestinali possono apparire diversamente. Innanzitutto, i sintomi della malattia adesiva potrebbero non apparire del tutto. In questo caso, le aderenze intestinali vengono rilevate per caso: durante un esame ecografico o durante qualsiasi operazione sul peritoneo.

In secondo luogo, quando le aderenze intestinali possono manifestare una forma dolorosa della malattia. In questo caso, il paziente è preoccupato per il dolore addominale, soprattutto quando si verificano nell'area delle cicatrici dopo l'intervento. I dolori sono spesso tirando, nel processo di sforzo fisico, aumentano. A volte il dolore scompare da solo, in altri casi è necessario prescrivere farmaci con effetti anestetici.

Terzo, è possibile una manifestazione della forma dolorosa delle aderenze intestinali con una disfunzione degli organi interni. A causa di aderenze, si verificano malfunzionamenti negli organi del tratto gastrointestinale. Di conseguenza, il paziente soffre di stitichezza, diarrea, sensazione di pienezza dopo aver mangiato, distensione addominale.

Un'altra variante dello sviluppo della malattia - la più difficile. Questa è l'occorrenza dell'ostruzione intestinale adesiva acuta. In questo caso, a causa delle aderenze, c'è un ostacolo perché il contenuto passi attraverso il tubo intestinale. Questa è una condizione molto pericolosa che richiede un trattamento urgente. Altrimenti, la morte è inevitabile. Per l'ostruzione adesiva caratterizzata da una brusca comparsa di dolore nell'addome. Dopo di ciò, una persona inizia a vomitare, non lascia gas, non ci sono feci. Allo stesso tempo c'è un costante deterioramento. Di conseguenza, il paziente è costretto a chiedere aiuto a un medico.

Ostruzione intestinale durante le adesioni intestinali

Questa condizione è caratterizzata da una violazione del passaggio del contenuto intestinale attraverso il tubo intestinale. durante lo sviluppo della malattia, la microcircolazione nella parete intestinale viene disturbata, la cavità addominale si infiamma. L'ostruzione intestinale può essere dinamica e meccanica.

La causa dell'ostruzione dinamica è il sorgere dello spasmo della parete intestinale. Un fenomeno simile è una conseguenza di una serie di ragioni: avvelenamento con sostanze velenose, infezioni gravi, ecc.

Allo stesso tempo, le aderenze intestinali sono molto spesso la causa dell'ostruzione meccanica. Quest'ultimo è caratteristico dell'intestino tenue, mentre allo stesso tempo l'ostruzione del colon è provocata da tumori maligni in circa la metà dei casi. L'ostruzione intestinale si manifesta come conseguenza della pressione del lume del tubo intestinale mediante schiacciamento. Inoltre, le torsioni e le pieghe degli anelli possono apparire intorno ai cordoni adesivi. L'ostruzione intestinale adesiva si verifica spesso a seguito di una dieta scorretta. Quindi, per provocare l'inizio dello sviluppo dell'ostruzione, è possibile l'uso costante di fibre grossolane, il cibo, a causa del quale c'è una forte formazione di gas, così come un eccesso di cibo regolare. Gli attacchi improvvisi dell'ostruzione adesiva si manifestano come conseguenza di una malattia infiammatoria intestinale o di un grave sforzo fisico.

I sintomi dell'ostruzione dell'adesivo intestinale

Come primo sintomo di ostruzione intestinale dovuta ad aderenze nell'uomo, c'è dolore all'addome. La natura del dolore può variare dal graduale aumento al sorgere bruscamente. Periodicamente, il dolore può ridursi e riprendere più tardi. Inoltre, in caso di ostruzione, c'è necessariamente un gonfiore che si manifesta in modo non uniforme o copre l'intero addome. Nella maggior parte dei casi, i pazienti lamentano la ritenzione di gas e di feci, sebbene con un'ostruzione parziale, i gas possono periodicamente recedere e possono verificarsi anche singole feci liquide.

Nel corso dello sviluppo della malattia, si manifesta il vomito, che è principalmente caratterizzato da una scarica stagnante. La malattia progredisce e i sintomi del sistema respiratorio e cardiovascolare si uniscono ai sintomi sopra descritti. Quindi, il paziente può manifestare tachicardia, ridurre la pressione sanguigna. Anche per questa condizione è caratterizzata dall'alternanza di depressione ed eccitazione. In presenza di tali sintomi, è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza.

Diagnosi dell'ostruzione intestinale adesiva

Prima di tutto, il medico deve condurre un esame approfondito del paziente e condurre un sondaggio. Nella diagnosi delle aderenze intestinali e dell'ostruzione adesiva, le informazioni sulla natura del dolore durante un attacco svolgono un ruolo molto importante. La scoperta di cicatrici postoperatorie nel processo di esame fisico dà motivo di sospettare lo sviluppo dell'ostruzione intestinale adesiva. Nel processo di diagnosi viene effettuato anche un esame digitale del retto. Il paziente deve donare il sangue per analisi di laboratorio.

Per determinare la presenza di aderenze consente la radiografia della cavità addominale. Questo metodo è più spesso usato nella diagnosi dell'ostruzione intestinale. Per uno studio più dettagliato, vengono spesso prescritti ultrasuoni e tomografia computerizzata. Questi metodi diagnostici sono estremamente accurati.

Trattamento dell'ostruzione intestinale adesiva

Prima di tutto, vengono prese misure per alleviare le condizioni del paziente. A tale scopo, viene utilizzato uno speciale sondino nasogastrico, che è progettato per aspirare il contenuto dello stomaco. Le soluzioni per via endovenosa vengono somministrate al paziente per ripristinare l'equilibrio di elettroliti e acqua. Dopo l'infusione, l'intestino viene stimolato conducendo clisteri ipertonici e iniezioni di farmaci anticolinesterasici. In futuro, le tattiche di trattamento vengono selezionate dal medico individualmente.

Va notato che circa l'ottanta percento dei casi di adesione intestinale, complicata dall'ostruzione intestinale, può essere evitato senza intervento chirurgico, utilizzando esclusivamente un trattamento conservativo. Tuttavia, se il medico sospetta che il paziente abbia una violazione della fornitura di sangue all'intestino, l'operazione deve essere eseguita immediatamente.

L'ostruzione chirurgica durante l'ostruzione adesiva è finalizzata alla rimozione degli ostacoli e al ripristino del passaggio attraverso l'intestino. L'adesiolisi è la fase principale dell'operazione, in cui le aderenze vengono sezionate. Esistono diversi tipi di operazioni che sono prescritte a seconda della natura delle aderenze intestinali. Con operazioni aperte, le manipolazioni vengono eseguite attraverso una grande incisione, con interventi chirurgici video-assistiti, una puntura e una piccola incisione vengono eseguite, con operazioni laparoscopiche, l'intervento viene effettuato esclusivamente attraverso una puntura.

Prevenzione delle aderenze intestinali

Per prevenire le adesioni intestinali, è molto importante non consentire processi infiammatori negli organi peritoneali, per essere protetti dall'intossicazione alimentare. Le persone che hanno precedentemente sofferto di ostruzione intestinale dovrebbero selezionare attentamente la dieta, non mangiare cibi contenenti fibre grossolane. Non meno importante è la dieta: devi mangiare cibo rigorosamente ad una certa ora, non dovresti mangiare troppo, ma non hai nemmeno bisogno di morire di fame. Il migliore di tutti è spesso in piccole porzioni.

Non puoi esporti a pesanti sforzi fisici. Se sei preoccupato per la stitichezza, puoi assumere un farmaco lassativo, ma devi assicurarti che questa pratica non diventi un'abitudine.

Istruzione: si è laureata presso il Rivne State Basic Medical College con una laurea in Farmacia. Si è laureata alla Vinnitsa State Medical University. M.I.Pirogov e tirocinio alla sua base.

Esperienza lavorativa: dal 2003 al 2013 ha lavorato come farmacista e capo di un chiosco di farmacia. Ha ricevuto diplomi e voti per molti anni di duro lavoro. Articoli su argomenti medici sono stati pubblicati su pubblicazioni locali (giornali) e su vari portali Internet.

Ciao Mi piacerebbe imparare dai professionisti, mio ​​padre ha avuto un intervento chirurgico a punta, dopo l'operazione sono passati 10 giorni ha vomito ogni giorno non è frequente e le feci liquide sono normali dopo l'operazione, siamo molto preoccupati,

Sono passati sette anni dopo tre operazioni sulla cavità addominale (peretonit). Per tre anni, la tosse non finisce, ci sono anche attacchi forti, dopo aver preso del cibo. Tutti i test e gli esami relativi al sistema respiratorio sono normali. Il terapeuta lo collega a questa operazione e identifica la diagnosi di malattia adesiva. È possibile Quale specialista posso contattare?

Ciao Nel 2003, c'è stato un intervento chirurgico, cucito ventilato, intestini, tagliato fuori la milza. Attualmente, vedo gonfiore, dolore a causa del gas, mentre vagano attraverso lo stomaco.. Dimmi, che farmaci puoi prendere, per favore. Grazie

Ciao, mia sorella 3 anni fa ha avuto un intervento chirurgico sull'intestino crasso, è stato diagnosticato con adenocarcinoma 2 gradi. Dopo che la resezione fu monitorata, non ci furono cambiamenti nella direzione peggiore: dopo 3 anni fu ricoverata in ospedale, con un'ostruzione dell'intestino tenue, subì un'operazione, i medici dissero che l'organismo era molto predisposto alle adesioni. Per 1 mese, mia sorella non ha niente da mangiare, non sono permesse le adesioni.Per favore aiutami, si sta indebolendo ogni giorno, ha perso molto peso. Grazie!

Ho 61 anni. Gonfiore disturbato dopo aver mangiato per due anni. Esaminato, set pancreatite, bevo enzimi, non è diventato più facile. Potrebbe essere un'adesione dell'intestino tenue, anche se le feci sono quotidiane. Che tipo di esame devi superare?

Ciao, 20 giorni fa ho avuto un'operazione per rimuovere il tubo (gravidanza ectopica), durante tutto il tempo ho avuto dolori crampi prima del movimento intestinale e tirando dolori nella zona rettale dopo i movimenti intestinali, tirando anche dolori dopo la minzione, e un altro dolore intestinale quando premuto.. I medici dicono che ora sarà così per un po ', che è normale. Dillo? Non può essere adesione?

La mamma ha 69 anni. le sue aderenze intestinali non sono più passabili. cosa fare? In ospedale, allevia l'infiammazione e viene rilasciato.

Ciao Mi piacerebbe conoscere l'opinione di un professionista. La mamma ha subito un intervento chirurgico per rimuovere le aderenze intestinali. I medici hanno detto che queste sono le conseguenze dell'operazione, che è stata fatta 2 mesi fa. La mamma ha molta paura della riformazione delle adesioni. Dimmi come trattare, chi contattare? C'è una ginnastica speciale? Mina speciale?

Ciao 12 anni fa, ho subito un intervento chirurgico peritonite purulenta acuta!. Per tutto questo tempo, il mio stomaco non mi ha infastidito. solo un paio di mesi fa, ho iniziato ad avere forti dolori all'ombelico e poi a tutto il mio stomaco, si placò dopo l'iniezione di ketarol. poi il dolore ha cominciato ad aumentare e il ketorol non ha aiutato la prima volta. l'ultima volta che questo attacco dura per 4 giorni. cosa e come dovrei fare? per favore dimmelo!

Ciao. nella cavità addominale destra sotto il fegato, tutto il tempo in cui qualcosa di formicolio si fa piccolo come gemme e dmskamfort, è andato all'ospedale lì, non mi è stato detto cosa l'allenatore ha detto che erano sani. Ma non mi sentivo meglio, dimmi cosa può essere! Grazie in anticipo)

Sono stato fatto la laposascopia 5 anni fa. Hanno messo una gravidanza extrauterina, non c'era, i medici si sono allenati. In ginecologia, questa operazione è svolta da giovani specialisti. Dopo l'operazione, la mia schiena è molto dolorante dalla vita al coccige. Piedi doloranti sul retro verso il fondo del tallone e dei pollici. Più giusto. Non posso camminare più di 15 minuti, le mie gambe cominciano a ferire sempre di più, quindi non posso calpestarle. Le scale sono molto dolorose da scalare. Quando si piega in avanti e il dolore alla schiena nelle gambe aumenta. Con qualsiasi sforzo fisico diventa cattivo, non c'è abbastanza aria, come se ci fosse una congestione nello stomaco e non c'è nulla da respirare e inizia a premere nella parte posteriore della testa.. Costantemente stanco, anche quando mi sveglio. La stanchezza sta crescendo e dal pranzo riesco a malapena a camminare e non ho alcuna forza per muovermi. Se non è possibile sedersi, i muscoli della schiena, delle braccia, del collo e delle spalle iniziano a dolere. Tremando e debolezza nelle gambe e nelle braccia. C'è dolore nei muscoli delle mani anche con un piccolo carico durante la pettinatura o la scrittura. Non posso portare una borsa non è molto pesante, le mie mani fanno male e immediatamente il dolore va alla parte bassa della schiena e coccige. Quando mi alzo anch'io, mi fanno male le gambe, devo spostarmi da un piede all'altro. Gonfiore nel corpo, in particolare le gambe, le gambe inferiori come i polsini e sotto la pelle della protuberanza. Toccare i piedi fa male. Agli occhi di spirali in continuo movimento, moscerini e non scompaiono mai, con un carico di loro diventa più grande. Preme continuamente nella parte posteriore della testa, il velo negli occhi impedisce di guardare. A volte l'abbagliamento, tutto è sfocato, la coscienza è confusa, non riesco a concentrarmi, a volte restringere la recensione, malato, vertigini. Ci sono negli occhi colorati come frammenti. La vista vicino si abbassa bruscamente, gli occhi feriscono nel mezzo. A malapena vedo con l'occhio destro. Costantemente un mal di testa. Nella mia testa periodicamente suonando e rumore. Nel collo, dietro come se fosse sabbia. Ha iniziato a dimenticare tutto. La pressione spesso cade. Se mi siedo per più di un'ora, anche le mie gambe cominciano a dolere e premono sulla mia testa. Al mattino non posso alzarmi in piedi, pesante, ci vogliono circa 30 minuti per disperdersi. La suola del piede destro e il palmo della mano destra periodicamente brucia. Di notte, il lato su cui giacciono insensibili, devo girarmi tutto il tempo, non riesco a dormire sul mio stomaco, c'è dolore alla parte bassa della schiena e alle gambe. La gamba destra fa male di notte e sussulta nelle dita. Mi sveglio di notte diverse volte da un forte squillo nella mia testa. Sudo molto di notte. Nello stomaco costantemente borbottando, schiaccia e schiaccia, taglia. Lo stomaco è costantemente gonfiato. C'è una dysbacteriosis Nel sangue, secondo le analisi, c'è una tossicità, che è 5 volte più alta del normale. Macchie rosse appaiono costantemente sul collo e sugli occhi e prurito, desquamazione, prurito alla testa, coperto da piccole macchie dolorose. Sul corpo si comportano come punture di zanzara e prurito. Gli occhi sbucciano e prudono. Starnuto e sussulto. Mi sento costantemente molto stanco. I medici non riescono a capire cosa c'è di sbagliato in me. Posso avere un picco? Dimmi come posso venire da te per un esame. Posso fare un linfogramma? Le forze non sono più Aiuto per favore! Grazie!

Mia sorella ha avuto un'operazione, aveva un'ostruzione intestinale, cioè aderenze dopo un intervento di chirurgia genetica, è ancora in fase di rianimazione e non si è allontanata dall'anestesia, ha sanguinamento, il che è molto pericoloso per noi. I medici dicono che le sue condizioni sono moderatamente difficili.Che cosa facciamo dopo? Siamo molto preoccupati. AIUTO CONSIGLIO AIUTO PER FAVORE

Quali sono i picchi nell'intestino?


Le aderenze intestinali sono una patologia abbastanza comune. Sono formati tra gli strati viscerali (rivestimento degli organi) e parenterali (rivestimento delle pareti della cavità) del peritoneo o direttamente tra gli anelli dell'organo del tessuto connettivo.

motivi

Formazioni di tessuto connettivo tra i loop intestinali sono il risultato dell'integrità dell'epitelio peritoneale, cioè si verificano durante il processo di cicatrizzazione delle lesioni. Pertanto, possiamo elencare le seguenti ragioni per la formazione delle aderenze intestinali:

  • peritonite, cioè la presenza di processi infettivi nella cavità addominale;
  • ottenere eventuali lesioni addominali;

Attenzione! La malattia adesiva può iniziare anche dopo sei mesi o più dopo l'infortunio.

  • processo infiammatorio nel peritoneo, che è una conseguenza della penetrazione del contenuto dello stomaco o del duodeno con perforazione delle pareti di questi organi durante un'ulcera;
  • processi infiammatori negli organi genitali (nelle donne) e nell'intestino, in particolare, infiammazione dell'appendice;
  • predisposizione genetica;
  • interventi chirurgici sugli organi addominali, incluso taglio cesareo.
  • Importante: le statistiche indicano chiaramente che la formazione delle aderenze intestinali si osserva più spesso dopo l'intervento chirurgico, e più è esteso e complesso l'intervento chirurgico, più è probabile lo sviluppo di patologie adesive.

    sintomi

    Poiché il processo di formazione delle corde è piuttosto lungo, i segni di adesione degli intestini compaiono qualche tempo dopo l'inizio del processo e gradualmente. Inoltre, i pazienti di solito vanno dai medici già dopo aver avuto complicazioni, dal momento che queste malattie, a differenza delle malattie adesive, hanno evidenti manifestazioni.

    In generale, i sintomi della formazione di aderenze nell'intestino sono i seguenti:

    • Dolore di umore, aggravato dallo sforzo fisico, soprattutto durante le curve acute del corpo o movimenti che sono accompagnati da un aumento della pressione intra-addominale. Se un paziente ha precedentemente subito un trattamento chirurgico di una malattia degli organi addominali, il suo dolore è solitamente localizzato nel sito della cicatrice postoperatoria.
    • La dispepsia è una conseguenza della compressione e, quindi, della rottura dell'intestino, quindi il gonfiore, la stitichezza, una sensazione di distensione al centro dell'addome nell'ombelico sono sintomi caratteristici della malattia adesiva. Che questa patologia e quali siano i suoi segni, abbiamo detto nell'articolo: Sintomi di dispepsia e dei suoi tipi

    Attenzione! Se durante la normale alimentazione le feci sono completamente assenti per 2 giorni, il paziente deve immediatamente consultare un medico, poiché potrebbe essere un segno di ostruzione intestinale acuta.

    diagnostica

    Di norma, non è difficile per un medico sospettare la presenza di aderenze, perché le risposte positive del paziente alle domande sull'esecuzione di un'operazione in passato o l'infortunio all'addome sullo sfondo di un crescente disagio e problemi con la sedia ne sono sicuramente testimoni.

    Per confermare la diagnosi, i pazienti sono stati prescritti:

    • Un esame del sangue, che può essere utilizzato per determinare la presenza di un processo infiammatorio nel corpo.
    • L'ecografia degli organi addominali offre l'opportunità di esaminare visivamente le aderenze.
    • La radiografia a contrasto aiuta anche a rilevare la proliferazione patologica del tessuto connettivo e la deformità intestinale provocata da questo, causando una violazione del suo riempimento.
    • La laparoscopia viene eseguita per un esame dettagliato dello stato dell'intestino e delle aderenze tra i suoi anelli.

    Importante: se durante la laparoscopia diagnostica viene rilevata una piccola quantità di aderenze, durante la procedura possono essere sezionate.

    trattamento

    Il trattamento delle aderenze intestinali viene spesso eseguito chirurgicamente, dal momento che è impossibile rilasciare i loop bloccati dell'organo con qualsiasi altro mezzo. Anche se in alcuni casi quando la malattia è assolutamente asintomatica e non influenza la capacità dell'intestino di essere svuotata, ai pazienti può essere offerta una terapia conservativa. È destinato a:

    • soluzioni che ripristinano l'equilibrio idrico ed elettrolitico;
    • enzimi;
    • clisteri ipertesi;
    • preparazioni di aloe;
    • farmaci anticolinesterasici.

    È importante! Il medico elaborerà individualmente le tattiche del trattamento conservativo. In alcuni casi, può concludere che un'operazione è necessaria.

    Metodi popolari

    Inoltre, il medico può consigliare per qualche tempo di prendere decotti di semi di lino, Bergenia, erba di erba di San Giovanni. Ecco alcune ricette per prodotti a base di questi ingredienti a base di erbe.

    1. Un paio di cucchiai di semi di lino vengono posti in un sacchetto di tessuto naturale e immersi in acqua bollente per alcuni minuti. Dopo che si raffredda, e viene premuto l'eccesso di umidità, viene applicato alla zona dolente durante la notte.
    2. 60 g di radice di Badan secca insistono in 300 g di acqua calda. 2 cucchiai d'infusione risultante sono dissolti in 150 millilitri d'acqua calda, necessariamente bollita e effettuano microtitoli fino a 2 volte al giorno.
    3. Foglie di ortica, bacche di rosa selvatica e mirtilli rossi sono mescolati in quantità uguali. 2 cucchiai di miscela vengono posti in un thermos, versare un bicchiere di acqua bollente e lasciar riposare per 2 ore. Pronto significa scaldare fino a ½ tazza due volte al giorno.

    Attenzione! L'auto-trattamento delle aderenze intestinali con i rimedi popolari è piuttosto pericoloso! Qualsiasi tentativo di questo tipo può portare allo sviluppo di un'ostruzione acuta o necrosi dell'intestino, che può causare un esito fatale.

    Trattamento chirurgico


    I medici possono alleviare il paziente dalle aderenze mediante chirurgia laparoscopica o laparotomica. La laparoscopia comporta la dissezione delle aderenze utilizzando speciali manipolatori, che vengono inseriti nella cavità addominale attraverso piccole incisioni puntate. Poiché le ferite con una piccola area rimangono dopo una tale procedura chirurgica, il paziente può tornare alla sua routine quotidiana e lavorare in una settimana.

    Durante la laparotomia, il chirurgo esegue un'incisione piuttosto grande, la cui lunghezza è solitamente di circa 15 cm. Grazie a questo, ha un ampio accesso alle anse intestinali e può liberamente manipolarle.

    Naturalmente la laparoscopia è il metodo di trattamento preferito, poiché dopo di esso non ci sono praticamente tracce sul corpo del paziente, il che è difficile da dire su una laparotomia, ma non in tutti i casi è possibile. Dopo tutto, come trattare le aderenze intestinali dipende da molti fattori, tra cui:

    • età del paziente;
    • la presenza di patologie concomitanti;
    • numero totale e posizione delle aderenze;
    • presenza di complicanze.

    Importante: in presenza di ostruzione intestinale acuta o necrosi della sezione intestinale, l'intervento chirurgico viene eseguito senza ritardi, quindi, molto spesso, viene eseguito mediante laparotomia.

    dieta

    Uno dei componenti più importanti della preparazione preoperatoria è la dieta. Tutti i pazienti sono caldamente consigliati di assumere cibo in piccole porzioni e la dieta durante le adesioni intestinali elimina completamente l'uso di prodotti che contribuiscono ad aumentare la formazione di gas. Questi includono tutti i legumi, le bevande gassate, i cavoli e gli alimenti che contengono grandi quantità di fibre.

    Ma ancora più importante è la nutrizione durante le adesioni intestinali dopo l'operazione, poiché prima della completa guarigione delle ferite postoperatorie, l'intestino deve essere dotato di riposo funzionale. Pertanto, il primo giorno dopo l'intervento, il paziente è costretto a digiunare, il secondo giorno gli è permesso di mangiare solo cibo liquido e in piccole quantità.

    Per quanto riguarda il recupero di 3-5 giorni, la struttura del menu inizia gradualmente ad avvicinarsi al solito. Ma ancora i pazienti sono ancora vietati carni grasse, cibo grossolano, tutti i tipi di carni affumicate, dolci e così via.

    Ma forse è più corretto trattare non l'effetto, ma la causa?

    Raccomandiamo di leggere la storia di Olga Kirovtseva, come ha guarito il suo stomaco. Leggi l'articolo >>

    Adesioni intestinali: sintomi, trattamento e cause

    Il processo di adesione è la formazione di tessuto connettivo tra due organi adiacenti. Secondo le statistiche, nella maggior parte dei casi le adesioni colpiscono gli elementi del torace e del peritoneo dei pazienti adulti. Questo porta alla deformazione e alla compressione, all'interruzione dello stato e alla funzionalità degli organi.

    Cosa sono le aderenze intestinali

    Adesioni - formazione di corde fibrose, sinechie (tessuto connettivo) tra gli organi epigastrici, zone periombiliche. In poche parole, è la fusione o l'incollaggio delle membrane esterne degli organi insieme.

    Anse intestinali sottili e spesse, cistifellea, stomaco possono essere sottoposte a tale processo patologico. Le aderenze intestinali si formano quando la superficie di questi organi si fonde con la membrana interna delle pareti della cavità addominale.

    I sintomi della malattia

    I segni di adesione non appaiono immediatamente. Spesso la patologia si sviluppa inosservata dal paziente. Manifestazioni cliniche della malattia sono assenti o hanno un carattere sfocato. Tuttavia, prima o poi, di solito, quando il processo di adesione è andato abbastanza lontano, la persona ha sintomi caratteristici della formazione delle aderenze intestinali:

    • Dolore nell'addome. Si verifica precisamente nella zona in cui l'integrità del tessuto è stata compromessa da interventi chirurgici o lesioni. Di solito accompagnato da un forte sforzo fisico, attività, che è accompagnato da giri, inclinazione del corpo, busto. Il dolore ha un carattere estenuante.
    • Vari disturbi digestivi. Questo è flatulenza, gonfiore, brontolio, singhiozzo, bruciore di stomaco, eruttazione, nausea e vomito, diarrea o stitichezza sistematica. Dolore con movimenti intestinali nello stomaco e nel retto. Tali sintomi si verificano perché gli intestini sono compressi e deformati, anche i vasi che li alimentano vengono bloccati.
    • Segni di intossicazione del corpo - perdita di peso, decolorazione della pelle (pallore, ottusità), debolezza generale, febbre.

    Se questi sintomi compaiono in una persona dopo un trauma addominale o un intervento chirurgico, dovresti consultare un medico. Dopo tutto, la malattia dell'intestino adesivo trascurato può causare gravi complicazioni.

    Le cause della patologia

    Qualsiasi interferenza con l'integrità degli organi interni dell'addome, che causa l'inizio del processo infiammatorio, provoca la formazione di aderenze. Questa è una reazione naturale di difesa del corpo. Pertanto, il corpo umano sta cercando di limitare la localizzazione dell'infiammazione e proteggere i tessuti e gli organi adiacenti. La malattia si forma a causa dell'impatto di fattori esterni e interni negativi:

    • Grave danno, violazione dell'integrità dell'epitelio del peritoneo. Questo può essere un intervento chirurgico, strumenti e altri oggetti estranei dimenticati nella cavità, un colpo allo stomaco. In risposta al fattore dannoso, il peritoneo innesca una maggiore produzione di fibrina e collagene.
    • Gli effetti di droghe o sostanze chimiche - perossido di idrogeno, alcool, iodio.
    • Processi infettivi-infiammatori.
    • Perforazione di ulcere gastriche o duodenali.
    • Appendicite (conseguenza dell'operazione di rimozione).
    • Malattie degli organi interni del sistema riproduttivo femminile.

    C'è anche una tendenza ereditaria alla formazione delle adesioni.

    Diagnosi accurata

    Diversi metodi sono utilizzati per rilevare la malattia. Questa raccolta cronologia, strumentale, hardware, prove di laboratorio:

    • Analisi clinica del sangue.
    • Ultrasuoni, TC, risonanza magnetica, raggi X (con contrasto) del peritoneo.
    • Identificazione laparoscopia.

    I risultati degli studi diagnostici danno un'idea della natura, della gravità e dello stadio della malattia.

    Trattamento delle aderenze intestinali

    È possibile sbarazzarsi di patologia con l'aiuto di metodi terapeutici conservatori o chirurgici. E anche con l'uso della medicina tradizionale, una dieta speciale, la fisioterapia. La tattica del trattamento dipende dalle caratteristiche individuali del paziente, dalla sua salute generale, dalla forma e dal grado di abbandono della malattia adesiva.

    Video dal trasferimento di Elena Malysheva.

    Trattamento farmacologico

    Se la diagnosi rivela una sintomatologia che non causa particolari disagi a una persona, la terapia può essere sintomatica. La forma cronica di malattia adesiva viene trattata in regime ambulatoriale oa casa. Medico nominato da:

    • Iniezioni di preparati enzimatici che contribuiscono al riassorbimento di collagene e tessuti fibrosi.
    • Antispastici e antidolorifici.
    • Compresse che normalizzano la funzione digestiva e facilitano il movimento intestinale.

    Per monitorare la progressione della patologia e il successo del trattamento, gli esami preventivi da parte di uno specialista sono obbligatori.

    Rimedi popolari

    Spesso i medici raccomandano il trattamento delle aderenze usando metodi di terapia alternativa. Questo metodo è adatto a quei pazienti il ​​cui stato di salute e lo stadio della malattia in cui non causano grande preoccupazione.

    Viene mostrato l'uso dei seguenti preparati di erbe medicinali, frutta, bacche, radici:

    • Un decotto di mirtilli rossi, rosa selvatica e ortica.
    • Radice per infusione d'acqua Badan.
    • Impacco caldo da semi di lino (riduce la gravità del dolore).

    Il trattamento delle aderenze del sigmoide e di altre parti dell'intestino, altri organi della cavità addominale con l'uso della terapia popolare deve essere effettuato sotto la supervisione di uno specialista. In caso di inefficienza del metodo o deterioramento della situazione, si dovrebbe prendere in considerazione l'uso di più metodi cardinali.

    operazione

    Se il processo adesivo causa considerevoli disagi al paziente o provoca forti dolori, la chirurgia non può essere evitata. Questa patologia può influire negativamente sulla capacità di una donna di concepire un bambino e causare infertilità. Affinché si verifichi una gravidanza, nella maggior parte dei casi viene anche prescritta un'operazione per escludere le aderenze. In assenza di altri disturbi, il paziente è in grado di concepire dopo il periodo postoperatorio di riabilitazione.

    I seguenti metodi di intervento chirurgico aiuteranno a guarire dalla malattia:

    • Elettrochirurgia (usando corrente ad alta frequenza).
    • Laparoscopia (chirurgia mini-invasiva, nessuna incisione).
    • L'uso del laser.
    • Aquadissezione (dissezione delle aderenze con un getto d'acqua fornito sotto pressione).

    La cura chirurgica tempestiva aiuta ad alleviare le condizioni del paziente e prevenire lo sviluppo di complicazioni pericolose.

    prevenzione

    Se una persona ha una malattia adesiva, non è sufficiente curarla e dimenticarsene. Solo una regolare prevenzione della patologia può garantire la completa eliminazione del problema. E anche per prevenire l'insorgenza della malattia in futuro.

    Dopo l'operazione, dovresti cominciare a muoverti il ​​prima possibile, a fare esercizi e esercizi respiratori ragionevoli. Quando lasci l'istituto medico, così come durante e dopo la terapia farmacologica, devi seguire la dieta corretta. Il menù giornaliero e la dieta sono fatti prendendo in considerazione le raccomandazioni del medico curante. Il lavoro misurato del tratto gastrointestinale, uno stile di vita mobile, l'evitamento di lesioni addominali - una garanzia che la malattia adesiva non si verificherà in futuro.

    dieta

    La nutrizione in questa patologia, così come nel periodo di recupero dopo il trattamento chirurgico o conservativo, dovrebbe essere la seguente:

    • Carne, pesce, brodi vegetali debolmente concentrati.
    • Porridge liquido
    • Purea di purè di prodotti di origine vegetale.
    • Acqua pulita (1,5-2 l / giorno), decotti di erbe, gelatina, bevande alla frutta, bevande alla frutta, frutta diluita e succhi di verdura.
    • Uova - in piccole quantità.
    • Prodotti lattiero-caseari fermentati - kefir, latte cotto fermentato, ricotta.
    • Bevande - acqua gassata o clorata, birra, vino e altri alcolici, caffè, tè forte, succhi concentrati e freschi non diluiti.
    • Prodotti che contribuiscono alla formazione del gonfiore - uva, mais, cavoli, fagioli, piselli e altri legumi.
    • Dolci e farina - cioccolato, dolci, torte e pasticcini, pasticcini dolci, pane nero e altro fresco.
    • Cibo che provoca irritazione del tratto digestivo e complica i processi di digestione. Alimenti salati, in salamoia, speziati, piccanti, affumicati, grassi, fritti.

    Tutti i prodotti devono essere trattati termicamente, freschi, frantumati e caldi. Consentito di mangiare cibo, cotto a vapore, stufato o bollito, non segale secca. È necessario osservare una dieta frazionaria - mangiare in piccole porzioni di 6-8 volte in un tempo chiaramente definito. Una dieta affamata o eccesso di cibo è proibito.

    l'esercizio fisico

    Con questa patologia, una persona dovrebbe condurre uno stile di vita moderatamente attivo. Puoi e dovresti fare esercizi, fare yoga, ginnastica, nuoto, jogging, fitness. Tutto ciò che apporta piacere, gioia, tensione piacevole e favorisce il rilassamento è permesso. Particolarmente utile per sviluppare la regione lombare, l'area del busto.

    Il paziente deve evitare la sovratensione, il lavoro fisico pesante. Alzare le cose, oggetti con peso elevato può innescare l'attivazione di processi infiammatori e adesivi nella regione addominale.

    Possibili complicazioni

    Una esacerbazione della malattia o la sua forma trascurata possono causare gravi disturbi nelle condizioni e nel funzionamento degli organi adiacenti alle aderenze:

    • Ostruzione intestinale in forma acuta Accompagnato da gravi dolori parossistici nell'addome e assenza di feci per 2 giorni.
    • La morte di tessuti del segmento intaccato dell'intestino. Minaccia l'intossicazione patologica e richiede l'urgente rimozione chirurgica delle parti necrotiche dell'organo.

    Una persona comune non è in grado di determinare se ha complicazioni o no. Ma la comparsa di forti dolori e altri sintomi premonitori è un'indicazione diretta per la ricerca di cure mediche di emergenza.

    Aderenze intestinali

    I medici considerano le aderenze intestinali come risultato di un processo patofisiologico che si sviluppa nella cavità addominale e può essere asintomatico o manifestarsi con una serie di sintomi.

    Oggi le aderenze intestinali dopo l'intervento chirurgico (aderenze peritoneali postoperatorie) rimangono un serio problema clinico sia per i chirurghi che per i pazienti.

    Codice ICD-10

    epidemiologia

    • le aderenze intestinali dopo l'intervento chirurgico sugli organi addominali (specialmente sull'intestino tenue e crasso) si formano nell'80-85% dei pazienti;
    • dopo ripetute laparotomie, le adesioni si verificano nel 93-96% dei pazienti;
    • le aderenze intestinali dopo appendicite si osservano un anno dopo l'appendicectomia nel 23% dei pazienti operati e dopo tre anni nel 57%;
    • adesioni intestinali e uterine, così come adesioni intestinali e ovariche si verificano nel 70% dei casi di trattamento chirurgico di patologie ginecologiche;
    • nel 10-20% dei casi, le aderenze vengono rilevate accidentalmente in pazienti che non hanno subito un intervento chirurgico.

    Cause delle aderenze intestinali

    Il termine "adesioni" (nella versione inglese - adesioni, cioè adesione o adesione) si riferisce al processo di formazione di tessuto cicatriziale tra i circuiti intestinali, nonché tra le singole sezioni dell'intestino e il rivestimento interno della parete addominale (rivestimento peritoneale). Queste sono le aderenze dell'intestino tenue e le aderenze dell'intestino crasso.

    Possono essere colpiti anche altri organi addominali e pelvici: fegato, cistifellea, utero (aderenze intestinali e uterine), tube di Falloppio, ovaie (aderenze intestinali e ovariche) e vescica.

    Le ragioni principali per la formazione delle aderenze intestinali dopo l'intervento chirurgico - incluse le aderenze intestinali dopo appendicite (appendicectomia) e dopo taglio cesareo (modalità operativa di parto) - sono dovute al fatto che durante interventi chirurgici addominali con laparotomia:

    • viola l'integrità dei tessuti del peritoneo e degli organi interni;
    • le mucose degli organi interni perdono umidità (è dimostrato che l'essiccamento dei tessuti durante l'intervento aumenta la formazione di aderenze);
    • i tessuti interni sono a contatto con sostanze estranee (strumenti, tamponi, materiali di sutura, ecc.);
    • sui tessuti all'interno della cavità addominale rimangono sangue o coaguli.

    Molto meno spesso sono il risultato di lesioni addominali chiuse e processi infiammatori, cioè non sono associati alla chirurgia addominale. Pertanto, si possono formare aderenze intestinali croniche durante infiammazioni a lungo termine nella parte mesenterica dell'intestino tenue (enterite), nel colon cieco e sigmoideo dell'intestino crasso, così come infezioni ginecologiche e danni da radiazioni ai tessuti durante la radioterapia dei tumori maligni nella cavità addominale.

    Le aderenze intestinali nei bambini in età precoce possono verificarsi a causa di anomalie intestinali congenite: atresia dell'intestino tenue, dolicosigma (allungamento del colon sigmoideo), coloptosi (posizione anormale del colon), filamenti del colon embrionale, invaginazione dell'intestino. Inoltre, le aderenze intestinali nei bambini si formano, come negli adulti, dopo operazioni addominali nella zona addominale o nella piccola pelvi.

    Fattori di rischio

    Quasi tutti coloro che subiscono un intervento di laparotomia hanno probabilmente aderenze; e i fattori di rischio dei processi adesivi nell'intestino consistono in disturbi del sistema fibrinolitico del corpo (funzionalmente opposto al sistema di coagulazione del sangue). Gli esperti possono monitorare la presenza di problemi con la fibrinolisi esaminando il livello di inibitore dell'attivatore del plasminogeno nel sangue, l'attivatore del plasminogeno tissutale e i prodotti di disintegrazione della fibrina nel liquido peritoneale.

    Secondo i chirurghi, le aderenze intestinali croniche senza precedenti interventi chirurgici si verificano più spesso durante i processi infiammatori sullo sfondo dell'obesità addominale, cioè l'eccesso di tessuto adiposo nell'area del maggiore omento (pieghe situate dietro il lenzuolo viscerale del peritoneo e la chiusura delle anse intestinali). Poiché il tessuto connettivo lasso dell'omento è particolarmente sensibile alla formazione di aderenze sotto la pressione di depositi di grasso nella regione addominale.

    patogenesi

    Gli studi sui meccanismi cellulari e umorali della formazione dell'adesione hanno dimostrato che la loro patogenesi si trova nella violazione dell'equilibrio locale tra la sintesi della fibrina e la sua scissione (fibrinolisi). Nel corso di operazioni a bande o infiammazioni, lo strato mesoteliale dei tessuti di organi e vasi sanguigni è danneggiato, causando una reazione infiammatoria protettiva naturale con attivazione simultanea di mediatori dell'infiammazione, cascata della coagulazione e deposizione sulla parte danneggiata della fibrina, base insolubile della formazione di coaguli di sangue.

    Di conseguenza, aumenta la permeabilità dei vasi sanguigni e i tessuti danneggiati secernono un essudato siero-emorragico che supporta il processo di guarigione. Contiene globuli bianchi, piastrine, interleuchine, macrofagi, proteine ​​plasmatiche, fibrinogeno, acido ialuronico, proteoglicani. In condizioni normali, la fibrina subisce lisi sotto l'influenza di attivatori del plasminogeno tissutale, ma durante le operazioni l'attività fibrinolitica viene ridotta e l'eccesso di fibrinogeno viene convertito in una matrice altamente adesiva di gel di fibrina che copre i tessuti. I fibroblasti iniziano a crescere e allacciano le strutture anatomicamente separate della cavità addominale, trasformandosi, in effetti, in cicatrici interne - adesioni intestinali sotto forma di composti fibrosi.

    Sintomi delle aderenze intestinali

    Quali sono i sintomi delle aderenze intestinali? La maggior parte delle aderenze addominali rimane inosservata, ma se la patologia esistente si manifesta, allora i suoi primi segni sono una sensazione di dolore.

    Va notato che il dolore intermittente durante le aderenze intestinali è localizzato nella cavità addominale o nella piccola pelvi, a seconda del luogo di formazione delle articolazioni fibrose tra gli anse intestinali e le strutture anatomiche circostanti.

    Crampi dolorosi o dolori formicolio possono diventare più intensi qualche tempo dopo aver mangiato e durante l'esercizio. Come sottolineano i medici, i dolori durante le aderenze intestinali spesso imitano il dolore durante l'infiammazione dell'appendice, dell'endometriosi o della diverticolite.

    I sintomi delle aderenze intestinali comprendono anche: una sensazione di disagio nella cavità addominale a causa di un aumento della formazione di gas intestinali (flatulenza) e di una pressione interna sulla parete addominale (nella regione ombelicale o leggermente inferiore), forte rombo nell'addome e gonfiore.

    Ci sono costipazioni regolari durante le adesioni intestinali, che sono associate a movimenti ostruiti dei contenuti intestinali dovuti a disturbi della motilità. Dopo aver mangiato, possono verificarsi nausea e persino vomito. Se ci sono aderenze intestinali croniche, quindi, oltre a questi sintomi, c'è una diminuzione del peso corporeo.

    Nonostante il graduale aumento dei livelli di fibrinogeno nelle donne in gravidanza entro la fine del periodo, non si formano nuove aderenze intestinali durante la gravidanza. Tuttavia, le "cicatrici interne" esistenti possono essere percepite e creare ulteriori problemi: dal dolore leggero nell'addome (30-45 minuti dopo aver mangiato) a un intenso dolore alla trazione e ai punti.

    Complicazioni e conseguenze

    Quali sono le adesioni intestinali pericolose? Le piccole adesioni intestinali nella cavità addominale spesso causano tali conseguenze negative per il funzionamento dell'apparato digerente che solo una seconda operazione può diventare una soluzione.

    Secondo i ginecologi, le aderenze intestinali e uterine possono portare a dismenorrea secondaria e ad aderenze intestinali e ovariche o anse intestinali con tube di Falloppio - fino all'impossibilità di rimanere incinta.

    La presenza di aderenze intestinali complica in modo significativo qualsiasi intervento chirurgico nella cavità addominale, aumentando il rischio di sanguinamento e perforazione dell'intestino.

    Ma le complicanze più pericolose dell'adesione fibrosa peritoneale sono l'ostruzione intestinale durante le aderenze, che rappresenta oltre il 40% di tutti i casi di ostruzione e il 60-70% di piccole ostruzioni intestinali. La causa dell'ostruzione intestinale nelle donne incinte nel 55% dei casi è anche l'adesione intestinale dopo l'intervento chirurgico, che è stata effettuata prima dell'inizio della gravidanza.

    Le aderenze intestinali possono piegare, allungare e ruotare parti separate dell'intestino in modo che il loro lume sia ridotto o completamente bloccato. Ciò causa lo sviluppo dell'ostruzione intestinale, quando il contenuto del tratto gastrointestinale - parzialmente o completamente - smette di muoversi attraverso le corrispondenti sezioni dell'intestino. L'ostruzione intestinale completa è una condizione acuta e pericolosa per la vita che richiede l'intervento medico immediato, compreso un intervento chirurgico.

    L'ostruzione intestinale durante le aderenze (o l'ostruzione intestinale) causa forti dolori e crampi nell'addome, vomito, stitichezza e gas intestinale ritardato, edema della cavità addominale; con ostruzione acuta, sbiancamento della pelle, sudore freddo, una forte diminuzione della pressione sanguigna e tachicardia sono anche osservati. L'irrorazione locale dovuta alla torsione delle anse intestinali si arresta, il che può causare necrosi tissutale e sviluppo di peritonite.

    I neonati con ostruzione intestinale entrano con attacchi di pianto, tirano fuori le gambe e tutto il corpo, urinano meno spesso, la pelle sopra il tralcio si ritrae e la massa del vomito è verde.

    Diagnosi di aderenze intestinali

    Ad oggi, la capacità di identificare e stabilire la posizione dell'adesione fibrosa peritoneale fornisce solo strumenti diagnostici strumentali.

    Con questa patologia, la laparoscopia diagnostica è considerata il metodo più informativo e oggettivo.

    Inoltre, i gastroenterologi applicano: l'irrigologia (i raggi X intestinali con l'introduzione del bario, può rivelare un'anomala anormale delle anse intestinali); colonscopia (esame endoscopico del retto); electrogastrogram; esame ecografico (ecografia) e tomografia computerizzata (CT) dell'intestino e degli organi addominali.

    Il medico può prescrivere un esame del sangue generale per escludere lo sviluppo di infiammazione.

    Cosa hai bisogno di esaminare?

    Diagnostica differenziale

    Dal momento che il dolore addominale, la stitichezza e il resto dei sintomi non sono specifici, è necessaria una diagnosi differenziale mediante ultrasuoni e TC, che elimina altre cause di ostruzione, come un tumore o una stenosi intestinale.

    Chi contattare?

    Trattamento delle aderenze intestinali

    Va subito notato che nella moderna pratica clinica, anche straniera, il trattamento delle aderenze intestinali - con sintomi severi e i problemi da esse causati - viene eseguito chirurgicamente: il metodo medico per "rompere" le fibre fibrose che hanno collegato le strutture dell'intestino non può ancora. Soprattutto se le aderenze si sono formate molto tempo fa e le fibre di fibrina sono diventate dense e resistenti.

    Il trattamento chirurgico per ampie adesioni viene effettuato mediante laparotomia, cioè con un'incisione sufficientemente grande del peritoneo, dopo la quale le aderenze intestinali vengono sezionate nel campo chirurgico aperto. Tuttavia, c'è un'alta probabilità (30-40%) che dopo questa operazione sorgeranno nuove adesioni.

    In presenza di singole adesioni, la loro dissezione viene eseguita con un metodo laparoscopico (con l'introduzione di uno speciale dispositivo endoscopico nella cavità addominale attraverso piccole incisioni). E anche se la chirurgia laparoscopica, ovviamente, è l'opzione migliore, ma la lesione del tessuto durante la dissezione di una corda fibrosa è anche irta di una ricaduta di aderenze.

    Viene anche praticato il trattamento minimamente invasivo delle aderenze intestinali con un laser - con un'area insignificante del composto fibroso e la sua precisa localizzazione.

    Trattamento delle aderenze intestinali senza chirurgia

    I medici domestici trattano le aderenze intestinali senza la chirurgia con l'aiuto di alcuni farmaci che dovrebbero impedire la conversione del fibrinogeno in fibrina o attivare il sistema fibrinolitico del corpo.

    I farmaci più comunemente usati sono:

    • Eparina anticoagulante - immediatamente dopo l'operazione nel tessuto adiposo sottocutaneo (5000 UI due volte durante il giorno); controindicato per sanguinamento e aumento di sanguinamento, problemi ai reni o al fegato, leucemia e anemia.
    • corticosteroide L'idrocortisone (2,5%) viene iniettato nel muscolo addominale o nella cavità dopo l'operazione (100-500 mg) 4 volte al giorno; sebbene il numero di controindicazioni del farmaco (ad eccezione di grave ipertensione arteriosa, nefrite, osteoporosi, ulcere gastriche e diabete mellito) indica interventi chirurgici recenti. Gli effetti collaterali di idrocortisone includono infiammazione del pancreas, ridotta immunità, nonché shock anafilattico e arresto cardiaco.
    • La preparazione enzimatica ialuronidasi (Lidaza), secondo le istruzioni, viene utilizzata quando necessario per eliminare la contrattura delle articolazioni, rimuovere gli ematomi e ammorbidire le cicatrici sulla pelle.
    • L'urochinasi (fibrinolitico) viene utilizzata dall'infusione endovenosa per tromboflebiti, embolia polmonare e formazione di altri coaguli di sangue artero-venoso. La dose standard è 1000-2000 UI / kg / ora. Tra le controindicazioni vi sono il sanguinamento e il rischio di insorgenza, ferite aperte e recenti controindicazioni sono indicate come controindicazioni relative.
    • La fibrinolisi ha le stesse indicazioni e controindicazioni dell'urochinasi, poiché entrambi i farmaci agiscono rispettivamente sul sistema di coagulazione del sangue e sulla fibrinolisi. La fibrinolisi viene solitamente somministrata durante un'operazione nella cavità addominale (spesso in combinazione con eparina).

    Inoltre, con dolori tali antidolorifici vengono utilizzati per aderenze intestinali, come Paracetamolo, Spazmalgon, No-shpa (1-2 compresse fino a tre volte al giorno). Assegnare e vitamine, di regola, è tocoferolo e acido folico.

    Il trattamento delle aderenze intestinali senza chirurgia, secondo la tradizione, include il trattamento fisioterapico - sotto forma di elettroforesi con vari farmaci, applicazioni di paraffina nell'area addominale, ecc. Tuttavia, molti esperti dubitano della fattibilità delle procedure fisiche, poiché non portano all'eliminazione delle aderenze formate. Per lo stesso motivo, non si dovrebbe massaggiare l'intestino durante le adesioni, che è apparso molto prima dell'inizio dei sintomi della patologia.

    Trattamento popolare e omeopatia

    Tra i metodi alternativi, il più accettabile dal punto di vista medico è il trattamento popolare con l'uso di sanguisughe, la cui saliva contiene l'irudina anticoagulante.

    Sicuramente, anche il consiglio di usare l'olio d'oliva durante le commessure del colon è utile, poiché gli omegaacidi insaturi di questo olio hanno un effetto benefico sulle mucose del tubo digerente. Inoltre, l'olio d'oliva (che può essere sostituito quasi da qualsiasi altro) impedisce la formazione di cosiddette pietre fecali, complicando significativamente il processo di defecazione durante le adesioni del colon.

    Ma i guaritori popolari raccomandano l'uso di olio di ricino esternamente - sotto forma di impacchi caldi sullo stomaco. Si sostiene che questo olio sia particolarmente indicato per le donne con aderenze intestinali e uterine, così come per le aderenze intestinali e ovariche. L'olio di ricino ottenuto dai semi di ricino (Ricinus L.) contiene acido ricinolico, che è facilmente assorbito nel corpo attraverso la pelle, stimola il drenaggio linfatico e migliora l'escrezione dei prodotti del metabolismo dei tessuti.

    Come rimedio sintomatico multifunzionale, si raccomanda di prendere la tintura con alcool della corteccia di ginepro. Per la sua preparazione, 50 g di corteccia secca vengono versati con 150 ml di vodka e infusi per 20 giorni. La tintura deve essere presa 25-30 gocce due volte al giorno (prima dei pasti).

    Puoi provare i trattamenti a base di erbe, ad esempio, per alleviare gli spasmi intestinali usando un decotto di fiori di camomilla farmaceutica, radice di calamo macinato e foglie di menta piperita (rapporto 2: 1: 1) - un cucchiaio della miscela per 200 ml di acqua. Ci sono voluti alcuni sorsi tre volte al giorno.

    Si consiglia di preparare e prendere mezza tazza due volte al giorno (mezz'ora prima dei pasti) un decotto di fiori di trifoglio rosso prato, erba di erba di San Giovanni, radici di peonia, corteccia di meadowsweet (meadowsweet o larkspur). I brodi sono preparati al ritmo di un cucchiaio di materie prime per 250 ml di acqua. È inoltre possibile preparare un'infusione d'acqua di tintura di cartamo (Carthamus tinctorius).

    omeopatia può offrire per il trattamento di adesioni intestinali farmaci Aconitum napellus C6 (in granuli), gocce a base di semi di Larkspur di Staphysagria, Arnica montana (granuli C3, C6), gocce con un estratto di margherita Bellis perennis. Il dosaggio è determinato dall'omeopata individualmente.

    Come viene utilizzata la senape per le aderenze intestinali? La composizione del rimedio omeopatico liquido Thiosin Аminum, prodotto con olio di semi di senape, contiene un intero complesso di sostanze biologicamente attive, inclusi acidi grassi polinsaturi, vitamine A, D, B3, B4, B6, E, ecc.

    Dieta per le punte intestinali

    I problemi digestivi e la dieta durante le aderenze intestinali sono una delle maggiori difficoltà in questa patologia, perché in alcuni casi il cibo semplicemente non viene normalmente digerito. Pertanto, si consiglia di assumere solo cibi morbidi moderatamente caldi. In questo caso, è necessario mangiare più spesso, ma in piccole porzioni. L'eccesso di cibo è assolutamente controindicato!

    Quale cibo non dovrebbe essere consumato durante le adesioni intestinali?

    Gli alimenti con un alto contenuto di fibre e fibre vegetali dovrebbero essere esclusi dalla dieta, in modo che non sovraccarichino l'intestino e non aumentino la formazione di gas intestinali (e allo stesso tempo, il dolore). Poiché il consumo di pane è ridotto a 150 grammi al giorno, è possibile osservare solo verdure fresche e frutta, e i cereali per le aderenze intestinali, specialmente durante i periodi di sintomi intensi, dovranno essere molto bolliti e resi semi-fluidi. Maggiori informazioni - Dieta con flatulenza

    I dietisti includono prodotti malsani latte intero, tutti grassi, speziati, in scatola e fritti. Dovresti bere abbastanza acqua (non gassata), il kefir fresco e il tè verde sono molto utili quando i picchi dell'intestino crasso.

    Sebbene una tale dieta con aderenze intestinali non soddisfi i bisogni del corpo in sostanze utili, può ridurre il dolore addominale mentre viene trattato.

    Cosa posso mangiare con punte intestinali? Raccomandazioni dietetiche

    includere minestre con brodo a basso contenuto di grassi e zuppe di crema, pesce magro e pollo (bollito o al vapore), uova alla coque bollite e omelette, tutto latte acido (compresi formaggi e ricotta).

    Le restrizioni e le raccomandazioni per i prodotti possono variare a seconda della natura delle complicanze intestinali, quindi anche un menu esemplare per le aderenze intestinali dovrebbe essere adattato alle caratteristiche individuali di ciascun paziente.

    Ginnastica con punte intestinali

    La ginnastica terapeutica con aderenze intestinali è progettata per fornire sia un livello sufficiente (ma non eccessivo) di attività fisica e un effetto dinamico mirato sull'area problematica - la cavità addominale.

    Gli esercizi più utili per le aderenze intestinali dovrebbero attivare l'apporto di sangue locale ai tessuti intestinali, rafforzare la parete addominale e aumentare l'elasticità delle fibre muscolari interne.

    Dovresti fare tutti gli esercizi senza fretta, ognuno - 8-10 volte e meglio - sdraiato sulla schiena su una superficie dura.

    1. Piegamento simultaneo delle gambe alle ginocchia seguito da raddrizzamento alla posizione di partenza.
    2. Dopo che le gambe sono state piegate, avendo posto entrambe le mani dietro la testa, solleviamo le scapole (la tensione addominale è tesa allo stesso tempo); poi viene presa la posizione di partenza (gambe dritte, braccia lungo il corpo).
    3. Quando le ginocchia sono piegate, la parte inferiore della schiena e il bacino si staccano dal pavimento e vengono mantenuti in questa posizione a spese dell'1-2-3 (enfasi sui piedi e sulle scapole, braccia estese lungo il corpo).
    4. Piegamento simultaneo delle gambe alle ginocchia seguito da inclinarle prima a destra e poi a sinistra (senza prendere la schiena e la vita dal pavimento).
    5. La famosa "bicicletta" è realizzata con un'ampiezza massima delle gambe nella direzione della parete addominale e del torace.
    6. Flessione alternata delle gambe (con separazione dal pavimento) e toccando il ginocchio con il gomito opposto, con una leggera rotazione del corpo verso il lato del ginocchio piegato.

    yoga durante le adesioni intestinali si trova principalmente nel noto "respiro del ventre". L'esercizio è meglio farlo in piedi. Per prima cosa devi mettere il palmo della mano destra sul petto e la sinistra - sullo stomaco, sotto l'ombelico. Un respiro profondo viene preso attraverso il naso e la parte inferiore dei polmoni viene prima riempita di aria (la parete addominale dovrebbe alzarsi e stringere, e questo può essere visto nel palmo sinistro, che si alza anche). È molto importante che la palma stesa sul torace durante l'inalazione rimanga immobile.

    Avendo riempito lo stomaco di aria al limite, dovrebbe essere espirato attraverso il naso molto lentamente e letteralmente "strizzarlo" da sé, tirando la parete addominale il più profondamente possibile all'interno (verso la parte posteriore). Durante tale respirazione, si verifica un automassaggio naturale delle strutture intestinali localizzate immediatamente dietro il peritoneo. Ma un tale esercizio è controindicato per i disturbi del ritmo cardiaco.

    prevenzione

    Le adesioni intestinali sono difficili da prevenire, ma le moderne tecnologie chirurgiche possono ridurre il rischio di insorgenza con l'ausilio di materiali unici - film biodegradabili (che non richiedono rimozione) che proteggono il tessuto addominale dall'adesione fibrosa peritoneale.

    Oggi, durante le operazioni eseguite mediante laparotomia (con grandi incisioni con un bisturi e un'ampia area operativa), le aderenze intestinali possono essere prevenute usando le barriere adesive Hyalobarrier, PrevAdh, Intercoat, Evicel, Surgiwrap, CoSeal, Seprafilm.

    prospettiva

    I principali chirurghi ritengono che la scienza moderna sia in grado di sconfiggere le aderenze intestinali dopo l'intervento chirurgico e nel prossimo futuro la prognosi per i pazienti sarà solo favorevole e non soffrirà delle conseguenze e delle complicanze delle aderenze intestinali.

    Redattore esperto medico

    Portnov Alexey Alexandrovich

    Istruzione: Università medica nazionale di Kiev. AA Bogomolets, specialità - "Medicina"